Your SlideShare is downloading. ×
0
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Autori1300 Boccaccio
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Autori1300 Boccaccio

3,169

Published on

appunti di letteratura italiana, Boccaccio, Decameron

appunti di letteratura italiana, Boccaccio, Decameron

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
3,169
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
127
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Giovanni Boccaccio e la “umana commedia” Dagli “affari” alla letteratura Appunti per la 2mB – Fmgiugliano 14/12/09
  • 2. In sintesi
    • Siamo agli sgoccioli del medioevo
      • Cambiano i tempi e le relazioni
    • Nobiltà, banche e … affari
      • Le persone valgono per ciò che sono
      • Entrano in scena nuove categorie sociali
    • Un nuovo genere: la novella
    • Nasce il movimento dell’Umanesimo
      • Riscoperta del latino e del greco
  • 3. Gli inizi: spensierati
    • 1313 nasce a Certaldo
      • Ma è figlio illegittimo
    • Il padre, ricco mercante, lo prende con sé
    • Periodo napoletano: frequenta la corte e la nobiltà – periodo felice e allegro
    • Importanza del commercio, studia legge ma preferisce la letteratura…
    • Incontra Fiammetta, innamoramento e fase poetica
  • 4. seconda fase della vita…
    • 1340 crack finanziario (i Bardi)
      • fallimento e rovina del padre
    • Torna a Firenze: preoccupazioni economiche – ristrettezze – cambio
    • 1348: la Peste, muore il padre
    • Inizia la scrittura del Decameron
    • Comincia la sua fase di notorietà
  • 5. Maturità e interessi culturali
    • 1350 incontra Petrarca (in qualità di ambasciatore di Firenze) – amicizia
    • Interessi comuni:
      • Amore per la cultura, i manoscritti, il latino
      • B sarà il primo a interessarsi del greco
    • Si interessa a questioni spirituali, di fede
    • 1360 forma una specie di “circolo” a Firenze
      • Si legge e si discute: sono i germi dell’ umanesimo ,
    • 1373 inizia la lettura pubblica di Dante
      • È lui che definisce la Commedia “Divina”
    • 1375 muore a Certaldo, in condizioni disagiate
  • 6. La sua opera - il Decameron
    • Una raccolta di novelle
    • Verosimili e ambientate nel suo tempo
    • Prende lo spunto dalla Peste del 1348
      • nella quale muore il p. di Boccaccio
      • e Firenze rimase quasi decimata
    • 10 giovani della borghesia
      • si rifugiano in una villa di campagna
      • Passano il tempo narrando storie…
  • 7. Comincia il libro chiamato Decameron cognominato prencipe Galeotto, nel quale si contengono cento novelle in diece dì dette da sette donne e da tre giovani uomini .
  • 8. Decameron: Struttura
    • Struttura a “cornice”
      • Uno schema che raccoglie le storie
      • In 10 giornate
      • Si elegge un re o una regina
      • Che sceglie l’argomento
        • Amore, cavalleria, scherzi, nobiltà, affari
      • Ogni partecipante racconta una novella
        • 7 ragazzi e 3 ragazzi, 10 novelle al giorno
        • Più una introduzione e i commenti finali
      • Decameron: le 10 giornate…
  • 9. Importanza di Boccaccio
    • È l’iniziatore della “novella”, un nuovo stile
    • Per il contenuto delle sue novelle
      • Argomenti quotidiani, contemporanei, nuovi
      • Prima si valorizzava solo il “classico”, l’antico
    • Per la lingua
      • Utilizza il volgare fiorentino
      • Varietà di vocaboli, eleganza della frase
        • Piuttosto ampia e complessa
        • risente del latino e del gusto umanistico
  • 10. La Novella
    • Genere letterario “nuovo” rappresenta la realtà
      • Prima si usava la favola (Esopo, Fedro)
    • Racconto in prosa di lunghezza variabile
    • Intreccio narrativo:
      • Esordio
      • svolgimento di varie vicende,
      • avventure e colpi di scena
      • una conclusione
    • Ambiente: luogo e tempo riconoscibili
    • Personaggi: pochi (reali o immaginari)
      • anch’essi riconoscibili, verosimili e credibili
  • 11. Umanesimo
    • Una nuova corrente letteraria
      • Si sviluppa verso la fine del medioevo
      • Periodo di massima importanza: il 1400
    • Riscopre l’importanza e le opere classiche
      • Latine e greche
    • La religione passa in secondo piano
      • L’uomo al centro (non più solo Dio)
    • Valorizza le conoscenze e l’intelligenza umana, la scoperta personale

×