Your SlideShare is downloading. ×
Quaresima 2011 - 1^ settimana
Quaresima 2011 - 1^ settimana
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Quaresima 2011 - 1^ settimana

542

Published on

Riflessione per la prima settimana di Quaresima

Riflessione per la prima settimana di Quaresima

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
542
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Quaresima 2011Tempo dello spirito 1° Settimana 13—19 marzo
  • 2. Dal Vangelo secondo Luca ( 15, 1 –7 )Gli agenti delle tasse e altre persone di cattiva reputazione si avvicinarono aGesù per ascoltarlo.Ma i farisei e i maestri della legge lo criticavano per questo. Dicevano:“ Quest’uomo tratta bene la gente di cattiva reputazione e va a mangiarecon loro “.Allora Gesù raccontò questa parabola :“ Se uno di voi ha cento pecore e ne perde una, che cosa fa ? Lascia le altrenovantanove al sicuro per andare a cercare quella che si è smarrita e la cer-ca finché non l’ha ritrovata.Quando la trova, se la mette sulle spalle pieno di gioia, e ritorna a casa sua.Poi chiama gli amici e i vicini e dice loro: “ Fate festa con me, perché horitrovato la mia pecora, quella che si era smarrita “.“Così è anche per il regno di Dio: vi assicuro che in cielo si fa più festa perun peccatore che si converte che per novantanove giusti che non hanno bi-sogno di conversione “- Salmo 62, 2—9O Dio, tu sei il mio Dio, all’aurora ti cerco, di te ha sete l’anima mia,a te anela la mia carne, come terra deserta, arida, senz’acqua.Così nel santuario ti ho cercato, per contemplare la tua potenza e la tua gloria.Poiché la tua grazia vale più della vita, le mie labbra diranno la tua lode.Così ti benedirò finché io viva, nel tuo nome alzerò le mie mani.Mi sazierò come a lauto convito, e con voci di gioia ti loderà la mia bocca.Nel mio giaciglio di te mi ricordo penso a te nelle veglie notturne,tu sei stato il mio aiuto; esulto di gioia all’ombra delle tue ali.A te si stringe l’anima mia.La forza della tua destra mi sostiene

×