Insediamento Consigli di classe
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Insediamento Consigli di classe

on

  • 3,438 views

 

Statistics

Views

Total Views
3,438
Views on SlideShare
3,115
Embed Views
323

Actions

Likes
0
Downloads
13
Comments
0

4 Embeds 323

http://primocircolodidattico-vicoequense.blogspot.com 230
http://primocircolodidattico-vicoequense.blogspot.it 89
http://www.primocircolodidattico-vicoequense.blogspot.com 3
http://primocircolodidattico-vicoequense.blogspot.de 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Insediamento Consigli di classe Insediamento Consigli di classe Presentation Transcript

    • 1° CIRCOLO DIDATTICO VICO EQUENSE Anno Scolastico2009-10 Presentazione Insediamento Consigli di classe DIRIGENTE SCOLASTICO: Dott.ssa D. ADRIANOPOLI
    • Saluto di benvenuto del D.S.
      • Mi è gradito rivolgere un saluto di benvenuto a tutti i genitori presenti e soprattutto a quelli che per la prima volta prendono contatto con l’istituzione scolastica e ricoprono questa carica.
      • L’avvio dell’anno scolastico è un evento importante a cui va dato il rilievo che merita.
      • Il primo incontro con la scuola e con gli insegnanti, nonché l’esperienza scolastica dei figli aiutano i genitori a prendere più chiaramente coscienza della responsabilità educativa che è loro affidata:a partecipare a un dialogo intorno alle finalità della scuola e agli orientamenti educativi, per rendere forti i loro bambini e attrezzarli per un futuro che non è facile da prevedere e decifrare.
      • L’educazione dei bambini, oggi, è così complessa che scuola e famiglia devono costituire un unico gruppo formativo con comunità di intenti e con assoluto rispetto delle reciproche responsabilità e competenze.
      • La scuola non è un luogo di deleghe, ma dell’apprendimento e della cittadinanza, che se è lasciata sola, non può favorire una formazione culturale, civica e professionale;che può assolvere questa delicata e complessa funzione a patto di essere sostenuta e affiancata in primis dagli utenti diretti: la famiglie, i genitori dei nostri alunni.
      • Per questo è indispensabile un dialogo aperto con le famiglie per una collaborazione attiva e per obiettivi comuni.
      • Di qui il ruolo fondamentale dei neo-rappresentanti di classe
    • Rappresentanti di classe eletti il 22/10/2009
      • CLASSI PRIME
      • I A Petillo Maria A.
      • I B Acone Antonio
      • I C Matrone Franca
      • I D Avella Anna
    • Classi Seconde
      • II A Marciano Gemma
      • II B Di Vincenzo Daniela
      • II C Caiazzo M. Grazia
      • II D Perna La Torre Ciro
    • Classi Terze
      • IIIA Terracciano Emilia
      • IIIB Cuomo Elena
      • IIIC Espinosa Maria
      • IIID Savarese Anna Maria
    • CLASSI QUARTE
      • IV A D’Urso Raffaele
      • IV B Cinque Daniela
      • IV C Oliva Giovanna
      • IV D Volpe salvatore
      • IV E Paoletti Maria Luisa
      • IV F Brancaccio Rosaria
    • CLASSI QUINTE
      • V A Rapesta Vincenzo
      • V B Frulio Simona
      • V C Starace Emanuela
      • V D Starace Teresa
      • VE Russo Rosa
    • Consiglio di Classe o di Interclasse Composizione : Dirigente scolastico o docente delegato(Coordinatrice didattica) docenti della classe o del biennio rappresentanti dei genitori delle classi interessate
    • Competenze:
      • esaminare ed approvare la Programmazione didattica elaborata dal team dei docenti
      • formulare proposte al Collegio dei Docenti in ordine all’azione educativa e didattica
      • formulare proposte al Collegio dei Docenti in ordine ad iniziative di sperimentazione
      • agevolare ed estendere i rapporti reciproci tra genitori e docenti
      • esprimere parere sull’adozione dei libri di testo
      • esprimere parere sul programma di sperimentazione metodologico - didattica proposta dai Docenti
    • Competenze
      • ha potere generale di proposta e parere in ordine alle competenze del Collegio dei Docenti
      • verificare l’andamento complessivo dell’attività didattica in attuazione della programmazione educativa
      • organizzare gite, visite d’istruzione e richiedere l’eventuale collaborazione delle famiglie per la loro attuazione dopo la preparazione didattica
      • con la sola presenza dei docenti , realizzare il coordinamento didattico e provvedere ai rapporti interdisciplinari.
    • Competenze:
      • esprimersi riguardo ad argomenti legati al buon funzionamento delle classi, proponendo eventuali soluzioni agli organi competenti;
      • approfondire i problemi dell’apprendimento e dello sviluppo della personalità degli alunni individuando le modalità migliori per stimolare e favorire entrambi.
    • RAPPRESENTANTI DI CLASSE
      • DIRITTI:
      • farsi portavoce di problemi, iniziative, proposte, necessità della classe presso il Consiglio di cui fa parte, presso i propri rappresentanti al Consiglio di Istituto e presso il Comitato Genitori
      • informare i genitori, mediante diffusione di relazioni, note, avvisi o altre modalità, previa richiesta di autorizzazione al Dirigente Scolastico, circa gli sviluppi d’iniziative avviate o proposte dalla Direzione, dal corpo docente, dal Consiglio di Istituto, dal Comitato Genitori
    • DIRITTI RAPPRESENTANTE DI CLASSE
      • ricevere le convocazioni alle riunioni del Consiglio con almeno 5 giorni di anticipo
      • convocare l’assemblea della classe che rappresenta qualora i genitori la richiedano o egli lo ritenga opportuno. La convocazione dell’assemblea, se questa avviene nei locali della scuola, deve avvenire previa richiesta indirizzata al Dirigente, in cui sia specificato l’ordine del giorno
    • DIRITTI RAPPRESENTANTE DI CLASSE
      • accedere ai documenti inerenti la vita collegiale e amministrativa della scuola
      • essere convocato alle riunioni del Consiglio di Interclasse (o di Classe) in orario compatibile con gli impegni di lavoro (art. 39 d.l. 297/94).
    • NON ha il diritto di
      • occuparsi di casi singoli
      • trattare argomenti di esclusiva competenza degli altri Organi Collegiali della Scuola (per esempio quelli inerenti la didattica ed il metodo di insegnamento).
    • I doveri dei rappresentanti
      • fare da tramite tra i genitori che rappresenta e l’istituzione scolastica
      • tenersi aggiornato riguardo la vita della scuola
      • presenziare alle riunioni del Consiglio in cui è eletto e a quelle del Comitato Genitori (di cui fa parte di diritto)
      • informare i genitori sulle iniziative che li riguardano e sulla vita della scuola
      • farsi portavoce delle istanze presentate dai genitori
    • I doveri dei rappresentanti
      • promuovere iniziative volte a coinvolgere nella vita scolastica le famiglie che rappresenta
      • g) conoscere il Regolamento di Istituto
      • h) conoscere i compiti e le funzioni dei vari Organi Collegiali della Scuola
    • Assemblea dei Genitori Composizione: insegnanti tutti i genitori della classe Competenze: eleggere i rappresentanti di classe fare proposte inerenti ad aspetti educativo didattici
      • I rappresentanti di classe hanno il compito di:
      • collaborare per una migliore concretizzazione del progetto educativo,
      • promuovere e sostenere i valori della scuola
      • favorire il dialogo tra docenti, dirigente, genitori e alunni
      • sensibilizzare i genitori alla partecipazione attiva alla vita scolastica.
    • RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA
      • Gli incontri scuola famiglia saranno convocati per iscritto almeno tre giorni prima fatta eccezione per casi urgenti e particolari per i quali basta un giorno.
      • Gli incontri saranno organizzati in relazione al contenuto delle comunicazioni in forma assembleare e/o forma individuale.
      • Per l’accoglienza dei genitori in occasione di colloqui sarà posta in atto un’adeguata organizzazione per tutelare la privacy di ogni persona.
    • IL NOSTRO POF- Linee essenziali
    • Identità della scuola Il 1° Circolo Didattico di Vico Equense è Scuola dell’Infanzia e Scuola Primaria. I Plessi sono così dislocati: VICO CAPOLUOGO Via Sconduci Scuola dell’Infanzia Scuola Primaria VICO c /o SS. Trinità e Paradiso Viale delle Rimembranze Scuola dell’Infanzia VICO Scuola in Ospedale Ente Ospedaliero “ De Luca e Rossano”
    • Orario settimanale 30 h settimanali (27 obbligatorie + 3 opzionali) dal lunedì al sabato con 1 prolungamento per tutte le classi     Orario antimeridiano 8.25-13.00 Orario con prolungamento 8.25-16.30
    • La Mission educativa e formativa della nostra Scuola è: stimolare il sapere, saper fare, saper essere, saper stare con gli altri favorendo l’integrazione delle varie componenti scolastiche, dei saperi, delle differenze, attraverso l’ascolto attivo, un percorso di ricerca, di progettazione e documentazione al fine di attivare nei discenti l’acquisizione di conoscenze, competenze e capacità   La nostra Mission VIVERE LA CITTADINANZA ATTIVA ESSERE PROTAGONISTI DEL PROPRIO PROGETTO DI VITA
    • Tutta la progettazione si articola, pertanto, nel Progetto Scuola “Liberi e Insieme” un percorso unitario ed organico che trova particolare impulso in quattro nuclei tematici trasversali comprensivi anche dell’educazione alla cittadinanza Rispetto di sé LEGALITA’ STORIA LOCALE SALUTE E ALIMENTAZIONE Ambiente Identità Rispetto dell’ambiente Rispetto degli altri
    • Ambiti prioritari di intervento   A. La prevenzione ed il superamento del disagio e dell’insuccesso scolastico   B. L’integrazione dei diversamente abili ponendo attenzione al soggetto nella sua interezza e non solo alla sua disabilità   C. Educare alla tolleranza ed alla convivenza democratica in una società multietnica D. Sensibilizzare alla conservazione e alla tutela dell’ambiente E. Sviluppare, nel rispetto delle tappe evolutive, la capacità di osservazione, di analisi, di critica, di autonomia, di creatività e di organizzazione di un proficuo metodo di studio in ciascun alunno, come bagaglio personale per un’educazione permanente
      • A. Elaborazione del senso della propria esperienza
      • Sviluppo delle capacità necessarie per imparare a leggere le proprie emozioni e a gestirle
      • Promozione del senso di responsabilità che si traduce nel fare bene il proprio lavoro e nel portarlo a termine, nell’avere cura di sé, degli oggetti e degli ambienti
      • Sviluppo di atteggiamenti che promuovono il
      • rispetto reciproco
      • Sviluppo ed elaborazione dell’identità di genere
      • Acquisizione della consapevolezza che il
      • proprio corpo è un bene da rispettare e tutelare
      • Sviluppo degli strumenti di pensiero necessari
      • per apprendere a selezionare le informazioni
      Finalità Scuola Primaria
      • B. Acquisizione degli alfabeti di base della cultura
      • Acquisizione dei linguaggi simbolici che costituiscono la struttura della nostra cultura, in un orizzonte allargato alle altre culture
      • Acquisizione degli apprendimenti di base, sviluppando le dimensioni cognitive, emotive, affettive, sociali,
      • corporee, etiche e religiose
      • Acquisizione di un adeguato livello di uso
      • e di controllo della lingua italiana che
      • costituisce il primo strumento di
      • comunicazione e di accesso ai saperi
      Finalità Scuola Primaria
      • C. Promozione della pratica consapevole della cittadinanza attiva
      • Costruzione del senso di legalità e sviluppo di un’etica della responsabilità, che si realizzano nel dovere di
      • scegliere e agire in modo consapevole
      • Conoscenza e rispetto dei valori sanciti
      • nella Costituzione della Repubblica Italiana
      Finalità Scuola Primaria
    • Traguardi formativi Scuola Primaria   AREA LINGUISTICO - ARTISTICO - ESPRESSIVA Riconoscere l’argomento e la natura di una comunicazione orale, desumendoli anche da indizi lessicali Riferire su esperienze personali in modo chiaro ed essenziale Leggere semplici testi e riconoscerne le caratteristiche Produrre testi creativi e racconti di esperienze personali Riconoscere le parti del discorso Comprendere istruzioni, espressioni e frasi in lingua straniera, sapendole riprodurre in contesti situazionali diversi Utilizzare voce , strumenti e nuove tecnologie sonore in modo creativo Utilizzare strumenti e regole per produrre immagini grafiche, pittoriche, plastiche Impiegare in forma originale e creativa modalità espressive corporee
    • Traguardi formativi Scuola Primaria   AREA STORICO – GEOGRAFICA Ricavare informazioni da documenti di diversa natura per comprendere un fenomeno storico Elaborare in forma di racconto gli argomenti studiati Consultare testi di genere diverso , manualistici e non Orientarsi nello spazio e sulle carte geografiche Comprendere l’interazione uomo-ambiente Conoscere e descrivere gli elementi caratterizzanti i principali paesaggi  
    • Traguardi formativi Scuola Primaria   AREA MATEMATICO – SCIENTIFICO - TECNOLOGICA Leggere, scrivere, confrontare numeri ed eseguire le quattro operazioni con sicurezza Dare stime per il risultato di un’operazione Descrivere, classificare e riprodurre figure geometriche Conoscere le principali unità di misura Indagare i comportamenti di materiali comuni Osservare l’ambiente e individuare le diversità dei viventi Rispettare il proprio corpo in quanto entità irripetibile (educazione alla salute, alimentazione, rischi per la salute) Rappresentare oggetti e processi con disegni e modelli Elaborare semplici progetti Utilizzare le tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nel proprio lavoro  
    • Dalle capacità alle competenze
      • CAPACITA’ : qualità individuali appartenenti alla sfera soggettiva
      • CONOSCENZE : informazioni relative ad un contenuto (sapere)
      • ABILITA’ : capacità riferite al saper fare
      • COMPETENZE: capacità portate a compimento (dal sapere e dal saper fare al saper essere)
    • I nostri progetti curriculari   “ Insieme per crescere” Integrazione degli alunni diversamente abili “ Raccordi” Continuità educativa fra i diversi gradi di scuola Io sono, io so , io so fare” Piano di miglioramento dell’apprendimento “ Gioco Sport”
    • I laboratori opzionali   “ La matematica … un gioco da ragazzi“ Acquisire consapevolezza delle proprie capacità: logiche – espressive – creative    
      • "Leggere per …“
      • Comprendere:
      • gli scopi della lettura
      • le strategie da porre in atto al fine di raggiungere una buona comprensione del testo
      • le caratteristiche dei diversi tipi di testo
      •  
      “ Il mondo dei linguaggi” Sviluppare ed affinare le competenze espressive, la creatività e la comunicazione in riferimento alle personali attitudini
    • Attività extracurricolare   Laboratorio di animazione alla lettura Laboratorio di informatica Laboratorio scientifico Laboratorio di giornalismo Laboratorio teatrale Corso di strumento Coro stabile della scuola
    • Unità di apprendimento funzione formativa apprendimento unitario centralità dell’apprendimento primato dell’agire didattico accertamento delle competenze
    •  
    • Prima Unità di Apprendimento ESPERIENZE, CONFRONTO, SOLIDARIET À A CASA E A SCUOLA O.F. Essere in grado di ascoltare comunicazioni su argomenti noti e/o familiari, dimostrando di comprenderne il contenuto Seconda Unità di Apprendimento IO, GLI ANIMALI E LE PIANTE O.F. Sviluppare le potenzialità del pensiero critico e riflessivo, ragionando sulla realtà circostante Terza Unità di Apprendimento IO PARLO AL MONDO: SOGNI ED EMOZIONI O.F. Esprimere vissuti, sentimenti ed emozioni personali per acquisire conoscenza di sé Quinta Unità di Apprendimento PALAZZI E PAESI INCANTATI, FANTASMI E SCOPE VOLANTI: VIVERE NEL MONDO DELLA FANTASIA O.F. Potenziare la propria capacità di immaginazione pur restando ancorato alla propria realtà Quarta Unità di Apprendimento IO, LA MIA FAMIGLIA E GLI ALTRI O.F. Attivare modalità relazionali positive con adulti e coetanei Classe Seconda
    • Seconda Unità di Apprendimento IO E IL MIO MONDO O.F. Prendere coscienza delle proprie emozioni davanti alla realtà Utilizzare linguaggi diversi per comunicare le esperienze del proprio vissuto e della realtà circostante Terza Unità di Apprendimento IO E LE EMOZIONI O.F. Potenziare la creatività personale per svincolarsi dall’eccessiva dipendenza dai mass-media Sviluppare capacità di autocontrollo Quinta Unità di Apprendimento DIRITTO, CITTADINANZA E COSTITUZIONE O.F. Orientare gli alunni verso comportamenti, emozioni, relazioni sociali ed istituzionali costruttivi Quarta Unità di Apprendimento NATALE: TRADIZIONI, AFFETTI, SOLIDARIET À O.F. Attivare processi comunicativi come risposta al bisogno di mettersi in relazione con gli altri, impegnandosi personalmente in iniziative di solidarietà Sesta Unità di Apprendimento A TAVOLA CON … O.F. Saper scegliere consapevolmente la propria dieta giornaliera alla luce delle conoscenze acquisite USO E RIUSO O.F. Riflettere sull’importanza di “risparmio” sia in termini di organizzazione della distribuzione sia in termini di modifica dei comportamenti dei consumatori Prima Unità di Apprendimento IO E GLI ALTRI O.F. Riconoscere ed accettare sé e gli altri come componenti di un gruppo Riflettere sulle necessità di regole per lavorare e giocare insieme Classe Terza
    • Prima Unità di Apprendimento OSSERVO, INDAGO E SCOPRO O.F. Acquisire gli strumenti per avvalersi in modo appropriato e personale delle conoscenze; sviluppare e coltivare la curiosità e il gusto per la scoperta TEMPI: ottobre - novembre Seconda Unità di Apprendimento ESPRIMO, RIFLETTO E VALUTO O.F. Individuare le diverse situazioni problematiche, sviluppando la capacità di formulare ipotesi e di individuare gli elementi utili alla risoluzione TEMPI: dicembre - gennaio Terza Unità di Apprendimento STUDIO, COMPRENDO ED ELABORO O.F. Utilizzare linguaggi e codici diversi per analizzare, comprendere ed intraprendere la realtà naturale e sociale TEMPI: febbraio - marzo Quarta Unità di Apprendimento RACCONTO E MI RELAZIONO CON GLI ALTRI O.F. Sviluppare modalità originali di esprimersi, attraverso tutti i linguaggi; sviluppare la capacità di confronto interpersonale, di cooperazione in contesti diversi e di rispetto delle regole TEMPI: aprile - maggio Classe Quarta
    • Prima Unità di Apprendimento LA COMUNICAZIONE PER ESPRIMERSI E CONFRONTARSI O.F. Favorire negli alunni la capacità di imparare a comunicare, a confrontarsi, a scrivere Seconda Unità di Apprendimento MI RACCONTO O.F. Guidare gli alunni a riflettere su se stessi per conoscersi meglio Quarta Unità di Apprendimento RACCONTO IL MONDO INTORNO A ME O.F. Sviluppare le capacità di osservazione e di senso critico del mondo in cui viviamo Terza Unità di Apprendimento IL MONDO INCANTATO DELLA LETTURA O.F. Sviluppare negli alunni la capacità di emozionarsi leggendo un testo Quinta Unità di Apprendimento EMOZIONI TRA LE RIGHE O.F. Favorire la percezione del sé attraverso gli stati d’animo Sesta Unità di Apprendimento NEL MONDO INCANTATO DELLA FANTASIA O.F. Valorizzare gli aspetti emozionanti legati al mondo fantastico Settima Unità di Apprendimento IO LEGGO LA REALT À O.F. Osservare la realtà e giungere alla sua descrizione attraverso vari codici Classe Quinta
    • Attività motorie e sportive CONOSCERE SE STESSI E LE PROPRIE CAPACITÀ nello sport nel gioco in situazioni di pericolo Usare con sicurezza gli schemi motori di base collaborando rispettando partecipando Imparare a vivere insieme
    • ESPRIMERSI E COMUNICARE ATTRAVERSO IL LINGUAGGIO ESPRESSIVO MUSICALE Musica FRUIZIONE / PERCEZIONE ascoltare analizzare interpretare
    • COMPRENDENDONE PRATICANDOLO valore senso tecniche con il canto con gli strumenti sonori con il corpo PRODUZIONE eseguire musiche o canti
    • Inglese Suoni e ritmi Istruzioni e messaggi orali Canzoni e filastrocche Lessico relativo a campi semantici Espressioni e frasi utili per semplici interazioni Suoni e ritmi Ascoltare e comprendere Parlare e interagire
    • Parole, frasi, brevi e semplici testi relativi ai campi semantici studiati Parole e frasi Brevi e semplici testi Confronto di parole e brevi frasi Regole grammaticali Confronto tra lingua straniera e lingua madre Civiltà Leggere e comprendere Riflettere sulla lingua Scrivere
    • Progetti
      • Biblioteca
      • Lettura animata
      • Storia locale
      • Progetto teatro
      • Laboratorio Scientifico
      • Giornalismo
      • Coro
      • Informatica
      • Strumento
      • Cittadinanza e Costituzione
      • Continuità scuola dell’Infanzia-Primaria-Secondaria