Your SlideShare is downloading. ×
0
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Insieme per crescere_2008
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Insieme per crescere_2008

389

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
389
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. INSIEME PER CRESCERE famiglia - scuola - società UN PATTO PER UNA COMUNITÀ EDUCANTE Seconda giornata di studio … Tutti i grandi sono stati bambini una volta. (Ma pochi di essi se ne ricordano)... Antoine De Saint-Exupèry Comune della Città di Chiusi IC Graziano da Chiusi Diocesi
  • 2.  
  • 3. “ Cosa vuol dire addomesticare?..............” “ Vuol dire creare dei legami ……. ..” “ E’ una cosa da molto dimenticata ……”
  • 4. Non si vede bene che con il cuore…….. … .l’essenziale è invisibile agli occhi. Ecco il mio segreto……
  • 5. ……… un libro che continua a far innamorare, imparare , sognare………….. Il piccolo principe
  • 6. Un Patto educativo di corresponsabilità Nuova normativa con sanzioni più rigide per episodi di trasgressione delle regole, di bullismo o violenza. <ul><li>Obiettivo del patto : </li></ul><ul><li>impegnare le famiglie fin dal momento dell’iscrizione a condividere con la scuola i nuclei fondanti dell’azione educativa. </li></ul><ul><li>Instaurare da parte della scuola una sinergia virtuosa tra il proprio personale, gli studenti, i genitori e l’intero territorio per un’alleanza educativa . </li></ul><ul><li>Introdurre un apparato normativo da condividere da parte della comunità educante . </li></ul>Destinatari principali del patto : i genitori
  • 7. Bentornata severità Rigore, ritorno alle regole, sanzioni puntuali, avranno senso solo Tutti, ma in particolare famiglia e scuola si riapproprieranno del proprio ruolo di educatori. Né autoritari né ottusi, ma neanche permessivi ad oltranza. Le Istituzioni torneranno ad esercitare le loro naturali funzioni: prendere provvedimenti volti ad arginare preoccupanti fenomeni di inciviltà, cattiva educazione, assenza di limiti e regole, affermazione del libero arbitrio. Gli adulti cesseranno di comportarsi come adolescenti mai cresciuti; abbandonati al consumismo più sfrenato, tesi ad evitare le regole della convivenza, pronti ad assumere ad orientamento del proprio agire il relativismo etico ed a giustificare tutto ed il contrario di tutto. se:
  • 8. Un Patto educativo di corresponsabilità <ul><li>condividere con la scuola percorsi e strategie. Né la famiglia, né la scuola da sole riusciranno a vincere l’emergenza educativa, nonostante ….......... </li></ul><ul><li>modificare i comportamenti divenendo adulti maturi e responsabili verso noi stessi e verso i giovani; </li></ul><ul><li>ridare valore al sapere,allo studio perché senza conoscenza non c’è futuro; </li></ul><ul><li>restituire dignità all’autorevolezza dei docenti. E’ questa la cura più efficare per combattere l’indisciplina scolastica </li></ul>E’ un dovere morale cambiare e : le punizioni, il voto in condotta o un foglio di carta firmato
  • 9. D.P.R. n. 235 del 21 novembre 2007 -  Regolamento recante  modifiche ed integrazioni al D.P.R. 24 giugno 1998, n. 249, concernente lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA ’ I. P.S.I.A. G. Marconi e I.T.S.C.G. L. Einaudi di Chiusi e I.P.S.S.A.R. P. Artusi di Chianciano Terme Modello adottato Art. 5bis dello Statuto studenti e studentesse Responsabilità Culpa in vigilando Culpa in educando La scuola tra pedagogia e diritto
  • 10. Dicembre 2007- Dicembre 2008: la comunità educante cresce Gruppo Scuola Doc. Di Meo Beatrice (Apertura a.s.Rondine.- Convegno 13 /12/08) Gruppo famiglia Genitore Dott. Ippolito Massimo (Piedibus- sportelli consulenza:avv-psic-ped.) Gruppo sicurezza Doc. Chiezzi Roberta (Pieghevoli e cassette bullismo-concorso “la classe più buona-questionari e poliziotto per amico” Gruppo informazione Doc. Martelli Roberta (Formazione redazione stampa e video presso s.s.1° in collaborazione Chiesa ) Gruppo Chiesa Doc Caterini G. e Marcozzi R . ( Incontro a Rondine- formazione ascolto attivo-) Gruppo volontariato Doc Cacciamano Rita ( Formazione PA –AVIS –AIDO-Prog. Auser e ADA) Gruppo orientamento Doc Astore Mara (Prog.triennale scuola-enti-fam-Prog. ORI) Gruppo Comune Doc. Martini Anna Maria (Cons. Comunale Ragazzi- tempo libero) I Gruppi Alcune iniziative passate e future
  • 11. La grande emergenza educativa “… . Educare non è mai stato facile e oggi sembra diventare sempre più difficile . Lo sanno bene i genitori, gli insegnanti, i sacerdoti e tutti coloro che hanno dirette responsabilità educative. Si parla perciò di una grande “ emergenza educativa ”, confermata dagli insuccessi a cui troppo spesso vanno incontro i nostri sforzi per formare persone solide , capaci di collaborare con gli altri e di dare un senso alla propria vita……” (Dalla lettera del Santo Padre alla Diocesi e alla città di Roma- 21/01/08)
  • 12. E’ ancora possibile educare? “ E' importante che nella vita del ragazzo ci sia almeno un adulto capace di trasmettere fiducia, sicurezza, calore, valori e di svolgere un'azione di controllo”… Dott.ssa Anna Oliverio Ferraris
  • 13. Educare anche con i no: deciso, motivato, condiviso, sostenuto e no perchè no. Prof. Franco Vaccari
  • 14. Comune e scuola insieme per : Educare alla cittadinanza attiva <ul><li>Intervenire di fronte al diffuso deficit di etica pubblica </li></ul><ul><li>Far capire che il bene comune è di tutti, ha un valore, un prezzo che ognuno deve essere disposto a pagare </li></ul><ul><li>Far capire che per realizzare il bene comune bisogna imparare a rinunciare a qualcosa </li></ul><ul><li>Educare alla cittadinanza facendo leva sulla corresponsabilità, insieme per realizzare un patto formativo teso ad eliminare il “ far finta ” e il “ mi conviene ” </li></ul>
  • 15. “ La strada è lunga,ma non esiste che un solo mezzo per sapere dove può condurre: proseguire il cammino..insieme”

×