ISTITUTO COMPRENSIVO DI QUEROScuola Secondaria di I grado di QueroA.S. 2012-2013NOI PER LOROPercorso interdisciplinaredi E...
Il pianto dei senza voceAscoltami, senza fare orecchie da mercante,Sì, ascolta attentamente.Tu che fai grandi discorsident...
QUALI SONO I NOSTRI DIRITTI?Prima fase
METTIAMO UN PO DI ORDINE!Diritto a cibo,acqua e a unalloggioDiritto allecure e allemedicineDirittoallistruzioneDiritto all...
E ORA GUARDIAMOCI INTORNO...Attraverso la visione di un filmato dellUNICEF (La condizionedellinfanzia nel mondo. Esclusi e...
NORD DEL MONDOPaesi con grande sviluppoindustriale e tecnologico.SUD DEL MONDOPaesi dove la vita è molto piùdifficile e mo...
NEL MONDO UN MILIARDO DI PERSONE VIVE IN ASSOLUTAPOVERTÀCIÒ SIGNIFICA:● NON AVERE ACQUA E CIBO A SUFFICIENZA;● NON AVERE U...
Seconda fase...E I LORO DIRITTI?
Iqbal nasce nel 1983 in Pakistan. A quattro anni viene vendutoad un fabbricante di tappeti dal padre, un contadino in mise...
AUTORE: GINO STRADATITOLO: PAPPAGALLI VERDICASA EDITRICE: FELTRINELLIÈ un libro pubblicato nel 1999 in cui Gino Strada rac...
AUTORE: KHALED HOSSEINITITOLO: IL CACCIATORE DI AQUILONICASA EDITRICE: PIEMMEÈ la storia di due bambini, Amir e Hassan, ch...
Un esercito di bambini sfruttati piccoli schiavinel cuore dEuropa.(da La Repubblica, Lunedì 5 giugno 2006, Pagina 21 – Est...
Terza faseLA NOSTRA VOCE AL LORO SILENZIOScegli una foto; scrivi un breve testo poeticoimmedesimandoti nel bambino e dando...
SONO QUISono qui.Solo.Non ho mamma,né papà.Pantaloni corti e maglietta,bozzolo di farfalla.Sono qui.Penso.Dove sono i miei...
COME UN PICCOLO ANGELOCome un piccolo angelo condotto allinferno,muto,senza speranza,senza una briciola di pane,sollevo ma...
SOLITUDINESono qui,qui solo.Buttato viacome se non esistessi,seduto sopra questo carrelloimplorando aiuto.Intorno a me sol...
Ehi tuche spesso ti lamenti,sì, proprio tu...Avvicinati,ti mostro il mio tesoro...Ho solo una maglietta blue dei grandi oc...
VORREI ESSERE UN BAMBINOVorrei essere un bambino,semplicemente un bambino.Penso spesso alla mia vita,non vorrei più lavora...
SONO ANCORA UNA BAMBINA?Ecco, la mia infanzia scappa via,uninfanzia serena la mia.Non più sorrisi per me,non più giochi sp...
LORO SCAPPANO, IO NON POSSOLoro si divertono.Io non posso.Come compagno ho un fucile,pronta a sparare al nemico.Uniche ami...
VORREI ESSERE UN BAMBINO LIBEROSono un soldato,un bambino soldato.Non gioco alla guerra,faccio la guerra....questa guerra ...
ECCOMIEccomi, affamato e piegato su me stesso,mangiando avanzipenso a ciò che il destino mi riserva...Soltanto briciole......
E ADESSOE adesso,ogni giorno,per semprecon le mie piccole manineraccolgo queste erbe.Non ho una coccola,non ho una carezza...
GUARDAMIEhi tu...guarda i miei occhi,occhi pieni di speranza,occhi pieni di sincerità,occhi pieni damore.Ehi tu...la strad...
SENZA SPERANZEIl mio cuore si è spezzato...e con esso si cancellano le mie speranze,i miei sogni...Cucio palloni con un te...
SOGNOGuardami,senza forze,addormentato.Sognograndissimi prati verdi,dove gioco con un pallone.Sognodi abbracciare fortela ...
E IO?E io? Che cosa dovrei pensare?Solo, come un cane abbandonato,sono senza pensieri, ormai.Con chi posso parlare?Ho labb...
VITA NON VISSUTALavoro,per dimenticare la fame,immerso nellacqua sporcadove annega la mia vita.Sogno, spero,nellacqua vedo...
GUARDA...Guardami, guarda cosa stringonole mie mani; pallottole.Io vivo nella guerra,mentre tu vivi sereno allinternodella...
BAMBINOBelloAbbandonatoMaltrattatoBaciatoInvisibileNudoOffesoFrancesco Roman
SOGNI INFRANTIIo, una ragazza povera,sono triste,mi sento sola,rinchiusa.Ora,una mano mi porto al cuoree un dolore forte s...
SOTTO IL SOLESotto il sole sto tutto il giornosenza bere, né mangiare.Due mattoni alla volta trasportosulla mia testa,per ...
SIAMO ANCORA BAMBINIOgni giorno,ci tocca lavorare.Per chi?Per voi che ci sfruttate?Non lo capite?Siamo ancora bambini!Noi ...
NON HO AVUTO SCELTAEro povero e affamato,ero triste e assetato,il bue era sfinito,come mio padre.I soldi non bastavanoe al...
SOGNI INFRANTIEd eccomi,un bambinodiventato adulto troppo in fretta.Ogni giorno abbraccio un fucile,fumo una sigaretta.Ogn...
LA MIA VITA È FATTA DI MATTONILa mia vita è fatta di mattoni,come il mio cuore,privo di sogni e speranze.Conosco solo il c...
E ADESSOE adesso... corro per esser più vivo,mentre cè ci correper non morire;io lo faccio per piacere,loro per vivere.La ...
IL MIO DESTINOE adessocome per giocofingo di essere grande.Faccio il soldato,un fucile in manoe nessuna famiglia.Il mio cu...
Quarta fase
A lei, missionaria che opera da anni in Uganda a stretto contatto con chisoffre, abbiamo deciso di donare il frutto del no...
Solidarietà
Solidarietà
Solidarietà
Solidarietà
Solidarietà
Solidarietà
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Solidarietà

311

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
311
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Solidarietà

  1. 1. ISTITUTO COMPRENSIVO DI QUEROScuola Secondaria di I grado di QueroA.S. 2012-2013NOI PER LOROPercorso interdisciplinaredi Educazione alla Cittadinanza Italiano Religione TecnologiaCLASSI SECONDEPresentazione del percorso a cura di Jaohara Bouchefra, Khadija Farissi, Roxhest Kuci, Hongda Wang
  2. 2. Il pianto dei senza voceAscoltami, senza fare orecchie da mercante,Sì, ascolta attentamente.Tu che fai grandi discorsidentro le grandi sale dei paesi potentiin occasione di grandi festività,ascolta bene!Oggi la voce dei senza nomee la verità è ascesa splendentenei quattro angoli del mondo.Corri, scappa, vai a nasconderti dove vuoi.Questa voce ti seguirà ovunque andraicome ununghia sul dito.Ma prima che io ritorni,per favore, dimmidi quale paese sono cittadino?Di quale storia sono leroe? E chi sono iladriche mi hanno rubatoIl diritto a vivere la mia infanzia?Paul Apeviotowou
  3. 3. QUALI SONO I NOSTRI DIRITTI?Prima fase
  4. 4. METTIAMO UN PO DI ORDINE!Diritto a cibo,acqua e a unalloggioDiritto allecure e allemedicineDirittoallistruzioneDiritto allafelicità
  5. 5. E ORA GUARDIAMOCI INTORNO...Attraverso la visione di un filmato dellUNICEF (La condizionedellinfanzia nel mondo. Esclusi e invisibili), abbiamo scopertoche questi diritti vengono in diversi contesti violati.50 MILIONI DIBAMBINI NONREGISTRATIALLANAGRAFEMILIONI DIBAMBINI ABBANDONATIO PRIVATI DELLAFFETTO DELLEDELLA FAMIGLIA250 MILIONI DIBAMBINISFRUTTATI30 MILIONI DI BAMBINIAL GIORNO CHEMUOIONODI FAME
  6. 6. NORD DEL MONDOPaesi con grande sviluppoindustriale e tecnologico.SUD DEL MONDOPaesi dove la vita è molto piùdifficile e molte persone vivonoin grande povertà....SOPRATTUTTO NEL SUD DEL MONDO
  7. 7. NEL MONDO UN MILIARDO DI PERSONE VIVE IN ASSOLUTAPOVERTÀCIÒ SIGNIFICA:● NON AVERE ACQUA E CIBO A SUFFICIENZA;● NON AVERE UNA VERA CASA;● NON AVERE MEDICINE PER CURARSI;● NON ANDARE A SCUOLA;● ACCETTARE QUALSIASI LAVORO;● NON AVERE IL TEMPO PER GIOCARE E STARE CON GLI AMICI;● ...
  8. 8. Seconda fase...E I LORO DIRITTI?
  9. 9. Iqbal nasce nel 1983 in Pakistan. A quattro anni viene vendutoad un fabbricante di tappeti dal padre, un contadino in miseria.Incatenato al telaio, lavora più di 12 ore al giorno. Nel 1992 rie-sce a scappare, incontra Eshan Khan, un sindacalista che lottaper difendere i bambini schiavi e che lo aiuterà a denunciare alal mondo intero il dramma dei bambini lavoratori.Nel 1995 Iqbal viene assassinato. Mandanti ed esecutori del-lomicidio non sono ancora stati scoperti, ma Eshan Khan hadichiarato: “Lha ucciso la mafia dei tappeti.”
  10. 10. AUTORE: GINO STRADATITOLO: PAPPAGALLI VERDICASA EDITRICE: FELTRINELLIÈ un libro pubblicato nel 1999 in cui Gino Strada racconta tantestorie vissute da lui e dai suoi colleghi di EMERGENCY nelle zonedi guerra del mondo. Abbiamo letto la storia di Khalil, un bambinoafghano di sei anni colpito dallesplosione di una mina antiuomomentre giocava.
  11. 11. AUTORE: KHALED HOSSEINITITOLO: IL CACCIATORE DI AQUILONICASA EDITRICE: PIEMMEÈ la storia di due bambini, Amir e Hassan, che vivono in Afghanistane che appartengono a due gruppi religiosi e a due etnie diverse.Vivono nella stessa casa, crescono e giocano insieme, ma hanno duedestini diversi che non potranno essere cambiati, come abbiamocapito leggendo alcune pagine del romanzo.HASSANEtnia hazara,Sciita.Testa rasata,faccia da bambola cinese,attaccatura delle orecchiebassa, labbro leporino,sempre sorridente.Non va a scuola, èanalfabeta, ma ècurioso e intelligente,gli piace ascoltare le storielette da Amir.È servo di Amir: gli fa il letto, gli preparala cartella e la colazione, gli pulisce le scarpe,fa le faccende domestiche mentre Amir èa scuola.AMIREtnia pashtun,Sunnita.È pigro, fa faticaad alzarsi perandare a scuola,si lamenta per icompiti.Gioca con Hassan, ma non loconsidera un vero amico perchéappartiene ad unetnia diversa dallasua: “la storia non poteva essereignorata”.
  12. 12. Un esercito di bambini sfruttati piccoli schiavinel cuore dEuropa.(da La Repubblica, Lunedì 5 giugno 2006, Pagina 21 – Esteri)CHI: SCHIAVI BAMBINI.DOVE: EUROPA OCCIDENTALE (REGNO UNITO, AUSTRIA, ITALIA,GERMANIA...)DA DOVE: PROVENGONO DALLEUROPA DELLEST E DALLESTREMO ORIENTE.COME: VENGONO SOTTRATTI A FAMIGLIE POVERE DAI TRAFFICANTI, CON LAFALSA PROMESSA DI UN FUTURO MIGLIORE E DI UN LAVORO IN OCCIDENTE. NONTORNERANNO PIÙ A CASA. A VOLTE SONO GLI STESSI GENITORI A VENDERE IFIGLI DOPO AVERLI ADDESTRATI AL FURTO PER GUADAGNARE DI PIÙ.CHE COSA: RUBANO PORTAFOGLI PER STRADA O NELLE CASE, SIPROSTITUISCONO, FANNO LE PULIZIE, GLI SGUATTERI, GLI OPERAI PAGATIPOCO O NIENTE. LA LORO È UNA VITA DURA FATTA DI VIOLENZE E ABUSI.
  13. 13. Terza faseLA NOSTRA VOCE AL LORO SILENZIOScegli una foto; scrivi un breve testo poeticoimmedesimandoti nel bambino e dando voce aisuoi pensieri, ai suoi sogni, alle sue paure...
  14. 14. SONO QUISono qui.Solo.Non ho mamma,né papà.Pantaloni corti e maglietta,bozzolo di farfalla.Sono qui.Penso.Dove sono i miei sogni?Sono qui,A testa bassa.Lo sguardo triste,il sorriso nascostodietro un muroche divide il mondo.Sono qui.Smarrito,come se la mia vita,non avesse più senso.Giulia Furlan
  15. 15. COME UN PICCOLO ANGELOCome un piccolo angelo condotto allinferno,muto,senza speranza,senza una briciola di pane,sollevo mattoni bruciati dal sole,tra le grida amare di quei diavolidal cuore buio.Le mie maninon costruiscono un futuro desiderato,ma solo infinito dolore.Non volteggio nel ventocircondato dallaria pura.Sono una nuvola piangente di tristezza,sono una limpida lacrima,diamante prezioso,sono un piccolo angeloin attesa del paradiso.Chiudo gli occhie non vedo altro coloreche il grigio.Khadija Farissi
  16. 16. SOLITUDINESono qui,qui solo.Buttato viacome se non esistessi,seduto sopra questo carrelloimplorando aiuto.Intorno a me solo disordine,tessuti, tegole sparse...Vestito di stracci,mi accorgo che non è un sognoe il mio pianto non ha fine,pensando al mio futuro.Ho un carrello come tetto,tegole da cuscino estracci per coperte.Non mangio, ma quandomi addormentosogno un piccolo piatto di riso,che profuma di casa.Francesca Miuzzi
  17. 17. Ehi tuche spesso ti lamenti,sì, proprio tu...Avvicinati,ti mostro il mio tesoro...Ho solo una maglietta blue dei grandi occhibagnati dalle lacrimesporche e tristidella povertà...Ma proprio tuche hai gli occhi spensierati,sì, proprio tu...che cosa potresti regalarmiche non sia una maglietta blu?Aurora SartorMAGLIETTA BLU
  18. 18. VORREI ESSERE UN BAMBINOVorrei essere un bambino,semplicemente un bambino.Penso spesso alla mia vita,non vorrei più lavorare,vorrei andare a scuola e imparare.Vorrei essere un bambino,solo un bambino da amare.Vorrei che i miei fratellivivessero con me.Vorrei stare con mia madree trascorrere con leimomenti indimenticabili.Aurora Frascaroli
  19. 19. SONO ANCORA UNA BAMBINA?Ecco, la mia infanzia scappa via,uninfanzia serena la mia.Non più sorrisi per me,non più giochi spensierati,solo tristezza e solitudine...La mia vita si spegne,sprofondo nel buio...Perché non posso scegliere?Perché gli altri scelgono per me?Anchio ho dei desideri...Che fine ha fatto la mia voce?Anche io ne ho una!Dove si è nascosta?La mia voce cè!Allora... perché non la ascoltate?Sofia Doro
  20. 20. LORO SCAPPANO, IO NON POSSOLoro si divertono.Io non posso.Come compagno ho un fucile,pronta a sparare al nemico.Uniche amiche le lacrime...Gocce cristalline di tristezza,pure, libere, amarescendono dai miei occhi scuri...Loro scappano.Io non posso...Con loro, i miei sogni volano via,si mescolano al vento frescoe piano pianosi dissolvono lievi nellaria.Elisabetta Sperti
  21. 21. VORREI ESSERE UN BAMBINO LIBEROSono un soldato,un bambino soldato.Non gioco alla guerra,faccio la guerra....questa guerra che èfame, paura, sofferenza...Vorrei essere un bambino,un bambino libero.Vorrei che finissequesta atrocitàper poter stringere tra le mie maniun pallone colorato.Luca Petrizza
  22. 22. ECCOMIEccomi, affamato e piegato su me stesso,mangiando avanzipenso a ciò che il destino mi riserva...Soltanto briciole...Eccomi,seminudo e solo,come uniche compagne le lacrimeche pian piano spariscono.Come vorrei sparire anchio...Eccomi, triste e impaurito,come un animale braccato,unanima senza pace,unombra senza luce...Eccomi, sporco e stanco,senza certezze o speranze...Una vita passata al confinedi una storia senza fine...Alice Dal Toè
  23. 23. E ADESSOE adesso,ogni giorno,per semprecon le mie piccole manineraccolgo queste erbe.Non ho una coccola,non ho una carezza...solo il sudoreriga la mia pellecome una lama di ghiaccioe trafigge il mio corpo.Ormai tutto èinsignificante per me.Nelle risaie ho perso i miei sogni,si sono dissolti nellacqua...Martina Dal Canton
  24. 24. GUARDAMIEhi tu...guarda i miei occhi,occhi pieni di speranza,occhi pieni di sincerità,occhi pieni damore.Ehi tu...la strada è lunga,non distruggerla,il cielo è azzurro,non oscurarlo.Ehi tu...posa quellarma,butta il rancore,riempi le tue manidi altruismo e amore.Ehi tu...allunga le tue braccia,vienimi incontro,insieme potremo costruireun mondo migliore.Veronica Mondin
  25. 25. SENZA SPERANZEIl mio cuore si è spezzato...e con esso si cancellano le mie speranze,i miei sogni...Cucio palloni con un telaiocome un ragno tesse la sua tela.Mi sento piccolo e indifesocome un topo di fronte a un grande leone.Nessuno può sentirmi,come se la mia voce fosse coperta dal ronzio di api.Vorrei avere una voce potentee ruggire contro coloro che ci rapiscono.Non vorrei esser nato qui,vorrei rinascere come una fenice di fuocoche abbaglia i volti dei malvagimostrando la verità.Vorrei avere le alicome le rondiniper migrare,libero come laria,senza muri che mi ostacolino...Giulio Viale
  26. 26. SOGNOGuardami,senza forze,addormentato.Sognograndissimi prati verdi,dove gioco con un pallone.Sognodi abbracciare fortela mia mamma.Ercole Zannino
  27. 27. E IO?E io? Che cosa dovrei pensare?Solo, come un cane abbandonato,sono senza pensieri, ormai.Con chi posso parlare?Ho labbra incollate,solo voi potete aprirle.Che vita è questa?È la vita di un innocenteusato come un oggetto.Tu, invece, che non hai niente da fare,mi insegni a diventareuna persona normale?Jaohara Bouchefra
  28. 28. VITA NON VISSUTALavoro,per dimenticare la fame,immerso nellacqua sporcadove annega la mia vita.Sogno, spero,nellacqua vedo il mio triste volto riflesso.Acqua...fonte di vita, acqua... sofferenza.Nessuna mano tesa ad aiutarmi... aspetto!Sofferenza, tristezza, fame, solitudine,questa è la mia vita!Dove è la mia famiglia? E in quale gocciadi questa torbida acqua si trova la mia infanzia?Sofia Carraro
  29. 29. GUARDA...Guardami, guarda cosa stringonole mie mani; pallottole.Io vivo nella guerra,mentre tu vivi sereno allinternodella tua bella casa.Guardami, guarda il mio volto,è sporco di sangue,anche se io non lo voglio.La guerra è presentenelle nostre anime,nelle vostre regna pace e serenità.Guardami, non ho famiglia,non ho più genitori.Io sono solo...Perché non possoessere come voi?Che male ho fattoper meritarmi questo?Manuel Dal Canton
  30. 30. BAMBINOBelloAbbandonatoMaltrattatoBaciatoInvisibileNudoOffesoFrancesco Roman
  31. 31. SOGNI INFRANTIIo, una ragazza povera,sono triste,mi sento sola,rinchiusa.Ora,una mano mi porto al cuoree un dolore forte sento dentro di me.I miei pensieri sono bui.Piango lacrime, dolci e caldee nelle mie maniormai stanche sinfrangonoi miei sogni.Elisa Rizzotto
  32. 32. SOTTO IL SOLESotto il sole sto tutto il giornosenza bere, né mangiare.Due mattoni alla volta trasportosulla mia testa,per guadagnare poco più di due monetine.Ogni tanto guardo il cieloe dico:“Quando potrò essere libero cometutti gli altri bambini del mondo?Quando potrò indossare un paio di scarpe?”La mia vita scorresempre uguale,gli stessi gestiogni giorno.Ci potrà mai essereun futuro migliore per me?Saladino Mizane
  33. 33. SIAMO ANCORA BAMBINIOgni giorno,ci tocca lavorare.Per chi?Per voi che ci sfruttate?Non lo capite?Siamo ancora bambini!Noi fatichiamo per voi,mentre ci comandate.Abbiamo paura della nostra vita,abbiamo paura di come sarà il nostro futuro,abbiamo paura di tutto questo.Comprendeteci, siamo ancora bambini!Evelyn Mazzocco
  34. 34. NON HO AVUTO SCELTAEro povero e affamato,ero triste e assetato,il bue era sfinito,come mio padre.I soldi non bastavanoe allora...Sono qui ormai da un anno,lavoro molto, lavoro tanto,lavoro tutto il giorno.Qui sono venuto,non avendo scelta,qui mi hanno comprato,rendendomi triste.Sara Mazzocco
  35. 35. SOGNI INFRANTIEd eccomi,un bambinodiventato adulto troppo in fretta.Ogni giorno abbraccio un fucile,fumo una sigaretta.Ogni giorno ho pauradi morire.I miei sogni se ne vanno lontanocome gli uccelli migratori.Francesco Simioni
  36. 36. LA MIA VITA È FATTA DI MATTONILa mia vita è fatta di mattoni,come il mio cuore,privo di sogni e speranze.Conosco solo il colore della terra,perché gli alberi non il vedo più.Sento il dolore sulla pelle,ma dentro di mecè un dolore più grande,che non si può curare.Vorrei vedere almeno per una voltai colori dellarcobaleno,ma so che è impossibile,per questo mi sento vuota,senza unanima vera e felice.Karen Specia
  37. 37. E ADESSOE adesso... corro per esser più vivo,mentre cè ci correper non morire;io lo faccio per piacere,loro per vivere.La mia faccia si schianta con il vento,mentre loro si schiantano con i bossoli delle armi.Io corro sotto la pioggia, la neve, la grandine, il sole,loro non lo fanno per sfida,ma per proteggersi.Corro per la corriera,loro corrono per nascondersi.Mohammed El Haddad
  38. 38. IL MIO DESTINOE adessocome per giocofingo di essere grande.Faccio il soldato,un fucile in manoe nessuna famiglia.Il mio cuorenon ha conosciuto la pietà,solo violenze.Il vento e la pioggiale uniche carezzeche ho conosciuto.Elisa Gallina
  39. 39. Quarta fase
  40. 40. A lei, missionaria che opera da anni in Uganda a stretto contatto con chisoffre, abbiamo deciso di donare il frutto del nostro lavoro e del nostroimpegno. Vogliamo così essere vicini a chi è meno fortunato di noi,…certi che questo è solo linizio!!!
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×