regolamondo
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

regolamondo

on

  • 1,018 views

attività legata alla lettura del testo di Gherardo Colombo: "Le regole raccontate ai bambini"

attività legata alla lettura del testo di Gherardo Colombo: "Le regole raccontate ai bambini"

Statistics

Views

Total Views
1,018
Views on SlideShare
1,018
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
7
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

regolamondo regolamondo Presentation Transcript

  • GUIDA
  • GUIDA• Quest anno abbiamo iniziato a trattare largomento delle regole. Ci siamo confrontati sul loro significato e sulla loro importanza partendo dalla nostra esperienza in classe, di gioco…insomma guardandoci intorno…• Un problema tira l’altro, così dalla lettura del regolamento della scuola riportato sul diario, ci siamo avventurati lungo un percorso complesso…le regole cosa sono? Dove si trovano?....
  • CONCLUSIONE
  • • Tutte le regole che sono emerse da questo lavoro si possono raggruppare IN TRE INSIEMI
  • Dal Paleolitico in poi, ogni civiltà ha inventato regole per limitarecomportamenti scorretti da parte dei membri del clan e rafforzare ilegami. Le prime regole erano tramandate a voce perché i gruppi nonerano molto numerosi.
  • Tanto tempo fa nelle piccole famiglie le regole venivano tramandate a voce dal più anziano:dirigeva e organizzava i lavori . Aveva il compito di raccontare ai più giovani le sue tradizioni.
  • La famiglia è la prima organizzazione sociale dell’uomo.Nei primi villaggi di pastori e agricoltori gli uomini anziani,diventano a poco a poco dei “PATRIARCHI”cioè capi famiglia. Il patriarca ha il comando su tutti,ma ha anche il dovere di rendere ricca e potente la propria famiglia.
  • Molti racconti dei popoliantichi contengono delle verità storiche. Prima di diventare racconto scritto erano “tradizioni orali”cioè racconto trasmesso avoce da padre a figlio,di generazioni in generazioni.
  • Il passaggio dalla vitanomade a quella sedentaria dell’ uomo ha delle conseguenze: i gruppi umani diventanomolto numerosi e i loro modi di vita si fanno diversi.I popoli hanno in comune lastessa lingua, la stessa fede religiosa, lo stesso modo divivere e procurarsi il cibo, lo stesso territorio.
  • Nei tempi antichi gli uomini avevano bisogno di nuovi territori, quindifacevano guerre…I problemi stavano diventando molto critici e disastrosi,quindi le “regole a voce”, non bastavano più.
  • Partendo dalle difficoltà incontrate scrivendo le regole di un gioco, ci siamoaccorti che una buona comunicazione è importante e ha bisogno di regole come: sapersi ascoltare interessarsi dell’ argomento dire quello che si pensa e non aver paura di parlare rivolgersi alle persone educatamente mantenere un tono di voce normale, non offensivo.
  • Anche nell’alimentazione ci sono delle regole ben precise per mantenere la mente attiva e il giusto peso. L’alimentazione equilibrata prevede: 2 pasti principali, una colazione sana e una merenda leggera. Si deve mangiare di tutto, ma soprattutto si devono privilegiare cibi sani come frutta, latte, pesce… e limitare gli affettati, i cibi grassi, i dolci, le patatine e le bevande gassate
  • Noi abbiamo provato a inventare un gioco, ma non è stata un’ impresafacile, ci sono stati molti problemi legati alle distanze, ai procedimenti, alla cattiva comunicazione, al punteggio, ai tempi…
  • Abbiamo impiegato TRE settimane per mettere a punto le regole checi permettessero di giocare e divertirci!Abbiamo capito che per scrivere delle regole precise occorresperimentare, provare e riprovare, usare un linguaggio chiaro edessere il più possibile precisi.
  • Nella scuola, come in qualsiasi altro ambiente, ci sono delle regole precise, che servono per la nostra sicurezza e per quella degli altri.Anche nella nostra scuola esiste un regolamento generale che tutti devono rispettare, che riguarda il personale scolastico, le insegnanti, gli alunni, i genitori… Le abbiamo perfino trovate nel nostro diario!!!
  • Per la nostra sicurezza di cittadini ci sono regole stradali che devono essere rispettate , se non le rispettiamo si possono avere gravi conseguenze . Se passi con il rosso puoi essere investito ,se una persona scarabocchia i cartelli non si leggono più e gli automobilisti possono andare a sbattere . Questo ragazzo si sta comportando male perchè sta passando quando il semaforo è rosso .Questa bambina ha un comportamento scorretto perché pasticcia i cartelli stradali e li notano.
  • Abbiamo letto un brano tratto dallibro di Gherardo Colombo.Nel brano è descritta la città diAllegropoli: una città senza regole,dove ognuno fa quel che gli pare.
  • CE RC A SI PR LE OS P AL CIU S T A LE TO V A LZA E CH A S TR E AT I UN A MA C L E DU RO MAL LE XD UE FA GO AL UN PA TT O PE RF E TT O Allegropoli è fantasia o realtà?
  • A casa Truffetta c’è grande festa . Il signor Truffetta che lavora in una mensa scolastica,di nascosto e senza permesso porta a casa un belprosciutto. Tanto i bambini ne mangiano poco! E poi lo fanno tutti… che male c’è?
  • L’allenatore di una squadra di calcio riesce a convincerel’arbitro, attraverso un “regalino”, ad assegnare un falsorigore e a fare vincere la sua squadra.Tanto pensa che tutti fanno così: che male c’è?
  • Il signor Zozzoni porta sempre a spasso il cane Boby, ma non raccoglie mai gliescrementi del suo animaletto…Un giorno il signor Irritati, accidentalmente, pesta la cacca del cane e si arrabbia moltoper la maleducazione di certa gente…Per rilassarsi, si accende l’ultima sigaretta e poi butta per terra il pacchetto vuoto,facendo finta di niente.
  • Il vigile, anziché fare la multa all’auto del barista cheimpedisce alla signora con il passeggino di passare, vaa bere il caffè… perché in cambio di un caffè gratis, ilvigile fa finta di niente.
  • In un’aula una maestra si accorge che duesuoi alunni litigano: stanno addirittura perpicchiarsi! Invece di dividerli, come sarebbesuo dovere, alza le spalle, si volta e fa fintache sia successo nulla…
  • Anche nell’ambiente circostante ci sono delleregole di comportamento, come non buttare aterra cartacce, lattine, gomma da masticare,carta di caramelle… che vanno raccoltenell’apposito cestino.
  • Questa stele è un blocco di pietra nera di origine vulcanica alta più di due metri.Furono costruite varie copiedi questa stele,poi poste nei loghi più importanti dellacittà, per esempio nei templi. La stele è importante, perché s di essa ci sono incise i reati e le pene, che valevano per tutto lo stato, anche quando cambiava il re. La copia meglio conservataè posta al museo del Louvre a Parigi
  • Il Dio Shamash dà lo scettro e l’anello ad Hammurabi, quindi ilpotere di fare scrivere le leggi e farle rispettare da tutti ipopoli.
  • . “Io Hammurabi, re perfetto, non ho trascurato il popolo che gli dei mi hanno affidato e sul quale mi hanno fatto Re… Gli dei sublimi mi hanno chiamato, la mia ombra benefica ha avvolto città. Affinchè il forte non opprima il debole, per rendere giustizia alla vedova e all’orfano, ho fatto scolpirele mie preziose parole questo monumento. Io Hammurabi ,a cui GLI DEI HANNO RIVELATO la verità”
  • Abbiamo letto e illustrato alcuneleggi del codice.In particolareleggi che riguardavano IL FURTOIL DANNEGGIAMENTOI REATI PENALIEREDITA’ADOZIONE
  • Il figlio riceve l’ordine dal padre di andare ad arare il campo ma si rifiuta e diconseguenza iniziano a litigare fino a che il figlio colpisce suo padre. Il codice diHammurabi diceva che il figlio dovrà avere le mani tagliate.
  • Se un fabbro nutre, protegge e insegna il suo lavoro al bambino di un’altra famiglia, quel bambino non potrà ritornare alla famiglia di origine.
  • Se un uomo, durante un litigio, rompe un osso o cava l’occhio aun uomo liberato, cioè un uomo che era schiavo ma che ha avutola libertà dal suo ex padrone, gli dovrà pagare una mina d’oro
  • GLI SCOPI DELLE LEGGI SCRITTE:•Unificare più popoli che avevano culture, religioni, modi di viverediversi.•Nessuno poteva cambiarle, quindi erano uguali per tutti.•Queste leggi venivano collocate in diversi punti delle città, quinditutti potevano leggerle.
  • Un uomo lascia il fuoco acceso e va a lavorare e la casa si incendia. Unaltro uomo entra di nascosto nella casa incendiata e cerca di rubare tuttoquello che può. In questo caso l’uomo che ha rubato verrà buttato nellefiamme come punizione.
  • Se qualcuno penetra di nascosto nel tempio, perrubare gioielli, oro che sono dedicati al dio o perrubare la proprietà dei sacerdoti, deve essere ucciso.
  • Se qualcuno lascia aperta la sua diga e allaga il campo delvicino, il vicino sarà ripagato ricevendo dal colpevole quello cheha perso nell’ incidente.
  • Se un uomo povero cerca di rubare oro o oggetti preziosi e vienecolto sul fatto, potrebbero iniziare a lottare e l’uomo povero rompe l’osso al proprietario, nella legge di Hammurabi e scritto che gli sia rotto l’osso al colpevole
  • Se qualcuno, durante un litigio cava un occhio ad unapersona, secondo la legge di Hammurabi, gli vienecavato l’ occhio.
  • Se qualcuno lascia aperta la sua diga e allaga il campo del vicino, il vicino saràripagato ricevendo dal colpevole quello che ha perso nell’ incidente.
  • Questa vignetta rappresenta l’importanza delle leggi scritte.Infatti il bambino trasgredisce le regole di casa modificandole a suopiacere:”Lui mi tira un calcio e io gli do un pugno”, ma il padre gli fanotare che le leggi scritte hanno valore per tutti.
  • Noi stiamo leggendo il libro di Gherardo Colombo e ci siamofermati a riflettere su queste parole: REGOLE, LEGGI ELEGALITà…COSA SIGNIFICANO?
  • Regole, leggi e legalità significano RISPETTO DELLA LEGGE.Sono parole NEUTRE, cioè possono essere buone o cattiveVEDIAMO PERCHÈ
  • Queste parole cambiano secondo gli Stati e nel tempo; infattiin Italia nel 1938 c’erano leggi razzialiche proibivano agli Ebrei di vivere come gli altri…In alcuniPaesi c’è la pena di morte per i reati gravi.
  • 27 gennaio IL GIORNO DELLA MEMORIACi siamo chiesti il perché di questa data e abbiamo letto in classe alcunibrani di storie vere.Abbiamo capito che quello che è successo è stato un dramma perl’intera umanità. Le parole di una canzone-poesia ci hanno fatto “sentire”la sofferenza e capire le atrocità commesse dall’uomo, ma nello stessotempo anche la speranza che simili comportamenti non si verifichino maipiù…
  • In America, fino al 1865 la legge permetteva di avere schiavi..
  • Ma siamo sicuri che nel mondo non esiste più la schiavitù?
  • Ci sono leggi che affermano uguaglianza e libertà
  • Nel mondo esistono legalità diverse e il rispetto delle leggi non porta sempre ad agire nel migliore dei modi… PROBLEMA: Come facciamo a capire se una legge deve essere conservata oppure cambiata? Se la dobbiamo rispettare o no?Leggi buffe
  • Nel libro, Gherardo Colombo, per farci capire, inserisceun’altra parola: GIUSTIZIA…Anche questa , come quelle che”abbiamo già incontrato, è unaparola che può indicare cosediverse…”Ma per noi cosa significa?
  • Ci siamo divertiti a cercare alcune leggi nel mondo Nella Contea di Salt Lake, nello Utah è illegale camminare per strada portando un violino dentro un sacchetto di carta. In Oklahoma si può essere arrestati se si fanno brutte facce ad un cane. In California è illegale mettere una trappola per topi senza una regolare licenza di caccia. In Francia esiste una legge che vieta la vendita di bambole che non hanno volti umani. A New York una sentenza ha vietato ad un ristorante di chiamare un panino “sandwich carne in scatola” se questo è fatto con pane bianco maionese. La pena per chi si getta da un palazzo a New York è la morte. A Samoa, è un crimine di dimenticare il compleanno della moglie.
  • Abbiamo letto alcune lettere, inviate allarubrica “Specchio dei tempi” de “LaStampa”, che sottolineavanocomportamenti inadeguati da parte dialcuni individui.…Ci abbiamo riflettuto molto esperimentato personalmente, che intornoa noi, quotidianamente, le regolevengono infrante …
  • Spesso animali vengono abbandonati dall’uomo, perché,ormai grandi, ingombrano spazio, sono difficili daaccudire, hanno bisogno di tante attenzioni e diventanocostosi anche da mantenere.Io penso che l’abbandono un gesto di poco rispetto, neiconfronti di animali che vogliono soltanto essere amati edare compagnia alle persone.
  • A una bambina di 12 anni accadde un fattomolto spiacevole: aveva finalmente il permessodi andare a scuola da sola in bicicletta,
  • il secondo giorno di scuola durante le ore di lezione, la biciclettache lei incatenò alla rastrelliera sparì
  • A fine giornata, la bambina, si trovò solamente il lucchetto tranciato.La bambina volle esporre denuncia, ma si lamentò comunque, perchénon servì a niente. Fu talmente dispiaciuta che si chiese perchél’ istituto scolastico non permetta di incatenare le bici alla rastrellieraposta nel prato dietro la scuola.
  • Ogni giorno una signora percorre a piedi un ponte di Torino. Spesso le succede che dei ciclisti usino I marciapiedi dove lei camminava come pista ciclabile e rischiamo di investirla: addiritturaLe rivolgono parole poco piacevoli per farla spostare. Nonsarebbe possibile riservare un marciapiede per i pedoni in modo che qualcuno non si faccia male?
  • Noi sul treno,al ritorno da una gita, abbiamo assistito a una scena checi ha fatto rimanere a bocca aperta:abbiamo visto due persone andarenel bagno a fumare!Ma sul treno non è vietato fumare? Infatti ci sonodei cartelli che lo ricordano. Questa scena ci ha fatto arrabbiare perchéchi deve andare in bagno non può usare i servizi ma anche perché èun segno di trasgressione delle regole da non far vedere alle persone,ma soprattutto ai bambini. Sicuramente questo comportamento è daevitare, ma da segnalare alle persone che si occupano della sicurezzadel treno
  • Un signore che si trova in una stazioneè colpito dalle condizioni dell’ascensore, che viene usato per salire escendere da un piano all’ altro.L’interno dell’ascensore èscarabocchiato, scritto e imbrattato divernice. Dall’ odore si capisce che l’ascensore viene usato come bagno. Difronte a qualsiasi situazione il signoreprova disgusto, nausea, ma segnala ildisagio , pensando alle persone disabiliche non possono camminare e sonocostretti a prendere l’ ascensore,famiglie con bambini piccoli ,passeggini, bagagli, che sono costrettia prendere le scale.QUESTO è UN COMPORTAMENTOSCORRETTO E DANNEGGIA POSTIPUBBLICI E PERSONE!!! Danneggiandoi posti pubblici aumentandone le tasseper tutti noi.
  • Un giorno in via Roma accade che una signora parcheggiò la sua Panda sotto undivieto di sosta, quindi un vigile passato di lì le fece una multa. Sempre in viaRoma venne parcheggiata nello stesso punto della Panda una Mercedes. I vigiliperò pur passando più volte non gli misero la multa, perchè era una macchina diun vip, cioè di un uomo molto ricco. Quindi la signora che scrive vuole far notareche le regole non sono uguali per tutti. Quindi Allegropoli non è una città difantasia.
  • Il 7 febbraio, noi alunni della 4° A, durante una gita scolastica, abbiamo osservato all’interno della sala d’attesadella stazione di Chivasso, alcuni ragazzi che hanno trasgredito una regola molto importante in un luogo comune. La regola trasgredita è: “ Vietato fumare “. Anche se noi con lo sguardo abbiamo cercato di farli smettere, loro non hanno spento la sigaretta e hanno infastidito einquinato l’ aria che noi respiriamo con il fumo. Ad alcuni di noi è anche venuto mal di testa per la folla, in fumo e il calore presente. Abbiamo pensato che non è giusto che ogni volta ci sia qualcuno che trasgredisca le regole stabilite e che si creda più furbo degli altri… andrebbe severamente multato.
  • Un uomo, sul treno, ha visto per l’ennesima volta discutere i controllori con persone che pretendono di viaggiare gratis. Un controllore, dopo aver chiamato lapolizia, viene addirittura minacciato da un colpevole. Poco dopo la partenza del treno si scopre che itrasgressori sono di nuovo a bordo. Per colpa di questi comportamenti la Regione non ha denaro sufficiente per garantire il servizio dei treni. Di conseguenza, Trenitalia pensa di ridurre le corse dei veicoli. Questo è un comportamento incivile e trasgressivo delle regole nei confronti dei passeggeri che desiderano viaggiare in tranquillità nel rispetto delle regole Senza trasgressori che disturbano la serenità del viaggio.
  • Cerchiamo la definizione sul dizionarioREGOLA è:3. Modo più o meno continuo e solito con cui si svolgono precisi fatti.4. Regola da seguire che decide il comportamento o ciò che si deve fare in determinate attività5. Metodo per eseguire calcoli e risolvere problemi.La parola ha molti significati: a noi interessa ladefinizione n.2
  • Per noi giustizia è…o ci fa venire in mente altre parole.Per questo anno scolastico ci fermiamo qui. Riprenderemo il lavoro l’annoprossimo leggendo il libro già citato, perché troppo difficile per il momento.
  • In classe abbiamo parlato di Giovanni Falcone, una persona con gran tenacia, che è stato ucciso dalla mafia il 23/05/1992. Lui rischiò la vita già il 21/6/1989.Fu un magistrato e voleva rendere la Sicilia un paese libero dal crimine, dalla violenza, dalla omertà e dai denari sporchi. Dopo averlo conosciuto abbiamo capito che:noi siamo la nostra storia che è fatta da idee che non possono essere dimenticate. Unpensiero di Giovanni era: “Gli uomini passano, ma restano le loro idee e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini”. La memoria è il nostro salvadanaio dove ci sono i nostri VALORI, cioè essere sinceri, onesti e fare il proprio dovere, come lui sosteneva. Noi abbiamo imparato anche una canzone “Pensa” che ha lo scopo di far capire che bisogna essere coraggiosi e non avere timore di dire che gli occhi sono fatti per guardare, la bocca per parlare e le orecchie per ascoltare. Per noi è anche importante la frase: “Pensa prima di dire e di giudicare prova a pensare”, perché prima di dire delle cose sulle altre persone guarda te stesso.