Your SlideShare is downloading. ×
0
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Un nuovo modello, basato sulla fiducia?
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Un nuovo modello, basato sulla fiducia?

1,564

Published on

4 Comments
8 Likes
Statistics
Notes
  • Interessante. Però ho un dubbio. La fiducia è a somma fissa o a somma variabile. Se è variabile, allora il web sta creando nuova fiducia. Ma se ognuno di noi avesse una capacità data (diversa per ciascuno) di provare fiducia (che comunque implica dispendio di risorse psicologiche), legata alla sua personalità, allora anche l'ammontare sociale della fiducia avrebbe dei limiti. In questo secondo caso, il web sta redistribuendo la fiducia senza crearla. Il che spiegherebbe perché siamo così capaci di dare/ricevere fiducia in rete, ma intanto la fiducia di prossimità, nelle nostre società sviluppate sia in declino (la xenofobia montante è il sintomo più evidente, ma non l'unico).
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Utile ed interessante come sempre, grazie Gianluca.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Interessanti i siti che non conoscevo, li userò fidandomi di te che me li hai fatti conoscere ;). Buon Natale!
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Così come per il 'manuale del buonsenso', ecco un altro contenuto efficace da far girare subito in agenzia (sperando che i destinatari leggano ;)
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
No Downloads
Views
Total Views
1,564
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
4
Likes
8
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  1. Un nuovo modello, basato sulla fiducia?Gianluca Diegoliwww.minimarketing.itgianluca@diegoli.com
  2. 38% Si fidano dei propri contatti
  3. Le persone usano la Rete per trovarsi, aggregarsi, agire assieme.
  4. http://www.flickr.com/photos/criminalintent/2719634870/sizes/z/in/photostream/#nocosttravel
  5. http://www.flickr.com/photos/iwona_kellie/3911171726/sizes/l/in/photostream/ #swapping 5
  6. #p2pCooking
  7. #p2pBanking
  8. #shareiscare
  9. #socialshopping
  10. #groupbuying
  11. #groupbuying
  12. #communityshop
  13. #condominio20
  14. #italy ;-)
  15. #groupfootball
  16. #subscription
  17. #communitysupporting
  18. #p2parking
  19. Cosa alimenta tutto questo?
  20. "A Facebook user whouses the site multipletimes per day is [..] morethan three times as likelyas non-Internet users tofeel that most people canbe trusted." http://pewinternet.org/Reports/2011/Technology-and-social-networks.aspx
  21. La fiducia.
  22. gianluca@diegoli.com

×