La formula universale per decidere se parlare a un evento (#freelancecamp 15.6.2013)

  • 2,459 views
Uploaded on

Quali elementi valutare? Come calcolare il ritorno? Una formula semiseria per sapere consapevolmente dire di sì o di no.

Quali elementi valutare? Come calcolare il ritorno? Una formula semiseria per sapere consapevolmente dire di sì o di no.

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
2,459
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
19

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
10

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. La formula universale perdecidere se parlare a un eventoGianluca Diegoliminimarketing.itgianluca@diegoli.com@gluca
  • 2. [(N x TdQ)+(K x N x TdQ)] x TdA x TdC x VLa formula del valoreatteso da un evento(extra-fee)
  • 3. [(N x TdQ)+(K x N x TdQ)] x TdA x TdC x VN = numero di persone presenti all’evento, nellapassata edizione o nelle previsionidell’organizzatore.
  • 4. [(N x TdQ)+(K x N x TdQ)] x TdA x TdC x VTdQ = tasso della questura, ovvero lo spread tranumero di persone presenti all’evento e quelloprevisto dall’organizzatore. Normalmente usateun range tra 0,66 e 0,33.
  • 5. [(N x TdQ)+(K x N x TdQ)] x TdA x TdC x VK = Klout medio dei partecipanti, acampione, diviso per 100: in quanto un eventonon vive più della presenza fisica, ma dellospread in rete che riesce a ottenere. E delnetworking che posso ottenere, del prestigio“digitale” dell’evento.
  • 6. [(N x TdQ)+(K x N x TdQ)] x TdA x TdC x VTdA = Tasso di affinità, chiedete la lista osbirciate 10 partecipanti a caso e pensate quantipotrebbero diventare vostri clienti, insomma sesono in target, direbbero quelli del mktg. E nonbarate 
  • 7. [(N x TdQ)+(K x N x TdQ)] x TdA x TdC x VTdC = Tasso di conversione, mai nel mondo èsuperiore all’uno per cento , ma se siete bravinello speech e non troppo marchettari da farannoiare tutti, potete mettere un 2%
  • 8. [(N x TdQ)+(K x N x TdQ)] x TdA x TdC x VV= Valore del vostro cliente da quando vi firma ilprimo contratto a quando non lo vorrete piùvedere.
  • 9. [(N x TdQ)+(K x N x TdQ)] x TdA x TdC x VValore ottenibile dall’evento[(150 x 0,50)+(0,50 x 150 x 0,50)] x 0,10 x 0,01 x10.000= 1.125
  • 10. (F/200) x (H1+H2) x 2Costi associati allapartecipazione
  • 11. (F/200) x (H1+H2) x 2F= fatturato medio mensile200 = numero di ore mensili
  • 12. (F/200) x (H1+H2) x 2H1 = ore necessarie per la preparazione.H2 = ore necessarie per viaggi e sbatti.X2 = fidatevi.
  • 13. Ed ecco.(5.000/200) x (4+8) x 2 = 600[(150 x 0,50)+(0,50 x 150 x 0,50)] x0,10 x 0,01 x 10.000= 1.1251.125 – 600 = 525
  • 14. “No, aspetta, e la reputazione?”
  • 15. Difficilmente gli eventi gratuiti portanosufficiente prestigio compensativo: lì gli speakersono pagati dall’azienda per cui lavorano, usanole presentazioni fatte da altri in azienda, la genteci viene senza troppo impegno, eccetera.Se l’evento è a pagamento, non parlare gratis: ipartecipanti non ne sarebbero contenti.
  • 16. la presentazione o l’ebook o il post può averediffusione autonoma su Slideshare?se sei bravo, l’organizzatore si aspetta che sia TUa portare gente, sappilo
  • 17. “Non ho budget” “Ti capisco, io non ho tempo”
  • 18. Ci sono eccezioni?Sì, il FreelanceCamp è una di queste :D
  • 19. grazie*Gianluca Diegoliminimarketing.itgianluca@diegoli.com@gluca*usate sempre il buon senso, mi raccomando.