Social Media Marketing: Presentazione I social media per l'Enterprise 2.0

1,242 views
1,170 views

Published on

social media enterprise

Published in: Business
0 Comments
2 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,242
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
52
Actions
Shares
0
Downloads
40
Comments
0
Likes
2
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Social Media Marketing: Presentazione I social media per l'Enterprise 2.0

  1. 1.
  2. 2. I social media per l’Enterprise 2.0<br />
  3. 3. Ecco le nuove sfide per le aziende….<br />Le imprese devono reagire e sviluppare:<br />Il mercato cambia<br />Il ruolo della comunicazione:<br />Crescita del potere informativo, comunicativo e contrattuale dei consumatori<br />Le attività collaborative dentro l’azienda e con il proprio mercato di riferimento<br />Investire nelle strategie e negli strumenti di comunicazione e relazione innovativa<br />Partecipazione dei consumatori alla catena del valore<br />Un’organizzazione a rete, che coinvolga gli stakeholder dell’azienda (clienti, fornitori, partner commerciali)<br />Estrema dinamicità dei mercati<br />Nuovi modelli di business e servizi co-prodotti<br />
  4. 4. Internet oggi è uno strumento di relazione tra imprese e mercati<br />Nodi (brand, persone, siti web)<br />Gli strumenti tipici del web 2.0 consentono la creazione e la condivisione partecipativa dei contenuti digitali, veicolabili attraverso l’uso dei social media<br />Community<br />E’ piattaforma: i device (pc, smatphone, iPad) interagiscono e dipendono dai servizi e dai contenuti presenti online, in modalità cloud (es: Gmail, Google Apps)<br />E’ funzionale: vengono offerti e prodotti online servizi sempre più customizzabili sulle esigenze dei clienti (es: e-learning)<br />E’ semplice: Le interfacce grafiche di accesso sono sempre più accessibili e funzionali (es: Facebook, Wordpress)<br />E’ sociale: le persone integrano e sviluppano online le attività della propria vita fisica (es: Facebook, LinkedIn, FriendFeed)<br />E’ flessibile: la diffusione dei codici open source e dei linguaggi consente di sviluppare servizi e mixare funzionalità tra piattaforme diverse, creando mashup (es: Google maps intergrate nei siti web)<br />Device di accesso alla Rete<br />13/05/2010<br />
  5. 5. L’Enterprise 2.0 consiste nell’uso emergente delle piattaforme di social software da parte delle imprese,<br />allo scopo di favorire il raggiungimento degli obiettivi di business.<br />L’Enterprise 2.0 è un processo organizzativo di tipo social driven supportato dalle tecnologie web 2.0<br />L’Enterprise 2.0<br />“L’Enterprise 2.0 consiste nell’uso emergente delle piattaforme di social software da parte delle imprese, allo scopo di favorire il raggiungimento degli obiettivi di business”<br />(A. McAfee, 2009)<br />Necessita di:<br />“Nuovi modelli organizzativi e stili di gestione fondati sul coinvolgimento diffuso, la collaborazione emergente, la condivisione della conoscenza e lo sviluppo e la valorizzazione di community e reti sociali interne ed esterne all’organizzazione”<br />(Politecnico di Milano)<br />
  6. 6. Le persone come risorse: community e crowdsourcing<br /><ul><li>Community
  7. 7. Crowdsourcing</li></ul>Enterprise<br /><ul><li>Intelligenza connettiva</li></ul>I nuovi fattori strategici delle imprese<br /><ul><li>Valorizzare i contesti informali
  8. 8. Evidenziare il ruolo delle community
  9. 9. Knowledge</li></li></ul><li>1<br />Ecco le persone chiave:<br />La progettazione di una community<br />Comitato guida<br />Reparto IT<br />Consiste nell’individuare:<br /><ul><li>I contenuti e le informazioni da condividere all’interno della community;
  10. 10. I servizi web 2.0 e i social media di supporto alle attività di knowledge sharing;
  11. 11. I ruoli di ciascun membro all’interno delle community e i ruoli delle community nell’ecosistema organizzativo generale dell’azienda;
  12. 12. Le policy di gestione delle attività partecipative.</li></ul>Innovatore<br />Early Adopters<br />
  13. 13. 2<br />L’implementazione dell’ambiente web<br />Consiste nel programmare la piattaforma Enterprise abilitando tutti i servizi web 2.0 funzionali:<br /><ul><li>Alle procedure organizzative
  14. 14. All’attività di business</li></ul>3<br />Gestione e controllo delle community<br /><ul><li>Integrazione delle community all’interno dell’organizzazione formale
  15. 15. Controllo della produttività</li></ul>4<br />Si è sempre in fase beta!<br />
  16. 16. Pubblica amministrazione<br />Barriera osmotica<br />Partecipazione<br />Clienti<br />WEB 2.0<br />WEB 2.0<br />Barriera osmotica<br />Universo esterno dell’azienda<br />Universo esterno dell’azienda<br />Adozione degli strumenti digitali di collaboration e social software<br />Barriera osmotica<br />WEB 2.0<br />WEB 2.0<br />Passione<br />Coinvolgimento<br />Ecosistema interno dell’azienda<br />Partner commerciali<br />Fornitori<br />Barriera osmotica<br />
  17. 17. L’evoluzione tecnica e organizzativa verso l’Enterprise 2.0<br />Le imprese orientate al web 2.0 sono quelle che utilizzano le piattaforme di social software e i social media:<br /><ul><li>All’interno dell’azienda;
  18. 18. Nelle relazioni con le altre imprese e la pubblica amministrazione;
  19. 19. Nei rapporti con i partner commerciali e i clienti</li></ul>Questo presuppone un sostanziale cambiamento culturale e organizzativo, che privilegi il passaggio dalla centralità della tecnologia alla centralità delle persone<br />I tre passaggi dall’impresa tradizionale a quella partecipativa<br />
  20. 20. Eventi<br />Workspace<br />Gruppi<br />Utenti<br />Insight<br />Gruppi di discussione<br />Calendario operativo<br />Social network dei collaboratori<br />File di lavoro condivisi in modo collaborativo<br />Metriche di valutazione delle attività partecipative<br />Team di lavoro su progetti specifici<br />Ricorrenze informali<br />Accesso privato<br />Accesso protetto<br />Accesso pubblico<br />Meccanismi di notifica<br />Meccanismi di rating<br />Workstream<br />Workstream<br /><ul><li>E-mail
  21. 21. Feed Rss
  22. 22. Sms
  23. 23. Following
  24. 24. Commenti
  25. 25. Like
  26. 26. Link di condivisione</li></ul>Workstream<br />Dashboard personalizzata con widget<br />Bacheca<br />Link<br />Profilo <br />personale<br />Status update<br />Multimedia<br />Post<br />Documenti<br />
  27. 27. Non spaventatevi: <br />E’ comunque possibile utilizzare i social media già esistenti, senza progettarne di nuovi<br />OBIETTIVO<br />SERVIZIO ONLINE<br />NATURA<br />Approfondire argomenti e temi e condividere le informazioni<br />CMS e piattaforme di blogging <br />Ecco alcuni strumenti per la produttività dell’azienda<br />Creare aggregazione intorno a un brand, un evento, un prodotto<br />Social network generalista<br />Condividere news e informazioni immediate<br />Microblogging<br />Multimedia e podcast<br />Creare e condividere video<br />Dotarsi di professionisti della comunicazione 2.0<br />Social network professionale<br />Condividere foto e presentazioni su temi particolari<br />Multimedia<br />13/05/2010<br />
  28. 28. Ecco le maggiori sfide al futuro dei social media e al loro uso da parte delle aziende<br />Tutela della proprietà intellettuale nelle attività di crowdsourcing<br />La sfida per le aziende è quella di predisporre in maniera dettagliata una regolamentazione che consenta di individuare, riconoscere e ricompensare in maniera adeguata il soggetto o i soggetti che, all’interno di una community, abbiamo la paternità di un’idea o di una iniziativa di business generata durante le attività collaborative svolte nei contesti informali esterni all’impresa<br />Sicurezza informatica<br />La sfida per le aziende è di garantire la salvaguardia dei sistemi informatici da potenziali rischi e/o violazioni dei dati, tra i quali gli attacchi hacking e l’uso di credenziali personali per l’accesso a sistemi ed informazioni da parte di utenti non autorizzati<br />Tutela della privacy<br />La sfida per le aziende è quella di predisporre policy rigorose e trasparenti capaci di regolamentare la condivisione delle informazioni personali e dei documenti di lavoro tra i collaboratori interni dell’azienda e gli stakeholders esterni<br />
  29. 29. Alessandro Prunesti<br />alessandro.prunesti<br />@ prunesti<br />a.prunesti@email.it<br />http://alessandroprunesti.wordpress.com<br />

×