0
WEB 1.0 <ul><li>Vetrina
Browsing
HTML
Sito personale
Content MGM system
Directory/Tassonomy
Top Down </li></ul>WEB 2.0 <ul><li>Piattaforma sociale
Feed reader/Syndication </li></ul>Blog <ul><li>Wiki
Tag/Folksonomy
Peer to peer </li></ul>
R e F o r m  s. r . l. Capire Come Funziona
Le parole chiave <ul><li>Knowledge Management
Community Management
Lead User
Prosumer </li></ul>
<ul><li>Knowledge Management </li></ul>
<ul><li>Community Management </li></ul>Verso le comunità di pratica le relazioni la valorizzazione tramite l’interscambio
<ul><li>Lead User </li></ul>
<ul><li>Prosumer </li></ul>Il prosumer è un consumatore che ama costruire da sé il prodotto ed il servizio che utilizza
Ancora parole chiave <ul><li>Formazione per competenze
Formazione cooperativa
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Navigare

213

Published on

knowledge management e portali specialistici

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
213
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Navigare"

  1. 1. WEB 1.0 <ul><li>Vetrina
  2. 2. Browsing
  3. 3. HTML
  4. 4. Sito personale
  5. 5. Content MGM system
  6. 6. Directory/Tassonomy
  7. 7. Top Down </li></ul>WEB 2.0 <ul><li>Piattaforma sociale
  8. 8. Feed reader/Syndication </li></ul>Blog <ul><li>Wiki
  9. 9. Tag/Folksonomy
  10. 10. Peer to peer </li></ul>
  11. 11. R e F o r m s. r . l. Capire Come Funziona
  12. 12. Le parole chiave <ul><li>Knowledge Management
  13. 13. Community Management
  14. 14. Lead User
  15. 15. Prosumer </li></ul>
  16. 16. <ul><li>Knowledge Management </li></ul>
  17. 17. <ul><li>Community Management </li></ul>Verso le comunità di pratica le relazioni la valorizzazione tramite l’interscambio
  18. 18. <ul><li>Lead User </li></ul>
  19. 19. <ul><li>Prosumer </li></ul>Il prosumer è un consumatore che ama costruire da sé il prodotto ed il servizio che utilizza
  20. 20. Ancora parole chiave <ul><li>Formazione per competenze
  21. 21. Formazione cooperativa
  22. 22. Dall’istruzione….
  23. 23. ……………..all’apprendimento organizzativo </li></ul><ul><li>Si ricerca nelle persone la capacità di generare nuova conoscenza </li></ul>
  24. 24. community <ul><li>Comunità professionale come modello formativo </li></ul><ul><li>Lavorare sulle comunità informali </li></ul><ul><li>Qualificare ReForm come uno strumento di aiuto per le comunità informali </li></ul>
  25. 25. Wiki e Web2 <ul><li>ReForm ha scoperto prima il km </li></ul><ul><li>Ora deve scoprire il Wiki e il Web 2 </li></ul><ul><li>Dobbiamo sollecitare la partecipazione dei nostri “clienti”
  26. 26. Dobbiamo essere percepiti come clienti dei nostri clienti
  27. 27. L’incontro con ReForm deve essere sempre percepito come una occasione di crescita. </li></ul>
  28. 28. <ul><li>QUALITA’ </li></ul>Non una paccata di fogli: un valore aggiunto vero
  29. 29. information technology, knowledge management e organizzazione degli enti locali I PORTALI PER LA P. A. LOCALE
  30. 30. Gestire le conoscenze? Missione impossibile Non si tratta più solo di ottenere informazioni ma di saperle selezionare e utilizzare. in sostanza essere maestri nel KM ( sigla che sta per Knowledge Management, &quot;gestione della conoscenza&quot;).
  31. 31. Gestire le conoscenze? Missione impossibile in sintesi si potrebbe definire il KM come &quot;l'attivitá di ordinare ció che l'azienda sa o potrebbe sapere, soprattutto individuando metodologie e strumenti per gestire la conoscenza implicita, cioè le competenze e l'esperienza ; il che rappresenta il patrimonio piú importante dell'azienda &quot;. DA SOLI
  32. 34. WWW.REFORM.IT Cosa è: un portale per i dipendenti pubblici, che presenta in modo organizzato una selezione delle informazioni, dei servizi e dei documenti qualitativamente più rilevanti presenti in rete di interesse delle Amministrazioni locali.
  33. 35. WWW.REFORM.IT Obbiettivi supportare il dipendente nello svolgimento dell’attività di lavoro quotidiano, migliorarne la qualità e contrastare l’obsolescenza del bagaglio di competenze individuali Risultati Tempi di lavoro ottimizzati – Aumento della Produttività – Autoaggiornamento continuo – Sviluppo professionale L’abbattimento dei tempi per la ricerca su internet incide in termini di efficacia ed efficienza sia sull’ attività di front-office che di back-office.
  34. 37. Perché utilizzare i portali per la PA? www.reform.it <ul><li>Consultazione gratuita, previa registrazione
  35. 38. Elenco giornaliero delle novità in prima pagina
  36. 39. Rapidità nel reperimento dell’informazione
  37. 40. Informazioni strutturate in 27 aree tematiche inerenti gli Enti Locali
  38. 41. Testi vigenti (coordinati e annotati con le ultime modifiche) delle principali leggi di interesse degli Enti Locali.
  39. 42. Documentazione selezionata da una redazione di esperti che ne garantisce validità, attendibilità, qualità. </li></ul>
  40. 43. Perché utilizzare i portali per la PA? Per non perdere la “corsa” della competitività nel campo della gestione delle conoscenze….. “ ECCO ORA VEDI, CI VUOLE TUTTA LA VELOCITÀ DI CUI SEI CAPACE, SE VUOI RESTARE NELLO STESSO POSTO. SE VUOI ANDARE IN QUALCHE ALTRO POSTO DEVI CORRERE ALMENO DUE VOLTE DI PIÙ .” Through the Looking-Glass di Lewis Carroll 1872
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×