Bricks, Bytes e Behaviour: le basi della filosofia Smarterworking secondo Plantronics
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Bricks, Bytes e Behaviour: le basi della filosofia Smarterworking secondo Plantronics

on

  • 389 views

Bricks, Bytes e Behaviour: le basi della filosofia Smarterworking secondo Plantronics. LA libertà di lavorare dove è meglio per i dipendenti, a vantaggio del successo dell’azienda. Per saperne di ...

Bricks, Bytes e Behaviour: le basi della filosofia Smarterworking secondo Plantronics. LA libertà di lavorare dove è meglio per i dipendenti, a vantaggio del successo dell’azienda. Per saperne di più sullo Smarterworking andate al link: http://www.plantronics.com/it/solutions/smarter-working/

Statistics

Views

Total Views
389
Views on SlideShare
389
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Bricks, Bytes e Behaviour: le basi della filosofia Smarterworking secondo Plantronics Bricks, Bytes e Behaviour: le basi della filosofia Smarterworking secondo Plantronics Document Transcript

  • Bricks, Bytes e Behaviour: le basi della filosofia Smarter Working La libertà di lavorare dove è meglio per i dipendenti, a vantaggio del successo dell’azienda Pianificazione accurata, collaborazione e creazio- ne di aspettative realistiche nelle tre aree – Bricks, Bytes e Behaviour – possono rendere più smart la realtà aziendale. Philip Vanhoutte, Senior Vice President e Managing Director Europe e Africa di Plantronics spiega come definire un progetto Smar- ter Working di successo. Oggi il lavoro flessibile sta diventando una soluzione diffusa per l’odierna forza lavoro: i datori di lavoro di tutti i settori si trovano ad affrontare decisioni difficili su come gestire in modo intelligente i dipendenti e le loro potenzialità. Un tempo il lavoro flessibile sembrava un lusso, ma ora sta diventando una soluzione corrente per risolvere problemi di spazio, di uso della tecnologia e di gestione del personale. Dopo aver esamina- to i risultati di 10 studi che hanno coinvolto più di 16.000 persone, lo studio Cochrane del 2010 ha rilevato che l’auto-programmazione del tempo di lavoro ha migliorato una serie di elementi, tra cui il miglioramento del sonno, la riduzione dello stress, l’abbassamento della pressione sanguigna, il miglioramento della salute mentale e molto altro. Risultati positivi come questi, insieme all’esperienza di apertura da parte di Plantronics di uffici Smarter Working in tutta Europa, presuppongono una natu- rale evoluzione lavorativa. Oggi lo Smarter Working è una filosofia di gestione in cui si dà ai dipendenti la libertà di lavorare dove e quando è meglio per loro e per il business. Se i colla- boratori raggiungono buoni risultati, risparmiano de- naro e rispettano il pianeta, il successo è raggiunto. Sono finiti i giorni dello stare seduti dietro alle pa- reti dell’ufficio e dietro alte cabine divisorie. Ora i professionisti hanno esigenze diverse, a seconda del lavoro da svolgere, del luogo in cui si trovano e della propria personalità. È compito principale delle società mantenere il passo con la moderna forza la- voro e aiutare i dipendenti a essere connessi, senza alcun problema, rispetto al luogo di lavoro. A partire dal 2009, con una revisione degli uffi- ci in Europa, Plantronics ha iniziato a creare uffici Smarter Working in tutto il mondo per i dipendenti: l’obiettivo principale è aiutare i collaboratori a otte- nere il massimo dal proprio lavoro. Oggi gli uffici Plantronics sono in prima linea a fa- vore della diffusione del concetto Smarter Working, che include uno Smart Office design, la più recente tecnologia per la Collaborative Communication e i fattori umani che influenzano il modo in cui si lavo- ra come il BYOD e il lavoro in remoto. I passi verso lo Smarter Working? “Per iniziare ab- biamo individuato il progetto in 3 B – Bricks, Bytes e Behaviours – conclude Vanhoutte – che rap- presentano rispettivamente Spazio, Tecnologia e Persone. Per facilitare i cambiamenti abbiamo usa- to la Leesman ‘Employee Work Space Satisfaction Survey’, che ha fornito ai nostri dipendenti voce nel design e nel layout dei loro uffici, che coprono tre aree principali: l’ambiente lavorativo, la tecnologia e le abitudini sul lavoro”. www.plantronics.com/it Twitter @TheSmarterWork @Plantronics_IT