Your SlideShare is downloading. ×
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Il circuito di Chua
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Il circuito di Chua

1,260

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,260
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Il circuito di Chua
  • 2. Chi è Leon Chua Professore di Ingegneria Elettrica e Computer Science in Berkeley, University of California dal 1971 Conosciuto a livello internazionale, ha ricevuto riconoscimenti di enorme prestigio. Tra questi undici Dottorati di Ricerca Onorari da Università Europee e Giapponesi, sette brevetti in U.S.A., diversi premi dal IEEE (Institute of Electrical and Electronics Engineers). Nella sua carriera accademica ha realizzato circa 500 articoli scientifici e 8 libri. Pioniere negli studi su reti neurali, caos e circuiti non lineari. Diffusione della conoscenza del circuito di Chua nella high school
  • 3.
    • Il circuito di Chua è il più semplice circuito elettronico che ‘mostra il caos’, o meglio, il fenomeno delle biforcazioni, come verificato in numerose analisi di laboratorio, simulazioni al computer e rigorose analisi matematiche.
    Importanza del circuito di Chua
  • 4.
    • Il circuito contiene
    • quattro elementi lineari (passivi) e uno non lineare (attivo)
    Diodo di Chua
  • 5.
    • Questo è lo schema del circuito, controllato dalle seguenti equazioni adimensionali
    Il circuito e la sua rappresentazione matematica
  • 6. Componenti del circuito di Chua Basetta per circuiti Potenziometro 2.2kΩ (R) Induttore 18 mH (L) Condensatore 10 nF (C1) Condensatore 100 nF (C2)
  • 7. Componenti del diodo di Chua Amplificatori operazionali (Op Amp , Op Amp ) Resistori 220 Ω (oro, marrone, rosso, rosso ), R1 e R2 Resistori 22kΩ (oro, arancione, rosso, rosso), R4 e R5 Resistore 3.3kΩ (oro, rosso, arancione, arancione), R6 Resistore 2.2kΩ (oro, rosso, rosso, rosso), R3 Diodo di Chua D 1 D 2 D 1 D 2
  • 8. Costruzione guidata del Circuito di Chua in 21 passi La procedura più sicura per garantire la corretta connessione tra gli elementi è saldare gli estremi dei componenti utilizzando un saldatore 1 Collegare l’ induttore L e il condensatore C2 (10 nF): connettere l’estremo 1 di L con l’estremo 1 di C2 Collegare l’ estremo 2 di L con l’ estremo 2 di C2 2 Condensatore 100 nF (C2) Induttore 18 mH (L)
  • 9. 3 Costruzione guidata del Circuito di Chua in 21 passi Condensatore 10 nF (C1) Potenziometro 2.2kΩ (R) 5 Collegare l’ estremo 2 del condensatore C1 (10 nF) e l’ estremo 2 del condensatore C2 (100 nF) Collegare l’ estremo 1 del potenziometro R e l’ estremo 1 del condensatore C2 (100 nF) 4 Collegare l’ estremo 2 del potenziometro R e l’ estremo 2 del condensatore C1 (10 nF) 2 1 2 1 1 2
  • 10. Costruzione guidata del Circuito di Chua in 21 passi 6 7 8 Collegare l’ estremo 1 dell’ OpAmp D1 e l’ estremo 1 del condensatore C1 (10 nF) Collegare l’ estremo 2 del condensatore C1 (10 nF) e l’ estremo 1 del resistore R6 Collegare l’ estremo 2 dell’ OpAmp D1 e l’ estremo 2 del resistore R6 Resistore 3.3kΩ (oro, rosso, arancione, arancione), R6 Amplificatore operazionale , Op Amp 1 2 1 2 1 2 1
  • 11. Costruzione guidata del Circuito di Chua in 21 passi Collegare l’estremo 1 del resistore R5 e l’estremo 2 del resistore R6 9 Collegare l’ estremo 1 di R4 e l’estremo 1 del condensatore C1 (10 nF) 10 Collegare l’estremo 2 di R4 e l’estremo 3 di D1 11 Resistori 22kΩ (oro, arancione, rosso, rosso), R4 e R5
  • 12. Costruzione guidata del Circuito di Chua in 21 passi Collegare l’estremo 2 del resistore R5 e l’estremo 3 di D 1 12 Collegare l’estremo 1 di C1 all’estremo 1 di D 2 13 Resistori 22kΩ (oro, arancione, rosso, rosso), R4 e R5 Amplificatore operazionale , Op Amp 2
  • 13. Costruzione guidata del Circuito di Chua in 21 passi Collegare l’estremo 2 di C1 all’estremo 1 di R3 14 Collegare l’estremo 2 di R3 all’estremo 2 di D2 15 Resistore 2.2kΩ (oro, rosso, rosso, rosso), R3
  • 14. Collegare l’estremo 2 del resistore R3 e l’estremo 1 di R1 16 Costruzione guidata del Circuito di Chua in 21 passi Collegare l’estremo 1 di C1 all’estremo 1 di R1 17 Resistore 2.2kΩ (oro, rosso, rosso, rosso), R3
  • 15. Costruzione guidata del Circuito di Chua in 21 passi 18 Collegare l’estremo 2 del resistore R2 e l’estremo 3 di D2 19 Collegare l’estremo 2 del resistore R1 e l’estremo 3 di D2
  • 16. Costruzione guidata del Circuito di Chua in 21 passi Per consentire il funzionamento del circuito è necessario collegare agli amplificatori operazionali (Op Amps 1 e 2) due batterie da 9V. Collegare il polo positivo della prima batteria all’ estremo 2di Op Amp 1 e il polo negativo all’ estremo 4 di Op Amp 1. 20 Collegare il polo positivo della seconda batteria all’ estremo 2 di Op Amp 2 e il polo negativo all’ estremo 4 di Op Amp 2. 21 Cambiando il valore del potenziometro si produce un comportamento caotico
  • 17. Collegare il circuito ad un oscilloscopio Dopo la costruzione del circuito possiamo collegare le estremità dei condensatori ad un oscilloscopio. In questo modo possiamo visualizzare le differenze di potenziale ai capi dei condensatori e l’evoluzione delle variabili in funzione del tempo. Alternativamente possiamo visualizzare le coppie di valori come punti su un piano. Ruotando la manopola del potenziometro possiamo variare il valore di R ed osservare come il sistema evolva verso il caos.

×