Your SlideShare is downloading. ×
0
Arti divinatorie, profezie, profeti
Arti divinatorie, profezie, profeti
Arti divinatorie, profezie, profeti
Arti divinatorie, profezie, profeti
Arti divinatorie, profezie, profeti
Arti divinatorie, profezie, profeti
Arti divinatorie, profezie, profeti
Arti divinatorie, profezie, profeti
Arti divinatorie, profezie, profeti
Arti divinatorie, profezie, profeti
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Arti divinatorie, profezie, profeti

642

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
642
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. (dal termine latino hōroscopus, a sua volta proveniente dalgreco ὡροςκόποσ hōroskópos, composto di ὥρα(hṓra), durata di tempo, e ςκοπέω (skopéō), osservare) èlinterpretazione astrologica della posizione degli astri almomento in cui si verifica un qualsiasi evento. Lartedivinatoria di produrre un oroscopo si chiama oroscopia. La sfera di cristallo, talvolta chiamata anche palla di cristallo, è uno strumento che alcuni chiaroveggenti, indovini e medium adoperano in quanto lo ritengono in grado di aiutarli ad esercitare le proprie pratiche. Si tratta di un oggetto sferico di materiale cristallino più o meno trasparente (cristalli artificiali o spesso cristalli di rocca, ovvero quarzi ialini) e può essere pieno o, molto più raramente, cavo. La pratica che utilizza questo strumento a scopo divinatorio è la cristallomanzia.
  • 2. è un metodo di divinazione effettuatotramite la consultazione di un mazzodi carte che possono esseretarocchi, carte italiane (dabriscola), carte cosiddette francesi (dapoker), o speciali carte illustrate detteSibille. è larte di descrivere la personalità e prevedere il destino di un individuo attraverso lo studio del palmo della sua mano. La parola deriva dal greco "χειρομαντεία (cheiromantéia)", composto da "χείρ (chéir)", "mano" e "μαντεία (mantéia)" "divinazione". La pratica è anche conosciuta come lettura della mano. Il praticante della chiromanzia è chiamato chiromante, chirologo o lettore della mano. La chiromanzia, universalmente considerata una pseudoscienza, si divide in due discipline principali: la chirologia, che si occupa dello studio delle linee del palmo, e la chirognomia, che si occupa dello studio della forma della mano.
  • 3. è un metodo di divinazionela previsione meteorologica o effettuato tramite la lettura dei fondi di caffè. Il caffè è ilprevisione del tempo è cosiddetto caffè turco, ottenutolapplicazione della scienza e da una miscela di polveredella tecnologia per predire lo finissima di caffè e acqua. Sistato dellatmosfera (tempo beve la sola parte liquida delatmosferico) in un tempo futuro caffè, lasciando sul fondo dellaed in una data località. Gli esseri tazzina i residui della miscela.umani tentano di predire il A questo punto il bevitore chiude la tazzina col il piattino rovesciato appoggiandovi sopra le dita della mano e compiendotempo informalmente da delle brevi rotazioni della tazzina, mentre si concentra suglimillenni, e formalmente almeno aspetti che desidera conoscere. Quando si sente pronto,dal XIX secolo. Le previsioni del capovolge la tazzina e il piattino sul tavolo. Quando il fondo dellatempo si effettuano a partire tazzina è sufficientemente freddo si ribalta la tazzina e si procededalla raccolta di dati quantitativi alla lettura. Il metodo più diffuso legge solo le figure che si sonosullo stato attuale dellatmosfera disegnate allinterno della tazzina. Queste rappresentano il(situazione) ed utilizzando la futuro. I residui scivolati nel piattino, invece, rappresentano la situazione attuale Le figure si distinguono in: positive, quellecomprensione scientifica dei chiare negative, quelle scure e dense Lindividuazione delprocessi atmosferici per stimare soggetto rappresentato dalle figure deve essere un procedimentolevoluzione dellatmosfera spontaneo e deve richiamare alla mente limmagine della figura(prognosi). nella sua realtà. I numeri che si sono formati indicano il tempo (ore, giorni, mesi, anni) entro il quale si verificheranno gli eventi. A volte il numero può indicare il numero delle persone coinvolte.
  • 4. (dal greco ràbdos=bastone)Divinazione praticata permezzo di un bastone (di solitoun ramo a forcella). Ha un (dal greco nèkros) Divinazione praticata per mezzoorigine antichissima ma le dellevocazione dei defunti.notizie in nostro possessopartono dal Cinquecento,quando, in Germania, essaveniva utilizzata nelle miniereper scoprire filoni di carbone.In seguito fu utilizzatasoprattutto per scoprire lesorgenti di acqua.
  • 5. 1. ACHILLEOMANZIA 27. CAPNOMANZIA 48. DATTILOSCOPIA 85. OMOMANZIA2. ACUTOMANZIA 28. CAROMANZIA 49. DEMONOMANZIA 86. ONICOMANZIA3. AEROMANZIA 29. CARTOMANZIA 50. DENDROMANZIA 87. ONIROMANZIA4. AGALMATOMANZIA 30. CATOPTROMANZIA 51. EMPIROMANZIA 88. ONOMATOMANZIA5. AIGOMANZIA 31. CEFALOMANZIA 52. EPATOSCOPIA 89. OOMANZIA6. ALETTRIOMANZIA 32. CEROMANZIA 53. ESTISPICIO 90. ORNITOMANZIA7. ALEUROMANZIA 33. CHELONIOMANZIA 54. FABANOMANZIA 91. PALAMOMANZIA8. ALOMANZIA 34. CHIAMBOLIA 55. FILLOMANZIA 92. PALMOMANZIA9. AMNIOMANZIA 35. CHIROMANZIA 56. GAROSMANZIA 93. PARTENOMANZIA10. AMNOSCOPIA 36. CHITONOMANZIA 57. GASTROMANZIA 94. PEGOMANZIA11. ANAGRAMMATOMANZIA 37. CINOMANZIA 58. GEDUIMANZIA 95. PIROMANZIA12. ANEMOMANZIA 38. CLEDONOMANZIA 59. GEMMOMANZIA 96. RABDOMANZIA13. ANTROPOMANZIA 39. CLEIDOMANZIA 60. GENOMANZIA 97. SAUROMANZIA14. APANTOMANZIA 40. CLEROMANZIA 61. GEOMANZIA 98. SIDEROMANZIA15. ARACNOMANZIA 41. COCCHIGOMANZIA 62. GEOSCOPIA 99. SPODOMANZIA16. ARITMOMANZIA 42. CODONOMANZIA 63. GIROMANZIA 100. SPONDILOMANZIA17. ASSINOMANZIA 43. CORACOMANZIA 64. IDATOSCOPIA 101. TERATOMANZIA18. ASTRAGALOMANZIA 44. COSCINOMANZIA 65. IDROMANZIA 102. TRAUMATOMANZIA19. BATRACOMANZIA 45. CRISTALLOMANZIA 66. IPPOMANZIA 103. TURIFUMANZIA20. BELOMANZIA 46. CUBOMANZIA 67. LAMPADOMANZIA 104. VITROMANZIA21. BIBLIOMANZIA 47. DATTILOMANZIA 68. LECANIOMANZIA 105. ZOOMANZIA22. BOSTRICOMANZIA 69. LIBANOMANZIA23. BOTANOMANZIA 70. LICOMANZIA24. BROCOMANZIA 71. LITOBOLIA25. BRONTOMANZIA 72. LITOMANZIA26. CAFFEOMANZIA 73. LOGARITMOMANZIA 74. MELANOMANZIA 75. MELOMANZIA 76. MENOMANZIA 77. METEOROMANZIA 78. MOLIBDOMANZIA 79. NECHIOMANZIA 80. NECROMANZIA 81. NEFELIMANZIA 82. OCULOMANZIA 83. OFIMANZIA 84. OICOMANZIA Fonte: http://digilander.libero.it/dioraggiante/7libro.html
  • 6. ll termine profeta deriva dal tardo latinoprophèta, ricalcato sul greco antico προφήτησ(profétes), che è parola composta dal prefissoπρο- (pro, "davanti, prima") e dal verbo φημί(femì, "parlare, dire"); letteralmente quindisignifica "colui che parla davanti", sia nel sensodi parlare "pubblicamente" (davanti adascoltatori), sia in quello di parlare "prima"(anticipatamente sul futuro).Nellaccezione originaria, i profeti sono figuretipicamente religiose, ispirate dalla divinità e cheparlano in suo nome, annunciandone la volontàe talvolta predicendo il futuro. Il riferimento piùcomune è ai profeti ebraici e cristiani dellAnticoTestamento, ma quando si parla del "Profeta"senza ulteriori specificazioni si intende indicareMaometto, lultimo dei profeti secondo lIslam.Attualmente il linguaggio comune evidenzasoprattutto laspetto di previsione del futuro eminimizza lelemento religioso, per cui spesso losi utilizza come un sinonimo di chiaroveggente odi indovino, se non addirittura di mago odoccultista, volendo comunque indicare chiunquefornisca:1. informazioni o previsioni2. più o meno attendibili3. su qualcosa che non è ancora successo.
  • 7. Il significato della parola ebraica nabì indica «chiamare, nominare». Da qui risulterebbe che il profeta è colui che è stato chiamato per una determinata missione, che ha ricevuto una vocazione particolare in vista di un incarico prestabilito. In quanto depositario e mediatore della parola di Dio il profeta rimane essenzialmente l’uomo caratterizzato da duplice relazione: Io sono un  la fedeltà a Dio, il mandatario e il Signore della parola; profeta, e  la fedeltà all’uomo, il destinatario della parola. Dio mi ha La sua fedeltà, l’impegno dell’intera personalità e fondamentalmente l’amore appassionato rapiscono la sua vita, in più delle volte costituiscono il suodetto che ti tormento. Proclamare la parola senza compromessi, vivere contro-corrente dica che… senza alienarsi, senza scappare, senza rinunciare a nessuna delle due relazioni è la richiesta quotidiana e anche la sfida e sofferenza quotidiana del profeta. Il profeta è dunque messaggero, che esegue il mandato di trasmettere ad altri la parola che ha ricevuto da Dio. Una delle espressioni della sua missione di messaggero di Dio è la cosiddetta «formula del messaggero», «così dice il Signore», che si incontra spessissimo negli scritti profetici. Questa formula ha forza di legittimazione della figura del messaggero stesso in quanto inviato da un Altro; esprime che le parole dell’oracolo che seguiranno non sono le parole dell’uomo, Amos, Geremia… ma le parole di Dio. La funzione del profeta , essendo un «chiamato», non è svolta secondo le regole ereditarie o di appartenenza ad una scuola (Am 7,14-15 «non sono profeta, né figlio di profeta; io sono mandriano e incisore di sicomori»). Il fondamento della personalità e della missione profetica risiede interamente in colui che lo chiama. Il profeta viene rapito da Dio, sradicato dalle sue occupazioni abituali (Amos «il Signore mi ha preso da dietro il gregge»), conquistato da Dio, a prescindere dalla sua collocazione geografica, familiare o predisposizione caratteriale, e destinato ad incarnare la parola di Dio destinata al popolo, portarla nel proprio corpo, assimilarla con ogni sua dolcezza e amarezza. Questo rapimento divino, la forza che afferra il profeta e lo consuma come fuoco dal di dentro (Ger 20,9) fa sì che egli si sente vinto, costretto quasi ad annunciare la parola (Am 3,8) e subirne le
  • 8. [Costituzione Dei Verbum 12] «Dio ha parlato nella SacraScrittura per mezzo di uomini e alla maniera Il profeta è percepito come unumana». Il desiderio divino di comunicazione personaggio scomodo per la grandecon l’umanità traspare dalle prime pagine della parte dei suoi uditori. Non vieneBibbia, dal primo momento della storia accettato il suo esigente messaggio didell’uomo, e cioè dalla creazione. A differenza prendere sul serio Dio in tutte le sferedi qualsiasi altro essere creato l’uomo ha il della vita della comunità. È scomodoprivilegio e la capacità di essere l’interlocutore mettersi in questione, rinunciare alladel Creatore. comodità e alla quiete di certezze e diFin dal racconto della creazione si narra che Dio sicurezze acquisite. È più facilecrea l’uomo come suo interlocutore e da quel accontentarsi dell’immagine di Diomomento Dio non smette di parlare con lontano e inerte, è più facile costruirsil’umanità. (Es 33,11 riporta la figura di Mosè con il un’immagine di Dio conforme alla nostraquale Dio «parlava faccia a faccia, come un uomo stessa immagine.parla con un suo amico».) Il profeta è rifiutato dal potere politico eDopo la morte preferisce Salomone il regno religioso che del Re i «falsi profeti»,d’Israele si divise in due parti:rassicurazione che preferisce le parole di il Regno di Giudae il non di richiamo alla conversione. Per si e Regno di Israele. In questo periododiffondo in maniera forte: rivolge contro il gli questo anche il potere si la corruzione,intrighi, lidolatria... cacciato viain questa profeta: Amos viene Sorgono con lasituazione i PROFETI, uomini aposseduti dalla proibizione di profetizzare Betel (Am 7,12-13); Geremia viene fustigato edParola, uomini che si dedicano interamente al esposto alla gogna dal capo del tempioservizio della Parola, uomini che incarnano laparola di Dio. Il profeta è lapidato indovino, ma (Ger 20,2); Zaccaria non è un negli atricolui che parla in 24,17-22).Dio e fa della sua del tempio (2Cr nome distessa vita un messaggio da leggere einterpretare.

×