• Like
Afdv
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Afdv

  • 1,572 views
Uploaded on

 

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
1,572
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2

Actions

Shares
Downloads
3
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. UNO SPAZIO PER L’INNOVAZIONE SOCIALE A BOLOGNA. UN SOGNO. METTIAMOLO ALLA PROVA. PRIMO UNMEETING CON LE ANTENNE | ALBERGO DEL PALLONE 7-5-12 live tweeting #hubbolmercoledì 9 maggio 12
  • 2. due gradi di separazione, per iniziare • noi. professionisti, consulenti, architetti. proviamo a cambiare le cose. a innovare. abbiamo un’idea sulla città. • voi. professionisti, imprenditori. anche voi le cose le cambiate. anche voi fate innovazione. di prodotto, di processo, di cultura. • noi.mercoledì 9 maggio 12
  • 3. due gradi di separazione, per iniziare noi + voi • noi. professionisti, consulenti, architetti. proviamo a cambiare le cose. a innovare. abbiamo un’idea sulla città. • voi. professionisti, imprenditori. anche voi le cose le cambiate. anche voi fate innovazione. di prodotto, di processo, di cultura. • noi.mercoledì 9 maggio 12
  • 4. due gradi di separazione, per iniziare noi + voi = noi2 • noi. professionisti, consulenti, architetti. proviamo a cambiare le cose. a innovare. abbiamo un’idea sulla città. • voi. professionisti, imprenditori. anche voi le cose le cambiate. anche voi fate innovazione. di prodotto, di processo, di cultura. • noi.mercoledì 9 maggio 12
  • 5. UNA VISIONE E TRE INGREDIENTI: CRESCITA + LAVORO + CITTA’. IPOTESI, DA METTERE ALLA PROVA.mercoledì 9 maggio 12
  • 6. buchi nerimercoledì 9 maggio 12
  • 7. buchi neri • Nel 2010 sono sempre state sopra i 2-2,5 milioni di ore ogni mese, con punte anche oltre 3. Nel 2011 il monte ore si è "stabilizzato" su 1 milione e 500mila ore mensili e non dà segnali di miglioramento.mercoledì 9 maggio 12
  • 8. buchi neri • Nel 2010 sono sempre state sopra i 2-2,5 milioni di ore ogni mese, con punte anche oltre 3. Nel 2011 il monte ore si è "stabilizzato" su 1 milione e 500mila ore mensili e non dà segnali di miglioramento. • La Provincia di Bologna è vicina alla “soglia psicologica” dei 80.000 disoccupati (74.299 al 31/10/2011) , con una crescita del 78% negli ultimi cinque anni.mercoledì 9 maggio 12
  • 9. buchi neri • Nel 2010 sono sempre state sopra i 2-2,5 milioni di ore ogni mese, con punte anche oltre 3. Nel 2011 il monte ore si è "stabilizzato" su 1 milione e 500mila ore mensili e non dà segnali di miglioramento. • La Provincia di Bologna è vicina alla “soglia psicologica” dei 80.000 disoccupati (74.299 al 31/10/2011) , con una crescita del 78% negli ultimi cinque anni. • Contemporaneamente è in costante calo il ricorso ad assunzioni con contratto a tempo indeterminato (ferme al 15,7% del totale), mentre volano tutte le forme di contratto a termine: tempi determinati (48,2%), di somministrazione (14,3%) e Co.Co.Co. e Co.Pro. (10,6%).mercoledì 9 maggio 12
  • 10. buchi neri • Nel 2010 sono sempre state sopra i 2-2,5 milioni di ore ogni mese, con punte anche oltre 3. Nel 2011 il monte ore si è "stabilizzato" su 1 milione e 500mila ore mensili e non dà segnali di miglioramento. • La Provincia di Bologna è vicina alla “soglia psicologica” dei 80.000 disoccupati (74.299 al 31/10/2011) , con una crescita del 78% negli ultimi cinque anni. • Contemporaneamente è in costante calo il ricorso ad assunzioni con contratto a tempo indeterminato (ferme al 15,7% del totale), mentre volano tutte le forme di contratto a termine: tempi determinati (48,2%), di somministrazione (14,3%) e Co.Co.Co. e Co.Pro. (10,6%). • il ripensamento radicale del modello di crescita e sviluppo richiede una capacità di progettazione e interazione tra le pratiche professionali mai vista prima.mercoledì 9 maggio 12
  • 11. CRESCE IL NUMERO DI CHI RINUNCIA A CERCARE UN LAVORO. E DI CHI NON HA GLI STRUMENTI PER FARSENE UNO.mercoledì 9 maggio 12
  • 12. corpi celesti: talenti da svenderemercoledì 9 maggio 12
  • 13. corpi celesti: talenti da svendere • lavorare meno. In Italia il tasso di disoccupazione giovanile è al 27,9%, ben superiore alla media ponderata dellarea Ocse (16,7%). In aumento di oltre 9 punti percentuali rispetto allinizio della crisi, nel 2007, quando la disoccupazione giovanile era il 20,3%. • scoraggiati. Nel 2011 gli inattivi che non cercano un impiego sono 2 milioni 897 mila, con un rialzo annuo del 4,8% (+133 mila unita’). La quota di questi inattivi rispetto alle forze lavoro è dell’11,6%, dato superiore di oltre 3 volte a quello medio Ue. • autonomi? Sono 87.553 le partite Iva aperte a gennaio, + 4,5% rispetto al corrispondente mese del 2011. A • brain drain. I laureati italiani finiti all’estero sono aumentati del 40% in sette anni. Nei primi dieci mesi del 2010 si sono trasferiti all’estero 65mila “under 30″ (dati Ance)mercoledì 9 maggio 12
  • 14. IL NUOVO MODELLO PRODUTTIVO E’ DISTRIBUITO, BASATO SULLO SCAMBIO, NOMADE, AUTONOMO.mercoledì 9 maggio 12
  • 15. una nebulosa: chi fa innovazione sociale, a bologna università e centri di ricerca imprese sociali professionisti quarto settore/ informale associazioni impresa profitmercoledì 9 maggio 12
  • 16. TANTE IDEE, IMPRESE, START-UP. RICERCA, CONSULENZA, SERVIZI. SENZA UN PUNTO DI INCONTRO.mercoledì 9 maggio 12
  • 17. esistono altre forme di vita?mercoledì 9 maggio 12
  • 18. esistono altre forme di vita? • lavoratori senza dimora. nomadic workers, dicono. nomadi per scelta o necessità, gente che lavora sulle panchine armata di un laptop e un cellulare. • startupper. professionisti sognatori e che progettano nuove imprese e che lavorano nella propria cameretta (o in quella dei bambini) • knowledge workers. ricercatori, giornalisti, consulenti, • innovatori. change makers, che cambiano la vita delle persone producendo e introducendo innovazioni.mercoledì 9 maggio 12
  • 19. SERVE QUALCOSA CHE AGGREGHI E CONSENTA DI DISTINGUERE LE COSTELLAZIONI, UNENDO I PUNTINI.mercoledì 9 maggio 12
  • 20. mercoledì 9 maggio 12
  • 21. HUBBOLmercoledì 9 maggio 12
  • 22. what... (di cosa stiamo parlando)mercoledì 9 maggio 12
  • 23. what... (di cosa stiamo parlando) • uno spazio per lavorare insieme a progetti di innovazione, qualunque cosa voglia dire. Che rendano il mondo un po’ migliore di com’è.mercoledì 9 maggio 12
  • 24. what... (di cosa stiamo parlando) • uno spazio per lavorare insieme a progetti di innovazione, qualunque cosa voglia dire. Che rendano il mondo un po’ migliore di com’è. • un contenitore di idee che si incontrano e crescono, di relazioni. Dove fare networking, oltre la Rete.mercoledì 9 maggio 12
  • 25. what... (di cosa stiamo parlando) • uno spazio per lavorare insieme a progetti di innovazione, qualunque cosa voglia dire. Che rendano il mondo un po’ migliore di com’è. • un contenitore di idee che si incontrano e crescono, di relazioni. Dove fare networking, oltre la Rete. • per chi ci arriva, dev’essere il posto più bello del mondo. Il posto dove avrei sempre voluto stare e lavorare.mercoledì 9 maggio 12
  • 26. what... (di cosa stiamo parlando) • uno spazio per lavorare insieme a progetti di innovazione, qualunque cosa voglia dire. Che rendano il mondo un po’ migliore di com’è. • un contenitore di idee che si incontrano e crescono, di relazioni. Dove fare networking, oltre la Rete. • per chi ci arriva, dev’essere il posto più bello del mondo. Il posto dove avrei sempre voluto stare e lavorare. • last but not least, è un’impresa con un suo modello di businessmercoledì 9 maggio 12
  • 27. mercoledì 9 maggio 12
  • 28. when... (condizioni)mercoledì 9 maggio 12
  • 29. when... (condizioni) •candidatura e la sua eventuale accettazione •la presenza di un gruppo di founders •una sostenibilità credibile dell’impresamercoledì 9 maggio 12
  • 30. who...mercoledì 9 maggio 12
  • 31. e soprattutto... wheremercoledì 9 maggio 12
  • 32. e soprattutto... where • per essere nevralgico, lo spazio deve essere centralemercoledì 9 maggio 12
  • 33. e soprattutto... where • per essere nevralgico, lo spazio deve essere centrale • per essere accessibile, deve essere connesso e integrato ai vari modi dello spostamento delle personemercoledì 9 maggio 12
  • 34. e soprattutto... where • per essere nevralgico, lo spazio deve essere centrale • per essere accessibile, deve essere connesso e integrato ai vari modi dello spostamento delle persone • per essere vivo, deve essere aperto ad altre esperienze e ampliamentimercoledì 9 maggio 12
  • 35. e soprattutto... where • per essere nevralgico, lo spazio deve essere centrale • per essere accessibile, deve essere connesso e integrato ai vari modi dello spostamento delle persone • per essere vivo, deve essere aperto ad altre esperienze e ampliamenti • per essere appetibile, dev’essere progettato e progettabile con attenzione molto spiccata alla funzionalità e all’interazione, con forte investimento sulla creativitàmercoledì 9 maggio 12
  • 36. due gradi di separazione, per iniziaremercoledì 9 maggio 12
  • 37. due gradi di separazione, per iniziare i miei 2 centmercoledì 9 maggio 12
  • 38. come procediamo?mercoledì 9 maggio 12
  • 39. mercoledì 9 maggio 12
  • 40. mercoledì 9 maggio 12