Your SlideShare is downloading. ×
Afdv
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Afdv

1,616
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,616
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. UNO SPAZIO PER L’INNOVAZIONE SOCIALE A BOLOGNA. UN SOGNO. METTIAMOLO ALLA PROVA. PRIMO UNMEETING CON LE ANTENNE | ALBERGO DEL PALLONE 7-5-12 live tweeting #hubbolmercoledì 9 maggio 12
  • 2. due gradi di separazione, per iniziare • noi. professionisti, consulenti, architetti. proviamo a cambiare le cose. a innovare. abbiamo un’idea sulla città. • voi. professionisti, imprenditori. anche voi le cose le cambiate. anche voi fate innovazione. di prodotto, di processo, di cultura. • noi.mercoledì 9 maggio 12
  • 3. due gradi di separazione, per iniziare noi + voi • noi. professionisti, consulenti, architetti. proviamo a cambiare le cose. a innovare. abbiamo un’idea sulla città. • voi. professionisti, imprenditori. anche voi le cose le cambiate. anche voi fate innovazione. di prodotto, di processo, di cultura. • noi.mercoledì 9 maggio 12
  • 4. due gradi di separazione, per iniziare noi + voi = noi2 • noi. professionisti, consulenti, architetti. proviamo a cambiare le cose. a innovare. abbiamo un’idea sulla città. • voi. professionisti, imprenditori. anche voi le cose le cambiate. anche voi fate innovazione. di prodotto, di processo, di cultura. • noi.mercoledì 9 maggio 12
  • 5. UNA VISIONE E TRE INGREDIENTI: CRESCITA + LAVORO + CITTA’. IPOTESI, DA METTERE ALLA PROVA.mercoledì 9 maggio 12
  • 6. buchi nerimercoledì 9 maggio 12
  • 7. buchi neri • Nel 2010 sono sempre state sopra i 2-2,5 milioni di ore ogni mese, con punte anche oltre 3. Nel 2011 il monte ore si è "stabilizzato" su 1 milione e 500mila ore mensili e non dà segnali di miglioramento.mercoledì 9 maggio 12
  • 8. buchi neri • Nel 2010 sono sempre state sopra i 2-2,5 milioni di ore ogni mese, con punte anche oltre 3. Nel 2011 il monte ore si è "stabilizzato" su 1 milione e 500mila ore mensili e non dà segnali di miglioramento. • La Provincia di Bologna è vicina alla “soglia psicologica” dei 80.000 disoccupati (74.299 al 31/10/2011) , con una crescita del 78% negli ultimi cinque anni.mercoledì 9 maggio 12
  • 9. buchi neri • Nel 2010 sono sempre state sopra i 2-2,5 milioni di ore ogni mese, con punte anche oltre 3. Nel 2011 il monte ore si è "stabilizzato" su 1 milione e 500mila ore mensili e non dà segnali di miglioramento. • La Provincia di Bologna è vicina alla “soglia psicologica” dei 80.000 disoccupati (74.299 al 31/10/2011) , con una crescita del 78% negli ultimi cinque anni. • Contemporaneamente è in costante calo il ricorso ad assunzioni con contratto a tempo indeterminato (ferme al 15,7% del totale), mentre volano tutte le forme di contratto a termine: tempi determinati (48,2%), di somministrazione (14,3%) e Co.Co.Co. e Co.Pro. (10,6%).mercoledì 9 maggio 12
  • 10. buchi neri • Nel 2010 sono sempre state sopra i 2-2,5 milioni di ore ogni mese, con punte anche oltre 3. Nel 2011 il monte ore si è "stabilizzato" su 1 milione e 500mila ore mensili e non dà segnali di miglioramento. • La Provincia di Bologna è vicina alla “soglia psicologica” dei 80.000 disoccupati (74.299 al 31/10/2011) , con una crescita del 78% negli ultimi cinque anni. • Contemporaneamente è in costante calo il ricorso ad assunzioni con contratto a tempo indeterminato (ferme al 15,7% del totale), mentre volano tutte le forme di contratto a termine: tempi determinati (48,2%), di somministrazione (14,3%) e Co.Co.Co. e Co.Pro. (10,6%). • il ripensamento radicale del modello di crescita e sviluppo richiede una capacità di progettazione e interazione tra le pratiche professionali mai vista prima.mercoledì 9 maggio 12
  • 11. CRESCE IL NUMERO DI CHI RINUNCIA A CERCARE UN LAVORO. E DI CHI NON HA GLI STRUMENTI PER FARSENE UNO.mercoledì 9 maggio 12
  • 12. corpi celesti: talenti da svenderemercoledì 9 maggio 12
  • 13. corpi celesti: talenti da svendere • lavorare meno. In Italia il tasso di disoccupazione giovanile è al 27,9%, ben superiore alla media ponderata dellarea Ocse (16,7%). In aumento di oltre 9 punti percentuali rispetto allinizio della crisi, nel 2007, quando la disoccupazione giovanile era il 20,3%. • scoraggiati. Nel 2011 gli inattivi che non cercano un impiego sono 2 milioni 897 mila, con un rialzo annuo del 4,8% (+133 mila unita’). La quota di questi inattivi rispetto alle forze lavoro è dell’11,6%, dato superiore di oltre 3 volte a quello medio Ue. • autonomi? Sono 87.553 le partite Iva aperte a gennaio, + 4,5% rispetto al corrispondente mese del 2011. A • brain drain. I laureati italiani finiti all’estero sono aumentati del 40% in sette anni. Nei primi dieci mesi del 2010 si sono trasferiti all’estero 65mila “under 30″ (dati Ance)mercoledì 9 maggio 12
  • 14. IL NUOVO MODELLO PRODUTTIVO E’ DISTRIBUITO, BASATO SULLO SCAMBIO, NOMADE, AUTONOMO.mercoledì 9 maggio 12
  • 15. una nebulosa: chi fa innovazione sociale, a bologna università e centri di ricerca imprese sociali professionisti quarto settore/ informale associazioni impresa profitmercoledì 9 maggio 12
  • 16. TANTE IDEE, IMPRESE, START-UP. RICERCA, CONSULENZA, SERVIZI. SENZA UN PUNTO DI INCONTRO.mercoledì 9 maggio 12
  • 17. esistono altre forme di vita?mercoledì 9 maggio 12
  • 18. esistono altre forme di vita? • lavoratori senza dimora. nomadic workers, dicono. nomadi per scelta o necessità, gente che lavora sulle panchine armata di un laptop e un cellulare. • startupper. professionisti sognatori e che progettano nuove imprese e che lavorano nella propria cameretta (o in quella dei bambini) • knowledge workers. ricercatori, giornalisti, consulenti, • innovatori. change makers, che cambiano la vita delle persone producendo e introducendo innovazioni.mercoledì 9 maggio 12
  • 19. SERVE QUALCOSA CHE AGGREGHI E CONSENTA DI DISTINGUERE LE COSTELLAZIONI, UNENDO I PUNTINI.mercoledì 9 maggio 12
  • 20. mercoledì 9 maggio 12
  • 21. HUBBOLmercoledì 9 maggio 12
  • 22. what... (di cosa stiamo parlando)mercoledì 9 maggio 12
  • 23. what... (di cosa stiamo parlando) • uno spazio per lavorare insieme a progetti di innovazione, qualunque cosa voglia dire. Che rendano il mondo un po’ migliore di com’è.mercoledì 9 maggio 12
  • 24. what... (di cosa stiamo parlando) • uno spazio per lavorare insieme a progetti di innovazione, qualunque cosa voglia dire. Che rendano il mondo un po’ migliore di com’è. • un contenitore di idee che si incontrano e crescono, di relazioni. Dove fare networking, oltre la Rete.mercoledì 9 maggio 12
  • 25. what... (di cosa stiamo parlando) • uno spazio per lavorare insieme a progetti di innovazione, qualunque cosa voglia dire. Che rendano il mondo un po’ migliore di com’è. • un contenitore di idee che si incontrano e crescono, di relazioni. Dove fare networking, oltre la Rete. • per chi ci arriva, dev’essere il posto più bello del mondo. Il posto dove avrei sempre voluto stare e lavorare.mercoledì 9 maggio 12
  • 26. what... (di cosa stiamo parlando) • uno spazio per lavorare insieme a progetti di innovazione, qualunque cosa voglia dire. Che rendano il mondo un po’ migliore di com’è. • un contenitore di idee che si incontrano e crescono, di relazioni. Dove fare networking, oltre la Rete. • per chi ci arriva, dev’essere il posto più bello del mondo. Il posto dove avrei sempre voluto stare e lavorare. • last but not least, è un’impresa con un suo modello di businessmercoledì 9 maggio 12
  • 27. mercoledì 9 maggio 12
  • 28. when... (condizioni)mercoledì 9 maggio 12
  • 29. when... (condizioni) •candidatura e la sua eventuale accettazione •la presenza di un gruppo di founders •una sostenibilità credibile dell’impresamercoledì 9 maggio 12
  • 30. who...mercoledì 9 maggio 12
  • 31. e soprattutto... wheremercoledì 9 maggio 12
  • 32. e soprattutto... where • per essere nevralgico, lo spazio deve essere centralemercoledì 9 maggio 12
  • 33. e soprattutto... where • per essere nevralgico, lo spazio deve essere centrale • per essere accessibile, deve essere connesso e integrato ai vari modi dello spostamento delle personemercoledì 9 maggio 12
  • 34. e soprattutto... where • per essere nevralgico, lo spazio deve essere centrale • per essere accessibile, deve essere connesso e integrato ai vari modi dello spostamento delle persone • per essere vivo, deve essere aperto ad altre esperienze e ampliamentimercoledì 9 maggio 12
  • 35. e soprattutto... where • per essere nevralgico, lo spazio deve essere centrale • per essere accessibile, deve essere connesso e integrato ai vari modi dello spostamento delle persone • per essere vivo, deve essere aperto ad altre esperienze e ampliamenti • per essere appetibile, dev’essere progettato e progettabile con attenzione molto spiccata alla funzionalità e all’interazione, con forte investimento sulla creativitàmercoledì 9 maggio 12
  • 36. due gradi di separazione, per iniziaremercoledì 9 maggio 12
  • 37. due gradi di separazione, per iniziare i miei 2 centmercoledì 9 maggio 12
  • 38. come procediamo?mercoledì 9 maggio 12
  • 39. mercoledì 9 maggio 12
  • 40. mercoledì 9 maggio 12