Your SlideShare is downloading. ×
0
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Pianificare la comunicazione: zero fuffa, sette passi metodologici

1,600

Published on

Il piano di comunicazione è come il sesso: in molti ne parlano, ma in pochi lo fanno bene. …

Il piano di comunicazione è come il sesso: in molti ne parlano, ma in pochi lo fanno bene.

Ecco la mia metodologia, senza fuffa, dritto al punto: 7 passi da seguire per impostare correttamente la tua comunicazione.

Published in: Self Improvement
2 Comments
5 Likes
Statistics
Notes
No Downloads
Views
Total Views
1,600
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
68
Comments
2
Likes
5
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. linkedin.com/in/pierozilioPIANIFICARE LA COMUNICAZIONEPiero ZILIOzero fuffa,sette passi metodologici
  • 2. OBIETTIVI• li conosci? ti sono chiari?• puoi tradurli in obiettividi comunicazione?• sono raggiungibilie misurabili?2/11Piero ZILIOIl piano di comunicazione serve a supportare gli obiettivi organizzativi:
  • 3. INTERLOCUTORI3/11Piero ZILIO• li hai individuati? raggruppati?• hai capito cosa li distingue?• sono stati assegnatiagli obiettivi?Ogni obiettivo del piano si riferisce a un gruppo di interlocutori specifico:
  • 4. STRATEGIE4/11Piero ZILIO• segmento(es. differenziata, concentrata,...)• scopo(es. persuasione, agevolazione,...)• contatto (es. diretto, mediato,...)• portata (es. vasta, ridotta,...)• stile (es. educativo, misto, ...)Obiettivi e destinatari diversi richiedono strategie ad hoc rispetto a:
  • 5. CONTENUTI5/11Piero ZILIO• hai circoscritto il tuo camposemantico di riferimento?• hai programmato ilpiano editoriale?I contenuti sono (1) valori e (2) informazioni da usare nei messaggi:
  • 6. MEDIA6/11Piero ZILIO• abbina i media ai contenuti(es. non parlare di innovazione con un fonogramma)• ragiona in termini dimedia-mixObiettivi, destinatari, strategie e contenuti diversi = media diversi:
  • 7. AZIONI7/11Piero ZILIOPer ogni mezzo individuato:• fai il censimento di azioni estrumenti disponibili• scegli azioni e strumenticoerenti (con.01,.02,.03,.04,.05)• programma
  • 8. VALUTAZIONE8/11Piero ZILIO• definisci obiettivi di valutazionesu quelli di comunicazione• usa indicatori qualitativioltre che quantitativi• monitora e adattacontinuamenteImposta un piano flessibile e modificabile:
  • 9. NON COMINCIAREil piano di comunicazioneSCEGLIENDO I MEDIA9/11Piero ZILIO
  • 10. COMINCIA SEMPREDALL’ANALISI DEI DATI10/11Piero ZILIOil piano di comunicazione
  • 11. 11/11Piero ZILIOpierozilio@pierozilio.euhttp://www.slideshare.net/pieroziliohttp://it.linkedin.com/in/pierozilio/itPiero ZILIO

×