Your SlideShare is downloading. ×

Avis 01 Scenario

399
views

Published on

La prima presentazione fatta a Gavardo sullo scenario dei Social Media

La prima presentazione fatta a Gavardo sullo scenario dei Social Media

Published in: Education

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
399
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
4
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Social MediaTre serate alla scoperta di Facebook, Twitter e delle nuove piattaforme digitali Piero Tagliapietra
  • 2. I numeri Utenti Piattaforme Cosa sono Definizione StoriaI Social Media Funzionamento Sociologia Tecnologia Legale Uso Facebook Blog Twitter Linkedin
  • 3. Capacità ConsapevolezzaNormalmente i ragazzi sonomolto “bravi” con le tecnologie,ma non hanno sempre idea delleconseguenze; gli adulti sono, dinorma, consapevoli grazieall’esperienza, ma non semprehanno un buon rapporto oconoscenza della tecnologia e deinuovi strumenti che i loro figliusano. L’ideale è fare in modoche queste percentuali cambino Ragazzi Adulti
  • 4. 1 I numeri Quante persone ci sono sui Social Media? Quanti sono i Social Media?
  • 5. Social Media Revolution http://www.youtube.com/watch?v=3SuNx0UrnEo http://www.youtube.com/watch?v=0eUeL3n7fDs Cosa succede in 60 secondi su internet?http://www.youtube.com/watch?v=YDmdmqzZKBI&feature=related
  • 6. In Italia Più di 27 milioni di utenti online Più di 22 milioni di utenti su Facebook 13 milioni su Facebook ogni giorno Twitter è visitato da 3,6 milioni di utenti al meseIn sei mesi hanno lanciato più di 60 milioni di update
  • 7. Non esiste soloFacebookDi solito parliamo solo di Facebook,di Blog, alcuni di Twitter, linkedin eGoogle Plus, ma in realtà, questi nonsono che semplici gocce in un marevastissimo
  • 8. I principali Social MediaLinkedin Twitter Google+ BlogFacebook Pinterest Foursquare
  • 9. 2 Cosa sono Che cos’è esattamente un Social Media? Da dove vengono? Sono davvero nuovi?
  • 10. Cos’hanno in comune? Stiamo parlando di strumenti possiamo usarli bene o malepossono essere sicuri o pericolosi
  • 11. “Social media è un termine generico che indica tecnologie e praticheonline che le persone adottano per condividere contenuti testuali,immagini, video e audio.Un gruppo di applicazioni Internet basate sui presupposti ideologici etecnologici del Web 2.0 che consentono la creazione e lo scambio dicontenuti generati dagli utenti.http://it.wikipedia.org/wiki/Social_media“Si tende a indicare come Web 2.0 linsieme di tutte quelle applicazionionline che permettono uno spiccato livello di interazione tra il sito web elutente in contrapposizione al cosiddetto Web statico o Web 1.0.http://it.wikipedia.org/wiki/Web_2.0
  • 12. “Un insieme di strumenti e piattaforme digitali che cipermettono di pubblicare e scambiare vari contenuti.Mezzi digitali che facilitano le comunicazione, l’interazionee le relazioni Idee Immagini Amici LuoghiGiochi Video Testi Social Media
  • 13. “Queste piattaforme non sono assolutamente nuove, non nasconodal nulla ma si appoggiano su infrastrutture (tecnologiche e sociali)pre-esistenti: ereditano alcuni elementi dal passato. Il nuovostrumento però modifica le modalità di relazione e d’interazioneche abbiamo con le altre piattaforme (o tecnologie)
  • 14. 2011 Nasce Spling 1997 Weblog e AOL “Se cerchiamo di ripercorrere brevemente la storia dei Social Media 2010 Google Buzz 1994 Geocities (cercando delle connessioni strette)2008 Facebook supera Myspace 1988 IRC vediamo che possiamo risalire al concetto di Media 2006 Twitter 1978 BBS Sociale al 1558 e alla nascita del servizio postale 2004 Facebook 1971 Prima Email inglese Per approfondire potete vedere http:// 2003 MySpace 1558 Nascita delle poste www.copyblogger.com/history-of- social-media/
  • 15. Un contenuto può Una volta pubblicatovenire diffuso in qualcosa è facilemaniera rapida e cancellarlo, ma nonsemplice epotenzialmente Scalabile Persistente eliminarlo. Quello che pubblichiamo raramenteespandersi in maniera può essere eliminatovirale Web 2.0La maggior parte deglielementi che vengonopubblicati online sono indicizzati e possono Ricercabile Replicabile Ogni elemento digitale è per definizione copiabile essere trovati tramite e qui motori di ricerca
  • 16. 3 Funzionamento Quali sono le basi “umane” che regolano i Social Media? Sono davvero gratis e semplici da usare? Molto velocemente, quali regole e leggi valgono online?
  • 17. InformivoriLa nostra sopravvivenza di basa sulla capacità di leggere l’ambiente circostante,anticiparne i pericoli, coglierne le opportunitàPer approfondire il concetto di information foraging e di informivori: http://www.pierotaglia.net/la7-e-youtube- charnov-e-gli-informivori/ e http://www.pierotaglia.net/ introduzione-allinformation-foraging Photo by http://www.sxc.hu/profile/ aljabak
  • 18. Vicinanza InteresseIn passato si poteva “essere amici” solamente di chi era cresciuto nellanostra via, abitava nel nostro paese.Oggi invece possiamo entrare in contatto con persone lontane da noifisicamente ma che condividono i nostri stessi interessi.
  • 19. Netiquette 1. Quando si arriva in un nuovo newsgroup o in una nuova lista di distribuzione via posta elettronica, è bene leggere i messaggi che vi circolano per almeno due settimane prima di inviare propri messaggi: in questo modo ci si rende conto dellargomento e del metodo con il quale questultimo viene trattato in tale comunità.http:// 2. Se si manda un messaggio, è bene che esso sia sintetico e descriva in modo chiaro e diretto il problema. Specificare sempre, in modo breve e significativo, loggetto (campo "Subject") del testo incluso nella mail. Se si utilizza un "signature file", mantenerloit.wikipedia.org/wiki/ breve e significativo. 3. Non scrivere in maiuscolo in un intero messaggio, poiché ciò vorrebbe dire urlare nei confronti dellinterlocutore. 4. Non divagare rispetto allargomento del newsgroup o della lista di distribuzione via posta elettronica.Netiquette 5. Evitare, quanto più possibile, broadcast del proprio messaggio verso molte mailing list (o newsgroups). Nella stragrande maggioranza dei casi esiste una e una sola mailing list che costituisce il destinatario corretto, e che include tutti e soli gli utenti che sono effettivamente interessati. 6. Se si risponde a un messaggio ("quote"), evidenziare i passaggi rilevanti del messaggio originario, allo scopo di facilitare la comprensione da parte di coloro che non lo hanno letto, ma non riportare mai sistematicamente lintero messaggio originale, se non quando necessario. 7. Non condurre "guerre di opinione" sulla rete a colpi di messaggi e contromessaggi: se ci sono diatribe personali, è meglio risolverle via posta elettronica in corrispondenza privata tra gli interessati. 8. Non pubblicare mai, senza lesplicito permesso dellautore, il contenuto di messaggi di posta elettronica. 9. Non pubblicare messaggi stupidi o che semplicemente prendono le parti delluno o dellaltro fra i contendenti in una discussione. Leggere sempre le FAQ (Frequently Asked Questions) relative allargomento trattato prima di inviare nuove domande. 10. Non inviare tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o comunicazioni che non siano state sollecitate in modo esplicito. 11. Non essere intolleranti con chi commette errori sintattici o grammaticali. Chi scrive è comunque tenuto a migliorare il proprio linguaggio in modo da risultare comprensibile alla collettività. Alle regole precedenti, vanno aggiunti altri criteri che derivano direttamente dal buon senso: 1. La rete è utilizzata come strumento di lavoro da molti utenti. Nessuno di costoro ha tempo per leggere messaggi inutili o frivoli o di carattere personale, e dunque non di interesse generale. 2. Qualunque attività che appesantisca il traffico o i servizi sulla rete, quali per esempio il trasferimento di archivi voluminosi o linvio di messaggi di posta elettronica contenenti grossi allegati a un gran numero di destinatari, deteriora il rendimento complessivo della rete. Si raccomanda pertanto di effettuare queste operazioni in modo da ridurre il più possibile limpatto sulla rete. In particolare si raccomanda di: effettuare i trasferimenti di archivi in orari diversi da quelli di massima operatività (per esempio di notte), tenendo presenti le eventuali differenze di fuso orario; non inviare per posta elettronica grosse moli di dati; indicare (ove possibile) la locazione (URL) dei dati nel messaggio, rendendoli disponibili per il prelievo o la consultazione sulla rete. 3. Vi sono sulla rete una serie di siti server (file server) che contengono, in copia aggiornata, documentazione, software e altri oggetti disponibili sulla rete. Informatevi preventivamente su quale sia il nodo server più accessibile per voi. Se un file è disponibile su di esso o localmente, non vi è alcuna ragione per scaricarlo, impegnando inutilmente la linea e impiegando un tempo sicuramente maggiore per il trasferimento. ■ Il software reperibile sulla rete può essere coperto da brevetti e/o vincoli di utilizzo di varia natura. Leggere sempre attentamente la documentazione di accompagnamento prima di utilizzarlo, modificarlo o re-distribuirlo in qualunque modo e sotto qualunque forma.
  • 20. 4 Uso Cosa posso fare con Facebook? I blog, perché? Twitter e Linkedin servono a qualcosa?
  • 21. FacileIn contatto con gli amici Persona fisica Nome Reale Gratis
  • 22. 18 punti ulteriori accesso solo per +13 anni non denigrare altri utenti solo account autentici materiali di proprietà di Facebook vietato dare informazioni false contenuti visibili a tutti non diffamare solo contenuti che non violano policy solo un profilo responsabilità del singolovietato condividere il proprio account dati negli USA
  • 23. Per modificare le impostazioni sulla privacy andate su https://www.facebook.com/ settings/?tab=privacy
  • 24. Il blog è uno spazio che può essere usato in diversi modi come ad esempio:• diario personale• spazio per raccogliere appunti o approfondire tematiche legate alla propriaprofessione• racconto di prodotti o della storia dell’azienda• area per comunicare o per diffondere informazioni (è molto difficile oggicapire dove inizia un blog e inizia un sito aziendale o un giornale)Le due piattaforme gratuite principali sono:Wordpress: www.wordpress.comBlogger http://www.blogger.com
  • 25. Per avere una visione rapida dei termini di servizio delle varie piattaforme poteteusare È in inglese ma si riescono a capire meglio i vari contratti delle piattaformeonline http://tos-dr.info

×