Diritto all'oblio

  • 3,162 views
Uploaded on

Lezione di Informatica Giuridica Avanzata del 23 marzo 2012.

Lezione di Informatica Giuridica Avanzata del 23 marzo 2012.

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
3,162
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Immagine e diritto alloblioSimone BonavitaProfessore a Contratto in "trattamento dei datisensibili"Università degli Studi di Milano Marzo 2012aa 2011/2012
  • 2. Molti dati, molte informazioni derivano da contenuti immessi dagli utenti.  Cosa cambia nella comunicazione?  Come si passa dal web 1.0 al web 2.0?  E questa lera della comunicazione?  E questa lera del data mining?
  • 3. La fine di un’era 2009: Social network boom ed è sorpasso sul porno. Con l’aumentare del traffico dei social network visitatori dei siti porno sono diminuiti.(Cfr.Click: What Millions of People are Doing Online and Why It Matters)
  • 4. La fine di un’eraRicerche in ascesa [cfr. Google Zeitgeist 2009] 1. michael jackson 2. facebook 3. tuenti 4. twitter 5. sanalika 6. new moon 7. lady gaga 8. windows 7 9. dantri.com.vn 10. torpedo gratis
  • 5. La fine di un’eraRicerche in ascesa [cfr. Google Zeitgeist 2010] 1. chatroulette 2. ipad 3. justin bieber 4. nicki minaj 5. friv 6. myxer 7. katy perry 8. twitter 9. gamezer 10. facebook
  • 6. La fine di un’era
  • 7. La fine di un’era
  • 8. La fine di un’era
  • 9. La fine di un’era
  • 10. La fine di un’era
  • 11. CITYSENSE
  • 12. Di cosa siamo fatti?
  • 13. Comunicare (SEMPRE E COMUNQUE..) Siamo fatti della stessa sostanza dei sogni [William Shakespeare] Noi siamo quello che mangiamo [Giorge Osawa]
  • 14. Comunicare (SEMPRE E COMUNQUE..)
  • 15. Comunicare Nellera della comunicazione noi siamo i contenuti che immettiamo. La correlazione tra ciò che metiamo è la vita reale è sempre più elevato. Nellera del web 2.0 noi siamo i contenuti che condividimo o che gli altri condividono su di noi. Identità Vs Identità digitale, della quale non sempre abbiamo il controllo.
  • 16. Dati ed oblio Ognuno di noi è tracciato Vi sono fascicoli personali di noi ovunque Non sono solo le autorità ad avere questi dati Questi dati possono riaffiorare con enorme facilità
  • 17. Il diritto alloblio “Il diritto ad essere se stessi” (cfr. Piraino Leto, 1990) “non si nega la possibilità di rendere pubbliche informazioni […] ma solo che queste siano corrispondenti alla situazione concreta”(Corte Cost.13/1994) Si tutela identità-verità, anche senza violazione di privacy (Ferri, 1981)
  • 18. Il diritto alloblio VS privacy La privacy tutela la posizione sociale dellindividuo, il diritto ad essere se stessi quella privata (Zencovich, 1993) Conseguenzialità: la privacy presuppone il controllo delle informazioni, il diritto allidentità lesatta diffusione del dato. (Mezzanotte, 2009)
  • 19. Il diritto alloblio DIRITTO ALLOBLIO IdentitàIl diritto alla allidentitàprivacy personale
  • 20. Il diritto alloblio Negli anni 70 , in Italia abbiamo i primi casi giudiziari (cfr. pretore Roma 13 agosto1970) Il diritto di cronaca sembrava prevalere su ogni altro diritto, anche qualora “sia la trasmissione stessa a far riemergere il ricordo e destare linteresse”
  • 21. Il diritto alloblio Il diritto alloblio, ovvero “il diritto a che fatti, pure pubblici, attinenti al soggetto, con decorso del tempo cessino di avere tale qualità: si pensi allillecito commesso molti decenni prima”(Zencovich, 1993) Inizia ad essere rilevante la sfera temporale; la riservatezza assume dimensione dinamica.
  • 22. Il diritto alloblio Negli anni 90 inizia la consacrazione “il diritto alloblio può essere invocato solo per i fatti riguardanti vicende personali ma non per quelli già oggetto di cronaca giudizairia, per il quali deve sempre sussistere linteresse sociale della notizia.(Trib. Roma 8 novembre 1996) Riconoscimento giurisprudenziale dellesistenza alloblio: Cassazione 9 aprile 1998
  • 23. …Ed ora?La Agencia Española de Protección de Datos (AEPD) ha ordinato a Google di rimuovere dalla SERP contenenti informazioni su cittadini spagnoli. Si tratta di pagine contenenti notizie considerate lesive dell’immagine personale dai soggetti coinvolti. Dott. Hugo Guidotti Russo, un chirurgo plastico che nel 1991 è stato coinvolto in un caso di “malasanità” e chiede ora che digitando il suo nome su Google la notizia non compaia più tra i risultati.
  • 24. …Ed ora?Google non ha adempiuto a quanto chiesto dal Garante. La disputa fra Google e il Garante è giunta innanzi al Tribunale di Madrid.il Garante chiede la tutela della privacy e del diritto all’oblio, Google quella del diritto alla libertà di informazione e di espressione.la Corte di Madrid ha chiesto il parere della Corte di Giustizia Europea. (Cfr Finocchiaro, 2011)
  • 25. …Ed ora? Bruxelles, 25.1.2012 COM(2012) 11 final 2012/0011 (COD) REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIOconcernente la tutela delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali e la libera circolazione di tali dati (regolamento generale sulla protezione dei dati) (…) Articolo 17- Diritto all’oblio e alla cancellazione (…)
  • 26. Il perimetro del diritto alloblio Art. 27 Cost. → la pena deve tendere alla rieducazione, ed avere senso solo che inflitta in un dato arco temporale. (cfr Pisa, 1986); Prescrizione e “gogna mediatica”; Privacy → “un nuovo profilo della riservatezza” (Cass. 3679/1998).
  • 27. Il perimetro del diritto alloblio Persone Fisiche Persone Giuridiche (?) → Si: “ammette lestensibilità dei diritti della personalità delle persone giuridiche. (Fusaro, 2002) → No
  • 28. Il perimetro del diritto alloblio “La Repubblica riconosce e garantisce i diritti inviolabili delluomo, sia come singolo sia nelle formazioni sociali ove si svolge la sua personalità, e richiede ladempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica e sociale.” Art. 2 Cost. → pieno sviluppo della personalità umana
  • 29. Il perimetro del diritto alloblioArticolo 12 - Dichiarazione Universale dei Diritti dellUomo Nessun individuo potrà essere sottoposto ad interferenze arbitrarie nella sua vita privata, nella sua famiglia, nella sua casa, nella sua corrispondenza, nè a lesioni del suo onore e della sua reputazione. Ogni individuo ha diritto ad essere tutelato dalla legge contro tali interferenze o lesioni.
  • 30. Il perimetro del diritto alloblioArt. 8 - Convenzione Europea per la salvaguardia dei diritti delluomo e delle libertà fondamentali2. Non può esservi ingerenza di una autorità pubblica nellesercizio di tale diritto a meno che tale ingerenza sia prevista dalla legge e costituisca una misura che, in una società democratica, è necessaria per la sicurezza nazionale, per la pubblica sicurezza, per il benessere economico del paese, per la difesa dellordine e per la prevenzione dei reati, per la protezione della salute o della morale, o per la protezione dei diritti e delle libertà altrui.
  • 31. Il perimetro del diritto alloblioCarta dei diritti fondamentali dellUnione europea - Articolo 8 - Protezione dei dati di carattere personale 1. Ogni individuo ha diritto alla protezione dei dati di carattere personale che lo riguardano. 2. Tali dati devono essere trattati secondo il principio di lealtà, per finalità determinate e in base al consenso della persona interessata o a un altro fondamento legittimo previsto dalla legge. Ogni individuo ha il diritto di accedere ai dati raccolti che lo riguardano e di ottenerne la rettifica.
  • 32. back Cosa farà allora la povera Paris? Cosa farà il povero Hilton? Causa ordinaria? 700 c.p.c? Ricorso al Garante? Altro?
  • 33. Web reputazionaleIniziano a diffondersi strumenti di controllo della reputazione online.
  • 34. Web reputazionaleCosa si intende per Reputation 2.0? Gestire la Reputazione Online è un’attività complessa, che richiede elevate capacità di analisi, tempestività ed efficacia nelle azioni volte ad influenzare l’opinione pubblica. Con la diffusione di internet, ed in particolare dei servizi offerti dal Web 2.0, la Reputazione On line assume un’ulteriore e peculiare connotazione: l’attenzione si sposta ora sulla Web Reputation.