Waterfront Piacenza IT
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Waterfront Piacenza IT

on

  • 2,816 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,816
Slideshare-icon Views on SlideShare
959
Embed Views
1,857

Actions

Likes
0
Downloads
13
Comments
0

5 Embeds 1,857

http://piacenzaterritoriosnodo.wordpress.com 1835
https://piacenzaterritoriosnodo.wordpress.com 9
http://piacenzaterritoriosnodo.wordpress.com. 8
http://urban-waterfront.posterous.com 3
http://www.365dailyjournal.com 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Waterfront Piacenza IT Waterfront Piacenza IT Presentation Transcript

    • C o m u n e d i P i a c e n z a Commissione consiliare n. 2, giugno 2011 programma masterplan waterfront urbano Po
    • Inquadramento Strategico Piacenza, snodo del Corridoio 5 Piacenza, città sulla via Francigena Sviluppare, come nel passato, le funzioni urbane che hanno a che vedere con i flussi sulle grandi direttrici di transito europeo Le reti delle grandi infrastrutture L’economia della conoscenza, ricerca e innovazione Le funzioni produttive La riqualificazione urbana La cultura La città consolidata Piacenza, città sul Po Il fiume Po La rete ecologica e il paesaggio L’energia
    • La rete delle città sul Po Sviluppare, come nel passato, le funzioni urbane che hanno a che vedere con i flussi sulle grandi direttrici di transito europeo Piacenza Torino Cremona Pavia Mantova Ferrara
    • Cosa è: Piano regionale integrato trasporti
      • La Legge 183/1989 "Norme per il riassetto organizzativo e funzionale della difesa del suolo", istituisce le Autorità di bacino per i bacini idrografici di rilievo nazionale (art.12);
      • L'Autorità è un organismo misto, costituito da Stato e Regioni che opera, in conformità agli obiettivi della legge, sui bacini idrografici considerati come sistemi unitari;
      • Il bacino del Po si estende su otto regioni e raccoglie le acque di un territorio che va dal Monviso al Delta del Po;
      • L'Autorità di bacino è luogo di intesa unitaria e sinergia operativa fra tutti gli organi istituzionali interessati alla salvaguardia e allo sviluppo del bacino padano, caratterizzato da complesse problematiche ambientali;
      • L'Autorità di bacino del fiume Po ha sede a Parma, ove si è insediata nell'autunno del 1990.
      Realizzazione del corridoio navigabile del Po La nuova conca di navigazione ad Isola Serafini riapre anche per Piacenza la prospettiva della navigazione. Si chiede che il PRIT individui in modo più esplicito e puntuale gli interventi da realizzare per fare di Piacenza un terminal della navigazione nell'ambito del sistema idroviario padano-veneto. Sotto l’aspetto della navigazione ad uso turistico e diportistico, si evidenzia in particolare la prevision di un porto darsena contenuta nel PTCP di recente approvazione.
    • Come agisce piani stralcio approvati: Piano regionale integrato trasporti
      • Piano stralcio per l'Assetto Idrogeologico (PAI) ;
      • Piano stralcio per l'assetto idrogeologico del delta del fiume Po (PAI Delta) ;
      • Piano Stralcio delle Fasce Fluviali (PSFF)
      Realizzazione del corridoio navigabile del Po La nuova conca di navigazione ad Isola Serafini riapre anche per Piacenza la prospettiva della navigazione. Si chiede che il PRIT individui in modo più esplicito e puntuale gli interventi da realizzare per fare di Piacenza un terminal della navigazione nell'ambito del sistema idroviario padano-veneto. Sotto l’aspetto della navigazione ad uso turistico e diportistico, si evidenzia in particolare la prevision di un porto darsena contenuta nel PTCP di recente approvazione.
      • Piano stralcio ripristino assetto idraulico (PS45)
      • - Piano straordinario per le aree a rischio idrogeologico molto elevato (PS267)
      piani straordinari approvati: Il Piano di Bacino
    • Autorità di Bacino Comitato istituzionale 2008 Programma gestione sedimenti Recupero morfologico ed ambientale del Po
    • Autorità di Bacino Riapertura canale Lombardo Recupero morfologico ed ambientale del Po Programma gestione sedimenti
    • Piano regionale integrato trasporti
      • 1806 istituito il Magistrato del Po, dopo l’Unità d’Italia (piene 1907 e 1917), nel 1924 si istituisce a Parma il coordinamento centrale del Po e dopo la piena del 1951 (con legge istitutiva nel 1956 si organizza il servizio moderno;
      • Nel 2003 a seguito della DL 112/1998 si istituisce l’AIPO;
      • E’ un organismo tecnico su 4 regioni: Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto;
      • Ha un Comitato di indirizzo (politico con 4 assessori regionali) e tecnico (con 4 dirigenti regionali);
      • Possiede struttura operativa interna e si occupa di:
        • progettazione e realizzazione opere idrauliche
        • servizio di piena
        • navigabilità interna
        • monitoraggio sulle condizioni idrauliche
      i progetti
    • direttiva 2000/60/CE: i piani di gestione Agenzie regionali navigazione recepita in Italia nel 2006; 8 distretti idrografici e prevede per ogni distretto la redazione di un piano di gestione, attribuendone la competenza alle Autorità di distretto idrografico; Nell’attesa dell’operatività delle Autorità di distretto, la Legge 27 febbraio 2009, n. 13 , stabilisce che l’adozione dei Piani di gestione è a cura dei Comitati Istituzionali delle Autorità di bacino di rilievo nazionale, integrati dai componenti designati dalle regioni il cui territorio ricade nel distretto a cui si riferisce il piano. 24 febbraio 2010
      • La città ne parla da anni ma non disponiamo ancora di un progetto complessivo per il waterfront urbano di piacenza.
      • Il crollo e la ricostruzione del ponte anas sono l'occasione per affrontare i temi della riqualificazione fluviale: i cittadini sono tornati a parlare del fiume.
      • Alcune opere stradali: il passante nord di rfi, la nuova passerella ciclopedonale di anas, permettono di ripensare al sistema di accessibilità al fiume, meno motorizzata.
      • Durante i lavori della summer school 2010 "piacenza open city: between the city and the river" alcuni studenti esterni facevano osservare come la città abbia sempre temuto il fiume e di come se ne sia sempre difesa, interponendo fra lei ed esso argini, infrastrutture, impianti tecnologici. in pratica di come gli abbia girato le spalle e si sia rivolta a sud: al fronte opposto.
      Piacenza e il Po
    • Piano regionale integrato trasporti Agenzie regionali navigazione MIITT piacenza territorio snodo
      • Piacenza città snodo del corridoio 5
      • Piacenza città del Po
      • Piacenza città sulla via Francigena
    • da Piacenza territorio snodo: waterfront urbano e due tratte naturalistiche naturalistico Finarda – foce Nure naturalistico foce Trebbia - Pontieri fronte urbano
    • immagine di oggi immagine debole monotonia del paesaggio addizioni successive di attrezzature difficoltà continuità percorsi difficoltà nelle connessioni dei piani criticità traffico automobilitstico
    • punti di forza attività sportive valori naturalistici memoria storica nuovo ponte Po progettualità sguardo al futuro associazionismo fluviale il nuovo approdo
    • viabilità principale accesso PC ovest accesso PC sud nuovo cavalcaferrovia RFI
    • i lavori in corso la realizzazione del pontile di attracco
    • il masterplan waterfront urbano Po
      • 1. i riferimenti nel mondo di masterplan per waterfront e riverfront urbani: a Piacenza la Nino, la Vittorino e la centrale Enel
      • 2. la facoltà di architettura ha sviluppato studi di massima e masterplan nella summerschool 2010
      • 3. accessibilità ed uso degli spazi a vocazione pedonale
      • 4. costruire gli spazi usando il linguaggio dell'architettura contemporanea
      • 5. articolare gli spazi, lavorare sui piani campagna attuali dell'argine, conservandoli, senza dar corso a movimenti di terra
      • 6. assicurare la continuità dei percorsi, raccordando i piani con scale, scivoli, pensiline, di diverse forme e materiali
      • 7. usare diversi materiali per articolare le funzioni attribuite alle diverse superfici: listati di legno, prato, pietra levigata, elementi prefabbricati
      • 8. inserire arredi di semplice disegno per economizzare i lavori manutentivi e il risparmio energetico
      idea guida: riconnettere la città al fiume attreverso un progetto di rigenerzione urbana
    • waterfront e riverfront rem koolhaas zaha hadid jean nouvel norman foster 1 le esperienze internazionali mario cucinella
    • summer school 2010 OPEN CITY between the city and the river facoltà di architettura PC politecnico di milano 2 p i a c e n z a
    • tratto fra i due ponti 3
    • tratto nuova banchina 3
    • tratto ovest “Genio Pontieri” 3
    • idea di base: mantenere gli attuali livelli 3
    • waterfront Po fronte Po = 800 m 3
    • accessibilità 3
    • parcheggi 3
    • linguaggio architettura contemporanea 4
    • le superfici d i v e r s i f i c a r e 5
    • superare i dislivelli lungo Po argine Po 6
    • il contatto con l’acqua 7
    • gli arredi 8
    • ISI MARCONI 2008 http://www.isii.it/ProgettiAllievi/2007-08/Chimici/Poxtutti/index.htm Da non perdere: