Piacenza smart city paes 2010 commissione 2   luglio 2010
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Piacenza smart city paes 2010 commissione 2 luglio 2010

on

  • 1,162 views

Audizione commissione consiliare territorio e ambiente del Comune di Piacenza del 16 luglio 2010

Audizione commissione consiliare territorio e ambiente del Comune di Piacenza del 16 luglio 2010

Statistics

Views

Total Views
1,162
Views on SlideShare
1,162
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
10
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Piacenza smart city paes 2010 commissione 2   luglio 2010 Piacenza smart city paes 2010 commissione 2 luglio 2010 Presentation Transcript

  • S m a r t c i t y Piacenza C o m u n e d i P i a c e n z a l u g l i o 2 0 1 0 Piano di azione per l’energia sostenibile
  • Ripartire dal Patto dei sindaci 9 marzo 2007 L’Unione Europea “20 20 20” 29 gennaio 2008 L’Unione Europea lancia il PATTO DEI SINDACI Le comunità locali possono sviluppare progetti per: 1) ridurre la CO2; 2) promuovere le rinnovabili; 3) promuovere il risparmio energetico;
    • Superare
    • il 20 20 20
    • Redigere il PIANO DI AZIONE LOCALE
    • Produrre un rapporto biennale sull’attuazione del PIANO
    • Decentralizzazione senza adeguate devoluzioni
    • Maggiori responsabilità a medio lungo termine
    • Debole rappresentanza in UE
    • Maggiori obblighi (direttive aria, acqua, rumore
    PERCHE’ LE CITTA’ da Pisa green city energy EESC [email_address] View slide
    • 60% popolazione UE vive in area urbana > 50.000 ab
    • UE struttura policentrica di medie e piccole città
    • EU situazioni di disparità
    • Le città usano il 75% delle risorse e producono il 75% dei rifiuti
    TREND URBANIZZAZIONE EESC [email_address] View slide
    • Economia : alcune città hanno un PIL equiparabile al loro paese
    • Lavoro specializzato : ¾ delle città attirano più lavoratori qualificati, più del loro paese
    • Cultura : grandi eventi urbani
    • Turismo : le città sono poli di attrazione
    OPPORTUNITA’ URBANE EESC [email_address]
  • LE SFIDE URBANE
    • Inquinamento aria
    • Cambiamenti climatici
    • Congestione, rumore, salute
    • Degrado patrimonio edilizio e cura dell’antico
    • Dispersione urbana
    • Esclusione sociale e povertà
    • Disoccupazione, crimine e sicurezza
    • Minoranze etniche
    • Uniformità (franchises)
    • Slums (7% della popolazione UE)
    EESC [email_address]
    • NATURA/UOMO
      • Cambiamenti climatici
      • Breakdown (elettricità, terrorismo, inondazioni)
    • FINANZA
      • Usa la città per investimenti corti ad alto rischio e debole domanda sociale (grandi eventi, olimpiadi)
      • Degrado veloce immagine urbana: negozi e case sfitte, senza casa, riduzioni investimenti, arretramento politiche di sostenibilità
    VULNERABILITA’ URBANE EESC [email_address]
    • PROBLEMI SIMILI NELLE CITTA’
    • NECESSITA’ DI POLITICHE DIVERSE E PERSONALIZZATE PER DIVERSE SITUAZIONI LOCALI:
      • Struttura urbana : forma, economia, infrastrutture
      • Uso del suolo : densità, aspetti sociali, verde
      • Pratiche e abitudini al consumo : auto, GDO, produzioni locali, comunicazione
      • Approcci culturali : famiglia, welfare, finanza, proprietà, risparmio, educazione, trend
    LIMITI DELLE CONDIZIONI EESC [email_address]
  • Struttura del Piano 1. Contesto internazionale e nazionale 2. Ruolo del PAES 3. Inventario emissioni 4. Obiettivi e settori 5. Catalogo interventi
  • 1. CONTESTO INTERNAZIONALE
  • UE 20 20 20 non è una scelta solo ambientale
    • 88% fossili non rinnovabili
    • 6% rinnovabili
    • 6% nucleare
    Nel mondo: I paesi che possiedono le fossili sono politicamente instabili
  • Green economy in Emilia Romagna
    • 700 imprese green
    • 27.000 addetti
    • 5 miliardi di euro di fatturato
    • 2.800 imprese agro-bio
    • 3.400 professionisti certificazione energetica
    • 58 enti per formazione professionale
    • 6 tecnopoli ricerca energia-ambiente
  • 2. RUOLO DEL PAES
    • Agire “dal basso” sui settori energivori di diretta competenza e promuovere il risparmio energetico da parte dei cittadini:
    • valutare i livelli di consumo
    • individuare priorità ed ambiti
    • pianificare le azioni di riduzione
  • Linee guida PAES La Regione ha approvato le linee guida nel febbraio 2010 per uniformare i Piani clima locali DG 8/2/2010, n. 370 Comune e Provincia hanno aderito e riceveranno cofinanziamenti per la redazione del Piano
  • Aspetti organizzativi Contratti servizio D.O. RIQUALIFICAZIONE E SVILUPPO TERRITORIO Energy manager SERVIZIO AMBIENTE Regione Provincia Appalti lavori e forniture ARPA Gruppo lavoro interno ENELGAS ENELSOLE ENIA Interventi privati attuazione PRG EDISON ATO TEMPI AG
  • 3. INVENTARIO EMISSIONI
  • Indicatori per la Città
    • Popolazione +/- 101.700
    • Share provinciale 35%
    • Share regionale 2,3%
    • Famiglie +/- 46.330
    • Budget +/- 143,9 ml €
    • Staff +/- 720
    • Dimensione 118,46 km 2
    • Urbanizzato +/- 25%
  • E se la città fosse come una famiglia acqua benzina gas luce rifiuti C O N S U M I ?
    • LE ANALISI
    • Analisi per vettori (diversi utilizzi dei vettori energetici)
    • Analisi per settori (diversi utilizzi nei settori: residenza, industria, terziario, agricoltura e trasporti)
    Il piano energetico comunale 2008
    • Gas naturale: 91.745.000 m 3
    • Energia elettrica: 507.738 MWh
    • Prodotti petroliferi: 96.211.750 litri
  • 58% 20% 18% 0% 4% 24% 40% 35% 1% 0% 1,7% 2,2% 1,4% 1,5% 93% elettrico gas petroliferi
      • Residenza
      • Industria
      • Terziario
      • Agricoltura
      • Trasporti
    92 milioni m3 507.000 MWh 96 milioni litri
  • Piacenza emissioni CO 2 per settore:
      • Residenza
      • Industria
      • Terziario
      • Agricoltura
      • Trasporti
    27,6% 22,4% 19,6% 0,3% 30,1% 832.347 t/a analisi
  • 4. OBIETTIVI E SETTORI
    • SMART CITY = + qualità della vita - energia
    1990 2010 2003 2012 2020 obiettivo - 212.031 t/a 613.278 t/a Kyoto 573.415 t/a tendenziale + 2,3% anno progetto tagliare la CO2 832.347 t/a
    • Trasformazione urbana: -17%
    • Cultura e turismo: -2%
    • Economia della conoscenza: -3%
    • Mobilità: -23%
    • Ambiente: -55%
    1 2 3 4 5 SMART CITY Piano d’azione Quali Settori?
  • 5. CATALOGO INTERVENTI
  • Comune come consumatore
    • Contratti forniture
    • IIPP
    • Semafori e segnaletica luminosa
    • Patrimonio edilizio pubblico
    • Parco automezzi
    5.1
  • Energie rinnovabili a Piacenza
    • I contributi ai privati hanno permesso di istallare 50 kW nel 2009 di fotovoltaico e ne permetteranno 70 kW nel 2010
    • La convenzione con ENELGAS istallerà 11 strutture fotovoltaiche su scuole e impianti sportivi per 150 kW
    • La convenzione ENIASPA istallerà 2 strutture fotovoltaiche su scuole per 40 kW
    • Con la Regione è finanziata una stazione da 1 MW presso il Polo logistico
    • Cementirossi sta realizzando la RossiFarm: 1,3 MW di iniziativa privata
  • Patrimonio edilizio: convenzione ENIA SPA
    • San Lazzaro 20 kW ST
    • 2 Giugno 10 kW ST
    • Don Minzoni 20 kW ST
    • De Gasperi 20 kW ST
    • Borgotrebbia 20 kW ST
    • Carella 20 kW ST
    • Piscina Farnesiana 20 kW
    • Campo Anguissola 20 kW ST
    • Caduti sul Lavoro ST
    • Carducci ST
    • Don Minzoni ST
    • Alberoni 20 kW
    • Da decidere 20 kW
    Patrimonio edilizio: convenzione ENEL GAS
  • Informazione e educazione al consumo
    • Sportello energia
    • Comunicazione buone prassi
    • Tecniche di risparmio enegetico
    5.2
  •  
  •  
  • SITUAZIONE CENSIMENTO impianti di riscaldamento
    • DATI ACQUISITI 2004-2009
    185 2237 17603 19840 2009 75 1721 15462 17183 2008 48 1593 12921 14414 2007 316 1587 15271 16858 2006 337 1687 13782 15469 2005 350 1590 17311 18901 2004 verifiche ASL >= 35 kW < 35 kW Impianti anno
  • Edilizia e urbanistica
    • Regolamento edilizio
      • DR 4 marzo 2008, n. 156, atto di indirizzo e coordinamento sui requisiti di rendimento energetico e sulle procedure di certificazione energetica degli edifici.
      • Vale dal luglio 2008
    • Sviluppo urbano
      • 2009, Indirizzi per il PSC trasformazione e non espansione
    5.3
  • 3 idee guida PSC
    • PIACENZA SUL CORRIDOIO 5
      • Reti, infrastrutture e mobilità di persone e merci
    • PIACENZA SUL FIUME PO
      • Il sistema ambiente fluviale Po
      • Il sistema parco fluviale Trebbia
      • Reti ecologiche e connessioni verdi
      • Parchi urbani
      • Verde urbano diffuso (di quartiere e dei viali)
    • PIACENZA SULLA VIA FRANCIGENA
      • La città storica
  • Masterplan MIITT Piacenza territorio snodo
  • Piacenza Territorio Snodo Masterplan MIITT Interventi di sistema Infrastrutture Gomma Infrastrutture Ferro Fiume Po Via Francigena
  • Piacenza Territorio Snodo Masterplan MIITT Interventi di contesto Federalismo demaniale Parchi Rete gomma Parchi Intermodalità
  • Piacenza Territorio Snodo Masterplan MIITT Interventi locali Rifunzionalizzazione sedimi liberati Parchi urbani
  • Piacenza, città sul Po Il sistema ambiente fluviale Po Il sistema parco fluviale Trebbia La rete dei corridoi e le connessioni verdi Verde urbano diffuso (di quartiere e dei viali) Parchi urbani
  • Censimento Verde urbano
  • T i p o
  • Svincolo Le Mose: cambio di passo
    • 1 ha svincolo da grigio a verde
    - 5 t/a CO2
  • Censimento Verde urbano
    • 162 ha di aree Verdi
    • 26 ha di scarpate stradali
    • 1,5 ha di aree sgambameto
    • 11,6 km di siepi urbane
    • 8.000 alberi sui viali urbani
    • 15.000 alberi in aree di quartiere
  • Reti teleriscaldamento 5.4 4.201 t/a CO2 risparmiata 1.290 Tep/anno risparmiati 15.000.000 kWht/annua 75 utenze servite 800.000 Metri cubi riscaldati Centrale elettrica EDIPOWER (Gas metano) Combustibile 15 Km di rete 20.000 Potenza termica installata (kWt) TELERISCALDAMENTO (dati dicembre 2009)
  • Efficienza PMI
    • Edifici industriali
    • Cogenerazione
    5.5
  • Mobilità e trasporti
    • Parco auto
    • Diversificazione modalità
    • Trasporto pubblico
    • Ciclabilità urbana
    • Pedibus e accessi sicuri
    • Pedonalità urbana
    5.6
  • Gestione rifiuti
    • Raccolta differenziata
    • Sviluppo biogas
    • Recupero energetico da combustione
    5.7
  • Agricoltura e forestazione
    • Riduzione fertilizzanti azotati
    • Risparmio idrico
    • Biogas
    • Riforestazione di pianura
    5.8
  • Acque e nitrati Riduzione fertilizzanti azotati Nuovo campo pozzi Mortizza
  • PIACENZA SMART CITY
    • REINDIRIZZARE LO SVILUPPO PER CONTRASTARE LA CRISI 2. CENTRALITA’ POLITICHE AMBIENTALI 3. PRODURRE IL PIANO DI AZIONE
  • R O A D M A P ott 2010
    • Primavera 2010 in Consiglio comunale il Patto Sindaci
    • Inverno 2010 in Consiglio comunale il Piano
    • Azioni supportate da un programma finanziario certo
    • Verifiche intermedie sui risultati
    • Ridefinizione delle azioni
    • Divulgazione dei risultati
    F i n e http://www.slideshare.net/pierangelo.carbone/piacenza-smart-city