Trivio e quadrivio festival a Maiolati Spontini

1,861 views
1,727 views

Published on

Published in: Entertainment & Humor
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,861
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
185
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Trivio e quadrivio festival a Maiolati Spontini

  1. 1. Comune Maiolati Spontini Assessorato alla Cultura Trivio e Quadrivio DISCORSO E NUMERO Appuntamenti con la Storia, il Teatro, la Poesia, la Filosofia, la Scienza, la Musica e le Arti visive Majolati Spontini PARCO COLLE CELESTE - CENTRO STORICO - SCUOLA PIA G. SPONTINI Moje CHIESA S. STEFANOABBAZIA S. MARIA, SALA CAPITOLARE - BIBLIOTECA COMUNALE eFFeMMe23 DAL 1 AGOSTO AL 11 AGOSTO 2012
  2. 2. Comune diMajolati SpontiniIn copertina: “Musicisti” - F. Botero, 1991Per informazioni:Assessorato alla CulturaSegreteria, Comune Majolati SpontiniLargo Pastori, 1 - 60030 Majolati Spontini - Telefono 0731 70751e-mail: comune@maiolati.spontini.it
  3. 3. Ritorna “TRIVIO e QUADRIVIO - Discorso e Numero”A dispetto di chi sosteneva che “con la cultura non si mangia”, l’AmministrazioneComunale di Maiolati Spontini forte della consolidata, convinta e stimolante collabora-zione di volontari, appassionati e Associazioni, nonostante gli oramai “soliti” tagliimposti dalle finanziarie e alle conseguenti crescenti difficoltà, presenta con soddisfa-zione la 7’ edizione di TRIVIO E QUADRIVIO in una veste sempre nuova e coinvol-gente. Si conferma la sempre più interessante collaborazione con l’IstitutoComprensivo “Carlo Urbani” di Moie, valorizzando il ruolo di proposta culturale daparte dei ragazzi che partecipano con grande entusiasmo ben stimolati dalla loro profes-soressa M. Antonia Mingo.Quest’anno la manifestazione dimostra come la bella musica si coniuga nei vari generie si va dal Jazz, alla musica popolare, all’interessante collaborazione con San SeverinoBlues 2012 e alla musica lirica.Sempre all’insegna della musica e soprattutto del nostro grande concittadino GaspareSpontini, un altro importante appuntamento: l’apertura dell’Accademia MusicaleGaspare Spontini nei locali ristrutturati e riqualificati dell’ex Scuola Pia (popolarmentedenominata Casa delle fanciulle) con l’obiettivo di portare nel mondo il nome diMaiolati Spontini e dal mondo a Maiolati Spontini cantanti lirici a perfezionare la lorotecnica sotto la guida del Direttore Artistico Giorgio Merighi.Corriamo il rischio di ripeterci ma non può essere diversamente: con “Trivio eQuadrivio” tornano gli appuntamenti estivi per trascorrere piacevoli serate all’insegnadella cultura e dello stare “bene” insieme, nel centro storico del nostro castello, nei luo-ghi spontiniani, nello splendido complesso culturale eFFeMMe23 e nel complessoarchitettonico dell’Abbazia S.Maria a Moie, con un variegato e sempre rinnovato car-tellone che, con i suoi tanti appuntamenti, ne siamo certi, ha tutte le carte in regola perriscuotere il grande successo delle scorse edizioni, confermandosi come uno degli even-ti più stimolanti dell’estate marchigiana.Abbiamo voluto offrire ai nostri cittadini, ai turisti, agli studiosi ed agli appassionati dicultura in genere, dei momenti di serena riflessione, nel ritmo frenetico della vitamoderna, guidati da autorevoli relatori e grandi artisti. Per apprezzare la bellezza del-l’arte in tutte le sue variegate forme, una ricchezza che diventa così bene e patrimoniodi tutti e che migliora la qualità della nostra vita.Un sentito e sincero ringraziamento a tutti quelli, e sono veramente molti e in numerosempre crescente, che hanno contribuito con passione ed entusiasmo a organizzare que-sti appuntamenti e a costruire una rete di collaborazioni che si estende a ogni edizionecondividendo con noi l’obiettivo di investire sulla cultura, mantenendo fermi gli altriobiettivi di dare risposte alle altre esigenze dei cittadini. Sindaco Assessore alla Cultura Ing. Giancarlo Carbini Sandro Grizi 3
  4. 4. · Parco Colle Celeste · Centro Storico · Scuola Pia G. Spontini · Chiesa S. Stefano - Majolati Spontini · Biblioteca eFFeMMe23 · Abbazia S. Maria, Sala Capitolare - MojeMercoledì 1 Agosto - ore 19.00 Mercoledì 8 Agosto - ore 18.30Abbazia S. Maria, Sala Capitolare Scuola Pia Gaspare SpontiniInaugurazione Mostra: I manipolatori del tempo Apertura Accademia Musicale G. Spontinidi GIAMPIERO BARCHIESI Direttore artistico GIORGIO MERIGHIpresentazione delle opere a cura ospite d’onore GIANFRANCO CECCHELEdella Prof. M. EMANUELA GRACIOTTI con la partecipazione di: TSAKANE VALENTINE MASWANGANYIMercoledì 1 Agosto - ore 21.00 ALESSANDRO BENIGNIAbbazia S. Maria, CortilePerformance:“La conquista del tempo” Giovedì 9 Agosto - ore 21.15a cura di FRANCO RUSTICHELLI Parco Colle CelesteProiezione del filmato: “Gran Galà Lirico”“Cellule staminali” con VANESSA GRAVINA Premio G. Spontini a GIANFRANCO CECCHELERegia di ITALO MOSCATI DANIELA PINI, VALENTINA CORRADETTI TAISIYA ERMOLAEVA, MERI GONGADZEGiovedì 2 Agosto - ore 21.30 Special Guest Star GIORGIO MERIGHIParco Colle Celeste Pianoforte Maestro ALESSANDRO BENIGNIConcerto: “Portrait of Duke” con la partecipazioneSUNDAY NIGHT BIG BAND del Coro Polifonico “D.Brunori”Venerdì 3 Agosto - ore 21.30 Maestro del coro F. PESARESIBiblioteca eFFeMMe23, esterno Presenta ELENA CERVIGNIConcerto di BOB BROZMAN Venerdì 10 Agosto - ore 21.30In collaborazione con S.Severino Blues 2012 - Parco Colle CelesteXXI Edizione “Le nebulose planetarie:Sabato 4 Agosto - ore 21.30 lo specchio futuro del nostro Sole”Parco Colle Celeste di MANLIO BELLESI E ANDREA BOLDRINIMusica popolare e world music Sabato 11 AgostoGruppo OMPHALOS dalle ore 17.30 alle ore 19.30Domenica 5 Agosto - ore 21.00 Parco Colle CelesteScuola Pia Gaspare Spontini Mini laboratorio di giocoleria di baseSerata di Musica e Poesia A cura di LUCA ARDENGHI“Fiori dell’essere” Sabato 11 AgostoA. PERGOLINI, L. FIORI, R. DAMEN, - ore 21.15: I spettacoloM. PIERFEDERICI - ore 22.00: II spettacoloMartedì 7 Agosto - ore 21.00 - ore 22.45: III spettacoloChiesa S.Stefano Centro Storico Majolati SpontiniLezione-concerto Performance/Laboratorio:“P. Nacchini e G. Callido: “Il circo nell’arte”l’organo neoclassico e gli ideali fonico-estetici A cura dell’Istituto Comprensivodella scuola organaria veneta” Carlo Urbani di Mojea cura di ANDREA MONCADA Coordinatrice M. ANTONIA MINGOIn caso di cattivo tempo gli eventi del 2, 4 e 9 Agosto si terranno al Teatro Gaspare Spontini 4
  5. 5. agosto 2012Mercoledì 1 Agosto - ore 19.00Abbazia S. Maria - Antica Sala Capitolaredi Giampiero BarchiesiInaugurazione Mostra: I manipolatori del tempoPresentazione delle Operea cura della Prof. M. Emanuela GraciottiGiampiero Barchiesi (S. Benedetto, 1959), inizia ad occu-parsi di fotografia nel 1985. Durante gli studi di matema-tica all’Università di Camerino, poi abbandonati per dedi-carsi alle arti visive, approfondisce i rapporti tra arte escienza che subito si indirizzano verso la dualità e iltempo.Utilizzando gli specchi evidenzia nel dualismo lequivocosecondo cui la fotografia restituisce una lettura “oggetti-va” della realtà: ne risulta una serie di opere che si esau-rirà nel 2001 quando, con l’avvento delle tecnologie digi-tali affianca alle fotocamere altri dispositivi come lo scan-ner. Con luso delle scansioni in tempo reale, lautoreavvia una ricerca basata sul rapporto tra tempo fisico etempo soggettivo, emblematica una sua citazione riporta-ta in unopera: arriverà il tempo di un solo istante, che sfo- cia in vere e proprie “verifi- che” (orologi in sequenza, in traslazione ecc.). Tra le principali esposizioni personali: Galleria di fotogra- fia del Museo d’Arte Moderna di Ferrara (1988); Valencia, scambio di artisti organizzato dalla galleria Il Diaframma di Milano (1990); galleria del Centro Culturale Polivalente (Chiaravalle, 1990); Banca Sella di Roma (2007); galleria ExibArt di Fano (2007); Studio Lattanzi di Civitanova (2008); “4 per la fotografia”, con Mario Dondero, a cura del 5
  6. 6. TRIVIO e QUADRIVIO Comune di Jesi e della Pinacoteca Civica (galleria Contemporaneo, 2008); galleria Artº65 di Pesaro (2009); galleria AOCF 58, Roma (2012). Ha collaborato con Bruno Munari (che ha rivolto grande interesse per la sua opera) e hanno scritto di lui, Lanfranco Colombo, Gualtiero De Santi, Alberto Berardi, Emanuela Torlonia e Armando Ginesi. Ha realizzato copertine per portfolio e cd, e ha collabora- to con riviste e periodici: due sue fotografie (Coniugati) sono state scelte per accompagnare un testo di Michel Tournier pubblicato nella rivista di cultura della comunicazione Cam- pagne (Milano). Ha curato la pagina di storia della fotografia per il mensile Delta Focus (Ancona) e per la rivista di informa- zione Paradigmi (Jesi). Ha inoltre tenuto corsi di comunicazione visiva e seminari di storia della fotografia.6
  7. 7. agosto 2012Mercoledì 1 Agosto - ore 21.00Abbazia S. Maria, Cortilea cura di Franco RustichelliPerformance: La conquista del tempoProiezione del fimato: Cellule staminalicon VANESSA GRAVINARegia di ITALO MOSCATILeopardi non sapeva che l’universo è nato quattordicimiliardi di anni fa, che la vita sulla terra è iniziata quattromiliardi di anni fa, che l’uomo si è separato dalla scimmiacinque milioni di anni fa, che la scienza moderna è inizia-ta pochi secoli fa con Galilei e la biologia molecolare ènata pochi decenni fa. Oggi sappiamo che una lunga evo-luzione durata miliardi di anni, ha prodotto l’intelligenzaumana, che può aiutare la natura ad accelerare drastica-mente il processo evolutivo grazie alle scienze sperimen-tali che convergono nell’area delle biotecnologie. Cosìl’uomo non è più succube impotente del fato, ma diventaartefice del proprio destino, cioè dopo aver conquistato lospazio, sta conquistando il tempo biologico. L’intelligenza non potrebbe avere lo scopo di assicurare l’immortalità del- l’individuo, come l’istinto sessuale quello della specie? Oggi, infatti, l’uo- mo può modificare le informazioni con- tenute all’interno delle cellule, creando organismi totalmente nuovi con l’inge- gneria genetica (clonazione, batterio artificiale, cellule staminali). Verranno riportati i risultati recentissimi ottenuti con tale tipo di cellule, compre- si quelli straordinari relativi alla lotta contro l’invecchiamento. 7
  8. 8. TRIVIO e QUADRIVIO Franco Rustichelli Nasce a Monteroberto nel XX secolo dell’Era Cristiana. a) Attività scientifica. È Professore Ordinario di Fisica presso l’Università Politecnica delle Marche di Ancona. È autore di oltre 300 pubblicazioni scientifiche nel campo della Scienza dei Materiali e della Biofisica. Attualmente si occupa anche di ricerche nel campo delle nanotecnolo- gie e delle cellule staminali utilizzando i grandi accelera- tori europei e presentando delle relazioni su invito a diversi congressi internazionali. Ha avuto ed ha tuttora diversi incarichi nazionali ed internazionali. È l’ideatore ed il coordinatore di un progetto finanziato dall’Unione Europea dal titolo “Immersioni nei mondi della Scienza Mediante l’Arte (ISWA)”, coinvolgente partners di 15 nazioni europee. b) Attività artistica. Ha effettuato delle performances in diverse gallerie in Italia e all’estero, tra cui l’Attico di Roma (invitato dal critico Maurizio Calvesi) e la Schema di Firenze (invita- to dal critico Achille Bonito Oliva). Ha pubblicato il testo teatrale “Sulla Via dell’Immortali- tà)” (in italiano ed in francese), rappresentato in Italia ed in Francia. Ha ideato e partecipato alla coreografia di uno spettacolo di danza moderna intitolato “Movimenti Stocastici n. 1”, rappresen- tato in Ancona e a Venezia. Ha ideato e partecipato alla coreografia “On the way to immortality” presentata nel 2011 a Berlino, Parigi, Mosca, Roma ed Ancona, nell’ambito del progetto ISWA. Sempre nell’ambito del progetto ISWA ha partecipato alla realizzazione di 7 fil- mati sulla scienza, con Vanessa Gravina e con la regia di Italo Moscati, parteci- pando anche alla sceneggiatura insieme a Mario Stefanon.8
  9. 9. agosto 2012Giovedì 2 - ore 21.30Parco Colle CelestePortrait of Duke - Sunday Night Big BandConcertoPortrait of Duke è un ritratto della musica di uno dei mag-giori compositori del secolo scorso: Edward Kennedy“Duke” Ellington.Brani che hanno fatto la storia del jazz e che hanno ispi-rato grandi musicisti come Miles Davis, Charles Mingus,Thelonious Monk, Dizzy Gillespie, Oscar Peterson, ver-ranno riproposti nelle loro versioni originali dalla SundayNight Big Band, diretta da Massimo Morganti.La cornice sarà quella del parco “Colle Celeste” diMajolati Spontini, dove risuoneranno le note di celebristandard del jazz, tra questi: “Take the A train” scritto dalgrande Billy “Sweet Pea” Strayhorn; “It Dont Mean aThing (If It Aint Got That Swing)” che nel 1931, per laprima volta, introduceva la parola swing nel titolo di unacanzone; “Perdido” dal classico “Spanish Tinge”, il toccoritmico Afro-Latin che pervase numerosi brani di musicajazz; “Things Aint What They Used to Be” scritta daMercer Ellington, figlio di Duke, che oltre ad aver suona-to e composto brani per l’orchestra del padre, alla suamorte diresse la rinomata big band per alcuni anniancora. Cootie Williams, Johnny Hodges, Ben Webster, Harry Carney, Jimmy Blanton non ci sono più, ma le note dei loro stru- menti risuoneranno sem- pre più attuali nelle esibi- zioni dei solisti di questo straordinario tributo a Duke Ellington. 9
  10. 10. TRIVIO e QUADRIVIO Venerdì 3 Agosto - ore 21.30 eFFeMMe 23 Biblioteca La Fornace - Esterno Bob Brozman Concerto in collaborazione con SAN SEVERINO BLUES 2012 - XXI EDIZIONE Bob Brozman, “The King of National Guitar”, è il più grande suonatore ed esperto al mondo di chitarre resofo- niche, lo strumento di metallo nato negli anni 20 per amplificarne meccanicamente il suono e recuperato poi nel blues del Delta del Mississippi e nella musica hawaiiana. È stato votato “Miglior Chitarrista al Mondo” dai lettori della rivista Guitar Player per il Readers Choice Awards10
  11. 11. agosto 20122010. Nel 2009 è stato votato come “Miglior ChitarristaAcustico di Slide” dallAcoustic Guitar Magazine.Antropologo e maestro di blues, hot jazz e musica etnica,da New York viaggia in tutto il mondo e realizza dischi,riviste, film, programmi radio e tv, con musicisti africani,indiani, hawaiiani, australiani, sudamericani e dellestre-mo oriente.Quasi 30 dischi testimoniano questo patrimonio artistico.“Post-Industrial Blues” del 2007 ne racchiude la filosofia:la musica come linguaggio universale. In concerto propo-ne una sintesi di tutte queste esperienze e per questoriesce a coinvolgere spettatori di tutto il mondo, nei suoi200 spettacoli annuali. Circondato sul palco da una seriestrabiliante di strumenti a corda, tra cui la lap-stellhawaiiana e lindhustani guitar, questo acrobata della chi-tarra e della grande musica, è uno straordinario intratteni-tore, che tra virtuosità tecniche e gags irresistibili, trasci-na il pubblico in una miscela di stupore, comicità e parte-cipazione. 11
  12. 12. TRIVIO e QUADRIVIO Sabato 4 Agosto - ore 21.30 Parco Colle Celeste Gruppo Omphalos Musica popolare e world music Il progetto OMPHALOS, nasce nel 2005 da un’idea del percussionista Michele Lusito e della cantante Benedetta Lusito, reduci già da diversi anni in diverse formazioni di musica folk, etnica e popolare (tra cui anche Eugenio Bennato e Taranta Power). L’idea era quella di unire diverse sonorità di ritmi antichi presenti soprattutto in nord africa e medioriente, con influenze melodiche tipi- che dell’Italia meridionale e di tutti quei paesi che si affacciano sul mediterraneo. Nel corso degli anni il grup- po OMPHALOS ha partecipato a numerosi Festival in Italia e allestero. Ha inoltre conseguito la vittoria finale al prestigiosissimo Festival Internazionale “Eurofolk la Marcha” ed. 2007 a Malaga (Spagna) come miglior grup- po musicale italiano vincendo, sui gruppi finalisti di Spagna, Portogallo, Bosnia, Marocco. Sempre nel 2007 ha partecipato al T.A.M Teatri dArte Mediterranei a Formia con lo spettacolo “Col sud a tracolla” omaggio a Matteo Salvatore insieme allattore Vito Signorile. Il gruppo Omphalos tra gli altri ha collaborato in questi anni con: Eugenio Bennato e Taranta Power, Enrico Capua- no, Benedetto Vecchio e i Musicisti del Basso Lazio- Rione Junno, Miloud Oukili e la Compagnia Parada, Vito Signorile e il Teatro Abeliano, Teriacanello spettacolo “Mo- saico Mediterraneo”, Accade- mia dell’Arte di Arezzo, Fausto Bonfanti e Ivan Tanteri, Compagnia Teatrale “Il Carro Dei Comici”, Gianni Ciardo e Antonio Stornaiolo, Ruggero Inchingolo.12
  13. 13. agosto 2012Domenica 5 Agosto - ore 21.00Scuola Pia d’Educazione e d’Insegnamento Gaspare SpontiniFiori dell’essereSerata di Musica e PoesiaANDREA PERGOLINI PoetaLUCIA FIORI Canto e Voce RecitanteRAFFAELE DAMEN FisarmonicaMAURO PIERFEDERICI Voce RecitantePoesie di Andrea Pergolini - Musiche di G. Moustaki, E. Pozzoli, F. PaoloTosti, J. Pachelbel, A. Kusjakow, A. Piazzolla, C. Gardel, E. Cordero,Autori Anonimi del XIX sec.Andrea Pergolini. Nato a Fossombrone (PU) nel 1974, si .è laureato in Lettere Classiche all’Università di Urbino.Ha studiato poi a Macerata, dove ha conseguito l’abilita-zione per l’insegnamento di materie letterarie, latino egreco e anche il diploma di sostegno per gli alunni diver-samente abili.Ha conseguito successivamente vari master e corsi di per-fezionamento in didattica della letteratura italiana e indidattica generale.Ha pubblicato la sua prima raccolta poetica, “Fiori del-l’essere”, con Aletti Editore, nel luglio del 2011. Ha giàpresentato il suo libro alla Biblioteca del Seminario diSenigallia (AN), nell’ambito della rassegna Righe/id’Autore e alla Casa Museo-Quadreria Cesarini diFossombrone (PU). Sta preparando una nuova raccolta inversi. Attualmente è insegnante di ruolo al LiceoScientifico “Leonardo da Vinci” di Jesi (AN).Lucia Fiori, soprano. Si è diplomata in Canto alConservatorio musicale “G. Verdi” di Milano sotto laguida del mezzosoprano Vittoria Mastropaolo ed inseguito ha perfezionato il suo repertorio studiandoMusica Rinascimentale-Barocca; Musica Operistica; 13
  14. 14. TRIVIO e QUADRIVIO Musica da Camera; Liederistica Tedesca e Repertorio Mozartiano; Musica Francese; Musica Contemporanea. Ha frequentato la scuola per attori del “Teatro Arsenale” di Milano. Ha seguito corsi di Ritmica Dalcroize, Iconografia musi- cale, Alexander Tecnique. Ha scritto, diretto ed interpretato vari spettacoli musicali. Finalista in diversi concorsi nazionali ed internazionali, ha vinto la selezione “Giovani interpreti Mozartiani” indetta dall’ATER, il primo premio al Concorso Internazionale di Musica Contemporanea “Città di Barletta” (ove ha ottenuto dalla giuria anche il premio speciale “Clara Schumann”) ed il primo premio al Concorso Nazionale di Musica da Camera “Caelium”. Ha tenuto recital in Italia e all’estero. Ha debuttato nel repertorio contemporaneo con l’opera “Trottola” di Ruggero Laganà ed eseguito e registrato musiche di P. Arcangeli, L. Bellini, G. Bellucci, A. Giacometti, A. Gilardino e tanti altri. All’attività artistica affianca da anni quella didattica tenendo Corsi di Alto Perfezionamento per Attori e Cantanti Lirici. È titolare della cattedra di Canto e Dizione Italiana al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro. Raffaele Damen, fisarmonica. Nato a Pesaro, frequenta lultimo anno del Triennio di 1° Livello di fisarmonica al Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro sotto la guida del Maestro Paolo Vignani. Ha approfondito i propri studi frequentando masterclass e seminari tenuti dai Maestri Sergio Scappini, Ivano Battiston e Luigi Ferdinando Tagliavini. Svolge intensa attività concertistica con l’Ensemble di fisarmonica del Conservatorio Gioacchino Rossini di Pesaro diretta dal Maestro Paolo Vignani, in Duo con l’organista Giovanna Franzoni e in Duo con il Soprano Lucia Fiori. È stato invitato a suonare alla rassegna concertistica “Italiaanse concerten aan de Keizersgracht”, organizzata14
  15. 15. agosto 2012dallIstituto Italiano di Cultura di Amsterdam. Nel 2011 èrisultato vincitore di due prestigiosi concorsi di fisarmo-nica: 1° premio al Concorso Internazionale Città di Stresae 1° premio al Concorso Internazionale Salieri diLegnago.Mauro Pierfederici. Attore, regista, operatore del Teatronella Scuola, formatore, in circa trenta anni di attività hapartecipato a numerosi allestimenti teatrali, recitals, cor-tometraggi, films. Come attore o regista ha lavorato allamessa in scena di testi di autori italiani e stranieri.Come voce recitante ha tenuto recitals in omaggio e allapresenza di poeti quali Mario Luzi, Edoardo Sanguineti,Maria Luisa Spaziani, Dacia Maraini, Umberto Piersanti,Gianni D’Elia.Ha partecipato, con Umberto Eco, alla rassegna “AnticoPresente”. È stato tra i protagonisti dei “NotturniLeopardiani” di Recanati.Tiene conferenze e lezioni sul Teatro per Enti Pubblici edIstituzioni private, e cura progetti per la diffusione della-cultura teatrale in ogni sua forma.Ha fondato un Circolo cinematografico e collabora condiversi registi. Ha inciso, come voce recitante, alcuni CDper gli editori Rugginenti e Map di Milano e Aliamusicadi Parma.Con l’associazione “Musica Antica e Contemporanea”, dicui è presidente, organizza, insieme al M° RobertaSilvestrini, un Festival di musica contemporanea giuntoalla 20^ edizione. È impegnato da alcuni anni in un reci-tal, con la presenza di Dacia Maraini, che sta girandol’Italia.Lavora da anni con il soprano Lucia Fiori e con lei ha por-tato in scena, insieme al chitarrista Luigi Travaglini, alpianista Antonio Luciani ed al gruppo Jazz del MaestroMassimo Morganti, spettacoli musicali di successo. 15
  16. 16. TRIVIO e QUADRIVIO Martedì 7 Agosto - ore 21.00 Chiesa S. Stefano a cura di Andrea Moncada Pietro Nacchini e Gaetano Callido: l’organo neoclassico e gli ideali fonico-estici della scuola organaria veneta Lezione-concerto Musiche di Girolamo Frescobaldi, Claudio Merulo, Domenico Zipoli, Giovanni Battista Martini, Jaques Boyvin, François Couperin, Johann Pachelbel, Johann Sebastian Bach Andrea Moncada, diplomatosi in organo e composizione organistica ha avuto tra i suoi maestri docenti del calibro di Luigi Celeghin dal quale ha appreso la passione per la scien- za organologica e la sensibilità verso lantico patrimonio organario nazionale. Fondamentale tappa nella sua matura- zione artistico-esecutiva è stata lesperienza condotta in Inghilterra presso la Royal Academy ed il Royal College of Music, dove ha seguito le lezioni di Christopher Hogwood, Trevor Pinnock e Simon Preston. È titolare del grande orga- no meccanico costruito da Barthelemy Formentelli nella Chiesa di Santa Galla a Roma e del “Giovanni Battista Testa 1750” ubicato nella chiesa di Gesù e Maria al Corso a Roma. Suona su importanti strumenti baroc- chi della capitale quali di S. Giovanni Battista dei Fiorentini e S. Eustachio. È laureato anche in Filologia classica con specializzazione in letteratura cristiana antica greca e latina. Nel 2011 ha fondato insieme al M° Renato Criscuolo lEnsemble stru- mentale e vocale “In Nomine” di cui è condirettore musicale. Al comples- so strumentale si affianca lattività di un analogo complesso vocale perma- nente, che vede al suo interno giova- ni solisti di rilevante caratura nazio- nale ed internazionale. L’Associazione romana Onlus di cui16
  17. 17. agosto 2012ha assunto dal 2010 la Direzione artistica, spiritualmente ematerialmente connessa con Listituto di Cristo Re SommoSacerdote, si occupa della salvaguardia, dello studio e delladiffusione della prassi liturgico-musicale dellantico ritoromano-tridentino. Scopo principale dellOpera è la ricercadelle fonti, lo studio della prassi metodologica e lesecuzio-ne filologica dellantico repertorio sacro, sia polifonico chestrumentale, originatosi dal tardo Manierismo e dal Baroccoromano. L’Opera si occupa, oltre allorganizzazione dellaparte musicale strettamente connessa alla liturgia, anchedella creazione di eventi concertistici di Musica vocale estrumentale barocca preferibilmente di genere sacro chebeneficiano della collaborazione di autorevoli rappresentan-ti del mondo musicale italiano.Mercoledì 8 Agosto - ore 18.30Scuola Pia d’Educazione e d’Insegnamento Gaspare SpontiniApertura Accademia MusicaleGaspare SpontiniDirettore Artistico Giorgio MerighiOspite d’onore Gianfranco CeccheleCon la partecipazione diTSAKANE VALENTINE MASWANGANYI, sopranoM° ALESSANDRO BENIGNI, pianoforte 17
  18. 18. TRIVIO e QUADRIVIO Tsakane Valentine Maswanganyi Giorgio Merighi Gianfranco Alessandro Benigni Cecchele18
  19. 19. agosto 2012Giovedì 9 Agosto - ore 21.15Parco Colle CelesteGran Galà LiricoPremio Gaspare Spontini aGIANFRANCO CECCHELEDANIELA PINI - mezzo sopranoVALENTINA CORRADETTI - sopranoTAISIYA ERMOLAEVA - sopranoMERI GONGADZE - sopranoSpecial Guest Star GIORGIO MERIGHIPianoforte M° Alessandro Benignicon la partecipazione del Coro Polifonico “D. Brunori”maestro del coro M° Francesco Pesaresipresenta Elena CervigniGIANFRANCO CECCHELE, tenore.Nato a Galliera Veneta (Pd) il 25/06/1938, studia impo-stazione vocale con il M° Marcello Del Monaco, fratellodel tenore Mario Del Monaco. Inizia gli studi il25/06/1962 e debutta al Teatro Bellini di Catania il5/03/1964 con La Zolfara di Mulè. Viene immediatamen-te scritturato alla Scala nel ruolo di Adriano Colonna nelRienzi di Wagner, accanto a Giuseppe Di Stefano. Vienericonfermato negli anni a seguire con: Loreley, Norma,Tosca, Butterfly, Aida, Simon Boccanegra, Cavalleria Rusticana... In particolare Cavalleria sarà ripresa per tre anni di seguito e ne verrà fatto anche un film sotto la direzio- ne del grande M° Karajan con la regia di Strehler. 19
  20. 20. TRIVIO e QUADRIVIO In seguito sarà anche protagonista per la RAI del film Turandot con la direzione di G. Prètre. Di rilievo nel ’65 la convocazione all’Opèra di Parigi nella Norma con Maria Callas e Giulietta Simionato. Canterà poi anche Gioconda al S. Carlo di Napoli con la grande Renata Tebaldi. Sarà quindi scritturato, nei 42 anni di onorata carriera, in un vastissimo repertorio, nei più grandi teatri del mondo con i più importanti maestri (Karajan, Metha, Giulini, Prètre, Maazel, Gavazzeni, Muti..), registi (Visconti, Zeffirelli, Strehler, Bolognini..), e colleghi del firmamen- to dell’opera lirica. Ha cantato ben oltre 420 recite di Aida. La sua carriera è durata fino al 2006. Nel 2000 esce la sua biografia (“Il tenore Gianfranco Cecchele, lemo- zione di una voce veneta”) a cura di Remo Schiavo. Attualmente si dedica alla fami- glia e allinse- gnamento. Il suo repertorio conta circa 50 opere, di cui esistono incisioni ufficia- li eseguite alla RAI sia radio che tv, alcune incisioni disco- grafiche e mol- tissime incisioni live, sia audio che video.20
  21. 21. agosto 2012Daniela Pini, mezzo soprano. Laureata in lettere pressol’Università di Bologna, ha studiato canto col M° AngeloBertacchi di Modena. Ha cantato diversi ruoli in teatrinazionali ed internazionali. Ha avuto grande successo conLa pietra del paragone al Teatro Regio di Parma e alTeatro Verdi di Sassari, in Faust al Teatro Regio di Parma,in Butterfly a Tokyo e Nagoya, in Viaggio a Reims alTeatro Reale La Monnaie di Bruxelles, Ariodante aFrancoforte, Italiana in Algeri a Bologna, Nozze di Figaroa Viterbo e Tokyo, Orlando furioso a Francoforte e aEdimburgo, Clemenza di Tito al Teatro Regio di Torino,Candide di L. Bernstein al Carlo Felice di Genova.Il repertorio sacro comprende lo Stabat Mater di G.B.Pergolesi e la Petite Messe Solennelle e lo Stabat Materdi G. Rossini, il Requiem di Mozart e la Missa solemnisin re maggiore di Beethoven eseguita con il coro SantaCecilia di Roma, il Messiah di Handel, lo Stabat Mater eil Gloria di A. Vivaldi. Ha lavorato con direttori quali R.Abbado, Y. Temirkanov, D. Oren, D. Renzetti, R. Frizza,P. Arrivabeni, K. Martin, J. C. Casadeus, C. Scimone, N.Luisotti, J.C. Spinosi, A. Marcon, M. Mariotti, D.Callegari, G. Noseda, P. Carignani. Ha lavorato con regi-sti quali G. Vick, G. Lavia, D. Fo, L. Wertmuller, P.L.Pizzi, M. Gasparon, D. McVicar, L. Ronconi, H. De Ana,I. Brook, D. Michieletto.Recentemente ha riscosso grande consenso di pubblico ecritica al New National Theatre di Tokyo con Così fantutte (Dorabella), con il Requiem di Mozart e conl’Orlando Furioso diretto da Spinosi in diverse capitalieuropee.Valentina Corradetti, soprano. Nata ad Ascoli Picenonel 1985. Intraprende lo studio del canto lirico sotto laguida del soprano Rossella Marcantoni diplomandosi nel2007 con il massimo dei voti e la lode presso ilConservatorio “U. Giordano” di Foggia. Si perfezionapresso la Scuola dell’Opera Italiana. Nel 2009 debutta LaBohème di Puccini al Teatro Comunale di Bologna, diret-ta dal M° Caldi e la Voix Humaine di Francis Poulenc, 21
  22. 22. TRIVIO e QUADRIVIO diretta dal M° Percacciolo. Canta la Krönungsmesse K 317 di Wolfgang Amadeus Mozart e Die Bürger als Edelmann op. 60 musiche di scena per attore, voci e orchestra di Richard Strauss diretta dal M° Roberto Abbado. Nel 2010 debutta nella Carmen di Bizet diretta dal M° Rosa con la regia di Ivan Stefanutti presso il Teatro Sociale di Rovigo e nellIdomeneo di Mozart al Teatro Comunale di Bologna diretta dal M° Michele Mariotti con la regia di Davide Livermore. Canta il ruolo di Maria Rosaria in Napoli Milionaria di Nino Rota al 36° Festival della Valle d’Itria di Martina Franca (TA). Sempre a Martina Franca diretta dal M° Matteo Pais canta Egmont (op. 84) musica di scena di Ludvig van Beethoven. Si esibisce in diretta radiofonica con l’Orchestra Sinfonica della RAI di Torino nel “Festival delle voci nuove”. Nel 2011 collabora con la Filarmonica Arturo Toscanini di Parma e con l’Orchestra Verdi di Milano. Debutta al Teatro Comunale Pavarotti di Modena ne Il Prigioniero di Luigi Dallapiccola e in prima assolu- ta interpreta il personaggio di Giuseppina Strepponi ne Risorgimento! di Lorenzo Ferrero. Debutta il ruolo di Elvira in Ernani di Giuseppe Verdi presso il Teatro Comunale di Bologna. Recentemente ha preso parte alla tournée del teatro felsineo in Giappone e al Teatro Bunka Kaikan di Tokyo, diretta dal M° Michele Mariotti. Recentemente ha cantato all’Auditorium Manzoni di Bologna la Messe Solennelle di Rossini, diretta dal M° Fratini. Taisiya Ermolaeva, soprano. Nata nel 1986, dopo gli studi al Collegio Musicale P. I. Tchaikovsky di Mosca si diploma, nel 2010, al Conservatorio Verdi di Milano. Nel 2010/2011 è finalista in prestigiosi Concorsi interna- zionali (Zandonai, Francisco Vinas, Voci Verdiane “Città di Busseto”, Giuseppina Cobelli, “Spiros Argiris”, “La città sonora”). Il 2012 la vede vincitrice del primo premio ai Concorsi internazionali: Maria Malibran, Giacinto Prandelli, Marcello Giordani. Ha già debuttato nel ruolo di Aida (G. Verdi) al Teatro Rosetum di Milano e ne “La22
  23. 23. agosto 2012voix humaine” (Poulenc) alla Sala Verdi di Milano.Ha appena completato il primo corso di alto perfeziona-mento lirico tenuto dal Maestro Giorgio Merighiall’Accademia Musicale Gaspare Spontini di MajolatiSpontini.Meri Gongadze, soprano. Nata in Georgia nel 1987;dopo gli studi all’Accademia di Musica di Tblisi ha fre-quentato uno stage al Teatro dell’Opera e della Danza Z.Paliashvili e dal 2008 l’Accademia d’Arte Lirica diOsimo dove ha studiato con i maestri: Lella Cuberli,Raina Kabaikanska, William Matteuzzi, Mario Melani,Sergio Segalini. Ha appena completato il primo corso dialto perfezionamento lirico tenuto dal Maestro GiorgioMerighi all’Accademia Musicale Gaspare Spontini diMajolati Spontini.Alessandro Benigni. Ha compiuto gli studi musicali alConservatorio “G. Rossini” di Pesaro, diplomandosi nel1988 in pianoforte con il massimo dei voti e la lode.Successivamente ha conseguito il diploma in direzioned’orchestra alla “Reale Accademia Filarmonica” diBologna. Dal 1994 docente presso l’Accademia d’artelirica di Osimo (AN), vanta una grande esperienza incampo operistico, ha suonato in concerto o collaborazio-ni teatrali con grandi artisti di fama internazionale comeRaina Kabaiwanska, Joan Ponce, Renato Bruson,Marcelo Alvarez, Giorgio Merighi e DimitraTheodossiou. Ha collaborato come pianista e direttoremusicale di palcoscenico con importanti teatri italiani edesteri tra i quali: teatro “Le Muse” di Ancona; teatro“G.Verdi” di Sassari; teatro “Regio” di Parma e TeatrePrincipal di Palma de Mallorca (Spagna). Nel 2011 è statoinvitato dal "Bolshoi National Theatre" di Minsk(Bielorussia) per la preparazione dei cantanti per lopera"Il barbiere di Siviglia" di Rossini.Dal 1994 al 2004 ha collaborato con l’Università musi-cale Showa di Tokyo in qualità di preparatore musicaledelle opere liriche e attualmente, sempre a Tokyo, colla- 23
  24. 24. TRIVIO e QUADRIVIO bora con l’Università musicale Senzoku. Nel 2008 ha diretto un concerto a Parigi con la “Spontini Wind Orchestra” a conclusione delle celebrazioni del duecente- simo anniversario della rappresentazione nella capitale francese dell’opera “La Vestale” di Gaspare Spontini. Nella stagione lirica 2009 del teatro “G. Verdi” di Sassari ha diretto l’opera “La Cecchina” di Niccolò Piccinni. Diverse le sue presenze a Tokyo come direttore dorche- stra, nel 2010 ha diretto un concerto lirico con l’Orchestra Sinfonica dellUniversità Senzoku, e nel 2011 ha diretto sempre a Tokyo l’opera “Il giovedi’ grasso” e “Elisir d’a- more” di Gaetano Donizetti . Francesco Pesaresi. Nato a Senigallia il 6 gennaio 1976, si avvicina alla musica alletà di tredici anni attraverso lo studio del violino. Pochi anni dopo ottiene lammissione al Conservatorio Statale di Musica “G. Rossini” di Pesaro, dove, nel giugno 2000, consegue il Diploma di Violino. In seguito è impegnato nello studio della compo- sizione e del canto. Sempre allinterno del conservatorio pesarese, nel luglio 2008 ottiene il suo secondo diploma in Musica corale e direzione di coro, e nel marzo 2009 la Laurea di I livello in Canto. Dal 2001 collabora con il Coro Lirico Marchigiano “V. Bellini” di Ancona in qualità di cantante corista (voce di tenore) alle numerose produzioni lirico-sinfoniche presso teatri regionali e nazionali e ha lavorato con importanti direttori d’orchestra, quali: D. Renzetti, R. Ortolani, B. Bartoletti, B. Campanella, e registi di chiara fama: PierAlii, P. L. Pizzi, H. De Ana. Ha partecipato anche ad alcune registrazioni su Cd e Dvd per le case discografiche Bongiovanni e Dynamic. Negli anni 2004 e 2005 ha ricoperto lincarico di M° alle luci, per il Teatro “La Nuova Fenice” di Osimo. Dal 2007 ha svolto attività didattica in qualità di docente di canto, violino e materie teoriche presso alcune scuole private marchigiane. Dal febbraio 2011 è Maestro del coro polifonico “D. Brunori” presso l’Associazione cul- turale “L’Oasi” in Moje di Majolati Spontini.24
  25. 25. agosto 2012 Il Coro Polifonico David Brunori Nasce a Moje di Majolati Spontini (AN) nel 1998, nell’ambito del- l’Associazione Culturale “L’Oasi”. Attualmente il coro è diretto dal M° Francesco Pesaresi. Il coro vanta un ampio repertorio che spa- zia dalla polifonia rinascimentale al gospel, dal classico al contem- poraneo, dal sacro al profano, pas- sando per la lirica e la musica pop. Il coro si è esibito in numerosecelebrazioni religiose solenni, in concerti e rassegneregionali, nazionali ed estere.Nel giugno 2001 ha organizzato la Rassegna “Canti...amoSpontini”. A fine ottobre 2003 il coro ha organizzato laXIV edizione del CoriMarche. Nel 2005 partecipa indiretta al TG3 itinerante presso l’abbazia di S. Elena(Serra S. Quirico - An).Nel 2006 ha partecipato al consueto Concerto di Natalepresso il Teatro Pergolesi di Jesi con l’OrchestraFilarmonica Marchigiana (F.O.R.M.). Nel Giugno 2007,il coro ha partecipato al festival internazionale di Clusonein provincia di Bergamo. Nel 2008 ha inciso un disco conmusiche Spontiniane, in occasione del 200° de “La vesta-le” con la “Spontini wind orchestra” che il 13 Dicembre2008 è stato eseguito in concerto a Parigi.Nel 2009 ha partecipato al festival internazionale diLloret de Mar in Spagna. Il 1° Maggio dello scorso annoha partecipato alla “XXII rassegna corale sul LagoMaggiore” a Cannobio. Dal 2009 il coro partecipa allamanifestazione “Trivio e Quadrivio”, in occasione del-l’ultima edizione ha avuto l’onore di esibirsi insieme alfamoso soprano Dimitra Theodossiou. 25
  26. 26. TRIVIO e QUADRIVIO Venerdì 10 Agosto - ore 21.30 Parco Colle Celeste di Manlio Bellesi e Andrea Boldrini Le nebulose planetarie: lo specchio futuro del nostro Sole L’Associazione Vaghe stelle dell’Orsa propone una sera- ta astronomica dedicata alle nebulose planetarie. Questa tipologia di oggetti rappresenta l’esito finale di stelle medie di massa simile al nostro Sole. La serata si snoda in due momenti. Il primo, teorico, presieduto dal Prof. Manlio Bellesi che per circa un’ora illustrerà con taglio divulgativo, la natura e la fenomenologia delle pla- netarie. Il secondo momento, pratico, diretto da Andrea Boldrini, ha per oggetto l’osservazione telescopica delle 4 nebulose planetarie più suggestive del cielo estivo: M 27 (Dumbbell Nebula) M 57 (Ring Nebula) NGC 6826 (Blinking Nebula) NGC 6543 (Cat’s Eye Nebula) Per l’osservazione di questi remoti oggetti verrà utilizza- to il più grande telescopio trasportabile d’Italia, un Dobson da 76 cm di diametro dello specchio primario. Un’occasione unica per avere in “diretta fotonica” un emozionante spaccato di Universo e di alcune planetarie da esso popolate come immagine futura del nostro Sole tra 4-5 miliardi di anni quando sulla terra non vi sarà più alcun essere vivente! Manlio Bellesi, nato a Macerata nel 1961, si laurea in Fisica nel 1987 presso l’Università degli studi di Pisa. Dopo una parentesi di tre anni a Roma come specialista informatico, nel 1992 diventa docente di ruolo di mate- matica e fisica presso il liceo scientifico “G. Galilei” di Macerata, incarico che ricopre tuttora. Dal 1995 al 1998 è Coadiutore Didattico per gli studenti del corso di Analisi Matematica I, presso la Facoltà di Ingegneria Elettronica dell’Università degli studi di26
  27. 27. agosto 2012Ancona. Dal1996 al 2000 èCoadiutore Di-dattico per glistudenti del corsodi MatematicaGenerale, pressola facoltà diEconomia Ban-caria dell’univer-sità degli studi diMacerata. Nell’anno accademico 1997/98 è professoreper l’insegnamento di Geografia per la Facoltà di ScienzeNaturali dell’Università degli studi di Camerino.Nel 2003, selezionato dal CERN (Centro Europeo diRicerche Nucleari), partecipa al programma HST2003(High School Teachers 2003), tenuto in lingua inglesepresso la sede del CERN a Ginevra, lavorando sotto lasupervisione del Prof. Goronwy Tudor Jones a un proget-to didattico rivolto all’uso delle immagini ricavate dallacamera a bolle come strumenti per l’insegnamento dellafisica delle particelle. Dal 2003 al 2007 è stato uno deidocenti della Scuola Estiva di Astronomia “P. AntonioFoscarini”, tenuta a Montalto Uffugo (CS) e promossadall’Accademia Montaltina degli Inculti. Dal 2010 al2012 ha tenuto il corso di Fondamenti di Fisica per glistudenti Geologia e Scienze Naturali dell’Università diCamerino.Andrea Boldrini è nato a Matelica (Mc) nel 1963. Vivee lavora a Mergo (An) nelle Marche.Ha conseguito il diploma di maturità classica pressol’Istituto Salesiano di Macerata e successivamente si èlaureato in Giurisprudenza presso lUniversità della stes-sa città. Ha inoltre conseguito il Diploma Universitario inScienze Religiose presso lUniversità di Urbino.È un appassionato astrofilo: organizza corsi di astronomiaamatoriale, serate osservative presso i Monti Sibillini conil più grande telescopio trasportabile d’Italia, è Direttoredell’Osservatorio “Migliorati” di Jesi. 27
  28. 28. TRIVIO e QUADRIVIO Sabato 11 Agosto - dalle ore 17.30 alle 19.30 Parco Colle Celeste a cura di Luca Ardenghi Mini Laboratorio di giocoleria di base L’obiettivo del laboratorio è quello di intrattenere, diver- tendoli, i bambiniragazzi tramite un’attività basata sulla giocoleria e sulla coordinazione corporea. Luca Ardenghi, classe 1970. Inizia a praticare le disci- pline teatrali nel 1998. Studia con maestri come Philip Radice, Rita Pelusio, Leo Bassi, Yves Le Breton, Marco Cavicchioli, Giovanni Balzaretti ed Eugenio Allegri. Ha pratica nella giocoleria e nell’equilibrismo (monociclo e trampoli). Attore al carnevale di Fano con regia di Dario Fo e attore e coautore dello spettacolo “Targato H” di David Anzalone. Ha maturato numerose esperienze come autore, attore e regista in diversi spettacoli teatrali e di strada e come formatore teatrale. Si occupa di teatro comico, commedia dell’arte, teatro fisico, arte del clown e arte di strada. Sabato 11 Agosto - ore 21.15 Centro Storico a cura di Elix & Zio Performance Giochi di fuoco, all’interno de IL CIRCO NELL’ARTE Elisa Mencarelli e Andrea Giardinieri, in arte “Elix & Zio”, operano all’interno dell’Associazione Teatrale e Culturale TiVittori di Serra de’ Conti (Ancona) con- ducendo, come Educatori, corsi di Giocoleria Espressiva ed acrobatica per bambini e ragazzi, corsi di tessuto e trape- zio statico per adulti. Animano eventi per bambini e creano spettacoli di strada fon- dendo fuoco e teatro.28
  29. 29. agosto 2012Sabato 11 AgostoInizio spettacoli: ore 21.15 - ore 22.00 - ore 22.45(Prenotazione dalle ore 17.30 alle 19.30 presso il Colle Celeste)Centro Storico Majolati Spontinia cura dell’Istituto Comprensivo“Carlo Urbani” di Mojecoordinatrice M. Antonia Mingodocenti che hanno collaborato al progetto:C. BEZZECCHERI, A. CARNUCCIO, R. CELLI,M. AGOSTINELLI, G. GAGLIARDINI, S. FATONEPerformance/Laboratorio: Il circo nell’arteIl progetto ha coinvolto, a gruppi aperti, tutte le classidella Scuola Secondaria di 1° grado di Moje ed ha inte-ressato le discipline di Arte e Immagine, Storia, Italiano,Educazione Motoria e l’Indirizzo Musicale, con la finali-tà di valorizzare il ruolo dell’arte e della cultura comeagenti potenti nella formazione degli alunni, attraverso unapproccio dinamico basato sull’arte-educazione.Attraverso un attento studio delle opere d’arte più signifi-cative che hanno rappresentato il circo dalla finedell’Ottocento ai nostri giorni, gli allievi hanno ricostrui-to il Circo Fernando di Parigi visto con gli occhi ironici di Toulouse Lautrec, riproposto i malinconici saltimbanchi di Pablo Picasso e gli artisti sognanti di Marc Chagall per poi giungere agli smisurati acrobati e giocolieri di Fernando Botero. Questi piccoli artisti nelle vie del centro storico “magicamente” si trasformeranno in abili saltimbanchi clown giocolieri acrobati riproponen- do l’atmosfera parigina del periodo. Alcuni dei personaggi rappresentati in scena, non sono nati da pura fantasia, ma hanno realmente calcato la pista del Circo Fernando come nel caso dei due 29
  30. 30. TRIVIO e QUADRIVIO clown Footit e Chocolat, figure dalle quali nasceranno gli odierni clown, o come nel caso di Monsieur Loyal e della cavallerizza Suzanne Valadon, della pagliaccia Cha-U- Kao e del duo Valentin le Désossé e la Goulue. Non solo quindi una ricostruzione scenica e costumistica di vari periodi, ma anche un attento studio artistico/biografico. A completamento di tutta questa grande corni- ce troveremo alcuni artisti di strada come il trampoliere Luca Ardenghi, che vestito con cilindro frac e bastone, stralunato vagherà per le vie del centro storico e gli effetti magi- ci del fuoco di Elisa Mencarelli e Andrea Giardinieri in arte ELIX e ZIO. Nicola Brunetti, Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Carlo Urbani” di Moje. Anche quest’anno le studentesse e gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Carlo Urbani” partecipano alla manifestazione con impegno ed entusiasmo, lo stesso impegno ed entusiasmo che hanno messo in evidenza in occasione della XII rassegna teatrale appena conclusa. Sempre più spesso i docenti a tutti i livelli scolastici sono chiamati ad innovare la propria azione didattica con l’o- biettivo di rendere più interessanti e coinvolgenti le lezio- ni, per riuscire a catturare l’attenzione dei propri alunni. Questo è senz’altro l’aspetto più difficile della professio- ne docente: riuscire a stabilire una proficua relazione edu- cativa! La partecipazione all’evento, stimolata dalla prof.ssa M. Antonia Mingo e centrata sul tema “Il circo nell’arte”, è certamente una risposta efficace alla sempre più pressante richiesta da parte dei nostri ragazzi di una scuola che sappia interessare, coinvolgere, stimolare e guidare alla scoperta delle conoscenze. La prof.ssa Mingo ha saputo coinvolgere i docenti di diverse discipline, che vanno dalla musica alla storia, dal-30
  31. 31. agosto 2012l’italiano alle scienze motorie, attorno ad una propostaprogettuale che, dopo la recente rappresentazione in tea-tro, viene nuovamente presentata all’interno del centrostorico di Majolati Spontini.Come misurare la bontà di un progetto che esce all’ester-no della scuola e si propone all’intera comunità in unacornice decisamente insolita, se non attraverso l’entusia-smo con cui ragazze e ragazzi hanno aderito alla propostadella loro insegnante e dell’Amministrazione comunale,mettendo così in risalto il fatto che l’attività scolasticapuò diventare piacere di scoprire, di conoscere, di colla-borare, di mettersi in gioco e non più solamente arido esercizio finalizzato al conseguimento di un voto finale. “È meglio una testa ben fatta che non una testa ben piena” - scriveva Edgar Morin per ricorda- re a noi professionisti dell’educazione che dob- biamo superare l’ostacolo del sapere parcelliz- zato e, quindi, delle “discipline”, in modo da consentire ai nostri giovani allievi di rispondere alle sfide poste dalla globalità e dalla complessi- tà della vita quotidiana. Il progetto “Il circo nel- l’arte” è sicuramente un ottimo esempio di didattica che attraverso un coinvolgimento plu- ridisciplinare conferisce unitarietà al sapere, coin- volge in maniera efficace i nostri studenti e li rende capaci di ragionare con una “testa ben fatta”. Si ringraziano per la col- laborazione: JACOPO MANCINI, VALTERE RICCI e gli abitanti del centro storico di Majolati Spontini. 31

×