Lista civica aperta mente   programma 2013-2018
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Lista civica aperta mente programma 2013-2018

on

  • 626 views

Programma elettorale della lista Civica Apertamente per le elezioni amministrative 2013 a Chiaravalle

Programma elettorale della lista Civica Apertamente per le elezioni amministrative 2013 a Chiaravalle

Statistics

Views

Total Views
626
Views on SlideShare
445
Embed Views
181

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

2 Embeds 181

http://www.viverejesi.it 179
http://www.viveresenigallia.it 2

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Lista civica aperta mente   programma 2013-2018 Lista civica aperta mente programma 2013-2018 Document Transcript

  • LISTA APERTAMENTEProgramma Elezioni Amministrative 26 -27 maggio 2013IntroduzioneLa politica è soprattutto saper leggere i segni dei tempi per coglierei cambiamenti in atto, adottando strategie idonee per assolvere alcompito di servire al meglio la comunità.Il particolare momento storico che stiamo vivendo ci impone disuperare l’immobilismo e la totale confusione sulle scelte operate dalleprecedenti amministrazioni.La situazione economica locale, che in parte subisce a ricadutaverticale quella nazionale, ci impone di adottare delle scelte di altoprofilo politico e amministrativo, fondate sul buonsenso e sullapartecipazione reale ed effettiva del cittadino, che, con le proprieesigenze, i propri problemi e le proprie idee deve essere messo al centrodell’attenzione di chi amministra e non essere destinatario passivo didecisioni prese dall’alto.1
  • La nostra realtà, sociale ed economica, deve inevitabilmenteprivilegiare l’adozione di visioni non localistiche e indirizzare l’azionepolitico-amministrativa sui seguenti obiettivi principali senza, peraltro,trascurare gli altri aspetti di valenza economica e sociale:1) Rapporto trasparente e partecipativo tra cittadino eamministrazione – servizi al cittadino2) Lavoro e sviluppo delle attività produttive3) Ricerca sistematica di risorse finanziarie, ottimizzazione deicosti di gestione, risparmio energetico4) Difesa dell’ambiente e del territorio, miglioramento del contestourbano5) Sostegno alle famiglie, anziani, scuola, sport, giovani1. RAPPORTO TRASPARENTE E PARTECIPATIVO TRACITTADINO E AMMINISTRAZIONE - SERVIZI AL CITTADINOIl cittadino deve essere il protagonista delle scelte adottatedall’Amministrazione Comunale, non il destinatario passivo didecisioni, mantenendo sempre un ruolo attivo e partecipativo.E’ per questo necessaria una comunicazione costante e capillarecon i cittadini, tramite forme tradizionali ed anche via web.Occorre pertanto:• RICONQUISTARE la fiducia dei cittadini, lavorando su unrapporto aperto e corretto, basato sull’ascolto attento dei bisogni,sulla partecipazione e sull’informazione;• ISTITUIRE un punto d’ascolto con un consigliere comunale cheperiodicamente si mette a disposizione del cittadino per raccogliere2
  • le problematiche da sottoporre poi all’attenzionedell’Amministrazione Comunale;• RECUPERARE il rapporto con la frazione di Grancetta attraversouna programmazione di eventi culturali e di feste, istituendo unpunto dascolto con un consigliere; valutare la possibilità diistituire un ambulatorio medico;• ISTITUIRE IL BILANCIO PARTECIPATIVO, coinvolgendo lapartecipazione dei cittadini alle politiche locali (in particolare albilancio preventivo dell’ente, cioè alla previsione di spesa e agliinvestimenti pianificati dall’Amministrazione Comunale); in talmodo verrà costruito un rapporto diretto tra cittadini e governancelocale, riavvicinando la popolazione alla politica e al governo delterritorio;• PROGRAMMARE incontri periodici con le associazioni deicittadini e di categoria, condividendo i percorsi che porteranno allesoluzioni delle problematiche;• PORTARE in diretta web le sedute del consiglio comunale;• PROMUOVERE incontri con i cittadini per illustrare le modalità diaccesso a tutti i servizi on line;• PREVEDERE il servizio wi-fi nei luoghi pubblici e nelle scuole esollecitare quello nei luoghi privati commerciali.Difesa e miglioramento dei servizi al cittadinoIl particolare e difficile momento economico che stiamo vivendo ciimpone una adeguata attenzione verso le fasce più deboli, che piùrisentono della grave crisi economica.• ATTENZIONE ai bisogni delle famiglie e persone disagiate(diversamente abili, anziani soli, disoccupati, ecc);3
  • • CREAZIONE di un punto di ascolto, sportello informativo per lefamiglie con a carico familiari diversamente abili;• DIFESA dell’erogazione e della qualità dei servizi, limitando almassimo il costo per i cittadini, passando anche attraversol’ottimizzazione dei costi di gestione della macchina pubblica;• VALUTARE la possibilità di calibrare il costo delle tariffe deiservizi a domanda (es. mensa, pulmini, pasti a domicilio) aseconda delle esigenze delle famiglie più bisognose; cercare dicontenere al massimo le imposte e le tasse per le fasce più deboli(IMU, TARES etc.);• MASSIMA ATTENZIONE sulla applicazione della TARES (tassache sostituirà l’attuale tassa rifiuti), con l’emanazione di unregolamento che dovrà tenere conto di tutte le differenzeterritoriali;• COLLABORAZIONE sistematica e continua con la Parrocchia econ le Associazioni del Volontariato per lavorare sul sociale;attivare forme di collaborazione con l’Auser per i servizi divolontariato, quali l’aiuto alla persona, attività per il tempo liberoetc..Servizio cucina centralizzata e mensa scolasticaIl servizio di mensa comunale è stato recentemente esternalizzato,tant’è che oggi gli utenti sono serviti tramite unazienda di FalconaraMarittima.Tale situazione ha sollevato nella comunità lesigenza diripristinare all’interno del territorio comunale il predetto servizio, darealizzare attraverso l’individuazione di un’area idonea destinata adaccogliere la struttura e le attrezzature; la gestione potrebbe in parte4
  • essere esternalizzata, garantendo comunque nel bando di gara lapreservazione delle professionalità lavorative acquisite da chi vi ha giàlavorato e vi sta lavorando, e favorendo, per quanto possibile, nuoveassunzioni.Lobiettivo è mantenere alti livelli di qualità sia sull’acquisto dellederrate e sia sulla preparazione dei pasti caldi, una verifica diretta delservizio e la creazione di nuovi posti di lavoro per i cittadini diChiaravalle.Verrà altresì prestata massima attenzione per l’abbattimento dellac.d. quota fissa.Ospedale di ChiaravalleLospedale rischia la chiusura a seguito del progetto in atto diriconversione in casa della salute a valenza territoriale. Questosignificherebbe la perdita di un servizio essenziale per i cittadini, i quali,anche per esami di routine, dovrebbero recarsi presso gli altri nosocomi,alcuni dei quali a decine di chilometri di distanza.LAmministrazione Comunale presterà massima attenzione peruna partecipazione attiva nelle scelte che verranno adottate, puntando almantenimento dei servizi primari erogati dalla struttura ospedaliera,quanto meno per la Lungodegenza, la Day Surgery, il Punto di PrimoIntervento, il Punto Prelievi ed il Laboratorio Analisi. Verrà prestataanche estrema attenzione al potenziamento dei poliambulatori e almiglioramento dellassistenza domiciliare.A tutt’oggi la Regione Marche sta rendendo noto il piano diriordino della sanità, ragion per cui ogni eventuale soluzione verràconcertata con gli organi e gli enti preposti.5
  • LAmministrazione Comunale seguirà con estrema attenzionelevoluzione della parte della delibera di giunta regionale n.1696/2012sulla fornitura dei presidi sanitari che ha portato ad un dimezzamentodei dispositivi medici (ad esempio pannoloni, traverse etc.), attivandosiper un confronto immediato con la Regione.Verranno inoltre organizzati incontri sulla salute e sullaprevenzione delle malattie di forte impatto (infarti, alzheimer, parkinsonetc.) attraverso l’ausilio di esperti del settore.Tali iniziative verranno rese gratuitamente al cittadino, dalmomento che riteniamo essenziale il diritto alla salute, costituzionalmentegarantito.2. LAVORO E SVILUPPO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVEDa anni la Manifattura Tabacchi ha cessato di essere un’importantepossibilità occupazionale per Chiaravalle e nulla si è fatto per creare lealternative.Il tessuto industriale e artigianale si è in parte impoverito e in partedistribuito nelle aree produttive dei comuni limitrofi.Chiaravalle è situata in una zona strategica di notevole importanza,caratterizzata dalla presenza di due uscite dei caselli autostradali e dallac.d. Piattaforma Logistica delle Marche, che oggi comprende il porto,l’aeroporto e linterporto. Tale posizione può pertanto costituire fonte disviluppo economico e di benessere per la collettività.Oggi, pertanto, le possibilità per l’occupazione vengono dallapartecipazione attiva nelle scelte strategiche e nell’individuazione delleopportunità di crescita e di sviluppo nei progetti in itinere sul territorio.6
  • Rivitalizzare l’attività commerciale ed artigianaleLe esigenze manifestate dalle associazioni di categoria hannoevidenziato che è necessario un rilancio dell’intero settore dell’economia,in particolare del commercio e dellartigianato, attraverso un confrontocostruttivo e permanente con le associazioni di categoria, perconcretizzare al meglio le idee provenienti dagli operatori del settore.“Una bottega tipica ci ricorda chi siamo e da dove veniamo, è unpatrimonio che non va disperso, o dimenticato”E necessario pertanto:• RIDEFINIRE la viabilità, la regolamentazione della ZTL e le areedi parcheggio (ad esempio istituendo la prima mezzora gratuita, ozona disco orario, favorendo lutilizzo dei parcheggi esistenti inprossimità del centro); verrà altresì valutata la possibilità dirimborso del ticket di sosta per chi effettua acquisti in centro;• LAVORARE a stretto contatto con le associazioni di categoria perrilevare esigenze e accogliere idee, attraverso l’istituzione di tavolipermanenti di confronto;• SEMPLIFICARE E VELOCIZZARE tutti gli iter burocraticifinalizzati allo svolgimento di iniziative, eventi e manifestazioni,creando uno sportello di settore;• RIQUALIFICARE il centro storico, con massima attenzione perdecoro urbano, partendo dal recupero e dalla valorizzazione delchiostro, che deve diventare il cuore di Chiaravalle, pulsante diiniziative socio-culturali ad ampio respiro;• PROMUOVERE e riattivare eventi e manifestazioni abbandonate,quali il palio di S. Bernardo, che possono fungere da volano per il7
  • rilancio dell’economia locale; ridare lustro alla tradizione dellafesta di S. Antonio;• APRIRE alla collaborazione pubblico e privato e agevolare leiniziative e l’attuazione di idee per il commercio e per lartigianato.3. RICERCA SISTEMATICA DI RISORSE FINANZIARIE,OTTIMIZZAZIONE DEI COSTI DI GESTIONE, RISPARMIOENERGETICOLe risorse economiche di cui oggi può disporre un Comune sonosempre minori, a seguito della riduzione dei fondi statali e a fronte delprogressivo aumento dei costi, dovuti anche all’aumento dellecompetenze di spesa proprie di ogni amministrazione (dovute allemaggiori deleghe attribuite al Comune).E necessario pertanto porsi in prima linea e saper cogliere leopportunità di reperire nuovi finanziamenti e di sviluppare nuove formedi collaborazione fra il pubblico ed il privato, attraverso:• RICERCA SISTEMATICA di risorse finanziarie (fondistraordinari, europei, regionali ecc) da destinare alla realizzazionedi opere pubbliche;• UTILIZZARE le leggi sugli accordi di programma pubblico-privato nelle trasformazioni urbane;• AUTOSUFFICIENZA ENERGETICA per gli immobili comunali,le scuole, la piscina, gli impianti sportivi, il cimitero, con l’utilizzodi fonti energetiche alternative (fotovoltaico – riduzione della spesaper la illuminazione cimiteriale);8
  • • ABBATTERE i costi dei servizi, cercando sinergie con i comunilimitrofi (ad esempio per il segretario comunale); ricerca disoluzioni alternative per telecomunicazioni e servizi informatici;• STUDIARE un progetto per la pubblicità commerciale su areepubbliche e mezzi comunali a fronte di un contributo da parte deisoggetti privati. Gli introiti verranno utilizzati per lamanutenzione delle aree (ad esempio verde pubblico, conlacquisto e manutenzione di giochi per bambini) e dei veicolicomunali;• PROSEGUIRE il progetto di orti pubblici per la rivalorizzazionedelle aree pubbliche e per andare incontro alle difficoltà oggettivedella famiglia dovute alla difficile situazione economica. Verràistituito un bando per lassegnazione delle aree sulla base dellesituazioni lavorative ed economiche delle singole famiglie.4. DIFESA DELLAMBIENTE E DEL TERRITORIO –MIGLIORAMENTO DEL CONTESTO URBANO - LAVORIPUBBLICILa gestione del territorio passa necessariamente attraverso la difesadelle sue peculiarità, tutelando le aree verdi e recuperando gli immobiligià esistenti.Per capire le esigenze del territorio, verrà effettuato un censimentodegli immobili sfitti e non utilizzati e delle aree dimesse;successivamente, attraverso un procedimento di concertazione con lacittadinanza, verranno adottare le scelte più idonee finalizzate ad unosviluppo sostenibile della città.9
  • Lo strumento urbanistico attualmente vigente dovrànecessariamente essere adattato alle necessità della popolazione, congiusto e corretto equilibrio fra le esigenze della cittadinanza,disponibilità economico – finanziarie e tutela dell’integrità del paesaggioe dell’ambienteTutte le scelte e le iniziative dovranno essere compatibili con ilpiano AERCA (Area ad Elevato Rischio di Crisi Ambientale) e verrannorealizzate mediante:• PARTECIPAZIONE ATTIVA nella definizione del pianourbanistico regionale;• MANUTENZIONE E MIGLIORAMENTO delle piste ciclabiliesistenti, con creazione di aree di sosta attrezzate con arredi ginnicie giochi;• CAMPAGNA INFORMATIVA e di sensibilizzazione permantenere pulita e più accogliente Chiaravalle, con apposizione dinuovi cestini e posacenere nei luoghi maggiormente frequentati daicittadini;• STOP AL DEGRADO urbano con scritte, graffiti ed affissioniabusive in ogni luogo e sulle proprietà private. Verrannoindividuate delle aree appositamente dedicate ai giovani che siesprimono con questa nuova forma comunicativa.I grossi contenitori e spazi urbani edificati presenti oggi nel tessutourbano (come l’ex Consorzio e l’ex Cral), dovranno essere oggetto didiscussione e condivisione con la popolazione, finalizzata al miglioreutilizzo e recupero a favore della cittadinanza; stesso percorsoconcertativo verrà fatto per il Campo Boario.10
  • Difesa e gestione del territorioE necessario promuovere con gli altri comuni interessati e glienti preposti e con le associazioni ambientali il recupero del fiume Esino,utilizzando fondi europei.Il fiume Esino, infatti, può rappresentare una risorsa dalpunto di vista economico, commerciale e sociale; basti pensare allenumerose opportunità di crescita, di svago (sport e cultura) che possonoriversarsi sulle città che si sono sviluppate lungo il corso di un fiume.Parte dellarea del parco I maggio, in collaborazione con leassociazioni ambientaliste, potrà essere destinata ad aula didattica(creazione di percorsi botanici specifici, quali didattica floreale, didatticaerbe officinali etc.).Lavori pubbliciNonostante le esigue risorse economiche disponibili, verrà prestatamassima attenzione per reperire fondi destinati a:1) messa a norma di tutte le strutture scolastiche sulla base dellavigente normativa con lutilizzo della bio-architettura e di fonti dirisparmio energetico ;2) manutenzione delle strutture sportive comunali;3) manutenzione della tribuna dello stadio comunale;4) reperimento fondi per il completamento del viale delle sigaraie;5) piano manutenzione ordinaria e straordinaria dei marciapiedi edelle strade comunali.Verrà fatta una stima economica di tutti i fabbisogni per larealizzazione delle opere e con una corretta programmazione annualeverranno definite le priorità ed operati gli interventi.11
  • 5. SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE, ANZIANI, SCUOLA, SPORT,GIOVANIIn un momento di repentina trasformazione del contesto sociale edi decrescita economica, la famiglia, intesa come nucleo fondamentaledella società, rappresenta un punto di riferimento assoluto; allo stessomodo la scuola e tutte le attività formative ed educative vanno sostenuteed incentivate.SocialeLe difficoltà in cui oggi versano le famiglie sono principalmente dicarattere economico e sociale e si sono acuite negli ultimi anni a seguitodella pressante crisi.Parlare della realtà sociale del nostro paese significa focalizzarelattenzione principalmente sugli anziani, sulle persone disabili e sullefamiglie in difficoltà, soprattutto a causa della perdita del lavoro.Per creare unefficiente rete di servizi è necessario chelAmministrazione Comunale coinvolga le organizzazioni di volontariatoe di cooperazione sociale presenti nel territorio, al fine di risponderetempestivamente ed efficacemente ai bisogni del singolo.E necessario pertanto non abbassare la guardia e garantire ilsostegno alle famiglie più bisognose, valorizzando anche la realizzazionedi progetti culturali e sociali, che possano coinvolgere ed integrare levarie etnie presenti sul territorio, con particolare attenzione alla figuradella donna, per avviare una serena ed armonica convivenza, dove ognisoggetto deve avere e fare la sua parte con senso di responsabilità.Occorre pertanto:12
  • • CREARE con associazioni sul territorio un circuito per la raccolta edistribuzione di prodotti alimentari che verrebbero gettati; analogainiziativa per i pasti erogati dalla mensa e non consumati; lagestione e lorganizzazione di questo progetto verranno condivisicon le Associazioni di Volontariato ed in particolare con la Caritase la Parrocchia;• STUDIARE forme di collaborazione con le persone non occupate,che a fronte di erogazione e contributi da parte del comunepossano fornire servizi a supporto della collettività (ad. esempiopiccole interventi di manutenzione del verde urbano, pulizia dellearee pubbliche etc);• MASSIMA ATTENZIONE verrà prestata alla fascia dipopolazione della terza età;• ATTUARE forme di integrazione e collaborazione, anche nelleforme dellassociazionismo e del volontariato;• ISTITUIRE corsi di formazione per assistenti a domicilio.Centro diurno per anzianiNel territorio di Chiaravalle gli anziani autosufficienti hanno già adisposizione diversi spazi aggregativi da loro gestiti.Da molte famiglie sorgono però domande di aiuto soprattutto per inon autosufficienti, per i quali è auspicabile la creazione di un centrodiurno per sostenere le stesse nella gestione quotidiana di situazionidifficili e/o alleviare la solitudine delle persone.Questo centro potrebbe costituire un punto di aggregazione per laterza età, allinterno del quale saranno previsti corsi, laboratori e attivitàche favoriscano il mantenimento di interessi e di quelle abilità che, acausa della malattia, si vanno perdendo.13
  • Servizio pronto farmacoIl servizio prevede la consegna a domicilio dei farmaci prescrittidai medici agli anziani, che vivono soli e si trovano in condizioni diparticolare disagio fisico.Servizio pasti a domicilioIl servizio è rivolto a quegli anziani che vivono soli e si trovano incondizioni di particolare disagio fisico.Servizio di assistenza e soccorsoTale servizio è rivolto agli anziani che vivono soli e a tutti coloroche sono in particolari condizioni psicofisiche, per stato di malattia,grado di invalidità fisica, o in attesa di ricovero o monitoraggio continuo,per dare loro la possibilità di vivere in autonomia nella propriaabitazione.Diversamente abiliFermo restando il servizio già erogato e a carico, per legge,dellEnte locale, lAmministrazione Comunale, accogliendo le richiestedelle famiglie interessate, vede la necessità di creare uno SPORTELLOINFORMATIVO che possa diventare un punto di riferimento cuirivolgersi per avere informazioni su leggi, attività e qualsiasi altraproposta, in favore delle persone disabili.Il centro servirà anche a raccogliere richieste e/o proposte pernuove iniziative da sottoporre allattenzione della stessaamministrazione. Per i ragazzi disabili arrivati alla maggiore età sifavoriranno eventi e/o attività che permetteranno loro di integrarsi con iloro coetanei.14
  • Scuola formazione e culturaLa scuola è la principale colonna portante di ogni comunità e vapertanto supportata ed aiutata; lo sviluppo della fase educativa eformativa è determinante per linversione di tendenza dellattuale crisisociale ed economica. LAmministrazione Comunale si attiverà per:• PROMUOVERE progetto piedibus e bicibus per accompagnare ibambini a scuola a piedi, o in bicicletta, eliminando lutilizzo deiveicoli a motore;• RIPRISTINARE la “Festa degli Alberi” per gli alunni,coinvolgendo anche le associazioni sul territorio, che dovrannoistruire i bambini sul verde e creare all’interno delle scuole spaziverdi destinati ad orti.L’Amministrazione Comunale, visto il difficile momento, attiveràforme di collaborazione didattica su temi di carattere generale, ospecifico, fornendo le competenze di esperti su singoli settori,organizzando incontri in varie materie (ambiente, protezione civile,sicurezza stradale etc.)La figura di Maria MontessoriValorizzare la figura di Maria Montessori, attraverso la creazionedi un centro studi che raccolga tutte le scienze educative, in cui possanocontribuire i due istituti comprensivi presenti sul territorio, rappresentauna opportunità di sviluppo e crescita per lintera comunità.La presenza di un laboratorio permanente potrà suscitarelinteresse del mondo culturale della scuola, attirando espertipedagogisti; Chiaravalle potrà in breve tempo diventare un polo diriferimento culturale, richiamando una moltitudine di persone15
  • interessate, favorendo lincremento delle attività economiche e delturismo. Tali iniziative andrebbero poi integrate con:• REDAZIONE di un ricco calendario di eventi musicali e di incontritematici, anche con la partecipazione di personaggi importanti delmondo della cultura, dello spettacolo e dello sport;• ORGANIZZARE incontri serali su temi culturali (arte, musica,storia, ecc.);• CREAZIONE di una ludoteca per offrire opportunità di incontroper favorire l’integrazione;• MOVIMENTARE le notti estive, riscoprendo il teatro all’aperto,organizzando serate con giovani musicisti.GiovaniI giovani rappresentano il futuro della società.Credere nelle loro potenzialità, dando loro il modo di dimostrarequello che valgono, rappresenta unopportuna per lintera collettività.Occorre pertanto, in primo luogo, individuare degli spazi e creareiniziative per offrire occasione di partecipazione concreta e fattiva.L’Amministrazione Comunale intende promuovere una culturache dia grande importanza all’EDUCAZIONE, nella consapevolezza cheeducare non è solo compito della famiglia o della scuola, ma dell’interacomunità.Per quanta riguarda la fascia adolescenziale sarà favorita lacreazione di spazi gestiti e animati da educatori e da giovani più grandi,che possono svolgere una sorta di tutoraggio nei confronti dei piùpiccoli.Per quanto riguarda le fascia dei giovani maggiorennil’Amministrazione Comunale intende favorire la gestione autonoma di16
  • spazi per organizzare eventi culturali, musicali ecc., la partecipazione adattività di volontariato basate sulla cultura della condivisione e dellasolidarietà.Tale iniziative verranno realizzate in collaborazione con lenumerose associazioni di volontariato presenti nel territorio.L’Amministrazione Comunale intende inoltre creare, incollaborazione con gli Istituti Comprensivi presenti nel Comune, unOSSERVATORIO PERMANENTE sulla condizione dei giovani (daipreadolescenti ai giovani-adulti) per i giovani che vivono un qualsiasitipo di disagio.Occorre infine VALORIZZARE i giovani premiando l’impegno e ilmerito tramite bandi intercomunali in aree tematiche (es. musica, arte,letteratura etc.).SportLo sport e i giovani rappresentano un connubio indissolubile, unmomento di crescita, di formazione e di integrazione sociale; è necessariopertanto sostenere le associazioni e le istituzioni già presenti sulterritorio, favorendo linserimento di nuove realtà a benefico dellinterracollettività.Il potenziale dei giovani unito allalta e riconosciuta professionalitàdegli operatori presenti a Chiaravalle sono una risorsa importante perrealizzare progetti innovativi ed utili per la cittadinanza.Occorre pertanto:• COLLABORARE con la Scuola dello Sport C.O.N.I. Marche perorganizzare convegni tecnico-scientifici con l’intervento dipersonaggi illustri;17
  • • MIGLIORARE i servizi sportivi, con particolare attenzione alsettore giovanile;• SOSTENERE il Centro Comunale Formazione Fisico e Sportiva etutte le società ed associazioni sportive presenti sul territorio;• AVVIARE iniziative per promuovere gli sport minori,salvaguardando le realtà esistenti;• PROGRAMMARE incontri di carattere conoscitivo-preventivo conle famiglie per migliorare la qualità della vita sotto il profilo dellasalute;• ORGANIZZARE eventi sportivi per valorizzare l’ambienteurbano;• PROMUOVERE i mercatini dove i bambini si scambiano le cose,per es. giocattoli o libri, apprendendo così che anche il vecchio puòavere un valore;• MERCATINO dell’usato e del baratto.Il presente programma dovrà essere realizzato con la fattiva edattenta collaborazione del personale comunale, al qualel’Amministrazione Comunale presterà massima attenzione nell’ascolto enella valorizzazione delle professionalità acquisite.18