Your SlideShare is downloading. ×
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Piazzasalento n°6
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Piazzasalento n°6

1,648

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,648
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. 0833 In primo 1823575 piano e-mail: it to. i vostri ale n s z za annunci @ pia c ita b bli 7 - 20 aprile 2011 anno I - numero 6 quindicinale - esce il giovedì tiratura 32.000 copie € 0,90 puMille canali Dagli scricchiolii alla frana: durato meno di due anni il mandato di Ivan De Masi a primo cittadinodi notiziee nessunoli svuoterà La rivolta degli 11: sindaco ko Inutili i tentativi di una nuova giunta. Si voterà fra un anno di Fernando D’Aprile A 22 mesi dall’elezione, Ivan De Masi non è più sindaco di Casarano. Lo hanno Riuscire a far sì che la cacciato da Palazzo dei Domenicani undicirichiesta di notizie, risposte, firme, sei della sua ex maggioranza di cen-commenti ad un qualsiasi tro-sinistra e cinque dell’opposizione. Tuttocapo - di un Comune, di una è successo martedì 5 aprile, mentre il primoChiesa, di una associazione, cittadino si accingeva a rifare la giunta co-di un partito - diventi prassi munale (rimasta in tre dopo le dimissioni diconsolidata sul rispetto reci- Torsello) in accordo con i vertici provincialiproco. L’informazione e chi del Pd: doveva essere il passo per un riavvi-ci lavora sembra ancora alle cinamento politico. Ma Venuti, ex sindacoprese con un principio libe- e rappresentate dei sei consiglieri, ha tiratorale fondamentale ma preca- dritto. Si rivoterà tra il 15 aprile ed il 15 giu-rio. Un mio maestro, Antonio gno 2012.Maglio, lo traduceva così: a pag. 16i potenti devono svuotare letasche davanti ad un giorna-lista. Devono. Non ammet-teva mezze misure su questonè scuse nostre tipo “non miha voluto dire niente”. Radi- Sansificio, la societàcale? Non credo. Prendete que-sti giornali che avete avuto insiste e si rivolgeper le mani. Sarebbero statialtra cosa se avessimo ce- al Tar per costruirlo a pag. 18duto alle pressioni di chinon vuole che si parli (“non Palazzo dei Domenicani, sede del Comune rimasto senza sindacoora”) di un certo argomento,magari segnalato da voi stes-si; a chi pretende di indicare In vendita cantina sociale, mercato coperto e un terreno MATINOlui il menù delle notizie (“oc-cupatevi di questo piuttosto,invece di scrivere di scioc-chezze”); a chi ritiene di de- Comune e finanze Di che paese sei?tenere il potere di dire cosa,come, quando e quanto a sua In bilico 7 famiglieesclusiva discrezione (“tantola gente non capisce...”). Il giornalista - esclusi na-turalmente i prezzolati e in primi pezzi all’asta L’ex cantina a pag. 17 MATINO a pag. 25malafede - rappresenta l’opi-nione pubblica. Ogni cittadi-no ha doveri certo, ma anchediritti. Tra cui, tra i fonda- Parte il piano; interessa pure Matino, Parabita, Taurisano Il caso: in 300mentali, quello di sapere, co- al corso di innestinoscere, capire. Meglio checi si rassegni: le cose stannoormai così e pure che questoevo che stiamo vivendo vol- Indifesi, soli, invalidi a pag. 27ge al termine, indietro nonsi torna. Semmai si andràancora più avanti, con millecanali di comunicazione. Econ più notizie per tutti. 3 milioni per aiutarli Il Mirabilia Dei a pag. 19 PARABITA Sono di qui SPORT le Veneri longeve a pag. 24 Rally Lo United PARABITA della città superbravo a Sorano chiede ora «Ai ragazzi il bene il trofeo sostegno che era di Romano» a pag. 22 Dominio degli equipaggi salen- La Terza Categoria ha avuto un’u- tini alla 17^ edizione del Rally Città di Casarano, seconda prova a coeffi- nica squadra leader: lo United Tau- risano non ha avuto avversari ed ha TAURISANO ciente 1,5 del Challenge Rallies Na- vinto la promozione con ben cinque zionali di Settima Zona, disputatosi il 2 e 3 aprile. Il pilota Francesco Rizzello (di Ruffano) in coppia con il turni di anticipo. Con questo record il presidente Daniele Sabato pensa di riaccendere gli entusiasmi: «Vo- Elezioni in vista navigatore casaranese Fernando So- rano, su Peugeot 207 S2000, si sono aggiudicati la difficile gara. gliamo migliorarci ancora, non ci fermiamo, ma chiediamo che i tifo- si tornino alla stadio più numerosi». solo il Pdl è pronto a pag. 21 a pag. 30 a pag. 30
  • 2. 0833 In primo 1823575 piano e-mail: it to. i vostri ale n s z za annunci @ pia c ita b bli 7 - 20 aprile 2011 anno I - numero 6 quindicinale - esce il giovedì tiratura 32.000 copie € 0,90 puMille canali Approvato il primo piano di attuazione: su via Lecce sorgeranno case per 3.700 abitantidi notiziee nessuno Tutti d’accordo, la città cresceràli svuoterà Via libera a nuovi capannoni per gli artigiani e al maxialbergo di Fernando D’Aprile Tra via Lecce, la provinciale per Sanni- cola e la ferrovia nei prossimi cinque anni Riuscire a far sì che la potranno essere realizzati 4.684 vani pari arichiesta di notizie, risposte, 3.718 nuovi abitanti: è la conseguenza piùcommenti ad un qualsiasi consistente del Piano pluriennale di attua-capo - di un Comune, di una zione approvato all’unanimità dal Consi-Chiesa, di una associazione, glio comunale. Ma c’è anche il “via libera”di un partito - diventi prassi a nuovi insediamenti produttivi, in partico-consolidata sul rispetto reci- lare artigianali, e turistici: nell’area dell’exproco. L’informazione e chi Distilleria del Salento potrà ora sorgere l’al-ci lavora sembra ancora alle bergo da 220 stanze, con centro congressi,prese con un principio libe- piscina e centro benessere, il cui progettorale fondamentale ma preca- fu presentato nel 2007. Altra opera strategi-rio. Un mio maestro, Antonio ca una rotatoria sulla via per Alezio, primoMaglio, lo traduceva così: passo verso la Gallipoli-Otranto.i potenti devono svuotare le a pag. 4tasche davanti ad un giorna-lista. Devono. Non ammet-teva mezze misure su questonè scuse nostre tipo “non miha voluto dire niente”. Radi- Mura antiche, da Baricale? Non credo. Prendete que-sti giornali che avete avuto buone notizieper le mani. Sarebbero statialtra cosa se avessimo ce- per un altro cantiereduto alle pressioni di chi a pag. 6non vuole che si parli (“non L’area su via Lecce in cui nei prossimi cinque anni si svilupperà la cittàora”) di un certo argomento,magari segnalato da voi stes-si; a chi pretende di indicare Venerdì 15 l’Addolorata dà il via alle seguitissime celebrazioni ALEZIOlui il menù delle notizie (“oc-cupatevi di questo piuttosto,invece di scrivere di scioc-chezze”); a chi ritiene di de- La Settimana santa “Dolci note” si faràtenere il potere di dire cosa,come, quando e quanto a sua però in piccoloesclusiva discrezione (“tantola gente non capisce...”). Il giornalista - esclusi na-turalmente i prezzolati e in apre i riti ed il turismo L’Addolorata alle pagg. 2-3 ALEZIO a pag. 9malafede - rappresenta l’opi-nione pubblica. Ogni cittadi-no ha doveri certo, ma anchediritti. Tra cui, tra i fonda- In azione 40 carabinieri anche in città, Alezio e Sannicola Compie tre annimentali, quello di sapere, co- la banda di S. Rocconoscere, capire. Meglio checi si rassegni: le cose stannoormai così e pure che questoevo che stiamo vivendo vol- Insetti, muffa, polvere a pag. 11ge al termine, indietro nonsi torna. Semmai si andràancora più avanti, con millecanali di comunicazione. Econ più notizie per tutti. e 70 kg di carni ignote Cibi e detersivi a pag. 13 SANNICOLA Riti, dal Lazzarenu SPORT alle Ringraziate a pag. 12 Da “Il mio «Il calcio TUGLIE Gallipoli” risorgerà» soccorso parola Festa della Nunziata per il cuore di Stamerra si riprende quota a pag. 14 Un defibrillatore Cardiac Science «Il calcio a Tuglie non è morto. Aed è stato donato dall’associazione “Il Mio Gallipoli” alla Protezione ci- Anzi, se ci sono le condizioni giuste, già dal prossimo anno potremmo ri- TUGLIE vile Gallipoli-Centro Intervento Ra- avere una nostra squadra in un cam- dio. Un gesto di solidarietà del pre- sidente de “Il Mio Gallipoli”, Attilio Caputo, “per potenziare gli interventi pionato agonistico organizzato dalla federazione». Massimo Stamerra, presidente di lungo corso dell’As Che fine ha fatto di defibrillazione precoce e fronteg- giare eventuali emergenze in attesa dell’arrivo dei soccorsi medici”. Tuglie e vecchia bandiera del calcio locale lancia un messaggio di speran- za, ripartendo dal settore giovanile. il piano di villa Luisa? a pag. 5 a pag. 14 a pag. 15
  • 3. Nonraccogliamopubblicità... GALLIPOLI 7 - 20 aprile 2011GIOVEDÌ SANTO La Settimana e il mesto pellegrinaggiotra le chiese con rulli di tamburo, “trozzule” e squilli Pag. 2 …offriamo 120.000 punti di contattoVisite notturnein vista della Luce Resurrexit di Cosimo Perrone La notte del giovedì santoè notte di visita ai “Sepolcri”.Tradizione vuole che le Con-fraternite si rechino a visitarliin processione, a partire dalle21, ad intervalli regolari l’unadall’altra. La Chiesa nel giorno di Gio-vedì Santo celebra l’istituzionedell’Eucarestia. Nelle chieseconfraternali e parrocchiali diGallipoli viene allestito l’altaredella Reposizione, comunemen-te detto “Sepolcro”, addobbatocon ceri, damaschi drappeggiatie piatti di grano. Questo vienefatto germogliare, al buio, findalla quarta domenica di Qua-resima, quale simbolo del rin-novarsi misterioso delle mes- L’Addolorata affascina Il venerdì che precede lasi, dalle quali dipende la vita Settimana santa, a Gallipoli èdell’uomo. dedicato interamente a Maria I fedeli, come attratti da una Addolorata.forza interiore, si riversano per Le Confraternite dell’Immacolata (sinistra) e del Sacramento Le cerimonie iniziano giàle stradine della città vecchia e a mezzogiorno quando dalladanno vita ad un pellegrinaggio chiesa del Carmine, sede dellaspontaneo, sostando in preghiera Confraternita del Monte Car-nelle chiese di San Francesco diPaola, delle Anime, del Rosario,di San Luigi, di San Francescod’Assisi, di Santa Teresa, nella “Frottole” per ricordare melo e della Misericordia, i confratelli in abito confrater- nale - completamente nero - eCattedrale di Sant’Agata (questetutte nel centro storico), e poi an-che nelle chiese del Canneto, del il gran dolore di Maria con la candela a quattro luci, accompagneranno la Vergine nella Basilica Cattedrale. Al corteo processionale, aSacro Cuore, di Sant’Antonio, La frottola nel linguaggio musicale corrisponde ad unadi San Lazzaro, di San Gabriele, cui prende parte anche il ve- composizione “leggera e scherzosa”. Quest’anno verrà ese- scovo, monsignor Domeni-di San Gerardo Maiella (queste guito “Ahi Sventura” che con “L’han sconfitto” e “Una tur-tutte nella città nuova). Il rullo co Caliandro, sono presenti i Sopra, la confraternita del Rosa- ba di gente” compone la trilogia del maestro gallipolino sacerdoti e le autorità civili edel tamburo, lo squillo di tromba rio. Accanto, quella del Carmine Francesco Luigi Bianco, vissuto tra il 1859 e il 1920. Queste militari di Gallipoli e dintorni.e il suono rauco e stridulo della composizioni sono state donate alla Confraternita.“trozzula” accentueranno il pa- Apre la processione il gonfalo- Una volta giunti in catte- Quest’anno a dirigere l’orchestra “Leopold Mozart” e ne della Confraternita, listato athos della serata. il coro composto dalle scholae cantorum delle Parrocchie drale, sarà proprio il vescovo a La fertile fantasia del popolo lutto. Segue la croce dei Miste- celebrare l’Eucaristia. Seguirà di Gallipoli, sarà il maestro Enrico Zullino. Le voci soliste ri della Passione, portata da unha accostato i fratelli incappuc- sono: soprano Irene Corciulo, tenore Vincenzo Mario Sa- l’esecuzione della “frottola”ciati, con il loro incedere lento sacerdote, con raffigurate anche rinelli, baritono Carlo Provenzano, basso Fabio Suez. L’e- “Ahi Sventura” di Francescoe maestoso, ad esseri fantastici le insegne del sodalizio. secuzione della frottola verrà ripetuta nel pomeriggio nella Luigi Bianco.che incutono spavento ai piccoli, Lo squillo lacerante dellachiamandoli “mai”. Che non è Chiesa di San Lazzaro e nella chiesa del Sacro Cuore. L’i- A partire dalle 14.30 comin- tromba e il rullare angosciosoaltro che la sincope della parola stituzione dell’ Oratorio sacro a Gallipoli risale al 1697 ad cerà il peregrinare della Vergi- del tamburo aprono la proces-italiana “mago”. Le nonne usa- opera del maestro gallipolino Fortunato Bonaventura, nipo- ne, seguita da una folla orante te del maestro di Cappella Giuseppe Tricarico e fu eseguito sione e annunciano l’avvio uf-vano l’espressione “ma-mau” ficiale di una settimana di pas- e compunta. La processioneproprio per incutere paura ai per la prima volta tra il 1733 e il 1740 nella chiesa delle Anime, in ricordo dei Dolori di Maria. sione e di fede. viene interrotta dalle consuetebambini. I fratelli della Confraternitadel Monte Carmelo e della Mi- VENERDÌ SANTO Protagoniste le congregazioni del Crocefisso e degli Angelisericordia, secondo un anticoprivilegio, procedendo a coppiain abito confraternale, dopo es-sersi salutati incrociando il bor- Penitenti e fratelli sfilano per l’Urniadone, raggiungono le chiese per Venerdì santo, alle 18, dalla chiesa del Santis- la statua di Maria Addolorata.l’ora di guardia, davanti al “Se- simo Crocefisso, proprio nel centro storico, par- Questa processione è antichissima: si ripetepolcro”. Il bordone è il simbolo te la processione della “Tomba”, detta anche “de ogni anno identica a se stessa praticamente da piùdel pellegrino ed è privilegio, l’Urnia”. La lunghissima processione, a cui par- di cinquant’anni. Nel 1957, infatti, le due Confra-insieme al cappello, anche delle tecipano anche tanti fedeli che arrivano da fuori ternite che in precedenza uscivano separatamente,Confraternite della Santissima Gallipoli, è organizzata da sempre dalla Confra- decisero di unirsi. L’una, quella degli Angeli, laTrinità e di Santa Maria della ternita del Santissimo Crocefisso di cui, antica- organizzava il giovedì pomeriggio, per la visita aiNeve (o Cassopo). Al rientro, i mente, facevano parte i bottai. sepolcri, mentre il Crocefisso organizzava la suafratelli procedono in processione A questa processione partecipa anche la Con- processione, con la sola Tomba, il venerdì.alla visita nelle altre chiese della fraternita degli Angeli, con la statua dell’Addolo- La processione oggi fa rientro nella propriacittà. La visita è una manifesta- rata. I confratelli precedono la statua che raffigura chiesa intorno alle 2 di notte. Sfilano insieme aizione di culto sancita da ogni il Cristo Morto, opera lignea del XIX secolo, e una confratelli, tutti rigorosamente incappucciati, istatuto. La confraternita di SantaMaria del Monte Carmelo lo fa serie di statue in carta pesta, realizzate dai maestri penitenti che portano delle grosse pietre appese alper “vetusto privilegio del 28 cartapestai Gallucci di Lecce e raffiguranti le varie collo oppure si percuotono la spalla con il cilicio.marzo 1772”. La Confraternita fasi della Passione di Cristo. La processione del Venerdì Santo è l’espressionedell’Immacolata il rito lo esple- I fratelli - in sacco, cappuccio rosso e mozzetta più esaltante e più sofferta delle sacre rappresenta-tava la mattina del Venerdì santo azzurra - portano in testa una simbolica corona di zioni. Sono queste espressioni penitenziali dram-con l’obbligo di intervenire. A chi spine. Seguono i fratelli degli Angeli (la loro è la matiche che rendono i riti della Settimana Santanon ottemperava toccava “una confraternita dei pescatori) con sacco, cappuccio uno dei momenti religiosi più significativi di tuttecompetente mortificazione”. La Confraternita degli Angeli bianco e mozzetta celeste, i quali accompagnano le celebrazioni pugliesi e del Mezzogiorno.
  • 4. Gallipoli IL PROGRAMMA e h. 19 al Sacro Cuore). Alle li mai”. Venerdì 22 alle 18 3 Venerdì 15, h.12: processione 14.30 processione; alle 21, processione dei Misteri detta PASSIONE dell’Addolorata dalla chiesa Benedizione del mare dal “de l’Urnia”. Sabato 23 alle I fedeli ac- del Carmine. h. 12.30 in bastione della “Bombarda”. 3 dalla Purità processione corrono per Cattedrale messa e “frottola” Giovedì 21 alle 21 visita ai di Maria Desolata col Cristo assistere (replica h. 16.30 a S. Lazzaro Sepolcri con le processioni “de morto. ai riti della settimana santa. Sotto, una scena della Da marzo prenotazioni tra b&b e centri benessere IL SALUTO processio- ne della Turisti attratti Sono convinto che la plu- Desolata del Sabato ralità dell’informazione sia santo (Foto di Valeria Blanco una risorsa ed una preziosa Tamix video forma di arricchimento cul- di Michele «La stagione turistica di turale per la nostra società. Esposito) Gallipoli inizia con la settimana da riti, folklore Per questo motivo ho accolto Santa». Parola di Titti Pagliari- con molta soddisfazione la ni, segretaria della locale sezio- ne della Pro Loco la quale, per nascita di “Piazza Salento”, motivi professionali, meglio di un periodico che sin dal pri- altri sa tastare e interpretare il mo numero si è contraddi- ti, anche a sentire alcune agenzie land, si capisce subito che è dal- la fine di marzo che si inizia a fare sul serio. Merito anche dei e dal primo sole polso dei flussi turistici. In effet- turistiche tra Gallipoli e l’hinter- stinto per la ventata di novità che ha saputo garantire, gra- zie a un modo di concepire il diritto di cronaca che si è dimostrato completo e soprat- tutto vicino alle istanze più riti religiosi che precedono la sentite del nostro territorio. Pasqua. «I nostri riti pasquali - pro- segue Titti Pagliarini - sono i più Un pregevole mix tra la belli in Puglia dopo quelli di Ta- tutela delle nostre radici cul- ranto. I turisti che vengono appo- turali e le varie attività che sta sono aumentati negli ultimi vengono promosse da un ter- anni, grazie anche al passaparo- ritorio così ricco di iniziative, la di chi li ha scoperti per caso, talenti e capacità come quello prima del boom turistico del salentino e per noi ammini- Salento. Sono per lo più adulti stratori un’importante fine- o anziani, di cultura medio-alta, stra per divulgare le inizia- che amano seguire le processio- tive promosse in favore delle ni da soli o in piccoli gruppi e poi scattare tante fotografie da nostre comunità: è questo il mostrare ad amici e parenti al ri- ruolo che “Piazza Salento” entro. Dopo aver visto i penitenti Confraternita del Cassopo sta progressivamente conqui- che camminano stando sul nostro territorio e scalzi o si flagel- che mi auguro che possa con- lano, la madon- solidarsi sempre più nel pros-così dal 1838soste programmate nelle chie- del proprio palazzo che si trova na che benedice il mare oppure dopo aver udito il suono della “trozzula”, loro commento il simo futuro, anche perché ben conosco la professionali- tà e le capacità del direttore, l’amico ed ex collega sindaco Fernando D’Aprile, che dase di San Lazzaro e del Sacro proprio di fronte alla chiesa. è unanime: “Sia- subito ha saputo garantireCuore, nella città nuova, dove La sacra immagine è rive- mo strabiliati”». al suo giornale un’improntasarà replicata l’esecuzione stita di una veste nera trapunta- Le prenota- moderna, elegante ed al passodell’oratorio sacro. ta di delicati ricami dorati. Una zioni registrate Confraternita delle Anime Confraternita di S. Giuseppe con le esigenze, sempre cre- Carico di suggestione e di corona d’argento le sormonta da B&b, alberghi scenti, dei lettori.commozione - e per questo se- e agriturismi danno contezza del il capo. La vestizione della fatto che la tanto sospirata desta-guito non solo dai gallipolini,ma anche da fedeli che arrivanoda tutti i paesi vicini - è il rito Madonna è un privilegio che, anche oggi, è riservato esclu- sivamente alle donne. In alcu- gionalizzazione sta lentamente diventando realtà. «Le richieste Ecco le dieci Confraternite A me non resta che au- gurare un sincero “in bocca al lupo” a tutta la redazionedella Benedizione del mare di informazioni sono già tante ed ai suoi collaboratori, nella ni luoghi solo alle vergini, alle - spiegano dalle agenzie viaggi Dieci sono le Confraternite e contadini. Alla Confraterni-dal bastione della “Bombar- donne sposate o alle vedove per esistenti, quasi tutte riconduci- ta di Santa Maria della Purità ferma convinzione che questa di Gallipoli e hinterland - ancheda”, comunemente detto di San l’Addolorata. se poi, come al solito, si aspet- bili a corporazioni di mestieri: (1768) appartenevano i bastagi nuova voce editoriale sapràGiuseppe, prospiciente il porto A celebrare, da secoli, i tano le ultime due settimane per la Confraternita delle Anime o scaricatori di porto; alla Con- progressivamente garantiremercantile. sette dolori di Maria, è la Con- prenotare. Il cliente medio cerca del Purgatorio (Eretta da mon- fraternita del Rosario (costitu- un servizio d’informazione, Il momento clou della pro- un posto tranquillo per un fine signor Giovanni Montoya nel ita nel 1768) appartenevano i completo e dettagliato, neicessione è preceduto dalla ceri- fraternita di Santa Maria del 1669); la Confraternita di San- “sartori”; alla Confraternita Monte Carmelo e della Miseri- settimana lungo, di preferenza confronti del nostro territo-monia dell’accompagnamento cerca strutture con centro be- ta Maria del monte Carmelo dell’Immacolata Concezione cordia. Il sodalizio ha, fra i suoi e della Misericordia (nata nel (1768) appartenevano i mura- rio, raccogliendone i bisogni,(“ssuppiju”) in segno di omag- nessere per il relax. Siamo noi a interpretandone le aspetta-gio e di devozione dalla con- tanti obblighi statutari, quello 1777 dalla fusione di due con- tori. E ancora alla Confrater- di commemorare i Dolori di proporre percorsi con i riti della tive e comunicando le tantefraternita di santa Maria della Settimana santa: e in tanti accol- fraternite); vi appartenevano nita di San Giuseppe (1794)Neve o Cassopo. L’intermitten- Maria nel venerdì precedente gono con entusiasmo l’invito a “Gentiluomini, sia civili o ar- appartenevano i falegnami; buone azioni che spesso, forsete suono delle sirene dei natanti la domenica delle Palme. Ne- immergersi nel folklore locale». teggiani” in seguito anche cal- la Confraternita del Ss Sacra- troppo spesso, restano occul-presenti nel porto saluterà la gli annali della stessa, infatti, si zolai. Alla Confraternita del Ss mento (1928) oggi ha sede tate e passano nel dimentica- Certo, solo di rado il turista legge: “Tutti gli anni così, sem- Crocefisso (1777) apparteneva- nella chiesa del Sacro Cuore, toio”.Vergine. medio prenota la vacanza pro- no “fabri lignarii” o “Bottari”; prima in quella del Canneto. Qualche anno fa, il mer- pre così da secoli”. prio per i riti sacri, ma chi li ha alla Confraternita di Santa Ma- È privilegio delle Confraterni-coledì prima dell’inizio del- L’attuale festività risale al visti una volta, spesso ritorna e ria del Cassopo (1777) i “fabris te delle Anime, di S. Maria del Tanti auguri, “Piazza Sa-la “Settena”, la statua della 1838, anno in cui venne aperta anche la forza del passaparola ferrarii” ed anche i “nobiles”; Monte Carmelo e di S. Maria lento”.Madonna veniva vestita dalla al culto la chiesa riedificata sul- si fa sentire. Anche perché, le alla Confraternita di Santa Ma- della neve indossare nei ritinobile famiglia Ravenna per le fondamenta dell’antico edifi- processioni serali non tolgono ria degli Angeli (1769) i “pi- della settimana santa cappelloantica tradizione. La vestizione cio sacro abbattuto nel 1836. spazio alla tintarella, primo pen- scatores et foretani”, pescatori a tesa larga e bordone. Giuseppe Venneriavveniva nella cappella privata CP siero dei vacanzieri. sindaco di Gallipoli SABATO SANTO La processione di Maria Desolata L’alba del sabato Santo saluta la processione di Maria Desolata, or- ganizzata dalla confraternita di San- La Vergine benedice il mare simulacro della Vergine benedice il mare, sempre dal bastione della “Bombarda”. ta Maria della Purità (dei bastagi, o scaricatori di porto). Tutto inizia alle 3 in punto, dal bastione della “Bombarda” Nei primi anni del ‘900 la bara veniva condotta a spalla da portatori che indossavano abiti a strisce, simi- quando dalla chiesa situata sulle li agli indumenti del popolo ebreo e mura antiche i confratelli incappuc- alle livree delle “donzelle”, piccoli ciati, con sacco bianco e mozzetta pesci molto saporiti, che vengono danno vita alla processione, anche volgarmente chiamati “sciutei”. Per questa molto sentita dai gallipolini. questo motivo i portatori veniva- La statua - splendido lavoro in cartapesta del XIX secolo - viene no chiamati “li sciutei de la bara”. preceduta dal Cristo morto, disteso L’accostamento trova fondamento in un’urna dorata. Il momento più nel fatto che, come ricorda Ettore suggestivo e toccante della proces- Vernole in un suo studio, a Galli- sione è quando la Vergine e il Figlio poli viveva una colonia ebraica che morto si incontrano al largo della intesseva rapporti commerciali con Purità, davanti alla chiesa, per l’e- le città marittime come Palermo, stremo saluto, con il mare a far da Genova e Venezia. Gli ebrei erano sfondo e una folla immensa, com- costretti a vivere nel ghetto perché mossa, a far da cornice. falsamente ritenuti rei della crocifis-La confraternita del Crocefisso Al rientro dalla città nuova, il La processione della confraternita di Santa Maria della Purità sione di Cristo. CP
  • 5. Gallipoli 7 - 20 aprile 2011 LITORANEA: DAL 17 17 aprile, le auto potranno circolare utilizzare la superstrada, collegata4 TORNA IL SENSO UNICO solo nella direzione che, dallo stadio, attraverso la bretella dei Samari o Turisti in arrivo per il week-end arriva fino ai grandi alberghi. Vieta- della Baia Verde. si spera, con que- lungo di Pasqua e il Comune, con ta la marcia in senso opposto, fatta sta chiusura anticipata, di far fronte un’ordinanza ad hoc, anticipa il sen- eccezione per i ciclomotori. Le auto, al previsto boom turistico evitando so unico sulla litoranea. A partire dal invece, per tornare in città dovranno le lunghe code degli anni passati.Tutti d’accordo i consiglieri sul primo Piano pluriennale di attuazione. Si sblocca anche l’ex distilleria del SalentoCosì crescerà la città in 5 anni Che fosse un passaggio im-portante per la città lo si è capitodal voto dei consiglieri comu-nali che, in questa occasione Parco, fuorialmeno, hanno messo da partel’infuocata e persistente pole-mica politica per dire tutti insie- 23 ettarime “sì” al piano pluriennale diattuazione, il primo qui a Galli- dell’aziendapoli. Fuori dal gergo per addettiai lavori, il Ppa apre le porte a “Diana”nuovi insediamenti abitativi(case), ad insediamenti produt- Saranno esclusi daltivi (capannoni per artigiani e parco naturale “Puntapiccoli imprenditori), a strutture Pizzo-Isola di Sant’An-turistico-alberghiere ed a tut- drea” circa 23 ettarito quel che serve per rendere il dell’area in concessionecontesto in cui si realizzeranno demaniale all’Azien-questi interventi adeguato e civi- da faunistico venatoria “Diana”. Lo ha decisole (verde, reti urbane, attrezzatu- il Consiglio comuna-re, tutela ambientale). le di Gallipoli (voto Il piano che da concretezza unanime) nell’ultimaal piano regolatore generale del riunione, equirando le2007 è stato redatto dall’ing. attività svolte dall’a-Mario Caballo; a curare l’ap- zienda in questione adplicazione delle direttive del altre già escluse dallagoverno comunale guidato da perimetrazione del par-Giuseppe Venneri, sono stati i co al momento dellaconsiglieri-architetti Vincenzo sua definizione ufficialeMariello (presidente della com- per giustificati motivimissione Urbanistica) e Cosimo (iniziative preesistenti).Giungato. I consiglieri gallipolini Tra il grande comparto com- hanno preso anche attopreso tra via Lecce, la ferrovia della rinuncia da partee la Provinciale per Sannicola della “Diana” alla ri-(fino quasi al Nautico “Vespuc- chiesta di risarcimentoci”) e quello minore alla Peep 3 danni avanzata nel 2006(zona Santa Venardia), potranno e pendente presso il Tri-sorgere nei prossimi cinque anni La zona evidenziata, a destra di via Lecce, indica lo sviluppo abitativo della città per i prossimi cinque anni bunale amministrativo4.684 vani “pari - si legge nella so riguarderà un vero e proprio zato da un sistema produttivo in no particolareggiato, mentre in regionale di Lecce. L’a-relazione svolta da Mariello - al zienda nel suo ricorso66,64 per cento del fabbisogno nuovo quartiere che sorgerà sul affanno”. Dalla pubblicazione località “S. Leonardo” (via per lato destro di via Lecce poco del Ppa i proprietari dei terreni Lecce) si potranno realizzare at- aveva quantificato i pre-complessivo calcolato dallostrumento urbanistico genera- Case per 3.718 prima della rotatoria. avranno tempo un anno per pre- tività commerciali e distributive. sunti danni in un milio- ne di euro. La richiesta In un comunicato l’am- sentare i piani di lottizzazione; Infine, nell’area dove c’erale”. Proprio in base ai parametridel Prg, a Gallipoli potrebbero abitanti, capannoni ministrazione comunale parla basterà il raggruppamento della la Distilleria del Salento, si è ac- di esclusione dal parco dei 23 ettari (su un to-insediarsi altri 3.718 abitanti, dicui 323 nell’area per l’edilizia per le imprese di “rilancio del territorio” e di “linfa vitale per la crescita e lo metà di loro per approntare que- sti piani e procedere. ceso il disco verde per la società che vuole realizzarvi un albergo tale di 223 della conces- sione) è del 2008. Ora lapopolare (cinque ettari per unavolumetria di 40mila metri cubi e un maxialbergo sviluppo, anche creando oppor- tunità occupazionali nel settore Per far nascere nuove im- prese nell’area sulla Gallipoli- da 220 stanze, con sale congres- si, centro benessere e piscina parola alla Regione.e oltre 400 stanze). Ma il gros- edile in un contesto caratteriz- Taviano servirà invece un pia- (progetto del 2007).Comincia il percorso per verificare l’ipotesi tra le polemiche Dalla Provincia progetto e 540mila euro. Obiettivo: la diretta per OtrantoArea marina protetta Immobili Grande rotatoria su via Alezio “scordati”:e scarichi del depuratore L’opera renderà ora inclusiproposte a confronto più sicuri nel Prg Con un’altra delibe- L’intenzione di istituire anche a Gallipoli, come a Porto Cesareo,l’Area marina protetta ha sollevato polemiche ma ha fatto emergere gli accessi razione - la terza sull’ar- gomento - il Consigliopure aspetti collegati a prima vista non immediatamente visibili. IlComune intanto potrà procedere con una indagine conoscitiva. alle cave di tufi comunale ha inserito nel Piano regolatore ge- Si sono espressi a favore i componenti della maggioranza che Una grande rotatoria all’al- nerale della città alcunisostiene il sindaco Giuseppe Venneri, cioè Udc con Luigi Caiffa (a tezza del caseificio “Barone” immobili “sfuggiti” insinistra in alto) e il Pd con Enzo Mariello; contrari Puglia prima sulla strada provinciale 361, nel sede di elaborazione del- di tutto (Giovanni De Marini - a sinistra in bas- tratto Gallipoli-Alezio in territo- lo strumento urbanistico so - ha parlato di “vera e propria sciagura”) e il rio gallipolino, risolverà alcuni ma “legittimamente esi- Pdl col capogruppo Benvenga e l’on. Barba: «La problemi dell’asse viario mol- stenti” e regolarmente verità è che per nascondere il “due di picche” dal- to trafficato e metterà la prima autorizzati. Si tratta di la Regione a sindaco e maggioranza in ordine al pietra di un’opera strategica di un immobile di Ezio e finanziamento utile alla depurazione delle acque collegamento tra i due mari sa- La zona in cui sorgerà la rotatoria sulla Gallipoli-Alezio Antonio Di Mattina; un reflue che sfociano in mare - ha detto tra l’altro lentini, con terminali Gallipoli immobile di Salvatore il parlamentare - l’amministrazione gallipolina ha e Otranto, che da lì prenderà assolutamente necessario “e di scorso, prima di essere rinviato De Santis (concessione pensato bene non di protestare per ottenere quel- l’avvio. preminente interesse per la po- ed esaminato nella riunione con- del 2004); stesso titola- le risorse assolutamente necessarie per costruire I consiglieri comunali di polazione residente” e non ha siliare del 25 marzo di quest’an- re per un immobile con un sistema di depurazione all’altezza dei tempi, Gallipoli, all’unanimità, hanno alternative praticabili. Tutto ciò no. cessione del 2008. In- bensì di inasprire divieti, ostacoli e inibizioni per approvato la variante urbani- per giustificare l’altra variante, In attesa di vedere concretiz- teressate anche sempre cittadini, pescatori, turisti». stica necessaria per procedere quella al Putt, il piano urbanisti- zarsi la strada diretta Gallipoli- per immobili da inserire Sia Caiffa che Mariello hanno invece soste- alla realizzazione del rondò, co territoriale tematico, per cui Otranto, la rotatoria consentirà nelle tavole del Prg, la nuto l’ipotesi - perchè di questo ora si tratta - di contenuto in un progetto defi- i responsabili tecnici comunali intanto un più sicuro accesso srl Barone Costruzioni affiancare ad un parco naturale regionale un parco nitivo della Provincia di Lecce sono ora autorizzati a procedere dei mezzi pesanti alla zona delle (concessione edilizia marino protetto: «Anche così si potrà porre fine dall’importo pari a 540mila per per la deroga. cave (attualmente gli autocar- del 2002); la “Barone allo sversamento in mare dei reflui del depuratore la riqualificazione della Galli- Il primo passo per la rotato- ri devono compiere manovre srl” (anno 2010); la so- e procedere al risanamento ambientale del litorale poli-Alezio. L’assise comunale ria l’ha mosso la Provincia che piuttosto pericolose per entrare cietà Gsa (anno 2009);nord». Nel corso della discussione si è poi appreso altro sulle acque ha inoltre preso atto che l’inter- nel giugno scorso aveva con- nell’area di estrazione dei tufi, la ditta Mario Spagna.in uscita dal depuratore. Dopo aver sottolineato che “non si è ancora vento risulta compatibile con le vocato la conferenza di servizi invadendo in pratica l’altra cor- L’inclusione nel pianoistituito nulla nè vietato alcunchè” a proposito del parco marino, il finalità di tutela e valorizzazio- (prima riunione il successivo sia rispetto a quella di marcia). urbanistico è ovviamen-consigliere Mariello ha detto di aver ricevuto rassicurazioni “che il ne delle risorse paesaggistico- 28 luglio). Il progetto era stato Inoltre è prevista anche l’illu- te limitata alle opere re-progetto della fitodepurazione e la risoluzione degli scarichi a mare ambientali dei luoghi, con rife- portato una prima volta all’esa- minazione dell’arteria fino al golari e legittime.è concretamente avviato dalla Regione”. rimento a boschi e macchie; è me del Consiglio il 30 settembre rondò.
  • 6. 7 - 20 aprile 2011 Gallipoli 5 “PIÙ M@RE”, IL PROGETTO rifiuti nel mare è l’unico dei 600 Europa sono stati 4.000 i progetti APPRODA A BRUXELLES progetti italiani ad essere stato sele- presentati. La speranza, a questo Gallipoli in trasferta a Bruxelles. Il zionato per andare a Bruxelles, dove punto non troppo remota, è che il progetto “Più m@re”, realizzato da l’ideatore, Antonio Stea, lo illustre- progetto gallipolino possa ottenere Comune, IeNet e Provincia lo scorso rà a una commissione. Un grande anche un premio internazionale, novembre e volto alla riduzione dei successo, dal momento che in tutta l’European Waste Reduction AwardDelegazione di 36 giovani europei chiamati a visitare e valutare la riserva “Isola di S.Andrea-litorale Punta Pizzo”Studenti a spasso per il parco Raduno alle 10 in punto, nelparcheggio dell’hotel Le Sirene, hanno potuto apprezzare a tutto tondo le bellezze del parco, none pronti a partire alla scoperta delparco naturale regionale “Isoladi Sant’Andrea - litorale puntaPizzo”. Arrivano da Malta, dal- Arrivati da mezza Europa i ragazzi sono stati accolti anche da Legambiente Tappa a Tuglie e Casarano per la visita guidata nei musei e nelle aziende mancando, con il loro occhio critico, di rilevare anche qualche piccola mancanza. Dopo un rapido buffet in ho- Ferilli: «Alle polemichela Romania, dalla Grecia e dallaSpagna, hanno dai 16 ai 30 annie sono tutti studenti reclutati at- denti stessi - scelti proprio per- gazzi - macchina fotografica in tel, la delegazione è ripartita alla volta di Tuglie bocche aperte Tuglie: davanti alle meraviglie del Mu- rispondo con i fatti»traverso associazioni, per lo più seo della radio e di quello della L’augurio di Fabrizio promozione, controllo, vi-ambientaliste. Il progetto “Ese- ché viaggiatori particolarmente mano - si sono avventurati alla Civiltà contadina. Anche le corti sensibili alle tematiche ambien- scoperta del parco che lambisce Ferilli (foto), neopresidente gilanza e mantenimento delPark - European students evalua- di Tuglie hanno strappato grido- del parco naturale regionale parco stesso».tion park” , a cui prendono parte, tali - a valutare parchi e territorio la costa sabbiosa. Una lunga grazie alla compilazione di un camminata, tra pini e altra vege- lini d’ammirazione. E peccato “Isola di Sant’Andrea - li- E per il futuro, a cosaè nato in collaborazione con Le- poi che - a causa dei tempi ri- torale punta Pizzo”, ai 36 punta?gambiente e Cts (project mana- questionario. tazione spontanea, con frequenti stretti - gli studenti non abbiano ragazzi in visita nel parco «Vorrei che finalmenteger Antonio Stea). Prevede che, Guidati da Maurizio Man- incursioni sugli scogli. Complici potuto assaggiare le prelibatezze e nelle aziende enogastro- la comunità gallipolina siattraverso la somministrazione na di Legambiente Lecce, fine le condizioni climatiche parti- di Provenzano, che pure era pre- nomiche dell’hinterland è sentisse parte integrante didi un questionario, siano gli stu- conoscitore del territorio, i ra- colarmente favorevoli, i ragazzi visto in programma come tappa di tornare nei loro rispettivi questo parco. Punterà a cre- obbligata. Saltate anche le visite paesi portandosi Gallipoli are la comunità del parco, nelle aziende agroalimentari di nel cuore e nella obiettivo che mi Sannicola, Sannicola tra cui la cooperativa Morto in pineta: suicida un 38enne olearia sulla via per Alezio Gli Alezio. mente. «Perché la nostra città - ha impone la legge ma che io cerche- studenti hanno concluso il loro aggiunto - è nota rò di adempie- L’imprevisto, tragico, si è presentato dietro un albero, tra percorso a Casarano dove alcu- Casarano, un’orchidea selvatica del parco del Pizzo e la prima erbetta di spesso solo per il re raccogliendo ne aziende produttrici di olio ex- divertimento che tutte le energie e stagione. Una sagoma, un filo, un grosso ramo piegato dal peso: travergine d’oliva li hanno coc- chi guidava il gruppo degli studenti europei con giornalisti al se- sa offrire, ma ha risorse disponi- colati offrendo percorsi guidati e anche tante al- bili tra Gallipoli guito ha avuto la prontezza di cambiare subito sentiero e scena. prodotti in degustazione. Ma alcuni non hanno potuto non vedere - per poco tempo ma tre risorse, come e l’entroterra: Il questionario compilato dai quelle naturali, alberghi, B&b, quanto basta per rimanere scossi a lungo - cosa quel filo elettrico ragazzi servirà come guida nel aveva sciolto per sempre: la vita da B. M., 38 anni compiuti con che da questo mo- gestori degli sta- perseguimento, da parte dell’en- mento intendia- bilimenti balne- l’ingresso della primavera, abitante in uno dei paesi della zona. te parco presieduto da Fabrizio “Ma come! Perché, perché?” si sono chiesti affranti i suoi mo valorizzare». ari, associazioni, Ferilli, della Cets, Carta europea Presidente, da dove Pro loco e quanti vorranno amici su Facebook, in cui il profilo dell’uomo è aperto dalla foto del turismo sostenibile. Nei piani di una bellissima bimba su di un’altalena, probabilmente la sua partirà per risollevare le essere coinvolti». del presidente, inoltre, c’è anche sorti del parco? Sulla sua nomina ci figlioletta e altrettanto probabilmente il suo ultimo grande ram- il conseguimento del diploma marico. “Che in cielo tu possa trovare la pace che non hai trovato «In questo mio pri- sono state alcune polemi- europeo delle aree protette che mo periodo di gestione ho che. Cosa risponde? su questa terra”, scrive chi lo conosceva. “Eri un grande e tale viene assegnato ad aree protette resterai”, aggiunge un altro. Poi altri pensieri: “Che la luce del una sola cosa in mente: il «Per carattere, non mi naturali o semi-naturali che siano miglioramento della buro- piace dare seguito alle po- sole possa illuminare il tuo cammino”; “Che questo tuo viaggio di interesse europeo dal punto di non sia interrotto da nessuno”; “Ora sarai un Angelo guerriero”. crazia dell’ente-parco, che lemiche. Aspetto che siano vista della conservazione della poi sarà funzionale al mi- i risultati del mio operato a Loro lo ricorderanno anche così, tra un perché e l’altro ed un diversità biologica, geologica o glioramento delle attività di fornire le risposte». L’arrivo (inutile) del “118” grande senso di impotenza. paesaggistica e che godano di una protezione adeguata. VBDonato dall’associazione “Il mio Gallipoli” «No alla revisione prezzi». E il Comune risparmia 1 milione e 700mila euroUn nuovo defibrillatore Il Tar decide: niente aumenti alla Setaper la Protezione civile Salvo ribaltamenti, la sentenza riguarda anche il canone futuro Un defibrillatore marca Car- Gallipoli c’è un altro defibrilla- Niente aumenti per il servizio di nettezza Il collegio difensivo del Comune, entran- richiesto l’aggiornamento dei prezzi all’am-diac Science Aed è stato donato tore che potrà essere adoperato urbana della Seta e il Comune di Gallipoli ri- do nel dettaglio della sentenza, ha evidenzia- ministrazione comunale, con decorrenza dal-dall’Associazione “Il Mio Galli- in casi di emergenza. Noi del sparmierà la somma di 1 milione e 700mila to che «nonostante nel 2005 fosse intervenuto la data di avvio del servizio. Il Comune si erapoli” alla Protezione Civile Gal- Centro Intervento Radio di Gal- euro. Secondo una recente sentenza del Tar un atto transattivo tra il Comune e la Seta che opposto a tale richiesta, non riconoscendolalipoli-Centro Intervento Radio. lipoli, rivolgiamo un vivo ringra- di Lecce, infatti, l’amministrazione di Palaz- aveva sostanzialmente ridefinito i rapporti legittima e basando tale presa di posizione sulUn gesto di solidarietà importan- zo Balsamo non dovrà sborsare tale somma tra i contraenti anche con riferimento al cor- presupposto che l’atto di transazione avesse ziamento ad richiesta dalla stessa società mista a titolo di rispettivo della prestazione, la Società aveva rinnovato il rapporto e quindi avesse com-te, voluto dal Attilio Ca- revisione prezzi per l’espletamento del portato una nuova decorrenza anchepresidente della revisione prezzi». puto, che ha servizio di igiene urbana. La Terza Se-de “Il Mio zione del Tribunale amministrativo ha Contro il diniego espresso dalGallipoli”, voluto, tra- mite l’As- respinto proprio il ricorso con il quale Comune ionico era insorta la Seta,Attilio Capu- la Seta chiedeva il riconoscimento del- che aveva inoltrato il relativo ricor-to, «per po- sociazione le maggiori somme per l’espletamento so amministrativo. Ora il Tar di Lec-tenziare gli calcistica “Il del servizio di raccolta che il Comu- ce, accogliendo le tesi difensive delinterventi di mio Galli- ne aveva negato. Con questa senten- Comune, «ha osservato che l’atto didefibrillazio- poli”, dona- za, il Tar ha legittimato la posizione transazione del 27.10.2008 costitu-ne precoce e re al Centro dell’amministrazione comunale. E isce un’effettiva rinegoziazione delfronteggia- della Prote- tale decisione, salvo ulteriori gradi di rapporto contrattuale, attraverso lare eventuali zione Civile giudizio e ribaltamenti, all’atto prati- fissazione di un diverso corrispetti-emergenze Gabriele Mercuri, Monia Misciali e di Gallipoli co comporta un risparmio per le casse vo della prestazione e la corrispon-in attesa Francesco Monaco questo stru- comunali che va ben oltre l’importo dente rinuncia di entrambe le parti adell’arrivo di 1 milione e 700mila euro in quan- specifiche pretese derivanti dal con-dei soccorsi medici». mento sa- to, secondo la “lettura” dell’avvocato tratto originario. Da ciò consegue Grande soddisfazione espri- nitario che consentirà allo staff che la ditta potrà richiedere l’appli- del Comune, Pietro Quinto, «non solomono i soci della Protezione medico di effettuare i primi soc- consente di risparmiare tale somma cazione del meccanismo revisionaleCivile per bocca del presidente corsi durante i nostri interventi di per il passato, ma si riflette in termini solo al termine dell’anno dall’origi-pro-tempore, Salvatore Coppola. carattere sanitario e, magari, di positivi anche sul pagamento dei ca- naria transazione e quindi a partire«Finalmente - spiega Coppola - a salvare anche delle vite umane». noni futuri». Bidoni e rifiuti per strada dal 27.10.2009». VC
  • 7. Gallipoli 7 - 20 aprile 20116 SPAZI PER I RIFIUTI recuperare gli spazi necessari per i e dimensioni dei locali riducendo le CAMBIATO IL REGOLAMENTO contenitori di rifiuti da differenziare. misure minime. Si è anche trovata Una modifica al regolamento Lo ha deciso il Consiglio comunale una soluzione praticabile per le can- edilizio comunale consentirà d’ora nell’ultima riunione. Si è operato in ne fumarie. Interessati in particolare in poi ad esercizi commerciali e sostanza sugli articoli (il 50, 51, 62 e gli esercizi del centro storico e di una piccoli laboratori artigianali di poter 63) che stabiliscono caratteristiche parte di corso Roma.Superati gli intoppi di una gara d’appalto fatta a settembre, presto i lavori urgenti per il bastione di S. Francesco Sono stati ben quattro ribas-si “anomali” a rallentare e dimolto l’apertura del cantiere permettere riparo ai danni causatidall’erosione marina al bastio-ne di San Francesco d’Assisi e Mura antiche, la svolta graduatoria (15 i concorrenti) altrettante imprese che avevano presentato ribassi compresi tra il 53 ed il 41 per cento rispetto alla somma a base d’asta, che era di 1 milione 654mila euro.Palazzo Fericino. Lo raccontacon dovizia di particolari l’in-gegnere Nicola Duni, dirigentedell’Ufficio Opere marittimedel Provveditorato interregiona-le per le Opere pubbli-che di Bari. apre pure l’altro cantiere Decisamente anomale erano sta- te giudica quelle offerte, per cui si era dato avvio alla richiesta alle ditte interessate di fornire le necessarie giustificazioni. Come può un’opera di questo tipo es- sere realizzata con la metà quasi Da questa sezione della somma ritenuta necessa-distaccata del ministe- I problemi di via Tonelli, nella zona Peep 3 ria?ro delle Infrastrutturedipende infatti l’inter-vento di consolidamen-to della base del mura- Erba, degrado e topi Tra mancate risposte e moti- vazioni ritenute non sufficienti, solo il 18 marzo scorso l’Ufficio Opere marittime ha potuto ag-glione che chiude a sudl’insenatura della Puri-tà, dove è già attivo unaltro cantiere finanziato i residenti protestano giudicare i lavori alla impresa D’Oronzo di Barletta: col 41% in meno la ditta barese è in gra- do di intervenire avendo già acon fondi europei e re- Degrado e topi. La situa- sua disposizione un pontonegionali per circa 2 mi- zione di via Tonelli (foto), nel- necessario per le operazioni via la zona Peep 3, non è nuova. mare. Solo che a quel punto lalioni di euro. Aveva de- Anzi, i residenti se ne sonostato diffuse perplessità lamentati più volte, riuscendo quinta classificata, una impresail fatto che i termini per a strappare diverse promes- leccese che aveva offerto il 37%partecipare alla gara per se al Comune. Di concreto, di ribasso, ha chiesto di poterquest’altra operazione però, hanno ottenuto solo un esaminare le carte dell’aggiudi-piuttosto urgente erano lampione, che se non altro cazione e i tempi si sono ulte-scaduti il 29 settembre Il muraglione piuttosto malmesso tra gli Angeli e San Domenico ha il merito di garantire un riormente allungati.scorso e che da allora po’ più di sicurezza quando si In aprile il cantiere dovrebbenon si era mosso localmente e attraversa, soprattutto di sera, comunque aprire, con un’altravisivamente niente, nonostante quella fascia di pineta che col- interessante novità. La sommaun’ordinanza del sindaco Giu- Quattro offerte anomale L’impresa vincitrice lega via Tonelli con via Mas- rimasta a disposizione delleseppe Venneri di sollecito del sa, in zona Inps. ta. Tutto ciò che chiediamo è Opere marittime di Bari potreb-settembre scorso e le allarmanti hanno bloccato finora con un ribasso del 41% A farsi portavoce, per che nella zona sia mantenuto be, almeno in parte, essere uti-frasi contenute in una lettera del l’affidamento dell’opera Soldi ora per S. Domenico l’ennesima volta, delle lamen- il decoro urbano: che venga lizzata per riparare un altro trat-tecnico comunale, ingegnere tele dei residenti, è una fami- periodicamente tagliata l’erba to di muraglione compromesso.Giuseppe Carmone, dello stesso glia che vive in una villetta e che la passerella che collega Almeno 300mila euro, comeperiodo: «Questo Ufficio ritie- in zona. «Non pretendiamo - via Tonelli con via Massa ven- richiesto dal Comune, potreb-ne di segnalare l’esigenza di un comunale al capo dell’ammini- Ma bisogna dire che a Bari spiegano esasperati - di avere ga mantenuta pulita e vivibile. bero bastare per il tratto assaiintervento quanto mai urgente strazione gallipolina - del basa- questa volta non si dormiva. la pista pedonale e ciclabile Adesso, anche a causa dei topi compromesso che va dalla Tor-alla base del baluardo di San mento delle mura ha avviato un C’è stato soltanto bisogno di e le panchine in legno, che enormi non lo è e abbiamo re del Quartararo o degli AngeliFrancesco; il degrado struttura- conseguente degrado delle stes- dipanare una matassa che ve- pure erano previste sulla car- paura ad attraversarla». al Baluardo di San Domenico ole - aveva sottolineato il tecnico se mura». deva ai primi quattro posti della dell’Annunziata. Il Tar condanna Comune e società privata e annulla la proroga della concessione fino al 2015 Bleu Salento ko: niente rinnovo Nella vaghezza delle norme (regionali) che aveva inoltrato al Comune di Gallipoli Pellegrino) che quella progettata e propo- e nell’assenza di indicazioni programmato- il 19 dicembre 2008 - proprio in vista del- sta (dalla “Darsena Santa Caterina”) sono rie (comunali: il piano per la portualità ad la scadenza della concessione alla “Bleu da classificarsi tra gli approdi turistici, cioè esempio), continuano ad essere i tribunali Salento” - una domanda per realizzare un struttura per la nautica da diporto di “mag- a decidere su approdi, porticcioli darsene e approdo turistico. Quando il Comune aveva giori dimensioni” rispetto ai punti di ormeg-L’area gestita dalla “Bleu Salento” nel porto di Gallipoli affini sulla costa gallipolina (in Comune ci rigettato la richiesta ed aveva proceduto al gio per finalità turistiche. sono giacenti ben 14 richieste). L’ultima de- rinnovo della concessione, la “Darsena san- La sentenza, che molto probabilmente cisione dei giudici amministrativi di Lecce ta Caterina” aveva rilevato una violazione verrà impugnata davanti al Consiglio di Sta- “condanna” il Comune e la società leccese dei principi di concorrenze, trasparenza ed to quantomeno dalla “Bleu Salento”, è stata “Bleu Salento” ed annulla il rinnovo della imparzialità in tema di rilascio o rinnovo di una diretta conseguenza di questa imposta- concessione demaniale nell’area del porto concessioni per nautica da diporto. zione. Il Comune non avrebbe dovuto pro- commerciale per ulteriori sei anni (sarebbe Il Tribunale amministrativo regionale di cedere automaticamente al rinnovo per sei scaduta a fine 2015 essendo stata rinnovata a Lecce ha dapprima chiarito se si tratta, nel anni della concessione (prima autorizazione partire dal gennaio 2009 con provvedimento caso in specie, di punti di ormeggio o di ap- nel 2003), perchè così facendo ha violato comunale del 19 ottobre 2009). prodi turistici per poi passare al regime nor- il principio di concorrenzialità; semmai il Contro quel rinnovo aveva presentato mativo da applicare nella decisione. Avendo Comune, rappresentato dal’avv. Sticchi Da- un ricorso la società a responsabilità limitata definito che sia la struttura esistente (della miani, avrebbe dovuto trasmettere le richie- “Darsena Santa Caterina” (avv. De Matteis) “Bleu Salento”, difesa dall’avv. Giovanni ste alla Regione. Ottanta donne al volante per festeggiare l’Unità “Donne da ricordare: Antonietta De Pace”: questo il titolo della ma- nifestazione organizzata dalla Scuderia femminile automoto d’epoca e Automobil club di Lecce che ha toccato anche Gallipoli. Il corteo è partito da Lecce ed ha poi attraversato il centro storico
  • 8. 7 - 20 aprile 2011 Gallipoli 7 PASQUA IN VERSI “Città Nuova” di Gallipoli. Nella via anche distribuito l’opuscolo “A CON LA CAREMMA principale del quartiere Peep (via Caremma in... poesia”, una raccolta L’appuntamento è per domenica 24 De Angelis angolo via Arditi) saran- di poesie in vernacolo dedicate alla aprile alle 11.30 con la sesta edizio- no offerti ai presenti i dolci tipici del- protagonista della Quaresima. Da ne della “Caremma in... periferia”, la tradizione pasquale: “caddhuzzi, non perdere il consueto sparo della iniziativa a cura dell’associazione pupe e panarieddhi cu ll’ou”. Sarà Caremma a mezzogiorno.Tornerà ad essere il “salotto” cittadino Cerimonia d’intitolazione alla presenza di sindaco e vescovo Un ponte per papa Wojtyla:Fioriere e paletti così la città esprime devozioneper piazza Moro Basta con gli indugi: piazza posa in opera delle recinzioni e Il ponte seicentesco che collega il borgo antico alla città nuova è diventato testimonianza permanente dell’affetto che la città di Gallipoli nutre nei con- fronti di papa Giovanni Paolo II, la cui beatificazione è stata fissata per il mese professore universitario di Pedagogia sperimentale hanno avviato la cerimo- nia con una tavola rotonda dal titolo “Simpatia per il mondo”, moderata da Giuseppe Albahari, che ha ripercorso il pontificato di Wojtyla attraverso rac-Aldo Moro sarà definitivamente delimitazioni (per un importo dichiusa alle auto. Il grande enig- 1.800 euro). Così, Gallipoli ha di maggio. conti e testimonianze. Il 2 aprile, dallama che ha travagliato la città per detto basta alle auto posteggia- L’intitolazione del ponte a Carol Cattedrale di Sant’Agata alle 19.30, unalungo tempo ora sembra essere te nel cuore del salotto buono Wojtyla, avvenuta con una cerimonia fiaccolata si è mossa verso il ponte dove,stato risolto. E tra riaprire la della città. Il tutto, ovviamente, all’inizio di aprile, si è articolata in due dopo gli interventi del vescovo, monsi-piazza al traffico o trasformarla contemperando le esigenze di momenti: il 1 aprile al Teatro Garibaldi, gnor Domenico Caliandro, e del sinda-in isola pedonale, il Comune ha chi in quell’area risiede o eser- Angela Buttiglione, giornalista Rai con co, Giuseppe Venneri, è stata scoperta laoptato per la seconda ipotesi. La cita attività commerciali. Il ponte dedicato al Papa origini gallipoline e Nicola Paparella, lapide d’intitolazione del ponte.volontà politica era ormai accla- In base alle norme in vigo-rata dato che, con una recentedelibera di Giunta, è stato dato re, alcune categorie di residenti o operatori ittici hanno diritto Al mercato mai aperto si riparano i danni e si creano altre strutture utili Pesce all’ingrossomandato al comandante dei vi- al transito sulla banchina delgili urbani, Giuseppe Parisi, di molo, accedendo da via dellaadoperarsi per rendere concreta Cala.la delimitazione della piazza, Finora, però, quella via lato di via Lecce; l’ampliamentoovvero la totale chiusura all’ac- d’accesso è stata utilizzata im- dei piazzali esistenti per sosta concesso dei veicoli, oggi garantita propriamente anche da chi non pavimentazione permeabile; lasolo in parte. aveva nessun diritto di accesso localizzazione di un chiosco per adesso si riparte E così l’esecutivo ha deli- e di transito. Ed ecco che l’iso- la vendita di ricci. I lavori preve-berato di circoscrivere l’area la pedonale ha finito per essere dono una spesa di 190mila euro.pedonale di piazza Aldo Moro ripetutamente “calpestata” dai L’affidamento in gestione ad unlungo il corridoio che da via veicoli. Con l’ulteriore chiusura soggetto che sarà individuatoDella Cala conduce alla ban- di quella che comunque è già di- con una gara di livello europeo,china del Canneto e fino alla sciplinata come isola pedonale, riguarderà solo la strut-Fontana greca, consentendo il resterà fruibile solo la banchina Un piano particolareggia- tura fisica del mercatotransito al titolare dell’unico demaniale per il passaggio degli to per la sistemazione dell’area all’ingrosso che purtrop-passo carrabile presente in quel- operatori della pesca. esterna e l’avvio delle procedure po, causa il lungo pe-la zona. E ormai la trasforma- Escluso l’impiego di un dis- per l’affidamento a società pri- riodo di inattività dallazione della piazza del Canneto suasore a scomparsa per interdi- vata della gestione del mercato sua costruzione ad oggi,(com’è più comunemente cono- re l’accesso ai veicoli, giudicato ittico all’ingrosso. Su questi due ha subito ripetuti attac-sciuta) in vera isola pedonale è troppo oneroso (oltre 11mila argomenti il Consiglio comuna- chi vandalici a cui si stacosa pressoché fatta. Già conse- euro). Il Comune ha optato per le jonico nell’ultima riunione si ponendo rimedio, congnati i lavori alla ditta “Tundo l’utilizzo di fioriere e paletti col- è pronunciato dando convinto il spese ulteriori per rifaci-Segnaletica” di Neviano per la legati con catenelle. VC proprio “via libera”. mento e messa a norma Una volta appurato che il degli impianti; la sotitu- mercato è coerente sia, ovvia- zione delle componenti, mente, con il piano regolatore in degli infissi e degli arre- vigore quando è stato realizzato di distrutti. La conces- (1998), sia con quello successivo sione avrà una durata di approvato dalla giunta regionale 30 anni e dovrà occupar- nel 2007, lo strumento urbani- si prevalentemente della stico particolareggiato completa commercializzazione l’opera prevedendo 14 box da dei prodotti ittici e del- realizzare in due lotti e destinati le contrattazioni; dovrà L’immobile del ‘98 che avrebbe dovuto ospitare il mercato ittico all’ingrosso a depositi frigoriferi (cinque dei farsi carico delle spese di quali costruiti dal Comune che grossisti già operanti nel settore). di depositi frigoriferi per lo stoc- gestione e assicurare al Comune li concederà in locazione pri- La decisione su cui ha messo il caggio del pescato. Il piano parti- una quota di compartecipazione oritariamente a cooperative di sigillo il Consiglio comunale è colareggiato prevede anche l’ar- “su compensi, diritti ed ogni altro pescatori o di produttori ittici; passata dall’esame degli operato- retramento delle recinzioni sia su introito derivante dalla gestione gli altri nove fatti direttamente ri di settore, i quali hanno posto via Lecce che su via per Sanni- del mercato ittico e/o un canoneAuto in sosta in piazza Aldo Moro: non sarà più così dagli assegnatari e con priorità a la necessità di dotare il mercato cola; un parcheggio esterno sul annuale di concessione”.
  • 9. Gallipoli 7 - 20 aprile 20118 PACE FATTA struttore Cosimo Perrone merita la festazione. Spiace solo essere stato in- TRA I CARRISTI mia ammirazione: possedeva tutte terpretato male quando ho parlato Dopo le polemiche a caldo, torna il le qualità artistiche e strutturali - co- della qualità delle costruzioni future sereno tra i carristi. Uno di loro, Sal- lore, movimenti, cartapesta e signifi- che, senza supporto economico, di- vatore Coppola, precisa il proprio cato - di piazze più importanti della venteranno carenti di rifiniture, di pensiero: «Il carro vincitore del co- nostra. Sono stati degni della mani- solidità strutturale e di lavorazione». La compagnia gallipolina e, sotto la locandina Originario di Gallipoli, è nel coro del “Regio” di ParmaIl Teatro Italia Marco, il “basso”accoglieOfficine Chinaski che punta in alto di M. Antonietta MaggioEuripide a Kabul di Vittorio Calosso Medea, che assetata di vendetta A Parma la musica è di casa. E il teatro Regio è il luogo d’eccezione dove poter col- tivare la passione per l’opera lirica. Punta di diamante di ogni produzione è il Coro del te- atro, composto da professionisti provenienti sacrifica sull’altare della guerra da tutta Italia. Non manca la rappresentanza A tutto phatos, con una rivisi- gli stessi principi della sua Costi- gallipolina, grazie a Marco Democratico, untazione originale e coraggiosa, e tuzione. E manda a morire i suoi “basso” originario di Gallipoli che vive acon quel tocco di innovazione che “figli”. Parma ormai da una decina d’anni.rende la dimensione teatrale quasi Questo il senso profondo del- Marco, lei fa il cantante lirico per me-sublime. E con queste premesse lo spettacolo, così come spiegano stiere. Cosa l’ha spinta a fare questa scel-che la compagnia Officina Chi- il direttore artistico Danny Corte- ta?naski - diretta da Danny Cortese se e il regista Andrea Donaera: «La passione è fondamentale. Le con-e Andrea Donaera - si appresta «Affrontare la messa in scena di dizioni di lavoro e il senso di precarietà sia portare in scena il prossimo 28 Medea è stato stimolante anche possono compensare solo grazie a un grandeaprile al Teatro Italia un classico se si correva il rischio di scivolare amore per la musica e per l’opera. Quello deldella tragedia greca: “Medea”. nello scolastico o nel didascalico. cantante lirico è probabilmente uno dei me- Si tratta di uno dei tre spet- Ci siamo posti obiettivi rivoluzio- stieri più belli e affascinanti, anche se è dif-tacoli fuori abbonamento e per il nari rielaborando le traduzioni e ficile e comporta molti sacrifici. Ma l’emo-quale sembra esserci già attesa. azzardando un linguaggio scor- zione e il prestigio che accompagnano ogniComplice la campagna promo- revole. L’ambientazione con- esperienza lo rendono un mestiere unico». prezioso, cioè i suoi stessi figli. Come mai ha deciso di stabilirsi a Par-zionale dello spettacolo che an- Questa, in sintesi, la trama temporanea ha fatto da sfondonuncia sorprese sceniche e figura- della tragedia di Euripide. Ma allo studio dei costumi. Infine, ma?tive, c’è curiosità per capire in che “Nell’ora della vendetta” di Of- la colonna sonora composta da «Ero a Trieste per un’audizione e mitermini si concretizzerà il libero ficina Chinaski, il pubblico si ri- Alessandro Solidoro, con le sue hanno prospettato una nuova esperienza: unadattamento dell’opera di Euri- troverà davanti una dimensione sonorità elettroniche, esalta il te- coro creato appositamente per un evento im- Marco Democraticopide. Tra tutte le tragedie greche, sto, amplificando il phatos». Uno portante, il Festival Verdi. Si tratta della ma- attualizzata della tragedia greca, nifestazione che ancora adesso celebra, nel mese di Qual è il suo prossimo impegno?infatti, la Medea è quella che più ambientata nella Kabul afghana spettacolo sponsorizzato anche «Ho da poco saputo che un’audizione che horappresenta l’affermazione della falcidiata dai bombardamenti. da Massimo Ranieri che, nel suo ottobre, la musica e l’arte di Giuseppe Verdi».dignità femminile e dell’essere recente soggiorno gallipolino, ha Parma, quindi, come un’occasione crescita fatto al San Carlo di Napoli è andata bene. Sarò E qui si potrà cogliere l’innova-donna. Di una donna che soffre e zione teatrale messa in atto dalla detto: «Andate a vederlo ne vale professionale. Cosa ricorda di questi dieci anni? nel Coro per “Les Vepres Siciliennes”, edizionetribola per essere stata ripudiata, compagnia e forse comprendere la pena». Posto unico al prezzo di «Innanzitutto, la professionalità con cui si af- francese de “I Vespri siciliani” che sarà allestita acalpestata nei suoi diritti e nella meglio il messaggio lanciato dal- 10 euro. fronta ogni produzione. In questi anni abbiamo rap- maggio in occasione dei festeggiamenti per i 150sua dignità di moglie e regina, e la Statua della Libertà, simbolo Intanto la Stagione di Prosa presentato gran parte del repertorio e, in vista del anni dell’Unità d’Italia».che poi sceglie la vendetta, una dell’America post-moderna che volge altermine. Ultimo appunta- 2013, per il bicentenario della nascita del Maestro, Un sogno da realizzare?vendetta cercata e voluta anche a campeggia nella locandina del- mento il 5 maggio con “Salvatore il Teatro Regio di Parma ha intenzione di portare in «Partecipare all’allestimento di un’opera a Gal-costo di sacrificare il suo bene più lo spettacolo. L’America come e i suoi Fratelli” della compagnia scena tutte le opere di Giuseppe Verdi». lipoli: allo Schipa o al Garibaldi».
  • 10. ALEZIO Contatti In arrivo online il sito: su www. piazza salento.it 07 - 20 aprile 2011 Pag. 9Gli organizzatori ora ci ripensano: Due aletine a scuola di canto«Si va avanti». L’anno scorso Martina e Chiara:più di 3.000 persone in platea cantanti in erba premiate nel 2010 Un anno di scuola di canto a spese del Comune. È questo l’escamotage che organizzatori e amministratori hanno idea- to l’anno scorso per premiare i bambini di Alezio, di fronte a un festival canoro diventato sempre più grande, in grado di attirare piccoli professionisti da ogni angolo della regione e oltre. L’anno scorso - anno di isti-Chiara Mattia e Martina Cristiano, premiate nel 2010 tuzione della “borsa di studio” riservata ai concorrenti aletini A sinistra, - il premio se lo sono aggiudi- Cristina D’A- cato Chiara Mattia per la cate- “Piccole dolci note” si farà. vena in una goria dai 5 ai 9 anni e MartinaSarà stato il movimento di opi- Un’unica serata precedente edizione Cristiano per la categoria dai 10 ai 13 anni. Ed è dallo scorso set-nione suscitato dalla notiziapubblicata su questo giornale forse il 31 luglio (foto di Foto- gigi). Sopra, tembre che, regolarmente e perche ha rotto quello che stava di-ventando un groviglio di voci e e si chiamerà il parroco don Giorgio un’ora una volta alla settimana, prendono lezioni di canto, tecni-sospetti; sarà stato il conseguen- “Il meglio di...” Prete ca vocale, postura e interpreta-te chiarimento intervenuto tra i zione nella scuola “La bussola”promotori dell’apprezzata ker- di Muro Leccese, diretta dal ma-messe canora estiva; sarà stato il estro Tony Frassanito. Omaggio modo che qualcuno o qualche Salvate in extremispeso della delusione di genitori degli organizzatori, “con l’augu-e piccoli cantanti, o forse tutto associazione come la Pro Loco, rio di una prosperosa carriera”.questo insieme. Fatto sta che la che si occupa di promozione «Una grande soddisfazionemanifestazione aletina, che l’an- del territorio, adotti questa ma- - commenta Enza Todaro, mam-no scorso vide la partecipazione nifestazione. Che ne pensa Mi- ma di Martina - non solo per ladi 70 concorrenti, non scompa- mino Quarta, il padre di questa vittoria, ma anche per l’incorag-rirà neanche per un solo “anno giamento dato ai ragazzi aleti- idea?». Il desiderio di trovare ma le “Dolci note”di pausa”, come aveva accenna- ni con la passione per il canto.to il parroco, don Giorgio Prete, comunque una soluzione ha Quest’anno, tramite la scuolaadducendo problemi organizza- trovato altre voci. Come quella che frequenta da settembre,tivi e di “crescita” dell’iniziati- di Alessio Russo: «Nemmeno Martina ha avuto anche la possi-va ben oltre quanto previsto dai io sono assolutamente d’accor- bilità di partecipare alle selezio-promotori undici anni fa. do con “questa scelta”. Se è di- ni per la trasmissione televisiva La prossima edizione si si fanno più piccole ventata troppo “grossa” questa “Io canto”».svolgerà in una unica serata (in- Sia Martina che la mammavece delle tre dell’anno scorso) manifestazione, allora sarebbe meglio ridimensionarla che non accolgono con un sospiro di sol-e non più la prima domenica diagosto (nell’incertezza, già oc- farla proprio. Sì alla proposta di lievo la decisione arrivata in ex-cupata dal Comitato per la fe- tremis di non annullare la mani- Simonetta: qualche associazio-sta della Madonna della Lizza) festazione canora. «Io - racconta ne (la Pro Loco è la più indicata) Martina - partecipo da quandobensì il 31 luglio. Anche se non casi, in trasmissioni tv naziona- casione per ringraziare quanti nessuno ancora si sbilancia. dovrebbe adottare questa mani-è del tutto tramontata lipotesi li), quest’anno ai piccoli aletini (volontari, commercianti, arti- Si sono sbilanciati e non poco, avevo quattro anni, cioè dalla giani) negli anni hanno dato una invece, gli aletini appena ap- festazione». seconda edizione. Quest’anno,del 7 o, al limite, del 6 agosto. verranno riservate l’apertura e laSi articolerà sempre in due ca- chiusura della serata. mano “con grande generosità e presa la notizia. I frequentatori Anche da Parabita si è fatto per me, che ho già compiutotegorie: 5-9 anni e 10-13. Si C’è poi un’altra novità: senso di partecipazione”. Pro- di Facebook, nella pagina di sentire qualcuno. La scuola di 13 anni, è l’ultima occasionechiamerà “Il meglio di Picco- «La risonanza che ha raggiunto prio grazie a questo diffuso so- Piazzasalento, hanno ripetuto musica “Harmonium”: «Non per salire su quel palco che mile dolci note”, come fu dopo i questa manifestazione è note- stegno, “Piccole dolci note” non spesso la parola “Peccato” fino siamo d’accordo con don Gior- ha dato tante emozioni. Sarebbeprimi cinque anni, ricordano gli vole - dice il direttore del Coro ha mai avuto problemi economi- a spingersi a “Peccato morta- gio (circa l’iniziativa cresciuta stato un peccato perderla. Il fat-organizzatori, che chiariscono parrocchiale, Mimino Quarta, ci, a quanto pare, nonostante che le”. Simonetta Fiorito ha scritto: troppo rispetto all’idea origina- to che si faccia lo stesso, ancheche sarà comunque una gara che organizza l’evento - per cui il budget abbia ormai raggiunto «Non voglio commentare né se in forma ridotta, non può che ria, ndr): non bisogna aver paura fare felici tutti noi ragazzi checanora. Data l’ampiezza della stiamo cercando di promuovere i 12mila euro per una platea per la risposta di don Giorgio né ilpartecipazione e l’appeal eser- il nostro paese collegandolo a cui - diretta di Telenorba a parte motivo per cui non si fa questa di crescere. Il confronto, anche con questa manifestazione sia-citato (i concorrenti giungono questa iniziativa, con il coin- - non bastano più tremila sedie. bella manifestazione. Pecca- se più esteso, è sempre motivo mo cresciuti e abbiamo impara-anche da Campania, Calabria e volgimento delle aziende locali Ci potrebbe essere anche to far perdere quest’altro treno di crescita per i ragazzi di Ale- to ad amare il canto».Lazio per poi sbarcare, in alcuni interessate». Quarta coglie l’oc- un superospite, ma su questo ad Alezio. Si dovrebbe fare in zio. Forza ragazzi!». VB Rifiuti, nuova legge e sanzioni Gli abbonamenti a Niente multe sugli arretrati Sugli arretrati della tassa rifiuti non andavano ne agli interessati senza applicare sanzioni; per gli RICERCA AGENTI per raccolta inserzioni promozionali annuale € 65,00 semestrale € 35,00 applicate le sanzioni. Lo ha precisato anche l’Anutel immobili denunciati dopo il 20 gennaio 2005 la ret- versamento su: (associazione nazionale uffici tributi degli enti loca- tifica avviene invece tenendo conto del minimo della e spazi pubblicitari li), davanti ad un quesito ed ai diversi orientamenti superficie catastale, emettendo un avviso di accerta- su questa testata cc postale n. 8168644 dei Comuni. Nel parere si chiarisce che nel caso di mento in rettifica (e non semplice comunicazione) intestato a: adeguamento, da parte dell’ufficio Tributi, della su- con applicazione di sanzioni per infedele denuncia Zone interessate: Indra srl - via Novara 10/B perficie denunciata a quella catastale non possono poiché il contribuente ha colposamente errato la di- essere applicate sanzioni al contribuente perché si chiarazioni”. Gallipoli-Casarano-Alezio 20013 Magenta (MI) tratta di una modifica dovuta ad una nuova legge. Rispetto a questo ultimo caso occorrere tenere Sannicola-Tuglie-Parabita Solo dal 1 gennaio 2005, infatti, i contribuenti sono presente che non sempre gli uffici Tributi dei Co- indicando nella causale obbligati a dichiarare una superficie di riferimento muni hanno fornito indicazioni aggiornate, oltre alla Matino-Taurisano-Taviano Tarsu non inferiore all’80 per cento di quella iscrit- difficoltà oggettiva di reperire i dati catastali per il Racale-Alliste-Melissano la durata del periodo ta in catasto cosicché dall’anno 2005 la superficie contribuente; la nuova legge è stata infatti all’inizio tassabile viene ad essere determinata sulla base di di difficile applicazione proprio per questo. Comun- Esclusiva di paese criteri diversi. que, l’errore del contribuente, che ha continuato a E mail: info@piazzasalento.it Dice l’Anutel in dettaglio: “Per gli immobi- denunciare la superficie calpestabile dopo il primo Per informazioni li denunciati sino al 20 gennaio 2005 e per i quali gennaio 2005, non potrebbe essere sanzionato per il Tel. 0833.1823575 tel. 0833 1823575 la superficie risulta inferiore a quella catastale, il Comune deve modificare d’ufficio l’importo per la principio di tutela della buona fede e dell’affidamen- to garantito dallo Statuto del Contribuente. Fax: 0833 1823573 e-mail abbonamenti@piazzasalento.it tassa dall’anno 2005 in poi dandone comunicazio- M. L. - dirigente comunale settore finanziario
  • 11. Alezio 7 - 20 aprile 201110 SEL RACCOGLIE VESTITI E CIBO sezione del Sel ha contribuito a dare per l’igiene personale (nuovi) ma PER I MIGRANTI DI MANDURIA una mano ai migranti ospitati nella anche coperte, lenzuola e indumen- Due giorni di raccolta - l’1 e il 2 tendopoli di Manduria. La raccolta ti. Tutto il materiale raccolto è stato aprile - di indumenti e cibo a lunga ha riguardato di tutto: generi ali- portato direttamente a Manduria conservazione. Così Alezio, grazie mentari in scatola come pasta, riso, da alcuni ragazzi che hanno anima- all’iniziativa promossa dalla locale pomodori, biscotti, tonno, prodotti to l’iniziativa.Approvato il piano esecutivo. Il cantiere aprirà da giugno e per un anno Affollato incontro sulle donne al Cafè Plaza La bellezza, la dignitàVia Pertini, ecco la piazza di Valeria Blanco urbanizzazioni sono superiori al 40%: il programma va escluso”. e il senso della misura “La bellezza della dignità - alla ricerca dell’identità fem- pressione delle voci contrarie: questo il meccanismo che sta Una piazza verde, con aiuole Alla fine del 2009 i giochi si minile”: su questo argomento alla base del “basta apparire”,e fiori, ben illuminata, proprio riaprono e la Regione si dichiara hanno parlato, nell’affollata il motto predominente di oggi.come il parco Don Tonino Bel- disponibile a finanziare ulteriori sala del Cafè Plaza per inizia- La conseguenza è l’indifferen-lo, anch’esso compreso nella progetti ritenuti in precedenza tiva del circolo Interferenze, la za, l’abituarsi a tutto, la perditariqualificazione. Marciapiedi non finanziabili. Il Comune si giornalista Valeria Blanco, la (cosa gravissima) della relazio-rifatti e, soprattutto, una pista attiva e dà mandato all’ufficio dermatologa Ivana Romano e la ne con la verità»: intorno a que-ciclabile per far correre i ragaz- Tecnico comunale, coordinato psicologa Beatrice Sances, che è sto concetto, che riguarda tuttizini in sicurezza sulle due ruote. dall’architetto Venanzio Marra anche direttrice del Consultorio ma sopratutto le donne, è ruota-Il progetto esecutivo per la ri- (che poi sarà supportato dall’in- familiare di Gallipoli Gallipoli. to l’intervento molto apprezzatoqualificazione della zona com- gegnere Donato Giannuzzi di Introdotta dal presidente della dottoressa Sances, che èpresa tra via Pertini, via Sergi e Casarano e all’architetto Lo- dell’associazione, Riccardo Bot- anche direttrice del Consultoriovia Mariana Albina (del valore renzo De Lorenzis di Racale) di to, Valeria Blanco ha illustrato familiare di Gallipoli. L’espertadi 800mila euro, tutti finanziati rielaborare il vecchio progetto. A alcuni dati pubblicati dall’Istat psicologa ha riferito di un lavo-dalla Regione) è stato approvato La zona dove sorgerà la piazza metà del 2010 il nuovo progetto, l’8 marzo di ogni anno, che ro d’indagine svolto un alcunedalla Giunta comunale. per un importo pari a 2 milioni fanno il punto sulla situazione classi di un istituto superiore di «Siamo soddisfatti - ha com- Nel 2008 (sindaco Vincenzo nesse alla Peep per 620mila euro di euro, è pronto. Risulta arti- della donna in Italia. Ne è risul- Gallipoli, da cui emerge un datomentato l’assessore ai Lavori Romano), dal Bollettino ufficia- e 110mila euro di espropri, per colato in due parti: 1.200.000 € tato che le donne italiane hanno singolare: alla voce “definizio-pubblici, Cosimo Ingrosso - so- le della Regione Puglia (n.162) un totale di 1 milione e 200mila da destinare alla residenza e a mediamente un titolo di studio ne della società attuale”, oltre ilprattutto perché questo primo si apprende che la proposta del euro - è stata esclusa dalla gra- urbanizzazioni strettamente con- più alto dei coetanei maschi ma 20% degli studenti intervistatigrande finanziamento della no- Comune di Alezio - che preve- duatoria perché “le suddette nesse (60% dell’importo totale) lavorano in percentuali minori e ha risposto “luogo dove tuttostra storia riguarda il recupero deva la nuova costruzione di 6 urbanizzazioni non sono a ser- e 800.000 € (40%) da destinare hanno stipendi più bassi. Anche è possibile”. Il senso comunedelle periferie». alloggi (di cui 4 ai privati e 2 vizio dell’edilizia ma di tutto il a opere di urbanizzazione pri- queste - insieme con la riaffer- per cui tutto si può fare non è Lunga e travagliata, ma per al Comune) per 470mila euro, Peep, per cui non può far parte maria e secondaria. Il progetto mazione della dignità di fronte certamente nuovo, anche se infortuna a lieto fine la storia della l’urbanizzazione delle zone con- dell’edilizia. In tali condizioni le è approvato dalla Regione e nel al Rubygate - le motivazioni che questi tempi si sta gonfiando diriqualificazione di questa parte gennaio scorso la progettazione hanno spinto le donne in piazza, nuovi e molti proseliti. «L’aspet-periferica del paese. Tutto iniza definitiva ed esecutiva, la dire- al grido di “Se non ora quando”. to nuovo è il modo con cui sinel giugno 2006, quando la Re- zione lavori, misura e contabilità L’intervento si è concluso con la traduce - ha sottolineato la dott.gione emana un bando per l’ac-cesso ai finanziamenti dei Pirp,Programmi integrati di riqua- C’è anche una pista per bici (per la sola parte relativa all’ur- banizzazione primaria e secon- daria (800mila euro) è affidata lettura dell’interpretazione che, della manifestazione, hanno dato alcuni giornali esteri. ssa Sances - questo credo, con la non trasparenza, che oggi non è il nascondere ma l’apparire. Illificazione delle periferie. Nel Marciapiedi da rifare su via Pertini, via Sergi e via Ma- alla ditta Assiprogetti di Mola di L’intervento della dottoressa vero si occulta meglio nella lucemarzo 2007, il Comune (sinda- riana Albina. Qui, sul lato del parco, sarà realizzata anche Bari. Ivana Romano, supportato da del televisibile. L’apparire nonco Cosimo Caroppo) delibera una pista ciclopedonale da percorrere in sicurezza a piedi o Oggi, approvato il proget- immagini e da un breve video, ha niente a che vedere con l’es-la costituzione di un gruppo di in bicicletta. La pista partirà all’incirca dalla rotatoria di via to esecutivo, la riqualificazione è stato incentrato sul ruolo del- sere, non lo vela e non lo sve-studio - composto dall’ingegne- Sannicola e arriverà fino al viale Rimembranze. Sull’altro può finalmente partire. I lavori la chirurgia plastica ed estetica la, non lo manifesta nè lo cela.re Fabio Minerva, da Alessandro lato (all’altezza del bar), invece, è prevista la realizzazio- - salvo imprevisti - dovrebbero che, se in alcuni casi serve per Semplicemente perchè non c’èNocco (avvocato) e dal dottor ne di parcheggi a spina di pesce, in grado di contenere più iniziare a giugno e concludersi migliorare il rapporto della don- nessun essere dietro l’apparire».Ilario Muci per acquisire i dati auto rispetto ad ora. Ma l’opera che più cambierà il volto nell’arco di un anno, quindi en- na con il proprio corpo o per mi- La psicologa, che ha toccatodi carattere sociale, economico del quartiere è la piazzetta che sorgerà nella zona Peep (via tro l’estate del 2012. La riqualifi- gliorare difetti fisici e menoma- anche i temi della transessualità,e infrastrutturale necessari per Pertini). Sarà addobbata con aiuole di forme irregolari e con cazione sarà completa quando - zioni, in altri casi si trasforma in davanti ad un pubblico moltola successiva compilazione di un un’illuminazione a led. La stessa illuminazione che sarà rea- sbloccati i fondi Fas - il Comune strumento di omologazione. attento, ha insistitito sui diversiprogetto. Poco dopo, il Comune lizzata nel parco Don Tonino Bello e che - essendo a rispar- potrà disporre anche di 1 milione «La forza di persuasione modi di “calpestare la dignità di mio energetico - farà ridurre la bolletta.sottoscrive un protocollo d’inte- e 200mila euro per ristrutturare del falso, basata esclusivamente una persona” che voglia invecesa con lo Iacp. la palazzina Iacp. sulla sua ripetizione e sulla sop- essere se stessa. Pubblicato il bando. Il costo dei lavori è di circa 51mila euro, di cui 31mila dalla Provincia Il rondò per Parabita sarà più sicuro Il Comune prende provvedimenti per rendere più sicuro il rondò sulla strada che porta a Parabita. Alla fine di marzo, sul sito ufficiale infatti è stata indetta una gara per l’assegnazione ad un’impresa dei lavori per la “messa in sicurezza della rotatoria tra la strada provin- ciale per Parabita, via Rocci Perrella e via Santa Lucia”. I lavori di cui si parla sono rivolti ad un miglioramento delle condizioni di sicurezza dell’incrocio. Si va dall’aumento dell’illu- minazione pubblica e della segnaletica stradale alla riconfigurazione delle strade e degli spazi di accesso alla rotatoria. Inoltre, è prevista la sistemazione delle aiuole e dell’intersezione con la strada “Ca-La scena dell’incidente pani”. I soldi per gli interventi provengono sia dalla Provincia, che ha stanziato circa 31mila euro, sia dai fondi propri del Comune, per una somma totale di 51.401 euro. Il bando resterà aperto fino al 26Scontro frontale tra due auto: aprile e ad aggiudicarselo sarà la società che offrirà il ribasso più conveniente sulla somma preventivata dal Comune. Una volta che i lavori saranno conclusi - sono stati previsti 60 La rotatoria oggetto della messa in sicurezza Resta aperta la questione dell’altra rotatoria pericolosa, quellatragedia evitata per un soffio giorni - si spera che su questa strada diminuiscano i rischi per gli automobilisti. La rotonda, infatti, è stata fin dalla sua costruzione ritenuta poco sicura, tant’è che l’allora opposizione chiese alla Pro- sulla strada per Gallipoli; in questo caso gran parte dei problemi sono dovuti alle dimensioni troppo ridotte del rondò, che hanno cre- ato più di una volta difficoltà di manovra ai mezzi pesanti. Sono migliorate le condizio- ciolo, 27 anni, di Alezio. Standoni di Antonio De Icco, 25enne ai primi rilievi dei carabinieri – vincia il “Safety control”, controllo per valutarne la sicurezza. LIcoinvolto in uno scontro frontale che si sono soffermati in partico-sulla Alezio-Taviano e trasporta- lare sui segni degli pneumatici Il progetto presentato nel 2004. L’ok dovrebbe arrivare dalla conferenza dei servizi del 2 maggioto all’ospedale “Sacro Cuore” di sull’asfalto - pare che il condu-Gallipoli in codice rosso. Tragedia evitata, quella cheha visto scontrarsi - all’altezzadel curvone che segna l’imboc- cente della Multipla, per motivi ancora da accertare, abbia per- so il controllo dell’auto proprio all’altezza della curva. L’impat- Rocci Perrella: centro commerciale in arrivoco per la strada che conduce a to con l’auto di Picciolo è stato Un centro commerciale su via Rocci Perrella, regolatore. Dopo alcune fasi interlocutorie, nelMatino una Fiat Multipla e una inevitabile. all’incrocio con via Taviano, potrebbe sorgere in 2006 era stata convocata una prima conferenzaLancia Thema. A vedere le auto Sono stati i passanti a chia- un futuro non troppo lontano, ora che l’imprendi- dei servizi, conclusasi con alcune prescrizioni esemidistrutte, gli airbag aperti e mare l’ambulanza del 118, che tore interessato ha manifestato la volontà di pro- richieste di adeguamenti del progetto in variantevari oggetti sparsi sull’asfalto, si ha trasportato De Icco d’urgenza cedere, dopo un periodo di silenzio, ed ora che il allo strumento urbanistico. Il Consiglio comunalepoteva pensare all’ennesima tra- all’ospedale di Gallipoli in codi- Comune ha convocato - per il 2 maggio prossimo aveva poi approvato all’unanimità il progetto magedia dell’asfalto. Per fortuna, ce rosso, con fratture alle gam- alle 9.30 - una conferenza di servizi per verificare solo nell’agosto 2007. Tra le condizioni poste vientrambe le persone coinvolte se be. Una seconda ambulanza ha gli adeguamenti a suo tempo richiesti e rilasciare era la stipula prioritariamente di una convenzionela sono cavata. trasportato Picciolo - che lamen- in un colpo solo tutti i pareri necessari ad aprire il tra Comune e imprenditore entro sei mesi, cosa Non erano ancora le 17 del tava dolori a un braccio e alla cantiere. che poi non era avvenuta per inattività della parte23 marzo. Una multipla con milza - nello stesso ospedale. Le La strada percorsa dal progetto è comunque privata.a bordo Antonio De Icco, 25 condizioni di Antonio De Icco, già abbastanza lunga, essendo stata iniziata nel L’anno scorso il signor De Lumé ha chiesto dianni, di Taurisano - impiegato per cui si era temuto il peggio, 2004, con la richiesta di Gianfranco De Lumé riattivare il procedimento; il suo tecnico ha fornitocome salumiere al supermerca- sono migliorate dopo l’opera- di realizzare in via Rocci Perrella un complesso all’Ufficio tecnico comunale le tavole integrativeto Conad di Alezio - procedeva zione e il ricovero in ortopedia. commerciale. Dopo circa un mese dalla sua pre- per meglio definire le superfici a parcheggio. Dain direzione di Alezio. In senso Picciolo è stato dimesso la sera sentazione, il 24 febbraio 2004 il Comune aveva qui la convocazione di questa conferenza dei ser-opposto arrivava Cosimo Pic- stessa. La zona dove sorgerà il market rigettato l’istanza perchè in contrasto con il Piano vizi che dovrebbe dare il definitivo via libera.
  • 12. 7 - 20 aprile 2011 Alezio 11 IL ROSA DEL GOLFO della cantina Rosa del Golfo, per Golfo all’Alex bar. Il sodalizio con il AL VINITALY E ALL’ALEX BAR abbinamenti ricercati. In occasione locale prevede anche l’esposizione Matrimonio tra Rosa del Golfo e della partita Lecce-Milan, persi- delle bottiglie Rosa del Golfo nelle Alex bar di Lecce. L’accordo prevede no il vicepresidente della squadra nove vetrine del locale, situato nel l’inserimento nella carta dei vini ospite, Adriano Galliani, ha bevuto centro storico di Lecce. La cantina del locale delle migliori annate e apprezzato il Brut rosè di Rosa del sarà al Vinitaly dal 7 all’11 aprile. Ebbro alla guida: Alle Officine Cantelmo di Lecce la prima presentazione del libro undici giorni di servizi sociali Ecco l’Oriente di Maglio La prima “uscita pubbli- della Puglia. Lorus- Un ventisettenne aleti- ca” è venerdì 15 aprile alle Coordina i lavori Adelmo so, pre- no, trovato alla guida con 17.30 alle officine Cantelmo Gaetani; segue il ricordo di sidente un tasso di alcol pari a 1,3 di Lecce. Ma il volume “L’O- Antonio Corcella. Saluti e te- dell’As- (quasi il triplo del massi- riente che è in noi. Una vita stimonianze di: Vincenzo Ro- sostam- mo consentito), se la cave- per il giornalismo - Scritti tra mano, sindaco di Alezio; Pao- pa di rà con undici giorni di ser- Salento, Europa, America” lo Perrone, sindaco di Lecce; Puglia; vizio presso l’associazione di Antonio Maglio, edito da Antonio Gabellone, presiden- Fran- “Alla conquista della vita Glocal (20 euro) e curato da te della Provincia; Loredana cesco per le vittime della strada Antonio Corcella, Lino De Capone, vicepresidente della D’An- “ di Nardò. Matteis e Adelmo Gaetani, è Regione; Domenico Mennit- dria e Lo ha deciso qualche nelle librerie da alcune setti- ti, sindaco di Brindisi; Car- Stefano giorno fa il giudice Miche- mane. lo Schilardi, consigliere di Cristante dell’Università del le Toriello, del tribunale di Si tratta di un’antologia Stato; Claudio Scamardella, Salento; Alessandro Lapor- Gallipoli, davanti al quale di articoli scritti dal gior- direttore del “Nuovo Quoti- ta, direttore della Biblioteca le parti si dovranno pre- nalista Antonio Maglio e diano di Puglia”; Carlo Bolli- Provinciale; Antonio Quarta, sentare di nuovo il 22 set- pubblicati sul Quotidiano di no, direttore de “La Gazzetta amministratore unico Quarta tembre prossimo, quando i Lecce, Brindisi e Taranto (di del Mezzogiorno”; Alessan- Caffè; Anna Palmieri, libreria carabinieri di Gallipoli - a cui è stato il fondatore) e sul dro Barbano, vicedirettore Palmieri; Lino De Matteis, cui è stata delegata l’attivi- Corriere Canadese. Serve a de “Il Messaggero”; Nicola Glocal Editrice; Onorevo- tà di verifica - riferiranno conoscere gli ampi interessi Paparella, direttore de “L’O- le Giacinto Urso. Conclude sui risultati del lavoro di culturali e la raffinata sensi- ra del Salento”; Elio Donno, Enzo Iacopino, presidente pubblica utilità. Se saran- bilità di un grande giornalista consigliere dell’Ordine dei dell’Ordine nazionale dei no positivi, il giovane avrà salentino che, con le sue intu- Giornalisti; Paola Laforgia, Giornalisti. Il ricavato della indietro l’auto che gli è izioni, ha contribuito a cam- presidente dell’Ordine dei vendita sarà devoluto per ini- stata confiscata. biare il panorama editoriale Giornalisti di Puglia; Raffaele ziative in memoria di Maglio. A maggio compirà 3 anni il gruppo musicale di S. Rocco In alto, un momento delle prove. Sopra, la banda in chiesa che si è già esibita in un importante raduno a Roma Sofia Solida ha 8 anni. In-sieme con l’amichetta LetiziaMuscetra - che suona il clarinet-to, «quello per bambini, però,perché l’altro era troppo pesan- Quando la banda passò questo comporta varie spese che, in mancanza di fondi pub- blici, ci hanno aiutato a soste- nere i genitori». Forse, qualche possibilità di collaborazione sulle ali del “Va’ pensiero”te per me» - è la più piccola del con il comune si potrebbe apri-gruppo e per questo ne è consi- re non appena la neonata saladerata la mascotte. Il che, natu- prove di via Enrico Toti torneràralmente, le vale quasi sempre operativa.doppia dose di coccole. Intanto, la banda non molla Sofia avrebbe voluto suona- e conta di allargare il numero dire il clarinetto, «poi, però - rac- che il violi- gnati, sì, ma soprattutto perché al Santo. di Casa Betania ai suoi ragazzi iscritti, magari accogliendo gio-conta - quando sono andata al no, che era facessero qualcosa di utile, che È impressionante vedere dei e, tra una lezione di solfeggio e vani aspiranti musicisti persinonegozio di strumenti musicali la sua idea servisse per far emergere i loro ragazzini che di solito a quell’e- l’esecuzione di un inno sacro, dai paesi vicini. Per parteciparecon mamma e papà ho visto il iniziale. talenti». Così, rimboccate le tà parlano dei loro cartoni ani- ne raccoglie confidenze, scherzi alle lezioni bisogna pagare unaflauto traverso e mi è piaciuto Sono in maniche, la presidente ha messo mati preferiti, discorrere del “Va e battute. piccola quota mensile e ci si puòsubito il suono. Adesso che ho 13 i compo- su una bella squadra, composta pensiero” piuttosto che della «Finora - continua la pre- iscrivere direttamente a Casaimparato a suonarlo bene posso Betania nei giorni delle prove ,finalmente far ascoltare a tut- nenti della da ragazzini che hanno dagli 8 “Ninna Nanna” di Brahams. E sidente - abbiamo avuto tanteti “Certe Notti” di Ligabue, la banda di ai 13 anni. Debutto di fronte ai poi specificare che il loro stru- soddisfazioni e i ragazzi si sono ogni martedì e venerdì dalle 18mia canzone preferita». Anche San Rocco, Gina Guarino concittadini ad appena un anno mento si chiama sax contralto, esibiti in chiesa, in piazza, nel alle 20.il fratello di due anni più gran- creata il 13 dalla prima lezione, nel corso oppure «clarinetto, sì, ma in mi centro di Roma. Certo, tutto VBde, Gabriele, era convinto di maggio di tre anni fa - proprio della processione del Venerdì bemolle, mi raccomando».voler acquistare un altro stru- nell’anniversario dell’appari- santo del 2009. Ed è andata così Merito soprattutto dei ma-mento, però poi nel negozio di zione della madonna di Fatima bene che, in tre anni di lezioni, estri di musica - Antonio Co-strumenti musicali ha cambiato - su iniziativa di Gina Guarino i ragazzi hanno fatto davvero ronese e Luigia e Alessandroidea pure lui: «E adesso suono (presidente dell’associazione un bel po’ di strada. Compresa Manzolelli - che hanno saputoil sax contralto, il mio brano Amici di San Rocco e del Co- la convocazione a Roma, in- far sbocciare in loro la passionepreferito è l’inno di Mameli». mitato festa) e di Gianfranco sieme con gruppi provenienti per la musica, ma anche di ge-E poi ci sono Annalaura Greco, Blanco, allora membro dello dalla Spagna e dal Portogallo, nitori sensibili e disponibili ad12 anni, che alla musica leggera stesso comitato. in occasione della manifesta- accompagnare i ragazzi in “tra-preferisce il “Va’ pensiero” ed «Volevamo fare qualcosa zione “Un giorno di preghiera sferta” e della presidente cheè contenta di aver scelto, anche per i nostri ragazzi - spiega la con San Rocco”, che si tiene due volte a settimana - il mar-lei, il flauto traverso, piuttosto signora Gina - per tenerli impe- ogni anno nella chiesa dedicata tedì e il venerdì - apre le porte
  • 13. Con noi nelle case di 32.000 famiglie SANNICOLA 7 - 20 aprile 2011Nenie e serenate per strada in cambio di dolci e uovaIl paese è pronto per le notti insonni di Sabato santo Pag. 12 Salite a bordo e andiamo Notti insonni nel periodo pa-squale a Sannicola. Notti passatetra le vie del paese a cantare edanzare al ritmo incalzante deitamburelli, delle fisarmoniche edelle chitarre. «All’udir le prime note - rac-conta Luigi Simone, di una dellepiù note e apprezzate famigliedi cantori - parcheggiate le autonel mezzo della strada, bloccatoil traffico, spento ogni motore,nel silenzio della notte, sotto losguardo della luna, gli spettatori,a piedi e in religioso silenzio, siavvicinano ai cantori che sonofermi davanti alla porta chiusa diuna casa da cui non filtra alcunaluce e i cui abitanti sembrano trale braccia di Morfeo. È un’anticabugia: essi sono dietro la porta ehanno già preparato quanto offri-ranno agli attesi ospiti. Attendo-no nell’ombra di sentire alcuneparticolari strofe. È quello il mo-mento in cui accendono la luce,qualche attimo ancora e si apronole porte. Ciò che hanno prepara-to non è solo per gli amici: nellamagia di questa notte, complicile stelle, nessuno è estraneo, nes- Lu Lazzarenu Il processo di rivalutazione delle tradizioni popolari è iniziato negli anni ‘80suno è sconosciuto. Alcuni versisono personalizzati sul momentoper il padrone di casa. Tutti i pre-senti sono invitati a “ favorire”». La tradizione prevede chesi offrano innanzitutto le uova, Sopra e a destra, due momenti delle “matinate” Il futuro è il tamburellosimbolo della rinascita, oppure,forse, tradizionale e più pragma-tico ingrediente-base della ricetta Matinate e Ringraziate Oggi si avvicinano alla musica tanti ragazzidello “Spazzatu” (piatto unico abase di uova, formaggio e carneche, nelle sue due versioni “atiestu” e “scanijatu”, fa litigare completano il folklore Fisarmoniche e tamburelli per dar vita a piccoli concerti di musica popolare direttamente per strada. Dagli anni Ottanta, gruppo all’altro, seguendo un percorso che non è casuale: è preciso e si ripete di anno in anno. I gruppi si fanno e si di-le massaie sull’originalità della a dire il vero, salvo rare eccezioni i gruppi tradizionali di musica sfano in una danza nella danza,ricetta). Che si tratti di “Lazzare- stanno cadendo ormai in disuso. popolare si sono rinvigoriti con accompagnando ora questo orani” - canti tristi e solenni, eseguitila notte della Domenica delle Canti tristi e solenni Nella stessa notte si cantano an- che le “Rispettate” riservate a chi i giovani. «Intorno al 1970, il fenome- quel cantore, cantando ora con questo ora con quell’ accompa-Palme proprio per ripercorrerein musica le tappe della Passione e dopo Pasqua è stato escluso dal giro iniziale dei cantori. no dei canti di Questua, come gnatore, sino all’alba del giorno altri riti di matrice popolare e dopo e anche oltre».di Cristo - oppure di “Matina- scoppia l’allegria Ma quella dei “Lazzareni” e contadina, hanno avuto una bat- Oggi molti bambini e ado-te” - eseguite dopo mezzanotte delle “Matinate” è una tradizione tuta di arresto - riferisce il ma- lescenti imparano a suonare ladel sabato precedente la Pasqua, che trova apprezzamento anche estro Leuccio Inglese - dovuta fisarmonica e il tamburello edal ritmo festoso ed entusiasta fuori dai confini del paese. Le fa-proprio per celebrare la Resurre- petto. Colpisce molto la parteci- al cambiamento generazionale sono in grado di accompagnare miglie dalla più viva tradizione ezione - chiunque riceve la visita pazione popolare. Le strade, fino dalla più lunga esperienza musi- e a un rifiuto della tradizione in il canto. Loredana Malerba, ap-dei musicisti non può mancare all’alba, sono piene di gente che, cale, come i De Prezzo - Cosimo, nome della modernità». Giovani musicisti crescono partenente ad una delle famigliedi offrire loro qualcosa da bere in piccoli gruppi, percorre il pa- Dino e Sandro - assieme al mae- Ma in tanti non si sono dati dalla più apprezzata tradizioneper accompagnare i dolcetti alle ese fermandosi qua e là per can- stro Bruno Scorrano, partecipano per vinti. Nelle scuole il mae- tata avanti da poche famiglie, canora, è ben felice di poter af-mandorle o il formaggio acqui- tare. Quella dei canti tradizionali, spesso a manifestazioni fuori dal stro, insieme ai colleghi, agli soprattutto dagli anziani. «I fermare che i bambini della suastato direttamente dalle masserie a Sannicola, è una tradizione che territorio comunale come i Canti amministratori e al parroco del ragazzi - racconta Gianclaudio famiglia imparano sin da piccoliper l’occasione. prosegue anche dopo la festività della Passione nella Grecìa Sa- tempo, don Giuseppe, ha pro- a suonare gli strumenti e si ri- mosso iniziative per la rivaluta- De Salve: - iniziano la serata col uniscono da tempo per provare. Di casa in casa, la scena si principale. Il primo sabato dopo lentina. Della loro musica si sonoripete, mentre la lingua si scio- Pasqua, alle volte, tutto si ripete interessati negli scorsi anni anche zione e la riscoperta dell’aspetto gruppo degli adulti di famiglia, Li muove l’amore innato per ilglie, le mani battono frenetiche con nuove strofe dal contenu- antropologi ed etnomusicologi sacro e profano di questi antichi ma poi, nell’avanzare delle ore, ritmo e il profondo attaccamen-sui tamburi, i piedi battono sulla to scherzoso e colorito: sono le dell’Università del Salento. canti. La pratica non si era mai in una sorta di Jam Session, si to al nonno che ha lasciato loroterra e anche il cuore batte nel meno diffuse “Ringraziate” che, MCT spenta, in realtà, ma veniva por- spostano fluidamente da un questa meravigliosa eredità.
  • 14. 7 - 20 aprile 2011 Sannicola 13 SULLE DUE RUOTE Centenario della Giornata Interna- Opportunità e da numerosi cittadini. PER LA DIGNITÀ FEMMINILE zionale della Donna, composto dalle Obiettivo: ripercorrere idealmen- Domenica 27 marzo le strade di associazioni Gruppo ciclistico salenti- te i 100 anni dall’istituzione della Sannicola e frazioni sono state no, Ionia, Fidas, Polisportiva Fedele, Giornata della Donna guardando al teatro della Passeggiata in biciclet- Azione cattolica, Misericordia, e futuro per raggiungere parità e pari ta organizzata dal Comitato per il coadiuvato dalla commissione Pari dignità.Quaranta carabinieri in una operazione di controllo presso market, bar e circoli Il vicesindaco interviene anche sulla Tarsu Raccolta differenziataInsetti & muffe: a tavolaTrovati anche presto più efficiente In tema di raccolta differenziata dal Comune arriva l’annun- cio di imminenti novità. A parlare di ciclo e riciclo di rifiuti è il vicesindaco e assessore alle Politiche tributarie, Marco Bramato70 chili di carne (foto). Pare che sia allo studio un nuovo capitolato, condiviso con idi provenienza Comuni di Tuglie ed Alezio per ren- Alezio, dere più efficiente ed economica lasconosciuta gestione del servizio. «Previa appro- vazione del progetto con delibera di consiglio comunale dei tre comuni in- Pane grattugiato raffermo, teressati – chiarisce l’assessore Brama-conservato in una vasca di pla- to - uniformeremo il sistema, eliminan-stica e senza alcuna protezione, do totalmente dalle strade i cassonettinemmeno un grande tovaglio- ed incentivando la differenziata spintalo. Pancetta ammuffita ma pro- porta a porta monomateriale con la re-babilmente pronta per l’uso; alizzazione di un ecocentro di servizioalimenti scaduti e non da poco e soccorso».tempo; altri alimenti conservati Ma il vicesindaco ha da dire la suasenza seguire le benché minime anche alle polemiche relative alle dop-norme di sicurezza. pie bollette Tarsu, innescate dai consiglieri che siedono tra i ban- Sono davvero spaventose PREGO, chi del Pdl.le situazioni igienico-sanitarie SERVITEVI Una replica, la sua, che serve “per fare chiarezza”. «La riscos-di alcuni dei locali commercia- Ecco le “sorprese” sione della tassa dei rifiuti ricomprenderà due annualità – spie-li (market e supermarket per lo che hanno riser- ga il vicesindaco – a causa dell’attività di accertamento avviatapiù, ma anche bar e circoli con vato ai carabinieri nel 2001. Quell’indagine aveva comportato la sospensione dellaspaccio) tra Alezio, Gallipoli, alcuni locali com- merciali di questa riscossione per tre anni, uno tra l’altro già recuperato nel 2005,Galatina, Nardò, Sannicola, Ne- zona: alimenti ovvero il tempo necessario per normalizzare il ruolo. Tale situa-viano e Galatone - a cui quaran- a contatto con zione, del resto, è ben nota ai cittadini di Sannicola, che sanno dita carabinieri della compagnia detersivi (sopra), non aver pagato la tassa per ben due anni, nonostante nel frattem-di Gallipoli hanno fatto “visita” pane grattuggiato po il Comune abbia provveduto con fondi propri ad assicurare il e alla portata dinei giorni scorsi e non certo per polvere ed insetti; servizio». DGportare gli auguri di Pasqua. un deposito invasoUna cinquantina, in tutto, gli dall’umidità. Sotto,esercizi ispezionati; il risultato un frigo sigillatodell’operazione di controllo haportato a 16 sanzioni comminate chili di carne priva dell’indica- zioni relative alle condizioni Psicologia e benesseree multe che ammontano, in tota- zione di provenienza obbliga- igienico-sanitarie osservate nei Dal 4 al 10 aprile l’Ordine toressa Ylenia Petrachi chele, a 37mila euro. toria per legge, ben 350 chili di locali. degli Psicologi della Puglia ha organizzato due seminari: Le violazioni riscontrate pan grattato raffermo, abban- Nel corso della stessa ope- promuove la Settimana del “Ansia e stress: conoscersisono tante e di vario tipo. La più donato in un locale (che infatti razione, i carabinieri hanno benessere psicologico per dif- per liberarsi” (Centro multi-grave, quella di un commercian- è stato chiuso) infestato dagli anche avviato le procedure per fondere la cultura del benes- mediale di via Oberdan) e “Fi-te – che nfatti ha collezionato insetti. Altre violazioni hanno ri- chiudere un circolo privato i cui sere, con l’obiettivo di pro- glio parla perché io ti ascolto”due denunce – il quale conser- guardato lo smaltimento di ossa frequentatori sono risultati ave-vava gas liquido in bombole in muovere il concetto di salute (Scuola media). La dottoressa e rifiuti speciali di macelleria, re, in maggioranza, precedentiquantità molto superiore a quel- oltre ad illeciti amministrativi. di polizia. Ma i militi dell’Ar- inteso non solo come assenza si è resa disponibile, per tut-la consentita dalla legge, che è Ai controlli hanno parte- ma torneranno presto in campo di malattia. Tra gli psicologi ta la settimana, a consulenzedi 70 chilogrammi al massimo. cipato anche i veterinari della per svolgere controlli - come da che hanno aderito all’inizia- psicologiche gratuite presso il In altri locali, i carabinie- Asl che, dopo i controlli, po- routine - anche presso ristoranti, tiva, a Sannicola c’è la dot- suo studio di via De Gasperi.ri hanno trovato tra l’altro 70 trebbero irrogare ulteriori san- pizzerie e trattorie. Opposizione contro. Il Comune incassa da Telecom 20mila € annui Il Pdl critica: Doppia antenna sui tetti «Progetti e clientele» e non tarda la polemica Sul tetto del palazzo che e così i gestori sono liberi di Il Pd risponde Gli esponenti del Pdl, Sopra “Lo canale”. Sotto, Mino Piccione e Giuseppe Nocera si affaccia su piazza della installare i loro ripetitori in all’opposizione in consiglio durale. E ci viene da chiedere Repubblica e che ospita gli qualsiasi luogo e senza osta- comunale (Molle, Piccione, se tutto l’iter è stato condotto uffici di Poste Italiane, da coli di sorta in quanto trattasi Monteduro, Talà e Scorrano) con imparzialità, trasparenza e qualche tempo è spuntato un di opere private di pubblica tornano sulla questione del legittimità o se la scelta si sia traliccio per la trasmissione utilità». bando per la scelta dei profes- basata su motivazioni filopo- delle onde di telefonia mo- Chiamato in causa, il sionisti per la progettazione litiche piuttosto che professio- bile gestito dalla Telecom. sindaco Giuseppe Nocera dei sistemi di collettamento nali». Ma quello che gli espo- Come da contratto è intervenuto “contro ogni per le acque piovane. Argo- nenti del Pdl ritengono ancor di concessione stipulato mistificazione delle oppo- mento che, qualche settimana più grave, oltre al danno d’im- dall’amministrazione comu- sizioni” per chiarire meglio fa, ha interessato anche il Tar magine, è che ora il Comune nale e dalla compagnia, per l’argomento soprattutto dal di Lecce che ha emesso sen- dovrà registrare anche la beffa nove anni in bilancio tra le punto di vista dell’ “utilità tenza di condanna nei confron- dal punto di vista economico. voci in “entrata” sarà regi- sociale”. ti del Comune di Sannicola per «Ora oltre ai 76.000 euro da strato un canone per eserci- «Sannicola è uno dei po- “errata valutazione dei curri- pagare ai tecnici, il Comune zio pari a 13mila euro che chi comuni in provincia di cula” dei tecnici poi incaricati. dovrà sborsare circa 25.000 Telecom verserà al Comune Piazza Repubblica, l’antenna Lecce – sottolinea Nocera euro in più, in virtù della sen- «I due gruppi di profes- di Sannicola. Ma secondo – che reinveste le royalties sionisti partecipanti al bando tenza che lo condanna a risar- il Pdl e l’associazione “Un - avendo sottoscritto con per la concessione di spazi – spiegano dal Pdl - nelle ri- cire i tecnici ingiustamente grande progetto”, avanzano altro gestore un accordo di comunali, e non privati, ri- spettive offerte avevano indi- posizionati al secondo posto in il sospetto che le antenne da reciproca ospitalità, intende conducibili quasi sempre ad cato un ribasso del 20% su un graduatoria. Ovviamente sa- installare saranno due. Tutto installare sullo stesso tralic- amministratori di maggio- tetto massimo di 95.000 euro. ranno soldi che saranno presi è nato da una dichiarazione cio un’altra antenna, propo- ranze di centrodestra come Ma impropriamente e, nella dalle tasche di tutti i cittadini». che le opposizioni attribui- nendo l’aumento del canone accade nei paesi vicini, per valutazione dei curricula sono Non si fa attendere la repli- scono al sindaco e secondo di 7mila euro. L’amministra- scopi di controllo del possi- state violate alcune delle più ca del sindaco, Giuseppe No- interessate e aveva redatto il la quale “il canone di affitto zione comunale ha approva- bile inquinamento causato elementari norme che discipli- cera: «Sulla decisione dell’uf- progetto relativo alla fogna a vantaggio del Comune sa- to, quindi i conti tornano: ai dalle stesse antenne. E poi nano i criteri con i quali si de- ficio non ho nulla da eccepire. bianca e che quindi conosce i rebbe di 20mila euro annui e tredicimila euro si sommano non è vero che non c’è un terminano i punteggi. Già nel Il gruppo di tecnici incaricato problemi del territorio meglio non più di soli 13mila”. i settemila per l’altra anten- piano di localizzazione delle Consiglio comunale dell’11 è lo stesso che già ai tempi di chiunque altro. Non vedo «La verità è che la Tele- na. Sannicola – concludono antenne. Il piano c’è ed è a novembre scorso avevamo de- dell’alluvione di qualche anno motivazioni più oggettive di com – sottolineano dal Pdl - è sprovvista di un piano di disposizione di quanti voles- nunciato questi aspetti inquie- fa aveva operato per determi- queste». e da “Un Grande Progetto” localizzazione delle antenne sero consultarlo». DG tanti dal punto di vista proce- nare la staticità delle abitazioni DG
  • 15. TUGLIE via G.B. Vico Gallipoli Segnalate tel 0833.1823575 le vostre fax iniziative 0833.1823573 info@piazzasalento.it 7 - 20 aprile 2011 Pag. 14Ledizione 261contrassegnata Bimbi di corsa per altri bimbida un programma La solidarietà fa correre, almeno a Tuglie, dove in occasione della festa patronale si è svolta anche il 6° Trofeo dell’Annunziata dal titolo “Aiutaci acon molte novità colorare la Bimbulanza”, organizzato dall’associa- zione Podistica locale. In un’atmosfera gioiosa e familiare, senza lo di Anna De Matteis stress della competizione (presenti anche i clown del "Fazzi" di Lecce, per la prima volta questanno È stata definita “storica”la festa della Ss Annunziata di la gara è stata aperta anche ai bambini della pro-quest’anno, arrivata ormai alla vincia e non solo a quelli delle scuole di Tuglie.261esima edizione, celebrata tra Obiettivo: contribuire allacquisto di una “Bimbu- lanza” - un’ambulanza speciale, a misura di bam- sciuto su Facebook e che ha voluto essere presentel’entusiasmo generale il 26, 27 e a Tuglie per loccasione». Dopo la manifestazione,28 marzo. bino - tramite i fondi raccolti in un salvadanaio durante la manifestazione. Tutto il ricavato sarà spazio alle premiazioni. Alla Podistica Tricase il Forse lo è stata davvero, al-meno per alcuni motivi. Per la devoluto allassociazione “Cuore e Mani aperte primo premio per società; i bambini premiati sonopresenza della compagnia “Pi- verso chi soffre Onlus”, e sarà aperto nei prossi- stati 30. I primi classificati per categoria sono sta-rovagando” che ha contribuito a mi giorni alla presenza di rappresentanti delle due ti: Cristian Gianfreda, 6 anni, di Tuglie; Filippofar radunare tanta gente in piazza associazioni. Schiattino, 8 anni di Tricase; Martina Episcopo, 8per assistere allo spettacolo dei LUMINARIE STRAORDINARIE «Questanno - spiega Francesco Romano, atle- anni di Tuglie; Cosimo Piscopiello, 10 anni di Tri-fuochi pirotecnici di domenica Dopo nove anni, le luminarie dei fratelli De Cagna ta e componente del direttivo della società, presie- case; Dario Marchetti, 13 anni di Parabita e Janila sono tornate a illuminare la festa patronale. Un vero e proprio Ciullo, 11 anni di Tricase.alle 13.30; per il ritorno dopo evento nell’evento. Il ritorno di De Cagna duta da Claudio Calò - abbiamo avuto un riscontronove anni della ditta “Cesario ha segnato ledizione numero 261 della festa. Sopra superiore alle aspettative, sia per il numero di par- Il prossimo appuntamento dellassociazioneDe Cagna”, che con l’utilizzo a destra, i ragazzini pronti a scattare nella gara podistica tecipanti (oltre 130), sia per le donazioni , compre- podistica è per l’ 8 maggio a Sannicola per il Cen-di lampade e tende con i led ha sa quella di un gruppo di Ancona che ci ha cono- tenario dei giovani.realizzato un’artistica spalliera eun tunnel alto 18 metri in piazza La Nunziata riprende quotaGaribaldi. Infine, per la notevolepartecipazione dei cittadini, vistoche in questi ultimi anni - stan-do a quanto racconta GianpieroPisanello, componente del Co-mitato della festa presieduto daGiuseppe De Santis - «si era unpo’ smarrita la tradizione e la fe-sta della patrona di Tuglie avevaperso la sua secolare importan-za, pur essendo noti i tugliesi per Per i 100 anni della stazionela loro devozione e per il loro at-taccamento alle tradizioni». Questo riscontro positivo è arriva il treno Salento Expressdato probabilmente dalla risco- Latteso arrivo del treno Ora Boellis vive da soloperta delle tradizioni, dal pro- storico “Salento express” per nell’appartamento sopra lagramma articolato (tra cui la mo- celebrare il centenario della stazioncina, e continua a sen-stra fotografica per il centenario stazione, non solo ha dato di tire viaggiatori e ferrovieridella ferrovia e la gara podistica fatto il via ai festeggiamen- come se fossero la sua fami-organizzata dall’Asd di Tuglie ti per la 261esima edizione glia.con scopi benefici) e dalla qua- della festa in onore della Ss «Mi ricordo - racconta -lità voluta dal Comitato nell’or- Annunziata, ma ha anche che prima viaggiare in trenoganizzare la festa in ogni minimo portato tra i presenti un po di era anche un modo per socia-dettaglio: dalla scelta dei fuochi nostalgia. È trascorso un se- lizzare. Poi, dagli anni 90,pirotecnici ai palloni aerostatici, colo da quando il primo treno tutti hanno iniziato a usare al-dagli sbandieratori allo spetta- comparve dal “Tagliamento” tri mezzi per spostarsi. Oggicolo conclusivo di lunedì 28 con ed entrò nel borgo. la ferrovia vive una fase dila partecipazione dei comici Ga- Alle dieci di sabato 26 ristrutturazione per l’ammo-briele Cirilli e il trio Ciciri e Tria, marzo tutto il paese era pre- dernamento di mezzi, struttu-svoltosi allegramente nonostante sente in stazione: comitato re e impianti. Mi piacerebbeil tempo non particolarmente cle- festa, associazioni, alunni che tornasse l’atmosfera chemente (gli spettatori, infatti, pur del Comprensivo e i con- si respirava una volta».di divertirsi alcune ore, hanno Un momento della processione. Sotto, i "piccoli" del Comitato festadovuto pagare il dazio di tornare certi bandistici di Casarano I festeggiamenti sonoa casa bagnati dalla pioggia). e Aradeo. Tra la folla c’era continuati per tre giorni con si e uva verde ed era preceduta «Questa è stata senza dub- Ha avuto poi un pubblico di anche l’ex capostazione, in due mostre: “Fse. Lungo il dalle statue di Sant’Antonio del- bio la migliore edizione deglioltre 4mila spettatori la diretta pensione dal 2006, Giovan- binario del cambiamento” a le Grazie e di San Giuseppe. Ha ultimi anni, grazie alla parteci-web della processione, che ha ni Boellis, classe 1941, una cura di Nancy motta e “La fer- sorpreso tutti l’accensione della pazione dei cittadini e all’aiutoripreso l’uscita della statua della vita passata tra treni e bina- rovia di Tuglie,1911/2011”, galleria proprio al passaggio del degli sponsor, nonostante lasantissima Annunziata alle 19.45 ri seguendo la tradizione di illustrata da Luigi Mighali. simulacro in piazza Garibaldi, crisi», conclude Pisanello. Forsein punto di sabato. La statua, famiglia (anche il padre era Per tutti, una luce sui ricordi, facendo diventare per un attimo è proprio per questo che - paresplendente, era poggiata su un ferroviere). un tuffo nella storia. lo spettacolo da spirituale a ter- - questanno la festa sia costatacuscino di rose e anthurium ros- reno. ben più di 50mila euro.Per la ristrutturazione la Regione ha stanziato 80mila euro Le speranze del presidente Massimo Stamerra, pronto a puntare sugli AllieviAsilo nido ora più sicuro «Il calcio in paese non è morto Con una spesa di poco in- le e finalizzati al riadeguamen- Ripartiremo lanno prossimo»feriore a centomila euro (finan- to della rampa interna affinchéziata per l’80% dalla Regione fosse fruibile dai diversamentePuglia) l’asilo nido comunale abili e alla modifica del trac-situato nel complesso scolasti- ciato di collegamento alla cal-co di via Genova è stato rimes- daia con il punto di erogazione «Il calcio a Tuglie non è morto. Anzi, ai baby calciatori». Tra queste si distingueso a nuovo. esterno del gas metano ubicato se ci sono le condizioni giuste, già dal positivamente la compagine degli Allievi I lavori sono terminati da in via Genova. prossimo anno potremmo riavere una no- (foto), guidata con successo dallo staff tec-poche settimane e la struttura Il progetto suppletivo ha stra squadra in un campionato agonistico nico composto da Luigi Napoli, Maurizioora sarà interamente fruibile fatto lievitare di poche migliaia organizzato dalla federazione». Massimo Selce e Matteo Ria. «La nostra è stata unadopo un intervento di completo di euro la spesa totale inizial- Stamerra (foto), presidente di lungo corso scelta oculata seppur sofferta – conclu-maquillage che ha interessato mente preventivata (circa 4.000 dell’As Tuglie e vecchia bandiera del cal- de Massimo Stamerra – perché è nostral’adeguamento dell’impianto euro), ma ha consentito la rea- cio cittadino, lancia il suo personalissimo premura far crescere i ragazzi del vivaiotermico e di condizionamento lizzazione di lavori che rendono messaggio per ribadire che il progetto del- e quindi abbiamo scelto di far convergeredell’aria, il collegamento alla ancora più tutelata e funziona- lo sport pallonaro per eccellenza in paese è tutte le nostre risorse, anche economiche,rete del gas e la realizzazione le una struttura che, essendo vivo e vegeto, anche se lontano dai riflettori verso questo settore. Ma, se riusciremo adex novo dei servizi igienico- frequentata da bambini in età da quest’anno le gare dei tornei ai quali era- che solitamente puntano sulle prime squa- allestire una prima squadra che su un totalesanitari. prescolare, richiede il massimo dre e sui tornei maggiori e quasi mai su vamo abituati, ma è anche vero che per tutta di 18 elementi ne presenti almeno una de- In corso d’opera si sono resi e pieno rispetto di tutte le nor- quelli del settore giovanile. la settimana più di un centinaio di bambi- cina di Tuglie, già a settembre si potrebbenecessari anche ulteriori lavori me sulla sicurezza ambientale e «È vero - prosegue Stamerra - che il Va- ni frequentano i corsi della scuola calcio e tornare a competere nel settore del calcionon previsti nel progetto inizia- strutturale. lentini la domenica pomeriggio non ospita prendono parte quasi a tutti i tornei riservati che conta». DG
  • 16. 7 - 20 aprile 2011 Tuglie 15 LAVORI IN CORSO pletamento della rete fognaria con rivestono interesse pubblico. Ovvia- E VIA CRISPI CHIUDE adeguamento del recapito finale. mente, qualora non fosse necessario Con un’ordinanza firmata dal La richiesta di chiusura era stata l’ingombro dell’intera carreggiata, sindaco a fine marzo, il Comune ha avanzata dall’impresa Franco Srl. Il la circolazione sulla strada sarà deciso la chiusura di via Francesco sindaco ha acconsentito alla chiusura garantita con transito a senso unico Crispi per consentire i lavori di com- vista la necessità di operazioni che alternato. Sarà ubicata nell’edificio che Albergo diffuso: la reception nel mercato coperto 450mila euro - in un open spaceoggi ospita il mercato coperto lareception dell’albergo diffuso,la cui istituzione a Tuglie è sta- I locali ospiteranno anche esposizioni e mostre CENTRO STORICO tutto trasparente, con “vista” sul- le attività commerciali che ope- rano nella struttura. Ma il pro-ta promossa dal Gal delle Serre Dopo l’individuazione gramma di intervento è moltoSalentine. Ora che si è individuata la Fotovoltaico sui tetti del Comune dei locali da adibire a reception e l’inte- ressamento di alcuni più articolato e prevede ancora, nel pianterreno dell’immobile,location per installare il cuore la realizzazione di servizi pub-pulsante della nuova struttura, Pannelli fotovoltaici sui sarà realizzato “in econo- cittadini, disposti a blici e di una sala espositiva utile tetti del Comune, della scuo- mia” dall’ufficio tecnico ristrutturare e mette-l’amministrazione è pronta a re a disposizione le per presentare le tipicità agroali-promuovere a pieni voti la can- la materna e della palestra comunale. I due impianti di loro case nel centro mentari del territorio. I locali deldidatura di Tuglie per ospitare del complesso scolastico di fotovoltaico, sistemati sulle storico, Tuglie si primo piano ospiteranno gli uf-uno dei quattro alberghi diffusi via Genova. strutture di proprietà pubbli- candida a ospitare fici, mentre tutta l’area interrata, In attesa di partecipare al ca consentiranno un notevo- una struttura ricetti- situata sotto il livello del pianoprevisti dal progetto del Gruppo va originaledi Azione Locale. bando indetto dal ministero le risparmio sulla bolletta di stradale, dove c’è un frantoio La nuova formula di ricetti- per lo Sviluppo economico, energia elettrica a carico del ipogeo abbandonato, sarà in-vità - costituita da una struttura è stato dato mandato ad un Comune e, nel contempo, edifici tipici messi a disposizio- disposizione un certo numero di teramente recuperata ed adibitacentrale, con funzione di recep- tecnico per la relazione geo- produrranno energia pulita e ne da privati e, nel contempo, a edifici, il Comune ha proceduto a spazio espositivo per mostretion e poi stanze distribuite in logica ed idrogeologica pre- rinnovabile, nel rispetto dei mettere l’ospite in condizioni di a individuare un’ipotetica recep- grafico-visive e multimedialiedifici sparsi per tutto il centro liminare, indispensabile per trattati internazionali per la immergersi nella storia e nella tion: il mercato coperto situato che serviranno per far conoscerestorico, messi a disposizione da chiedere il finanziamento. riduzione delle emissioni in- tradizione del territorio. alle spalle della chiesa dell’An- le bellezze architettoniche e na-privati e poi ristrutturati - punta Il progetto esecutivo quinanti nell’atmosfera. Raccolta la disponibilità dei nunziata sarà trasformato - con turalistiche che il paese può of-a valorizzare e recuperare gli privati a ristrutturare e mettere a una cifra che si aggira attorno ai frire a turisti e vacanzieri. DGDel 2005 un progetto per farla diventare un centro medico all’avanguardia, ma i lavori si sono arenati subitoChe fine ha fatto Villa Luisa? di Daniele Greco Se ci fosse un programma campioni Adriano Panatta, Yuri Chechi, Bruno Conti e Andrea Lucchetta. al Comune di Tuglie - interes- sato alla vicenda solo perché la struttura individuata ricade neltelevisivo alla stregua del “Chi L’intento si è arenato, a proprio territorio - degli oneri dil’ha visto?” di Raitre e potesse quanto pare, per ragioni di na- urbanizzazione.andare alla ricerca del “progetto tura economica, nonostante per Il tutto, mentre già nel 2008perduto”, di sicuro il condutto- l’avvio del progetto di euro se ne Villa Luisa Srl sottoscriveva in-re intitolerebbe la sua inchiesta fosse già speso qualche milio- sieme ad Asl Lecce un protocol-“Che fine ha fatto Villa Luisa?”. ne. L’intoppo è nato quando dal lo d’intesa con il ministero della In effetti, l’interrogativo se pool di istituti di credito che ave- Salute. A quell’accordo avevalo pongono in molti a Tuglie e vano avallato il programma di aderito anche la Federazione ita-dintorni, nel commentare la fase project financing messo in piedi liana medici pediatri e la Provin-di stallo che ormai si protrae da da Villa Luisa Srl, una banca ha cia di Lecce, fortemente motiva-diverso, molto tempo. Risale a fatto marcia indietro, facendo te a sposare la causa che avrebbecirca cinque anni fa l’annuncio mancare i propri finanziamenti portato alla realizzazione di undi un progetto che dell’immobile per la causa. Da qui, un effet- “centro all’avanguardia, unicoin stile liberty, immerso nel ver- to domino che inevitabilmente in Italia, per la prevenzione, lade del costone finale delle Serre avrebbe comportato il blocco dei diagnosi e la cura dell’obesità eSalentine (di proprietà della Pro- lavori di ristrutturazione di Villa dei disturbi dell’alimentazionevincia) avrebbe fatto un centro Luisa e il mancato pagamento in età infantile e adolescenzia-residenziale destinato all’edu- le”. Un protocollo che si inserivacazione alimentare e motoria di nell’ambito del programma mi-bambini e adolescenti. nisteriale “Guadagnare Salute, Un programma lanciato in rendere facili le scelte salutari”.pompa magna nel marzo del Oggi, però, villa Luisa resta2005 e che a Tuglie portò te- ancora e solo una bella villa im-stimonial d’eccezione come i mersa nel verde. Villa Luisa sarebbe dovuta diventare un centro all’avanguardia in tema di alimentazione Daniele Campo, 35 anni, è morto circa un mese fa Domande alla Italcogim da settembre, a febbraio la risposta con i costi errati dopo essere stato visitato da due medici. La famiglia chiede giustizia Allacci al gas, 9 famiglie in attesa Sta per finire l’attesa, non Per motivi che le nove fa-Il 18 aprile ci sarà certo breve, per alcune famiglie che abitano su Montegrappa e miglie ad oggi non hanno anco- ra ben compreso, le lungagginila prevista fiaccolata che avevano espresso, ormai tecnico-burocratiche hanno in- diverso tempo fa, la volontà di teressato settembre (mese in cui potersi allacciare alla rete del la richiesta è stata ufficialmenteSit-in davanti all’ospedale gas che - per loro sfortuna - ter- mina a distanza di alcune decine inoltrata), ottobre, novembre, dicembre e poi gennaio. Solo asi chiede giustizia per Daniele di metri dalle loro residenze, che si trovano esattamente sulla via provinciale per Neviano. febbraio, dietro le sempre più impazienti insistente degli inte- ressati e del loro legale, avvoca- Tuglie non dimentica. Gli probabilmente per un infarto La copertura di un tratto di to Salvatore Tedesco, a febbraioamici e la famiglia di Daniele che dovrà essere confermato appena 180 metri lineari, nel un collaboratore della Italcogim,Campo non si arrendono. Se dall’autopsia. caso del richiedente più lontano, il geometra Gigi Pino, ha pre-Daniele non può tornare indie- La manifestazione del 18 hanno comportato un periodo di sentato i conteggi per ciascunotro, almeno deve essere loro aprile serve a non dimentica- aspettative abnorme, se si pensa dei richiedenti.spiegato cosa se lo è portato via re l’accaduto. Si aprirà già in che i richiedenti avevano inoltra- E’ la svolta? Non ancora. Adin quella maledetta notte del 17 mattinata, con un sit-in davanti to alla Italcogim spa, la società Le case che attendono l’allaccio alla rete del gas. Sotto, il Comune un primo controllo delle som-febbraio. E, se ci sono colpe o all’ospedale di Gallipoli. In se- concessionaria della rete di me- me che si aggiravano intorno aiomissioni, bisogna che i respon- rata, dopo la veglia di preghiera tanizzazione di Tuglie, le loro 1.900 euro ad utente, è emerso ilsabili paghino. Giustizia e nien- ospitata nella chiesa Madre si domande nei termini precisi pre- dubbio, via via sempre più con-te più. Questo chiede il comitato partirà con la fiaccolata, che toc- visti nel contratto firmato a suo creto, che ci fosse un qualcheche per il prossimo 18 aprile ha cherà i luoghi simbolo della tra- tempo dai rappresentanti del Co- errore nei conti. Da una verificaorganizzato una fiaccolata “Pernon dimenticare”. gedia: la guardia medica di via Varese e la casa dove Daniele è mune e dell’azienda milanese. Per ottenere l’ampliamento Solo 180 metri è infatti emerso lo sbaglio per cui il prezzo da pagare per l’al- Daniele accusava forti dolo-ri al collo. Dalla guardia medica morto nel cuore della notte. Del caso si occupano la magistratura della rete dal terminale a media pressione, recita il contratto che dividono laccio sarebbe in media di mille euro (140 appena per il più vici- regola il servizio, sono sufficien- no al terminale di corso Vergine,venne spedito al Pronto soccor-so dell’ospedale di Gallipoli eda qui rimandato a casa con il e la commissione parlamentare sugli errori sanitari, presiedu- ta da Leoluca Orlando, che ha ti almeno nove richiedenti. Nel caso in questione c’erano: sei di le abitazioni 1.640 il massimo). Non appea le nuove cifre saranno ufficiali,consiglio di curare i dolori mu-scolari con una borsa dell’acqua chiesto all’assessore regionale alla Sanità, Tommaso Fiore, di un condominio e tre di un altro. Tutto nelle regole, quindi. Si può dal terminale si potrà finalmente procedere. Salvo ulteriori imprevisti, natu-calda. Morì quella stessa notte, riferire sul caso. procedere. Invece no. ralmente.
  • 17. Farincontrare domande e offerte CASARANO 7 - 20 aprile 2011Sei consiglieri della sua maggioranza originaria e cinque dell’opposizione hanno messo fine al mandato del sindaco Pag. 16 Qui si può in modo direttoColpo aquello provinciale. Inutile un nuovoin undiciIl Pd locale contro De Masi: via rimpasto della giunta di Enzo Schiavano brava una posizione isolata, giusto per L’HANNO MANDATO A CASA ribadire la linea politica di un partito Da alleati ad avversari Dopo meno di due anni cade l’am- ministrazione comunale presieduta da diviso al suo interno, invece tempo 48 ore dopo è arrivata la “doccia fredda” il percorso in 22 mesi Ivan De Masi. Il 5 aprile scorso undi- ci consiglieri comunali, divisi in due distinte comunicazioni, hanno forma- delle dimissioni di Marcello Torsel- lo da assessore. Questi avvenimenti, però (si saprà dopo) erano probabil- Autonomia lizzato le dimissioni dalla carica. Rap- presentano la metà più uno del Con- siglio Comunale ossia la maggioranza mente concordati e servivano solo per “preparare il terreno” per l’affondo fi- nale: le dimissioni della maggioranza e centrale dei rappresentanti dei cittadini che, con questo atto, esprimono la volontà di scrivere la parola “fine” alla Consi- del Consiglio comunale. I sei, che avevano delegato Venuti, infatti avevano firmato dinanzi a un le crepe liatura. Le dimissioni contemporanee ufficiale giudiziario già il 1° aprile, Il presunto conflitto di interessi degli undici rappresentanti politici è, quattro giorni prima la formale pre- legato al progetto della centrale a Remigio Venuti, Pd Rocco Greco, Pd Sergio Abbruzzese, Pd dopo la loro ufficiale registrazione, un sentazione avvenuta il 5 aprile. La biomasse, presentato dalla società atto irrevocabile. cronaca di quella mattina ha riservato “Italgest Energia” gestita dal fra- Il sindaco e la giunta garantiranno un retroscena clamoroso. Fino all’ul- tello del sindaco Ivan De Masi, e la l’ordinaria amministrazione fino alla timo momento la federazione provin- conseguente gestione “poco istitu- nomina del commis- ciale del Pd ha tentato zionale” della vicenda sono state le sario straordinario da in ogni modo di ferma- cause principali della crisi politica parte della Prefettura, re i dirigenti locali del che ha portato alla caduta del go- che gestirà l’ordinaria partito e di mantenere verno cittadino. Dopo le elezioni amministrazione fino in vita la giunta De amministrative del 2009 e la vitto- alle prossime elezioni. Masi. Il segretario pro- ria della coalizione eterogenea che I due documenti vinciale, Salvatore Ca- sosteneva De Masi (c’era il Pd ma che formalizzano le pone, aveva convinto anche “Io Sud”) il sindaco allargò dimissioni sono con- il sindaco ad azzerare la maggioranza alla civica “Libe- traddistinti tra centro- la giunta e a ripren- racittà”, movimento politico legato Luigi Crudo, Pd Giampiero Marella, Pdl Luigi Bartolomeo, Pdl destra e forze politiche dere il dialogo con il all’ex Pdl Francesca Fersino. La che sostenevano De Pd casaranese. Era la successiva nomina della Fersino Masi. La prima è fir- condizione imposta a vicesindaco, mossa poco gradita mata dai 5 consiglieri dal segretario cittadino al Pd, è stata un’altra crepa nella del Pdl e del Cdc; la se- Cosimo Dei Baroni e maggioranza. conda dai 6 consiglieri dal capogruppo Venuti E’ stato, in particolare, il Pd (4 del Partito Democrati- Ivan De Masi in uno degli incontri rappresentanti in Consiglio comu- co, dei “Verdi–Insieme con i vertici provincia- nale) a esprimere forte disagio per per Casarano” e di “Io Sud”. I consi- li. Tanto che, sempre martedì 5, i tre la piega che prendeva l’esecutivo glieri comunali che hanno “staccato assessori ancora in carica (Francesca del giovane sindaco. La gestione la spina” all’esecutivo De Masi sono Fersino, Ciccia Mariano e Massimo della vicenda legata alla centrale a Remigio Venuti, Sergio Abbruzzese, Toma) si erano dimesso anche loro. Rocco Greco e Luigi Crudo del Parti- biomasse è stata l’occasione per il Tutto inutile. to Democratico; Giampiero Marrella, Per il Pd cittadino - è stata la va- Pd di costruire una posizione dif- Antonio Gatto, Pdl Massimo Del Genio, Verdi Giuseppe Panico, Io Sud ferente rispetto al resto della mag- Luigi Bartolomeo e Antonio Gatto del lutazione politica che ha fatto preci- Pdl; Claudio Casciaro e Adamo Fra- pitare la situazione - infatti l’azzera- gioranza, finché non è diventata casso del Cdc; Massimo Del Genio mento della giunta è stato considerato vera contrapposizione, portando Commissario della civica “Verdi-Insieme per Ca- sarano” e Giuseppe Panico del movi- tardivo. Il resto è successo di conse- guenza: l’atto con le dimissioni di sei il maggior partito della coalizione a schierarsi con il coordinamento cittadino formato da associazioni in arrivo mento “Io Sud”. La caduta di De Masi era nell’a- consiglieri comunali era già pronto; inoltre Venuti, che era il delegato del e forze politiche dell’opposizio- ne che si battono per impedire la ria da diverso tempo. L’accelerazione gruppo, non ha neanche risposto più poi alle urne degli avvenimenti è partita sabato 2 aprile quando l’Udc, che aveva an- ai tentativi di contatto del suo segre- tario provinciale ed è andato spedito realizzazione dell’impianto. Per il sindaco, invece, la posizione del tra un anno cora uno spiraglio di trattative con il sindaco per rientrare in maggioranza, all’appuntamento in Municipio con il capogruppo del Pdl Marrella, il dele- Pd contro la centrale sarebbe sta- ta solo un pretesto, mentre il vero ha annunciato che sarebbe passata gato degli altri cinque dimissionari. E’ obiettivo di Remigio Venuti e il Arriverà il commis- suo partito sarebbe il controllo di sario straordinario a pa- Claudio Casciaro, Cdc Adamo Fracasso, Cdc definitivamente all’opposizione. Sem- stata la fine del sindaco Ivan De Masi. “Area Vasta”, una specie di sub- lazzo dei Domenicani ed provincia di cui il Comune di Ca- i casaranesi torneranno Da quando è in vigore la legge sull’elezione diretta dei primi cittadini, nessuno aveva retto di meno sarano è il capoluogo, grazie alla alle urne per eleggere il quale è possibile gestire decine di nuovo governo cittadino in una data da stabilire tra il 15 aprile ed il 15 giugno 2012, periodo stabilito dalla legge per E’ record: di Ivan la durata più breve di Mauro Stefano bre del 1998, Ingrosso vinse già dopo aver lasciato al primo turno gli milioni di euro di finanziamenti. Il primo vero scricchiolio della maggioranza, però, lo provocò l’ex assessore Attilio De Marco (Udc) quando il 22 novembre 2010 deci- le elezioni amministra- al primo turno ancora sullo stesso sfidanti Francesca Fersino (poi suo tive. A meno che non Ha avuto davvero vita breve Memmi con il 64,75 per cento di vicesindaco) al 22,73 % ed Enrico se di restituire la delega alle Politi- cambi la legge, non ci l’amministrazione De Masi. Con preferenze (pari ad 8.625 voti con- Fattizzo al 5,84%. Ricordando il che energetiche, perchè «non mi è sono altre varianti a que- neppure 22 mesi verrà ricordata tro i 4.698 ed il 34,75 per cento commendator Giovanni De Dona- stato consentito di porre in essere sta procedura. Nè hanno come la più breve tra quelle nate dello sfidante). Dopo la tragedia del tis, primo sindaco della Casarano di rendere terza la giunta». L’atto trovato spazio i tentativi dopo l’introduzione dell’elezione 2 febbraio 1999, quando Ingrosso post Unità d’Italia, De Masi è stato provocò immediatamente la resti- di cercare uno spiraglio diretta del sindaco (‘93). Nel ‘94 morì schiacciato dalla sua stessa il 55° primo cittadino di Casarano tuzione di tutte le deleghe e l’avvio per bloccare lo sciogli- fu William Ingrosso il primo della auto sul piazzale della Madonna dal 1815 ad oggi. Dopo Ingrosso e di una verifica politica. Verifica mento del Consiglio, nuova serie (prima d’allora il sinda- della Campana, fu Remigio Venuti Venuti, è anche il terzo sindaco ad che si chiuse l’8 gennaio scorso essendo stata la presen- co veniva scelto dal Consiglio co- (fino ad allora suo vice) a traghettare essere stato scelto direttamente da- quando il sindaco annunciò il “De tazione dei due docu- munale). Il medico di Taviano restò l’amministrazione sino alle elezioni gli elettori. Prima d’allora, gli ultimi Masi bis” senza il Pd e l’Udc, ma menti dei dimissionari in carica sino al 1999, giorno della del giungo del 1999 che lo videro af- anni dello scorso secolo ricordano, lasciando a queste forze politiche contemporanea. La cu- sua tragica scomparsa, dopo essere fermarsi con il 64,75 % (7.430 voti) invece, il lungo interregno di Luigi una porta aperta. Il partito dell’ex riosità: essendo il sinda- stato rieletto appena 3 mesi prima. contro il 34% di Paolo Zompì (34%) Memmi (Dc) alla guida della città sindaco Venuti, nel frattempo (22 William Ingrosso dicembre) aveva deciso di uscire co De Masi durato meno Nel 1994 Ingrosso (alla guida di una ed il 3,4% di Fiorenzo Sarcinella. dal 1976 al 1989 seguito da Ottavio di 2 anni sei mesi ed un coalizione di centro-sinistra) si ag- Non servì il ballottaggio neppure (2,4%) ed Oreste Oliva (0,5%). Casarano (sindaco sino all’agosto dalla maggioranza e di ritirare la giorno, non gli spetterà giudicò il ballottaggio prevalendo, 5 anni dopo quando con il 50,7% 1990), Cosimo Ferilli (sino all’a- propria delegazione dalla giunta, Il resto è cronaca di neppure l’indennità (una specie per poco più di 700 voti, su Luigi dei voti, ebbe subito la meglio sui prile 1993), Lillino Casto (sino al cominciando un’azione di logora- di buonauscita) prevista Memmi (centrodestra) e su Rita De 6 sfidanti: Leda Schirinzi (27,2%), due anni fa con De Masi capace di giugno 1994) per giungere al com- mento che avrebbe portato poi (è dalla legge per i primi Micheli (candidato sindaco con una Attilio De Marco e Francesco Fer- aggiudicarsi la sfida a due con Clau- missario prefettizio Nicola Russo storia recentissima) alla clamorosa cittadini a fine mandato. lista civica). rari (entrambi al 7.5%), Claudio dio Casciaro (Pdl ed altre civiche) che traghettò la città alle elezioni del dimissione in massa degli undici Quattro anni dopo, nel novem- Bastianutti (6%), Marcello Torsello al ballottaggio (61,39% a 38,61%) 1994. consiglieri. ES
  • 18. 7 - 20 aprile 2011 Casarano 17 ARMA E CONCORSO IN RAPINA la condanna ad un anno, sei mesi esercizio commerciale. L’ordine di SCATTANO LE MANETTE e 27 giorni per detenzione di arma carcerazione è arrivato dal tribunale Carabinieri in azione a Casarano. da fuoco e concorso in rapina, reati di Lecce ed è stato eseguito subito. I militari della Compagnia hanno commessi circa quattro anni fa sem- L’uomo, prelevato dalla sua abita- arrestato A. C., 48enne di Casarano, pre a Casarano. Nel mirino dell’uo- zione, è stato trasportato al carcere che deve scontare dietro le sbarre mo e dei suoi complici era finito un di Borgo San Nicola di Lecce. Il Gal "Serre salentine" continua lintensa campagna sulle nuove opportunità per donne e giovani di Enzo Schiavano L’ex cantina sociale “San Lisola cè, lapprodo pure: basta trovarlo Un ufficio nel quale donne e giovani possono ricevere informa-Giuseppe”, il mercato coper- zioni, avere a disposizione una postazione Internet, una bibliotecato di contrada “Botte” e un’a- ma, soprattutto, gli strumenti necessari per iniziare una nuova atti-rea fabbricabile del quartiere vità e accedere ai bandi del piano di sviluppo locale per le categoriedi “Pietrabianca” sono i primi privilegiate. Questo è, in sintesi, lo sportello per le donne e i giovaniimmobili messi all’asta dalla attivato dal Gal “Serre Salentine”. Si tratta di un servizio che aiutasocietà patrimoniale “Casara- a scegliere tra le diverse opportunità incluse nel Programma di svi-no città contemporanea srl”, IN VENDITA L’ex mercato coperto e sotto, Palazzo De Donatis luppo rurale (Psr – asse III) della Regione Puglia. Le tante occasionidi cui il Comune è socio uni- dello sportello sono state illustrate in un convegno pubblico, che sico. La procedura di vendita è svolto presso l’Auditorium del Liceo Scientifico “G.C. Vanini”,dei beni comunali, necessaria dal significativo titolo “L’isola che c’è”, per informare le donne eper reperire liquidità, è stataannunciata nel corso di unaconferenza stampa tenuta dal Diventa operativa i giovani che lo sportello non è frutto di immaginazione, ma una fresca realtà che ha bisogno solo di essere sfruttata. Agricoltura, ar- tigianato, turismo, servizi alla persona: sono questi i settori in cui èsindaco, Ivan De Masi, e dalpresidente della società, Mar- la società creata possibile trovare le opportunità attraverso lo sportello del Gal. All’incontro erano presenti Salvatore D’Argento, presidente Gal Da sinistra: Molendini, De Masi, Ferreri, DArgento, Stefano legato del presidente della Provincia. Sono intervenuti, inoltre, Bru-cello Congedo. La proceduraè stata già aperta e le relativeofferte potranno essere pre- per valorizzare “Serre Salentine”; Ivan De Masi, sindaco di Casarano; Francesca Fersino, assessore comunale alle Attività produttive e membro del no Ciccarese, assessore provinciale alle Politiche giovanili; Sere- nella Molendini, consigliera di Parità della Regione Puglia; Cosimosentate, in apposito plico si-gillato, entro le ore 12 del 18 i beni comunali CdA del Gal; Nicola Fratoianni, assessore regionale alle Politiche Giovanili; Giovanni Stefano, assessore provinciale, in qualità di de- Prisciano, responsabile regionale “Italia Lavoro”. Alessia Ferreri, direttore Gal “Serre Salentine”, ha moderato l’incontro.aprile prossimo. I primi tre pezzi La base d’asta dell’ex co-operativa “San Giuseppe”, si-tuata in piazza Bastianutti edestesa su 2mila metri quadratidi superficie, è stata fissataa 455mila euro; il mercatocoperto di contrada “Botte” vanno all’asta(1.550 mq coperti e 320 mqedificabili sino a 4 piani) par-te da 510mila euro; infine,l’area fabbricabile del quar-tiere di “Pietrabianca”, estesaper 3.082 mq, ha una based’asta di 475mila euro. trimonio immobiliare comu- furono gestiti dal commissa- in porto. «Perché – spiega il Con il ricavato della ven- nale ritenuto strategico, e per rio straordinario nominato dal presidente Congedo – “Ca-dita di questa parte di pa- questo non alienabile, e costi- Tar di Lecce per il recupero sarano città contemporanea”trimonio, al netto di quanto tuenti il capitale sociale della del debito che il Comune ave- non solo mette in vendita idovuto all’Ente, la società di stessa società. va nei confronti della “Mon- beni ma è pronta a fornirecartolarizzazione provvederà Non è la prima volta che teco”, la ditta appaltatrice del supporto tecnico agli acqui-al recupero ed alla valorizza- questi immobili vengono servizio di spazzatura. Secon- renti indicando loro qualizione dei giardini di palazzo messi all’asta. I precedenti do i responsabili della socie- sono le opportunità, magariDe Judicibus e di palazzo De infruttuosi tentativi, effettuati tà patrimoniale, questa volta non subito evidenti, degli im-Donatis, facenti parte del pa- nella seconda metà del 2009, l’operazione dovrebbe andare mobili».Da un sopralluogo all’altro, ma dopo tante ipotesi non si muove nienteVia per Ruffano, tutto tace Nessuna nuova: cattiva niti. «Speriamo ancora che non vincia il progetto originario vanuova. E’ proprio il caso di sia così e che qualcosa possa bene così com’é).modificare l’adagio perché per farsi per limitare la pericolosità Ultima possibilità quella dila curva maledetta della Sp 71, di quel tratto» afferma a nome realizzare le rotatorie lì dovequella che collega Casarano a del Comitato per sicurezza del- previste, ossia a debita distan-Ruffano, ad andare piano è solo la strada Piero Giorgino, ex za dagli accessi per le contradela burocrazia e non le auto che amministratore comunale di Manfio e Monticelli, sperandocontinuano a sfidare il desti- Casarano. Sinora, comunque, i servano a qualcosa.no. In quella curva lo scorso 6 tanti sopralluoghi effettuati sono Dal punto di vista operativo,gennaio perse la vita il giovane serviti ad escludere, nell’ordine, dall’ultima riunione svoltasi inPasquale Paradisi e tutti furono l’installazione del controllo elet- Provincia ormai oltre un mesepronti a dire che il sacrificio di tronico della velocità (perché fa, scaturì la necessità di svolge-quella vita spezzata, l’ennesima manca l’autorizzazione prefet- re un altro sopralluogo per valu-su quel tratto di strada, non sa- tizia…), l’arresto delle auto in tare, sulla strada, la fattibilità delrebbe dovuto restare vano. transito per i normali controlli di progetto di risistemazione dal Ad oltre tre mesi da quel polizia (perché la strada è stretta costo di oltre 6 milioni di eurogiorno il rischio concreto è che e mancano le condizioni di sicu- (tutti da finanziare). Ad ostaco-per la Casarano-Ruffano nulla rezza per farlo…), così come la larne la fattibilità la lunga seriesia cambiato e che i tempi di realizzazione dei previsti rondò, di espropri da realizzare doveattesa per la sua risistemazio- con la funzione di rallentare la per rendere più larga, e forse piùne siano esattamente quelli che velocità delle auto, in posizione sicura la curva maledetta, ne ba-erano prima dell’ultimo dram- più prossima alla curva (per via sterebbe uno.matico incidente, ossia indefi- degli espropri e perché alla Pro- MS Al via “Voce degli Angeli” “Canti di passione. Attorno chiesa Matrice “La voce degli agli Stabat Mater” è il prossi- angeli” , concerto per voci bian- mo appuntamento del Festival che con l’utilizzo dell’organo a Internazionale “La voce degli canne della chiesa, un Khyrcher angeli” promosso dall’Ammini- del 1771, ed altri strumenti an- strazione comunale. L’appunta- tichi. Giovedì 12 maggio, ore mento è per lunedì 18 aprile, alle 18 presso il Sedile di piazza San 20.30, presso la chiesa dell’Im- Giovanni appuntamento con “la macolata con il soprano Laura musica del Settecento e la voce Delfino, il contraltista Giovanni di Tito Schipa” a cura di Eraldo Duci e l’Ensemble barocco di Martucci con riproduzioni di strumenti antichi “Accademia incisioni d’epoca di Tito Schi- dei serenati” con la direzio- pa. Martedì 14 giugno, infine, ne artistica di Lucia Rizzello. ospite d’onore per il concerto Verranno eseguite musiche di conclusivo del festival presso Cafaro, Paisiello e Pergolesi. Il la chiesetta della Madonna della festival proporrà, a seguire, al- Campana sarà Jerome Correas, tri 3 appuntamenti. Domenica rappresentante del “Centro diIl sedile di piazza S. Giovanni 8 maggio, alle 20.30, presso la Musica Antica di Versailles”.
  • 19. Casarano 7 - 20 aprile 201118 COORDINAMENTO della Dichiarazione dei diritti dell’in- tivo fanno parte Alberto Chiriacò, A TUTELA DEI MINORI fanzia del 1989. L’obiettivo è dare Alessandra Pomarico, Maria Elena Si è costituita una sezione del Coor- voce ai minori e collaborare con gli Palese, Elisabetta De Nuzzo, France- dinamento internazionale delle asso- enti che si propongono le medesi- sca Fersino, Katia Dongiovanni, Luca ciazioni a tutela dei diritti dei minori me finalità. Il gruppo è coordinato Romano, Giulia Tenuzzo, Alfredo (Ciatdm) che si ispira ai principi da Annalisa Morgante. Del diret- Cardigliano e Loredana Toma. Il locale Sportello unico per le attività produttive (Suap) inserito nell’elenco ministeriale Avviare un’impresa ri-manendo a casa senza giro-vagare per uffici pubblici. Basta un click e far nascere un’impresa «Le amministrazioni locali – ha aggiunto il sindaco Ivan De Masi – purtroppo non hanno E’ la nuova dimensione delSuap, lo Sportello unico delleattività produttive, che dal 29marzo scorso è diventato unosportello telematico al servizio può diventare più facile e veloce tello unico passerà nelle mani prenditore ha il vantaggio di il potere di risolvere la crisi oc- cupazionale ed economica, ma hanno il dovere di fornire rispo- ste rapide a chi vuole investire sul territorio. Noi non ci siamodei cittadini. Il Comune di Ca- della Camera di commercio. rivolgersi ad un unico ufficio». sottratti a questo dovere e sesarano, infatti, è uno dei primi «Grazie al Suap – ha com- Il Suap, infatti, costituisce siamo riusciti ad ottenere que-comuni a livello provinciale ad mentato l’assessore alle Attività l’unico punto di riferimento sto importante risultato è ancheessere stato inserito nell’elenco produttive, Francesca Fersino per tutti i procedimenti che grazie all’impegno e alla com-ministeriale per l’attivazione – gli imprenditori disporranno abbiano ad oggetto l’eserciziodel “nuovo” Sportello unico. Il di uno sportello telematico per petenza degli uffici comunali. di attività produttive e di pre-regolamento statale, approvato avviare o sviluppare un’impre- stazione di servizi, compresi, Ora – ha concluso il sindaco – ilnel settembre 2010, prevede sa e ricevere tutti i chiarimen- naturalmente, i procedimenti servizio potrà assumere una va-che i Suap dei Comuni accre- ti sui requisiti, la modulistica relativi alle azioni di localiz- lenza sovraterritoriale con la suaditati presso il Ministero per lo e gli adempimenti necessari. zazione, realizzazione, tra- estensione anche agli altri co-Sviluppo opereranno esclusiva- Ciò permetterà l’abbat- sformazione o riconversione, muni di Area sistema, in modomente in modalità telematica. timento dei tempi di attesa, ampliamento o trasferimen- tale da gettare le basi concrete Per i comuni non inseriti garantendo la conclusione to, cessazione o riattivazione per il rilancio non solo di Casa-nell’elenco ministeriale, in- delle pratiche in tempi rapi- delle attività, inclusi quelli di rano, ma di tutto il territorio».vece, la gestione dello spor- Il palazzo del Comune all’interno del quale si trova lo Sportello di e certi, anche perché l’im- tipo urbanistico ed edilizio. ESScaduti i termini entro cui realizzare l’opificio, il Comune revoca l’autorizzazione. Il gruppo bresciano si rivolge ai giudiciSansificio, la società Tre milioni di euro e 2 vasche coperte IL CASOvuole proprio farlo Un investimento di circa 3 milioni di euro su un’area di 14 ettari, al confine con Col- lepasso, tanto che anche da quel paese stanno affiorando mo elemento viene stoccato in sei silos di acciaio; l’acqua viene recuperata in una vasca che serve epr alimentare altre vasche; infine, la sansa umi-In contrada Caselle finora non si è mosso nulla proteste. I numeri registrano che l’investimento è notevole e spiega perché la “Bioener- da viene convogliata negli essiccatori alimentati ad aria calda. Perché il sansificio di gia Investimenti s.p.a.” non contrada “Caselle” dovrebbe è rimasta passiva al primo essere meno nocivo rispetto ostacolo burocratico. Gran parte dei 14 ettari è costitui- agli altri impianti simili? Lo spiegò, durante il Consiglio In attesa to dall’impianto formato da Comunale del 3 marzo 2009, due vasche di lavaggio della sansa, coperte in pvc e imper- l’ex sindaco Remigio Venuti incalzato dalle interrogazioni di una sede mealizzate, con una capacità massima rispettivamente di dei consiglieri di opposizione e della sua stessa maggioran- 120 piccoli 61.000 e 71.000 tonnellate. za. «Qui siamo in presenza Il progetto prevede, inol- tre, un locale di trattamento di un impianto che utilizza esclusivamente tecnologie musicisti dove la sansa umida viene meccaniche, delle centrifu- Sono 120 i bambi- trattata da due centrifughe ghe che separano l’olio dalla ni tra i 7 e i 10 anni che che hanno il compito preci- sansa». Nessuna soluzione fanno parte dell’ “Asso- puo di dividere i vari elemen- chimica, quindi, per separare ciazione musicale Valen- ti: olio, acqua e sansa. Il pri- l’olio della sansa. te” fondata quattro anni fa dal maestro Salvatore Valente, che con entusia- mo frequentano le lezio- ni. Non senza difficoltà e sacrifici. Ecco perchéLa zona industriale ai margini della quale dovrebbe sorgere il sansificio; nel riquadro Natalia Compagnoni nei giorni scorsi è stato organizzato un incontro di Enzo Schiavano entro i termini prescritti dalla nuovo allarme per il sansificio è tra i rappresentati delle stessa autorizzazione. Questa stato il movimento “Verdi-Insie- istituzioni, Comune e Sembrava una vicenda defi- la motivazione del provvedi- me per Casarano”. Gli ambien- Provincia, e i genitori deinitivamente chiusa, sepolta dal- mento che scaturisce dal ver- talisti sono preoccupati perché bambini. Si è discussole proteste di associazioni, cit- bale del sopralluogo eseguito se la società dovesse vincere il di due problemi fonda-tadini e forze politiche che, tra dal comandante dei vigili urba- contenzioso un’altra “bomba mentali: la necessità dimarzo e aprile 2009, costrinsero ni, Gabriele Marra, in contrada ecologica” sorgerebbe alle porte una sede (attualmente lela società proponente e l’allora “Caselle” (luogo dove dovrebbe della città. «Questa pratica – ha lezioni si tengono a casaAmministrazione comunale a realizzarsi l’opificio), in data 13 ricordato la nota del movimento dello stesso maestro inmetterci una pietra sopra. O, al- aprile 2010, quindi oltre un anno presieduto da Natalia Compa- turni di 25 bambini) emeno, così si credeva. E invece, dalla data del rilascio dell’atto gnoni – ebbe origine durante il bisogno di risorse perlo “spettro” di un sansificio, in- autorizzativo a costruire. Il co- l’Amministrazione preceden- garantire ai piccoli musi-salubre secondo molti per cattivi mandante dei vigili urbani ave- te, allorquando il responsabile cisti insegnanti qualifica-odori e polveri, è una possibilità va accertato che “nel terreno in dell’Ufficio Sportello Unico au- ti. Non sono mancate lenon più remota. questione non vi è traccia alcu- torizzò la ditta richiedente alla rassicurazioni. Il sindaco Il progetto dell’opificio, che na di lavori edili, di movimenti costruzione di un insediamento Ivan De Masi e l’asses-dovrebbe sorgere in contrada anomali di terra o di macchinari produttivo in zona agricola, sca- sore provinciale Gianni“Caselle” sulla strada provincia- di lavoro” e quindi “nulla che tenando la reazione di tutte le Stefano hanno ascoltatole per Collepasso, torna prepo- faccia pensare ad un inizio lavo- forze politiche per la gestione di le richieste e dato an-tentemente d’attualità. Lo rimet- ri del predetto sansificio”. Con il questa pratica, giunta a compi- che delle risposte. Dalte al centro del dibattito politico ricorso, l’impresa lombarda, ol- mento senza un opportuno pas- Comune arriverà un fi-l’apertura di un contenzioso da tre all’annullamento dell’atto di saggio di Consiglio Comunale, nanziamento di 10milaparte della società che ha propo- decadenza dell’autorizzazione, quanto meno per l’importante euro e dalla Provinciasto l’investimento, la “Bioener- ha chiesto anche il risarcimento impatto ambientale che l’opera sarà valutata la possibilitàgia Investimenti spa” con sede a dei danni. Il primo a lanciare un avrebbe creato». Il movimento di mettere a disposizio-Palazzolo sull’Oglio (Brescia). “Verdi per Casarano” ha lan- ne una sede, non appe- L’impresa lombarda, infatti, ciato un appello affinché la vi- na l’associazione si saràha presentato ricorso al Tar di cenda «non passi sotto silenzio costituita ufficialmenteLecce contro il provvedimento e l’azione amministrativa sia e ricononosciuta comedi decadenza dell’autorizzazio- L’imprenditore al Tar sempre supportata dalla neces- ente di formazione. Dopone a costruire dell’Ufficio tec- ha chiesto anche saria partecipazione della città». questa formalità, in poconico comunale. La decadenza Finora, solo il circolo “Colibrì” tempo i piccoli musicistisarebbe risultata dalla mancata il risarcimento di Legambiente ha dimostrato potranno avere una sede.realizzazione dell’investimento dei “danni subiti” sensibilità alla vicenda.
  • 20. 7 - 20 aprile 2011 Casarano 19 TEMPO DI FIABE 18. Sono invitati tutti i bambini dai che li vedrà protagonisti. I prossimi PER I PIÚ PICCOLI quattro ai sei anni che avranno il appuntamenti saranno con “Cene- Il Polo 1 ha organizzato lultimo piacere di ascoltare le fiabe più rentola”, letta da Alessandro Ruper- martedì di ogni mese un incontro famose dalla voce dei loro mae- ti, il 19 aprile, e con “Le tre piume” con le fiabe, nei locali della biblio- stri. Subito dopo i piccoli saranno ,il 31 maggio, dalla voce di Antonio teca dellistituto, dalle ore 16 alle coinvolti in un laboratorio creativo Calabrese. A Taurisano il centro diurno socio-educativo per ragazzi dai 6 ai 15 anni in situazione di disagio Avrà sede a Taurisano Taurisano,presso l’ex casa d’infanzia“Alessandro Lopez y Royo”,il nuovo Centro Diurno Socio- Un sostegno a chi è più fragile e indifeso tuazione di disagio socio-am- ripartito tra i Comuni di prove- dall’educatore professionale, insieme al servizio di Affido familiare, con il reperimento di persone o coppie disponibili adeducativo. C’è anche questo nel bientale e di ritardo scolastico. I nienza dei minori. accogliere bambini provenientipiano generale dei servizi sociali servizi previsti saranno rivolti a Dal punto di vista organizza- da famiglie in difficoltà.per i centri dell’Ambito territo- 30 minori di età compresa tra i 6 tivo e tecnico opererà un’équipe Inoltre sono programmatiriale di Casarano. ed i 15 anni, residenti nei comu- operativa costituita da 5 educa- interventi in favore di minori Nell’immobile ristrutturato ni dell’Ambito di Casarano che tori professionali, un assistente entrati nel circuito penale attra-di via Rimembranze a Taurisano vivono situazioni di oggettivo sociale coordinatore, uno psico- verso percorsi di supporto psi-troverà posto una struttura a ca- disagio familiare. logo, un animatore, un ausiliario cologico alle famiglie ed inseri-rattere semiresidenziale rivolta Il centro funzionerà in orario e giovani del volontariato e del menti formativo – lavorativi conprioritariamente ai minori in ca- pomeridiano, dalle 14 alle 19, servizio civile. il coinvolgimento delle realtàrico ai servizi socio-assistenziali per 5 giorni alla settimana, dal È previsto anche il servizio produttive presenti sul territorio.e sanitari dell’ambito di Casara- lunedì al venerdì, con possibilità di “Educativa domiciliare” con Insomma, la rete sociale, per tu-no. di offrire un servizio di refezio- interventi professionali a carat- telare ed aiutare chi si trova in Si rivolgerà a minori in si- ne scolastica, il cui costo sarà tere socio-educativo, garantiti Il Centro diurno socio-educativo per ragazzi di Taurisano difficoltà, si sta aprendo. Finanziato finalmente il piano di interventi sociali con 3 milioni 400mila € Anziani soli Riguarda anche Parabita, Matino e Taurisano. Ecco tutti i servizi previsti e in difficoltà: di Mauro Stefano Tre milioni e 400mila europer un nuovo, si spera decisi-vo, impulso ai servizi socia- Un colpo al malessere cure a casa Relativamente all’a- rea anziani l’obiettivo del piano dellAmbito socia- ler territoriale è quello dili dell’Ambito territoriale diCasarano. A tanto ammonta ilfinanziamento otte- Nell’area interessata la disoccupazione è al 41% garantire l’assistenza do- miciliare ad un numero adeguato di persone. Pernuto dalla Regione tutti subisce il peso del disagio assicurare uno standardPuglia per dare fi- sociale». di benessere psicofisico dinalmente attuazio- I servizi che dovrebbe- quanti sono in là con gline ai 14 servizi del ro partire per primi saranno anni, si punta ad una seriePiano che riguarda- le azioni a favore dei minori di interventi che permetta-no famiglie, minori, entrati nel circuito penale, il no all’anziano di rimanereanziani, disabili ed servizio integrato affido e ado- nel proprio contesto socia-altre categorie socia- zione, l’educativa domiciliare e le. Per gli anziani non au-li a rischio. l’attivazione del centro socio- tosufficienti si intendono Con queste risor- educativo diurno di Taurisano. potenziare e consolidare ise si potranno forni- Per l’area disabili sono pre- servizi di Assistenza do-re risposte decisive miciliare integrata, conalle tante richieste viste azioni a sostegno dell’in- l’obiettivo (sociale primache giungono da un clusione sociale lavorativa dei di tutto ma anche econo-territorio vasto, con disabili psichici con Mirabilia mico) di mantenere l’an-una popolazione di Dei, il servizio domiciliare di ziano nel proprio domici-oltre 75.000 abitan- educativa familiare e territoria- lio. Il servizio organizzatoti (ed oltre 27.000 le per disabili psichici, insieme di concerto tra i Comunifamiglie), che com- al sostegno alle famiglie per la garantisce prestazioni eprende i sette comu- retta presso centri disabili riabi- servizi quali la puliziani dell’Ambito So- litativi e polivalenti dell’Ambi- della casa ed il disbrigo diciale Territoriale che to di Casarano ed azioni a so- incombenze burocratiche,fa capo a Casarano stegno dell’inclusione sociale e come pratiche sanitarie,ossia Matino, Pa- Mirabilia Dei a Matino: qui si lavorerà per l’inclusione dei disabili psichici Lex sindaco Ivan De Masi lavorativa dei disabili. mediche, infermieristicherabita, Taurisano Taurisano, Partiranno anche l’assisten- e riabilitative, insieme allaCollepasso, Ruffano za domiciliare per i diversa- preparazione di pasti e ae Supersano. È bene ricordare della Regione ed il sindaco del Abbiamo sentito sempre il do- forniremo una risposta concre- pratiche di promozione e ta ai nostri cittadini, attivando mente abili, con l’integrazionecome, sulla base delle anali- comune capofila dell’Ambito, vere morale, prima ancora che e l’assistenza specialistica nelle inclusione sociale. Con ilsi condotte dall’Ambito, in Ivan De Masi, che ha definito istituzionale, di rispondere alle una rete di interventi a soste- Telesoccorso e Teleassi- gno delle famiglie e dei minori, scuole con messa a disposizio-quest’ampia fetta di Salento il «potenzialmente devastanti» esigenze che quotidianamente stenza si punta a limitaretasso medio di disoccupazione gli effetti di carattere sociale provengono da chi si trova in dei disabili, degli anziani e de- ne di educatori, e per l’area an- le condizioni di isola-è pari al 41%. che un ulteriore ritardo nel fi- situazioni di bisogno». gli immigrati. Vorrei chiarire, ziani il telesoccorso ed il welfa- mento della popolazione I servizi previsti erano nanziamento avrebbe potuto Circa le polemiche che si a chi tenta di strumentalizzare re anziani. anziana ed in particolarepronti a partire già da tempo, produrre. sono succedute sui ritardi, il anche la sofferenza delle perso- Per l’area immigrati ci sarà dei soggetti non autosuf-ma di fatto bloccati per la cro- «Al di là di quello che sindaco taglia corto: «Alle cri- ne, che il ritardo che c’è stato il servizio “nuove cittadinan- ficienti, consentendo l’im-nica mancanza di copertura qualcuno si ostina a pensa- tiche strumentali rispondiamo non è dipeso in alcun modo ze” per favorire l’integrazio- mediato soccorso in casofinanziaria. A sbloccare la si- re – dice De Masi – la nostra con i fatti e i fatti dicono che da noi. Misconoscere ciò vuol ne e l’inclusione sociale e per di necessità e il controllotuazione l’ennesimo incontro attenzione nei confronti delle oggi disponiamo di 3 milioni dire alimentare tensioni sociali ridurre al minimo ogni attrito a distanza.svoltosi a Bari tra i funzionari fasce deboli è sempre stata alta. e 400mila euro grazie ai quali a discapito proprio di chi più di razziale o religioso. La sede in una parte dei locali di via Tagliamento Immobile comunale di via rizzata, tra gli altri, al sindaco, MicrocreditoTagliamento: solo centro socio-educativo per disabili o anchecentro d’accoglienza? La que-stione si è proposta dopo che L’accoglienza Ivan De Masi, e al commissario straordinario dell’Asl di Lecce, Paola Ciannamea, auspica che via Tagliamento rimanga appan- per senza lavoro Nel settore “povertà e disagio adulti” trovano spa-l’Amministrazione comunaleha annunciato che parte dellastruttura sarà destinata a “Centrosociale d’accoglienza”. Palazzo con un pasto caldo naggio esclusivo dei famigliari dei bambini e ragazzi disabili. La lettera, firmata dal segretario aziendale Mario Riso, definisce zio interventi a sostegno di soggetti “fragili” schiacciati dalla crisi economica. Pre- avrà pure un tetto viste convenzioni con glidei Domenicani, infatti, con la il progetto del “Centro sociale asili nido con rette agevola-delibera di Giunta n. 38/2011, d’accoglienza” un’iniziativa te, per favorire l’inserimen-ha posto le basi per realizzare la «aleatoria, fumosa e propagan- to delle donne sprovvistestruttura, la prima del genere in distica», chiede un incontro a di rete familiare nel mondoambito pubblico, “ipotecando” sociale d’accoglienza” occuperà socio-educativo”, interamente tutte le parti sociali e alle fami- del lavoro. Poi percorsi pro-parte dell’edificio alla bisogna. solo una parte dell’immobile di da ristrutturare, per localizzar- glie interessate e auspica che fessionalizzanti e riqualifi-L’atto amministrativo è un atto via Tagliamento. La struttura, vi un “Centro sociale d’acco- l’Amministrazione comunale cazione professionale. Undi indirizzo che dà mandato agli L’ingresso dell’immobile infatti, dopo un lungo periodo glienza” da realizzare con il «valuti, lasciando da parte meri intervento innovativo, cheuffici competenti di iniziare il di lavori di ristrutturazione, sarà concorso di terzi (associazioni, calcoli elettorali, la opportuni- coinvolge il pubblico e ilrelativo iter burocratico. sta struttura la immaginiamo presto consegnata per accoglie- parrocchie, centri sociali ecc.) tà e la necessità di destinare la privato, è il “microcredito” L’assessore ai Lavori Pub- anche come centro di prima re il “Centro socio-educativo” mediante procedura di affida- struttura di via Tagliamento alla con concessione di piccoliblici, Marcello Torsello, ha accoglienza nella gestione delle per gli specifici obiettivi del mento pluriennale in concessio- sua funzione originaria di centro prestiti altrimenti impossi-ipotizzato le principali attività emergenze che spesso l’Am- Piano di Zona d’Ambito. Solo ne, con corrispettivo a carico del di accoglienza e assistenza delle bili. Possibili azioni di so-della struttura. «Noi abbiamo ministrazione comunale si tro- durante il periodo dei lavori si è concessionario. La soluzione di persone diversamente abili ca- stegno per soggetti incappa-pensato – ha spiegato Torsello va a gestire. Per accogliere, ad evidenziata l’opportunità per il coabitazione tra le due strutture, saranesi, mediante l’apporto dei ti nel circuito penale, donne– di allestire una mensa per la esempio, persone che hanno la Comune di poter disporre di una però, non convince tutti. Il sin- servizi socio-sanitari del Comu- in difficoltà, disoccupati edsomministrazione di pasti caldi necessità di avere un tetto per un porzione dell’immobile, non in- dacato degli operatori sanitari, ne e della Asl. inoccupati.per persone indigenti. Ma que- periodo brevissimo». Il “Centro teressata dalla sede del “Centro la Uil-Fpl, con una lettera indi- ES
  • 21. Casarano 7 - 20 aprile 201120 “PIETRABIANCA”, GLI ABITANTI migliori collegamenti con la città. De Andrè, il secondo tronco della CHIEDONO UN ALTRO ACCESSO Nella zona abitano più di duemila Tangenziale dalla provinciale per I cittadini del quartiere “Pietrabian- persone e l’unico accesso, via Alto Collepasso e l’allargamento della ca” hanno avviato una petizione Adige, è ormai insufficiente e con strada interpoderale che collega il popolare per chiedere agli “enti problematiche di sicurezza. Si chiede quartiere alla zona commerciale di competenti”, Comune e Provincia, il collegamento tra via Francia e via Matino. Si raccolgono fondi per un progetto della diocesi Se nel passato la tradizionevoleva gli antichi musici scam-biare le loro nenie con generialimentari, oggi “U Santu Laz- “Santu Lazzaru” “torciata”, l’amico Emiliano Se- mola, tra gli ideatori di questa manifestazione e musicista della Compagnia Musicante. Nellazaru” vede i volontari di “Com-pagnia Musicante”, “CentroStorico” e della parrocchia del”Sacro Cuore di Gesù” ripro- aiuta i bisognosi serata si visiterà il centro anziani di Vico Araldo per poi fare ritor- no nella chiesa del sacro Cuore per un momento di preghiera eporre i tradizionali canti pasqua- asilo, un pasto caldo ed assisten- per la distribuzione dei pana-li all’insegna della solidarietà. za allo stesso numero di ospiti. reddhri pasquali. Per sostenere Nelle quattro tappe in pro- Il progetto è arduo e la somma l’iniziativa benefica si possonogramma per l’edizione 2011 complessiva per attuarlo è di effettuare versamenti sul contovengono, infatti, raccolti fondi 250mila euro che serviranno per Sopra: gli ultras accolgono i lazzaroni. A sinistra: Emiliano Semola corrente della Banca Popolareper la realizzazione di un pro- ripristinare ed attrezzare uno sta- Pugliese n. 1102200. L’ultimagetto della diocesi di Nardò- bile che si spera venga messo a no “U Santu Lazzaru” varca i città dopo aver visitato gli altri tappa del “Santu Lazzaru” saràGallipoli. «Nostro obiettivo è disposizione dal Comune di Ca- confini musicali per almeno tre quartieri. Il 14 la carovana ap- alle 18 presso il Centro Anzianidare un sostanziale contributo sarano. Il servizio sarà destinato per poi percorrere le vie Toti,per la costituzione di una casa ai bisognosi segnalati da tutte tappe in corso di allestimento proderà in piazza San Domenico Gorizia, Montesanto, Galliano,d’accoglienza per periodi brevi le parrocchie della Diocesi», fa in alcuni comuni vicini. Ultima dove ad attenderla ci saranno gli zona Portici, piazza san Dome-attrezzata con trenta posti letto sapere Lele Ungherese, tra i pro- tappa a Casarano per quest’anno ultras della Virtus Casarano che nico, via Leonardo da Vinci ee con tutto l’occorrente per dare motori dell’iniziativa. Quest’an- sarà giovedì 14 aprile nel centro saluteranno, con la tradizionale via Minghetti.Fisici, ingegneri, botanici e matematici a raccolta per trasferire saperi ai bambini del triennio delle Elementari di Mauro Stefano Parlerà presto spagnolo Li-ceo Docet, l’associazione cultu-rale per la formazione extrasco-lastica e della persona, da circa Liceo docet ieri, oggi distanza”. Si tratta di un ricono- scimento di prestigio istituito dal “Centre de Recherche et d’étu- des Politiques”, dal Parlamento e dal Governo della comunità francese del Belgio e dall’Uni- e domani in Fabbricadue anni attiva a Casarano. versità Libera di Bruxelles, con Divenuto ormai punto di l’obiettivo di promuovere i va-riferimento per numerosi do- lori della democrazia, della pacecenti e discenti, il Docet diven- e dei diritti umani.terà presto sede dell’Istituto Di recente l’associazioneCervantes e, grazie alle è stata impegnata nel progettolezioni del docente ma- “Must 150” che ha messo indrelingua Raul Quesa-da Portero, permetterà Progetti e riconoscimenti internazionali relazione tra loro ragazzi delle scuole superiori della città chedi conseguire il Dele(Diploma di spagnolocome lingua straniera),l’unico titolo ufficiale E per meritato premio hanno “adottano” i piccoli delle primarie allo scopo di promuo- vere, nell’anno delle celebra- zioni per i 150 anni dell’Unitàche attesta il grado dicompetenza e dominiodella lingua rilasciato ecco la nuova sede d’Italia, una nuova identità na- zionale basata sul rispetto e sulla promozione dei diritti umani. Ildall’Instituto Cervantes Fioccano i progetti ed i momento conclusivo del pro- dell’associazione (foto) cheper conto del Ministero getto ha avuto luogo lo scorsospagnolo della Pubblica riconoscimenti, anche inter- “svolge attività di ricerca e 17 marzo con la proiezione delIstruzione. Ma non si nazionali, per Liceo Docet, progettazione nell’ambito video-documentario delle fasitratta della sola novità associazione che mette a universitario e socio-cultu- salienti degli incontri.del Liceo Docet per- confronto docenti e discenti rale proponendosi come luo- Un altro progetto è stato,ché a giugno prenderà con metodi che puntano allo go in cui docenti e discenti invece, finanziato dal Ministe-forma il progetto della sviluppo di nuove tecniche di sono accolti come individui ro della Pubblica Istruzione: si“Fabbrica dei saperi” apprendimento. Lo in continua crescita tratta dell’iniziativa “Le (g) alirivolto ai bambini del Nell’ambito del Must 150, un ragazzo delle Medie insegna ai più piccoli sviluppo e la cresci- didattica, umana e al Sud”, in collaborazione contriennio delle elemen- ta dell’associazione culturale”. La do- il Liceo Scientifico “Vanini” ditari che, messi da parte gli im- sono anche legati al cente sottolinea il Casarano, con il quale è statapegni scolastici, con l’aiuto di trasferimento del- “contagio forma- promossa la cultura della lega-fisici, ingegneri matematici ed Sarà sede dell’Istituto Numerosi i programmi la sede che da via tivo” che ha carat- lità, con la visita della casa diesperti in botanica costruiranno, Cervantes dove si potrà Corsica si è spostata terizzato le ultime Peppino Impastato a Cinisi, einventeranno, coltiveranno e os- per continuare in via De Bormida, iniziative, come il la promozione di un eco-menuserveranno il mondo delle pian- imparare lo spagnolo a distinguersi nell’Ue presso l’ex Hotel Must 150 che ha a chilometri zero da proporrete nello splendido giardino della Oasi. «Sono sod- visto crescere delle a bar, pub e ristoranti per dif-sede di via Da Bormida. disfatta di ciò che vere e proprie fa- fondere la cultura del consumo Per l’associazione, presie- Liceo Docet ha prodotto, miglie letterarie: «Il successo responsabile come strumentoduta dalla professoressa Lucia l’approccio allo studio svilup- settembre a Bruxelles il premio del grande successo di Must di queste metodologie didat- di tutela dell’ambiente con unSaracino, si tratta della confer- pando nuove tecniche e strategie “Prix Condorcet.- Aron pour la 150, progetto al quale abbia- tiche ci ha spianato la strada conclusivo viaggio d’istruzionema della bontà dell’idea che è di apprendimento. Per questo dèmocratie”. In quel caso veni- mo lavorato un anno intero», per l’Europa che siamo pron- presso l’Università del Gusto aalla base del Docet, ossia quella approccio non convenzionale va premiato il progetto Zahir e afferma la professoressa ti ad intraprendere con i no- Cuneo. Un modo di coniugaredi coinvolgere studenti e docenti allo studio ed alla ricerca, Li- la microazione di cittadinanza Lucia Saracino, presidente stri ragazzi». con intelligenza e fuori da ogniin una serie di buone prassi circa ceo Docet ha ricevuto lo scorso attiva “Adotta un bambino non a luogo comune saperi e sapori. Altri cinque appuntamenti al “Filograna” con la “Busacca”. Due film d’autore al “Manzoni” Ancora tanto teatro a Casa-rano. L’assessorato alla Culturadell’Amministrazione comuna-le propone, infatti, cinque nuovi A teatro gratis, organizza il Comune IN PLATEA Cittadella”, ha chiuso il sipario Pugliese, chiuderà i battenti il 7 maggio con “Il mistero buffo di Dario Fo (ps: nell’umile versio- ne pop”) con Paolo Rossi.appuntamenti a cura del “Teatro Il teatro della sulla stagione 2010-11 con un Si avvia a conclusione an- Fondazione Fi-della Busacca” presso la Fon- lograna ospite- consenso generalizzato, “La che la rassegna del cinema d’es-dazione Filograna ad ingresso rà cinque nuovi scena dei ragazzi”, sempre al sai del cineteatro Manzoni. Igratuito. appuntamenti Filograna, propone l’ultimo dei “Giovedì d’autore” propongono Dopo l’esordio dello scorso a cura del tanti appuntamenti che hanno ancora due film: “Una vita tran-3 aprile con “Tutti pazzi per i “Teatro della appassionato gli studenti di tutte quilla” di Claudio Cupelini il 14 Busacca”. le scuole.soldi”, sabato 16 aprile sarà la La rassegna aprile e “Quella sera dorata” divolta di “Rinaldo in campo” di “Ridi con Martedì 19 aprile, la rasse- James Ivory il 21.Garinei e Giovannini per poi gusto”, che gna voluta dalla locale ammi- Stagione teatrale e cinema-proseguire sabato 30 aprile con conclude la nistrazione comunale proporrà tografica di qualità, quindi, che“Hospital suite” di Roger Ruelf, stagione 2011, “Le mille e una notte di Bertuc- ha visto la partecipazione di ha riscosso cia” dei Cantieri Teatrali Koreja,venerdì 6 maggio con “I due ge- successo tra tanta gente confluita anche daimelli veneziani” di Carlo Gol- spettatori di spettacolo consigliato per gli centri vicini. L’attenzione, poi,doni e con il saggio finale del 18 ogni età. Di studenti delle scuole primarie. agli studenti, sia delle scuolegiugno. tutto rispetto “Pensiamo in prosa”, in- primarie che secondarie, e la Intanto, se “Ridi con gu- la program- vece, organizzata dall’Am- scelta di spettacoli adeguati han-sto”, la rassegna dialettale or- mazione al ministrazione comunale e dal no aggiunto valore didattico e “Manzoni”ganizzata dalla compagnia “La Consorzio del Teatro Pubblico formativo alle rassegne.
  • 22. 7 - 20 aprile 2011 Casarano 21 FILANTO, UNA SPERANZA deciso il Ministero dello sviluppo eco- i progetti di aziende che hanno già PER I LAVORATORI nomico dopo un incontro a Roma. dichiarato la loro disponibilità a L’accordo di programma all’inter- E’ il consolante risultato raggiunto usufruire dell’accordo di program- no del Pit 9 per la ricollocazione sia con l’impegno della Provincia di ma. Diventa realistica la prospettiva dei lavoratori della Filanto è stato Lecce sia dei parlamentari salentini che trovino una ricollocazione i circa proprogato per altri 18 mesi. Lo ha e i sindacati. Ora saranno esaminati duecento lavoratori. Il derby del tennis tavolo Sfida tricolore Trionfano i Bluestone E’ stato un derby “trico- lore”, nel rispetto dell’Unità d’Italia, quello che ha visto pre- valere la BluestoneBoys contro i cugini dell’Asdtt nel campio- nato regionale di D2 di tenni- stavolo. Al di là del risultato, la sfida verrà anche ricordata per la foto degli atleti con il drappo verde-bianco-rosso sul tavolo da gioco. L’antica pratica sportiva viene sempre più seguita in cit-La macchina della squadra Sulpizio-Pizzuti tà grazie alla presenza di due dinamiche associazioni, ormai punto di riferimento per pra- Gare dominate ticanti di ogni età. L’appunta- mento più atteso della stagione di Enzo Schiavano dagli equipaggi ha registrato la secca vittoria dell’Asd Bluestone che ha ri- Dominio degli equipaggisalentini alla 17^ edizione del dei salentini Verifiche durante il rally, in primo piano la macchina vincitrice della squadra Rizzello-Sorano pagato, con identico risultato, il risultato della gara dell’andata.Rally Città di Casarano, secon- Eccezionale la prestazione del Rally, Rizzello e Soranoda prova a coefficiente 1,5 del giovane Gianni Parrotto (ormaiChallenge Rallies Nazionali di fra i primi 5 Juniores nella clas-Settima Zona, disputatosi nei sifica provinciale) che vincegiorni 2 e 3 aprile scorsi. Il pi- sui veterani Emanuele Tomasilota Francesco Rizzello (di Ruf-fano) in coppia con il navigatore e Fernando Stefanelli. Ottimacasaranese Fernando Sorano, prestazione anche per l’under 21 Alessio Legittimo. sul gradino più altosu Peugeot 207 S2000, si sonoaggiudicati la difficile gara che Sulla scia dell’entusiasmo,si è disputata nell’incantevole la Bluestone si è anche aggiudi-scenario compreso tra le ser- cato il successivo turno batten-re salentine e la costa jonica. Il do per 5-0 il tennistavolo Gal-portacolori della Salento Motor lipoli con lo juniores GabrieleSport, vincitore di 5 prove spe- Pierpaolo Zompì e Paolo Potera Parrotto che ha vinto, in rimon-ciali, di cui una a pari merito, che alla guida della Renault Clio ta, sul più quotato gallipolinoè stato al comando della garadall’inizio alla fine conquistan- Il team di Casarano by Turbocar Sport hanno potu- to festeggiare oltre al 7° posto Anche la solidarietà in pista Alberto Casavecchia. Entusiasmo a mille, dun-do così, in una competizione al secondo posto assoluto anche la vittoria tra le que, per l’associazione presie-dove non gli è mancato il caloredegli appassionati, la terza vitto-ria assoluta in carriera. con Stefanelli-Micaletto S1600. Da segnalare infine i ritiri di Sulpizio quando era secondo per aiutare i bimbi diabetici duta da Daniele De Paola che ha pure conquistato la salvezza nel con la squadra impegnata in Dopo la prima prova specia- assoluto (rottura motore dopo la La 17^ edizione del “Rally Cit- D1 dopo aver battuto per 5-4 lale disputatasi lungo il tracciato prova 3) di Ascalone quando era tà di Casarano” è stata caratterizzata diretta antagonista San Marza-della Pista Salentina a Torre San così la migliore prestazione a anche dall’iniziativa degli organizza- no di San Giuseppe. settimo assoluto (uscita di strada tori (“Casarano Rally Team” e “PilotiGiovanni, finita a pari merito Casarano in sette partecipazio- A completare il quadro an- ni. Sul terzo gradino del podio sulla ps 3), di D’Amico quando Salentini”) di collegare la manifesta-con Mario Sulpizio, Rizzello era 6° assoluto (problema elet- che la soddisfazione per avercon la sua solita tattica ha at- ha chiuso l’equipaggio forma- zione a un progetto di solidarietà: il tronico sulla 4^ ps) e di France- sostegno all’associazione Apds onlus potuto organizzare presso lataccato a fondo per poi prende- to da Ivan Pisacane e Salvatore Invidia su Renault New Clio sco Laganà favorito numero uno (Associazione Pediatrica Diabetici del palestra di via Adda il Cam-re il largo approfittando anche pionato Provinciale Giovanile edei tanti problemi lamentati dai Sport, primi in R3C, che dopo alla vigilia. Una gara difficile la Salento), presieduta da Marina Scor- un avvio guardingo hanno rea- sua, condotta a lungo al terzo rano (foto), che in particolare sposa la Paralimpici di Tennistavolo.numerosi equipaggi che hannoprovato ad ostacolare la sua cor- gito con decisione passando al posto ma conclusa con un riti- causa dei bambini insulino-dipendenti. «Invitiamo quanti sonosa verso la vittoria. comando della classe dopo la ro per un incidente sull’ultima Nel corso della manifestazione, infatti, interessati, particolarmente i Sul gradino d’onore è sali- 3^ prova. Buono il debutto sulla prova. Con le vittorie di gruppo è stata organizzata una raccolta fondi il cui ricavato verrà in- giovani, ad avvicinarsi con en-ta la coppia che ha catalizzato Peugeot 207 S2000 per Mar- di Rizzello, Stefanelli, Lucre- teramente devoluto all’associazione. Mentre scriviamo non è tusiasmo a questo stupendo edl’attenzione di appassionati e co De Marco e Andrea Nicoli zio, Girardi e Pisacane gli stessi stata ancora comunicata la cifra raccolta, ma gli organizzatori avvincente sport» fanno sape-addetti ai lavori, ossia quella i quali hanno chiuso quinti con si portano in seconda posizio- hanno anticipato che verrà allestita una manifestazione ad hoc re dall’associazione sportivaformata da Davide Stefanelli e tempi in crescendo. Risultato ne (13,5 punti) nella classifica per la consegna materiale del ricavato alla presidente dell’as- ricordando che gli allenamentiDavide Micaletto che a bordo di di straordinaria importanza per provvisoria del Challenge dietro sociazione. Inoltre, è probabile che il messaggio di solidarietà settimanali si svolgono nellauna Citroen Saxo OVS Team ha Fernando Primiceri e Martino a Rendina (15 punti) e vanno a verso i bambini diabetici dell’Apds verrà veicolato anche al stessa palestra di via Adda, iltrionfato nella classe S1600. Rosato giunti su New Clio Sport fare compagnia a Di Cosimo, prossimo Rally del Salento a giugno. La presidente dell’Apds lunedì, mercoledì e venerdì, L’equipaggio della scuderia sesti assoluti e secondi di R3C. Di Giovanni e Nucita, assenti a ha ringraziato tutti gli organizzatori. dalle 18,30 alle 20,30.Casarano Rally Team ha colto Gara da incorniciare anche per Casarano. MSGli abitanti di zona “Stesa”: Al “Vanini” parte il concorso«Ora vogliamo più sicurezza» sul tema “L’Italia che vorrei” La zona “Stesa”, compresa tra via F. De Andrè, via Geymonat e All’interno delle infinite iniziative per le celebrazioni dei 150via Briganti, è da tempo abbandonata a se stessa. Se ne lamentano anni dell’Unità Nazionale, il Liceo Scientifico Vanini di Casaranoi cittadini che la abitano in una segnalazione fatta pervenire a Gio- ha puntato “sul coinvolgimento degli studenti più che su passerellevanni D’Agata fondatore dello “Sportello dei diritti”. aperte a protagonismi che, seppur legittimi, trasmettono conoscenze Gli abitanti richiedono un intervento risolutivo da parte del Co- verticali difficilmente spendibili nella costruzione di un’appartenen-mune perché la situazione non riguarda solo un fattore estetico, il za nazionale nelle giovani generazioni”.decoro urbano o la cura del verde, ma anche l’incolumità e la sicu- Sotto la volta dell’ingresso coperta da trenta metri di bandierarezza soprattutto dei bambini. Sul terreno, infatti, è stata segnalata tricolore, “Le Serate culturali del Vanini”» (già alla 2^ edizione) sila presenza di tubi neri d’irrigazione privata non ben visibili, im- avvicendano con un concorso riservato agli studenti, dalle primepianti elettrici in superficie, muretti a secco abusivi, vere e proprie alle quarte classi sul tema “L’Italia che vorrei”. I lavori, anche inrecinzioni private realizzate anche con aiuole alte fino a tre metri. E’ forma grafica, pittorica o musicale , individuali o di gruppo, sarannosuccesso che in mancanza di un piano programmato e ordinato di premiati a fine anno scolastico.interventi, gli abitanti si sono permessi di intervenire con i risultati A novembre, infine, è prevista una manifestazione conclusiva.che sono sotto gli occhi di tutti. sarà quella l’occasione per monitorare talenti in vista della creazio- Il problema va inquadrato in quella che appare una costante nei ne di una équipe teatrale e di un coro polifonico. Così, il Vaninipaesi salentini: grande attenzione viene dedicata al decoro e alla riprende le attività di laboratorio teatrale e musicale che lo hannocura dei centri antichi mentre le periferie, certamente più densamen- contraddistinto già a partire dagli anni ’90.te popolate, sono trascurate, prive come sono non solo di servizi, ma Inoltre gli studenti di terzo e quarto anno hanno aderito al Con-anche di quelle piccole attenzioni che permettono una qualità della corso Fondazione San Paolo Eustory con il progetto «Anche noivita decente. sognavamo l’Italia». Alunni e docenti davanti al cancello tricolore
  • 23. Seiconnesso? Vieni a dire... PARABITA 7 - 20 aprile 2011L’idea: un centro di aggregazione nell’immobile sulla strada per Alezio appartenuto a Giorgio Romano Pag. 22 ...la tua su La tragedia«Ai ragazzi il bene confiscato» nel 2008 La mattina del 13 settembre 2008 Parabita si svegliò con la noti-Crescono i consensi intorno alla proposta di don Angelo Corvo zia di un omicidio. In un podere situato sulla provinciale per Alezio, di Daniele Greco il faccendiere di Matino Giorgio Romano era sta- La proposta lanciata dal par- to assassinato a colpi diroco della Chiesa Madre, don pistola da un uomo, cheAngelo Corvo, che il bene con- nel giro di poche ore, reofiscato al presunto “re delle aste confesso, si scoprì esseregiudiziarie”, Giorgio Romano, il macellaio di Parabitasia concesso alla fruizione pub- Vincenzo De Salve.blica per attività ricreative e so- Subito chiaro il mo-ciali sta incontrando le adesioni vente: vicende ed acre-di molte associazioni e singoli dini personali legate alcittadini. mondo delle aste giudi- Dal Consiglio pastorale a ziarie delle quali, risul-quello per gli affari economici terà poi dalle indagini, La chiesa di S. Giovanni Battista Giorgio Romano era undella parrocchia di San Giovanni e il parroco, don Angelo Corvo, tra, della ceramica e del ferro.Battista, dalla Cooperativa “So- che ha proposto di utilizzare Potremmo realizzare un audito- assiduo frequentatore.lidarietà” presieduta da Claudia l’immobile e il parco confiscati Gli inquirenti scoprirono al faccendiere Giorgio Romano rium per conferenze, per concerti che il faccendiere avevaNicoletti agli altri enti e sodaliziche sul territorio sono attivi ogni ucciso nel settembre 2008 e videoproiezioni, allestire altre posto le sue attenzioni su Il muro di cinta dell’immobile confiscato su via Aleziogiorno con le loro iniziative a sale espositive per dare modo ai alcune proprietà di Desfondo sociale. Di settimana in sociale, abbiano il dovere impre- sostegno ed un conforto». un ampio giardino nel quale sono giovani di trovare spazi adeguati Salve messe in venditasettimana intorno all’idea di don scindibile di saper ascoltare se L’occasione ora non manca, piantumate essenze arboree di di- per la loro creatività. Insomma, coatta.Angelo sta maturando un con- un vicino è in difficoltà, riferen- visto che entro l’estate è attesa la versa specie, alcune anche molto di quella struttura potremo fare Nei giorni succes-cetto comune che dia, anche e dosi evidentemente ai problemi decisione definitiva dopo la con- rare e preziose. «Lì potremmo un luogo simbolo per dare segna- sivi De Salve ricevettesoprattutto, un senso alle parole che prima di quel tragico evento fisca esercitata dai giudici della realizzare un Centro di ascolto e li di speranza e riscatto». attestazioni anonime diche lo stesso parroco della prima avevano condizionato l’esisten- prima sezione penale, sull’uso di ricreazione sociale – spiega la Il bene confiscato a Giorgio solidarietà, eletto quasiparrocchia parabitana disse già za dell’omicida reo confesso che si dovrà fare della struttura sua idea don Angelo Corvo – e ad “eroe”. Attualmente è Romano, che probabilmente saràall’indomani di quel 13 settem- Vincenzo De Salve. «A pregare ubicata sulla provinciale 361 per potremmo aprire una biblioteca, in carcere e nell’udienza convertito in un bene pubblico abre di tre anni fa, dopo l’uccisio- per alleviare i disagi – disse don Alezio appartenuta a Giorgio un Internet point, ed anche rea- preliminare del proces-ne del faccendiere di Matino. Angelo – non si fa nulla di stra- Romano e nella quale nel settem- lizzare dei laboratori per l’avvia- servizio di tutta la comunità, si so, celebrata proprio un Fu un monito indirizzato a ordinario. Bisogna invece rim- bre del 2008 l’uomo fu ucciso. mento al lavoro dei giovani nel aggiunge all’elenco di altri beni anno fa, per lui è statatutta la collettività, indistinta- boccarsi le maniche e sporcarsi L’immobile si estende per campo dell’artigianato con corsi della mala per la cui utilizza- chiesta una pena detenti-mente, per sottolineare come le mani per fare qualcosa, qual- oltre mille metri quadrati ed è per insegnare le tecniche per la zione stanno nascendo progetti va di 30 anni.tutti, dal punto di vista umano e siasi cosa per aiutare chi cerca un composto da un fabbricato e da lavorazione del legno, della pie- importanti. Quando il cambio dell’immagine tradizionale della protettrice del paese provoca reazioni a catena ed offre anche preziosi spunti di riflessione Nel numero scorso riferim- mo di qualche malumore in pa- ese per il cambio di icona della In fondo, da sempre la Madonna è una Madonna è una, ha molteplici attaccamento ad una realtà de- to dimostra come l’ immagine della Madonna della Coltura ha ancora un grande valore sia Madonna della Coltura sul per il popolo che in essa si ri- manifesto e sui pieghevoli che titoli, ma la varietà delle imma- vozionistica e non storico salvi- flette e con essa si aggrega, sia annunciavano gli appuntamen- gini non contrasta con l’unità fica». Non credevamo di susci- per il responsabile ecclesiastico ti in preparazione della festa. della fede e della tradizione. tare una reazione così forte per che con la devozione alla sacra L’articolo ha provocato una Ammette, però che l’immagine un articolo che non ha fatto al- immagine locale aggrega i de- reazione da parte del rettore del riprodotta sul monolito deve tro che prendere nota di quello voti portandoli alla conoscenza santuario, padre Clemente An- «essere inserita nei contesti che è avvenuto quando i devoti più vera della fede. E questo è giolillo, che ha scritto una lun- pubblici sia intra moena che si sono accorti che l’immagine il punto che ci preme sottoline- ga lettera. Il rettore rivendica la extra moenia» Precisa che la della Madonna sui manifesti are e che ricaviamo dalle quasi libertà della comunità domeni- festa liturgica non è la secon- non era quella a cui erano abi- quattro cartelle della lettera del cana di gestire tutto quello che da domenica di Pasqua ma il tuati. Il giornalista non ha fatto priore. Per il resto speriamo riguarda la programmazione secondo sabato dopo Pasqua altro che registrare quello di che la Madonna sia pronta a delle feste del santuario, quindi e sottolinea come il malumore cui era testimone, cercando an- perdonare sia l’inesattezza del anche la libertà di utilizzare di- dei parabitani sconcertati dal che una risposta. Al di là delle giornalista sia le intemperanze verse immagini. D’altronde la cambio dell’icona denota «un polemiche quello che è avven- L’immagine del monolito L’immagine del manifesto di qualcun altro. Definiti i festeggiamenti religiosi e civili per i giorni 21, 22 e 23 maggio Il 21, 22 e 23 maggio Para- bita fa festa in onore della sua protettrice, la Madonna della Coltura: riti, musica Coltura. Come di consueto l’ap- puntamento di fede, religione e cultura si consumerà nel “cano- vaccio” ormai classico di una tre giochi e Gran galà Il lunedì mattina, consueta cele- simulazione dell’incendio del giorni che scandisce riti ed usan- ze che si perpetuano di anno in brazione eucaristica in basilica campanile, il lunedì ci sarà spa- anno, ormai da secoli, nel solco presieduta dal vescovo della dio- zio per il balcanjazz del “Giro di una consolidata tradizione. Il portale della Basilica cesi di Nardò-Gallipoli, monsi- di Banda” guidato dal trombet- Il Comitato festa patronale, gnor Domenico Caliandro. tista salentino Cesare Dell’An- presieduto dal parroco di San Madonna “ta’ Cutura” lascerà la Quanto al programma civile, na. Con lui si esibiranno gli Giovani Battista don Angelo basilica per essere condotta in due le novità salienti per l’edi- Opa Cupa, Enza Pagliara, Irene Corvo, sta limando gli ultimi corteo per il paese. La domeni- zione 2011 della festa. Dome- Lupo e Claudio Cavallo. Previ- dettagli del programma civile e ca mattina si ripeterà il rito dei nica sera ci sarà il primo Gran sta anche l’esibizione di artisti religioso, ma ormai ci sono già “curraturi”, la rievocazione della Galà della lirica con la Grande di strada, trampoli, giocolieri e alcuni punti fermi. A partire, corsa dai campi “te ssutta u Pa- Orchestra di Fiati Città di Con- mangiafuoco, mentre è in fase naturalmente, dalla tradizionale ratisu” in paese di quei contadini versano che si esibirà in concerto di definizione l’organizzazione processione del sabato sera che che (secondo leggenda) ritrova- con il coro lirico dell’accademia di un convegno sulle tematiche apre ufficialmente la festa. Sa- rono il monolito tra le zolle di musicale “Città della Musica”, al femminile ed un ulteriore con- ranno le ore 21 in punto quan- terra. Seguirà lo scoppio delle mentre, non essendo previsto certo di una band di musica leg- do la statua in cartapesta della fragorose salve in rione Lovito. lo spettacolo pirotecnico della gera. DG
  • 24. 7 - 20 aprile 2011 Parabita 23 UNA ROTATORIA bita. Il progetto definitivo è stato traffico veicolare allingresso di Pa- ALLINCROCIO CON LA 361 già approvato. Per quest’opera rabita. Naturalmente non si tratta Sono stati deliberati dalla Provin- sono state previste risorse per circa di garantire solo un più facile flusso cia di Lecce i lavori di sistemazione 270mila euro. Lintervento consiste delle auto, ma soprattutto di assi- dellincrocio tra la strada provinciale nella realizzazione di una rotatoria curare il più alto grado di sicurezza 361 e la viabilità in agro di Para- che servirà per rendere più fluido il possibile. di Daniele Greco SI FINISCE DRITTI SULLA PROVINCIALE Sono ormai quasi diecianni che i residenti di contrada L uscita a raso che da contrada Paro Torna in azione la "banda degli estintori" A scuola di notte immette direttamenteParo, località a ridosso della sulla Provinciale 361 cheprovinciale 361 a pochi metri collega Magliedel nuovo ponte dei Rischiaz- con Gallipoli, percorsa da autozi, lamentano l’assoluta incuria ad alta velocitàda parte delle Amministrazionipubbliche (provinciali e comu-nali) nella tutela dei loro diritti. La questione è riferita alpericolo che quotidianamente Le famiglie non per studiare Assalto alle mediele 7 famiglie che risiedono sta-bilmente nella zona (e che inestate diventano quasi il doppio)devono affrontare per entrare ed di contrada Parouscire dalla rampa che immettesull’arteria provinciale che col- si rivolgono Il terzo assalto notturno in quattro mesi nei locali che le attenzioni delle inda- gini sono indirizzate quasilega Maglie a Gallipoli. Nel punto in cui con un in- al Prefetto della scuola media fa scat- tare l’allarme-vandalismo in esclusivamente su “bande” di ragazzi che frequentanocrocio a raso i residenti di con-trada Paro devono introdursinella provinciale, le auto sfrec- e alla Procura paese. Ora sulla ribattezzata “banda degli estintori”, un lo stesso istituto scolastico. Intanto arrivano le con- gruppo di vandali che not- tromosse dell’Amministra-ciano a velocità sostenuta (si sti- «Uscire di casa tetempo, già per tre volte zione comunale. In attesa dima anche a 150 km/h) e questo ha messo a soqquadro aule, perfezionarle e rendere ese-nonostante i cartelli di pericolo corridoi e sale di servizio cutivo il progetto di efficien-e di segnalazione presenti. Più della scuola media “Gaeta- tamentovolte hanno interessato sia la no Dimo”, si intensificano e ristrut-Provincia (proprietaria della le indagini dei carabinieri turazionestrada) che il Comune, ma nes- della stazione di Parabita. dell’im-suna iniziativa è stata presa. un grande rischio» Ci sono molti indizi per mobile Il problema si è maggior- risalire agli autori del gesto, che ospitamente evidenziato da qualche e l’ultimo assalto, compiuto la scuolaanno con l’entrata in funzione qualche settimana fa, po- media cit-del nuovo cavalcavia che in trebbe aver consegnato agli tadina (unprolungamento da via Nizza inquirenti una pista interes- interventoconsente l’accesso diretto in sante. Nella scorribanda del che costerà 417mila euro,contrada Rischiazzi. I residenti loro utilizzare la rampa anche in centinaia di euro per cementare il Prefetto di Lecce che la Procu- uscita da contrada Paro signifi- inutilmente la scarpata adiacen- ra della Repubblica. «Se i tanti 22 marzo scorso, infatti, i 350mila euro a carico delladi contrada Paro per entrare nel balordi non si sono “accon- regione e 67mila euro a ca-centro cittadino sono costretti ca soprattutto non esporsi al ri- te alla rampa. Noi non siamo soldi che sono stati spesi per co- schio di immettersi direttamente cittadini di serie B e per questo tentati” di rovesciare catte- rico delle casse comunali)ad un itinerario lungo più di due struire il cavalcavia fossero stati dre ed armadi e di riversare nei giorni scorsi in tutte lechilometri, quando invece uti- sulla 361. «Ci è sempre stato riteniamo di essere stati finora spesi utilmente per facilitare la sul pavimento la polverina finestre e porte di serviziolizzando la stessa rampa (oggi a risposto che per mettere in sicu- lesi nel nostro fondamentale di- rezza l’intera zona non ci sono ritto alla sicurezza e alla salute». viabilità magari con la realiz- bianca delle bombole an- del pianterreno sono statesenso unico e solo in direzione zazione di una rotatoria, forse tincendio, ma hanno anche sistemate grate in ferro perdi discesa) che dal ponte porta soldi – spiegano i cittadini - Nel Per questo hanno preso carta e frattempo però sono stati spesi penna per informare dei fatti sia oggi non ci troveremmo nella preso di mira il registro delle interdire l’intrusione dall’e-nelle loro case si risparmierebbe valutazioni scolastiche di un sterno.Per ora, si spera chetempo e chilometri, essendo la situazione drammatica in cui ci troviamo. Chiediamo quindi docente. Il cerchio dunque basti a scoraggiare i giovanistessa situata su una corsia di ap- si restringe, dal momento vandali.pena qualche decina di metri di una volta di più di prendere ledistanza dal cavalcavia. Ma per iniziative giuste e necessarie».Destinato a volley, Restituito alloriginaria efficienzabasket e squadreche curano i ragazzi il pallone tensostatico di "Lo Vito" Torna a nuova vita il pallo- tensostatico per i mesi inverna- cittadino). Gli stessi sodalizi saranno inte-ne tensostatico di rione Lo Vito, li. E per “proteggere” la tendo- Per recuperare a quasi dieci ressati nel progetto dall’Ammi-struttura sportiva nella quale si struttura da eventuali nuovi atti anni di abbandono, l’Ammini- nistrazione comunale ed è alloè scritta la storia della pallavolo vandalici è stata realizzata anche strazione comunale, riprenden- studio la realizzazione di unacittadina nel periodo dei mag- una recinzione lungo il perime- do il vecchio progetto istruito convenzione per regolamentaregiori successi della Sport Salus, anni è stato fatto oggetto. tro dell’impianto. nelle prime pratiche dalla pre- l’utilizzo dell’impianto e per la NUOVOsocietà parabitana che negli anni LOOK Ma l’intervento progettato Prossimo passo il rifacimen- cedente maggioranza guidata sua gestione.Novanta militava nella quarta Il pallone dall’assessorato allo sport retto to del terreno di gioco, che potrà da Adriano Merico, ha speso «Dopo anni di abbandonoserie nazionale del volley fem- tenso- da Giuseppe Provenzano e cu- ospitare sia incontri di pallavolo in tutto 130mila euro, dei quali e di degrado il palazzetto dellominile. statico rato dal consigliere comunale che di basket e l’adeguamento a 110mila messi a disposizione sport ritorna a vivere – dice il La tendostruttura, costruita comple- tutte le norme per la sicurezza con un finanziamento ad hoc consigliere delegato agli im- tamente con delega agli impianti sportivinel 1989, è stata rimessa a nuo- rinno- Massimo Caggiula (esponente per rendere l’impianto efficiente dalla Regione Puglia. pianti sportivi Massimo Caggiu-vo con una operazione da new vato. A del movimento politico Destra e soprattutto sicuro per la pub- L’utilizzo del tensostatico la – c’era un progetto fermo nellook che ha interessato in pri- destra di Base) ha interessato anche blica incolumità (al momento si sarà concesso alle società spor- cassetto ed oggi cè la volontà dimis la sostituzione del telone, lasses- il rifacimento degli impianti potrebbero disputare solo gare tive italiane che militano nei realizzarlo. Finalmente possia-completamente ammuffito dalla sore allo di campionati ufficiali con una sport, idrici e fognanti degli spoglia- campionati federali di basket mo dare ai nostri ragazzi e quellicondensa e strappato in più pun- Giuseppe toi, la realizzazione ex novo capienza massima di cento spet- e volley ed a quelle che fanno dei paesi vicini, la possibilità diti per le continue azioni di van- Proven- dell’impianto di climatizzazione tatori e dietro assunzione di re- attività sportiva riservata esclu- praticare sport in un ambientedalismo di cui l’impianto negli zano dell’aria all’interno del pallone sponsabilità da parte del primo sivamente ai settori giovanili. funzionale e soprattutto sicuro».ll sindaco risponde ai cittadini esasperati: anche in estate, aperto solo fino a mezzanotteTroppi schiamazzi e il parco chiude Cambiano gli orari di frui- quale il Comune ha già pronto notturni anche nelle serate d’e- senso civico.zione del parco comunale “Aldo un programma di intervento, state, sono state infatti le con- E per di più, negli ultimiMoro”. Con un’ordinanza, il quantificato in circa 100mila tinue e numerose segnalazioni tempi si sono verificati diversisindaco Alfredo Cacciapaglia euro di spesa, che oltre a riqua- da parte di alcuni cittadini che episodi di vandalismo, con dan-ha stabilito che il polmone lificare gli impianti elettrici ed hanno evidenziato la presenza di neggiamento delle attrezzatureverde della cittadina, costruito idrici, a ridisegnare i vialetti tra giovani in orario serale e nottur- sistemate all’interno del parco,a due passi dalla basilica del la vegetazione e a ripristinare le no nelle aree destinate ai giochi tali anche da richiedere una piùPagliarulo, resterà aperto dal- varie suppellettili oggi in rovina, dei bambini. Ed oltre all’utilizzo incisiva azione di controllo dale 7.30 alle 24 nel periodo che servirà a mettere l’intera struttu- improprio che si è fatto di quegli parte dei carabinieri della vi-va dal 1 giugno al 31 ottobre, e ra in sicurezza. impianti (alcuni dei quali rotti cina stazione. Nell’ordinanza,dalle 7.30 alle 21 nel periodo 1 L’ordinanza del sindaco è le- e quindi inservibili per i picco- Cacciapaglia dispone anche chenovembre - 31 maggio. Il tutto gata essenzialmente all’utilizzo li fruitori del parco) spesso si l’inosservanza delle disposizio-in attesa che si perfezioni il pro- improprio che, spesso, si fa della sentono urla e schiamazzi che ni emanate sarà punita con unagetto per la completa ristruttura- struttura. A motivare il sindaco a disturbano la quiete pubblica e sanzione amministrativa che vazione del parco cittadino per la inibire l’uso del parco in orari che nulla hanno a che fare con il da 25 a 500 euro. Il parco Aldo Moro
  • 25. Parabita 7 - 20 aprile 201124 DIBATTITO SULLA Costituzione Italiana”. L’incontro, incontri, mostre, ricerche sul processo COSTITUZIONE nel contesto della programmazione unitario nazionale. Al dibattito sulla Si è tenuto nei giorni scorsi, presso la dell’undicesima edizione di “Incontri Costituzione, condotto da Franca sala “V. Fiore” di Palazzo Ferrari, a d’Archivio”, prelude alle iniziative Capoti, hanno partecipato l’on. Lo- cura del Centro di Cultura “Il Labo- previste per il mese di maggio su renzo Ria e il prof. Luigi Spedicato. ratorio”, un dibattito sul tema “La “Unità d’Italia, l’altra storia”, serie di Distribuite copie della Costituzione.Due nonne hanno festeggiato una vita lunga un secolo: con loro, ad augurarsi magari stessa sorte, parenti e tutto il paese di Daniele Greco Qui le Veneri Annunziata Molle e FeliciaTornesello hanno qualcosa di“non comune” in comune. Han-no entrambe da poco festeggiatoil secolo di vita, traguardo con-cesso a pochi tra quanti transi-tano sulla terra, e per questo da sono più longevepoco fanno parte del ristrettoclub delle centenarie che a Pa-rabita conta in tutto quattro “as-sociati”, tra l’altro tutte rappre-sentanti del gentilsesso. Per loro ci sono Lo provano loro CENTO E PIÚ ANNIstate due feste di A sinistra,compleanno in uno scorciogrande stile, con le della collina.canoniche torte alla A destra, unacrema e le fatidiche passerella di centenarie.cento candeline che Dall’alto versoper spegnerle tutte il basso:non sono bastate Annunziatale famiglie al gran Molle e ilcompleto delle due sindaco Cac-neo centenarie. E ciapaglia che le consegna laper loro ci sono stati targa; Feliciaanche gli auguri isti- Concetta Asciutto, nata nel di- Tornesello in cembre del 1906 e scomparsatuzionali e formali una foto didel sindaco Alfredo pochi anni nell’ottobre del 2007 all’età diCacciapaglia, del fa; zia Grazia cento anni e 10 mesi; e Con-vicesindaco Alber- Felline, la più cetta Nicoletti, scomparsa il 14 longeva (104 dicembre del 2005, sei giornito Cacciatore e dei anni e 9 mesi)componenti dell’in- scomparsa dopo aver compiuto il secolotera giunta cittadina lo scorso di età. A loro si aggiungono al-che alle due nonnine agosto tre tre centenarie, defunte dopocon un mazzo di fio- aver compiuto il secolo di vita,ri ed una targa ricor- che pur non essendo di originido hanno voluto esprimere gli Le statistiche affermano che le donne sono parabitane, a Parabita sono co-affetti e le felicitazioni dell’in- munque legate per aver vissutotero paese. Nove centenarie in poco più più “toste” degli uomini, ma Parabita va oltre e formato le rispettive famiglie In comune nonna Nunziata o per essere state ospitate per di cinque anni. Parabita è sem-e nonna Felicia hanno avuto ilmestiere che entrambe svolge-vano prima di andare in pen-sione. Tutte e due hanno sudato pre più “Un paese per vecchi”, ma qui la trama del thriller dei fratelli Coen c’entra ben poco. Dicono che è l’aria della collina diverso tempo in paese. Sono: Emilia Traldi, Pasqualina Sam- mali e Giorgina Stefanizzi. L’elenco, dicevamo, è de-nei campi per coltivare la terra econ i loro sacrifici hanno contri-buito a crescere i figli. La città delle Veneri si scopre sempre più “anziana” nell’età media della sua popolazione. E la diretta conseguenza di un o forse la Madonna della Coltura stinato inevitabilmente ad arric- chirsi visto che a Parabita (dato aggiornato al 31 marzo) vivono Felicia Tornesello è nata il za, che il 31 luglio scorso ha festeggiati invece 101. “Appe- Il record della longevità ben 102 ultranovantenni (7217 marzo del 1911 esattamente trend che negli ultimi anni è compiuto 102 anni. Di qualche na” centenarie sono le ultime assoluta spetta però a Grazia donne e 30 uomini) e 573 ultra-“appena” cinquanta anni dopo in costante aumento (e lo sarà mese più “giovane” è nonna due parabitane ad entrare nel Felline, la catechista del vesco- ottantenni (359 donne e 214 uo-che sua maestà Vittorio Ema- anche nel prossimo futuro) sta Vita Crusafio, da tempo trasfe- ristretto club, ovvero Annun- vo parabitano monsignor Aldo mini); i settantenni sono invecenuele II firmava il decreto che nel numero dei cittadini (tutte ritasi a Matino, perché lì assisti- ziata Molle e Felicia Tornesello Garzia, che ha lasciato la vita 985 (536 donne e 449 uomini).sanciva la nascita dello Stato donne a dispetto della parità di ta dalla famiglia, che il primo (delle quali parliamo in un altro terrena il 24 agosto scorso a 104 Dai 70 ai 102 anni, i residentiItaliano. La vita le ha regalato genere) che nell’ultimo lustro febbraio scorso di anni ne ha articolo del giornale). anni e nove mesi. A lungo han- in paese rappresentano il 17 percinque figli, e con lei il 17 mar- hanno festeggiato il loro com- no vissuto anche Rosaria Pri- cento dei 9.360 parabitani uf-zo scorso hanno festeggiato i sei pleanno con in bella mostra miceri, scomparsa il 12 gennaio ficialmente censiti dall’ufficionipoti ed i tre pronipoti che oggi sulla torta le cento candeline a di quest’anno a 104 anni e tre anagrafe.compongono la sua famiglia. testimoniare il secolo di vita. mesi; Rita Ria che il 18 maggio Non manca certamenteOriginale l’augurio espresso Tra le parabitane la più lon- del 2010, giorno della sua mor- materia di studio per sociologi,sulla torta di compleanno: un geva oggi è nonna Anna Legan- te, aveva cento anni e 11 mesi; medici e dietologi. DGemblematico “17 marzu 2011:osci ieu aggiu fatti centu anni”,scritto rigorosamente in dialet- Opposizione poetica CLICKto per rendere ancora più unicauna festa che verrà ricordata alungo anche dai tanti cittadini Critiche in rima RACCOLTA VETRO E METALLI Le prossime raccolte del vetro e degli imballaggi in metallo avverranno nel mese diche hanno preso parte all’even-to conclusosi con la celebrazio-ne di una messa di ringrazia- ma non proprio aprile secondo il seguente calendario: sabato 9: alluminio e acciaio; sabato 16: vetro; sabato 23: alluminio e acciaio;mento celebrata dal parroco diSant’Anna, don Lucio Borgia. baciata sabato 30: vetro. È vietato sia conferire i rifiuti nei sacchetti di plastica sia rifiuti diversi da quelli previsti dal calendario fissato. Cinque giorni più tardi la “Troppi precari e malcon-festa si è ripetuta in casa di Giu- tenti, in questo paese che vive CAMPAGNA DI DISINFESTAZIONE. LE DATE E’ stataseppa Annunziata Molle, per i di stenti”; “Voragini, buche e In rima problemi ambientali... ... e il degrado delle scuole programmata la campagna di disinfezione, derattizzazione efamiliari e per tutto il rione in cui smottamenti, queste le strade disinfestazione antilarvale e antialare per l’anno in corso conda sempre vive semplicemente frasi più o meno in rima e con gioranza, ma anche per infor- definizione di giorni e di luoghi. Nel mese di marzo è stata giànonna Nunziata. La messa di per i contribuenti”. Ed anco- la metrica appena abbozzata, mare delle stesse il Prefetto e, fatta la disinfestazione larvicida nella caditoie della fognatura,ringraziamento è stata celebra- ra: “Scuole fatiscenti per i no- irrompe dunque in modo ori- talvolta, anche la magistratura. la derattizzazione, la disinfestazione contro zanzare, moscheta dal primo e “storico” rettore stri bambini… Eppur pagano ginale nel dibattito politico Oggi i tempi sono cambiati e e blatte nel territorio comunale e aree verdi, la derattizzazionedella parrocchia di Sant’Anto- i cittadini!”; “Cosa importa se cittadino, rappresentando la probabilmente fa più audience di tutti gli edifici scolastici e comunali. I prossimi interventi nelnio, don Antonio Schito (oggi in tutto cade, cosa importa se tut- nuova conquista del marketing, e seguito la politica-spettacolo mese di aprile riguarderanno: il 26, disinfezione degli ambientiservizio a Casarano) e dopo la to cede? Parabita paga e ahimè del proselitismo e del consenso piuttosto che quella “gridata” ed degli edifici scolastici e comunali; il 27, disinfestazione adultici-cerimonia con sindaco e asses- comprendi, che a loro serve solo elettorale. Di certo è la prima esasperata che il più delle volte da (zanzare, mosche e blatte) degli edifici scolastici e comu-sori, nonna Nunziata, attorniata aumentar gli stipendi…”. Sono volta in paese che l’opposizione terminava in accesi ed appas- nali; il 29, disinfestazione larvicida (zanzare, mosche), caditoie alcuni dei “componimenti” in fognature. Continueranno gli interventi anche nel mese didall’affetto dei tre figli, dei sei attua una forma comunicativa di sionati comizi in piazza. I quali, maggio, giugno e luglio con il seguente calendario: 26maggio,nipoti e dei tre pronipoti, ha par- rima realizzati dalle opposizioni ampio respiro ricorrendo all’iro- detto per inciso, seppur stilet- di “Bene Comune” e “Parabita disinfestazione larvicida (zanzare, mosche) caditoie fogna-tecipato al taglio della grande nia ed al sarcasmo sotto forma tati con giri di parole degni dei ture; 21 giugno, disinfestazione adulticida (zanzare, moschetorta “sparita” nel breve volge- Domani” che da qualche giorno di componimenti a metà strada migliori acrobati dell’oratoria e blatte) nel territorio comunale e nelle aree verdi; 21 luglio,re di pochi minuti per la grande si possono leggere in alcuni co- fra l’ode e lo stornello nazional- spesso procuravano l’effetto di disinfestazione adulticida (zanzare, mosche e blatte) nel terri-partecipazione di amici, parenti lorati manifesti affissi in giro per popolare. E così sembrano lon- allontanare il contatto, di per sé torio comunale e aree verdi; 21 luglio, antiprocessionaria nellee vicinato. Un numero inatteso il paese o postati nei vari mes- tani, lontanissimi, gli anni in cui già difficile, tra maggioranze ed pinete comunali. Ci sono alcune raccomandazioni da seguire:di presenti al punto che in molti saggi lasciati qua e là all’interno i rappresentanti delle minoranze opposizioni. Poesia per poesia, nelle date previste è necessario durante la notte tenere porte ehanno assistito alla celebrazione del mare magnum di Internet, imbracciavano invece carta e sarebbe altrettanto originale che finestre chiuse e ritirare i panni stesi.della liturgia per strada, non po- sponda social network. penna non solo per denunciare la maggioranza potesse contro-tendo trovare posto in casa. La poesia, sotto forma di eventuali malefatte della mag- battere colpo su colpo.
  • 26. MATINO Qui i tuoi Vendi? annunci Acquisti? sono Scambi? gratuiti info@piazzasalento.it 7 - 20 aprile 2011 Pag. 25Situazioneparadossaletra due centriabitati contigui di Daniele Greco “Parabita, Matino tirittùppi-ti Casarano”: mai, come nel casoche raccontiamo, questo detto,che conoscono anche i bambini,è sembrato così veritiero indi-cando la vicinanza geograficadei tre comuni (contiguità forseun po’ troppo “invadente” nelcaso dei primi due) . La vicenda coinvolge due fa-miglie che vivono una situazio-ne per certi versi paradossale. Ilcaso è datato trenta anni fa, ma èritornato d’attualità da quando ledue famiglie interessate ed i cui Di che paese sei? Bohimmobili di proprietà ricadonoin via Fabio Filzi (strada inseritanella toponomastica di Matino –ergo prolungamento di via Ber-ta se la questione la si inquadradal versante parabitano) hannochiesto ai sindaci di Parabita edi Matino la «rideterminazionedei confini territoriali» fra i duepaesi limitatamente alle lorodue unità immobiliari. Allegataalla richiesta, anche la petizioneper il trasferimento di residenza L’indeterminatezza Tre concorsidal comune di Matino, al qua-le oggi appartengono, a quello che dura da 30 anni sotto la lentedi Parabita, al quale si sentono della Procuralegati per vincoli generazionalie di parentela. Per la verità, ilcontestuale cambio di residenzaè richiesto solo da una famiglia, blocca servizi e opere Aspettano di essere sentiti come testimoni -essendo la seconda già residente cosa che probabilmentea Parabita in tutt’altra zona del succederà a giorni - gli au-paese. Le due abitazioni fannopraticamente da spartifeudo, e Sette famiglie e 25 persone tori dell’esposto che qual- che giorno fa ha provo-dal 1982, come spiegano le duefamiglie «dall’oggi al domani ci sospese tra Parabita e Matino cato la visita della polizia giudiziaria della Procurafu comunicato il cambio di resi- della Repubblica di Leccedenza» da Parabita a Matino. Con la vicenda dei cittadini di via Berta-Filzi si intrec- negli uffici del Comune Da quel giorno però sono cia il caso sollevato dai residenti del condominio “La Col- di Matino. Motivo: acqui-praticamente iniziati i problemi. lina”, situato in “border-line” fra i due comuni e al quale si sire la documentazione In alto, la planimetria della zona interessata, evidenziata in rosa.«Nessuno riesce ad individuare accede dalla parabitana via Matteotti. Le sette famiglie dal Sotto, via Berta di Parabita che “sconfina” nella via Fabio Filzi a inerente allo svolgimentol’ubicazione delle nostre case – 2004 chiesero alle due Amministrazioni comunali di far ri- Matino. Da qui il dubbio di chi vi abita: a quale paese appartengo? di alcuni concorsi.scrivono i cittadini oggi matine- entrare il caseggiato nel feudo di Parabita «al fine di ovviare La Procura, evidente-si, ma trenta anni fa parabitani ad una grave situazione di disagio nella fruizione di alcuni bilità degli immobili in questio- comunale approvata a maggio- mente, vuole vederci chia-– in quanto nelle mappe stradali servizi». Nel 2007 Matino provvide a «cedere il condominio ne, sia per emergenze sanitarie e ranza dei componenti della lista ro e controllare che tutto sie satellitari via Fabio Filzi di gratuitamente al Comune di Parabita» e quello di Parabita, di soccorso». Appena 28 giorni governativa con la sola asten- sia svolto nella legalità eMatino all’altezza dei nostri nu- accogliendo la proposta, avviò le procedure per l’attuazione dopo la notifica di quella lettera, nella correttezza necessa- delle due delibere. Ma per rendere il passaggio di consegne sione dei cinque esponenti dellemeri civici risulta invece essere il comune di Parabita aveva già rie, anzi obbligatorie. efficace bisogna registrare la presa d’atto della Regione, che opposizioni di Parabita Domani In paese non si parlavia Berta di Parabita». provveduto a «prendere atto e ad e Bene Comune. La stessa cosa, Da ciò è partita la richiesta dal 2008 chiede l’integrazione di alcuni documenti. Qualche accogliere per quanto di compe- d’altro. Già da un po’ di settimana fa è stato inoltrato a Bari quanto richiesto ed ora tenza le richieste», facendosi finora, non è avvenuta dal ver- tempo aleggiavano i so-per cercare di risolvere una vol-ta per tutte la questione che «se si attende l’atto definitivo per considerare le famiglie de “La portavoce delle istanze sia ver- sante matinese, considerato che spetti sullo svolgimento didefinitivamente chiarita, sempli- Collina” parabitane a tutti gli effetti. Nel frattempo le stes- so il sindaco di Matino che del il Consiglio comunale della città questi concorsi e qualcu-ficherebbe anche le competenze se ricevono la posta dall’ufficio postale matinese, pagano le prefetto di Lecce ai quali si era del “sole nascente” non si è an- no si era spinto anche piùsui lavori pubblici e quant’altro tasse al comune di Parabita ma votano in quello di Matino. provveduto ad inviare anche co- cora espresso ufficialmente in in là, anche se in formaabbia a che fare con la rintraccia- pia della delibera del Consiglio materia. anonima. Qualche mese fa, infatti, a tutti i consi- glieri comunali era giuntaCon l’intervento della Regione da 20 a 36 le ore settimanali per nove lavoratori Lsu una lettera non firmata in cui i nomi dei vincitori deiSocialmente utili e per più tempo Il programma di incentivazione urgente con il sindaco in modo da ot- ne ambientale, della tutela e manuten- concorsi venivano antici- pati. Basta questo esem- pio per capire il clima che si respira in paese intorno a questo delicato argo-alla stabilizzazione dei lavoratori so- tenere delle risposte concrete alla loro zione del patrimonio comunale, per la mento.cialmente utili varato per il 2011 dalla richiesta di stabilizzazione nella pianta gestione del teatro, per interventi di re- I concorsi sotto la len-Giunta regionale per i comuni con po- organica comunale. E la presa d’atto cupero e valorizzazione del patrimonio te della Procura sono due:polazione tra 5.000 e 60.000 abitanti da parte del comune della decisione re- culturale e svolgeranno il loro servizio uno per tre posti part-time(quindi nel caso di Matino) estende l’u- gionale rappresenta il primo passo che su cinque o sei giorni settimanali, a se- nella polizia municipale etilizzo orario degli Lsu fino al raggiun- potrebbe soddisfare le loro aspettative. conda delle esigenze di servizio. l’altro per quattro posti nelgimento di 36 ore settimanali. Il Comune di Matino utilizza per- Una situazione è risolta, ma tante settore amministrativo. La Giunta comunale, guidata dal sonale di qualifica Lsu sin dal 1995, e rimangono aperte e senza soluzione. I L’indagine della Pro-sindaco Giorgio Primiceri, con proprio gli oneri retributivi dei lavoratori sono lavoratori socialmente utili impiegati cura, però, sembra nonatto ha approvato la decisione di viale a totale carico della Regione e dello nella pulizia delle scuole, alcuni da ben limitarsi solo all’espleta-Capruzzi, permettendo alle nove unità Stato. Più volte nel corso del servizio sedici anni, saranno licenziati a giugno mento degli ultimi con-rimaste in servizio (delle 21 inizialmen- e degli anni si è reso necessario attivare non appena andrà in vigore la direttiva corsi, se è vero che sonote assunte nel 1995) di estendere il loro un processo di integrazione oraria e sa- 103 del ministro Gelmini che impo- stati acquisiti anche do-impiego per le mansioni alle quali sono lariale, a fronte del cospicuo contributo ne agli istituti scolastici l’onere delle cumenti riguardanti l’as-demandate, dalle attuali 20 ore setti- che gli Lsu hanno ricevuto con la loro pulizie. In provincia di Lecce già tre sunzione del responsabilemanali al massimo previsto. Non più attività lavorativa. Le nove unità conti- aziende hanno aperto le procedure di dell’Ufficio relazione contardi di qualche settimana fa gli stessi nueranno ad essere impegnate in attivi- licenziamento collettivo. Da due mesi il pubblico, che risale anove Lsu, assistiti dalle organizzazioni tà organizzate e gestite direttamente dal un presidio di Lsu è presente davanti al due anni fa.sindacali, avevano chiesto un incontro Comune nel campo della manutenzio- Magistrale di Maglie. Lsu e sindacalisti col sindaco Primiceri
  • 27. Matino 7 - 20 aprile 201126 LA ZONA EX 167 l’accordo di programma, firmato a 150mila euro di cui 2 milioni a carico SARÀ RIQUALIFICATA gennaio scorso, tra Regione Puglia della Regione. Il progetto approvato La giunta comunale ha approvato il e comune di Matino per la realiz- è stato redatto all’arch. Sandro Lisi progetto definitivo ed esecutivo per zazione del Piano integrato per amministratore e direttore tecnico la riqualificazione della zona ex 167, la riqualificazione delle periferie. della società MoArt Engineering srl, località “Sprono”. La delibera segue L’importo complessivo è di 2milioni e con sede in Lecce. A cura dell’associazione “Arco della Pietà” di Antonella Coppola La Passione va giorno e anche di notte. Questo perché la realizzazione dell’im- La passione, la morte e la re-surrezione di Gesù Cristo. Sonoquesti eventi il motivo ispirato-re della seconda edizione dellaPassione Vivente organizzata per le vie del paese ranno rappresentati la cena euca- su tutti e su tutto domina sempre ponente allestimento, com’è facilmente intuibile, richiede l’opera attenta e sapiente di una notevole quantità di persone che si adoperano alacremente perdall’associazione “Arco della l’allestimento scenografico e ristica, il tradimento, il processo, lui, Gesù Cristo».Pietà” di Matino che si svolge- per il supporto tecnico».rà il prossimo 16 aprile a par- la passione, la crocifissione, È opportuno precisare che E conclude: «L’appunta-tire dalle ore 19.30. «Si tratta la sepoltura e la risurrezione. tutti i personaggi della rappre- mento pasquale che la liturgiadi una manifestazione - spiega «Entreranno in scena - riprende sentazione saranno interpretati propone ci farà idealmente rivi-Alfredo Romano, presidente Romano - tutti i personaggi che da semplici ed anonimi cittadini, vere quella lunga serie di ore di si stagliano col peso dei loro atti «i quali - sottolinea ancora Ro- Un momento della rappresentazione dello scorso annodell’associazione - che vedrà il sofferenza e di torture che Gesùcoinvolgimento di molta par- o che si confondono coralmente mano - se da un lato evidenzie- Cristo ha vissuto». i costumi, poi, a dare un tocco sidente dell’associazione - è tut-te della cittadinanza, la quale nella folla: da una figura tragica ranno inevitabilmente uno stile Una nota di servizio. In caso come quella di Giuda ai sommi di recitazione simpaticamente particolare ai protagonisti». to un fervorìo di sarte, scenogra-coltiva l’auspicio di ripetere il di pioggia, la manifestazionelusinghiero consenso riscosso Sacerdoti Anna e Caifa, da Pila- naif, dall’altro daranno la mi- Teatro di tutta la manife- fi, costumisti, guide, attori (tutti sarà rinviata al successivo 18lo scorso anno, durante la prima to alle donne che popolano certi sura del loro entusiasmo e della stazione saranno gli scorci più rigorosamente improvvisati) i aprile, Lunedì Santo, sempreedizione della Passione». momenti della rivisitazione, fino loro disinteressata partecipazio- caratteristici del centro storico. quali stanno lavorando instan- con inizio previsto per le ore A quanto è dato sapere ver- a Maria, la madre di Gesù. Ma ne alla manifestazione. Saranno «Già da un pezzo - ricorda il pre- cabilmente e gratuitamente di 19.30 circa.Da 2005 Rosanna, per una buca, è costretta a letto o su una sedia a rotelle. Con un bambino da accudire di Mariarosaria De Lumé Ci sono storie difficili ancheda ascoltare, ancora più difficilida raccontare. Ed esserci dentroogni giorno? Non è dato sapere Questione di un attimo lascia un istante e che combat- te con lei, le dà speranza, vuole tentare tutte le strade per vedere la figlia in piedi, perché «non è giusto che questa figlia mia non abbia avuto uno straccio di pe-perché tocca ad uno e non ad unaltro subire una disgrazia, vive-re situazioni tragiche, affrontaredifficoltà di ogni genere. Succe-de e basta. Rosanna Scialpinella sua storia ci sta e la vita si capovolge riodo felice». Ecco perché ora madre e fi- glia si rivolgono alla solidarietà di tutti. Ora, finalmente, c’è una speranza che si chiama prof. Leonardo Longo, specialista in laser chirurgia e medicina pres-da oltre cinque anni,da quel 4 dicembre del Avviati due laboratori teatrali per ragazzi so l’Università di Siena. La luce che si intravede al di là del tun-2005, quando alla guidadella sua auto, vicinoTuglie,Tuglie prese in pie-no una buca e un palo. Imparare a crescere nel si concretizza in una serie di applicazioni di terapia laser. Pri- mo ciclo: venti applicazioni, in- dispensabili per valutare se è laPioveva a dirotto quel-la sera: «Non correvoe non è stato un attimo recitando insieme cura giusta. Se i risultati saranno positivi, dopo venti giorni/un mese dal primo ciclo si passeràdi distrazione» - dice - e ad un secondo di venti sedute.nello sguardo passano Completata e consegna- tedì ed il venerdì dalle 18.00 Se tutto andrà bene, ce ne saràschegge di memoria ta alla pubblica fruizione alle 21.00. I due laboratori, un terzo. Ogni seduta laser hadi quei momenti mai la struttura dell’ex mercato organizzati dalla Coopera- il costo di 200 euro, quattro aldimenticati. Non cor- coperto, oggi grazie al pro- tiva Solidarietà, dureranno giorno, quindi sono 800 euro.reva e non era distrat- getto intercomunale di inizia- fino a fine anno e troveranno Se si aggiungono le speseta, eppure è successo, tiva regionale dei “Bollenti senz’altro il favore di tanti di permanenza per Rosanna equestione di un attimo, Spiriti” trasformata in sala considerata anche la valenza la madre, ci si rende conto cheda cinque anni o a letto polifunzionale. Ora il pro- formativa . sarebbe una situazione diffici-o su una sedia a rotelle. Quello che resta dopo un incidente; questa non è la macchina di Rosanna gramma di riuso, promosso Soddisfazione per l’an- le da affrontare anche per unaPer fortuna quasi illesi dall’Amministrazione co- damento del progetto è stata famiglia con reddito medio. Egli altri passeggeri: il figlio di munale, prevede l’utilizzo espressa dall’assessore alle Rosanna e sua madre non sonoRosanna che aveva appena tre dell’importante ambito so- politiche per la famiglia e per assolutamente nelle condizionianni, un’amica e il bimbo di Occhi senza luce Le speranze ora sono ciale e culturale cittadino non l’educazione, Giorgio Toma. di affrontare queste spese. Nonquest ‘ultima. Per Rosanna, in- dicono di una odissea solo come teatro per manife- «Stiamo raccogliendo unani- c’era nemmeno l’assicurazio-vece, da quel giorno inizia una riposte in un trattamento stazioni ma anche come sede mi consensi per la nostra ini- ne per il conducente dell’auto,lunga odissea, un percorso in tra ospedali e riabilitazioni nuovo di laser terapia per lo svolgimento di due la- ziativa – dice l’assessore – e quindi nessun aiuto neanche daun tunnel solo a tratti illumina- boratori-corso di educazione per questo un ringraziamento quel versante.to dalla luce della speranza. Il al linguaggio teatrale. particolare va alle due asso- Non resta che la solidarietàverdetto è di quelli che lasciano Il primo si tiene tutti i lu- ciazioni teatrali attive in pae- di quanti vogliano cambiaresenza parola: tetraparesi spasti- viso regolari. Occhi belli, senza infatti, i suoi anni sono stati bel- nedì, dalle 15.30 alle 18.30 se, il Piccolo Teatro Matinese il corso della storia di Rosan-ca per lesione spinale C5-6. luce dentro però, perché nel mo- li, da ricordare, se non fosse per sotto la guida di Liliana Puti- e Santa Parmeta, che insieme na. Per donazioni: c/c posta- Ha solo 29 anni Rosan- mento difficile che sta vivendo la presenza di quel bambino, che no; il secondo, curato invece alla Cooperativa Solidarietà le n°79592697; IBAN-IT 03na, è una bella ragazza, capelli nemmeno i ricordi del passato ora è la sua vita e che le sta ac- da Gabriella Monteduro, tie- stanno contribuendo alla riu- Z07601 16000 000079592697.lunghi castani trattenuti da un possono servirle per consolarla. canto. O per la presenza vigile e ne impegnati i corsisti il mar- scita dei due corsi». Causale: contributo di solidarie-fermaglio, occhi scuri, tratti del Neanche prima dell’incidente, costante della madre che non la tà per Rosanna Scialpi. Detenzione e una multa ad una 62enne: riscuoteva le pensioni e si era fatta intestare i loro beni di Attilio Palma Appena cinquanta-cento Raggira i parenti: per 2 anni in carcere presente che parte delle somme sono state dissipate dalla donna condannata e non sarebbero piùeuro al mese per i bisogni più multa, oltre al pagamento delle di un immobile del valore di recuperabili. Negli atti si leggeelementari; neanche l’ombra spese processuali e il risarci- 35mila euro e il trasferimento di che la donna aveva ottenuto “in-della tredicesima, pur puntual- mento del danno in favore della 206mila euro custoditi in ban- nanzi tutto la custodia dei loromente riscossa, tanto da costrin- parte civile. ca. Completato il proprio dise- documenti e la delega per la ri-gerli a chiedere l’intervento dei Le vittime di questa brutta gno (i fatti vanno dal dicembre scossione dei loro ratei pensio-Servizi sociali comunali. La vicenda di miseria in tutti i sen- 2004-gennaio 2005 al gennaio nistici e quindi appropriandosiprotagonista di questa gestio- si, sono stati due anziani (rap- 2006), si sarebbe disinteressata della pensione... e rifiutando per-ne di beni altrui è stata ricono- presentati in aula dall’avvocato dei due anziani ai quali destina- sino il versamento della tredice-sciuta colpevole del reato di Vincenzo Mangione), di cui va, appunto, dai 50 ai 100 euro sima mensilità, appropriandosicirconvenzione di incapaci dal uno - la donna - deceduto nel al mese. – mediante donazione avvenutagiudice monocratico della Se- 2009. La coppia sarebbe stata All’erede della coppia, è sta- con atto notarile del 07.03.2005zione distaccata di Casarano raggirata dalla 62enne, non solo ta assegnata una provvisionale – dell’unico immobile di lorodel Tribunale di Lecce. Si tratta vicina di casa ma anche parente di 150mila euro e il manteni- proprietà e della somma di €di una donna di Matino, B.A., essendo moglie di un loro nipo- mento del sequestro del denaro 206.582,00, attraverso assegni62 anni (nella causa difesa dagli te. Approfittando, infatti, della depositato presso un istituto di circolari intestatile, subito ver-avvocati Giuseppe Bonsegna e confidenza esistente e delle loro credito del posto (circa 165mila sati sul conto corrente pure a leiRenata Lerose), condannata dal precarie condizioni di salute, si euro) e dell’immobile dove il intestato, ed infine ottenendo lamagistrato, dottor Tosi, a due sarebbe fatta conferire la delega vedovo vive attualmente, a ga- cointestazione di un deposito dianni di reclusione e 206 euro di Il tribunale di Casarano presso cui si è tenuto il processo per le pensioni, l’intestazione ranzia del credito. C’è da tenere € 35.000,00”.
  • 28. 7 - 20 aprile 2011 Matino 27 SICUREZZA URBANA urbana”, organizzato dall’Ammini- intervenuti Valentina Romano, av- CORSO DI FORMAZIONE strazione comunale. Si è trattato di vocato del Foro di Lecce, Giuseppe Presso la sala consiliare di palazzo un incontro di formazione aperto Carmagnini, dirigente della Poli- Marchesale si è tenuto nei giorni da una relazione di Luigi Romano zia Municipale di Prato, Massimo scorsi un convegno sul tema: “Il direttore dell’ufficio provinciale della Ancillotti, comandante della Polizia nuovo sistema integrato di sicurezza Motorizzazione Civile di Lecce. Sono Municipale di Firenze. LA SOLUZIONESuccesso fuori da ogni previsione per il corso organizzato dal Comune DELLA FEDERAZIONE E’ stato risolto il problemaIn 300 a scuola di innesti che impediva l’inizio della stagione 2011 per mancanza del numero sufficiente di squadre. Ora le quattro pugliesi (due di Matino, Taranto e Avetrana) faranno parte di un unico di Antonella Coppola girone con Catanzaro e Reggio Calabria. Accanto, l’impianto di Matino E’ stato veramente un gran-de successo il corso per innestidi piante arboree organizzatodal consigliere delegato all’A- Poche squadregricoltura e al Turismo ruraledel comune di Matino, Rocco iscritte in PugliaRomano, unitamente all’Unione e il girone oraGenerale Coltivatori. In trecen-to, infatti, vi hanno preso parte è stato accorpatocon grande entusiasmo. Il 30 marzo scorso alle 18 viè stata la consegna degli attestatidi frequenza a tutti i partecipan-ti. Come si ricorderà, il corso è Baseball, le matinesiiniziato il 14 marzo ed è finitoil 19. Le lezioni si sono tenutepresso l’auditorium del centropolivalente “Mirabilia Dei” in L’auditorium del centro polivalente “Mirabilia Dei” gremito di corsisti con le due calabresi Comincia a delinearsi la della stagione.via Custoza. Vi hanno preso dell’Unione generale coltivatori tiche agricole che ha permeato alcuni - di una delle iniziative stagione agonistica 2011 del Oggi la questione ha invece iparte, e questo è certamente im- Fabio Ingrosso. «L’impegno che da sempre i miei peculiari in- più interessanti e istruttive degli baseball. La Federazione na- contorni più chiari. È infatti ideaportante sottolinearlo, non solo zionale dello sport di mazze e della Fibs accorpare le quattro ho profuso - continua entusiasta teressi». Soddisfazione è stata ultimi anni. Speriamo che ce negli agricoltori, ma anche pro- guantoni ha vagliato il “caso compagini pugliesi “superstiti”fessionisti e pensionati che poco il promotore - nasce da un amo- espressa anche dai corsisti. «Si siano altre simili. È importante, re particolare per le problema- è trattato - hanno commentato infatti, imparare a fare al meglio Puglia” per venire incontro alle (oltre alle due di Matino anchehanno a che fare con il mondo esigenze delle società regionali Taranto ed Avetrana) in un unicocontadino, e che praticano quin- certi lavori. Non è detto che in futuro non si debba ritornare che “reclamano” un torneo di girone con Catanzaro e Reggiodi quest’hobby nel tempo libero. serie C degno di tale nome così Calabria, fino all’anno scorso Ma quali sono le motivazio- alla terra». A proposito di futu-ni che stanno alla base dell’or-ganizzazione di questo corso? Don Bosco è un musical ro, cosa bolle in pentola? «Sicu- ramente - risponde il consigliere Romano - visto il successo, con- da garantire una stagione lunga e duratura che non si esaurisca nel breve volgere di qualche do- facenti parte del raggruppa- mento calabro-siciliano. Il “di- rottamento” delle due calabresi«Essendo Matino un paese Il 26 aprile alle ore 20, la Fondazione Filograna di Ca- menica. renderebbe praticabile la disputaagricolo - spiega il consigliere tinuerò con altre attività presso La questione è ormai nota. di un torneo regolare di serie C sarano ospita “Don Bosco il Musical”, spettacolo dedicato lo sportello agricolo di cui ioRomano - si è voluto recuperare alla vita del sacerdote. Promotori dell’evento la parrocchia Più di un mese fa il ripescaggio (partenza prevista in maggio)e rivalutare la tecnica dell’in- sono il promotore. Nel ringra- in serie B del Foggia aveva pro- con sei partecipanti e con la pos- Sacro Cuore di Gesù, in collaborazione con la scuola di dan- ziare di cuore quanti hanno pre-nesto, una pratica tanto antica, vocato un vuoto nella batteria di sibilità di effettuare a metà sta-quanto “propria” delle tradizioni za “Victory Dance” di Parabita e la scuola di canto “Dove so parte al corso, voglio anche partenza del massimo campio- gione l’Intergirone con forma-contadine matinesi». c’è musica” del maestro Tony Frassanito; regia di Piero Ca- anticipare che quasi certamen- nato regionale al quale prendo- zioni marchigiane ed abruzzesi. All’apertura dei lavori stellacci. La vendita dei biglietti, disponibili presso la chiesa te ne saranno organizzati altri no parte le società matinesi degli Intanto va registrato che perhanno partecipato il sindaco Sacro Cuore al costo di 5 euro, servirà a finanziare un pro- sempre di natura agricola, sulla Angels e del Matino Baseball le due squadre di Matino si èGiorgio Primiceri, il segretario getto in Tanzania sostenuto dalla missionaria Suor Carmina, base delle eventuali richieste (ex Junior Club). Una defail- conclusa con successo la fasegenerale della Cisl Piero Stefa- originaria di Matino. che potranno venire da parte lance strutturale tale da mettere iniziale della Coppa Italia di se-nizzi e il presidente regionale della cittadinanza». a rischio anche lo svolgimento rie C.
  • 29. TAURISANO Condividi Inviaci i momenti le tue foto it a to. importanti len sa della tua za iaz e@p vita ion az 7 - 20 aprile 2011 Pag. 28 redLarea per le fabbriche ha tutti i servizi ma è in declino. Con un nuovo piano, già pronto, altri 34 lottiZona industriale, di più si puòCompito della prossima Amministrazione portare a termine lopera che può produrre lavoro di Mariarosaria De Lumé Le attività produttive costi-tuiscono uno degli indicatori piùimportanti per definire lo svilup- La svolta negli anni 90po di una città, perchè è proprioqui che si misura non solo lospirito e la volontà di iniziativa con le aziende artigianee di rischio degli imprenditori,ma anche la capacità del Comu- Taurisano rientra in un paesi condividendo i servizine di guardare avanti, progettare comprensorio industriale fondamentali e quindi realiz-e proiettarsi nel futuro privile- che ha come centro Casara- zando notevoli risparmi. Nelgiando quei settori che posso- no ma le componenti che la 1993 il progetto (commis-no qualificare e dare una cifra definiscono sono diverse. sario prefettizio Prete), vie-connotativa alla città. Le zone Moltissime sono le aziende ne varato. Acquista slancioindustriali, sorte nei centri del manifatturiere a dimensione nel quinquennio 94-98 conSalento la maggior parte negli essenzialmente artigianale e l’amministrazione Claudioultimi trenta anni, si ponevano, familiare con un numero li- Leuzzi. Con Guidano vienealmeno nelle intenzioni, l’obiet- mitato di addetti, ancora ope- rative all’interno del paese. perfezionata, tutti i lotti, unativo di fornire a piccole e medie quarantina sono assegnati.imprese un’area dove spostarsi L’ipotesi progettuale ri- sale all’Amministrazione Tre anni fa è stato preparatodai laboratori dei centri antichi, e presentato alla popolazio-un’area dotata di tutti i servizi, Stifani circa vent’anni fa. Era il periodo in cui tutti i ne un piano che prevede ilper comodità non troppo lontana raddoppiamento dell’area.dal paese ma con una viabilità Comuni si adoperavano per avere la loro zona Pip, ancora Attualmente sono allo studioaccessibile da più arterie. più ipotesi per migliorarne la Quella di Taurisano rientra lontana l’idea di creare areenelle caratteristiche comuni. produttive a servizio di più viabilità e l’accesso. Uno scorcio dellarea industriale situata sulla Taurisano-MiggianoNata all’inizio degli anni No-vanta, si compone attualmente 34 lotti di varia dimensione, perdi una quarantina di lotti, tutti as- una superficie complessiva di Si intensifica il control- dall’Ufficio tecnico comunale.segnati. I servizi, fogna, acqua,metano, Adsl, ci sono tutti, e lo sul territorio della Guar- dia di Finanza per la veri- Senza permessi: Si tratta di un fabbrica- to molto grande, di ben 230 mq 47.808, che consentiranno circa 19.123 mq di copertura.non è poco. A visitarla, però, dàancora l’idea di qualcosa di in-compiuto, forse per la presenza fica della conformità degli immobili ai permessi di sequestrati mq, distante 5 km dal mare, composto da nove stanze L’area, quindi sarebbe più che raddoppiata». Naturalmente addi qualche lotto rimasto allo sta-to embrionale e per la rigoglio- costruzione rilasciati dagli uffici comunali competenti. due immobili più accessori, con una tet- toia in legno da destinare a un raddoppio della zona, sareb- be seguito un incremento di pro- duttività e di posti di lavoro. Masa crescita di erbe spontanee. È Soprattutto nelle zone ru- mansarda. Il valore si aggi-anche vero che quello che cade rali e nelle vicinanze del mare ra intorno ai 200mila euro. non è andata così. Bisogna diresotto l’osservazione del cronista sono frequenti le rilevazioni Nella medesima zona, che la presentazione del Pianoè la proiezione della crisi che sia di abusi sia di violazioni sempre dalla Guardia di Fina- suscitò entusiasmo da parte diattraversa dappertutto il mondo vere e proprie delle norme za è stata sequestrato anche tutti, ma si è incominciato su-imprenditoriale. E’ una crisi dif- edilizie esistenti. Si tratta un altro immobile realizzato bito a fare i conti con le risorse.fusa, già in atto da qualche anno, spesso di ville, di immobili in maniera difforme dal pe- La prima difficoltà sta proprioche ha provocato la contrazione con numerose stanze, spesso messo di costruire. Si tratta di nell’esproprio dei suoli da utiliz-dei consumi e quindi la non spe- arricchiti con accessori di lus- una casa di campagna di 160 L’assessore Luca Rosafio zare che comporterebbe la spesaranza e la mancanza di coraggio so e dalla presenza di piscine. mq dal valore di 130mila euro. di circa un milione di euro, e lesul fronte degli investimenti. Se Qualche giono fa la Guar- Naturalmente i pro- Nel 2008 l’Amministrazione casse comunali non lo permet-si aggiungono poi le difficoltà di dia di Finanza ha sequestrato prietari dei due immobili Guidano diede mandato all’Uf- tono. Ci potrebbe essere un’altraaccesso al credito e gli impacci una villa a due piani, con an- (si tratta di due donne) una ficio tecnico-settore urbanistico soluzione, quella di un consor-e le lungaggini burocratiche, nesso un deposito di attrezzi 36enne al momento detenu- di redigere un piano particola- zio tra gli imprenditori. E questasi può avere il quadro comple- agricoli completamente abusi- ta presso il carcere di Lec- reggiato per l’ampliamento della potrebbe essere una via d’uscitato della situazione. Questo dal vo, in un’area di 1500 mq, in ce, e una 55enne sempre del zona industriale. Il progetto fu più realistica.versante degli imprenditori, ma un terreno agricolo destinato posto, sono stati denunciati preparato dall’architetto Anto- L’ampliamento della zona,non migliori sono le condizioni alla coltivazione di olivi. La alla Procura della Repubbli- nio Sabato e fu presentato alla quindi, rappresenta un’opportu-delle casse comunali e non solo costruzione, ancora allo stato ca di Lecce per violazione popolazione. «Nel piano - dice il nità resa ancora più appetibiledi Taurisano. E’ infatti una que- rustico, risulta difforme ri- di norme in materia edilizia. vicesindaco e assessore alle Atti- dalla viabilità che sarà resa mol-stione di risorse se lo sviluppo spetto al permesso rilasciato Continuano i controlli. vità produttive Luca Rosafio - è to più agevole da alcuni inter-dell’area industriale è fermo. prevista la realizzazione di nuovi venti già programmati. Guardia medica, ambulatorio, consultorio, centro vaccini e prelievi, riuniti in un unico centro medico Inaugurato il nuovo polo sanitario E’ stato inaugurato il nuovo Polo socio Regione Puglia» a cui hanno partecipato sanitario territoriale di Viale Rimembranze Loredana Capone, vice presidente Regione che vede unificati i servizi sociali con quelli Puglia, Antonio Maniglio,consigliere re- sanitari. Nell’immobile (l’ex asilo d’infan- gionale, Paola Ciannamea, Commmissario zia ”Lopez y Royo” recuperato e ristruttu- straordinario ASL di Lecce, Franco Sanapo, rato con fondi comunali e dell’Asl) trovano direttore sanitario ASL di Lecce, Luigi De ora posto guardia medica, centro prelievi e Francesco, direttore del distretto socio sani- vaccinazioni, consultorio, e gli ambulatori tario di Casarano, i medici della “Medicina di medici di medicina generale. di Gruppo” presidente e sindaci dell’Ambito Le esigenze sociosanitarie dei cittadini territoriale sociale di Casarano. trovano nella nuova struttura la risposta giu- Attualmente, quindi, i cittadini possono sta. E’ proprio al sistema integrato di servizi contare su un’assistenza medica 24 ore su che ora si orienta il mondo della sanità perché 24 perché la guardia medica assicura la pre- si tratta non solo di rendere la vita più facile senza notturna e nei festivi. Il centro prelievi ai cittadini, ma anche di razionalizzare, fina- è aperto luneì, mercoledì e venerdì mattina. lizzare al meglio le risorse ottenendo risulta- Cinque medici di base, Colona, De Benedic- ti di qualità. E’ quanto stato messo in rilievo tis, Maglie, Nuzzello, Scorrano dispongono nella conferenza dibattito che ha preceduto di un ambulatorio. Per il futuro si sta lavo- il taglio del nastro: «L’assistena distrettuale rando perché trovino posto anche i mediciLa vicepresidente della Regione Puglia e il sindaco tagliano il nastro territoriale nelle politiche della salute della specialiti.
  • 30. 7 - 20 aprile 2011 Taurisano 29 MAGICA DOMENICA aperta, giochi per tutti, animazione, ghi e ciarlatani”, la compagnia di ALL’ARIA APERTA spettacoli. Una buona occasione danza “Charlye Dance”. Si è potuto Il Movimento giovani taurisane- per uscire fuori casa e divertirsi in assistere anche alla sfilata di moda si nei giorni scorsi ha organizzato compagnia come spesso succedeva a cura di “Senex abbigliamento”. La “Magic Sunday”, presso l’anfiteatro nel passato. Si sono esibiti gli artisti giornata si è conclusa con il concerto comunale, una giornata all’aria di strada “Compagnia dei girova- del gruppo “I malarazza”.La traslazione del corpo di Mirella Solidoro Approvato un progetto di servizio civileDal cimitero in chiesa Un “delfino” per aiutareattraverso le vie del paese i ragazzi più sfortunati Ora è davvero tutto pron- e seguirà il seguente percorso: “Come un delfino”. Ha un l’evasione scolastica e prevenireto per il gran giorno, venerdì Piazza Fontana – Via Verdi – titolo davvero singolare il pro- il disagio migliorando, quindi,8 aprile, in cui i resti mortali Via Cadorna – Via Silvio Pellico getto approvato dalla Giunta la qualità della vita. Il progettodi Mirella Solidoro saranno – Via Donizetti – Via Macchie. comunale che prevede l’impie- conta anche sulla sinergia con iportati nella chie- È prevista una gran- go di 4 giovani in- servizi sociali terri-sa dei SS. Martiri de affluenza di folla teressati al Servizio toriali. Sono previstiGiovanni Battista e proveniente non civile volontario. Ce interventi in classe alMaria Goretti (foto) solo dal Taurisano e lo spiega l’assesso- mattino per i minorie deposti nel bianco dai paesi vicini, ma re Ciurlia. (foto) «Il che hanno difficoltàsarcofago collocato anche da fuori pro- delfino è contro tutte di apprendimento ea sinistra della por- vincia e dalle città le gabbie che impri- nel pomeriggio pres-ta d’ingresso della del Nord. Sono sta- gionano, è un ani- so le famiglie. I vo-chiesa. Già da tem- ti molti, infatti, che male libero, gioioso, lontari da impiegarepo l’evento era stato hanno conosciuto la rompe le reti per fare sofferenza di Mirel- nel progetto sono 4,anticipato anche da uscire gli altri pesci.due comunicati, uno la e che da lei hanno per trenta ore setti- Vogliamo che questo manali per sei giorni.del vescovo, mons. attinto la forza, a progetto aiuti i ra- Si richiede laurea inAngiuli, e l’altro del loro volta, di andare avanti e affrontare le gazzi più fragili a su- scienze dell’educa-presidente del comi-tato spontaneo per la difficoltà. Basta na- perare le difficoltà». zione o Scienze so-canonizzazione di vigare nel sito dedi- E’ orientato infatti ciali, oppure diploma di scuolaMirella Solidoro, dott. Ivo Fra- cato a Mirella e leggere le testi- ai minori segnalati dalla scuola secondaria di 2 grado ad indi-casso. monianze. Dopo il corteo ci sarà e dai servizi sociali perché supe- rizzo tecnico dei servizi sociali Ora il programma è stato la concelebrazione eucaristica rino difficoltà di socializzazione o psico pedagogico. Tempi deldefinito nei particolari. Il corteo presieduta dal vescovo, mons e di apprendimento. L’obiettivo progetto: da settembre 2011 apartirà alle ore 17 dal cimitero Vito Angiuli. immediato è quello di ridurre giugno 2012. A tutto campo le operazioni della Protezione civile “Taurus”; l’ultima a L’Aquila Con la forza di un Toro di Rocco Schiavano ne Civile di Taurisano hanno prestato servizio in favore dei Protezione Civile è sinoni- cittadini del Comune di Molinamo di prevenzione, soccorso, Aterno, provincia dell’Aquila,ripristino; è un complesso di dal 15 al 31 maggio 2009, unattività che mirano alla sicurez- intervento coordinato diretta-za dei cittadini ma è anche una mente dalla Regione Puglia».straordinaria opportunità di par-tecipazione per gli stessi cittadi-ni. E l’associazione di volonta- Aiuto ai terremotati, spegnimento incendi ma anche feste L’impegno associativo è totale, nel senso che gli interventi ri- guardano anche lo spegnimento l’esperienza e con il tempo, leriato Protezione Civile “Taurus” competenze sono state sempre di incendi, come è accaduto perdi Taurisano si cala perfettamen- più perfezionate, ed oggi Tauri- 15 giorni nel territorio del Gar-te in questo tipo di descrizione e gano, ma anche il trasporto dirappresenta da oltre 16 anni un sano può vantarsi veramente di pazienti, effettuato con l’Ambu-punto di riferimento importante poter contare su uomini e mezzi lanza in dotazione, spesso anchenon solo per il territorio tauri- affidabilissimi e preparati. fuori dalla nostra Regione. Disanese ma per l’intero compar- Protezione Civile non signi- particolare rilevanza è l’attivitàto a cui fa riferimento. È nata fica solo feste e sagre, ma anche di sensibilizzazione svolta nellenel 1994, dal 1996 è iscritta al viabilità, ordine pubblico, pron- scuole di Taurisano, dove ai ra-Registro Regionale delle Orga- to intervento, primo soccorso, gazzi sono stati distribuiti deglinizzazioni di Volontariato e, dal mobilitazione vera e propria opuscoli informativi. Nel 20101999, nell’elenco delle Orga- quando, purtroppo, si assiste l’Associazione ha sottoscrittonizzazioni di Volontariato del ad eventi catastrofici, quale si un protocollo d’intesa con laDipartimento della Protezione è rivelato il terremoto che ha Regione Puglia, riguardante laCivile. Conta ben 64 iscritti, colpito L’Aquila e le altre zone disponibilità ad intervenire a20 dei quali soci “sostenitori”, dell’Abruzzo. «Il 6 aprile 2009 supporto del Corpo Forestalementre i restanti possono essere – ci dichiara Luigi Vanini, presi- dello Stato per ciò che concerneconsiderati tutti operativi, tutti dente da 10 anni, - la nostra As- la prevenzione, l’avvistamentovolontari pronti ad essere coin- sociazione venne allertata dalla e lo spegnimento di piccoli evolti nelle più svariate inizia- Prefettura di Lecce e dalla sede medi incendi. Un altro aspettotive. È interessante soprattutto operativa della protezione civile gratificante dell’Ass. “Taurus” èla quantità degli interventi che della Regione Puglia. Inizial- quello relativo alla propria sede,annualmente l’Associazione è mente siamo stati costantemente sita a Taurisano alla Via San Pio,chiamata a svolgere: in ambito impegnati nella raccolta di beni tecnologicamente attrezzata,comunale, ma anche in quello di prima necessità, sia alimentari alla dotazione di un parco auto-intercomunale, perché spesso le che materiale scolastico per gli mezzi con due ambulanze, duedirettive provengono dalla Pro- studenti e capi di abbigliamen- mezzi antincendio, un’auto me-vincia, dalla Prefettura di Lecce, to. Tutto quanto raccolto è stato dica e una macchina di servizio.dal Comando dei Vigili del Fuo- trasportato dalla nostra Associa- Per informazioni è pos-co e del Corpo Forestale dello zione nei depositi del Comune sibile telefonare al numeroStato. Alla quantità l’Associa- di Gagliano Aterno, in provincia 0833.623965 o scrivere alla ca-zione “Taurus” fa corrispondere di Sulmona. Successivamente, sella di posta elettronica pctau-altrettanta qualità, perché, con otto operatori della Protezio- I volontari della “Taurus” tra i terremotati di Molina Aterno rus@libero.it . XI edizione del Gran Premio Europeo della musica “Mendelssohn Cup” Si è svolta a Taurisano damercoledì 30 marzo a domenica3 aprile 2011, organizzato dall’I-stituto Pianistico Superiore “F. Per 5 giorni altra musica in paese cia di Lecce, di Le.De. e Merico ne del maestro Ippazio Ponzetta, vani talenti, che hanno animato e Ippazio Ponzetta, direttore arti- sago (Bs) ed Enrico Baldassarre, docente e concertista di Lecce. Vincitrice assoluta della edi- zione 2011 del Gran Premio èB. Mendelssohn” di Taurisano, Pianoforti, con la partecipazione ha avuto, infatti, ancora una volta la scena locale offrendo il meglio stico dell’evento. stata la pianista ucraina Caterynal’undicesima edizione del Gran di 110 giovani musicisti prove- il meritato riscontro: iscrizioni al del proprio repertorio. Nella giuria delle sezioni Levchenko, mentre il premio spe-Premio Europeo della Musica Gran Premio made in Taurisano A presiedere la giuria della strumentali, il maestro Ionescu ciale del pubblico è stato assegna-“Mendelssohn Cup”. nienti da ogni parte del pianeta. sono pervenute da Brasile, Boli- sezione pianistica è stato chia- L’impeccabile organizzazio- era affiancato, invece, dai maestri to ex aequo al violinista croato T. La manifestazione ha avuto via, Germania, Francia, Svizze- mato quest’anno il maestro ro- Salvatore Stefanelli del Conser-luogo nella sala consiliare di via Emanuel Galic e al duo di piani- ra, Croazia, Romania, Ucraina, meno Pavel Ionescu, al quale si vatorio salentino, Livio Bollani,De Gasperi e si è svolta con il Mendels- Corea del Sud, Cina, Giappone, sono affiancati i maestri Corrado sti svizzeri Samuel Yuka e Fried sohn: a lui concertista e docente di Pavia, Munehisa.patrocinio, il contributo e la col- è intitolato oltre che da un po’ tutte le regioni De Bernart del Conservatorio dilaborazione del Conservatorio il concorso italiane. Lecce, Filippo Arlia dell’Istitu- Annamaria Manicone del Con- Il premio “Mozart”, riservatodi Musica “T. Schipa” di Lecce, interna- Di colpo, il centro storico di to Superiore di Studi Musicali servatorio di Lecce, Ugo Merico, al più giovane finalista, è stato as-dell’Associazione musicale “Gio- zionale di Taurisano, nella cinque giorni di “Tchaikovsky” di Nocera Torine- docente e concertista di Lecce, segnato al fisarmonicista cosenti-conda De Vito” di Pulsano, della Taurisano musica, è stato invaso da una “va- se (Cs), Luca Torrigiani docente e Antonella Landuci dell’Associa- no Fausto Credidio.Città di Taurisano, della Provin- riopinta” rappresentanza di gio- concertista di Lamporecchio (Pt) zione musicale “Mousa” di Gus- RS
  • 31. Taurisano 7 - 20 aprile 201130 LA FANFARA DEGLI ALPINI rinnovare lo spirito di unità che deve concerto della Fanfara della Brigata PER L’UNITÀ D’ITALIA essere il collante di tutti gli italiani, alpina “Taurinense” in Piazza Unità Continuano le manifestazioni per ce- dovunque si trovino. L’Amministra- d’Italia. Grande entusiamo e af- lebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia. zione Comunale in collaborazione fluenza di pubblico come avviene di Spettacoli teatrali, presentazioni di con il Gruppo Alpini “Salento” ha solito quando si esisbisce la Fanfara libri, conferenze, concerti mirano a organizzato nei giorni scorsi un degli Alpini. PROTAGONISTIUltimi concitati Dall’alto: Romeo Sabato, portavocemovimenti della Sel confluita nel movimento “Tau- risano domani-Laper coalizioni, Sinistra”; Antonio Montonato, segre- tario de “La città”liste e sgambetti vicina ad Alfredo Mantovano; Marco Rizzello, coordinato- re del Pdl di Mariarosaria De Lumè Polemica chiusa Non c’è più molto tempo,entro il 15 aprile tutti i giochidevono essere fatti: candidati Il ministerosindaci, coalizioni, liste, pro-grammi. Tutta la liturgia cheaccompagna ogni elezione am- si esprime:ministrativa. A pochi giorni,quindi, dal nastro di partenza,la situazione sembra delinea- concorsi okta, anzi, sembrerebbe delineata Si è quasi concluso ilperché mai un condizionale è contenzioso sui concorsitanto d’obbligo quanto nel caso e le assunzioni comuna-di elezioni politiche. Gli addet- li avviato dai consiglieri Una sola certezza:ti ai lavori sanno che tutto può comunali del Pdl, Marioessere ribaltato anche poche ore Manco, Bruno Scarlino eprima della chiusura delle liste. Gianni Liuzzi, che aveva- Il centrodestra sta lavoran- no chiesto l’annullamentodo per definire la coalizione della delibera in quantoma non sembra sciolto ancora adottata in violazione del-il dilemma che riguarda il mo- la Finanziaria. Il prefetto il Pdl ha Rizzellovimento politico “La città” che di Lecce ha comunicatofa capo al neo dimissionario che il ministero dell’Inter-sottosegretario Alfredo Man- no ritiene che «L’atto se-tovano. Il segretario locale del gnalato non presenta queimovimento, Antonio Montona- caratteri di straordinarietàto, mantenendo la sua posizione che giustifichino l’atti-critica verso il Pdl, parla della Il Pd, da parte Il coordinatore del Partito Taurisano domani-La sinistra, come condizioni pregiudiziali, sua, sfumata la coalizione con vazione delle procedurenecessità di arrivare ad una lista della libertà, Marco Rizzello, in cui sono confluiti Sinistra, sono rimaste tali per tutto questo previste dall’art.138 delcivica «Dobbiamo spogliarci dice che al momento c’è una Ecologia e Libertà, Socialisti e periodo finché nei giorni scorsi le forze di sinistra tradizional- decreto 267/2000», cioèdi qualunque colore politico ed situazione di stallo. Continua- membri della società civile ,ave- «le nostre richieste non sono mente alleate, ha aggregato la facoltà “ in qualunqueindossare il nostro colore, il co- no gli approcci per la coali- vano posto fin dall’inizio delle state accettate - dice Romeo l’Italia dei Valori, l’Udc, i So- tempo, di annullare, d’uf-lore del nostro paese. Occorre zione ma «l’unica cosa certa condizioni irrinunciabili: niente Sabato, portavoce della Sel - e cialisti, i Comunisti italiani. Un ficio o su denunzia, sentitoricostruire Taurisano partendo è il nostro candidato sindaco: contaminazione con candidati quindi le trattative con il Pd si documento è ora al vaglio di il Consiglio di Stato, glida una lista civica, composta da l’ingegnere Luigi Rizzello» che nel passato hanno avuto a sono interrotte. “Taurisano do- queste forze con l’ipotesi di al- atti degli enti locali vizia-una nuova e giovane classe poli- Nel centrosinistra si registra che fare con la destra, e cambio mani la Sinistra” farà una lista largare ancora la coalizione in- ti da illegittimità”. Restatica, preparata ed onesta, perché la rottura tra il Pd e i partiti di generazionale che tradotto ope- con Rifondazione comunista. torno ad un progetto riformista. aperta la questione dellal’onestà non ha bandiere o schie- sinistra, suoi tradizionali alleati rativamente significa il divieto Sarà una lista alternativa sia al I passi successivi riguarde- spesa su cui si dovrà espri-ramenti politici» Ma sarà una li- nella coalizione. Rifondazio- di entrare in lista a chi ha già PDL sia al Pd». E questo, per ranno la scelta del candidato sin- mere la Corte dei conti.sta civica con il Pdl oppure no? ne comunista e il movimento alle spalle due legislature. Poste ora, sembra un punto fermo. daco e il programma elettorale. Lo United vince con largo anticipo il campionato ed ora chiede più sostegno «I tifosi tornino allo stadio» Il girone C del campionato di Terza Cate- goria ha avuto un’unica squadra leader, non un discreto riscontro in termini di presenza allo stadio. Per questo vogliamo continuare risano. Il progetto è stato determinante, per- ché si sta puntando moltissimo sul settore ci sono stati avversari in grado di mantenere ad essere ambiziosi, perché, a questo punto, giovanile, che per la nostra realtà è di fonda- il passo dell’Asd United Taurisano, capace l’ambizione è doppia: vincere e riavvicinare mentale importanza. Tanti talenti taurisanesi di vincere con ben cinque turni di anticipo. il grande pubblico al calcio taurisanese». si perdono per strada, ebbene, noi vogliamo Una sorta di record, una cavalcata perenne- A guidare l’assolo dello United c’è sta- valorizzarli e fare in modo che questi talenti mente in testa con la passione e con la pro- to mister Piero Orlando, che, per la seconda si sentano partecipi dello sport della propria fessionalità che caratterizza il sodalizio gui- volta, ha saputo vincere il campionato e fare città. Non a caso, la nostra formazione Ju- dato dal presidente Daniele Sabato che già, così il salto di categoria. Gli chiediamo se si niores ha vinto il proprio campionato, al- per il futuro, ha le idee chiare: «Vogliamo è trattato di una vittoria annunciata: «Non è trettanto stanno per fare anche gli Allievi e i migliorarci ancora, già dalla prossima sta- mai facile confermare i pronostici della vi- Giovanissimi, il che significa che da queste gione agonistica, perché il nostro program- gilia, nel calcio, si sa, nulla è dato mai per parti si può lavorare bene ed ottenere risul- ma è a largo raggio, non vogliamo fermarci certo. Non si vince se non c’è un’adeguata tati agonistici di assoluto valore». ma continuare a vincere, consapevoli che organizzazione e soprattutto se non c’è un A proposito di giovani talenti un posto non sarà facile, perché gli avversari saranno progetto sportivo al quale fare riferimento e in prima fila va sicuramente riservato al sempre più competitivi. Vogliamo riportare le persone giuste, come ad esempio Marco bomber Antonio Leuzzi, autore in Terza Ca- il grande pubblico allo stadio. Il passato del Marzo. Dopo l’esperienza vissuta l’anno tegoria di sei reti in sette match e nel cam- calcio taurisanese è stato prestigioso, per cui scorso con Totò Ciullo a Tricase, ho avuto pionato Juniores di 14 centri in nove gare. E’ i tanti delusi di quanto accaduto l’anno scor- delle proposte importanti, ma una sorta di lui il futuro del calcio granata: «Sono con- so hanno preferito allontanarsi dalle vicende debito di riconoscenza verso il presidente tento: due campionati vinti, Terza CategoriaAntonio Leuzzi e Marco Preite calcistiche locali. Tuttavia, devo dare atto Sabato mi ha convinto a sposare ancora una e Juniores, speriamo di poter continuare su che il pubblico ha comunque risposto con volta la programmazione dello United Tau- questi ritmi anche in futuro». RS UNA SQUADRA DI PRIMO PIANO A sinistra, il presidente della United Taurisano, Daniele Sabato che promette miglioramenti per la prossima stagione «consapevole che non sarà facile, perché gli avversari saranno sem- pre più competitivi ma noi vogliamo riportare il grande pubblico allo stadio». A destra, mister Piero Orlando che ha vinto per la seconda volta il campionato riuscendo a fare il salto di categoria. Scommette sul settore giovanile e sui talenti da scoprire. Tra questi il bomber Antonio Leuzzi
  • 32. 7 - 20 aprile 2011 Utilità 31 NUMERI UTILI malaugurate emergenze. Non è sta- una abitazione privata!). Pertanto, E PER LE NECESSITÀ to facile metterle insieme e neppure per rendere quanto più perfetto Ecco le coordinate per chi avesse bi- verificarne l’efficacia nel concreto possibile questo servizio pubblico, vi sogno di contattare enti, uffici, servizi (in un caso di indirizzo di un servizio chiediamo di segnalarci eventuali sanitari e non. Naturalmente ci sono pubblico con tanto di brochure il difficoltà ed errori. Ve ne saremo e anche le indicazioni per eventuali numero stampato corrispondeva ad ve ne saranno grati gli interessati. Gallipoli 0833 330945 (Via S. Giuseppe) Matteotti, 19; Comando Stazione e Compagnia Carabinieri: 0833 516200 Matino: Monastero Anna, 0833 506366, Via Roma, 317; TundoAcquedotto: 0833 264711 Tenenza Guardia di Finanza: 0833 501257 Alessandro, 0833 506093, Via Roma, 148.Agenzia delle dogane: 0833 266116 Guardia medica: 0833 504117 Sannicola: Caputo Antonio, 0833231022, Via Roma, 1; FarmaciaAgenzia delle Entrate: 0833 262554/266274/266494 Municipio: 0833 514111 fax 0833 512103; sito ufficiale: www. del Popolo di Lazzari Elda & Conte Artur, 0833 231205, Via dellaCapitaneria di Porto: 0833 263924/266862 comune.casarano.le.it; E-mail: info@comunedicasarano.com; Repubblica, 33; Fonto’ Giuseppe, 0833 233844, Via Gallipoli, 63.Centro per l’impiego: 0833 261766/261145 PEC: comune.casarano.le@pec.rupar.puglia.it Casarano: Casciaro Claudio, 0833 502158, Piazza Diaz, 12;Comando Compagnia Carabinieri: 0833 267400 Polizia municipale: 0833 502211; E-mail: poliziamunicipale@ Congedi Rosario, 0833 504174, Viale Francesco Ferrari, 43/d;Guardia di Finanza, Compagnia: tel/fax 0833 266112, comunedicasarano.com Farmacia Cooperativa di Casarano, 0833 502051,Via DanteSezione operativa navale tel/fax 0833 266281 Ospedale Ferrari: centralino 0833 508111 Alighieri, 2; Petracca Maria Concetta, 0833 332025, Via Alpestre,Guardia medica: 0833 266250 Poste italiane: 0833 334011 41; Farmacia Stea Antonio, 0833 502026,Via Solferino, 18.Municipio: 0833 26 0111 /263130 fax 0833260279; sito ufficia- Pronto soccorso: 0833 505204 Tuglie: Gabellone Leonardo, 0833 596006, Via Plebiscito, 15;le: www.comune.gallipoli.le.it Ufficio postale: 0833 591498 Guidotti Alberto, 0833 596155, Via XXIV Maggio, 165.Museo: 0833 264224 Taurisano: Eredi dott. Giovanni Verardi, 0833 622229, CorsoOspedale S. Cuore di Gesù: 0833 270111 Distretto socio sanitario - Poliambulatori Vanini, 14; Orlando Ippazio Stefano, 0833 622053, Corso Um-Polizia municipale: 0833 275545 fax 0833 275546 CUP Centro unificato prenotazioni: 0833 508521 berto I, 252; Palese Rosalba, 0833 622796, Corso Mazzini, 125Polizia: 0833 267711 Poliambulatorio di Casarano: 0833 508529; Parabita: Giannelli Vincenzo, 0833 593073, Via Ferruccio, 5;Pronto soccorso: 0833 273787 Campimetria: 0833 508501, dal lunedì al venerdì ore 8-12, Petruni Lina, 0833 593480, Via Impero, 49Protezione civile: 0833 201354 martedì e giovedì ore15-18. Cardiologia: 0833 508529, dal lunedìGuardia costiera: 0833 26 6862 al venerdì ore 8-12; martedì e giovedì ore 15-17. Dermatologia:Ufficio postale Centro: 0833 267511 0833 508437, lunedì, martedì, mercoledì ore 8-12. IMPORTANTE: Per conoscere la farmacia di turno bastaUfficio postale via Genova 0833 261776 Neurologia: 0833 508509 dal lunedì al venerdì ore 8-12, mar- inviare un Sms con la scritta «farmacia di turno» e il nomeVigili del Fuoco: 0833 202222 tedì e giovedì ore15-17. Oculistica: 0833508502, dal lunedì al della località a cui si è interessati al numero gratuito venerdì ore 8-12, martedì e giovedì ore 15-18.Odontoiatria: 0833 333 8888 188 e nel giro di 30 secondi sul display del cellulareDistretto socio sanitario - Poliambulatori 508534 dal lunedì al venerdì ore 8-12, martedì e giovedì ore 15-17. comparirà il nome, il numero di telefono e l’indirizzo dellaCUP Centro unificato prenotazioni: 0833 270272/0833 270271, Ortodonzia: 0833 508534 dal lunedì al venerdì ore 8-12, martedì farmacia aperta più vicina.dal lunedì al venerdì ore 8.15-12; martedì e giovedì ore15.30-18. e giovedì ore 15-17. Otorino: 0833508566, dal lunedì al vener-Poliambulatorio di Gallipoli 0833 270270 fax 0833 264053. dì ore 8-12, ore martedì e giovedì 15-17. Pneumologia: 0833Cardiologia: 0833 270208, lunedì e mercoledì ore 8.30-14. 508300 dal lunedì al venerdì ore 8-12 martedì e giovedì ore 15-17.Dermatologia: 0833 270205, lunedì e mercoledì ore 8.30-14. Protesi dentale: 0833 508534 dal lunedì al venerdì ore 8-12, mar- Trasporti Fse TreniGastroenterologia: 0833 270207, lunedì ore 9.30-13.30. Endocri- tedì e giovedì ore 15-17. Reumatologia: 0833.508437 giovedìnologia: 0833 270204, dal lunedì al venerdì ore 8.30-14; giovedì ore 15-18, venerdì ore 8-14 Casarano-Gallipoli :p.7.16 a. 8.06; p. 7.35 a. 8.01; p. 8.17ore15-18. Fisiatria: 0833 270202, lunedì ore 8-13. Medicina Consultorio familiare: tel-fax 0833 508312 a. 8.42; p 8.19 a. 9.10; p. 10.10 a. 10.35; p. 10.41 a.dello sport: 0833 270203, martedì e giovedì ore 8-14. Neurologia: Centro di salute mentale : 0833 508425 / 0833.501314 Fax: 11.33; p. 11.42 a. 12.07; p. 12.55 a. 13.20; p. 13.32 a.0833 270202, mercoledì e venerdì ore 8.30-14. Oculistica: 0833 0833 512324 13.58; p. 13.17 a. 14.09; p.14.20 a 14.45; p. 14.05 a. 14.52;270207, martedì ore 8-13; mercoledì ore 8-14; venerdì ore 8-14. Sert-Servizio tossicodipendenze: 0833.508425 / 0833.501314 p.15.41 a. 16.06; p. 16.47 a. 17.12; p. 17.17 a. 17. 56; p.17.07Otorinolaringoiatria: dal lunedì al venerdì ore 9-13. Ortopedia: fax: 0833 512324 a. 17.59; p. 18.53 a 19.15; p. 19.16 a. 20.05.0833 270202, martedì e giovedì ore 8-14/15-18. Pneumologia: Dipartimento prevenzione: Servizio Igiene Pubblica Gallipoli –Casarano: p. 5.44 a. 6.09; p. 6.43 a. 7,08; p. 7.360833 270275, martedì ore 8-14/15-18; mercoledì ore 8-14; giove- 0833.505253 – 0833 502101 a. 8.02; p. 9.15 a.9.40; p. 10.45 a. 11.10; p. 12.26 a.12.51; p.dì ore 8-14. Ufficio Veterinario tel.fax 0833 513283 13.33 a. 13.59; p. 15.00 a. 15,25; p. 16,19 a.16.44; p.18.05Centro Prelievi: 0833 270201, martedì, giovedì, venerdì ore Ufficio convenzioni: 0833 508533 a.18,308-9.30. Gallipoli- Lecce: p. 6.18 a. 7.28; p. 6.44 a. 7.42; p. 7.24 a.Consultorio familiare-Assistenza psicologica: dal lunedì al vener- Parabita 8.29; p. 8.26 a. 9.31; p. 9.25 a. 10.29; p. 10.56 a.11.52; p.dì, ore 8.30-13.30; martedì e giovedì ore 15.30-17.30. Ostetricia: 12.23 a. 13.29; p. 13.28 a.14.30; p. 14.14 a. 15.19; p. 15.46 a.dal lunedì al venerdì, ore 8.30-13.30; martedì e giovedì ore 15.30- Carabinieri: 0833 593010/595790 16.48; p.17.17 a. 18.23.17.30. Ginecologia: 0833 270813/0833 270814, martedì ore Centro Prelievi: venerdì ore 7.45-10 Lecce –Gallipoli: p.6,19 a.7.21; p. 6.56 a. 8.06; p.7.58 a 09.10;8.30-13.30; 15.30-17.30; venerdì ore 8.30-13,30. Guardia medica: 0833 594389 p.9.43 a.10.43; p. 10.34 a.11.36; p. 11.56 a.12.46; p. 13.00Ufficio integrazione socio-sanitaria: 0833 270223/0833 270824, Municipio: 0833 593277; Sito ufficiale: www.comune.parabita. a.14.09; p. 13.41 a.14.52; p. 14.32 a. 15.30; p.16.53 a.17.59;dal lunedì al venerdì ore 8-14; giovedì ore 15-18; le.it; E-mail: info@comune.parabita.le.it p. 17.56 a.18.51; p.18.57 a.20.05; p.21.04 a.22.05.Ufficio mobilità internazionale: 0833 270821/0833 270822, dal Polizia municipale: 0833 593109 Casarano-Lecce: p.6.10 a.7.28; p.6.10 a.7.42; p.7.16 a.8,29;lunedì al venerdì ore 9-12. Ufficio protesi: 0833 270825, martedì Protezione civile: 0833 281293 p.8.19 a.9.31; p.9.20 a.10.29; p.10.10 a.11.52; p.10.41 a.11.52;ore 9-12; giovedì ore 9-12/16-18. Ufficio postale: 0833 595421 p.12.13 a.13.29; p.12.55 a.14.30; p.13.17 a. 14.30; p.14.05Ufficio relazioni con il pubblico: 0833 270273, dal lunedì al a.15.19; p.15.39 a. 16.48; p. 16.47 a.18.23; p.17.07 a.18.23;venerdì ore 8-14; giovedì ore 16-18. Matino p.19.16 a.20.27; p.18.53 a.20.27Ufficio convenzioni: 0833 270280, dal lunedì al venerdì ore Lecce- Casarano: p.7.58 a.9.17; p.9.43 a.10.56; p.9.43 a.11.10;8.30-12; martedì e giovedì ore 16-18.. Carabinieri: 0833 507790 p.10.34 a.11.35; p.13.00 a.14.15; p.14.32 a.15.38; p.16.53 a.18.07;Servizio veterinario: 0833 264425. Sert: 0833 264827 Guardia medica: 0833 506361 p. 18.57 a.20.12. Municipio: 0833 519515 fax 0833-519531; Sito ufficiale: www. Alezio comune.matino.le.it; e-mail: info@comune.matino.le.it Pullman Fse Polizia municipale: 0833 506557Carabinieri 0833 281010 – 282560 Protezione civile: 330 413006 Casarano- Gallipoli: p.6.35 a.7.40; p. 655 a.7.50; p.6.55 a.7.55;Centro Prelievi: venerdì ore 7.45-10 Ufficio postale: 0833 305611 p.7.25 a.8.05; p.7.25 a. 8.05; p.7.25 a.8.05; p.13.50 a.14.55Guardia medica 0833 281691: numero verde:800456361 Gallipoli-Casarano: p.13.30 a. 14.25; p.13.30 a. 14.40; p.13.30Municipio: 0833 281020- 282074; fax: 0833 282340; Sito uffi- Taurisano a.14.40; p.14.25 a.15.25; p.14.25 a.15.25; p.14.40 a. 15.40ciale: www.comune.alezio.le.it; e- mail: resputc.comune.alezio@ Gallipoli-Lecce: p.6.20 a.7.35 (zona industriale); p. 6.45 a.pec.rupar.puglia.it Biblioteca: 0833 621964 7.45 (Largo vittime del terrorismo); p.6.50 a. 7.55 (Largo vittimeMuseo messapico e Biblioteca comunale: 0833 282402; e- Carabinieri: 0833 622010/ 623535 del terrorismo) p.7.50 a.9.25 (Largo vittime del terrorismo) p.13.30mail.: bibliotmuseo@alice.it Consultorio familiare: 0833 625967 a.14.45; p.14,25 a.15.45; p.15.20 a.16.45Polizia municipale: 0833 281121 Guardia medica: 0833 622386 Lecce- Gallipoli: p.6.30 a.7.50; p. 12.00 a. 13.15 p. 13.00Protezione civile: 0833 281293 Municipio: 0833 626411; Sito ufficiale: www.comu- a.14.25 p. 13.10 a. 14.30 p. 14.10 a. 15.15 p. 17.10 (zonaUfficio postale: 0833 281024 ne.taurisano.le.it; E-mail: info@comune.taurisano.le.it industriale);p.18.25 a. 19.00 a. 20.40 Polizia municipale: 0833 622014 Lecce- Casarano: p.6.10 a.8.20; p.12.20 a.13.35; p. 14.10 Sannicola Protezione civile: 0833 623965 a.15.40 Ufficio postale 0833 626311 Casarano- Lecce: p.6.20 a. 7.55; p. 7.50 a. 8.55; p.13.50Guardia medica: 0833 231641; numero verde:8004565 a.15.30 p. 14.20 a. 16.00Municipio: 0833 231430 fax 0833 233713; Sito ufficiale: www. Emergenzecomune.sannicola.le.it E-mail: segretariogeneralesannicola.le@ Pullman Stppec.rupar.puglia.it • 112 - CarabinieriPolizia municipale: 0833 231430 • 113 - Polizia - Soccorso Pubblico Gallipoli- Casarano: Sab. p.7.10 a. 8.10; L/V p.7.10 a.8.10Ufficio postale: 0833 232163 • 114 - Emergenza infanzia (Telefono Azzurro) Casarano- Gallipoli: L/S p. 13.40 a. 14.40; L/S 12.45 a.13.30; • 115 - Vigili del fuoco Gallipoli-Lecce: p.4.25 a. 5.40; p.12.10 a.13.35 (a settimane Tuglie • 116 - Soccorso stradale alterne); L/V p.6.20 a.7.25; p.5.55 a. 6.40; L/S p.7.20 a. 8.24 • 117 - Guardia di Finanza - Pronto intervento (Fiorini) ; L/S p.8 a.9.04 (Fiorini ); L/V p.13.35 a. 14.39Centro Prelievi: mercoledì 7,45-10 • 118 - Emergenza sanitaria Lecce-Gallipoli: L/V p.14.15 a.15.30; L/V p.22.15 a.23.30; (aGuardia medica: 0833 596663 • 118 - Guardia Medica settimane alterne);L/V p.16.30 a.17.40; L/V p.15.20 a.16.15; L/SMunicipio: 0833 596521 fax 0833 597124 Sito ufficiale: • 1530 - Soccorso in mare - Guardia Costiera Fiorini p.12.25 a. 13.29; L/S Fiorini p.13.35 a.14.39; L/V Fioriniwww.comune.tuglie.le.it; E-mail: comunetuglie@libero.it • 1515 - Gruppo forestale dello Stato - Servizio Antincendi p. 18.10 a. 19.14Polizia municipale: 0833 597644 • 1518 - CCISS Viaggiare informati Casarano- Lecce: L/V: p. 6.40 a.8 (Fiorini); S p.6.40 a.8.10; SUfficio postale: 0833 596849 • 1522 - Servizio Antiviolenza Donna p.6.20 a. 7.30; L/S p. 6.45 a. 7.55; L/V p.7.25 a 8.40( Fiorini) L/S p.7.25 a.8.45; L/S p (stadio) 7.55 a. 9.15; L/V p.8.40 a.9.50: L/V Casarano Farmacie p.13.30 a.14.40 Lecce- Casarano: L/V p.18.45 a.20.20; S p.13.30 a.14.50; L/SAcquedotto: 0833 330915/330916 Gallipoli: De Belvis Armando, 0833 266390, Corso Roma, p. 12.05 a.13.25; L/V p.12.05 a. 13.20; L/S p. 13.30 a. 14.45; L/SAgenzia delle Entrate 0833 516511/502114 43; Merenda Giuseppina, 0833 266441, Piazza Repubblica, 1; p.14.05 a.15.30: L/V p.20.20 a. 21.30Biblioteca: 0833 514242 Merenda Luigi, 0833 266643, C.so Roma, 11; Provenzano Agata,Camera di commercio: 0833 502442/505239 0833 266412, Via A. De Pace, 59.Centro per l’impiego 0833 502004 (Via S. Domenico) Alezio: Raheli - Lannocca snc, 0833 281046, Via Giacomo Direttore responsabile: Editrice: Indra srl Stampa: Martano Editrice srl Fernando D’Aprile sede legale: Corso XXII Marzo, 8 Viale delle Magnolie, 23 - Z.I. Bari fdaprile@piazzasalento.it 20135 Milano tel. 080 5383820 Iscritto al N. 1072 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 6 dicembre 2010Redazione: via G.B. Vico, snc - 73014 Gallipoli (Le) tel.0833 1823575 fax 0833 1823573 e-mail: redazione@piazzasalento.it - info@piazzasalento.it - per le inserzioni: pubblicita@piazzasalento.it - sito: www.piazzasalento.it

×