Piazzasalento n5

1,945 views
1,851 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,945
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Piazzasalento n5

  1. 1. Redazione: GALLIPOLI 8-21 marzo 2012 Anno II numero 5 Quindicinale Esce il giovedì Copia gratuitaLe carte bollate bloccano il finanziamento per la costruzione della quarta ala del "Ferrari" ed altri miglioramenti. Si sta installando la nuova Tac Troppi ricorsi Ai medici di base le quote per lassistenza Defunti e 14 milioni ma lAslImportanti lavori fermi allospedale di Casarano restano fermi a pag. 18 paga ancora a pag 18. Valdo MelloneLa canzone Il parco naturale affidato, a sei anni dallistituzione, a Legambiente: molte le novità in arrivolamorela politica di Fernando D’Aprile Erica Mou canta, da San-remo in qua, un brano che si Come sarà lestate che verrà Cambia tutto da Lido S. Giovanni agli alberghi; ma a nord resta il nodo-depuratorechiude così: «Voglio diventa-re vecchia/ senza fretta/ insie- Potrebbe scattare da metàme a te». Ragazze e ragazzilo canticchiano già, ma forse aprile, per prova, il pedaggio I FATTI per andare a Baia verde conanche altri dovrebbero soffer- lauto. Tra le novità il parcomarsi su questa frase, damo-re certo, ma anche di politica. Sì, perchè se il sentimen- affidato a Legambiente, il piano coste, ma non cè anco- Alezio, la tangenziale ra la soluzione per gli scarichito ti fa pensare queste cosequando ancora negli occhi del depuratore. a pag. 2 dei tanti perchèhai tutta la luce del mondo,è la ragione che ti fa proget- «Non chiesta da noi»tare tutta una vita insieme da a pag.7assaporare fino in fondo, tro- La scuolavando quanti più punti di con-tatto si può tra due persone, e del centro Sannicola, il sindaco:senza inconcludenti frenesie. Viene da pensare ai tempi antico si svuota «Così è nata e cresciutache viviamo, dove la politicainvece manifesta un invincibi- Parte lappello la "Città policentrica"»le anelito alla divisione di de- a pag. 8stini, persone, amicizie, men- a pag. 4tre il sentimento (il ribaditoamore per il proprio paese) è Percorsi bici e pedonali arredati, rumori ridotti, pulizia generale in arrivo nel parco naturale Parabita, la Colturatanto fasullo quanto più vieneostentato. Nel giro di poche ore lappalto passa più volte di mano ad opera di Tar e Prefettura riporta lincendio Possibile che alla politicacorrente venga una lezione del campanileanche da un paroliere di can-zonette? Ma forse è megliocosì, è meglio che larte dellasintesi, magari faticosa e in-cessante, tra due innamorati Balletto di tre ditte Mensa scolastica vera a pag. 12 e buoni pasto fasullicome tra due opinioni, troviuna casa sonora tra le ultimegenerazioni. È una bella spe-ranza. sui rifiuti di Casarano a pag.19 indagini a Taviano a pag. 22 SPORT Il Racale nel mirino Legittimo dellAntimafia al Sud Tirol «Presidente, resta» a pag. 24 «Che favola» a pag. 21 I debiti aguzzano I baby talenti Il prof Orsini lingegno: Melissano di Montefiore sforna triplisti a caccia di risparmi a pag. 27 si fanno notare da Olimpiade a pag. 6 a pag. 15 Canzone italiana a Bruxelles secondi SIMU SALENTINE - Le donne, comerano viste nei proverbi e dai poeti. La maestra, la tessitrice, limpreditrice pag.16-17 Puzzello e i Tangram a pag. 30
  2. 2. Offriamolattenzionedi 160mila contatti GALLIPOLI 8 - 21 marzo 2012Attesa da sei anni è arrivata la convenzione tra Comune e Legambiente Pag. 2 Unoccasione importante per le vostre attivitàMaurizio Manna: «Sarà sicuro, decoroso e valorizzato per i tanti pregi»«Parco, adesso si cambia» «Sarà un Parco ospitale, si- L’estate che verràcuro e decoroso per valorizzarnei suoi tanti pregi». Questo, nelleparole del direttore regionale diLegambiente Maurizio Manna,il primo impegno da persegui-re dopo la recente convenzio-ne sottoscritta con il Comunedall’associazione che nei giorniscorsi ha avuto l’incarico di ge-stione del Parco naturale di Pun-ta Pizzo - Isola di Sant’ Andreadi Gallipoli. E’ stato il commi-sario straordinario Vincenzo Pe-trucci a stipulare la convenzione(attesa da almeno sei anni) cheavrà durata triennale per le at-tività di promozione, fruizione, I volontari sul bacino di San Giorgiodivulgazione e valorizzazioneturistica, culturale e sociale delParco. Intanto il primo passoriguarda le opere di bonifica. La “Pinto” ripulisce il bacino«L’intera zona - afferma Manna Bacino di San Giorgio ripulito grazie all’impegno dell’associa-– ha bisogno di essere liberatadalle micro discariche abusivedistribuite lungo il territorio pie-no com’è di copertoni, compu-ter, televisori ed ogni altro tipodi elettrodomestici, ed anche zione di volontari subacquei “Paolo Pinto”. L’operazione condotta di recente ha permesso di far riemergere una vera e propria discarica sommersa con circa 200 kg di vetro e 54 pneumatici abbandonati in fondo al mare. Quanto raccolto è stato poi regolarmente smaltito con il servizio di igiene urbana. Accanto ai volontari della “Pinto” anche la Protezione Civile di Copertino, Veglie e “Cb cover” di Parabita Con la macchina? Se di Cosimo Perronedi amianto. Poi si passerà alla con il coordinamento della Capitaneria di porto di Gallipoli.eliminazione dei cartelloni pub- Il progetto per la regolamen- «Purtroppo c’è ancora tanto da fare perchè sono diversi i tratti tazione del traffico lungo la li-blicitari e alla riduzione dell’in- costieri deturpati dall’incuria e dalla inciviltà di chi sporca il nostroquinamento luminoso e acustico toranea sud di Gallipoli, che da mare gettandovi di tutto», afferma Giuseppe Sergi, vice-presidente Lido San Giovanni conduce aiche riguarderà discoteche e luo- dell’associazione gallipolina, nel garantire nuovi interventi di puliziaghi di intrattenimento». grandi alberghi, dopo il canale del litorale e dei fondali. dei Samari, e la circolazione vei- E le infrastrutture? «Dappri-ma completeremo le recinzioni. colare all’interno della Baia Ver- de, ha subito un rallentamento: ilSaranno, poi, arredati i percorsi suo avvio contemplava anche laciclistici e pedonali con panchi-ne, pannelli esplicativi con laplanimetria del Parco, gli itine- Spiagge e gestori, è lite gara d’appalto per la gestione di tutti i parcheggi a pagamento del territorio di Gallipoli. I terminirari e le regole da rispettare. Per Nuovi divieti per la manutenzione degli arenili (almeno per la presentazione delle do-questa estate - afferma Manna - nei litorali di “pregio” del parco naturale gallipolino) e i titola- mande sono stati prorogati all’11saranno pronti i punti di servizio ri degli stabilimenti si interrogano sul da farsi. Il divieto asso- aprile (la prima scadenza era ilintegrati con strutture in legno luto di utilizzare pale meccaniche e mezzi gommati o cingo- 20 febbraio). Ora i tempi si al-che ospiteranno il personale che lati disposto dal Comune ha provocato la reazione dei gestori lungano, anche se l’ex commis-fornirà informazioni turistiche. dei lidi che hanno replicato aspramente in una nota firmata sario straordinario Mario CiclosiSaranno, inoltre, collocati i ba- dal presidente di “Assobalneari Salento”, Mauro Della Valle. aveva manifestato l’intenzione digni chimici e piccoli contenito- Se Palazzo Balsamo ha invitato a ricercare soluzioni alterna- far partire il progetto il 15 aprileri per la raccolta differenziata. tive, ed ecocompatibili, a quelle messe in atto sino allo scorso con un perido di prova lungo tre L’ingresso nord di Baia VerdeSarà attivo anche il personale anno, i titolari degli stabilimenti si chiedono, polemicamente, mesi (fino al 15 giugno).addetto alla sorveglianza pronto se intervenire, addirittura, con “paletta e secchiello” ritenendo Il piano, come si ricorderà, villeggianti. Si prevedeva inol- ambientale (aumentare la tutelaad intervenire in caso di emer- “ridicolo” solo pensare che si possa pulire una spiaggia “senza riguarda il pagamento di un pe- tre la possibilità di parcheggiare di un ecosistema molto delicato)genza». l’ausilio di mezzi gommati”. L’intento perseguito dal Comune daggio che fa alzare la sbarra nei nel tratto tra i due ingressi a Baia e di sicurezza (l’intasamento che è quello di impedire incresciosi fenomeni di sbancamento del- pressi del campo sportivo e tran- verde, mentre nel tratto successi- si crea sulla litoranea è tale da Saranno previsti corsi di rendere impossibile il transito diinformazione con gli operatori le dune e soprattutto il continuo ingresso dei mezzi meccani- sitare sulla litoranea; il divieto vo fino al canale ci saranno par- ci nelle aree naturalistiche del litorale sud e sottoposte a pro- di sosta lungo il tratto che va da cheggi “a pettine” a pagamento eventuali mezzi di soccorso).turistici, balneari ed agricoli che a sinistra. Nel periodo da giugno La “rivoluzione” non poteva tezione speciale. La disposizione del commissario Petrucci Lido San Giovanni fino alla pri-insistono nell’area allo scopo di ma entrata della Baia verde (sen- a settembre saranno operativi passare inosservata, ovviamen-indirizzarli verso una produzio- pone il divieto all’uso dei mezzi pesanti ma non dei mezzi so unico e carreggiata suddivisa parcheggi presso il cimitero e il te. Nonostante il periodo estivone e un servizio eco-compatibile omologati e a bassa invasività di piccole dimensioni ferma sia ancora lontano, il progetto restando la valutazione di impatto ambientale della Provin- tra auto e pista cilopedonale) e campo sportivo, con bus navettacon l’intera area del Parco. la regolamentazione del traffico, per portare i bagnanti ai lidi. complessivo di cui ha parlato «In questa ottica – continua cia e la sorveglianza nel corso delle operazioni. VC attraverso un pass, all’interno Alla base di questi provvedi- “Piazzasalento” ha suscitatoil responsabile di Legambiente della Baia e solo per residenti e menti ci sono motivi di carattere numerose reazioni sia da parte- è nostra intenzione ripristinareun antico vitigno che abbiamo Pure se venisse, per ipotesi, presa oggi la decisione, la prossima estate sarà ancora così La Regione: 60% spiagge libere, 40% ai concessionariindividuato e che sopravviveall’interno delle macchie, di-smesso da oltre cinquanta anni.Per questo abbiamo avviato giài primi contatti al fine di produr-re e commercializzare il “pas- E lo scarico a mare resta lì Piano coste al via In attesa di vedere come an- Da un lato i concessionari e le delle coste. La delibera rispettasito del parco”. Altro obiettivo drà a finire il recente contenzioso gli stabilimenti storici del litora- la prescrizione regionale in basequello di rilanciare la pastorizia avviato dal commissario straor- le gallipolino che contestano le alla quale i Comuni devono do-e agevolare la produzione case- dinario del Comune di Gallipo- norme, a loro giudizio, restrittive tarsi dei Piani mediante studiaria con il marchio a denomina- li e l’Autorità idrica regionale, e penalizzanti. Dall’altro il Co- ricognitivi, di approfondimentozione d’area». sembra però certo che anche la mune che da il via libera al nuo- e specialistici che prevedano la Insomma dalla prossima prossima estate lo sbocco a mare vo Piano delle coste nel rispetto zonizzazione delle aree per laestate masserie, torri costiere, del depuratore consortile di via delle disposizioni regionali. Ad libera fruizione e quelle da darepercorsi archeologici, il pozzel- Scalelle proseguirà come sem- inzio aprile, però, Palazzo Bal- in concessione, ad esempio, perlo di Sant’Agata, tumuli mes- pre la sua attività. Qualsiasi de- samo dovrà perfezionare il Piano gli stabilimenti balneari. Punto disapici, fornaci per la cottura cisione alternativa venisse presa per la gestione del litorale e la riferimento è il Piano approvatodelle ceramiche, vasche per la per evitare questo preoccupante disciplina delle concessioni per dalla Regione quale strumentolavorazione della porpora, luo- sversamento sotto costa, sicura- stabilimenti, cantieri navali e ap- fondamentale per la tutela del ter-ghi questi cari alla tradizione e mente sarebbe realizzata tra un prodi per imbarcazioni. nei giorni ritorio e la pianificazione del lito-alla storia di Gallipoli, saranno bel po’ di tempo, considerata scorsi il commissario Vincenzo rale di ben 67 comuni pugliesi. Ilpronti a stimolare la curiosità la complessità della situazione. Petrucci ha, intanto, approvato Piano prevede il 60% delle costedei numerosi turisti che ogni Una stagione è passata, un’altra una delibera con cui viene ma- adibite a spiagge libere attrezzateestate popolano la città ed il suo s’avvicina e di buone notizie an- nifestata la volontà di procedere e il 40% in concessione a privati.territorio. CP cora non ne arrivano. Il punto dello scarico a mare del depuratore alla redazione del Piano comuna- VC
  3. 3. CAMBIAMENTI RADICALI MA OBBLIGATI 3Nel grafico qui sotto cosa prevede nei particolari il piano del Comu- MULTE A RAFFICA (poco più dell’estate) oltrene, retto da un commissario straordinario, per il litorale sud, il piùintasato nel periodo estivo, con evidenti rischi per la salute MA CONTESTATE la metà sarebbero statee l’incolumità pubblica. La linea rossa congiunge il tratto tra lo sta- Delle 4mila multe elevate contestate per vizi di variadio e il primo ingresso a Baia verde dagli ausiliari nel periodo natura, ora all’esame in cui sono stati in servizio dell’ufficio Polizia urbana. La 42ma edizione potrebbe essere l’ultima sotto l’ala un po’ ingombrante dell’emittente statale L’edizione numero 42 del Premio Barocco sibile divorzio. Intanto la pe- “Premio Barocco” potrebbe essere l’ultima sotto la gran- de ala protettrice di Mamma Rai. Notizie ufficiali ancora divorzio con la Rai santezza della macchina orga nizzativa della Rai romana, i “nullaosta da richiedere su ogni cosa. Si racconta che pro- non ce ne sono, ovviamente, prio per un veto della Rai l’an- ma in ambienti ristretti ha co- no scorso non fu possibile ave- minciato a circolare una voce: re sul palco Roberto Vecchioni, la prossima edizione, sempre un amante del Salento oltre che nella ritrovata location dell’an- artista di prima grandezza. tico porto di Gallipoli (dove Intanto, pensando alla mor- è tornato l’anno scorso) sarà te di Lucio Dalla, una lettrice organizzata e gestita con una ci ha segnalato con le foto una grande emittente del Sud Italia sua deliziosa presenza al “Ba- qual è Telenorba, che oggi ap- rocco” del 2002. Nella foto qui pare la candidati ed il partner accanto con il regista Riccardo più interessato. Di Blasi, anch’egli recente- Diverse le ragioni del pos- mente scomparso. Il ricordo di De Pascali: «Andavamo fino a Martina per imparare ad usarla» Dopo quindici anni di ono- rata attività il vecchio tomografo del reparto di radiologia dell’o- spedale “Sacro Cuore”di Galli- La vecchia Tac al dottore Salvatore Gabellone ad effettuare il primo esame dia- gnostico con la nuova Tac. «Nella primavera del 2000 – si racconta e poli lascia il posto ad una nuova ricorda ancora De Pascalis - alle macchina. 7,30 di mattina, ad avere biso- «Sostituiremo dei veri e pro- gno dell’apparecchio fu anche pri ruderi con delle Tac a 64 sli- il grande comico italiano Paolosi paga, sì de a tecnologia asir che permette Villaggio». di ridurre della metà la sommi- L’attore, infatti, si trovava va in pensione nistrazione di liquido radiante nel Salento per girare il film da somministrare al paziente “Azzurro”, quando venne colto – aveva dichiarato di recente, da un malore improvviso. Sidi chi frequenta quelle spiagge, Dalla Svizzera, C. Della molto soddisfatto, il direttore recò, dunque, all’ospedale disia dei gestori degli stabilimenti Rocca non è per niente entusia- dell’Asl di Lecce Valdo Mello- Gallipoli dove gli vennero prati-balneari. Ecco di seguito alcuni sta della soluzione: «Noi emi- ne nel presentare l’acquisto dei cate le cure del caso con l’utiliz- granti abbiamo passato una fron- nuovi strumenti da destinare a zo, tra l’altro, della Tac. «Villag-degli interventi pervenuti al sito 4 nosocopi della provincia, tra i gio arrivò con urgenza da noi.del giornale, a commento della tiera adesso ne passiamo ancora un’altra per andare in spiaggia quali nche quelli di Casarano Casarano, Fu molto gentile nei confrontinotizia di due numeri fa. Lecce e Scorrano. degli operatori e del personale Bruno, da Charleroi (Bel- da Lido San Giovanni alla Baia Verde. Deve vergognarsi chi L’ospedale di Gallipoli sarà tutto - rammenta il tecnico ingio) tra l’altro, scrive: «Da 15 presto dotato della nuova stru- pensione - ed ebbe parole di gra-anni trascorro le mie vacanze comanda Gallipoli. Vediamo se i Gallipolini si ribellano. E’ una mentazione per la Tomografia titudine e di stima per l’efficien-alla Baia verde. Una zona molto assiale computerizzata nel re- za del servizio». vera vergogna e una ingiustizia».bella, che prima era anche molto parto diretto dal dottor Angelo Con l’installazione della Pure Lucia Casalino Milano non nuova macchina il reparto ditranquilla. Da qualche anno in Coviello. Il contratto siglato tra è per niente d’accordo: «Io sono l’azienda sanitaria e la “General Radiologia di Gallipoli si arric- pugliese ma vivo a Milano, non electrics medical system Ita- chisce, quindi, di una strumen- mi sembra giusto far pagare un lia spa” stabilisce, infatti, che i tazione di ultima generazione.Slittata la fase pass in quanto il mare penso che lavori di installazione partano Ciò significherà poter contare su sia di tutti... Comunque il turi- dall’ospedale con la macchina esami più precisi e sull’abbatti-sperimentale sno come lo fate voi non va per più obsoleta e, dunque, a mag- mento dei tempi di diagnostica.al 15 aprile. Le reazioni niente bene, bisognerebbe fare solo dei parcheggi veri e farli gior rischio di rottura o malfun- In pratica se prima ci volevasul nostro sito zionamento. un’ora per effettuare l’esame, pagare». Per tutto il periodo necessa- ora saranno sufficenti appena Mattia Coluccia di Alezio rio al montaggio ed alla messa a La vecchia Tac del “Sacro Cuore” ed il tecnico Giuseppe De Pascalis dieci minuti. ma residente a Roma, esperto di punto della nuova ap- Secondo il prima- turismo, come lui stesso si defi- parecchiatura, ormai rio Angelo Coviello, nisce, lancia l’allarme e secondo indispensabile per Per l’assistenza sanitaria Gallipoli sta aspet- inoltre, con la nuovaqua il caos si è appropriato del-la litoranea, i weekend sono da la sua opinione se non si inter- viene subito in modo qualificato la diagnosi di molte malattie, il servizio Punto nascite tando dalla Regione due risposte: la prima riguar- da la scelta del punto nascite; in ballo ci sono gli attrezzatura si potran- no avere prestazioniimpazzire, le auto sono mandriebloccate in un vicolo cieco, nel-le strade della Baia Verde ogni c’è il rischio “che la nostra cara parte di costa riceverà solo dan- verrà comunque ga- rantito e i pazienti e Rianimazione ospedali di Gallipoli, Casarano e Scorrano (uno dei tre reparti sopravviverà). L’altro quesito è l’at- eccellenti senza che il paziente ne risenta, ni ambientali e non, finendo concentimetro quadro è occupatodalle auto, i residenti non riesco- l’avere una immagine negativa che comporterebbe una perdita saranno indirizzati in altre strutture ospe- daliere della zona. si attendono tivazione del reparto di Rianimazione al “Sacro Cuore”, più volte dato per imminente e sempre non rimanendo più rinchiuso nel tubo per oltre un’ora. Ol-no a volte a uscire di casa. Unasoluzione bisognava trovarla. di turisti e quindi di introiti” . Breve e conciso il commento di In tutti questi anni la vecchia Tac risposte arenatosi davanti al nodo-personale: il problema, secondo indiscrezioni, starebbe per risolversi. tretutto “al di là delle prestazioni scadentiQuest’iniziativa non sarà la mi- Fernando Fiorentino: «Per me ha effettuato circa 53 che si ottenevano -gliore, ma è già qualcosa». non è una soluzione giusta». mila esami, ovvero aveva dichiarato il non più di 15 al giorno, per un medico - quella situazione era totale di circa 3.600 diagnosi anche al limite della legalità”. all’anno. La nuova apparecchia- Tra le altre macchine obso- tura sarà, invece, in grado di ga- lete anche quella del “Ferrari” di rantirne praticamente il doppio. Casarano che può contare su ol- «Quando, nel 1994, abbia- tre 22 anni di attività anche se, di mo cominciato a lavorare con la recente, non proprio continuati- Tac – afferma Giuseppe De Pa- va per la frequente manutenzio- scalis, tecnico di radiologia da ne alla quale è stata sottoposta. un anno in pensione – eravamo Nonostante tutto è riuscita a all’oscuro delle nozioni basilari garantire anche 30 prestazioni per farla funzionare. Grazie alla giornaliere. disponibilità dell’allora prima- Da segnalare, infine, come rio del reparto, il dottor Salva- una recente ispezione condotta tore Filograna, ci spostavamo dai carabinieri del Nucleo an- però, con la sua automobile, ver- tisofisticazioni e sanità non ab- so Tricase, Francavilla Fontana bia rilevato irregolarità di sorta e Martina Franca, dove già fun- nel reparto di Pronto soccorso zionava, e con il supporto di un dell’ospedale di Gallipoli. È sta- tecnico della General Electric ta riscontrata soltanto la carenza cercavamo di imparare il perfet- di personale, soprattutto medico to utilizzo della macchina». ed una struttura, progettata negli Insieme a De Pascalis c’e- anni ‘60, logisticamente poco rano Giovanni Abbate, Teresa idonea ad accogliere le emer- Alfarano e il compianto Salva- genze. Per il resto, al “Sacro tore De Pascalis. E fu proprio Cuore” tutto a posto.Spiaggia della Baia Verde (foto di Emiliano Picciolo) quest’ultimo il primo, insieme CP
  4. 4. Gallipoli 8 - 21 marzo 20124 FESTA GRANDE PER I 103 ANNI tutti i parenti, tra i quali ben 13 figli sette volte trisavola. Ancora oggi la DI NONNA EUGENIA (7 femmine e 6 maschi), 46 nipoti sua passione è la cucina alla quale Nata nel 1909, ha compiuto di ed 86 pronipoti. Vedova alla fine dedica con passione e lucidità gran recente 103 anni Eugenia Fiore degli anni ‘60 di Arrigo Oltremarini, parte della giornata. L’ ultra cen- (foto), la nonna di Gallipoli. Per nonna Eugenia è una tra le poche tenaria gode, nel complesso di una lei una grande festa e l’affetto di salentine ad essere diventata per buona salute e cerca di rendersi utileDeserta la gara per la struttura di p. Imbriani Nel regolamento anche i casi di uso gratuitoAsta per il mercato coperto Utilizzo del teatro Garibaldiperò nessuno lo vuole il Comune detta le regole È andata deserta la gara per la tesa che sulla questione decida la Nuove regole per l’utilizzolocazione dei locali dell’ex mer- nuova amministrazione comuna- dello storico teatro Garibaldicato coperto di piazza Imbriani. le. Appare, tuttavia, impensabile (foto). Ci ha pensato il commis-Alla scadenza dei termini fissat,i che la struttura ormai restaurata sario straordinario Vincenzo Pe-nessun privato ha inteso parteci- rimanga inutilizzata. L’immobi- trucci a fornire il nuovo regola-pare al bando che prevedeva solo le è stato, infatti, oggetto di un mento per le attività da svolgereofferte in aumento rispetto al corposo intervento di ristruttura- all’interno del prestigioso teatrocanone fissato a base d’asta pari zione e di riqualificazione, con comunale sito nel centro storico.a 200mila euro una spesa di circa Le nuove disposizioni con-annui. Può aver quattro milioni templano anche la possibilecondizionato l’e- di euro finanzia- concessione in favore di privati,sito della gara ti dall’Accordo enti e associazioni che realizzanoanche il ricorso di programmapendente innanzi quadro tra Re- eventi culturali e artistici, ma non Il teatro Garibaldial Tar da parte gione Puglia e solo. Nel teatro Garibaldi, che ha una capienza complessiva di 100 blicazioni, documentari, prodottidegli ex-gestori Ministero dei multimediali, servizi fotografici,dei locali della Beni Culturali. posti, potranno essere allestite rappresentazioni di musica, di riprese radiotelevisive, cinema-vecchia struttura Ben otto sono icontro le disposi- locali di piccole prosa, di canto, di danza nonché tografiche ed altre iniziative dizioni dello stesso dimensioni (circa convegni, conferenze, attività promozione culturale compati-bando. L’intoppo aveva costretto 20 metri quadri), mentre tra bar e didattiche, corsi di formazione, bili col decoro e la tradizione delil Comune ad intervenire per evi- aree commerciali (dai 41 ai 190 presentazioni di libri, meeting, “Garibaldi”. L’utilizzo del tea-denziare i dovuti “chiarimenti” mq) si contano altri sei locali. Il sfilate di moda ed esposizioni tro, salvo casi particolari, avràad integrazione della procedura bando prevedeva, infine, che gli temporanee. carattere oneroso, ma resteràdi gara. Ora spetterà al com- assegnatari avrebbero dovuto Previa approvazione del di- fruibile, per non più di due voltemissario straordinario Vincenzo provvedere alla manutenzione L’istituto comprensivo “Santa Chiara” nel borgo antico: il plesso rigente del settore Cultura del all’anno, in forma gratuita, perPetrucci (foto) decidere se ripro- straordinaria ed all’installazione scolastico sta subendo il declino abitativo del centro storico Comune, nelle sale del teatro si le associazioni iscritte all’appo-porre il bando o congelarlo in at- della videosorveglianza. VC gallipolino, nonostante la qualità dell’offerta formativa potranno realizzare anche pub- sito albo comunale. VCQuelli della “Santa Chiara” hanno approfittato delle feste carnevalesche per denunciare declino e disinteresse di Francesco Spadafora Fra le varie emergenze delcentro storico di Gallipoli, c’èanche quella del calo delle iscri- La scuola che si svuota rivolto al territorio. Ho più volte incontrato i genitori, pregando- li di iscrivere quì i propri figli e non altrove perchè anche un solo alunno che compie un gesto di-zioni nell’istituto comprensivo“Santa Chiara” di via Antoniettade Pace. «Il plesso, secondo le L’appello: «Interventi per far rientrare le famiglie» verso da questo, determina un fenomeno a catena che può con- dannare questa scuola all’abban-nuove regole di accorpamento, dono».è inserito all’interno del secondo Tra gli errori inflitti al nucleopolo della città, e soffre di questadecrescita da diversi anni», affer-ma il dirigente Renzo Costantini. È rimasto solo il Carnevale muto e in lutto storico della città c’è, infatti, an- che il non averle dato pari impor- tanza rispetto al borgo nuovo. Dai dati a disposizione emer- Parlavano chiaro gli slogan esibiti su gran- un vero e proprio corteo organizzato per prote- «Se si fossero mantenute al-ge, infatti, come le potenziali di lenzuoli bianchi portati a mano da giovani e stare contro il mancato allestimento del tradizio- cune istituzioni basilari - ripren-iscrizioni non si trasformino in meno giovani, delusi per l’assenza del carnevale, nale, e sempre atteso, Carnevale gallipolino.presenza effettive, in quanto si de il dirigente - come ad esempio nella sfilata di protesta avvenuta nei giorni scor- Maschere che sfilavano in fila indiana, in l’ufficio postale e le banche, iltratta di alunni che, pur avendo di si, di pomeriggio, lungo il marciapiede di corso silenzio, tristi e imbavagliate. Insieme a loro èfatto la residenza anagrafica nella continuo esodo verso le zone pe- Roma. Una sorta di “carnevale muto” dove ad andata in scena “La morte te lu Titoru” con le riferiche della città non sarebbecittà vecchia, di fatto risiedono urlare erano, però, le frasi riportate. prefiche che accompagnavano una bara vuota e stato così copioso. Nel passato,altrove. «Al mio arrivo in cittànel 1979 - prosegue Costantini - “Settanta anni di gloria…e uno di vergogna”, due miniature di carri, portate in braccio. sono state fatte, da parte di moltiqui c’erano 35 classi, ma ciò che “Non mettete bavagli all’arte…. Carnevale 2013 La protesta “bianca” era stata organizzata amministratori, delle osservazio-ci ha maggiormente danneggiato si riparte????” ed ancora “Il nostro silenzio fa dall’associazione “I Ragazzi di via Malinco- ni su come dare nuovo input aè stato il trasferimento di 700 fa- più rumore del vostro vociare”: questi gli slogan nico”, dalla neo-associazione “Fideliter Excu- questo plesso, ma sono state af-miglie verso la zona nuova della più significativi di quanti hanno inteso, in questo bat”, dalla palestra “Mr.Fit”, dall’associazione fermazioni a carattere totalmentecittà. La cosa ci dispiace partico- modo, protestare e far sentire la propria rabbia “Offlimits” insieme ai ragazzi dell’oratorio del teorico. Tutti noi ci impegniamolarmente anche perché, la nostra per quanto non è stato fatto. Sul petto di ogni Sacro Cuore di Gesù. «Abbiamo allestito que- per offrire a questi ragazzi quelloscuola, quì nel centro storico, ha maschera vi era, inoltre, in bella evidenza un sta protesta bianca – commentano gli organiz- che meritano, per cui auspico cheda sempre rappresentato un ba- cartellino con su scritto: “Il nostro silenzio per zatori – per far conoscere il nostro sdegno nei la nuova amministrazione comu-luardo contro l’annosa questio- la vostra immobilità”. Non si è trattato, di certo, confronti della mancata sensibilità per questo nale possa operare una concretane della dispersione scolastica, di una sfilata: non potevano esserci la consueta evento tanto atteso dai più piccoli, e non solo» opera di sensibilizzazione perattraverso i messaggi educativi allegria e spensieretezza. Si è trattatto, invece, di . CP Il Carnevale “muto” del 2012 permettere il rientro delle fami-che la scuola ha costantemente glie nella città vecchia».
  5. 5. 8 - 21 marzo 2012 Gallipoli 5 TEMPO DI ISCRIZIONI tra le specialità chitarra, clarinetto, vamente in orario pomeridiano. Da PER LA SCUOLA DI MUSICA flauto traverso e pianoforte. La segnalare come Gallipoli sia stata Sono aperte le iscrizioni per la scuola segreteria della scuola è in via Mi- tra le prime città d’Italia a vantare media ad indirizzo musicale dell’isti- lano e la succursaele in via Foscolo. un indirizzo musicale che consente la tuto comprensivo Polo 1 (foto). Per Le lezioni di strumento (per 99 ore prosecuzione degli studi presso i licei gli alunni c’è la possibilità di scegliere annuali) si svolgeranno quasi esclusi- musicali.Senza Udc Errico Dopo il rogo del furgone del padrepotrebbe rifiutareNel Pdl polemica «È un attentatodi Perruccio di Cosimo Perrone ma non mi fermo» Vigili del fuoco e poliziotti del passato da “santa” (nella gerarchia Si sperava che dall’ultimo commissariato avevano escluso la del gruppo cirminale) ad aspiran-incontro delle delegazioni del matrice doloso di quell’incendio te pentito, anche se i magistraticentrosinistra arrivasse l’accordo notturno, così uguale eppure così ancora non si fidano di lui (infattiper la candidatura di Francesco tremendamente diverso da altri. non ha alcun programma di prote-Errico. Invece niente. Accantona- Gli ultimi accadimenti danno in- zione).ta invece l’ipotesi della maxicoa- vece un’altra visione: il furgone Colui che potrebbe essere illizione dal Pd al Pdl, auspicata da Renault Kangoo, che ha preso primo pentito in riva allo Jonio,Giuseppe Coppola. Un netto no fuoco in via Galatone intorno alle che ha già ricevuto una pesanteè arrivato dal Pd e dall’ex sinda- 3 di venerdì 24 febbraio, ha la- lettera di minacce rivolte ai suoico Giuseppe Venneri, ma anche sciato intravvedere tra familiari, non cre-dall’onorevole Vincenzo Barba e MAREGGIATA CONTINUA le lamerie annerite se de al corto circuito edal Pdl: larghe intese sì, ma né A destra come a sinistra, al momento, si gira ancora senza conclu- non una firma, quanto- l’ha voluto far saperecol Pd né tantomeno con Venne- sione. Dall’alto a sinistra in senso orario, Francesco Errico, Giuseppe meno una ragione. a tutti. Come non ci Barba, Roberto Gabellone e Giuseppe Perrucciori e Coppola per l’atteggiamento E se il “dichiaran- hanno creduto fin dalpolitico che i due avrebbero avuto te” Giuseppe Barba primo momento i pa- Il voto s’avvicinanelle passate Amministrazioni. (foto), collaboratore renti di casa Barba: Sul versante del centrosini- anche se ancora non «Vigliacchi, sono deistra più o meno allargato, si at- ufficiale dei magistrati vigliacchi», hannotende che Salvatore Capone (Pd) della Direzione distret- detto quando ancorae Totò Ruggeri (Udc), segretari tuale antimafia di Lec- nell’aria c’era l’odoreprovinciali, s’incontrino e sanci- ce, riprende la parola acre di gomma e ver-scano l’alleanza. Ma se ciò non nell’aula bunker dove nici bruciate. «Anche nel vuoto di nomidovesse accadere Francesco Erri- si tiene il processo per Il collaborante senza furgone la vitaco potrebbe non accettare più di l’omicidio di Salvatore Giuseppe Barba va avanti», aveva di-essere candidato sindaco, rimet- Padovano, una ragione chiarato ai cronisti latendo tutto in gioco. Il caso Errico c’è. E’ una ragione a continuerà madre dell’intestatariain effetti rimette in primo piano la cui tutti all’indomani a raccontare del mezzo, come persituazione anomala dell’Udc che del rogo avevano pen- ribadire che l’intimida-a livello locale, con Sandro Quin- Barba e Di Mattina ed altri, Giu- lavorando per un’alleanza con e che puntualmente in ogni con- sato, in effetti. Perchè zione - almeno questatana, veleggia verso il Pdl, mentre seppe Perruccio ormai si sarebbe “Gaallipoli è tua” e “Noi ci sia- sultazione elettorale “spunta per l’automezzo, anche se volta, almeno ufficial-a livello provinciale non si oppor- giocata la possibilità di essere il mo”, ma non si esclude neanche la propria ribalta, persona non intestato ad una nipote, mente ed apparente-rebbe ad un accordo col Pd per candidato sindaco per uno sfogo l’Idv di Tommaso Scigliuzzo. iscritta alla Dc”. L’unico referente è usato dal padre di Barba, Mario, mente - non ha prodotto effetti.Errico. Proprio su questa dico- su fb (“non mi vogliono, non ho La Democrazia Cristiana in- politico della sezione di Gallipoli che è genitore anche di Marco, Gli inquirenti restano comun-tomia ha infierito con un ironico interessi privati da difendere e fine, col segretario provinciale è Roberto Gabellone: “verranno l’altro figlio pentito per poco e poi que preoccupati. Mario Barbacomunicato il deputato pidiellino. sono una persona autonoma”). In Raffaele Lisi, smentisce catego- perseguiti penalmente” quanti rientrato nel clan di Rosario Pado- sembra che da qualche tempo tro- Il centrodestra sembra co- pool ci sarebbe Pippi Barba, ex ricamente che fino ad oggi la Dc agissero per conto della Dc. vano, il mandante dell’ammazza- vi difficoltà nell’acquisto di pro-munque alla stretta finale. La fu- assessore, molto stimato nel Pdl. abbia avuto “incontri o colloqui” Anche Fli ha avviato le con- mento di Salvatore, suo fratello. dotti ittici da rivendere: c’è anchemata bianca dovrebbe arrivare in I gruppi di isnistra - Sel, So- con i partiti e diffida chi “mil- sultazioni cominciando con Udc «Porterò avanti la mia colla- questo a far pensare ad una “rete”questi giorni. Ma uno dei papabi- cialisti, Puglia per Vendola e lanta qualità di rappresentanza e Api e Dc del neosegretario Ga- borazione con la Procura fino alla di relazioni tra clan e alcuni settorili, dopo gli screzi congressuali tra Federazione comunista - stanno politica che non gli appartiene” bellone per un polo moderato. fine», ha detto Giuseppe Barba, della città ancora ben salda.Pubblicata la graduatoria; presentate 500 domande Fresca di successo, la compagnia offre occasioni di divertimento e riflessioneAiuti a invalidi, la lista È stata approvata nei giorni scorsi la gra-duatoria degli assegni di cura per le personenon autosufficienti, o per le loro famiglie,dell’Ambito territoriale di Gallipoli. Si trat-ta di un aiuto tangibile (concesso con fondi Cumbriccula, non solo riso A Gallipoli l’arte del fare teatro è da sempre una dote innata. Ne sanno qualcosa i componenti dell’associazione artistico, culturale eregionali) per venire incontro a situazioni di teatrale “ ‘A Cumbriccula “ che, già da alcuni anni, portano in scenadisagio non solo economico ma anche im- alcuni dei lavori teatrali più graditi e apprezzati dalla comunità dellaputabile ad eccessivi “carichi” di cura che “Città bella”, e non solo. Fresca ancora del successo ottenuto con larischiano di gravare (con costi ancora mag- commedia in due atti “Sta vita è na cambiale, e quandu scate...”, pre-giori) sulle strutture sanitarie residenziali con sentata di recente al teatro Italia, la compagnia spazia con estro e ab-ricoveri “impropri”. negazione dal registro frizzante a lavori densi di significato intimo e Nell’Ambito di Gallipoli (che per la gestione dei servizi sociali spirituale, come testimoniato dalle produzioni “Sulla Via del Calva-comprende i Comuni di Alezio, Alliste, Melissano, Racale, Sanni- rio” dell’aprile 2009, rappresentazione itinerante per le vie del centrocola, Taviano e Tuglie e che ha visto cambiare di nuovo il respon- storico di Gallipoli che ha registrato oltre diecimila visitatori arrivatisabile amministrativo del Piano) sono state presentate, dal febbraio anche dall’hinterland salentino, e “Santa Teresina”, portata in scenaall’aprile del 2010, circa 500 domande. al teatro Garibaldi e replicata per ben otto volte. Memorabile anche il pienone all’Italia per l’esilerante “Cci se face pe’ li sordi...”. Alcune immagini della compagnia teatrale La graduatoria definitiva dei beneficiari è stata generata, con unaprocedura automatica, dalla piattaforma informatica della Regione A presiedere il sodalizio, che continua a coltivare la passione per la recitazione nonostante le difficoltà a reperire una nuova sede dopo Antonietta Mecca, Irene Caiffa, Antonio De Maria, Alberto Gorgoni,Puglia ed approvata con una determina dello scorso 16 febbraio. Lestesse graduatorie (con gli ammessi e gli esclusi) sono consultabili la chiusura forzosa del Chiostro di San Domenico (problema questo Amedeo Alemanno, Federica Negro, Francesco Piro, Rita Freddo,sul sito internet dell’Ambito (www.ambitosocialegallipoli.it) e sui avvertito come urgente anche dall’omologa associazione degli Ar- Cristina e Marta Quintana e tutti gli altri appassionati attori che ten-portali dei vari Comuni interessati. Ad approvare gli elenchi è stato monauti) c’è Daniele Suez (e non Luigi, come erroneamente riportato gono viva, nonostante tutto, la grande passione per il teatro, districan-poi l’Ufficio di piano dell’Ambito ed avverso le graduatorie è pos- in precedenza). Collaborano Mary Cacciatore, Luigi Buttazzo, Lola dosi fra copioni e allestimenti scenici senza nulla invidiare ad altresibile presentare ricorso al dirigente responsabile. Giuranna, Alessandro Solidoro, Piero Garofalo, Mino Cacciatore, compagnie. FRSAlle Cherleaders “Gli Armonauti”un premio speciale prima di Elio Passione, fantasia ed un sorriso smagliante: Nuovi appuntamenti per la rassegna di prosa,ecco le cheerleaders gallipoline, fresche vincitrici danza e cabaret del gruppo “Teatri riuniti di Gal-del premio speciale “ I’ve got spirit’, nella due lipoli”. Mentre prosegue la prevendita per l’attesogiorni del Campionato italiano di questa avvin- concerto di “Elio e le storie tese” del 31 marzo,cente disciplina svoltosi a Salsomaggiore Terme. Le cheerleaders del “Team glod star” “Poltrona all’italiana” propone per giovedì 15 Gli Armonauti, attesi al teatro Schipa il 15 marzoUn riconoscimento all’impegno delle sette ra- marzo (al teatro Schipa) la commedia brillantegazze del “Team gold star” dell’oratorio Anspi Tiziano Scarpina l’allenatore, con Vanessa Cam- “Il 13° ospite” di Salvatore Magno, per la regia una serena e “definitiva” collocazione. Il 20 marzo“Il gabbiano” di Gallipoli, per quanto concerne il pagnolo, delle ragazze gallipoline – per aver rap- di Salvatore Coluccia, con “Gli Armonauti”. La (al teatro Italia) sarà la volta di Anna Mazzamaurocomportamento agonistico e il rispetto dei compa- presentato la Puglia ai recenti campionati. Assie- compagnia di Gallipoli porta sul palco la grottesca parodia del caritatevole impegno sociale di due con il recital “Brava!” col quale l’attrice ripercorregni. Il cheerleading è un mix di ginnastica artisti- me al presidente dell’Anspi, don Gigi De Rosa,ca, danza, acrobazia e teatralità, e rappresenta un abbiamo, inoltre, accolto la proposta di eleggere vecchie signore che si dedicano a sollevare il pros- la sua lunga carriera. Giovedì 22, infine, il musi-connubio perfetto tra spettacolo e pratica sportiva. Gallipoli sede del comitato regionale. simo dall’angoscia di un’esistenza condotta in so- cal “Alice nel paese delle meraviglie” con Marco «Siamo particolarmente orgogliosi – afferma FRS litudine, trovando, a quanti ne facciano richiesta, Bazzoni “Baz” nel ruolo de “Il Cappellaio Matto”.

×