Piazzasalento nº4

2,184 views
2,131 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,184
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Piazzasalento nº4

  1. 1. 0833 In primo 1823575 piano e-mail: it to. i vostri ale n s z za annunci @ pia c ita b bli 10 marzo 2011 anno I - numero 4 quindicinale - esce il giovedì tiratura 32.000 copie € 0,90 pu«A 50 anni Negli ultimi 18 giorni rubati caffè, infissi, scarpe e pellami. Gli imprenditori chiedono aiutosenza lavoroquanto posso Assalto alle fabbriche, c’è pauraresistere?» «Zona industriale insicura. Mai più da solo in azienda di sera» Caro Direttore, Quattro furti in 18 giorni. Stesse modalità e, forse, stessi uomini all’opera. Gente esperta e si- le trasmetto una lettera cura, che conosce bene luoghi, orari e movimen-inviata all’assessore regio- ti. E ben organizzata se in grado di portar vianale al Welfare dott.ssa Ele- 6.000 paia di scarpe, così come 3.500 kg di caffè (equivalenti a 10 pedane di magazzino) con de-na Gentile. strezza e velocità. Emerge così la preoccupazio- Nella missiva è esposto ne e la rabbia tra coloro che operano nella zonaun problema che sta assu- industriale della città. Il crescendo delle ultimemendo, giorno dopo giorno, settimane ha scatenato la protesta tra impren-toni sempre più drammatici. ditore ed operasi. E si cercano rimedi perMi riferisco ai tanti cinquan- mettere sotto controllo una situazione chetenni che hanno perso il po- rischia di creare seri danni economici. Unsto di lavoro a causa della imprenditore confessa: «Ormai ho paura acrisi e che non riescono a restare da lo in azienda di sera». Diverse lericollocarsi. ipoteri in ballo. Visto in un’ottica più A pag. 17complessa, il disagio degliultracinquantenni, apparesecondario e, oserei dire,quasi marginale. E’ certa-mente più consono porre Socialmente utilil’accento sul disagio giova-nile, sulla disoccupazionedelle donne, sulla precarietà da sempre precaridiffusa che deprime le fascesociali più deboli e avviliscel’economia di mercato. Le vite sospese a pag. 20 Tuttavia, se si analizza La zona industriale di Casaranocon attenzione ciò che è ac-caduto a tante famiglie mo-noreddito che, dall’oggi al Oltre mille i figuranti organizzati da parrocchie e scuole PARABITAdomani, si sono trovate senzarisorse e senza prospettivedi un futuro certo, causa ilrepentino licenziamento delloro capofamiglia, ci si ac- Carnevale, un botto Amici di stradacorge di un enorme e dila- cosa succederàniante dramma nel dramma. Questa è una questionemolto seria, sottaciuta daimedia per distrazione o per-ché sottovalutata. colorato e agrodolce La scarpa traditrice... a pag. 16 nei tre paesi a pag. 22 Un giovane deve costru-irsi una vita e la società hail dovere di metterlo nelle Negli 8 centri spicca Gallipoli, a distanza segue Casarano MATINOcondizioni ideali di inserirsinel mondo del lavoro. Finoa quando non raggiungerà isuoi obiettivi, nella maggior In un anno 16 milioni Lecci juniorparte dei casi, potrà confida-re nell’appoggio dei genitori, a capo dell’Ancedei nonni, della famiglia tut-ta. Un cinquantenne con fa-miglia a carico, impegni eco- per grattare la fortuna L’ippodromo a pag. 18-19 giovani costruttorinomici assunti, nel momento a pag. 26in cui perde il posto di lavo-ro, su chi potrà contare? SPORT Ce lo avete chiesto MATINO Deve essere lui a rassi-curare la sua famiglia, a in- per essere sicuri di averlofondere sicurezza e ottimismonei figli, a garantire i credi-tori. C’è da chiedersi solo ed abbiamo provveduto Caso di don Lucacome e per quanto tempo riu-scirà a sostenere un peso cosìgravoso? Per abbonarsi mandato via Si potrebbero fare moltealtre considerazioni ma la-scio a lei, direttore, questo Lo United Taurisano Gigi Carrozza a e riceverlo per posta pure il vescovo a pag. 25eventuale compito. Le ho scritto perché sen-tivo il dovere di dare vocealle tante famiglie che come Anche qui Il Baseball il costo è di 35 euro per sei mesi 65 euro per dodici TAURISANOla mia vive quest’angosciaquotidiana. Ora decida lei se uno United Matino c’è «Bugiarda, freddadare spazio sul suo giornalea questo tema attuale più che che asfalta mancanomai. La saluto cordialmente Lettera firmata chiunque gli avversari Per informazioni telefonare allo 0833 1823575 o scrivere a info@piazzasalento.it non assassina» a pag. 29 Gallipoli a pag. 30 a pag. 27
  2. 2. 0833 In primo 1823575 piano e-mail: it to. i vostri ale n s z za annunci @ pia c ita b bli 10 marzo 2011 anno I - numero 4 quindicinale - esce il giovedì tiratura 32.000 copie € 0,90 pu«A 50 anni Sei carri e 13 gruppi mascherati in scena sul corso, anche se non nei giorni programmatisenza lavoroquanto posso Carnevale sbaraglia il maltemporesistere?» Festa pure nel centro storico. E “Lu Titoru” trova due sorelle... Caro Direttore, Spostato a sabato e domenica a causa di pioggia e forte vento, il Carnevale storico ha le trasmetto una lettera comunque inondato corso Roma con carriinviata all’assessore regio- allegorici e gruppi mascherati provenientinale al Welfare dott.ssa Ele- anche dai centri vicini. Inoltre il ritorno nelna Gentile. centro storico della manifestazione carna- Nella missiva è esposto scialesca ha visto piazza della Repubblicaun problema che sta assu- gremita di mascherine, con una allegra sor-mendo, giorno dopo giorno, presa: due ragazzini si sono fatti annunciaretoni sempre più drammatici. dallo speaker come “le sorelle te lu Titoru”,Mi riferisco ai tanti cinquan- la tipica maschera della tradizione gallipo-tenni che hanno perso il po- lina che ha ispirato due gruppi in concorso.sto di lavoro a causa della Finito il Carnevale 2011, già si pensa al suocrisi e che non riescono a naturale seguito: la Caremma. Le sue raffi-ricollocarsi. gurazioni resteranno esposte fino a Pasqua. Visto in un’ottica più Alle pagg. 2-3complessa, il disagio degliultracinquantenni, apparesecondario e, oserei dire,quasi marginale. E’ certa-mente più consono porre Rifiuti e città pulital’accento sul disagio giova-nile, sulla disoccupazionedelle donne, sulla precarietà Il Comune dettadiffusa che deprime le fascesociali più deboli e avviliscel’economia di mercato. le nuove regole a pag. 4 Tuttavia, se si analizza Piazza della Repubblica piena di mascherine. Aspettando la grande sfilatacon attenzione ciò che è ac-caduto a tante famiglie mo-noreddito che, dall’oggi al In Consiglio il 19 marzo il Piano per lo sviluppo urbano ALEZIOdomani, si sono trovate senzarisorse e senza prospettivedi un futuro certo, causa ilrepentino licenziamento delloro capofamiglia, ci si ac- Porti, un convegno Dopo 5 annicorge di un enorme e dila- torna ai giovaniniante dramma nel dramma. Questa è una questionemolto seria, sottaciuta daimedia per distrazione o per-ché sottovalutata. e poi la decisione Porto San Giorgio a pag. 5 la sala prove a pag. 9 Un giovane deve costru-irsi una vita e la società hail dovere di metterlo nelle A Gallipoli giocata quasi la metà del totale degli 8 centri ALEZIOcondizioni ideali di inserirsinel mondo del lavoro. Finoa quando non raggiungerà isuoi obiettivi, nella maggior In un anno 16 milioni Sei agriturismiparte dei casi, potrà confida-re nell’appoggio dei genitori, un’unica offertadei nonni, della famiglia tut-ta. Un cinquantenne con fa-miglia a carico, impegni eco- per grattare la fortuna La ricevitoria Bono a pag. 18-19 da 120 posti lettonomici assunti, nel momento a pag. 8in cui perde il posto di lavo-ro, su chi potrà contare? SPORT Ce lo avete chiesto SANNICOLA Deve essere lui a rassi-curare la sua famiglia, a in- per essere sicuri di averlofondere sicurezza e ottimismonei figli, a garantire i credi-tori. C’è da chiedersi solo ed abbiamo provveduto Rapina in bancacome e per quanto tempo riu-scirà a sostenere un peso cosìgravoso? Per abbonarsi Il direttore: «Sette Si potrebbero fare moltealtre considerazioni ma la-scio a lei, direttore, questo Un momento di Milan-Gallipoli Fernando Cataldi a e riceverlo per posta minuti terribili» a pag. 12eventuale compito. Le ho scritto perché sen-tivo il dovere di dare voce Al Torneo A Tuglie il costo è di 35 euro per sei mesi 65 euro per dodici TUGLIEalle tante famiglie che comela mia vive quest’angosciaquotidiana. Ora decida lei se internazionale la Podistica Per la “Nunziata”dare spazio sul suo giornalea questo tema attuale più che buona prova ora si dàmai. La saluto cordialmente Lettera firmata dei baby jonici al giavellotto Per informazioni telefonare allo 0833 1823575 o scrivere a info@piazzasalento.it è tutto pronto a pag. 14 Gallipoli a pag. 2 a pag. 13
  3. 3. Nonraccogliamopubblicità... LE CREAZIONI SOTTO GLI OCCHI DI SPETTATORI E GIURIA Nell’ordine di apparizione su corso Roma, secondo quanto appreso dagli organizzatori, ecco i cinque GALLIPOLI 10 - 23 marzo 2011 Pag. 2 …offriamo 120.000 punti di contatto carri allegorici del Carnevale storico di Gallipoli che ha dovuto subire gli oltraggi del tempo (non è la prima volta ma le intemperie non l’hanno mai spuntata). Il primo qui accanto - di Gino Passaseo, Gabriele Mercuri, Massimiliano Negro e Giuseppe Greco - si chiama “Per quest’anno non cambiare” e sembra voler esorcizzare eventuali contraccolpi turistici causa crisi. A destra, la “Maledizione dei governi italici” del trio Pacciolla-Frisenna-Carrozza. Sotto da sinistra, “Made in China”, omaggio alla seconda potenza mondiale di Franco Monterosso; LA FESTA al centro la creazione di Cosimo Perrone intitolata “Giocolieri, pagliacci, illusionisti, domatori di bestie feroci”. A destra, il carro “70 anni di gloria” dei fratelli Coppola, Stefano e SalvatoreSei carri, 13 gruppi e “lu Titoru” IL TORNEO INTERNAZIONALE Coppa Carnevale, Opokuè l’invasione colorata delle maschere cannoniere e Inter prima di Cosimo Perrone tripudio di movimenti. Carri fan- tasmagorici, ricchi di allegoria e sola Italia” della Scuola materna suore discepole del Sacro Cuore Il Gallipoli Corso Roma domenica 6 mar-zo è rimasto vuoto. Tutta colpa diGiove pluvio: la pioggia non ha satira oltre ad una manifattura che di anno in anno migliora a vista di Lecce. Per la categoria adulti, 8 gruppi: “Sognando l’Italia” dei dei baby d’occhio.consentito lo svolgimento dellaprima sfilata della 70^ edizione Per la categoria gruppi ma- scherati bambini, 5 gli iscritti: Ragazzi di via Malinconico; la parrocchia di S. Gabriele parte- secondodel Carnevale gallipolino. La gen-te comunque, sotto gli ombrelli efino a domenica sera, si è recata “Lasciamo i lupi nelle favole” dell’oratorio San Lazzaro; “La cipa con “L’Allegra compagnia”; “La vita? Un can can” di Mister Fit; “Magie & Sogni” dell’Ac- nel suo girone Un’azione di Gallipoli-Milan magia del Carnevale” dellapresso i capannoni per ammirare Star Dance di Alezio il gruppo Alezio; cademia danza Betty Boop; “Ili capolavori realizzati dai cartape- “Noi nel mondo… dei baloc- fantastico mondo dei burattini” Medaglia d’oro all’Inter, argento al Milan La manifestazione è stata organizzata graziestai gallipolini. La sfilata è stata chi” dell’associazione Noi nel e bronzo allo Zenit. Dignitosa, soprattutto per all’impegno del direttore generale di Caroli Ho-rimandata a martedì 8 marzo, ma del gruppo Libellula di Alezio il Alezio, mondo Onlus; “In the jungle” di gruppo “Africa” dell’associazio- l’impegno, la prova del Gallipoli che non chie- tel (e presidente del Gallipoli), Attilio Caputo,nonostante il sole non si è potuta Disc’n’Roll; “Tante maschere unasvolgere a causa del vento gelido. ne Rione Caulata di Melissano; il deva altro che di fare esperienza. Così si conclu- impegnato da sempre nel processo di crescita eTutto nuovamente rimandato a gruppo “I disabili non sono fanta- de l’ottava edizione del Torneo internazionale sviluppo turistico del Basso Salento e si è svoltasabato 12 e a domenica 13, gior- smi” dell’Opera nazionale nutilati di calcio (categoria Esordienti) trofeo Coppa sui campi di Gallipoli e Santa Maria di Leuca.no della Pentolaccia, per la sfilataconclusiva (ore 10.30) e le pre-miazioni. Dite la vostra e invalidi civili; il gruppo “I Tiro- lesi” della Dance for Passion. Carnevale “Città di Gallipoli”. Capocannoniere è stato incoronato Opoku dell’Inter, con all’atti- vo ben 9 goal. Vi hanno preso parte le rappresentative giova- nili delll’Ac Milan (detentrice del trofeo), del Gallipoli Football 1909, dell’Us Lecce, della Fc Quale carro allegorico è La giuria giudicherà anche la Cinque i carri iscritti a con- il più bello per voi? Dite Indipendntemente dalle classifiche ufficiali Internazionale, della Fc Juventus, dell’As Prato.corso: “Settant’anni di gloria”, migliore rappresentazione della – il Gallipoli si è classificato secondo nel girone E poi il Calcio Como, il Tottenham Hotspur, il“Giocolieri, pagliacci, illusionisti, la vostra collegandovi al maschera locale de “lu Titoru”. nostro profilo: di cui faceva parte insieme con Milan, Lucerna Pomezia Calcio, l’As. Bari, i Los Aromos Ar-contorsionisti e domatori di bestie Due gli iscritti: Cosimo Perrone e Sud Tirol – è stato un torneo di grandi emozio- gentina, la Fc Zenith San Pietroburgo, l’Ucrainferoci”, “La maledizione dei go- (Co Malampu), e Stefano Nazaro. ni, non solo calcistiche. Alcuni dei giovani cal- Soccer, l’Atletico Roma, la Fc Sudtirol e la Fzverni italici”, “Made in China”, La commissione Pari opportunità“Per quest’anno non cambiare”, ciatori provenienti dal Nord Europa, ad esem- Luzern.più “Tris d’amore” dell’associa- del Comune assegnerà una targa pio, hanno visto il mare da vicino per la prima L’albo d’oro: nel 2002 la vittoria è andatazione Carnevale. Carri splenden- al gruppo mascherato che meglio volta nella loro vita e, se le giornate fossero state al Bari, nel 2003 e nel 2004 alla Juventus, nelti, colori vivi che si fondono in ha saputo rappresentare l’univer- belle, qualche ragazzino russo avrebbe voluto 2005 all’Inter, nel 2006 al Milan, nel 2007 all’un cromatismo perfetto e in un so femminile. persino approfittare per farsi una nuotata. Inter e nel 2009 di nuovo al Milan.
  4. 4. 10 - 23 marzo 2011 Gallipoli CHIUSO IL CARNEVALE crocevia del centro storico - la classica cadrà il 24 aprile. Passata la festa, la TOCCA ALLA CAREMMA Finito Carnevale e riposti nell’armadio maschere e costumi, ecco che com- pare - agli angoli delle strade e sui caremma, che i gallipolini identifica- no come la mamma “te lu Titoru”. I fantocci resteranno appesi fino alla domenica di Pasqua, che quest’anno caremma viene data alle fiamme in segno di purificazione. Anticamente era bruciata il Sabato santo, oggi la domenica a mezzogiorno 3Due le rappresentazioni del personaggio gallipolino IL SALUTOSchiamazzi e grida Cari amici di Piazzasalento, la vostra nuova av- ventura editoriale, inarriva “lu Titoru” tempi in cui ogni tipo di informazione e co- noscenza corre il ri- schio di essere stritola- ta e assoggettata dalla Due “Titori” in concorsoin questa 70^ edizione del Car- logica del mercato e danevale gallipolino. Una volta, una concorrenza sem-l’ultimo giorno di Carnevale, pre più caratterizzatagli schiamazzi, le grida delle da pochissimi gruppiprefiche in gramaglie, degli im- editoriali, è una bellaprovvisati parenti, fintamenteaddolorati riempivano le strade, notizia.i vicoli e le corti del centro sto-rico di Gallipoli. Angosciati per Perché vince unala morte de lu Titoru. Si improv- scommessa impor-visava e si teatralizzava il fune- tante: fare un’infor-rale. Senza però offendere la mazione locale che cimorale e senza avere atteggia-menti irriguardosi nei confronti permetta di diventaredi nessuno. cittadini protagonisti La tradizione tramanda la attivi dei processi distoria di Teodoro, questo il suo cambiamento in attovero nome, che era un giovane nella storia del costu-soldato, lontano da Gallipolida tanto tempo. La mamma lo me, dell’informazionevorrebbe riabbracciare. Il figlio, e della società nellaperò, arriverà quando ormai i nostra regione.clamori della festa si saranno Buon lavoro.spenti. Eppure lui non vedel’ora di arrivare a Gallipoli per Bari, 8 marzo 2011partecipare alle gozzoviglie delcarnevale con i suoi amici e pa-renti. Nichi Vendola La mamma Caremma alloraottiene, sicuramente per ope- Presidentera “de macaria” il favore di far della Regioneprolungare il carnevale di altridue giorni, detti “li to’ giurni de Pugliala vecchia”. E così accade. Ladonna prepara allora per il figlio LE SORELLEuna grossa quantità di polpet- “TU TITORU”te e salsiccia che Titoru potrà Il funerale di Titoru,mangiare a sazietà. Ma, ahimè, maschera natal’ultima polpetta gli è fatale: gli dalla tradizioneva di traverso e lu Titoru muore. popolare gallipoli- Da qui nasce la teatralizza- na; nella foto sopra i due ragazzini chezione della morte del Carneva- nella festa in piazzale, incentrata nella persona di della RepubblicaTeodoro. I gallipolini da gene- nel centro storico sirazioni celebrano questa ricor- sono fatti annuncia-renza inscenando un funerale re come “le sorelle te lu Titoru”.tragicomico per le vie della cit-tà, con il seguito di prefiche ingramaglie, di amanti travestiti NEL CENTROe compari ubriachi, ironici e STORICObeffardi, mentre la mamma lo Ai lati immagini della festa in ma-piange al suono della “pizzica- schera nel centropizzica”. storico, dove il Ma la storia e la rappresen- Carnevale è tornatotazione de “lu Titoru” hanno quest’anno. Unaanche la loro morale: attraver- bellissima damigel- la e la folla pronta aso l’ironia si vuole mettere in festeggiare come siguardia dalla sregolatezza e si deve Re Carnevalerichiama alla consapevolezza (foto di Emilianodella fugacità dei piaceri della Picciolo)vita di fronte alla visione dellamorte. CP
  5. 5. Gallipoli 10 - 23 marzo 2011 DANNI ALLA SEDE DELL’UDC avrebbe lanciato le pietre contro quisto di un immobile di proprietà MISTERO SVELATO4 Vetri infranti con le pietre, ma non dalla criminalità e nemmeno per motivi politici. Ha confessato tutto alla Polizia A.G, 33 anni, di Gallipoli: la sede della locale sezione dell’Udc (via Buccarella) sull’onda di un risentimento personale verso il consi- gliere provinciale Sandro Quintana, il quale si sarebbe interessato all’ac- di A.G, ma poi ci avrebbe ripensato. Tanto è bastato per scatenare l’ira dell’uomo, che è stato individuato grazie ad alcune immagini riprese da una telecamera. In drammatico aumento le truffe agli anziani. L’ultima in pieno centro «Mi manda tuo nipote, pa-gami il computer che ha com-prato». Si è presentato conqueste parole a un pensionato «Paga il pc di tuo nipote» Anche frasi come «siamo della compagnia telefonica» devono mettere in allarme. Ma si viene avvicinati anche per strada condi Gallipoli un “furbastro” che,stando alle segnalazioni raccoltedalle forze dell’ordine, avrebbetruffato almeno altre due perso- E gli porta via 4.900 euro capo del telefono c’era un com- no i casi di truffe e raggiri agli un qualsiasi pretesto: «Sono del- la banca qui vicino, la accompa- gno a casa». O ancora: «Buon- giorno sono una sensitiva, possone nelle ultime settimane. L’età, con la sua assistenza, ha presen- aiutarla io», o «Siamo tecnicila solitudine, un reddito medio- tato querela. plice del truffatore - si è fatto anziani, presi di mira dai gente dell’acqua, della luce, del gas»,basso, spesso rappresentano ele- La truffa è stata ben conge- convincere a consegnare 4.900 senza scrupoli che non esita ad quando suonano al campanello.menti che rendono gli anziani gnata e fa pensare che, ad agire, euro appena prelevati dalla ban- approfittare di loro. E gli ultimi Sono decine le modalità e glipiù vulnerabili ai raggiri. E per ci siano almeno un paio di per- ca. casi segnalati alle forze dell’or- Tanti gli anziani vittime di truffa espedienti con cui queste perso-di più, spesso non denunciano sone. Una si è presentata fisica- Un raggiro ben architettato, dine sia a Gallipoli che nell’hin- ne si presentano alle ignare vitti-perché si vergognano dell’in- mente all’anziano, chiedendogli una vera e propria truffa. Que- terland devono necessariamente assume sempre di più la forma me predestinate. E, dal momen-genuità che li ha resi preda così di saldare il debito del nipote, di sta è l’ipotesi di reato sulla quale far innalzare il livello di guardia di un allarme sociale. Ma tutto to che già alcuni casi sono statifacile. cui conosceva nome e cognome. stanno indagando gli agenti del di ogni cittadino. Sono migliaia ciò non è dovuto alla riduzione segnalati in zona, il consiglio è Non è stato così nell’ultimo Poi, per risultare più credibile, Commissariato di polizia di Gal- e migliaia, in Italia, le truffe agli della presenza sul territorio del- semplice: non fidarsi mai deglicaso, avvenuto proprio in una ha finto di telefonare al nipote in lipoli, retto da Emilio Pellerano, anziani nelle grandi città come le polizie, anzi. Finti finanzieri, sconosciuti senza paura di faredelle strade centrali della città: questione, passando la chiamata sulla base della querela. Un nelle piccole comunità e nei pa- dipendenti fasulli di ex muni- una brutta figura e, se possibile,l’anziano truffato si è rivolto al pensionato che, credendo di campanello d’allarme da non esi. Un problema che, a sentire cipalizzate, finti carabinieri o chiedere l’intervento di un pa-all’avvocato Vincenzo Capoti e, parlare con lui - mentre all’altro sottovalutare: sono in aumenta- gli addetti alle forze dell’ordine, dipendenti comunali travestiti. rente. VCNaufragato il tentativo di rescindere consensualmente il contratto, il Comune fa la voce grossa con la ditta Seta di Vittorio Calosso Pugno duro e giro di viteper una città più “bella” e menosporca. Il Comune ha deciso di Rifiuti, via alle procedure d’appalto dovuto alla Seta Eu per il nuovo anno, che secondo le prime stime ammonta a circa 4.258mila euro, l’amministra- zione ha dato mandato di redige- per un servizio adeguatoaccelerare: dopo le direttive e le re un nuovo capitolato di appaltosanzioni comminate anche alla che tenga conto del fabbisognoditta appaltatrice, si pianificano e delle peculiarità del serviziole scelte future. E per la socie- rifiuti per il territorio gallipoli-tà mista Seta Eu che gestisce il no. Servizio che, a regime (e conservizio di igiene ambientale si una stima di costi presunta di 3parla di mesi contati. milioni e 800mila euro più Iva, L’amministrazione senza contare la quota comuna-ha dato un segnale ine- le da versare all’Ato e i costi diquivocabile: è tempo Giro di vite: sono coinvolte anche le scuole trasporto e smaltimento in disca-di cambiare. Ma anche rica) necessita di un’adeguatacittadini e turisti devonocollaborare. Il Comu-ne ha dato impulso alla Umido, carta e plastica raccolta rifiuti urbani, compren- siva del lavaggio dei cassonetti e contenitori, lo spazzamentoprocedura per assem-blare quanto prima unnuovo capitolato e unservizio degno del bla- Il “Q.Ennio” fa differenza manuale, la pulizia dei mercati, disinfezione, disinfestazione, e soprattutto implementazione della raccolta differenziata. Susone turistico della città. La differenziata approda paga una ditta di pulizie che quest’ultimo punto, il ComuneE questo potrà avvenire anche nelle scuole di Gallipo- ogni pomeriggio riordina le prevede già il potenziamentoo a scadenza naturale li. Il Comune, nell’ambito di varie classi; il problema sorge tramite l’estensione della raccol-dell’attuale contratto un’attività di potenziamento quando gli addetti alle pulizie ta porta a porta a tutto il territoriocon la Seta-Cogei, pre- del servizio, ha proposto al svuotano i cestini e raccol- comunale. Si procede, intanto, avista per il 31 gennaio Liceo “Quinto Ennio” l’attua- gono tutti i rifiuti in un unico lavorare sul nuovo appalto con2012, o anche in tempi zione della raccolta differen- bidone. Ne deriva un ulteriore la pubblicazione di un bando,più celeri, viste le “la- ziata nelle classi. aggravio di spese per il Co- scaduto il 2 marzo scorso, percune” lamentate nell’e- Si corre ai ripari per evitare di assistere di nuovo a scene come questa Già dai mesi scorsi, i cit- mune, costretto a pagare altri la selezione di un professionistaspletamento del sevizio tadini e gli esercizi pubblici per lo smistamento della stes- incaricato di redigere il nuovoe la questione sempre calda dei del centro storico, del borgo sa spazzatura. Questo accade capitolato. Del resto, la Giuntapagamenti in ritardo degli opera- nuovo e della zona Peep 3 non solo nel Liceo “Quinto ha di recente deliberato l’avviotori ecologici. La ditta appaltatrice Contestati i disservizi hanno iniziato a conferire i ri- Ennio” - che comprende il dell’iter che tra l’altro prevede la È naufragato il tentativo con- fiuti differenziandoli tra umi- Classico, il Linguistico e lo “rinuncia” (seguendo anche l’e-ciliatorio del sindaco Giuseppe ha l’incarico e i mancati pagamenti do, plastica e carta. A partire Scientifico su corso Roma e il sempio di Nardò e la necessità diVenneri in un recente incontro, fino a gennaio 2012 agli operatori ecologici dalle prossime settimane an- Pedagogico di via Torino - ma far ricorso a un appalto autono-non ufficializzato, con i respon- che la scuola darà una mano. in tutte le scuole di Gallipoli. mo e specifico per affrontare lesabili locali della ditta, invitati a La preside Loredana Di La preside ha quindi accettato peculiarità territoriali e le criti-“rescindere” consensualmente il Cuonzo ha infatti accettato la la richiesta e a breve fornirà a cità del periodo estivo) all’affi-contratto di appalto, viste le dif- da imputare al “sottodimesiona- cosiddetti servizi minimi. proposta del sindaco, invitan- tutta la scuola tre contenitori damento del servizio al Gestoreficoltà contestate ai gestori del mento del capitolato in vigore” Il tema rifiuti resta caldo. E do ragazzi e docenti a orga- dove i ragazzi potranno diffe- unico dell’Aro5 di cui il Comu-servizio. Ma la Seta ha deciso rispetto al fabbisogno del territo- mentre nelle scorse settimane nizzarsi al meglio per partire renziare l’umido, la carta e la ne di Gallipoli fa parte e per ildi andare avanti obiettando che rio e al mancato “riconoscimen- il Comune ha già provveduto con la rifferenziata. La scuola plastica. FC quale non è ancora stata indettale lacune del servizio sono anche to degli oneri economici” per i all’adeguamento del canone la gara d’appalto.Palazzo Balsamo punta sul perfezionamento del servizio “porta a porta”. C’è anche il decalogoRiciclare, si spinge dopo la flessione Differenziare è meglio. Tra da adottare. Anche la campagna ta trisettimanale del rifiuto umi- che - negozi, bar, ristoranti - in-gli obiettivi di palazzo Balsamo promozionale e pubblicitaria è do-indifferenziato (nonostante vece, è prevista una maggiorec’è il perfezionamento del servi- stata intensificata con la messa molti residenti preferirebbero la frequenza di raccolta per i ma-zio della raccolta differenziata. in onda di appositi spot televisi- raccolta dell’umido ogni gior- teriali recuperabili e una rac- Dopo una partenza lanciata, vi e campagne promozionali. Un no). I rifiuti umidi indifferen- colta pressoché quotidiana pernegli ultimi mesi c’è stata una nuovo decalogo affisso anche ziati (resti di cibo, carta sporca, il rifiuto umido-indifferenziato.flessione, non tanto sul discorso sulle plance cittadine richiama pannolini, piatti e bicchieri di Per lo smaltimento dei rifiutinumerico o di quantità del mate- le sanzioni per i trasgressori (da plastica) vanno inseriti nei sac- ingombranti (elettrodomestici,riale raccolto, quanto sul rispetto 25 a 258 euro), ma soprattutto ri- chetti in polietilene ben chiusi e mobili, materassi), rimane ladelle modalità di conferimento badisce le norme e le modalità di posizionati all’esterno delle abi- disposizione di contattare la dit-dei rifiuti da parte dei cittadi- conferimento dei rifiuti seguen- tazioni tra le 22 e le 8 del giorno ta Seta tramite il numero verdeni. Il comune è corso ai ripari, do le linee guida del progetto di raccolta. Vetro, carta, plastica, 800.030135 per concordare mo-“rinfrescando” la memoria ai della differenziata (raccolta con alluminio vanno inseriti senza dalità e giorni di ritiro gratuito.residenti del centro storico, del bidoncini da 40 litri e carrellati sacchetti nei bidoncini, da posi- Il tutto, in attesa della realizza-borgo nuovo e della zona Peep da 240 litri) che continuano a zionare all’esterno delle abita- zione del primo “Ecocentro”3, in cui il servizio della raccolta prevedere per le utenze dome- zioni tra le 22 e le 8 del giorno di previsto in via Pasolini, nel Peepdifferenziata “spinta” si è con- stiche, la raccolta settimanale, a raccolta di ciascuna tipologia di 3, dove i cittadini potranno con-centrato. Dall’inizio del nuovo giorni alterni, dei rifiuti recupe- rifiuto. Il contenitore va ritirato ferire direttamente rifiuti ingom-anno è in vigore una nuova or- rabili quali carta-cartone, vetro, entro le 11. branti e differenziati.dinanza che ribadisce le regole plastica ed alluminio e la raccol- Per le utenze non-domesti- VC
  6. 6. 10 - 23 marzo 2011 Gallipoli VIA FIRENZE, SUL PARCO hanno confermato la preceden- Comune per l’orto botanico di via DECIDE IL CONSIGLIO DI STATO Con una sentenza depositata alla fine di febbraio, il Consiglio di Stato ha posto fine all’annosa questione del parco di via Firenze. I giudici te decisione del Tar, respingendo l’appello della società Green System, l’ex concessionaria dell’area verde della zona di via Firenze, contro la risoluzione contrattuale decisa dal Firenze. A questo punto non ci sono più ostacoli per avviare l’intervento di completamento del polmone verde della città, per cui esiste già un progetto da 800mila euro. 5Consiglieri riuniti il 19 marzo ma si parlerà solo di sviluppo urbanisticoPorti, maxiconvegnoprima di decidere Il Consiglio comunale diGallipoli si riunirà il prossimo19 marzo, salvo imprevisti, manon si occuperà nè di porti nèdi portualità, argomento tor-nato di attualità (come accadeciclicamente, per la verità) conla presentazione formale di unaproposta di deliberazione de-positata in Municipio a firmadel consigliere di maggioranzaGiuseppe Coppola. Gli eletti a Palazzo Balsa-mo si occuperanno nella pros- PROTAGONISTIsima riunione di Programma SULL’ACQUApluriennale di attuazione che, Negli scatti di Emiliano Picciolo, il porto commer-fuori dal linguaggio tecnico- ciale e il porticciolo diburocratico, indica lo strumen- San Giorgio. Da sinistra,to con cui il Comune individua Giuseppe Venneri,le aree in cui, entro un determi- Giuseppe Coppolanato periodo, sarà avviata l’at- e Giovanni De Marinituazione del piano urbanisticogenerale. Con il Ppa si valutano piano regolatore portuale lo ha presente a tutti i protagonisti l’argomento ai primi posti. Se ille spese necessarie per gli inter- auspicato, proprio in risposta del vivace confronto in corso Comune sarà in grado di sfor-venti previsti, e la ripartizione alla mossa di Coppola, un al- acuito da una crisi superata con nare un piano suo, sarà pure infra operatori pubblici e privati. tro consigliere, Giovanni De un rimpasto trasversale, è che Si tratta di un momento grado di rispondere alle varie Marini (Puglia prima di tutto, nel vuoto di programmazione, richieste arrivate o in arrivoimportante quindi per la città, dall’opposizione, con l’appog- siano i privati - a colpi di sen-dal sapore di crescita e svi- al riguardo, semmai la voglia di ovviamente adeguato alla posta senza temere più contenziosiluppo. Lo stesso che in tanti studiare a fondo l’argomento, in gioco, con larga e pubblica gio del Pdl tramite l’on. Barba), tenze della giustizia ammini- per il quale sia il versante nord strativa - a decidere sulla ubi- e scelte di altre autorità inveceintravedono sulla questione stabilendo che si punta ad un discussione per poi passare la delle proprie. Un “incrementodella portualità che verrà. Dal piano della portualità che pre- parola al Consiglio comunale. che quello a sud possono e de- cazioni di darsene e approdi.sindaco Giuseppe Venneri e veda bacini per turismo, pesca Che ci sia bisogno di un vono essere considerati per le La stessa coalizione costituitasi vertiginoso del contenzioso”dalla sua amministrazione non e commercio. Si starebbe in- confronto “aperto”, quindi future scelte. di recente attorno a Venneri ha era e resta uno dei pricoli in-trapelano intenzioni già chiare fatti pensando ad un convegno senza esiti già scontati, e di un Il rischio pendente, ben inserito nel proprio programma combenti. L’“Accademia” gallipolina regge il confronto nelle varie kermesse CLICK Karate, giovani ma carichi di medaglie AGIMI, UN AIUTO PER VALONA L’appuntamento con la solidarietà a favore dei bambini di Valona è arrivato alla Piccoli campioni crescono, a colpi di Basti pensare al ricco palmares di meda- XXII edizione. La sezione di Gallipoli e Sannicola dell’asso- karate. E al di là dei trionfi sportivi (l’ul- glie conquistate dai giovani atleti nelle ciazione “Agimi, Centro Albanese di terra d’Otranto”, ha or- timo ai campionati interregionali: terzo 7 competizioni a cui hanno partecipato. ganizzato per sabato 12 marzo una cena presso l’ecoresort posto), degna di nota è la crescita morale Spulciando i trofei personali e in bacheca, “Le Sirené” a favore di 80 bambini diversamente abili della e culturale dei giovani atleti. Si è conclusa sono ben 54 le medaglie d’oro, 37 quelle scuola speciale di Valona. Il progetto, che partirà ad aprile, un’altra importate annata ricca di successi d’argento e 39 quelle di bronzo conquista- prevede la realizzazione di laboratori di attività manuali (ar- per il team dell’Accademia Karate Galli- te nell’annualità pregressa, alle quali biso- gilla, mosaico, traforo, pittura, cucito). L’associazione Agimi poli, già proiettato verso i nuovi appun- gna aggiungere il terzo posto per società nacque 20 anni fa sull’onda delle emozioni provocate dai tamenti agonistici. Un anno da ricordare ai Campionati nazionali ed il primo posto primi sbarchi di albanesi in Puglia, opera sia in Italia sia in quello appena trascorso per i ragazzi alle- conquistato dalla squadra gallipolina nella Albania con numerose sezioni locali. Il presidente di quellaFoto di gruppo degli atleti dell’“Accademia Karate” nati dal maestro Alessandro Finisguerra. competizione internazionale di Gallarate. di Gallipoli è Antonio Pacciolla. SERVIZI CIMITERIALI, LA GESTIONE AD AURORA SRL Con un ribasso pari al 27% rispetto ai prezzi di listino, la ditta Aurora srl di Gallipoli, di Massimo Natali, si è aggiu- dicato l’affidamento della gestione dei servizi cimiteriali fino al 2013. Superato il fraintendimento per cui la ditta ha rischiato la revoca dell’affidamento del servizio: dai primi controlli, risultava infatti che la società continuasse a svolgere servizio di onoranze funebri, incompatibile con la gestione del servizio pubblico cimiteriale. Grazie all’interven- to dell’avvocato della ditta, Fabio Vincenti, si è appurato che i servizi di onoranze funebri sono affidati ad Aurora società cooperativa, che è un diverso soggetto giuridico con diversa partita Iva, diversa sede legale e parzialmente diverso asset- to societario. Tanto è bastato per l’aggiudicazione definitiva alla impresa di Natali. FUCILI E BAIONETTE, PARTE IL RESTAURO Il Comune lucida le armi, anche se si tratta solo di quelle custodite e poste in bella mostra nel Museo civico. Con apposita deter- mina, palazzo Balsamo impegna la somma di circa 5.700 euro, affidando alla ditta Kaleidos di Lecce il restauro della collezione “oplologica” del museo, costituita da 11 fucili, 4 baionette e 3 bastoni animati, per un totale di 18 “pezzi” che saranno trasferiti nei laboratori leccesi per tutta la dura- ta dei lavori di restauro. Per lo spostamento della collezione è stata chiesta l’autorizzazione al locale Commissariato di polizia. Tutte le operazioni necessarie al restauro dovranno essere terminate nell’arco di 90 giorni dal momento della firma della lettera di accettazione, quindi la collezione do- vrebbe rientrare a Gallipoli prima dell’estate, in tempo per poter essere ammirata dai turisti in arrivo.

×