0833   In primo                                                                                                           ...
0833   In primo                                                                                                           ...
Nonraccogliamopubblicità...Con una garasi sceglierà                                       GALLIPOLI                       ...
24 febbraio - 9 marzo 2011                                                                                                ...
Gallipoli                                                                                                                 ...
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Piazzasalento nº3
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Piazzasalento nº3

1,748 views
1,687 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,748
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Piazzasalento nº3

  1. 1. 0833 In primo 1823575 piano e-mail: it to. i vostri ale n s z za annunci @ pia c ita b bli 24 febbraio - 9 marzo 2011 anno I - numero 3 quindicinale - esce il giovedì tiratura 32.000 copie € 0,90 pu“Ho letto Con l’estate la chiusura dei lavori al mercato coperto rimesso a nuovo e costati 4 milionicon aviditàe una forte Il Mercato si fa bello e riapreemozione” Per il Castello il Comune accelera: progetto e caccia ai fondi di Fernando D’Aprile La città li aspetta da tempo, perchè parte “Caro direttore, integrante della sua storia e dell’immagina- l’altro giorno mi è capi- rio collettivo ed ora una parte importante,tato in mano il suo giornale. il Mercato coperto, sembra essere quasiNello sfogliarlo, dapprima pronto per ritornare alla vita di ogni giorno,distrattamente, poi sempre più dopo il radicale restyling costato 4 milioni“avidamente”, ho avuto un di euro. Per il Castello angioino, passatosussulto e un salto indietr o di nelle mani del Comune dal giugno 2009, si50 anni. Ho avuto l’impressio- accelera: via al progetto definitivo e cacciane di leggere “18° Meridiano” aperta ai fondi necessari. Si punta a vedereche spero lei ricorderà con lo le opere terminate entro l’estate. Il Mercatostesso affetto come lo ricor do coperto sarà dato in gestione con una garaio. Nel suo giornale tr ovo la pubblica. «A breve - dice il saindaco Ven-stessa passione giornalistica, neri - porremo un altro tassello nel mosaicostessa meticolosa attenzione della valorizzazione del nostro patrimonio».al territorio e soprattutto stes- a pag. 2sa libertà di espressione che èil pane (l’unico pane ) di unastampa davvero indipendente.L’auspicio è che Piazzasalen- Sindaci sotto stressto rinsaldi sempre più il suo le-game col territorio, certo cheavrà lunga vita e sempr e più Ci sono meno soldicrescente successo, magari fraqualche tempo diventando set- e si deve tagliare: cosa?timanale e perché no... anchequotidiano. Oggi più che mai A pag. 3nel nostro meraviglioso Arco Nella panoramica del centro storico in primo piano il Castello angioino.ionico se ne sente sempr e piùil bisogno. Un forte in boccaal lupo” Riordino ospedaliero: reparto chiuso tra polemiche e promesse ALEZIO Abbiamo scelto questa let-tera di Nello Marti, produttoredi eventi televisivi, per chè cisembra dare voce compiuta ai “Sacro Cuore” in salvo Nuove abitazionitanti commenti che, per variestrade, ci sono giunti in que- strade e verde:ste poche settimane di vita. Cialimentano la convinzione chec’era davvero questo bisognodi conoscere le cose che han- ma Rianimazione no Il “Sacro Cuore” a pag. 2 il paese cresceno a che far e con la vita di a pag. 8ognuno. Si dirà: ma come, intempi di salari che non basta-no o non ci sono più, c’è chi La storia di un radiotecnico albanese, con forno a Gallipoli SANNICOLAvuole il giornale? Sì. Saràpure un bene immateriale l’in-formazione, ma fa camminar eil cervello, stimola pensieri, Arben, da profugo I primi 40 anniaumenta l’attenzione, spin-ge l’interesse, magari spiega di una cooperativapure qualcosa. E alla f ne di-venta una compagna f data,disponibile anche ad esser emessa in discussione. a datore di lavoro Arben Mustafa a pag. 18 che punta sull’olio a pag. 11 Ce lo avete chiesto SPORT TUGLIE per essere sicuri di averlo ed abbiamo provveduto Rivincita Minibasket Malasanità della capolista 20 ragazzini Per abbonarsi la Bluestone e Daniele muore si preparano a e riceverlo per posta ko nel derby per il torneo Laura: «Mai più» a pag. 15 il costo è di 35 euro per sei mesi 65 euro per dodici Ha ripagato con la stessa moneta lo “sgar- Ora anche Alezio ha le sue squadre di TUGLIE bo” rimediato nella sfida d’andata il “Città basket e minibasket, nate in seno alla Poli- Bella Gallipoli” che, in trasferta, ha regolato l’Asd Bluestone Casarano. Il derby si è te- nuto nell’ambito del campionato di serie D2 di tennistavolo, sport che raduna, anche nel sportiva don Bosco, che così si allarga ad altri sport. Sono una ventina gli iscritti che si alle- nano nel palazzetto dello sport, sotto la guida di mister Paolo Vernich di Nardò. I gruppi Grandi novità Per informazioni telefonare allo 0833 1823575 o scrivere a info@piazzasalento.it Salento, tanti appassionati. La gara, presso la palestra di via IV Novembre , si è conclusa sul 5-3 per i gallipolini, che restano primi. sono due: i ragazzi nati nel ‘96 si preparano per partecipare ai campionati under 14. I più piccoli, che hanno tra i 6 e i 12 anni, forme- per la “Nunziata” a pag. 13 a pag. 21 ranno il gruppo del minibasket. a pag. 9
  2. 2. 0833 In primo 1823575 piano e-mail: it to. i vostri ale n s z za annunci @ pia c ita b bli 24 febbraio - 9 marzo 2011 anno I - numero 3 quindicinale - esce il giovedì tiratura 32.000 copie € 0,90 pu“Ho letto Telefonate, richiesta di notizie, sospetti infondati ma il successo del progetto rivettivo sembra certocon aviditàe una forte Albergo diffuso, l’attesa c’èemozione” Il Gal “Serre Salentine”: spetta alla Regione dare il “via libera” di Fernando D’Aprile C’è grande attesa tra i cittadini per l’al- “Caro direttore, bergo diffuso nel centro storico. Che le l’altro giorno mi è capi- vecchie case del nucleo centrale della città,tato in mano il suo giornale. una volta ristrutturate, possano trasformarsiNello sfogliarlo, dapprima in stanze di un articolato hotel ha suscitatodistrattamente, poi sempre più interesse. Solo che i bandi destinati ai pro-“avidamente”, ho avuto un prietari degli immobili, attesi dall’autunnosussulto e un salto indietr o di scorso, non sono stati ancora pubblicati.50 anni. Ho avuto l’impressio- Una nota del Gal “Serre Salentine”, sottoli-ne di leggere “18° Meridiano” nea che tale prerogativa spetta alla Regioneche spero lei ricorderà con lo Puglia. In ballo c’è una dotazione finanzia-stesso affetto come lo ricor do ria di quasi due miliomi di euro. Il Comuneio. Nel suo giornale tr ovo la mette a disposizione l’antico palazzo Destessa passione giornalistica, Judicibus per farne la reception dell’interastessa meticolosa attenzione struttura ricettiva.al territorio e soprattutto stes- a pag. 16sa libertà di espressione che èil pane (l’unico pane ) di unastampa davvero indipendente.L’auspicio è che Piazzasalen-to rinsaldi sempre più il suo le- Festa della fantasiagame col territorio, certo cheavrà lunga vita e sempr e più con 5 carri allegoricicrescente successo, magari fraqualche tempo diventando set-timanale e perché no... anche e 12 gruppi mascheratiquotidiano. Oggi più che mai a pag. 17nel nostro meraviglioso Arco Palazzo de Judicibus nel centro storico di Casarano: nel progetto diventerà la reception della struttura ricettiva diffusaionico se ne sente sempr e piùil bisogno. Un forte in boccaal lupo” Le vocazioni sacerdotali ai tempi delle veline: Pierluigi Santo PARABITA Abbiamo scelto questa let-tera di Nello Marti, produttoredi eventi televisivi, per chè cisembra dare voce compiuta ai «Una vita normale Pochi iscrittitanti commenti che, per variestrade, ci sono giunti in que- e il Carnevaleste poche settimane di vita. Cialimentano la convinzione chec’era davvero questo bisognodi conoscere le cose che han- non è vita a metà» Pierluigi Santo a pag. 18 getta la spugnano a che far e con la vita di a pag. 24ognuno. Si dirà: ma come, intempi di salari che non basta-no o non ci sono più, c’è chi La storia di un radiotecnico albanese, con forno a Gallipoli PARABITAvuole il giornale? Sì. Saràpure un bene immateriale l’in-formazione, ma fa camminar eil cervello, stimola pensieri, Arben, da profugo Il tempo liberoaumenta l’attenzione, spin-ge l’interesse, magari spiega finisce in bancapure qualcosa. E alla f ne di-venta una compagna f data,disponibile anche ad esser emessa in discussione. a datore di lavoro Arben Mustafa a pag. 18 per dare un aiuto a pag. 22 Ce lo avete chiesto SPORT MATINO per essere sicuri di averlo ed abbiamo provveduto Rivincita Amatori Tra nord e sud Per abbonarsi della capolista che grinta una nuova via la Bluestone ora la prima a e riceverlo per posta ko nel derby ha paura costo 650mila € a pag. 25 il costo è di 35 euro per sei mesi 65 euro per dodici Ha ripagato con la stessa moneta lo “sgar- L’Associazione sportiva Parabita United TAURISANO bo” rimediato nella sfida d’andata il “Città sempre più protagonista nel campionato pro- Bella Gallipoli” che, in trasferta, ha regolato l’Asd Bluestone Casarano. Il derby si è te- nuto nell’ambito del campionato di serie D2 di tennistavolo, sport che raduna, anche nel vinciale di calcio categoria Amatori dell’Aics di Lecce. Quando la stagione ha già manda- to agli archivi la prima parte del girone di ritorno, la squadra del presidente Salvatore Grandi manovre Per informazioni telefonare allo 0833 1823575 o scrivere a info@piazzasalento. Salento, tanti appassionati. La gara, presso la palestra di via IV Novembre , si è conclusa sul 5-3 per i gallipolini, che restano primi. Resta staziona nei primissimi posti del rag- gruppamento “giallo” ed insegue la capo- lista Atletico Scorrano. Sorpasso in vista? per il Comune a pag. 29 a pag. 21 a pag. 24
  3. 3. Nonraccogliamopubblicità...Con una garasi sceglierà GALLIPOLI 24 febbraio - 9 marzo 2011 Pag. 2 …offriamo 120.000 punti di contattoil gestoredell’ex mercato di Vittorio Calosso La città li reclama: quandosaranno finalmente fruibili l’exmercato coperto e il castelloAngioino? Si spera a breve, al-meno per l’ex mercato, i cui la-vori di restyling sono già quasicompletati. La speranza è di vedere leopere terminate prima dellaprossima estate, per consentiredi restituire alla città almeno lastruttura annessa all’antico ma-niero. Per la quale (visto l’uti-lizzo di fondi pubblici per il suorecupero strutturale e funziona- Oh, che bel castellole) una volta terminati i lavoridi riqualificazione si procederàalla pubblicazione di un bandodi gara attraverso il quale affi-dare la gestione del nuovo mer-cato coperto. Recentemente sono statidefiniti anche una serie di la-vori complementari al lotto in L’atto concessorio plurien-esecuzione, che prevedono lasistemazione delle aree esternenon ancora riconfigurate, la re- Con l’estate la riapertura nale è infatti propedeutico alla realizzazione degli interventi necessari al recupero e quindi al IL SALUTO Egregio Direttore,alizzazione di arredi per la salapolifunzionale ed un sistema dipannelli mobili per l’allestimen-to di mostre negli spazi comu- Il restyling è costato successivo utilizzo del bene. In tale direzione si passerà in primis dall’attuale progetto è per me un motivo di grandissima felici- tà, indirizzare un sa-ni. Così come si provvederà asistemare le parti dell’intonacoesterno che, seppur già restaura- quattro milioni di euro preliminare di ristrutturazione a quello definitivo e soprattutto e si valuteranno le opportunità per luto ai miei conterra- nei da queste colonne informative della vitate, si sono già deteriorate sulla chiedere gli ulteriori e opportu- sociale, culturale e po-facciata di piazza Imbriani. ni finanziamenti. Il Comune è litica di comunità così Il progetto esecutivo com- già pronto a muoversi ad ogni vicine alle mie radici.plessivo di riqualificazione livello, da quello ministeriale È un motivo maggioredell’ex Mercato coperto e il ad Area Vasta, passando per il di gioia sincera farlorestauro del Castello Angiono circuito provinciale dei Castelli. mentre è nel cuore deldi Gallipoli, rientra nell’ambito un intervento complessivo sul suo sviluppo un miodell’accordo quadro “Beni ed Castello Angioino che, som- «A breve - spiega il sindaco, matosi ai lavori attualmente in Giuseppe Venneri - porremo nuovo percorso politi-attività culturali” stipulato già ai co, carico di responsa-tempi della prima amministra- corso d’opera per la ristruttura- l’ennesimo tassello nel mosaicozione Venneri, dal Comune con zione dell’ex mercato coperto, della valorizzazione del nostro bilità e impegni.la Regione Puglia, ed è appro- garantisca un colpo d’occhio ed patrimonio storico, artistico e Sarebbe lungo indi-vato e finanziato per un importo un risultato complessivo senza culturale. L’elenco, che va dal care in dettaglio tuttepari a quattro milioni di euro. Il eguali. Teatro Garibaldi alla Fontana le iniziative già avviatepiano di intervento è stato sud- Obiettivo oggi meno diffici- Greca, dal museo civico alla dalla Giunta Provin-diviso in due lotti atteso che, in le da perseguire sotto il profilo biblioteca comunale, dalle mura ciale. Farà però piacereavvio della progettazione, non burocratico, dato che dal 1 giu- urbiche al chiostro di San Do- apprendere che è statovi era la possibilità in tempi bre- gno del 2009 l’antico Castello menico, è ricco e variegato e già avviato il nuovovi di ottenere la concessione del Angioino è passato nella titola- Piano triennale delletorrione del castello. rità del Comune di Gallipoli, a testimonia l’attenzione costante nel tempo verso quelle risorse, opere pubbliche, che Si è così partiti dal recupe- seguito del protocollo d’intesa prevede investimentiro dell’ex mercato coperto che stipulato dal sindaco Venneri con particolare riguardo al cen- tro storico, in grado di accresce- per complessivi 300 mi-mostra già la sua nuova veste con l’Agenzia del Demanio di lioni di euro e che inte-strutturale. Ma l’obiettivo finale Lecce e attraverso il quale l’ente re la nostra immagine, diversifi-dichiarato dall’amministrazione ionico ha ottenuto la concessio- cando contestualmente l’offerta resserà, omogeneamen-comunale è quello di realizzare In alto, il rivellino. Sopra e a destra, il mercato coperto restaurato ne del prezioso maniero. turistica». te, tutto il territorio provinciale. Oltre 100 milioni di euro di ope-L’intitolazione a Papa Wojtyla potrebbe slittare dal 2 aprile al 1° maggio, giorno della beatificazione del pontefice in Vaticano re pubbliche sono state già avviate, in modoQuesto diventerà il ponte di Giovanni Paolo II Un segno tangibile per mantenere ta dal Vaticano dopo che papa Benedetto da rimettere in moto le economie di decine di imprese del settore edile. Ai miei amati con-sempre vivo il ricordo di Giovanni Pa- XVI ha firmato il decreto che riconosce il terranei, ai lettori tuttiolo II tra i cittadini. Una vecchia istanza miracolo attribuito a Karol Wojtyla.dell’ex consigliere comunale Gianfranco Questo importante appuntamento con ed alle loro famiglieConte è stata rispolverata nel novembre la beatificazione di Giovanni Paolo II po- rivolgo un augurio discorso, quando il Consiglio comunale ha trebbe portare anche a un cambiamento di buona lettura, ma an-deliberato all’unanimità l’intitolazione programma rispetto alle indicazioni del che di serenità e didel ponte seicentesco alla memoria del Consiglio comunale, che aveva previsto concordia. SperandoPapa scomparso nel 2005. lo svolgimento della cerimonia per il 2 possano seguire sempre Dopo la cerimonia ufficiale, dunque, aprile prossimo. Giorno, cioè, della sesta più da vicino e con at-il ponte che collega il borgo nuovo con la ricorrenza della morte. tenzione l’attività dellacittà vecchia prenderà il nome di “ponte Possibile, a questo punto, che la ceri- Provincia, aiutandociGiovanni Paolo II”. E sarà il modo mi- monia venga posticipata proprio al primo anche a migliorarla edgliore per commemorare la vita e l’attività maggio (ma si dovrà tornare in Consiglio a renderla sempre piùpontificia di Karol Wojtyla nel sesto anno e deliberare la variazione) mantenendodalla morte, in concomitanza con la con- inalterata la procedura: l’inaugurazione e vicina a loro.clusione del processo di canonizzazione la benedizione di una stele commemora- Antonio Gabelloneche porterà alla sua beatificazione in Va- tiva dedicata al Pontefice, che sarà posta Presidente dellaticano, fissata per il primo maggio prossi- nei pressi del ponte. Provincia di Leccemo. Circostanza, quest’ultima, annuncia- VC Il ponte seicentesco
  4. 4. 24 febbraio - 9 marzo 2011 Gallipoli 3 PDL, NUOVE NOMINE: - in cui erano presenti l’onorevole stata accolta la proposta dei cinque BENVENGA E MURRA Vincenzo Barba, il consigliere regio- consiglieri comunali del Pdl di nomi- Il Pdl cittadino si riorganizza. Lo nale Antonio Barba e i consiglieri nare l’ingegner Enzo Benvega (foto) scorso 18 febbraio, infatti, il coordina- provinciali Salvatore Di Mattina e capogruppo e Luca Murra vicecapo- mento cittadino ha proceduto alle Stefano Minutello, si è proceduto gruppo del Popolo della Libertà in nuove nomine. Durante l’incontro alle nuove nomine. All’unanimità è seno all’Assise Comunale.Fondo per la famiglia dai 100 milioni del 2010 ai 52 per quest’anno; contributi per gli affitti dai 143 ai 33 milioniTagli & cuci, i sindaci-sarti all’operaMinori entrate CONTI PIU’ MAGRI Matino: «Siamoe arrangiarsi “comune virtuso” GALLIPOLI - 461.375 eurodiventa Non si sa piùun obbligo CASARANO - 515.201 euro dove risparmiare» Enti locali con le tasche ALEZIO - 124.000 euro Non si sbilancia ancora ilvuote. Sarà un 2011 durissimo sindaco Giorgio Primiceri inper i Comuni italiani con più di merito ai tagli previsti a seguito5.000 abitanti: il Governo ha ta- SANNICOLA - 149.868 euro delle riduzioni dei trasferimentigliato loro i fondi per un totale statali perdi un miliardo e mezzo di euro, il 2011:“pena” da pagare per il rispetto TUGLIE - 124.196 euro 292.762del Patto di stabilità. Nella pro- euro invincia di Lecce, sono 57 i co- meno permuni che subiranno i tagli. Ma PARABITA - 192.828 euro Matino.la situazione appare ancor più «I taglidrammatica se si considera che MATINO - 292.762 euro - spiega ilai tagli diretti si aggiungeranno sindaco -quelli indiretti, cioè la riduzione verrannodei contributi che lo Stato offre TAURISANO - 347.242 euro fuori momento alper garantire che i cittadini pos-sano usufruire di servizi di vario *La riduzione dei trasferimenti statali per il 2011 della valutazione del bilancio.tipo (mense scolastiche, scuo- Per quanto ci riguarda non vor-labus, assistenza agli anziani) a remmo tagliare nulla, in quanto Palazzo Chigi, sede del governoprezzi accessibili per tutti. siamo un comune virtuoso. Ab- Solo per fare qualche esem- biamo addirittura ricevuto unpio, a livello nazionale il fondodelle Politiche per la famiglia è Casarano: «Meno sprechi Gallipoli: «Spettacoli ridotti premio per il Patto di stabilità mantenuto pari a circa 50mila euro».sceso dai 100 milioni del 2010ai 52 del 2011; quello per lePolitiche sociali è sceso dai senza ridurre i servizi» ma non aumenterò le tasse» Parabita: «Lotta380 milioni del 2010 agli at- Due i punti fermi della Oltre 460mila euro di eurotuali 72 milioni; il fondo per ilsostegno all’accesso abitativo Giunta De Masi di fronte alla necessità di far fronte a un ta- in meno in due anni nelle casse comunali di Gallipoli. Ovvero a “case fantasma”in locazione (contributi per gliaffitti) è sceso dai 143 milionidel 2010 ai 33 dell’anno in cor- glio non indifferente, pari a più di 500mila euro: nessun taglio una fetta dei tagli complessivi (pari all’11,7%) delle risorse per incassare ai servizi sociali e diminuzione trasferite dallo Stato ai Comuniso. A fronte di queste drastichediminuzioni, i Comuni - anche degli sprechi. «Vorrei partire, anche per sopra i cinquemila abitanti. Una circostanza che compli- più Ici e Tarsu»quelli virtuosi - non potranno rassicurare i miei concittadini - ca l’azione amministrativa del Alfredo Cacciapaglia, sin-mantenere bassi i costi dei ser- spiega il sindaco, Ivan De Masi sindaco, Giuseppe Venneri, che daco nonché assessore al Bilan-vizi erogati (finora al cittadino - da ciò che certamente non ta- dopo il rimpasto a Palazzo Bal- cio, ha le idee chiare. «Lo Statoera richiesto un contributo che, glieremo, vale a dire i fondi de- samo detiene anche la delega da una parte ci ha tolto, ma dain molti casi, era pari al minimo stinati al welfare, al diritto allo del Bilancio e alla Programma- un’altra ci ha dato. Oltre alla ce-consentito, cioè al 36% del co- studio, all’integrazione scolasti- zione Finanziaria. dolare sec-sto reale del servizio). ca, alla tutela ambientale e allo «La legge di stabilità, che ca sugli Per quanto riguarda i tagli sviluppo sostenibile. Si tratta all’articolo 14 in nome del pa- affitti,diretti, le città di Casarano e di priorità che non siamo in al- reggio dei conti, prevede forti avremo aGallipoli vedranno i trasferi- cun modo disposti ad immolare per un qualsiasi Comune d’Ita- riduzioni ai trasferimenti statali nistratore. «È chiaro - prosegue disposizio-menti statali ridursi, rispettiva- sull’altare del bilancio. Non è lia, soprattutto nel Mezzogior- verso gli Enti locali nel prossi- Venneri - che potremmo essere ne anchemente, di circa 515mila euro abbassando gli standard quali- no, dove il Pil è rappresentato, mo biennio - spiega il sindaco costretti a ridimensionare qual- i fondi ri-(Casarano) e 461mila euro Gal- tativi dei servizi che si può far per la maggior parte, proprio dai Venneri - ci impone di essere che servizio e le contribuzioni venientilipoli). I tagli ai piccoli Comuni fronte ai tagli sui trasferimenti trasferimenti pubblici. Eviden- più oculati e accorti. Con i tagli dagli ac- per eventi culturali e di spetta- certamentisono pari a circa 124mila euro statali, ancorché pesanti». temente, però, bisognerà fare i dei trasferimenti statali verranno(Alezio e Tuglie); 149mila euro colo e soprattutto per quei servi- delle “case Tutela per le fasce più de- conti con delle risorse sempre a mancare importanti risorse per(Sannicola); 193mila euro (Pa- boli della cittadinanza, dunque, far funzionare al meglio la mac- zi a domanda individuale come fantasma”. più risicate. Cercheremo, quin- mensa scolastica, scuolabus, orabita); 293mila euro Matino e compresi gli studenti. «Tra di, di trovare la quadratura del china amministrativa, ma stiamo A Parabi-347mila euro (Taurisano). l’altro - prosegue il sindaco - i cerchio portando a termine, ad valutando in sede di elaborazio- assistenza domiciliare. Ma la ta ne mancano all’appello circa Abbiamo provato a capire - 515mila euro sono solo la punta esempio, il percorso già intra- ne del Bilancio di amministrare volontà dell’amministrazione è 800 e l’emersione di tale “eva-insieme con i sindaci che hanno dell’iceberg, poiché dal 2008 ad preso relativo alla dismissione le risorse come la saggezza del di tutelare sempre i propri citta- sione” comporterà maggiorivoluto rispondere alle domande oggi i trasferimenti statali hanno dei fitti passivi, al taglio sugli buon padre di famiglia». dini, soprattutto quelli più svan- introiti in Ici e Tarsu. A propo-- su quali voci di bilancio an- registrato una diminuzione pari sprechi energetici, alla raziona- Ma i tagli non lasciano taggiati. Una cosa è certa: non sito di quest’ultima, nel bilanciodranno a pesare i tagli decisi dal al 22 per cento. Un taglio simi- lizzazione della spesa e all’otti- scampo e impongono decisioni, aumenteremo nessuna tassa o 2011 sono persino previste delleGoverno. VB le è una vera e propria mannaia mizzazione delle risorse». anche se difficili per un ammi- tariffa comunale». riduzioni per i cittadini». Tuglie, la via d’uscita: Sannicola: «Assistenza «Poche manifestazioni mense e scuolabus e opere pubbliche» ora saranno più cari» Il Comune di Tuglie “recupererà” i circa «È un 2011 durissimo quello che il Go- 124mila euro che mancano all’appello in bi- verno “regala” agli Enti locali». Si prospet- lancio, dopo i tagli operati dal Governo, at- tano tempi difficili per l’amministrazione traverso un’attenta politica di riduzione dei comunale guidata da Giuseppe Nocera e costi. «Ogni indicazione risulterà più chia- per il su vice, Marco Bramato, che è anche ra quando si affronterà l’argomento conto assessore al Bilancio. «È stato dimezzato ileconomico di previsione – spiega il sindaco, Daniele Ria – ma già fondo delle Politiche per la famiglia, quasi azzerato il fondo nazio-abbiamo individuato alcune linee-guida lungo cui muoverci per com- nale per le Politiche sociali e quello per il sostegno all’accesso abi- tativo in locazione. Fa rabbia che il taglio valga anche per i Comunipensare la riduzione delle risorse statali a nostra disposizione, che per virtuosi come il nostro, ma il problema più grande è che i Comuniil nostro Comune assumono un peso specifico non irrilevante». sono i principali erogatori di servizi e questi tagli diretti e indiretti Tradotto in pratica: netti tagli alle spese per manifestazioni, l’u- faranno in modo che i cittadini che usufruiscono dei servizi saran-tilizzo degli oneri di urbanizzazione nei limiti consentiti dalla legge, no chiamati a coprirne i costi per intero, specie per quei servizi aanche se ciò, inevitabilmente, determinerà con ogni probabilità mino- domanda individuale come mensa scolastica, scuolabus, assistenzari interventi per lo sviluppo di opere pubbliche, e una razionalizzazio- domiciliare agli anziani. Finora, la quota spettante al cittadino è sta-ne del servizi. Da rilevare, comunque, che la rinegoziazione di alcuni ta limitata al 36%, il minimo che prevede la legge, il rischio grossomutui operata negli ultimi tempi determinerà minori costi finanziari, è che, a seguito dei tagli pesanti, i fruitori di questi servizi sianocon fondi che potranno essere reinvestiti per servizi ai cittadino. chiamati a pagarseli da soli e per intero».
  5. 5. Gallipoli 24 febbraio - 9 marzo 20114 UNA VITA DA VOLONTARIO? zato dalla sezione locale dell’Avulss direttore amministrativo, Cosimo De ORA C’È ANCHE IL CORSO Onlus, che ha la propria sede presso Rinaldis, vicepresidente nazionale Si è aperto martedì scorso, nella sala la cappella dell’ospedale. Sono inter- Oari, Loredana Benvenga, presi- convegni del presidio ospedaliero di venuti il sindaco Giuseppe Venneri, dente Avulss e don Marcello Spada, Gallipoli, l’XI edizione del corso per il Bruno Falzea, direttore medico del assistente religioso del “Sacro Cuore Volontariato socio-sanitario organiz- presidio ospedaliero, Laura Pizzileo, di Gesù”. A una proposta operativa di Coppola, si oppone De Marini, sostenuto dall’on. Barba Nuovi porti, dove farli? E’ bagarre «Non me ne voglia Giusep- sul litorale di scirocco per vari pe Coppola, ma sono costretto motivi”, anche se “a fronte di ad esprimere il mio dissenso ciò vi è la solita opposizio- sulla sua iniziativa relativa al ne dell’Ente superiore che si sistema portuale di Gallipoli»: esprime attraverso motivazioni in una nota che ha ricevuto su- soggettive e discutibili”. «Gli bito il plauso dell’on. Vincenzo amministratori devono segui- Barba, Giovanni De Marini, re l’interesse della città o soc- capogruppo di “La Puglia pri- combere a stupidi e immotivati ma di tutto, risponde all’inizia- pareri di impatto ambientale?», tiva del consigliere Coppola, il chiede retoricamente il capo- quale nei giorni scorsi ha pre- gruppo. Poi la conclusione: snetato in Comune una bozza «Si dia dunque incarico, nella di delibera con cui s’intende forma che si vuole (spero con fare chiarezza e prendere infine trasparenza) per un’idea pro- delle decisioni sul sistema por- gettuale, ma nella forma più tuale gallipolino, ritenendo la laica possibile, guardando l’in- situazione attuale “disordinata, tero sviluppo costale, avendoSuperati problemi e polemiche foriera di contenziosi” ed inade- guata in particolare rispetto alla zare attracchi diversificati dal seno del Canneto fino alla zona re un piano regolatore portuale, che adegui quello già esistente, a cuore unicamente l’interesse della città, da difendere ancheè partito il conto alla rovescia grande richiesta della nautica da diporto. Per cui il proponente indica delle priorità per realiz- della darsena “Porto Gaio” tra- mite bandi pubblici. «Che sia necessario esegui- è certo», concede De Marini, per il quale però “è interesse della città far nascere un porto nei tribunali amministrativi. Un attento amministratore non può comportarsi diversamente».per le sfilate del 6 e dell’8 marzoStop parole, tutte le luci sul Carnevale di Cosimo Perrone NELLE MANI del Carnevale, Gino Cuppone, DEL insieme alla sua truppa, è impe- Potevano mancare le pole-miche a Gallipoli relative all’or-ganizzazione del Carnevale?Certo che no. Il Pdl gallipolino, PRESIDENTE Gino Cuppone va avanti nella messa a punto del Carnevale gnato, ad organizzare al meglio la 70° edizione del Carnevale. Il presidente Cuppone è molto soddisfatto per come è evoluta In 4 per celebrareche non perde occasione di at-taccare la maggioranza, accu-sa la Giunta di immobilismo e nonostante le polemiche politiche che, come ogni la situazione. «Intanto devo dire - spiega - che l’Amministrazione comu- le bellezze di Gallipolimancanza di progettualità per anno, si sono nale ha fatto salti mortali per Quattro amici uniti dallarilanciare il Carnevale e di in- scatenate risolvere i problemi finanziari passione per la cartapesta.capacità di trovare risorse extra. sull’evento. accollandosi la spesa dei premi. Gabriele Mercuri, Gino «mministratori degni di que- Assicura che, Ci stiamo tutti adoperando alla Passaseo, Massimiliano Ne-sto nome - si legge in una nota nonostante le buona riuscita di questa 70esima gro (nella foto da sinistra ) difficoltà, Galli-del partito di opposizione - do- poli avrà la sua edizione del Carnevale, lavoran- e Giuseppe Greco, anchevrebbero impegnarsi a reperire, bella sfilata di do in sinergia con gli assessori quest’anno, per la terza vol-non dalla “saccoccia” comuna- carri allego- Francesco Errico e Alessandra ta consecutiva, si cimenta-le, le risorse utili all’organizza- rici e gruppi Bray, che sento il dovere di rin- no nella costruzione di unzione di un evento carnevalesco mascherati su graziare pubblicamente. Siamo carro allegorico-grottesco. corso Roma eatteso dai cittadini e dai turisti, e tutta una serie tutti impegnati affinché che tut- Ognuno con una speciali-non dovrebbero versare lacrime di eventi col- to vada nel migliore dei modi. tà: Passaseo è addetto alladi coccodrillo con la presunta laterali nelle Certo, per poter organizzare un carpenteria pesante, Grecoscusa del cosiddetto particola- piazze pure del evento di questa portata, ci vo- a quella leggera. Gli altri mo l’ambizione di miglio-re periodo di crisi». Nella nota, centro storico gliono almeno tre mesi. Noi ce rare per poter gareggiare due danno vita ai pupazzi per la vittoria finale». Sulil Pdl puntualizza che questa la stiamo mettendo tutta, ma vestendoli con colori appa-Giunta «dovrebbe avere la ca- avremmo potuto fare molto di tema, i quattro non si sbilan- esprimono piena soddisfazione nere i consensi delle diverse fa- riscenti. Il gruppo è reduce ciano, si sa solo che sarà unpacità, di raddoppiare e tripli- per aver permesso la realizza- sce di pubblico. Un risultato che più se solo avessimo avuto più da due quinti premi.care gli sforzi per coinvolgere tempo a disposizione». carro alto 10 metri e mezzo, zione dell’evento, pur tra mille raggiungeremo nonostante le «L’importante è par- largo circa 7 metri e lungoil mondo esterno, sicuramente vuote critiche e le strumentaliz- Intanto, potrebbe saltare la tecipare e divertirci – dice difficoltà burocratico-ammini- 10. «Il carro - si fa sfuggirepronto ad affiancare il Comu- serata di musica popolare pre- Massimiliano – per il pia- strative a causa delle nuove nor- zazioni di chi, pur di dimostrare vista nel centro storico per il 3 Passaseo - si ispira alle bel-ne nell’organizzazione e nella cere di scambiarci opinionigestione di eventi che facciano me di carattere finanziario che che tutto va male, spera che le marzo. Il problema sono le pe- lezze di Gallipoli. Vogliamo impediscono ai Comuni di effet- attività di promozione e valo- ed esperienze». Non c’è che invogliare i turisti a venirevolare alto il nome del proprio dane in legno di ristoranti e bar: dire, proprio con lo spirito tuare spese di sponsorizzazioni. rizzazione della nostra città non i ristoratori, che hanno pagato la qui, soprattutto d’inverno,territorio». degubertiano più puro. Ci quando c’è il Carnevale. E Dall’altro lato, l’Ammini- «Anche quest’anno – dichia- ottengano il risultato sperato. tassa di occupazione del suolo rano i due assessori - Gallipoli Spiacenti per loro, ma il nostro fosse in tutte le competi- questo è un evento che, sestrazione comunale fa sentire pubblico al Comune, non vo- zioni sportive. «Non sarà un organizzato per tempo, puòla propria voce con l’assessore sarà in grado di offrire ai tan- Carnevale sarà anche quest’an- gliono rinunciare al loro spazio tissimi turisti che faranno visita no un grande successo». carro di grandi dimensioni, aiutare a destagionalizzare».al Turismo, Francesco Errico, supplementare. così, se non si – chiariscono - però abbia- CPe l’assessore al Marketing ter- alla nostra città per il Carnevale, I preparativi però fervono e troverà un altro posto, la serataritoriale, Alessandra Bray, che uno spettacolo in grado di otte- il presidente dell’Associazione salta. E’ il turno di Cosimo Perrone: dal 1984 a oggi ha collezionato tre vittorie e numerosi altri premi Balli, musica ed eventi il programma nei dettagli «Carrista da 25 anni, per passione» “Educare i giovani” è il motto di Cosimo qualcosa di creativo». Ma da sola, la passione, non È partito il conto alla rovescia: la prima sfilata sarà do- menica 6 marzo dalle 14.30 e la seconda (con premiazione) Perrone, carrista dal 1984, quando insieme con i basta. A lungo andare si possono perdere le moti- martedì 8 marzo, sempre dalle 14.30. Se una delle due gior- ragazzi del Ceduc iniziò a lavorare la cartapesta vazioni. «Il Carnevale gallipolino – spiega Perro- nate dovesse andar male, si rimanderà alla domenica succes- in condizioni di precarietà. Da allora Perrone ha ne – polarizza l’attenzione di un sacco di gente. A siva. fatto strada: ha collezionato tre vittorie con i carri livello di programmazione bisognerebbe fare uno La manifestazione, come ogni anno, si arricchisce di altri Jurassik Park, Arriva Mamma Sirena e Acchiappa sforzo per dare ai carristi maggiore certezza. Nei eventi spettacolari, con balli e canti in piazza. Dopo il suc- farfalle. E numerosi secondi e terzi premi. Con lui primi di febbraio ancora non si sapeva se il Carne- cesso dell’evento di domenica 20 febbraio in piazza Tellini collaborano Antonio Leone, Luigi Barletta, (autore vale si faceva». Anche Perrone auspica che presto alle 18.30, il prossimo appuntamento è il 27 febbraio (piazza di pupi di Capodanno di pregevole fattura), Ales- si arrivi alla costituzione della Fondazione Carne- Tellini, 18.30) esibizione della scuola di danza del maestro sio Scigliuzzo, con diploma di scuola d’arte, esper- vale, con la risoluzione dei problemi organizzativi, Daniele Cataldi. to nella lavorazione della creta e la figlia Ottavia primo tra tutti quello della ripartizione più equa dei Eventi anche a marzo: giovedì 3 lo spettacolo si sposta Perrone laureata in Beni culturali. Ma è Perrone capannoni. A suo dire il suo locale è angusto. «I nel centro storico. In piazza della Repubblica alle 18.30, l’artefice di tutto: dai calchi in gesso alla saldatura carristi - spiega - dovrebbero avere spazi uguali. Io spettacolo di musica popolare a cura del Gruppo folk di Totò e realizzazione della struttura. Fino alla pitturazio- sono costretto a contenere le dimensioni del mio Bentivoglio (Questo evento potrebbe subire variazioni o es- ne. La sua specialità però sono i movimenti. carro perché il mio capannone è più piccolo degli sere, addirittura, cancellato). Lunedì 7 marzo nell’oratorio «Lo faccio per passione – afferma Perrone, altri».Tema del carro? Top secret. Il carrista non San Lazzaro, l’Associazione del Carnevale ha organizzato educatore in pensione – con il solo scopo di far scopre le sue carte, dice solo che sarà alto 15 metri anche un veglioncino per i più piccoli che inizia alle 18.30. riscoprire ai giovani l’interesse per questa attività, per 13 ma per vederlo bisognerà aspettare il 6 e l’8 Cosimo Perrone al lavoro anche per toglierli dalla strada e tenerli impegnati in marzo. CP

×