• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Presentazione corso
 

Presentazione corso

on

  • 1,279 views

Programma

Programma
Corso di formazione sull'utilizzo di LMS (learning menagement system) in ambito scolastico - impiego di strumenti multimediali e con riferimenti alla didattica per l'integrazione

Statistics

Views

Total Views
1,279
Views on SlideShare
1,209
Embed Views
70

Actions

Likes
0
Downloads
5
Comments
0

1 Embed 70

http://www.artearezzo.it 70

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as OpenOffice

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Presentazione corso Presentazione corso Presentation Transcript

    • Corso di formazione sull'utilizzo di LMS (learning menagement system) in ambito scolastico - impiego di strumenti multimediali e con riferimenti alla didattica per l'integrazione
      • La nostra scuola, che si prefigge l'obiettivo di diventare scuol@ 2.0, ha effettuato alcune scelte su come introdurre le TIC in ambito educativo :
      • Utilizzo delle ICT per una didattica innovativa e loro inserimento nei processi di insegnamento-apprendimento individualizzato e collaborativo;
      • Utilizzo di strumenti per la formazione a distanza a supporto della didattica curricolare
      • Utilizzo di strumenti per la formazione a distanza nelle attività di integrazione degli alunni svantaggiati
    • Utilizzo di strumenti per la formazione a distanza a supporto della didattica curricolare
      • La letteratura sull'utilizzo delle piattaforme FAD in ambito scolastico è ormai vasta ed indica numerosi risvolti positivi quali:
      • la maggior partecipazione degli alunni,
      • la possibilità di uno scambio comunicativo più continuo,
      • la più facile integrazione delle risorse disponibili in rete all'interno delle lezioni,
      • la possibilità di diversificare l'offerta formativa personalizzando attività di recupero ed approfondimento,
      • La maggior possibilità di scambio e collaborazione fra colleghi
      • Nelle sezioni multimediali si sta sperimentato l'utilizzo di strumenti Fad ed in particolare dell'ambiente Moodle. Pertanto, si ritiene opportuna un'azione formativa sull'utilizzo di questo ambiente, anche nella prospettiva di estenderne l'utilizzo ad altre sezioni.
    • Utilizzo di strumenti per la formazione a distanza nelle didattica curricolare e nelle attività di integrazione degli alunni svantaggiati
      • Nei primi mesi di quest'anno, la scuola ha organizzato due ambienti Fad da destinarsi specificamente alla didattica nell'indirizzo multimediale (Eduopen) ed all'integrazione di alunni svantaggiati (OER.I).
      • Entrambi sono sviluppati con Moodle ed è quindi logico che la scuola svolga un'azione formativa su questo ambiente. Eduopen nasce come strumento di potenziamento della didattica nell'indirizzo multimediale, ma sarà naturale, nei prossimi anni, estenderne l'utilizzo alle altre classi della scuola. Dal punto di vista formativo due elementi risultano essenziali:
      • capacità di gestione di propri corsi attraverso la piattaforma,
      • capacità di sviluppare materiali da introdurre in piattaforma
      • OER.I (Open Educational Resource per l'Integrazione) è finalizzato a due obiettivi essenziali:
      • Potenziamento dell' azione didattica sfruttando le possibilità dell'educazione a distanza
      • Costituzione di un repository di LO (Learning Obiect) utilizzando le risorse che gli insegnanti di sostegno hanno prodotto o sono in grado di produrr e
    • Utilizzo di strumenti della multimedialità per potenziare l'attività didattica
      • Da sempre i docenti hanno cercato di introdurre elementi multimediali all'interno delle loro lezioni, ma la disponibilità del mezzo informatico ha enormemente incrementato e differenziato questa possibilità.
      • Per cogliere concretamente questa occasione è fondamentale che i docenti acquisiscano maggiore consapevolezza sull'utilizzo di queste risorse.
      • Diviene quindi indispensabile un'azione formativa specifica nel campo della multimedialità proponendo ai docenti gli strumenti applicativi necessari per gestire i diversi oggetti multimediali
    • Schema del corso
      • PARTE COMUNE
      • L'utilizzo di Moodle come docente e come discente
      • L'integrazione di strumenti web 2.0 all'interno di Moodle
      • Docente/tutor: Ferrantini
      • PARTE DI APPROFONDIMENTO 1
      • Produzione di OER (Open Educationa Resources ) e loro condivisione in rete
      • Utilizzo della piattaforma OERI e organizzazione dei materiali digitali a supporto delle attività di integrazione
      • Docenti/tutor: Ferrantini, Ceccolini
      • PARTE DI APPROFONDIMENTO 2
      • La scuol@ 2.0; conoscenza e sperimentazione del ruolo delle ICT in una didattiva innovativa;
      • La scuol@ 2.0; conoscenza e sperimentazione del ruolo delle ICT in un processo di insegnamento-apprendimento individualizzato e collaborativo.
      • Docenti/tutor: Tagliaferri, De Matteis
    • PARTE COMUNE L'utilizzo di Moodle come docente e come discente L'integrazione di strumenti web 2.0 all'interno di Moodle
      • In questa parte di corso si affronteranno i seguenti argomenti:
      • Utilizzo di Moodle:
      • Gestione degli utenti e dei gruppi
      • Creazione dei corsi
      • Gestione delle risorse
      • Gestione delle attività
      • Monitoraggio delle attività e gestione delle valutazioni
      • L'integrazione di strumenti web 2.0 all'interno di Moodle
      • Ambienti per la gestione di presentazioni e documenti (Slideshare e Scribd)
      • Ambienti per la gestione di materiali video (Vimeo Youtube)
      • Ambienti per la gestione di immagini (Flickr, Google photo)
      • Ambienti per l'online bookmarking ed il group-based collaborative research (Diigo, Delicious, ecc)
      • Altri ambienti di condivisione (Voicethread, altri)
      • Tecniche di integrazione delle risorse
    • PARTE DI APPROFONDIMENTO 1 Produzione di OER (Open Educationa Resources) e loro condivisione in rete Utilizzo della piattaforma OERI e organizzazione dei materiali digitali
      • Concetti di LO e OER, Copyright e Copyleft. Le licenze Creative Commons. La filosofia del riuso e dello scambio.
      • Gli standard per la condivisione (IMS, SCORM).
      • Software per produrre oggetti scorm e per il Rapid eLearning (eXelearninx, Xerte, Reload).
      • Organizzazione della piattaforma OER.I (gestione dei corsi e del repository).
      • Produzione di materiali digitali per le attività di integrazione (definizione dei tipi, dei criteri di classificazione, dei modelli di lavoro per la produzione di materiali scambiabili).
      • Attività pratica sulla produzione di materiali e sul loro uso con le FAD.
    • PARTE DI APPROFONDIMENTO 2 I C T e didattica innovativa (per una scuol@ 2.0)
      • Rassegna delle principali tipologie di oggetti multimediali (audio, video, immagini, presentazioni). Descrizione degli standard più diffusi.
      • Possibilità di utilizzo degli oggetti multimediali in ambiente scolastico (Lim, Videoproiettori, Aule Multimediali, ecc) ed in ambito personale (netbook, bookreader, smartphone, lettori mp3).
      • Software per la gestione di materiale audio (principali pacchetti applicativi e loro utilizzo)
      • Software per la gestione di materiale video (principali pacchetti applicativi e loro utilizzo)
      • Software per la gestione di immagini pittoriche e vettoriali (principali pacchetti applicativi e loro utilizzo)
      • Software per la gestione di documenti e presentazioni (principali pacchetti applicativi e loro utilizzo)
    • Modalità di svolgimento del corso
      • Il corso sarà erogato in modalità ”blended” alternando attività in presenza con attività on line. Quest'ultima modalità sarà quella prevalente e l'introduzione di incontri in presenza sarà concordata con i corsisti attraverso lo scambio comunicativo in piattaforma. I due moduli della parte comune (utilizzo di Moodle come docente e come discente, Integrazione di strumenti web 2.0 all'interno di Moodle ) saranno sviluppati in due settimane ciascuno. I due moduli di approfondimento saranno proposti in quattro settimane ciascuno
      • Trattandosi di formazione prevalentemente on line ha poco senso intendere questi termini in modo rigido poichè i materiali e le attività proposte rimarranno a disposizione dei corsisti anche nei mesi successivi. I tempi precedentemente indicati fanno riferimento all'attività di docenza/tutoring che ovviamente avverrà per un periodo definito ed alla possibilità di partecipare in modo collaborativo agli ambienti di scambio previsti in piattaforma (forum, ecc).
      • Ogni corsista dovrà partecipare alla parte comune e, a scelta, ad una delle due di approfondimento. Quindi la durata complessiva sarà di circa due mesi.
      • Oltre questo periodo sarà comunque possibile accedere agli ambienti ed alle risorse messi a disposizione anche per recuperare contenuti ed attività che per qualche motivo siano stati tralasciati. Il monitoraggo della partecipazione avverrà attraverso la piattaforma alla fine dell'anno scolastico.