Sviluppo e gestione             di una rivista elettronica:             lo stato dellarte in Italia                 modulo...
Argomenti del corso              modulo 1          ●   Introduzione alle riviste elettroniche: tipologie          ●   Il c...
La rivista scientifica?        Guédon:          ●   Registro pubblico delle priorità          ●   Strumento di selezione q...
La rivista scientifica?                            Paola Galimberti, L’Open access nelle scienze umane:                   ...
Introduzione alle riviste              elettroniche        Un primo problema di definizione          ●   Rivista elettroni...
Introduzione alle riviste online              Alcune tipologie          Possono essere semplicemente applicazioni         ...
Introduzione alle riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011
Introduzione alle riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011
Introduzione alle riviste online       ●   Possono essere invece siti web i cui           contenuti siano dedicati a diffo...
Introduzione alle riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011
Introduzione alle riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011
Introduzione alle riviste online       ●   Possono essere versioni web di riviste di           cui si è scelto di rendere ...
Introduzione alla riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011AIDA Feliciati 11.2011
Cosa serve per una rivista digitale?          1. Un direttore responsabile          2.Un “editore”          3. La registra...
Quanto costa pubblicare?          ●   Molti editori sostengono che i costi non possono              essere ridotti di molt...
Cosa serve per una rivista digitale?          1. Un direttore responsabile        Obbligatoria liscrizione all’Albo specia...
Cosa serve per una rivista digitale?        2. Un “editore”        Obbligatoria liscrizione al ROC (Registro Operatori del...
Autori, editori, lettori...Feliciati AIDA 11/2011
Cosa serve per una rivista digitale?        3. La registrazione al Tribunale        della Provincia in cui ha sede ufficia...
Cosa serve per una rivista digitale?        4. Un codice ISSN (International        Standard Serial Number)        Rilasci...
Cosa serve per una rivista digitale?        4. una policy di accesso, di gestione e        di qualità/raccolta dei contenu...
Opzioni di accesso      Rivista ad accesso controllato (1)       ●   Una rivista online può essere resa disponibile       ...
Opzioni di accesso      Rivista ad accesso controllato (2)       ●   La gestione di abbonamenti e in genere di tutti i    ...
Opzioni di accesso    Rivista ad accesso controllato (3)     ●   Una rivista online può essere resa disponibile         an...
Opzioni di accesso      Rivista ad accesso controllato (4)       ●   Una rivista online può essere anche solo digitale    ...
Opzioni di accesso      Rivista ad accesso controllato (5)       ●   Una terza forma di accesso controllato può           ...
Opzioni di accesso     Rivista ad accesso aperto      ●   “Open Access” to Knowledge in the Sciences and          Humaniti...
Opzioni di accesso      Accesso aperto (Berlin 2003)      Definizione di contributi ad accesso aperto:       ●   ...includ...
Opzioni di accesso      Accesso aperto      • Una ribellione a cosa? Alla gerarchia, al controllo      delle macchine e de...
Opzioni di accesso      Accesso aperto: i vantaggi      • Per gli autori, la principale motivazione di creare      un arti...
Opzioni di accesso      Accesso aperto: i vantaggi      Nella maggior parte dei casi, i principali utilizzatori      degli...
Opzioni di accesso      Accesso aperto: i vantaggi      I finanziatori delle ricerche e le università vogliono      assicu...
Opzioni di accesso      Accesso aperto: i vantaggi           Si passa da un modello economico author           pays, molto...
I margini di ricavo degli editori       S e tto r e / E d ito r e       G iu r id ic o                %          S c ie n ...
Opzioni di accesso      Accesso aperto: i vantaggi      Per le redazioni delle riviste va sottolineato che      spostare L...
Opzioni di gestione: il processo di             pubblicazione       ●   Il processo di pubblicazione può essere           ...
Opzioni di accesso      Accesso aperto: i percorsi       1.Deposito negli Open Archives (depositi         istituzionali) d...
Riviste OA (trend 1993-2009)                         Laakso M, Welling P, Bukvova H, Nyman L, Björk B-C, et al. (2011)Feli...
Opzioni di accesso      Riviste ad accesso aperto: vantaggi       ●   Incentivi generati dall’attenzione sul nome         ...
Opzioni di gestione: il processo di             pubblicazioneFeliciati AIDA 11/2011
Opzioni di gestione: il processo di pubblicazioneFeliciati AIDA 11/2011
Opzioni di gestione: il processo di             pubblicazione       ●   Raccolta contenuti      Si procede per:       ●   ...
Opzioni di gestione: il processo di             pubblicazione       ●   Selezione/valutazione contenuti      Se i contenut...
Opzioni di gestione: il processo di             pubblicazione       ●   Selezione/valutazione contenuti      In questa fas...
Opzioni di gestione: il processo di             pubblicazione       ●   Selezione/valutazione contenuti      Molto si è di...
Opzioni tecnologiche      HTML      Vantaggi       ●   Leggerezza e universalità       ●   Contenuto/struttura senza prese...
Opzioni tecnologiche      PDF      Vantaggi       ●   Standard documentale       ●   Contenuto/struttura e presentazione  ...
Opzioni tecnologiche      Altri formati testuali rich (doc, odt, rtf)      Vantaggi       ●   Popolarità ma scarsa univers...
Opzioni tecnologiche      formati e-book (LIT, MOBI, EPUB, FB2...)      Vantaggi       ●   Alta qualità nella fruizione, m...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Feliciati aida1

662 views

Published on

Corso AIDA Sviluppo e gestione di una rivista elettronica: lo stato dell'arte in Italia (Roma, 25 novembre 2011) - modulo 1

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
662
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Feliciati aida1

  1. 1. Sviluppo e gestione di una rivista elettronica: lo stato dellarte in Italia modulo 1. intro alle riviste online Pierluigi Feliciati Università degli studi di Macerata pierluigi.feliciati@unimc.it ICCU – 25 novembre 2011Feliciati AIDA 11/2011
  2. 2. Argomenti del corso modulo 1 ● Introduzione alle riviste elettroniche: tipologie ● Il contesto normativo ed editoriale italiano ● Le opzioni di accesso ● Il flusso editoriale e la gestione del processo di revisione ● I formati per la pubblicazione modulo 2 ● Oltre la rivista: integrazione con depositi istituzionali e agenti software ● Focus su OJS e analisi di alcuni case studies italianiFeliciati AIDA 11/2011
  3. 3. La rivista scientifica? Guédon: ● Registro pubblico delle priorità ● Strumento di selezione qualitativa A byproduct? ● Strumento di disseminazione dell’informazione e delle scoperte ● Strumento di preservazione (memoria del pensiero e della scienza)Feliciati AIDA 11/2011
  4. 4. La rivista scientifica? Paola Galimberti, L’Open access nelle scienze umane: una sfida e un’opportunità, Milano 2009Feliciati AIDA 11/2011
  5. 5. Introduzione alle riviste elettroniche Un primo problema di definizione ● Rivista elettronica risente della necessità di classificazione in base al metodo di catalogazione (tangibile vs. intangibile) e fa riferimento al necessario strumento duso ● Meglio allora parlare rivista digitale e meglio ancora, oggi, rivista online: “una pubblicazione di carattere seriale che fa uso di metodi di distribuzione digitale” (Wikipedia) anche se si distribuisce solo ciò che digitale lo è già...Feliciati AIDA 11/2011
  6. 6. Introduzione alle riviste online Alcune tipologie Possono essere semplicemente applicazioni ● web che garantiscono una periodicità di aggiornamento di contenuti abbastanza coerenti e assumono una numerazione progressiva e una strutturazione in articoli ● Allora, quali sono le differenze con un blog collettivo in cui si numerino i post? (più volte le norme hanno cercato di forzare i blog nei vincoli giuridici delle riviste...) Vediamone alcuni esempi:Feliciati AIDA 11/2011
  7. 7. Introduzione alle riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011
  8. 8. Introduzione alle riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011
  9. 9. Introduzione alle riviste online ● Possono essere invece siti web i cui contenuti siano dedicati a diffondere, a raccogliere paper proposals o a rendere note le regole editoriali, le norme di sottomissione, lo staff editoriale e gli sponsor, iniziative speciali etc. di riviste cartacee. ● Siti web informativi, più o meno interattivi e responsive, insommaFeliciati AIDA 11/2011
  10. 10. Introduzione alle riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011
  11. 11. Introduzione alle riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011
  12. 12. Introduzione alle riviste online ● Possono essere versioni web di riviste di cui si è scelto di rendere disponibile una doppia versione, cartacea e digitale ● Di norma la periodicità è sincronica tra cartaceo e digitale, anche se per questa tipologia si possono attivare politiche di accesso particolari, sfalsando ad esempio laccesso libero alla versione digitale dopo un certo periodo dedicato alla distribuzione (commerciale o per distribuzione controllata) della versione cartaceaFeliciati AIDA 11/2011
  13. 13. Introduzione alla riviste onlineFeliciati AIDA 11/2011AIDA Feliciati 11.2011
  14. 14. Cosa serve per una rivista digitale? 1. Un direttore responsabile 2.Un “editore” 3. La registrazione al tribunale 4. Un codice ISSN 5. una policy di accesso, di gestione e di raccolta dei contenuti 6.Una piattaforma di pubblicazione certo, anche un titolo, buoni contenuti e un po di buona volontà organizzativa...Feliciati AIDA 11/2011
  15. 15. Quanto costa pubblicare? ● Molti editori sostengono che i costi non possono essere ridotti di molto neppure con le pubblicazioni elettroniche, poiché i costi più significativi sono quelli di produzione [first-copy costs]. Questo argomento è messo in discussione dalla enorme disparità di prezzo fra un editore e l’altro. La grande disparità nei prezzi è il segno di una industria che non ha dovuto preoccuparsi dell’efficienza. Un altro segno della mancanza di una competizione di prezzo efficace è l’esistenza di ampi profitti. (A.Odlyzko, The economics of electronic journals, JEP 1998) Elsevier and LexisNexis together earned over $1.5 billion US in profit in 2008, according to Elseviers 2008 Preliminary ResultsFeliciati AIDA 11/2011
  16. 16. Cosa serve per una rivista digitale? 1. Un direttore responsabile Obbligatoria liscrizione all’Albo speciale dei giornalisti (a meno che non sia già registrato): A.1. Certificato penale al Tribunale (marca bollo 3.10 + 3.10 per il ritiro in giornata) A.2. Versare Euro 168 di tassa concessione governativa A.3. Versare Euro 455 per quota e diritti all’Ordine giornalisti A.4. Invio di tutto all’Ordine + domanda in marca da bollo di Euro 14,62 + autocertificazione + scheda informativaFeliciati AIDA 11/2011
  17. 17. Cosa serve per una rivista digitale? 2. Un “editore” Obbligatoria liscrizione al ROC (Registro Operatori della Comunicazione) gestito dallAGCOM, come abilitati alleditoria elettronica. Alla data del 25.10 risultano iscritti 1.718 operatori attivi, di cui 26 sono enti pubblici http://www.elencopubblico.roc.agcom.it/index.html Esistono gli University Press, gli enti pubblici e privati (di ricerca e non) ed alcuni editori privati che supportano le riviste elettroniche con tariffe vantaggiose rispetto alle riviste a stampa (ad esempio Polimetrica, di Monza, http://www.polimetrica.com/)Feliciati AIDA 11/2011
  18. 18. Autori, editori, lettori...Feliciati AIDA 11/2011
  19. 19. Cosa serve per una rivista digitale? 3. La registrazione al Tribunale della Provincia in cui ha sede ufficiale la rivista: il direttore della rivista deve: – presentare richiesta di iscrizione e dichiarazione conforme (insieme alleditore) – allegare marca da bollo da 14.62 + marca da bollo sciolta di euro 8.00 per diritti - allegare certificato in bollo rilasciato dall’Ordine dei giornalisti sull’iscrizione all’elenco specialeFeliciati AIDA 11/2011
  20. 20. Cosa serve per una rivista digitale? 4. Un codice ISSN (International Standard Serial Number) Rilascio GRATUITO se la rivista è online - in Italia il Centro Italiano ISSN è il CNR –Biblioteca Centrale “G. Marconi”, Piazzale A. Moro, 7 00185 - ROMA Serve la compilazione dellapposito modulo per la richiesta dellISSN on line ● Vengono richiesti da subito questi dati: ANNO ed esatta data di INIZIO della pubblicazione, PERIODICITA, SUPPORTO, LINGUA, TIPO (collana, periodico o quotidiano), EDITORE, tematiche della pubblicazioneFeliciati AIDA 11/2011
  21. 21. Cosa serve per una rivista digitale? 4. una policy di accesso, di gestione e di qualità/raccolta dei contenuti Trattiamo separatamente questi tre aspetti fondamentali: accesso, gestione, qualità/valutazione dei contenuti Non si deve prescindere dalla definizione di una politica, ovvero delle regole su cui basare tutte le attività necessarie per il lancio, lo sviluppo e il mantenimento del periodico online: chiamiamolo pure flusso editoriale, oppure modello organizzativoFeliciati AIDA 11/2011
  22. 22. Opzioni di accesso Rivista ad accesso controllato (1) ● Una rivista online può essere resa disponibile limitandone laccesso ai lettori tramite uno dei diversi filtri di protezione disponibili, attivabili a livelli diversi: il sito, i fascicoli, gli abstract, gli articoli... ● Si può prevedere un accesso per abbonamento (a titolo oneroso) oppure anche dietro pagamento dei diritti di accesso/download anche di un solo numero o addirittura di un solo item/articoloFeliciati AIDA 11/2011
  23. 23. Opzioni di accesso Rivista ad accesso controllato (2) ● La gestione di abbonamenti e in genere di tutti i pagamenti per laccesso (o la stampa) ai contenuti online richiede, ad esempio: – un conto corrente/postale su cui ricevere gli accrediti (e di una policy per monitorarne i movimenti e garantire in tempi brevi il servizio) – un intermediario finanziario (banca online) + un conto corrente bancario – una carta di credito per gestire le transazioni in entrata tramite un intermediario (es. PayPal)Feliciati AIDA 11/2011
  24. 24. Opzioni di accesso Rivista ad accesso controllato (3) ● Una rivista online può essere resa disponibile anche consentendone laccesso ai lettori solo dopo una certa data ● Si possono costruire cioè politiche di accesso particolari, ibride, sfalsando ad esempio laccesso libero alla versione digitale solo dopo un certo periodo dedicato alla distribuzione commerciale della versione cartacea, ove presente ● Per far tutto ciò, è comunque necessario un CMS avanzatoFeliciati AIDA 11/2011
  25. 25. Opzioni di accesso Rivista ad accesso controllato (4) ● Una rivista online può essere anche solo digitale salvo la richiesta, prenotazione o abbonamento espliciti di copie a stampa (di un issue, di unannata...) da parte degli utenti (print on demand) ● I vantaggi sono molti: eliminazione del magazzino dellinvenduto, no sprechi di carta, creazione di una comunità di lettori ● Anche qui, però, è necessario un supporto organizzativo efficacie ed efficienteFeliciati AIDA 11/2011
  26. 26. Opzioni di accesso Rivista ad accesso controllato (5) ● Una terza forma di accesso controllato può essere quella che impedisce laccesso a tutti o a parte dei contenuti fuori da una rete locale o da un ristretto gruppo di utenti ● Le riviste sono dedicate così a una comunità di riferimento (logica OAIS), ad esempio quella di unUniversità, di un Centro di ricerca, di una PA, di unAzienda ● Si costruisce insomma una rivista Intranet, un bollettino più che una rivista in senso proprioFeliciati AIDA 11/2011
  27. 27. Opzioni di accesso Rivista ad accesso aperto ● “Open Access” to Knowledge in the Sciences and Humanities: Berlin Declaration (2003) ● Hanno aderito 266 organizzazioni, in gran parte istituzioni universitarie, di 34 paesi ● per promuovere Internet quale strumento funzionale alla conoscenza scientifica generale di base e alla speculazione umana ● per indicare le misure che le figure dominanti nelle politiche di ricerca, le istituzioni scientifiche, i finanziatori, le biblioteche, gli archivi ed i musei devono tenere in considerazione.Feliciati AIDA 11/2011
  28. 28. Opzioni di accesso Accesso aperto (Berlin 2003) Definizione di contributi ad accesso aperto: ● ...includono le pubblicazioni di risultati originali della ricerca scientifica, i dati grezzi e i metadati, le fonti, le rappresentazioni digitali grafiche e di immagini e i materiali multimediali scientifici. ● ...il passaggio all’accesso aperto modifica la disseminazione della conoscenza nei suoi aspetti legali e finanziari. Le nostre organizzazioni mirano a trovare soluzioni che sostengano futuri sviluppi degli attuali inquadramenti legali e finanziarie al fine di facilitare l’accesso e l’uso ottimale.Feliciati AIDA 11/2011
  29. 29. Opzioni di accesso Accesso aperto • Una ribellione a cosa? Alla gerarchia, al controllo delle macchine e dei dati, alla perversione della legge • La latitanza (o la faziosità?) dello Stato e del legislatore e l’ordine spontaneo: prassi, consuetudini, contratti, standard e dichiarazioni solenni • Alcuni diritti riservati (v. il diritto di paternità) e gratuità (della copia digitale) … per l’utente (Roberto Caso 2010)Feliciati AIDA 11/2011
  30. 30. Opzioni di accesso Accesso aperto: i vantaggi • Per gli autori, la principale motivazione di creare un articolo in libero accesso è limpatto di questultimo. Un articolo Open Access viene infatti realizzato per essere impiegato e citato. Tradizionalmente, i ricercatori danno molto per il loro lavoro. Essi vengono pagati da finanziatori di ricerca e/o dalle loro università per fare ricerche. Larticolo finale è, quindi, la prova che essi hanno effettuato un lavoro e non un guadagno commerciale. Più larticolo è utilizzato, citato e applicato, meglio è per le ricerche e per la carriera del ricercatore. (Wikipedia)Feliciati AIDA 11/2011
  31. 31. Opzioni di accesso Accesso aperto: i vantaggi Nella maggior parte dei casi, i principali utilizzatori degli articoli di ricerca sono altri ricercatori. Il libero accesso consente ai ricercatori, in quanto lettori, di accedere ad articoli di riviste alle quali le loro biblioteche non si sono abbonate. I grandi beneficiari dellOpen Access saranno i paesi in via di sviluppo nei quali, attualmente, vi sono università non iscritte a riviste scientifiche. Tuttavia, ogni ricercatore ne beneficia, poiché nessuna biblioteca può offrire un abbonamento a tutti i periodici scientifici.Feliciati AIDA 11/2011
  32. 32. Opzioni di accesso Accesso aperto: i vantaggi I finanziatori delle ricerche e le università vogliono assicurarsi che le ricerche, sulle quali depositano fondi o che sostengono in diversi modi, abbiano il miglior impatto possibile per la ricerca. Il libero accesso è importante anche per il pubblico, prima di tutto perché gran parte di tali ricerche è finanziata dai contribuenti. Anche coloro che non leggono gli articoli scientifici beneficiano infatti (indirettamente) degli effetti dellOpen Access, ad esempio per il necessario aggiornamento continuo ai professionisti cui ci rivolgiamo (es. i medici di base, chi ci installa un impianto, etc.)Feliciati AIDA 11/2011
  33. 33. Opzioni di accesso Accesso aperto: i vantaggi Si passa da un modello economico author pays, molto diffuso e senz’altro predominante nel settore umanistico, al modello institutions pay, in cui le istituzioni accademiche, e non i singoli ricercatori, intervengono a sostenere i costi di pubblicazione dei risultati delle ricerche. Si tratta di un investimento, non di un supporto a fondo perdutoFeliciati AIDA 11/2011
  34. 34. I margini di ricavo degli editori S e tto r e / E d ito r e G iu r id ic o % S c ie n tific o T h o m so n 2 9 ,6 E lse v ie r 3 8 ,6 % K lu w e r 2 6 ,4 K lu w e r 2 5 ,8 % E lse v ie r 1 9 ,7 J o h n W ile y 4 8 ,1 % B u s in e s s F in a n z ia r io E lse v ie r 1 5 ,8 % M c G ra w H ill 3 1 ,6 % U n ite d B u sin e ss 1 8 ,8 % R e u te rs 2 7 ,9 % M e d ia V N U 1 8 ,1 % T h o m so n 2 7 ,6 % P rim e d ia 1 9 ,6 % Dati dellottobre 2009, dallintervento di R. Delle Donne in un seminario dellOpen accesa Week (Roma)Feliciati AIDA 11/2011
  35. 35. Opzioni di accesso Accesso aperto: i vantaggi Per le redazioni delle riviste va sottolineato che spostare LIMPULSO EDITORIALE dalle scelte della redazione alla spontanea volontà/necessità del ricercatore di rendere note le sue ricerche consente, tra laltro, di: ● Filtrare invece di andare a caccia di contenuti ● Pretendere dagli autori maggiore attenzione alle regole formali e alla tempistica ● Promuovere la rivista “automaticamente” attraverso lindicizzazione dei papers e delle citazioniFeliciati AIDA 11/2011
  36. 36. Opzioni di gestione: il processo di pubblicazione ● Il processo di pubblicazione può essere suddiviso in alcune fasi: – Raccolta contenuti – Selezione/valutazione contenuti – Predisposizione contenuti e numeri – Pubblicazione Queste fasi necessitano di una attenta policy di gestione, che impatta fortemente su sostenibilità e valutazione della rivista. Le vedremo più avanti nel dettaglio.Feliciati AIDA 11/2011
  37. 37. Opzioni di accesso Accesso aperto: i percorsi 1.Deposito negli Open Archives (depositi istituzionali) dei prodotti, attraverso un processo di self-archiving controllato (importante il ruolo dei bibliotecari) 2. Editoria elettronica sostenibile o ad accesso aperto – Riviste OA – Sviluppo di strumenti e di buone pratiche per la costruzione e gestione di riviste OA – Supporto a modelli di editoria OA completa o parziale: nella fase di transizione, modelli economici alternativi e sensibilizzazione degli autoriFeliciati AIDA 11/2011
  38. 38. Riviste OA (trend 1993-2009) Laakso M, Welling P, Bukvova H, Nyman L, Björk B-C, et al. (2011)Feliciati AIDA 11/2011
  39. 39. Opzioni di accesso Riviste ad accesso aperto: vantaggi ● Incentivi generati dall’attenzione sul nome dell’autore, dell’istituzione di ricerca, dell’archivio, del motore di ricerca ● La promozione delle pubblicazioni scientifiche passa dagli editori a nuovi intermediari (e.g., motori di ricerca, archivi istituzionali, indicizzatori, feed aggregators, etc.) ● Il vantaggio citazionale automatizzato accresce la visibilità (e valutabilità) delle ricercheFeliciati AIDA 11/2011
  40. 40. Opzioni di gestione: il processo di pubblicazioneFeliciati AIDA 11/2011
  41. 41. Opzioni di gestione: il processo di pubblicazioneFeliciati AIDA 11/2011
  42. 42. Opzioni di gestione: il processo di pubblicazione ● Raccolta contenuti Si procede per: ● richiesta di contributi rivolgendosi direttamente ad autori noti e “amici”? ● Si prevede lapertura a qualunque contributo attraverso call for papers generiche, specifiche e/o tematiche? Questa scelta impatta fortemente sulla gestione delle attività di selezione e valutazione (ma anche sullautorevolezza della rivista)Feliciati AIDA 11/2011
  43. 43. Opzioni di gestione: il processo di pubblicazione ● Selezione/valutazione contenuti Se i contenuti sono selezionati ab origine (opzione 1 per la raccolta) si può optare per lassegnazione d un ruolo di garanzia ad un Comitato scientifico (meglio però se si prevede di riunirlo davvero, e periodicamente) Se i contenuti sono in forma di proposta, si deve attivare un processo di valutazione che può comprendere anche diversi gradi di giudizio: la redazione, una prima valutazione da parte di revisori scelti, un secondo giro di valutazione...Feliciati AIDA 11/2011
  44. 44. Opzioni di gestione: il processo di pubblicazione ● Selezione/valutazione contenuti In questa fase è possibile rinforzare, appoggiandosi alla “distanza” tra redazione e autori e alla possibilità di costruire schemi e modelli: ● il controllo formale dei contributi, imponendo linee guida per citazioni, bibliografie, note a piè di pagina, figure, riferimenti normativi, etc. ● La separazione delle citazioni dal testo, imponendo anche schemi e formati avanzati (tipo BibText)Feliciati AIDA 11/2011
  45. 45. Opzioni di gestione: il processo di pubblicazione ● Selezione/valutazione contenuti Molto si è discusso e si discute sul processo di valutazione, il peer review process. Ecco alcune tra le questioni più interessanti: ● Che rapporto cè tra revisori e membri del comitato scientifico? ● È più efficace e sicuro rendere noti o nascondere i nomi dei revisori agli autori e viceversa? ● I revisori, se agiscono a titolo oneroso, sono davvero indipendenti dalla redazione? ● I revisori, se agiscono a titolo gratuito, garantiranno il rispetto della periodicità prevista?Feliciati AIDA 11/2011
  46. 46. Opzioni tecnologiche HTML Vantaggi ● Leggerezza e universalità ● Contenuto/struttura senza presentazione ● Pagina/contrubuto: Permalink alla pagina Svantaggi ● Contenuto/struttura senza presentazione ● Povertà dei metadati ● Criticità di gestione a medio/lungo termineFeliciati AIDA 11/2011
  47. 47. Opzioni tecnologiche PDF Vantaggi ● Standard documentale ● Contenuto/struttura e presentazione ● Riuso con buone garanzie di integrità dei contenuti Svantaggi ● Separazione contenuto da metadati ● Meglio PDF/A e possibilmente prevedere adozione application profile XMP (che include RDF)Feliciati AIDA 11/2011
  48. 48. Opzioni tecnologiche Altri formati testuali rich (doc, odt, rtf) Vantaggi ● Popolarità ma scarsa universalità ● In caso meglio i formati aperti, più adatti alla migrazione causa obsolescenza Svantaggi ● Contenuto/struttura e presentazione instabili ● Riuso non garantito ● Separazione contenuto da metadatiFeliciati AIDA 11/2011
  49. 49. Opzioni tecnologiche formati e-book (LIT, MOBI, EPUB, FB2...) Vantaggi ● Alta qualità nella fruizione, meglio di PDF ● Contenuto/struttura, presentazione e comportamento ● Features aggiuntive (references, annotazioni, ...) ● Svantaggi ● Ancora non popolari in Italia ● In caso meglio i formati aperti, più adatti alla migrazione causa obsolescenzaFeliciati AIDA 11/2011

×