Impresa & Innovazione Revised
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Impresa & Innovazione Revised

on

  • 2,791 views

"Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti".

"Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti".
Charles Darwin

Statistics

Views

Total Views
2,791
Views on SlideShare
2,784
Embed Views
7

Actions

Likes
0
Downloads
51
Comments
0

2 Embeds 7

http://marketingagora.wordpress.com 4
http://www.slideshare.net 3

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Impresa & Innovazione Revised Impresa & Innovazione Revised Presentation Transcript

  • Impresa & innovazione
  • "Non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti". Charles Darwin
  • Le grandissime aziende , grosso modo le prime 20 della classifica Mediobanca, fanno innovazione per acquisizione o imitazione dall’esterno. E investono in R&D, proprio quando non ne possono fare a meno. Cambiano per conservare la leadership almeno nel mercato domestico. Quelle grandi innovano se operano in settori ad alto dinamismo, perché altrimenti non sopravvivrebbero. Le medie e le piccole sono nell’indotto. Se cambiano, lo fanno al seguito delle aziende leader del loro settore, trainate per lo più dai loro clienti.
  • Innovazione e cambiamento nascono dalla fame, di conoscenza, di crescere, di cambiare, di nuove sfide. In un mondo multiculturale, globalizzato, dove le informazioni girano in un nulla, dove domani è diverso da oggi, dove tutto cambia e tutto resta uguale (certe basi culturali sono solidissime) la bussola è la curiosità, l'adattabilità. Non è più possibile lavorare per schemi, per modelli. Solo chi riesce a fondere gli ingredienti e a dargli il sapore adatto al gusto del cliente in quel momento storico ha successo.
  • L'innovazione come la definisce Schumpeter è un processo di distruzione creativa. Ogni azienda vive al suo interno la coesistenza di un impulso alla conservazione con quello di cambiamento. In un periodo di grande transizione, come quello che stiamo vivendo, cambiare significa assumersi grandi rischi, ma non farlo, significa assumersi rischi ancora più grossi. L'innovazione è un processo diffuso che passa dalla capacità  di creare e diffondere nuove idee attraverso processi collaborativi.
  • La necessità principale per qualsiasi azienda dovrebbe essere la costruzione di una visione, cioè la programmazione della propria strategia per il futuro di medio e lungo termine. Spesso le imprese che non si preoccupano "in prospettiva", ma tendono al raggiungimento di soli obiettivi di breve termine, certamente sono attente al massimo ricavo, ma manifestano una pericolosa dipendenza dal modello di offerta attuale.
  • Il profitto era e resta un riferimento essenziale. Tranne che in poche realtà, la responsabilità sociale d'impresa (verso il territorio ed il suo benessere, i lavoratori, i fornitori, l'ambiente etc.) è ancora una favola . I consumi diventeranno però sempre più "consumi consapevoli". Le giovani generazioni quando bevono una bibita o acquistano un paio di scarpe già percepiscono certi valori a monte del prodotto in sè. Le aziende (anche quelle meno sensibili) dovranno adeguarsi .
  •  
  • Many thanks to:
    • Maurizio Goetz
    • L’ Imprenditore
    • Orsola
    • Titti Zingone
    • Claudio Iacovelli
    • ....... tutti coloro che vorranno fornire il loro contributo.
    • I contributi integrali possono essere letti:
    • http://marketingusabile.blogspot.com/2007/01/le-barriere-al-cambiamento.html
    • http://limprenditore.blogspot.com/2007/02/domandone.html
    • http://www.marketingblog.it/meme-advertising/meme-impresa/cambiamento-comunicazione/cambiamenti-organizzativi/futuro-comunicazione/futuro-imprese/advertising--aziende-italiane.htm
    • Se vuoi saperne di più non esitare a contattarci:
    • [email_address]
    • http://marketingagora.wordpress.com/
    •                                            
    • Attribuzione 2.5 Italia
    • Tu sei libero:
    • di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare quest'opera
    • di modificare quest'opera
    • di usare quest'opera per fini commerciali
    • Alle seguenti condizioni:
    • Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza.
    • In ogni caso, puoi concordare col titolare dei diritti d'autore utilizzi di quest'opera non consentiti da questa licenza.
    • Le utilizzazioni consentite dalla legge sul diritto d'autore e gli altri diritti non sono in alcun modo limitati da quanto sopra .
    Attribuzione . Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza.