Lettori, ricavi, credibilità. I giornali sono in crisi?

896 views

Published on

Una analisi dei dati sull'evoluzione dell'uso dei mezzi di informazione in USA e in Italia

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
896
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
27
Actions
Shares
0
Downloads
67
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Lettori, ricavi, credibilità. I giornali sono in crisi?

  1. 1. Giornalismo, informazione e opinione pubblica nell’epoca dei new media (Paolo Costa) 2a lezione (5/03/09) Lettori, ricavi, credibilità. I giornali sono in crisi? (prima parte) Corso: Comunicazione Digitale e Multimediale A - a.a. 2008-09
  2. 2. Audience: quali parametri di misura? • Nei mezzi a stampa: tiratura, diffusione e lettori • Nei mezzi radiotelevisivi: audience, share, penetrazione • Nei mezzi online: unique visitors, page views • Parametri comuni – Tempo speso (espresso in minuti) – Momento del giorno / della settimana dedicato al mezzo – Frequenza • Parametri compositi – Reader Behavior Score (RBS) – Site Usage Measure (SUM) – Total Audience Measurement Index (TAMI) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 2 paolocosta.net
  3. 3. Il TAMI delle olimpiadi di Pechino 2008 Fonte: NBC su dati Nielsen Media Research, Omniture e Rentrak, agosto 2008 CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 3 paolocosta.net
  4. 4. Il calo dei lettori, fra mito e realtà • La diffusione dei giornali a pagamento nel mondo è cresciuta del 9,4% fra il 2003 e il 2007 • Considerando anche la free press, la crescita nel quinquennio è stata del 14,3% • Ma la crescita non è equamente distribuita. Nel 2007: – Sud America = +6,72 % – Asia = +4,7% – Africa = -0,49% – Europa = -1,87% – USA = -2,14% – Australia e Oceania = -4,28% CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 4 paolocosta.net
  5. 5. Il calo delle diffusioni in USA in un anno • New York Daily News – Diffusione: 632.595 (-10%) • Los Angeles Times – Diffusione: 739.147 (-4%) • St. Paul Pioneer Press – Diffusione: 184.973 (-3%) • Chicago Sun-Times – Diffusione: 313.176 (+2%) • Detroit News – Diffusione: 178.280 (-5%) • San Francisco Chronicle – Diffusione: 339.430 (-8%) • Miami Herald – Diffusione: 210.884 (-12%) • Philadelphia Daily News – Diffusione: 97.694 (-9%) • Seattle Post-Intelligencer – Diffusione: 117.572 (-9%) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 5 paolocosta.net
  6. 6. Come si sposta il peso fra i media in USA Cambiamenti nel consumo dei giornali a stampa da parte degli utenti di Internet adulti in USA, successivamente alla visita di un giornale online (%) 2003 2005 2007 2008 8 6 6 7 Più spesso 71 71 68 66 Con la stessa frequenza 19 22 25 27 Meno spesso Note: 2003 n=355; 2005 n=515; 2007 n=358; 2008 n=511; fra coloro che hanno visitato il sito di un giornale entro i 14 giorni precedenti l’intervista Fonte: Readership Institute, “Reader Behavior Scores, Local Daily Newspapers 2008” (luglio 2008) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 6 paolocosta.net
  7. 7. Il peso dei media come fonte di news in USA “Qual è stata la tua fonte di informazione, ieri? (% di rispondenti “nessuna”, per fascia di età) 1998 2008 Differenza Totale 14 19 +5 18-25 25 34 +9 25-29 17 21 +4 30-34 15 22 +7 35-49 14 17 +3 14 14 0 50-64 6 13 +7 65+ Fonte: The Pew Research Center for the People and the Press, “News Consumption 'Yesterday'” (1998-2008) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 7 paolocosta.net
  8. 8. Come si sposta il peso fra i media in USA Le principali fonti di informazione secondo i consumatori USA (%) TV Giornali Internet Radio Riviste Altro N.D. 74 45 13 18 6 1 - Settembre 2001 82 42 14 21 3 2 - Gennaio 2002 80 50 20 18 4 2 1 Ottobre 2003 Dicembre 2004 74 46 24 21 4 2 3 73 36 20 16 2 2 - Novembre 2005 74 37 21 16 4 3 1 Settembre 2006 74 34 24 13 2 2 1 Settembre 2007 70 35 40 18 5 2 1 Dicembre 2008 Note: intervistati di età superiore ai 18 anni; due risposte per ogni intervistato Fonte: The Pew Research Center for the People and the Press, “Internet Overtakes Newspapers as News Outlet” (dicembre 2008) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 8 paolocosta.net
  9. 9. Come si sposta il peso fra i media in USA “Qual è stata la tua fonte di informazione, ieri?” (%) 1993 1996 1998 2000 2002 2004 2006 2008 Giornale 58 50 48 47 41 42 40 34 Radio 47 44 49 43 41 40 36 35 TV via cavo - - - - 33 38 34 39 TV locale 77 65 64 56 57 59 54 52 Network (N) 60 42 38 30 32 34 28 29 Network (M) - - 23 20 22 22 23 22 Internet 2 13 23 25 29 31 37 Note: Internet=almeno tre giorni alla settimana Fonte: The Pew Research Center for the People and the Press, “News Consumption 'Yesterday'” (1994-2008) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 9 paolocosta.net
  10. 10. Come si sposta il peso fra i media in USA “Qual è stata la tua fonte di informazione, ieri?” (%) Fonte: The Pew Research Center for the People and the Press, “News Consumption 'Yesterday'” (dicembre 2008) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 10 paolocosta.net
  11. 11. Come si sposta il peso fra i media in USA La crescita dei giornali online negli Stati Uniti Page Views mese (miliardi) Unique visitors (milioni) + 25,2% + 15,8% 3,51 68,3 2,86 59,1 Q307 Q308 Q307 Q308 Fonte: Nielsen Online 2008 Fonte: Newspapers Association of America 2008 CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 11 paolocosta.net
  12. 12. Cala il tempo speso per informarsi in USA “Quanti minuti hai dedicato all’informazione, ieri?” (per mezzo, %) 1994 1996 1998 2000 2002 2004 2006 2008 Televisione 38 31 31 28 28 32 30 30 Giornale 19 19 18 17 15 17 15 13 Radio 17 16 16 13 16 17 16 14 Online N.A. N.A. N.A. N.A. N.A. 6 6 9 Totale 74 66 65 58 59 72 67 66 Fonte: The Pew Research Center for the People and the Press, “News Consumption 'Yesterday'” (1994-2008) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 12 paolocosta.net
  13. 13. Cala il tempo speso per informarsi in USA “Quanti minuti hai dedicato all’informazione, ieri?” (per fascia di età) 1994 1996 1998 2000 2002 2004 2006 2008 18-29 57 44 48 42 38 45 49 46 30-39 67 61 53 50 57 70 65 63 40-49 75 65 65 58 56 73 64 67 50-64 83 79 69 64 71 82 76 74 65+ 90 90 96 80 81 88 79 84 Note: le medie sono calcolate sommando il tempo speso su televisione, giornali, radio, periodici e internet (quest’ultima aggiunta nel 2004) Fonte: The Pew Research Center for the People and the Press, “News Consumption 'Yesterday'” (1994-2008) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 13 paolocosta.net
  14. 14. L’informazione in Italia: quali mezzi? Gli strumenti informativi usati dagli italiani (2008) % Giornale 20,1 Radio 15,8 TV 44,2 Testate online 13,5 Blog 3,7 Fonte: Eurispes, “Rapporto Italia 2008” CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 14 paolocosta.net
  15. 15. La platea televisiva in Italia • Nel 2008 la audience media è stata pari a 9.211.000 telespettatori-giorno • Nel prime time (20.30-22.30) la media è stata di 24.161.000 telespettatori • Nel 2007 i telespettatori erano stati mediamente 8.989.000 nell’intera giornata e 23.695.000 nel prime time • La platea televisiva del 2008 nell'intera giornata è la terza in assoluto dalla pubblicazione dei dati Auditel che risale al 1987. Un maggior numero di telespettatori si è registrato soltanto negli anni 2004 (9.284.000) e 2006 (9.230.000) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 15 paolocosta.net
  16. 16. TV alcune opportune distinzioni • Non tutta la televisione è informazione • La televisione tradizionale si diversifica per modello di business, piattaforma tecnologica e modalità di fruizione – Piattaforma analogica – Piattaforme digitali: terrestre (Rai, Mediaset Premium), satellitare (Sky, Tivù Sat), internet (Fastweb, Alice, Infostrada) • Solo due canali all news in Italia CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 16 paolocosta.net
  17. 17. Niente crisi per i TG in Italia? • I telegiornali, in Italia, hanno registrato del 2008 il maggiore incremento negli ascolti, con oltre mezzo milione di telespettatori in più nel minuto medio rispetto al 2007 • Sono cresciuti tutti i notiziari, a esclusione di TG La7 e di Sky Tg24, che sono rimasti stabili – TG1 ha mantenuto anche nel 2008 la sua leadership con 4.884.220 telespettatori di giorno e 6.431.427 la sera – Il TG5 ha avuto una calo nell’edizione serale ma in quella diurna ha guadagnato ben 787.000 spettatori – Il TG2 ha incrementato soprattutto gli ascolti della messa in onda serale – Studio Aperto si è confermato quarto TG nazionale – TG3 e TG4 hanno chiuso l’anno in positivo, con un aumento rispettivamente di 124.226 e 236.894 spettatori CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A 09/03/2009 17 paolocosta.net

×