Your SlideShare is downloading. ×

Leggere e scrivere letteratura con Twitter - 06

651

Published on

Materiali del corso di Comunicazione Digitale e Multimediale (CIM, Università di Pavia, a.a. 2013-2014) a cura di Paolo Costa. Il Twitter Fiction Festival 2014: un po' di numeri.

Materiali del corso di Comunicazione Digitale e Multimediale (CIM, Università di Pavia, a.a. 2013-2014) a cura di Paolo Costa. Il Twitter Fiction Festival 2014: un po' di numeri.

Published in: Social Media
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
651
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
16
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Università di Pavia Comunicazione Innovazione Multimedialità Comunicazione digitale e multimediale LEGGERE E SCRIVERE @paolocosta marzo-aprile 2014CON TWITTER LETTERATURA
  • 2. 1. ESERCITAZIONE (30 MINUTI) Sesta lezione 2
  • 3. La guerra delle campane (1/2) C’era una volta una guerra, una grande e terribile guerra, che faceva morire molti soldati da una parte e dall’altra. Noi stavamo di qua e i nostri nemici stavano di là, e ci sparavano addosso giorno e notte, ma la guerra era tanto lunga che a un certo punto ci venne a mancare il bronzo per i cannoni, non avevamo più ferro per le baionette, eccetera. Il nostro comandante, lo Stragenerale Bombone Sparone Pestafracassone, ordinò di tirar giù tutte le campane dai campanili e di fonderle tutte insieme per fabbricare un grossissimo cannone: uno solo, ma grosso abbastanza da vincere tutta la guerra con un sol colpo. A sollevare quel cannone ci vollero centomila gru; per trasportarlo al fronte ci vollero novantasette treni. Lo Stragenerale si fregava le mani per la contentezza e diceva: “Quando il mio cannone sparerà i nemici scapperanno fin sulla luna”. Ecco il gran momento. Il cannonissimo era puntato sui nemici. Noi ci eravamo riempiti le orecchie di ovatta, perché il frastuono poteva romperci i timpani e la tromba di Eustachio. Lo Stragenerale Bombone Sparone Pestafracassone ordinò: “Fuoco!” Un artigliere premette un pulsante. E d’improvviso, da un capo all’altro del fronte, si udì un gigantesco scampanio: Din! Don! Dan! Noi ci levammo l’ovatta dalle orecchie per sentir meglio. 3
  • 4. La guerra delle campane (2/2) “Din! Don! Dan!, tuonava il cannonissimo. E centomila echi ripetevano per monti e per valli: “Din! Don! Dan! “Fuoco!” gridò lo Stragenerale per la seconda volta: “Fuoco, perbacco!” L’artigliere premette nuovamente il pulsante e di nuovo un festoso concerto di campane si diffuse di trincea in trincea. Pareva che suonassero insieme tutte le campane della nostro patria. Lo Stragenerale si strappava i capelli per la rabbia e continuò a strapparseli fin che gliene rimase uno solo. Poi ci fu un momento di silenzio. Ed ecco che dall’altra parte del fronte, come per un segnale, rispose un allegro, assordante: Din! Don! Dan! Perché dovete sapere che anche il comandate dei nemici, il Mortesciallo Von Bombonen Sparonen Pestrafrakasson, aveva avuto l’idea di fabbricare un cannonissimo con le campane del suo paese! Din! Dan! Tuonava adesso il nostro cannone. Don! Rispondeva quello dei nemici. E i soldati dei due eserciti balzavano dalle trincee, si correvano incontro, ballavano e gridavano: “Le campane, le campane! È festa! È scoppiata la pace!” Lo Stragenerale e il Mortesciallo salirono sulle loro automobili e corsero lontano, e consumarono tutta la benzina, ma il suono delle campane li inseguiva ancora. 4
  • 5. Le regole di riscrittura  Tempo a disposizione: quindici minuti  Input: il testo appena letto, che è di Gianni Rodari (@GiRodari) ed è tratto da Favole al telefono (1962)  Output: una riscrittura di 140 caratteri (compresi spazi e hashtag #TwiFavola/21), impostata interpretando uno dei personaggi della favola 5
  • 6. I personaggi da interpretare  Stragenerale Bombone Sparone Pestafracassone  Mortesciallo Von Bombonen Sparonen Pestrafrakasson  Noi  Loro  Il nostro cannonissimo  Il loro cannonissimo 6
  • 7. 2. #TWITTERFICTION, LE PRIME 24 ORE Sesta lezione 7
  • 8. Il duplice significato di «audience»  L’espressione può indicare il pubblico a cui è indirizzato un determinato format o contenuto mediatico nelle intenzioni di chi lo produce (detto altrimenti: il target).  In un’altra accezione l’audience corrisponde al dato relativo all’ascolto medio della programmazione televisiva e – per estensione – al pubblico statistico degli altri mezzi di comunicazione di massa, per cui si può parlare di audience di un sito web, di una trasmissione radiofonica, di un giornale. 8
  • 9. Audience, share, penetrazione  Per audience o ascolto di un messaggio (contenuto, trasmissione) intendiamo il numero (puntuale, medio) di individui che sono stati raggiunti da tale messaggio, in un intervallo considerato.  Lo share, invece, è il rapporto tra ascolto e numero medio di individui attivi nell’universo di riferimento, ovvero il pubblico di un mezzo, sempre nell’intervallo considerato.  La penetrazione, infine, consiste nel rapporto fra ascolto e universo di riferimento. 9
  • 10. Che cosa intendiamo per «reach»  Nel linguaggio delle ricerche sui media l’espressione reach («portata, raggio d’azione») si riferisce alla misura dell’audience di un determinato messaggio, ossia il numero degli individui raggiunti da esso.  Occorre distinguere fra reach effettiva e reach potenziale: la prima fornisce la misura degli individui che sono stati effettivamente raggiunti dal messaggio, mentre la seconda indica un valore stimato con metodi statistici.  Reach non è sinonimo di influenza. 10
  • 11. La reach su Twitter  Esistono diversi modi per calcolarla, in attesa che venga definito uno standard riconosciuto da tutti.  TweetReach se ne occupa dal 2009: nei primi due anni di attività ha lavorato sulla reach effettiva, ossia calcolando il numero di utenti unici raggiunti da un certo messaggio.  La lentezza del processo e un cambio nella politica di accesso alle API di Twitter ha spinto TweetReach ad adottare un altro approccio, basato su calcoli di tipo statistico. 11
  • 12. Reach #twitterfiction (oggi, 7-9 am) 12 Fonte: TweetReach
  • 13. #twitterfiction (oggi, 7-9 am) 13 Fonte: TweetReach
  • 14. #twitterfiction (oggi, 7-9 am) 14 Fonte: TweetReach
  • 15. #twitterfiction (oggi, 7-9 am) 15 Fonte: TweetReach
  • 16. Reach #twitterfiction (oggi, 0-6 am) 16 Fonte: TweetReach
  • 17. #twitterfiction (oggi, 0-6 am) 17 Fonte: TweetReach
  • 18. #twitterfiction (oggi, 0-7 am) 18 Fonte: Tweet Binder
  • 19. #twitterfiction (11/3 5pm – 12/3 12am) 19 Fonte: Tweet Binder
  • 20. #twitterfiction (11/3 5pm – 12/3 12am) 20 Fonte: Tweet Binder
  • 21. #twitterfiction (11/3 5pm – 12/3 12am) 21 Fonte: Tweet Binder
  • 22. #twitterfiction (5/3 – 12/3) 22 Tweet totali 13.480 Retweet totali 7.118 Utenti unici autori di tweet 4.743 Utenti unici autori di retweet 2.983 Utenti unici menzionati 1.381 Hashtag associati 900 Tweet al giorno 705 Hashtag per tweet 1,3 Fonte: @kentbrooks
  • 23. #twitterfiction (11/2 – 11/3) 23 Fonte: Topsy

×