Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (9a lezione)

719 views
654 views

Published on

Infotainment
Secondo caso di studio: Annozero

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
719
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
31
Actions
Shares
0
Downloads
75
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (9a lezione)

  1. 1. Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (Paolo Costa) 9a lezione, 15 marzo 2011 Infotainment Secondo caso di studio: Annozero Insegnamento: Comunicazione Digitale e Multimediale A - a.a. 2010-2011
  2. 2. Agenda• USA: nuovi modelli di infotainment – The Daily Show – The Colbert Report – The O’Reilly Factor – Glenn Beck• Fra show e sfera pubblica• La politica del reality CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 2 paolocosta.net
  3. 3. Il “fake news digest” di Jon Stewart• 1,8 milioni di spettatori• 4 sere a settimana, 42 settimane all’anno• Gigioneria e umorismo• Molti premi assegnati per le sue denunce, che sono serie anche se costellate di battute sarcastiche CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 3 paolocosta.net
  4. 4. The Daily Show (1/2)• Uno dei prodotti di punta di Comedy Central, lanciato nel 1996 da Madeleine Smithberg e Lizz Winstead – 1,8 milioni di spettatori (3,6 milioni in occasione dell’intervista a Barack Obama, il 29 ottobre 2008) – 30 minuti a sera di satira, gigioneria e umorismo – Dal 1999 è condotto da Jon Stewart: “the modern-day equivalent of Edward R. Murrow” (New York Times) – Secondo il Pew Research Center è diventato la prima fonte di informazione per molti giovani americani – Molti premi assegnati per le sue denunce, che sono serie anche se costellate di battute sarcastiche – http://www.thedailyshow.com/full-episodes/thu-march-10- 2011-trey-parker---matt-stone CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 4 paolocosta.net
  5. 5. The Daily Show (2/2)• La puntata “riflessiva” del 10 gennaio 2011, dopo l’attentato di Tucson a Gabrielle Giffords – “You know, it would be really nice if the ramblings of crazy people didn’t in any way resemble how we actually talk to each other on TV” – http://www.thedailyshow.com/wat ch/mon-january-10-2011/arizona- shootings-reaction CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 5 paolocosta.net
  6. 6. Stephen Colbert, l’anchorman finzionale CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 6 paolocosta.net
  7. 7. The Colbert Report• The Colbert Report, spin-off del Daily Show in onda tutte le sere su Comedy Central, è la versione caricaturale del tipico programma di approfondimento politico di destra – Colbert interpreta la parte del “well-intentioned, poorly informed, high-status idiot”, facendo il verso a trasmissioni di impronta conservatrice come The OReilly Factor di Fox News – Nel corso di ogni puntata viene introdotto un neologismo con valenza altamente simbolica, come truthiness (“the quality by which one purports to know something emotionally or instinctively, without regard to evidence or intellectual examination”) – http://www.colbertnation.com/full-episodes/mon-march-14-2011- reza-aslan?fbid=HWsQ0hKrUdx CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 7 paolocosta.net
  8. 8. Il lavoro sul corpo mediatico CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 8 paolocosta.net
  9. 9. L’armata di Fox News: Bill O’Reilly CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 9 paolocosta.net
  10. 10. The O’Reilly Factor• Con una media di oltre 3 milioni di spettatori al giorno, è uno dei talk show più seguiti dal pubblico delle cable TV americane• Dal 2009 lo show è disponibile anche in HD• La trasmissione è articolata in una serie di piccoli segmenti, che conferiscono ritmo al flusso televisivo: Talking Points Memo, Top Story, Unresolved Problem, Pinheads and Patriots, ecc.• http://www.foxnews.com/on-air/oreilly/transcript/bill- oreilly-media-wars-continue CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 10 paolocosta.net
  11. 11. L’armata di Fox News: Glenn Beck• ABC – Linguaggio elementare, frasi a effetto, pianti e urla CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 11 paolocosta.net
  12. 12. Glenn Beck• “Sono un pagliaccio da rodeo” – La trasmissione si basa sull’uso di un linguaggio elementare, con frasi a effetto, pianti e urla – La scelta dei temi è improntata a uno spirito violentemente populista – Nel 2010 il reporter Alexander Zaitchik gli ha dedicato una biografia malevola, intitolata Common Nonsense: Glenn Beck and the Triumph of Ignorance – http://www.glennbeck.com/content/t vshow/2011/02/richard-trumka-and- the-white-house/ CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 12 paolocosta.net
  13. 13. Dallo schermo alla piazza, e ritorno (1/2)• Operation Iraqi Stephen: Going Commando (S. Colbert) – Visita di di quattro giorni in Iraq, nel giugno del 2006 – Il primo “comedy show” televisivo interamente girato e trasmesso in una zona di guerra – http://www.colbertnation.com/the-colbert-report- videos/229765/june-08-2009/operation-iraqi-stephen---john- mccain• Restoring Honor (G. Beck) – Raduno organizzato al Lincoln Memorial di Washington il 28 agosto 2010 per celebrare i valori dell’America conservatrice – La data coincide provocatoriamente con quella della marcia su Washington di Martin Luther King – Vi hanno partecipato circa 100 mila persone CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 13 paolocosta.net
  14. 14. Dallo schermo alla piazza, e ritorno (2/2)• Restore Sanity and/or Fear (S. Colbert e J. Stewart) – Organizzato il 30 ottobre scorso, in risposta al raduno promosso da Beck, ha portato in piazza oltre 200 mila persone – È stato presentato come un manifesto contro la radicalizzazione del dibattito politico americano e il populismo, in nome del buon senso – “This was not a rally to ridicule people of faith, or people of activism, or look down our noses at the heartland, or passionate argument, or to suggest that times are not difficult and that we have nothing to fear. They are, and we do. […] Sometimes the light at the end of the tunnel isn’t the Promised Land. Sometimes, it’s just New Jersey” (S. Colbert) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 14 paolocosta.net
  15. 15. Fra show e sfera pubblica (1/3) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 15 paolocosta.net
  16. 16. Fra show e sfera pubblica (2/3) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 16 paolocosta.net
  17. 17. Fra show e sfera pubblica (3/3) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 17 paolocosta.net
  18. 18. La politica del reality• Sarah Palin’s Alaska: “May be it is not good TV. But is it good politics?” (ABC News) – http://abcnews.go.com/GMA/video/sarah-palins-alaska-debuts-tlc-12149908 CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 18 paolocosta.net
  19. 19. La politica del reality L’Isola dei famosi, 2008: Vladimir LuxuriaCelebrity Big Brother, 2006:George Galloway CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A16/03/2011 19 paolocosta.net

×