• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (13a lezione)
 

Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (13a lezione)

on

  • 735 views

Citizen journalism in TV

Citizen journalism in TV
Terzo caso di studio: Current TV

Statistics

Views

Total Views
735
Views on SlideShare
709
Embed Views
26

Actions

Likes
0
Downloads
59
Comments
0

1 Embed 26

http://www.paolocosta.net 26

Accessibility

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial LicenseCC Attribution-NonCommercial License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (13a lezione) Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (13a lezione) Presentation Transcript

    • Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (Paolo Costa) 13a lezione, 28 marzo 2011 Citizen journalism in TV Terzo caso di studio: Current TV Insegnamento: Comunicazione Digitale e Multimediale A - a.a. 2010-2011
    • Agenda• Mohammed Nabbous e il citizen journalism arabo – Il ruolo di Twitter – Global Voices: la comunità dei blogger – Il videogiornalismo grassroot• Il crowdsourcing dei grandi network – CNN iReport – Al Jazeera – Current TV CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 2 paolocosta.net
    • 19 marzo 2011: citizen journalism in lutto• La fine di Mohammed Nabbous – Ventotto anni, un background professionale da informatico – Due mesi fa aveva lanciato Libya Alhurra TV, la prima emittente televisiva privata di Bengazi – È morto mentre riprendeva con la sua videocamera, ucciso da un cecchino – Il messaggio della moglie: “Please keep videos, post videos. Dont let what Mo started go for nothing, people. Make it worth it” CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 3 paolocosta.net
    • CIM | Comunicazione Digitale e28/03/2011 4 Multimediale A paolocosta.net
    • #Libya, la guerra vista da Twitter• Gli hashtag (marcatori di argomenti o di parole chiave, da utilizzare come filtri di ricerca) – #Feb17, #Libya, #Tripoli, #Benghazi• Le liste (raggruppamenti di utenti i cui messaggi vengono resi visibili all‟interno di un unico flusso) – Libya Unrest 2011, a cura di Global Voices – Libya, creata dall‟attivista egiziano Mohamed ElGohary (@ircpresident) – Libya #Feb17, curata dalla giornalista Dima Khatib CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 5 paolocosta.net
    • I dati di Trendistic• Il volume di tweet contenenti il termine „libya‟ – Dall‟11 al 16 marzo ha pesato intorno allo 0,1% del totale – Il giorno dell‟attacco ONU – 17 marzo – ha sfiorato l‟1% – Il 17 marzo „libya‟ è risultato più popolare anche del topic „tsunami‟ (che l‟11 marzo aveva raggiunto l‟11,62%) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 6 paolocosta.net
    • I dati di Trendsmap• Popolarità dello hashtag #libya – Il topic genera i volumi più importanti nelle città arabe a vocazione globale (Il Cairo, Dubai) e nelle capitali europee con forte densità islamica (Londra, Parigi) – Di grande rilievo la popolarità dello hashtag nelle capitali di due regimi islamici radicali: Teheran e Riyad CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 7 paolocosta.net
    • I contributori più attivi e seguiti – Libyan Youth Movement (@ShababLibya, 33.800 follower, 6.700 tweet, FB: http://www.facebook.com/LibyanYouthMovement) – Feb17Libya (@feb17libya, 4.000 follower, 2.200 tweet, web: http://feb17.info/) – LibyaFeb17.com (@LibyaFeb17_com, 3.000 follower, 2.600 tweet) – ‫@( تبا ً لكم ياطواغيت‬ArabRevolution, web: 12.900 follower , 7850 tweet, web: http://arabrevolution.posterous.com/) – Dima Khatib (@Dima_Khatib, 35.000 follower, 24.000 tweet, web: http://www.dimakhatib.com/) – LibyaNewMedia (@LibyaNewMedia, 1.500 follower, 10.000 tweet) – Mhalwes (@ChangeInLibya, 8.400 follower, 19.300 tweet) – Libyan (@Tripolitanian, 7.800 follower, 4.800 tweet) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 8 paolocosta.net
    • I “followers”• Un pubblico globale, più che locale – I post in inglese superano nettamente quelli in arabo – Prevalgono gli utenti occidentali o comunque basati in Occidente, che comunicano in inglese o spagnolo – Numerosi i giornalisti free lance e gli attivisti – Pochissimi gli utenti italiani• La stessa audience di Global Voices, la comunità internazionale dei blog dell‟attivismo politico CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 9 paolocosta.net
    • CIM | Comunicazione Digitale e28/03/2011 10 Multimediale A paolocosta.net
    • Le rivolte arabe nei video grassroot• Il ruolo di YouTube – Egypt 2011: 235 mila risultati – Libya 2011: 137 mila risultati (si veda il post di Global Voices Libya: Citizen Reporting form the Battlefield, 27 03 2011) – Syria protest feb 2011: 544 risultati (si veda il post di Global Voices Syria: Citizen Videos Show Horror in Daraa, 23 03 2011)• Il canale Citizentube – Blog di videogiornalismo prodotto dal basso, lanciato da YouTube nel 2007 sull‟onda dello slogan “Watching video change our world” – Nel 2007 lanciò You Choose ‟08, aggregatore di canali politici progettati per informare gli elettori americani e connetterli ai candidati presidenziali attraverso la pratica del videosharing CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 11 paolocosta.net
    • CIM | Comunicazione Digitale e28/03/2011 12 Multimediale A paolocosta.net
    • Egitto, il caso di Wael Ghonim• Citizen journalist o attivista? – Responsabile Marketing di Google Medio Oriente e Nord Africa – Protagonista delle proteste di piazza Tahir al Cairo e amministratore della pagina di Facebook “We are all Khaled Said” (oltre 100 mila simpatizzanti) – Detenuto per 11 giorni dalla polizia egiziana – 128 mila follower su Twitter (@Ghonim) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 13 paolocosta.net
    • CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 14 paolocosta.net
    • CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 15 paolocosta.net
    • La blogosfera araba• Aggregazione per paesi• Bilinguismo• Focus su temi domestici e critica ai governi locali• Sottocluster di argomento religioso• Prevalenza di giovani maschi Bruce Etling, John Kelly, Rob Faris, Mapping the Arabic Blogosphere: Politics, Culture and Dissent (2009)
    • UGC: Mito o realtà?• Solo il 17% dei video consumati su YouTube è generato dagli utenti (fonte: Tubemogul, gennaio 2010) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 17 paolocosta.net
    • Crowdsourcing: CNN iReport (1/2)• Modello e obiettivi – “iReport invites you to take part in the news with CNN. Your voice, together with other iReporters, can help shape what CNN covers and how.” – iReport funziona attraverso il meccanismo degli “assignments”, temi scelti da CNN sui quali gli utenti sono invitati a contribuire – L‟obiettivo è l‟integrazione fra il lavoro della redazione professionale e il contributo dell‟iReporter: nei casi migliori, infatti, i contenuti vengono utilizzati anche sul circuito televisivo principale – 715 mila utenti registrati, di cui 238 mila nel 2010 CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 18 paolocosta.net
    • Crowdsourcing: CNN iReport (2/2)• Un caso d‟uso: il servizio via Skype di Ryan McDonald da Fukushima l‟11 marzo scorso (http://us.cnn.com/video/#/video/bestoftv/2011/03/11/exp. irpt.mcdonald.skype.quake.cnn) Simon Owens, How CNN’s iReport enhanced the network’s coverage of the Japan earthquake and its aftermath (2011)
    • Crowdsourcing: Al Jazeera Your Media CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 20 paolocosta.net
    • Crowdsourcing: Current• Piattaforma crossmediale nata per valorizzare i contenuti televisivi generati dagli utenti (“viewer created content”, o VC2)• Fondata nel 2005 da Joel Hyatt e Al Gore, vice presidente degli Stati Uniti dal 1993 al 2000, Current raggiunge quasi 60 milioni di case (agosto 2009)• Il contenitore Current Vanguard ospita reportage realizzati da giovani reporter, detti “vanguard correspondents”• Current distribuisce i propri contenuti attraverso due canali: network televisivi e web CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 21 paolocosta.net
    • Current Italia• Nel nostro paese la società è presente dal maggio 2008• L‟offerta include in larghissima parte contenuti prodotti in Italia, o dagli stessi utenti o dalla redazione locale• Nel febbraio 2011 Current ha generato oltre 365 mila contatti medi e un ascolto medio di 3.413 individui (fonte: Auditel) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A28/03/2011 22 paolocosta.net