Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (11a lezione)

884
-1

Published on

Infotainment
Secondo caso di studio: Annozero

Published in: Education, Lifestyle
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
884
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
72
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (11a lezione)

  1. 1. Giornalismo e ipertelevisione. Il caso italiano (Paolo Costa) 11a lezione, 21 marzo 2011 Infotainment Secondo caso di studio: Annozero Insegnamento: Comunicazione Digitale e Multimediale A - a.a. 2010-2011
  2. 2. Agenda• Il linguaggio pop (analisi di Annozero del 17 marzo 2011)• Ex cathedra: anchorman, predicatori, politici• Dall’infotainment al politainment• Comunicazione pop e politica pop CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 2 paolocosta.net
  3. 3. Forma fumettistica, videoclip e divismo• “La trappola radioattiva”, video di animazione accompagnato dalla canzone “Sognando Chernobyl” (2008)• Il video sovrappone alla canzone – che parla della catastrofe nucleare – immagini del terremoto e dello tsunami in Giappone, ovvero eventi di origine naturale• La parola di Celentano garantisce la bontà del messaggio politico (ci casca anche il Corriere della Sera che il giorno prima gli fa firmare un editoriale) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 3 paolocosta.net
  4. 4. CIM | Comunicazione Digitale e21/03/2011 4 Multimediale A paolocosta.net
  5. 5. La Tv della paura• Non solo abbondanza di cronaca nera (la “passione per il delitto” della televisione italiana, segnalata dalla ricerca recente dell’Osservatorio Europeo sulla Sicurezza) – Si veda Ilvo Diamanti su “Repubblica” dell’11 ottobre 2010: http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2010/10 /11/la-tv-della-paura.html• La paura è un sentimento molto sfruttato dalla neotelevisione in tutte le sue declinazioni – Catastrofi naturali, crisi economica, malattia, …• A essa fa talvolta da contrappunto l’iperrazionalismo – Si veda il dibattito seguito all’incidente di Fukushima (Barbara Spinelli, Nucleare, il dovere della paura, “Repubblica”, 16 marzo 2011) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 5 paolocosta.net
  6. 6. La Tv secondo Pasolini• Il fondamento autoritario della televisione: “parlare dal video è sempre un parlare ex cathedra” (dal programma III B: Facciamo LAppello, 1971) – All’epoca la puntata non andò in onda, perché non ottenne in nulla osta della Rai per le pendenze di Pasolini con la giustizia – Fu trasmessa per la prima volta il 3 novembre 1975, il giorno dopo l’assassinio di Pasolini – La sequenza della puntata sulla televisione (5 min.): http://www.youtube.com/watch_popup?v=A3ACSmZTejQ&vq=s mall CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 6 paolocosta.net
  7. 7. Network, 1976• “L’unica verità che conoscete è quella che ricevete dalla tv!” – Diretto da Sidney Lumet su sceneggiatura originale di Paddy Chayefsky – Racconta la parabola grottesca di Howard Beale, “pazzo profeta delletere” (interpretato da Peter Finch) – http://www.youtube.com/watch_popup?v= bPMO8PJ7MeE&vq=medium CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 7 paolocosta.net
  8. 8. The Jerry Springer Show, 1990-oggi• Tabloid talk show distribuito da NBC da oltre 20 anni• È considerato l’epitome della televisione spazzatura, basata su tematiche esplicite, un linguaggio truce e la performatività violenta degli ospiti – http://www.youtube.com/watch_popup?v=B6x- 1WVx4ck&vq=medium CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 8 paolocosta.net
  9. 9. RockPolitik, 2005• Una delle trasmissioni che hanno conseguito la share più alta nella storia della televisione italiana (46%) – Le punte di ascolto furono raggiunte con la partecipazione di Roberto Benigni (2a puntata, 12.544.000 spettatori) e quella di Michele Santoro (1a puntata, 14.977.000 spettatori)• Dall’infotainment al politainment: “il divo dell’intrattenimento trasforma in spettacolo il proprio punto di vista sul mondo” (Mazzoleni-Sfardini 2009)• La forma del monologo che assume il tono della predica• Il linguaggio pop (musica leggera, fumetti, divismo) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 9 paolocosta.net
  10. 10. Comunicazione pop e politica pop CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 10 paolocosta.net
  11. 11. Le accezioni dell’infotainment Sottogenere Tipo di strategia discorsiva Forma di intrattenimento dell’informazione dell’informazione travestita da informazioneProgrammi di informazione Tendenza alla La notizia è la base per lache usano la grammatica e spettacolarizzazione, ricerca del purogli elementi comune a tutta l’area intrattenimentodell’intrattenimento dell’informazione• TV-magazine (Verissimo) • Talk politici e di hard • Programmi di• Rotocalchi televisivi (La news (L’infedele, intrattenimento con fini vita in diretta) Annozero, Ballarò) informativi (Striscia la• Talk show informativi • Talk d’opinione (Matrix, notizia, Le Iene) (Maurizio Costanzo Porta a Porta) Show, Milano Italia, Il • Programmi di rosso e il nero, Porta a intrattenimento con fini Porta) informativi (Striscia la notizia, Le Iene) Gianpietro Mazzoleni e Anna Sfardini, Politica pop. Da “Porta a Porta” a “L’isola dei famosi” (2009) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 11 paolocosta.net
  12. 12. Politainment• Forma di comunicazione politica basata sulla spettacolarizzazione – Politica divertente (un modo nuovo di fare politica) – Intrattenimento politico (un tipo di spettacolo che utilizza contenuti, situazioni e attori della politica) Attori comici Politici che Presa in giro che fanno fanno della politica politica intrattenimento • Striscia la notizia • Adriano Celentano • Vladimir Luxuria • Le Iene • Beppe Grillo all’Isola dei famosi • Ballarò (la copertina di Maurizio Crozza) CIM | Comunicazione Digitale e Multimediale A21/03/2011 12 paolocosta.net

×