Corso Uefa A - Settore Tecnico Coverciano - 31/10/2011 - 17/05/2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Corso Uefa A - Settore Tecnico Coverciano - 31/10/2011 - 17/05/2012

on

  • 5,515 views

Materia: Metodologia dell'Allenamento Tesina di esame

Materia: Metodologia dell'Allenamento Tesina di esame
Oggetto: Microciclo n° 4 del mesociclo 10 - forza rapida
Mezzi e metodi di allenamento

Statistics

Views

Total Views
5,515
Views on SlideShare
5,468
Embed Views
47

Actions

Likes
14
Downloads
93
Comments
6

7 Embeds 47

http://rejuntesvarios.blogspot.com 29
http://www.docseek.net 6
http://www.docshut.com 5
http://patriziobruzzo.blogspot.it 2
http://rejuntesvarios.blogspot.it 2
http://rejuntesvarios.blogspot.com.ar 2
http://rejuntesvarios.blogspot.mx 1
More...

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel

15 of 6 Post a comment

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Corso Uefa A - Settore Tecnico Coverciano - 31/10/2011 - 17/05/2012 Document Transcript

  • 1. pag. 1 Corso Allenatore Professionista – UEFA A – Stagione 2011/2012 Materia: Teoria e Metodologia dell’Allenamento Docenti: Prof. F.Ferretti – F.Perondi Tesi d’esame: Programmazione di un microciclo settimanale Mesociclo 10 - Aprile, 4°settimana – Microciclo 4 Obiettivo Fisico-Motorio: Forza Veloce Categoria: Lega Pro – Prima Squadra Staff Tecnico: 1 Responsabile Tecnico, 1 Vice Responsabile Tecnico, 1 Collaboratore Tecnico, 1 Preparatore Atletico, 1 Preparatore dei Portieri, 1 Responsabile Attività di Recupero Infortunati. Gruppo di lavoro: 3 portieri, 8 difensori, 8 centrocampisti, 4 attaccanti. Totale 23 giocatori. Strutture a disposizione: 1 campo in erba regolamentare, 1 zona di lavoro specifica per i portieri, 1 palestra con attrezzi e materiali necessari all’attività di lavoro, 1 campo in erba di dimensioni ridotte 60x40 metri. Autore: Patrizio Bruzzo
  • 2. pag. 2 Introduzione Nelle 7 sedute di allenamento settimanale il mesociclo 10 ha come obiettivo fisico principale la Forza Veloce, detta anche Forza Rapida, capacità del sistema neuromuscolare di vincere resistenze o eseguire gesti motori alla massima velocità di contrazione possibile. Per quanto riguarda le esercitazioni svolte in palestra e sul campo, viene utilizzata una percentuale del massimale compresa tra 20% e 30% circa. Le ripetizioni nelle serie vengono eseguite in maniera fluente e controllata nella fase eccentrica (fase di caricamento) e rapida inversione del movimento cercando di raggiungere la massima velocità possibile nella fase concentrica. Importanti e complementari sono anche i lavori coordinativi e di mobilità articolare che vengono proposti con cadenza settimanale. L’aspetto tecnico-tattico è inscindibile da quello atletico e pertanto gli allenamenti sono programmati anche per il miglioramento dei principi organizzativi di gioco e del nostro modello tattico 4-4-2 che vengono settimanalmente adattati in funzione delle caratteristiche dell’avversario e del tipo di gara che affrontiamo. Inoltre, le proposte tecnico-tattiche hanno lo scopo di migliorare le qualità aerobiche nelle diverse situazioni di gioco in base agli spazi ed alla intensità richiesta. Struttura Settimanale LUNEDI’ MARTEDI’ MERCOLEDI’ GIOVEDI’ VENERDI’ SABATO DOMENICA MATTINA Riposo Palestra: 1)Defaticante: Mobilità e Flessibilità. Core Stability. Propriocettivo con Swiss Ball. 2)Forza Veloce: 3 step Campo: -Tecnica Individuale. Divisione Gruppo - SSG (gruppo che ha giocato domenica) - 1v1 (altro gruppo) Riposo Palestra: -Circuito Mobilità articolare + Forza Esplosiva. -Circuit Training a 8 stazioni. Campo: -Gioco Ombra (Tecnico- tattico- coordinativo- motorio- Forza Veloce). - Tecnico / Tattico “Transizioni” 11v11 Riposo Riposo POMERIGGIO Risposo Campo: - Andature Coordinative. - Tecnica in situazione semplificata. - SSG Campo: -Tecnica in situazione semplificata. Divisione Gruppo - Sprint Training - Tecnico / Tattico per Difesa. - SSG per C.campisti e attaccanti. - Partita a tema 11v11 in spazio ridotto. Campo: Riscaldamento tecnico Divisione Gruppo Partita amichevole con nostra Berretti Tecnica individuale (gruppo che non gioca) Palestra: 1)Mobilità e Flessibilità. Core Stability. Campo: -SSG -Forza Esplosiva -SSG -Tecnico / Tattico 11v11 in spazio ridotto -Tecnico / Tattico per Tiro in porta Campo: Riscaldamento tecnico. - Forza Veloce - Palle Inattive in situazione di gioco Partita
  • 3. pag. 3 Lunedì 23 aprile  Riposo Martedì 24 aprile Ripresa degli allenamenti dopo la partita della domenica. Mattino – ore 10am  45’ – Attività in Palestra Tutta la squadra esegue le seguenti attività:  5’ - Mobilità a terra e flessibilità muscolare (Vedi allegato) Sequenza:(Rotazioni simmetriche, Rotazioni asimmetriche, Alzata unilaterale - gamba estesa verticale + rotazione, Alzata unilaterale - Ginocchio al petto, Alzata bilaterale – Ginocchia al petto)  6’ - Core Stability (Plank, Right Side Plank, Bridge, Left Side Plank – lavoro 30’’ /recupero 15’’ x 2 volte) Divisione gruppo: Totale lavoro 30’ – 2 blocchi da 15’ cada, Gruppo X – 12 giocatori, inizia il lavoro Propriocettivo, poi passa alla Forza. Gruppo Y – 11 giocatori, iniziano il lavoro di Forza, poi passa al Propriocettivo  15’ - Lavoro propriocettivo (vedi allegato) Esercizi con Swiss Ball. Sequenza: Trunk stretch; Overhead stretch; Basic bridge; Vertical leg raise (dx + sx); Flexed knee bridge; Flexed knees and vertical raise (dx + sx); Kneeling ball rotation – lavoro 30’’ / micro recupero 15’’ (macro 1’30’’) x 2 volte.  15’ – Lavoro di Forza Veloce I giocatori si dividono in 3 gruppi nelle 3 stazioni di lavoro. Ogni 5’ rotazione alla stazione successiva. A) Pressa a carico leggero 30% del massimale. 2 serie, 8 ripetizioni per serie. Recupero fra le serie: 2’ 3 presse a disposizione per lavorare. B) Mezzo squat a bilanciere libero 30% del massimale. 2 serie, 10 ripetizioni per serie Recupero fra le serie: 2’ 1 bilanciere per giocatore Nota: i giocatori con problemi alla colonna vertebrale non fanno il ½ squat con bilanciere. In alternativa affondi monopodalici con manubri 30% del massimale. 2 serie, 10 ripetizioni per serie. C) Pliometrico: A corpo libero il giocatore si lascia cadere da una pedana alta 30 cm, in successione all’atterraggio effettua 3 spinte in verticale. 2 serie, 10 ripetizioni per serie. Recupero fra le serie: 2’
  • 4. pag. 4  Attività sul campo Nota: I portieri vanno col Preparatore Portieri per l’attivazione, successivamente 2 di loro si aggregano al gruppo X per lavoro tecnico-tattico. Il Prep.Portieri li alterna fra lavoro col gruppo e lavoro specifico con lui.  10’ – Proposta tecnica individuale. Obiettivi: Fisico: attivazione con palla Tecnico: dominio palla, abilità tecnica finta&dribbling. Spazio: area di rigore Materiali: 20 palloni, 1 per giocatore Giocatori: 20 Staff tecnico: Vice e Collaboratore seguono il lavoro. Allenatore e Prep.Atletico Ogni giocatore con 1 pallone ciascuno. 3’ guida palla libera con tutte le parti del piede. Recupero attivo: 30’’ slanci arti inferiori in forma dinamica. 3’ guida palla vincolata solo dx/solo sx con interno/esterno, al segnale vocale finta e dribbling a piacere + breve accelerazione. Recupero attivo: 30’’ aperture coxo-femorali in forma dinamica. 3’ guida palla libera, al segnale cambio direzione con breve accelerazione. Recupero attivo: 30’’ chiusure coxo-femorali in forma dinamica.  Divisione Gruppo  20’ - Proposta tecnico-tattica - Gruppo X: 12 giocatori di movimento che hanno partecipato alla gara di domenica 22/04 + 2 portieri Obiettivo: Tecnico-tattico: Situazione di gioco ridotto in parità numerica per miglioramento delle fasi di possesso e non possesso secondo i principi conosciuti e richiesti. Spazio: 35x30 ricavato nella zona dell’area di rigore, riduciamo l’ampiezza e raddoppiamo (aprox in eccesso) la lunghezza. Materiali: 1 porta mobile (l’altra è quella fissa), 6 pettorine, cinesini, 20 palloni divisi in 10 + 10 nella 2 porte. Giocatori: 12 di movimento + 2 portieri. (Titolari dal 1’: 4 difensori, 4 centrocampisti, 2 attaccanti + Subentrati entro il 20° del 2° tempo: 1 attaccante e 1 difensore). Staff Tecnico: Vice Allenatore ed il Preparatore Atletico Modalità di esecuzione: 1° step: Si gioca 6v6 nello spazio delimitato, il gioco inizia sempre dal portiere, palla solo rasoterra, se la palla esce dal fondo o lateralmente si riparte dal portiere della squadra a cui spetta. Gol valido su combinazioni di gioco “uno-due”, “triangolo”, “dai e vai”, “sponda”, “giocata su 3° uomo”. Durata: 8’ Recupero: 2’ passivo, i giocatori bevono acqua. 2° step: Come in Step 1, ma gol valido con tiro in porta a 1 tocco. Durata: 8’ - Recupero: 2’ passivo, i giocatori bevono acqua.  20’ - Proposta Tecnico-tattica - Gruppo Y: 8 giocatori che non hanno partecipato alla gara di domenica 22/04 (3 difensori + 4 centrocampisti + 1 attaccante) Obiettivi: Fisico: Forza – Specifico per i difensori (accorciamento e frenata in fase difensiva), per gli attaccanti in funzione del gesto tecnico “controllo palla” (sprint in avanti + frenata verso la palla) e successivo duello in fase offensiva per il superamento del difendente. Tecnico-Tattico: Principi di tattica individuale nelle due fasi di gioco (passaggio, controllo, smarcamento, finta e dribbling, tiro in porta; presa di posizione, marcamento, contrasto, intercettamento, difesa della porta).
  • 5. pag. 5 Spazio: 15x20 metri come in figura. Materiali: 2 porticine, 4 pettorine, 12 palloni, 2 Speed Ladder, 4 aste per delimitare le zone tiro. Giocatori: 8 giocatori divisi in 2 squadre, 4 “difensori” contro 4 “attaccanti”. Si affrontano in situazioni di gioco ridotto in parità numerica 1v1 con 2 diverse tipologie di gioco. Staff Tecnico: Responsabile Tecnico e Preparatore Atletico. Non avendo partecipato alla gara ritengo abbiano bisogno di svolgere la prima proposta tecnico-tattica della settimana con l’Allenatore la cui comunicazione nei loro confronti deve essere coinvolgente, stimolante e didattica nelle peculiarità delle situazioni di gioco. 1° step: Modalità: Difensori ed Attaccanti partono contemporaneamente dalle loro postazioni. Eseguono la speed ladder (varie modalità, vedi sotto), in uscita girano a sinistra ed entrano nel varco formato dai 2 cinesini al centro del lato lungo dello spazio. Il difensore trasmette palla all’attaccante e lo accorcia in avanti dopo il passaggio; l’attaccante, dopo il controllo, deve superare il difensore prima di concludere in una delle 2 porticine. Se il difensore conquista palla deve finalizzare in una delle 2 porticine. Gol valido con palla calciata oltre la Zona Limite posta a 3 metri dalla linea di fondo. Gol dopo superamento semplice 1 punto Gol dopo superamento con cambio di direzione 3 punti. Durata: 8’ (dopo 4’ i difensori diventano attaccanti e viceversa; si invertono anche i punti di partenza utilizzando la speed ladder opposta ed entrare girando sul fianco destro). Recupero: 2’ (passivo, i giocatori bevono acqua). 2° step: Modalità: Difensore ed attaccante partono contemporaneamente dalle loro postazioni (al centro della scaletta con fronte rivolta all’interno del campo). L’allenatore chiama il colore del varco di entrata (Giallo o Blu) verso il quale si devono dirigere. Le esecuzioni della scaletta sono laterali; se per esempio chiama “Blu”, il giocatore prima si muove verso la sua destra (all’estremità della scaletta) per poi uscire a sinistra e correre verso il varco “Blu”. La palla viene giocata da Allenatore o Preparatore Atletico sul difensore che di prima trasmette sull’attaccante e successivamente accelera verso di lui senza palla. L’attaccante deve superarlo prima di finalizzare nelle porticina posta di fronte rispetto al varco di entrata; se il difendente conquista palla deve segnare in quella opposta. Gol valido con palla calciata oltre la Zona Limite posta a 3 metri dalla linea di fondo. Gol dopo superamento semplice 1 punto. Gol dopo superamento dell’avversario con finta e dribbling 5 punti. Durata: 8’ (dopo 4’ i difensori diventano attaccanti e viceversa ) - Recupero: 2’ (passivo, i giocatori bevono acqua). Esecuzioni Speed Ladder: Hop Scotch Drill Lateral Feet Drill Tango Drill Five Count Drill
  • 6. pag. 6 I 2 gruppi + 1 portiere terminano le esercitazioni contemporaneamente e si riuniscono per la parte finale di scarico e posture.  Scarico per la colonna e posture  Termine della seduta – ore 11.45 Pomeriggio – ore 15.00  15’ – Riunione tecnica con Staff Tecnico e Giocatori Proiettiamo 12 video clip di 30’’ ciascuna con situazioni offensive e difensive dell’ultima gara giocata per correzione degli errori individuali, collettivi e dei reparti. Mostriamo anche – brevemente - alcune situazioni sviluppate con successo, qualità tecnico-tattica e coesione. Abbiamo vinto nell’ultima partita, ma abbiamo ancora due gare per essere promossi. Preferisco che l’attenzione sia maggiormente rivolta alle cose sulle quali dobbiamo migliorare.  Ore 15.30 - Attività sul campo  15’ – Andature coordinative sui 10 metri (vedi video) Obiettivo: sviluppo e consolidamento della coordinazione intra e intermuscolare a carico naturale degli arti inferiori per miglioramento della forza esplosiva-reattiva-elastica. Tre batterie da 6 giocatori ed una da 5. Parte un gruppo alla volta. Il Preparatore Atletico lavora con tutti i giocatori.  25’ -- Proposta tecnico-tattica in situazione semplificata Obiettivi: Tecnico-tattico: passaggio, controllo orientato, guida palla, finta e dribbling, smarcamento. Attenzione: vincolare il piede da utilizzare in base al settore nel quale si sta effettuando il gesto tecnico, allo smarcamento ed alla giocata successiva Spazio: 3 stazioni, ciascuna di 20 metri (lunghezza da cinesino di partenza alle 2 bandierine del varco) x 18 metri (larghezza fra le 2 bandierine esterne). Materiali: 12 aste/bandierine, 3 cinesini, 15 palloni (5 x 3 stazioni). Giocatori: 23 giocatori divisi in 8 per 2 stazioni + 7 nella terza stazione. Partecipano anche i portieri. Staff Tecnico: Il Responsabile Tecnico si muove fra le stazioni, Vice Allenatore + Collaboratore + Prep.Atletico si posizionano al centro di ogni stazione. Modalità d’esecuzione: 1° step: A passa a B, B riceve dopo contro-movimento lungo-corto ed apre il controllo per giocare su C che si è smarcato con contro-movimento corto-lungo. C con il primo controllo entra con la palla nel varco formato dalle 2 bandiere ed affronta il Collaboratore in una situazione di 1v1 passiva (non c’è contrasto del Collaboratore, solo finta di intervento) per superarlo a destra e trasmettere palla a G (ultimo della fila). Appena C ha controllato la palla ricevuta da B, D parte nello sviluppo sul lato opposto con la stessa circolazione di palla, gesti tecnici e smarcamenti. Si lavora con 2 palloni contemporaneamente. Durata: 5’ – Recupero attivo: 1’ (slanci arti inferiori in forma dinamica). Rotazione: A va in B, B va in C, C va in G (si segue sempre la palla).
  • 7. pag. 7 2° step: A passa a B (lungo-corto) che scarica su A. A gioca lungo su C (lungo-corto) che scarica su B (dopo lo scarico ad A si gira ed accorcia leggermente verso C). B controlla e chiude il triangolo con C dopo che questo ha girato dietro alla bandierina ed entra nel varco a ricevere palla per affrontare il Collaboratore nel duello passivo, ma con dribbling in uscita a sinistra. Appena C ha superato il Collaboratore, si parte col pallone dal lato opposto e dribbling in uscita a destra. Durata: 5’ – Recupero attivo: 1’ (aperture e chiusure articolazione coxo-femorale in forma dinamica). Rotazione: come nel precedente 3° step: A passa a B (lungo-corto) che riceve all’interno anticipando il controllo rispetto alla bandierina, B passa a C (lungo-corto) che scarica a B (questa palla deve essere ricevuta con un controllo aperto in rotazione per giocare sulla corsa di C; B deve gestire la giocata sui tempi di smarcamento di C) Dopo lo scarico C si apre per entrare nel varco ed accelera per ricevere palla da B a sinistra ed alle spalle del Collaboratore. Appena C controlla l’ultimo passaggio di B, D parte col giro dalla parte opposta. Durata: 5’ – Recupero attivo: 1’ (slanci arti inferiori + aperture e chiusure articolazione coxo-femorale in forma dinamica). Rotazione: come nel precedente 4° step: A passa a B (lungo-corto) che scarica ad A. A gioca lungo su C (corto-lungo) che riceve dentro ed oltre il varco. C passa a E che riceve davanti alla bandierina e chiude il triangolo con C che riceve a destra alle spalle del Collaboratore. Appena C controlla il passaggio di E, D parte con giro dalla parte opposta. Durata: 5’ – Recupero attivo: 1’ (slanci arti inferiori + aperture e chiusure articolazione coxo-femorale in forma dinamica). Rotazione: come nel precedente  Piccola pausa per bere
  • 8. pag. 8  30’ - Proposta tecnico-tattica Obiettivi: Tecnico-tattico: situazione di gioco a reparti contrapposti (6v4 + 6v4); attacco in superiorità numerica e difesa in inferiorità numerica secondo i principi di gioco richiesti ed in base alle differenti situazioni. Conquista e riconquista della palla (per entrambi i reparti) per finalizzazione a rete. Spazio: 1° e 2° step: 55x50 mt – due spazi in ogni metà campo, ogni spazio è composto da 1 porta (mobile) a fondo campo e 3 porticine poste sulla linea di centrocampo (2 esterne + 1 centrale). Le porticine sono condivise dai due gruppi di lavoro. 3° step: togliamo le 3 porticine e si gioca in un campo ridotto 78x50 diviso a metà (ai 39 mt lunghezza) dalla linea di centrocampo. Materiali: 3 coppie di aste per porticine; 10 pettorine; 10 palloni in ogni porta + altri 5 palloni per allenatore a bordo campo. 2 porte mobili. Giocatori: 22 giocatori divisi in 2 squadre 11v11 di cui 1 portiere + 4 difensori contro 4 centrocampisti + 2 attaccanti in ogni metà campo. I gruppi sono composti da un mix di titolari e riserve, giovani e meno giovani. 1 portiere lavora col Prep.Portieri. Staff Tecnico: Vice Allenatore e Collaboratore fissi ognuno in una metà campo. Allenatore in posizione intermedia per seguire entrambe le zone. Preparatore Atletico gira fra le 2 stazioni per monitorare le condizioni psico-fisiche dei giocatori. Modalità di esecuzione: 1°step: 6 giocatori attaccano la porta di fondo campo contro 4 difensori + 1 portiere. Il gioco inizia dal portiere ad un difensore dal quale si sviluppa un giro palla a due tocchi completo; al segnale dell’allenatore il terzino in possesso “sbaglia” il passaggio all’esterno avversario di zona e lo attacca in avanti; da questo passaggio il gioco è attivo. La squadra in superiorità numerica deve fare gol ( gol=1 punto), i difensori devono conquistare palla e segnare in una delle 3 porticine attraverso combinazioni di gioco (gol nelle porticine esterne 2 punti, centrale 3 punti). Quando la palla esce esternamente, se spetta alla squadra che attacca gliela rigioca l’allenatore sui due centrocampisti centrali, se spetta alla difesa si riparte dal portiere. Sul giro palla della linea difensiva la squadra che attacca si muove in zona palla, ma senza intervenire. Gioco valido solo con palla a terra. Durata: 10’ + Recupero passivo 2’. 2° step: Stessa struttura dello step precedente, ma al segnale dell’allenatore il difensore in possesso cambia direzione e la passa al portiere. Su questo passaggio il gioco diventa attivo. Il portiere deve giocare con i piedi e coi difensori, non può rinviare. I difensori ora possono segnare nelle 3 porticine anche entrando in guida palla, se segnano dopo aver dribblato un avversario i punti valgono doppio. Gioco valido solo con palla a terra. La squadra in superiorità numerica ha una sola regola diversa rispetto allo step precedente: quando uno dei 2 attaccanti riceve palla da un centrocampista la sua giocata successiva deve essere con l’altro attaccante. Se segnano dopo combinazione fra loro il gol vale doppio. Durata: 10’ + Recupero passivo 2’.
  • 9. pag. 9 3° step: In una metà si schierano 1 portiere + 4 difensori Rossi contro 6 Blu (2 c.campisti + 2 attaccanti), nell’altra metà campo 1 portiere + 4 difensori Blu contro 6 Rossi. Si gioca un 11v11, ma diviso in due 6v6 (4+2) nelle due metà campo ovvero solo i 2 centrocampisti possono muoversi nei due settori di gioco Il gioco inizia dal portiere che passa ad un difensore dal quale parte un giro palla rapido. Al segnale dell’allenatore (dopo pochi passaggi) il gioco diventa attivo. I rossi devono riuscire a trasmettere palla ai compagni nella metà campo offensiva. Se la palla arriva da un passaggio di un difensore, lo stesso si alza ed entra nella metà campo offensiva e va a dare superiorità numerica 7v6 per lo sviluppo d’attacco. La squadra avversaria deve conquistare palla per fare gol dal segnale dell’allenatore sul giro palla dei difensori. Se la palla esce esternamente si riparte dal portiere della squadra a cui spetta. Durata: 10’ + Recupero per bere mentre ci si prepara per scarico e posture.  Scarico e posture  Termine seduta – ore 17.00
  • 10. pag. 10 Mercoledì 25 aprile Pomeriggio – ore 15 Nota: I portieri lavorano col Prep.Portieri.  10’ - Proposta tecnico-tattica in situazione semplificata Obiettivi: Fisico: messa in moto con la palla. Tecnico-tattico: dominio palla, passaggio, controllo, finta&dribbling. Altro: visione periferica, comunicazione (verbale e visiva) Spazio: 40x40 come in figura Materiali: 10 pettorine, 10 palloni Giocatori: 20 giocatori divisi in 2 gruppi da 10 cada. Staff Tecnico: Il Vice conduce il lavoro con l’aiuto del Collaboratore. Allenatore e Prep.Atletico a bordo stazione. Modalità d’esecuzione: 1° step: I 10 giocatori Rossi con 1 pallone cada nello spazio delimitato in guida palla, i 10 Blu corrono senza palla. Al segnale vocale ogni Rosso deve cercare e chiamare per nome 1 Blu al quale passare la palla e poi correre nella direzione opposta al passaggio. Al segnale seguente i Blu trasmettono ai Rossi e così via. Durata: 3’ – Recupero attivo 30’’ slanci dinamici arti inferiori. 2° step: Come sopra, ma dopo il passaggio il Rosso attacca il Blu passivamente, il Blu deve superarlo col controllo o con finta e dribbling. Durata: 3’ – Recupero attivo 30’’ aperture e chiusure dinamiche coxo-femorali. 3° step: Al segnale vocale il Rosso fa uno scambio col Blu (uno/due; triangolo; sovrapposizione, sponda), dopo aver ricevuto il passaggio di ritorno cerca un altro Blu al quale trasmettere e consegnare palla. Durata: 3’ – Macro recupero: 2’  Divisione del gruppo Gruppo X, 8 Giocatori (8 difensori) - Inizia col Lavoro di Forza nello Sprint Training, poi passa al Lavoro Tecnico- Tattico Gruppo Y, 12 Giocatori (8 centrocampisti + 4 attaccanti) inizia col Lavoro Tecnico-Tattico, poi passa al Lavoro di Forza nello Sprint Training. Durata: 2 blocchi di lavoro da 25’ – Totale 50’ + pause per bere mentre si invertono i gruppi.  25’ - Sprint Training Obiettivo: Forza Veloce Spazio: Distanza 20 metri divisa in 2 tratti da 10 metri Materiali: 4 traini “Sled Pull” + pesi a disco da applicare + cinesini. Staff Tecnico: Preparatore Atletico conduce il lavoro col Collaboratore. Modalità d’esecuzione: Batterie da 4 giocatori, partono contemporaneamente al segnale del Prep. Atletico e percorrono i primi 10 metri con il traino, poi lo sganciano e fanno gli ultimi 10 metri senza. 1° serie: 8 ripetizioni, recupero 90’’ Macrorecupero: 3’ 2° serie: 6 ripetizioni, recupero 90’’ Peso 20% del carico naturale.
  • 11. pag. 11  25’ - Proposta Tecnico-tattica - Gruppo X: 8 Difensori Obiettivi: Tecnico-tattico: movimenti orizzontali della linea difensiva con transizioni di gioco da positiva a negativa in situazione semplificata. Spazio: metà campo Materiali: 4 pettorine, 10 palloni Giocatori: 8 difensori divisi in 2 linee difensive da 4 giocatori cada. Staff Tecnico: Allenatore conduce il lavoro, Vice cura appoggi, spinte e posture. Modalità d’esecuzione: 1° Step: La prima linea difensiva si dispone come in figura. L’allenatore inizia il gioco sul terzino dx dal quale parte il giro-palla per conquistare tempo e spazio in avanzamento. Il terzino sx riceve sulla corsa e dopo il controllo cambia direzione per attaccare sul corridoio esterno la linea difensiva (passa da difensore ad avversario della linea). Il difensore centrale di zona (n.6) porta pressione al 3, gli altri due difensori (nr.5 e nr.2) scivolano velocemente su una linea di copertura. Appena il 6 arriva sul 3, questo cambia nuovamente direzione e trasmette palla all’allenatore, poi riprende posizione nella linea. L’allenatore fa ripartire il gioco con palla al terzino sx per sviluppo sul settore opposto. Dopo due uscite esterne per lato il primo gruppo si ferma ed entra l’altro. Durata: 6’ (1’30’’ per gruppo x 2 volte). 2° step: L’allenatore inizia il gioco con palla sul terzino dx dal quale parte il giro palla in avanzamento. Quando il terzino sx riceve palla, la controlla internamente per passarla dietro al difensore centrale di zona; quando il 6 riceve palla, la conduce brevemente in avanti poi cambia direzione attaccando centralmente la linea (diventa avversario della linea); su di lui accorcia l’altro difensore centrale che gli porta pressione, alle sue spalle scivolano i 2 terzini a formare un triangolo di copertura. Il 6 cambia nuovamente direzione e passa all’Allenatore che gioca sul terzino sx dal quale riparte il giro-palla per uscita su settore opposto. Dopo 2 uscite centrali per ogni difensore centrale il primo gruppo si ferma ed entra l’altro. Durata: 6’ (1’30’’ per gruppo x 2 volte). 3° step: le 2 linee difensive si contrappongono come in figura. Il 6 blu inizia il gioco sul terzino dx dal quale parte il giro-palla che termina col passaggio “sbagliato” del difensore centrale sx sul 2 blu. Il terzino sx lo accorcia rapidamente in avanti, viene superato (simulazione), poi rientra veloce nel reparto, mentre il 6 rosso esce per portare pressione sul 2 blu con gli altri due difensori che scivolano su una linea di copertura. Il 2 blu cambia direzione quando viene raggiunto dal difensore centrale avversario, poi passa indietro al 5 blu che controlla e rigioca sul 3 rosso (che ha ripreso la sua posizione di terzino sx) dal quale riparte il giro-palla per sviluppare la stessa situazione sul settore opposto. Dopo 2 uscite esterne per lato il primo gruppo si ferma ed entra l’altro. Durata: 6’ (1’30’’ per gruppo x 2 volte).
  • 12. pag. 12 4° step: Stessa dislocazione ed inizio gioco dello step precedente. Il difensore centrale (6 rosso) “sbaglia” il passaggio in uscita sul centrale avversario di zona (5 blu); questo apre il gioco al 2 blu sulla corsa che controlla e scarica sul 5 blu che gli va incontro; dopo il controllo cambia gioco rapodamente sul settore opposto per il 3 che arriva a ricevere. La linea difensiva scivola velocemente ed accorcia in zona palla, il 2 rosso porta pressione al 3 blu, gli altri 3 compagni di reparto si posizionano su 1 linea di copertura. Il 3 blu controlla e scarica sul 6 blu che cambia gioco sul settore opposto per il 2 blu che arriva a ricevere. Dopo 2 uscite esterne per lato il primo gruppo si ferma ed entra l’altro. Durata: 6’ (1’30’’ per gruppo x 2 volte)  25’ - Proposta Tecnico-tattica - Gruppo Y: 8 centrocampisti + 4 attaccanti Obiettivi: Tecnico-tattico: attacco in superiorità numerica 4v2 con esterni offensivi, difesa in inferiorità numerica 2v4. Spazio: 2 stazioni di gioco, 35x25 mt cada Materiali: 4 pettorine Rosse + 4 pettorine Gialle, 20 palloni divisi in 10 per stazione di cui 5 dietro ad ogni linea di fondo campo per ripresa del gioco rapida, 8 porticine di cui 4 per stazione. Giocatori: 12 divisi in 2 gruppi da 6 nelle 2 stazioni. Ogni gruppo da 6 giocatori è diviso in 2 coppie composte da 1 attaccante + 1 centrocampista cada che giocano contro fra loro + 1 coppia di jolly formata da 2 esterni di centrocampo che giocano con la coppia in possesso palla. Staff Tecnico: Allenatore e Vice, uno per stazione. 1° step: Tocco libero, gol di prima, i Jolly non possono segnare. Palla solo rasoterra. Durata: 4’ + Recupero: 1’30’’ 2° step: Tocco libero, gol valido su sovrapposizione, possono segnare anche i Jolly. Palla solo rasoterra. Durata: 4’ + Recupero: 1’30’’ 3° step: Tocco libero, gol valido su uno-due, triangolo e taglio (combinazione a 2 giocatori 1 punto; a 3 giocatori 3 punti), possono segnare anche i Jolly. Palla solo rasoterra. Durata: 4’ + Recupero: 1’30’’ 4° step: 3 tocchi, gol libero, ma valido solo se i 4 giocatori che attaccano sono tutti oltre la linea di metà campo. Valida anche la palla alta, stimolare la ricerca dello “scavino” per segnare. Durata: 4’ + Recupero: 1’30’’
  • 13. pag. 13  20’ - Partita a tema Obiettivi: Tecnico-tattico: 1° step: Dislocazione tattica abituale 4-4-2 per ricerca fase offensiva attraverso soluzioni di gioco (sovrapposizione, uno-due, triangolo, taglio, scarico) precedentemente allenate e fase difensiva con linee di gioco corte e strette contrapposta al sistema di gioco (4-3-3) della prossima squadra avversaria. 2° step: occupazione funzionale degli spazi e mantenimento delle distanze su inversione rapida di gioco per impostazione fase di possesso e risalita della squadra senza palla per conquista veloce. Spazio: 75x60 Materiali: 10 pettorine, 20 palloni di cui 10 in cada porta, 1 porta mobile. Giocatori: 22 giocatori, divisi in 2 squadre da 11 cada. Una squadra si dispone 4-4-2, l’altra 4-3-3. 1 portiere resta fuori, si alterna con uno dei due in campo, li gestisce il Prep.Portieri. Staff Tecnico: Allenatore si muove, Collaboratore e Vice sulle linee esterne laterali ed opposti per seguire i movimenti difensivi. Prep. Atletico si muove esternamente all’area di gioco. Prep.Portieri a fondo campo, alterna i lati per seguire entrambi. Modalità d’esecuzione: 1° step: Tocco libero, palla solo rasoterra, gol valido su combinazioni di gioco “uno-due/triangolo/taglio/ sovrapposizione”. La squadra in possesso se perde palla deve attaccare forte in avanti per riconquistarla velocemente (penalità se non lo fanno: rigore contro). Quando la palla esce il gioco riparte dall’allenatore che decide a chi passarla. Non ci sono corner. Durata: 10’ – Recupero: 1’ 2° step: Tocco libero, quando la palla esce si riprende dal portiere a cui spetta. Palla valida anche alta. Durata: 10’ – Recupero: 1’  Scarico e posture  Termine seduta ore 16.45
  • 14. pag. 14 Giovedì 26 aprile Mattina – ore 10.00  Attività in Palestra  20’ – Percorso Mobilità articolare e Forza Esplosivo-Elastica All’interno della palestra organizziamo 2 stazioni di lavoro come in figura. Dividiamo la squadra in 2 gruppi, 1 per stazione. I giocatori partono uno alla volta. Sul 1° ostacolo il giocatore passa sopra da posizione laterale, prima con una gamba poi con l’altra con movimenti ampi e precisi. Sul 2° ostacolo passa sotto, ma entrando sul fianco opposto rispetto al precedente. Alla fine della prima fila di ostacoli, gira ed entra nella seconda fila alla cui uscita riceve un pallone (da calcio – n.5) dal Prep.Atletico/Collaboratore con il quale: 1° step: fa un salto a piedi uniti in verticale sul posto, quando atterra la lancia verso il canestro con gesto tecnico Rimessa Laterale. 1 serie da 4 ripetizioni. 2° step: va allo stacco in 3° tempo sul canestro. 2 serie da 4 ripetizioni con uscita a dx + 2 serie da 4 ripetizioni con uscita a sx.  20’ – Circuit Training Obiettivo: Forza Veloce 8 stazioni di lavoro – ogni giocatore esegue il percorso 2 volte 1) Panca piana: 1 serie da 10 colpi con bilanciere, peso 30% del massimale 2) Slancio con bilanciere dal petto sul posto: 6 colpi con bilanciere, peso 20% del massimale 3) Addominali: 30 ripetizioni divise in 10 Crunch mani sul petto + 10 Crunch inverso + 10 Crunch gomito verso ginocchio alternato. 4) Polpacci: 8 ripetizioni in estensione su una pedana con 2 manubri in mano da 10kg cada. 5) Flesso estensori per bicipiti: 10 ripetizioni per braccio (manubrio ? bilanciere ? peso ?) 6) Pressa: 8 colpi al 30% del peso massimale 7) Deltoidi: 10 alzate laterali con manubri da 8/10 kg cada 8) Trazioni arti superiori: 8/10 colpi al Lat Machine, peso 20/30 % del massimale.
  • 15. pag. 15  Attività sul campo Nota: 2 portieri lavorano col Prep. Portieri, 1 portiere lavora con col gruppo nel Gioco Ombra. Il Prep. Portieri lavora nell’area di rigore opposta e li alterna fra lavoro con lui e lavoro con la squadra nel Gioco Ombra e partita 11v11 con Transizioni.  20’ - Proposta tecnico-tattica in situazione semplificata – Gioco ombra 10v0 per attacco alla porta. Obiettivi: Fisico: miglioramento capacità coordinative, rapidità, forza. Tecnico-tattico: sviluppo azioni d’attacco con tempi di gioco corretti senza opposizione avversaria, ma col portiere. Spazio: campo intero (esclusa l’area di rigore). Materiali: cinesini di 3 colori, sagome, aste e bandiere, ostacoli bassi, coni, palloni. Giocatori: 20 giocatori di movimento divisi in 2 gruppi da 10 cada e dislocati secondo nostro sistema di gioco 4-4-2. 2 portieri che si alternano nella porta dove finalizziamo le azioni d’attacco. Staff tecnico: Allenatore al centro per dare i tempi di gioco, Vice e Collaboratore come in figura con 1 pallone in mano a testa, Prep.Atletico lungo le corsie esterne per controllare l’attività fisica e coordinativa. Modalità d’esecuzione: Il gioco inizia dal terzino sx (n.ro 3) che parte in guida palla rapida, cambia direzione in prossimità della sagoma e scarica sul difensore centrale sx (n.ro 6) che controlla e passa al difensore centrale dx (n.ro 5) in uscita dal varco formato da due sagome e due bandierine che percorre in slalom (contatto con le braccia sulle sagome, spingerle via in uscita). Sul controllo del 5 il terzino dx (n.ro 2) si apre per ricevere nei piedi, controlla verso l’interno e passa dentro al centrocampista centrale dx (n.ro 4), poi va senza palla nel percorsino davanti a lui . Il 4 riceve palla dopo un contro movimento lungo-corto e aver girato dietro alla bandierina con base gialla. Sul controllo del 4 arriva incontro l’esterno dx (n.ro 7) dopo essersi smarcato da dentro a fuori (da cinesino blu a giallo), da fuori a dentro (da cinesino giallo a arancione) con una brevissima sequenza di appoggi rapidi fra 2 ostacoli bassi. Sul controllo del 7 l’attaccante vicino (n.ro 11) va via (si apre per poi attaccare forte il 1° palo) ed arriva incontro il 9 (attaccante lontano) che a 1 tocco riporta la palla esterna sulla corsa del 2 (in uscita dal percorso) che controlla e crossa sugli smarcamenti ed inserimenti dei compagni in area di rigore. Il 9 dopo il passaggio al 2 si prepara ad attaccare l’area arrivando sotto all’11. Il 7 da sostegno al 2. Gli altri movimenti dei giocatori che non hanno partecipato attivamente alla circolazione di palla sono: il 10 parte da fuori (fra cinesino giallo e blu), viene dentro leggero sul cinesino arancione, cambia direzione e torna fuori (giallo) con frequenza d’appoggi rapida nei 2 ostacoli bassi, gira verso l’interno ed attacca forte l’area di rigore correndo alle spalle del terzino dx avversario (sagoma). L’8 percorre rapidamente la Speed Ladder, slalom fra le prime 2 aste ed uscita sul fianco sx per attaccare l’area di rigore in prossimità del limite arrivando alle spalle del difensore centrale dx avversario (sagoma). Transizione negativa per i difensori centrali dopo aver giocato palla: il 5 (dopo il passaggio al 2) attacca forte la sagoma A per anticipo sulla palla che gli calcia il Vice Allenatore (rasoterra e alta) posto esternamente. Il 6 attacca forte la sagoma B per anticipo sulla palla calciata dal Collaboratore (alta e rasoterra). Il 3 scivola dentro sulla copertura preventiva. Si eseguono 4 uscite a destra + 4 a sinistra con la stessa modalità. Durata: 10’ a dx + 10’ a sx.
  • 16. pag. 16  25’ – Proposta Tecnico-tattica in situazione di gioco 11v11 con transizioni. Obiettivi: Tecnico-tattico: contrapposizione tattica al sistema di gioco della squadra avversaria che affronteremo domenica ed alle sue caratteristiche nelle 2 fasi di gioco (Possesso: giocate corte e rapide per cambio gioco. Rinvio lungo da rimessa fondo campo. Ripresa del gioco rapida su calcio di punizione nelle zone centrali del campo. NON Possesso: squadra chiusa che difende bassa con tanti giocatori, attacco della seconda palla) con transizioni da positiva a negativa e viceversa per conseguenti adattamenti e sviluppi di gioco. Spazio: 75x60 come in figura Materiali: 10 pettorine, 30 palloni di cui 8 in cada porta + gli altri divisi fra lo staff tecnico per le transizioni, 1 porta mobile. Giocatori: 11 giocatori schierati con nostra dislocazione tattica abituale 4-4-2, 11 giocatori con sistema di gioco avversario 4-3-3. Staff Tecnico: Allenatore conduce il lavoro e si muove dentro allo spazio di gioco con un paio di palloni in mano; Collaboratore e Vice si mettono fuori dal campo sulle fasce laterali con 6 palloni a testa per la ripresa rapida del gioco in transizione. Modalità d’esecuzione: 1° step: Il gioco inizia dal portiere della “nostra” squadra Rossa (4-4-2) ad uno dei difensori. La squadra avversaria non esce in pressing alto, ma difende basso nella propria metà campo. I Rossi devono segnare attraverso gli sviluppi ed i concetti di gioco allenati e conosciuti. Al segnale dell’Allenatore si lascia la palla con la quale si stava giocando, viene giocata un altro pallone (dall’Allenatore o dai collaboratori) ad un avversario che deve cercare un passaggio corto sul giocatore più vicino e successivamente cambiare gioco al settore opposto su uno degli attaccanti esterni oppure calciare lungo sulla profondità per il centravanti. Durata: 10’ – recupero: 2 minuti per bere. 2° step: il gioco inizia dal portiere avversario che rinvia dal fondo. Sulla respinta il gioco è attivo. I Rossi se conquistano devono cercare la finalizzazione con giocate veloci nello stretto. Al segnale dell’allenatore, viene assegnato un calcio di punizione nella zona centrale del campo in favore della squadra avversaria Blu che dovrà battere velocemente per ripresa del gioco rapido ed attacco improvviso. Si usa la palla che l’allenatore appoggia a terra, si lascia quella con la quale si stava giocando. Durata: 10’ – recupero: 2 minuti per bere.  Scarico e posture  Termine della seduta ore 11.30
  • 17. pag. 17 Pomeriggio – ore 15  20’ – Riscaldamento tecnico a 3 colori Obiettivi: Fisico: Attivazione con palla Tecnico-Tattico: passaggio, controllo, smarcamento, visione periferica, comunicazione. Spazio: 40x 60 come in figura Materiali: 8 pettorine GIALLE + 8 Pettorine BLU, 10 palloni di cui 3 dentro allo spazio di gioco, gli altri fuori di scorta. Giocatori: 23 giocatori, divisi in 3 gruppi di cui 2 gruppi da 8 giocatori cada + 1 gruppo da 7. Partecipano anche i portieri. Staff tecnico: Allenatore dentro allo spazio di gioco, Vice + Prep.Atletico + Collaboratore esterni allo spazio coi palloni per ripresa rapida del gioco. Modalità d’esecuzione: 1° step: gioco su colore diverso, obbligo 3° uomo. Palla rasoterra. Durata: 4’ + 30’’ recupero attivo: slanci arti inferiori. 2° step: dopo il passaggio al giocatore di colore diverso gli porto pressione, chi riceve palla deve superarlo con un dribbling e poi giocare su un colore diverso. Palla rasoterra. Durata: 4’ + 30’’ recupero attivo aperture e chiusure coxo-femorali. 3° step: 2 passaggi corti rasoterra fra stesso colore, cambio gioco su colore diverso. Durata: 4’ + 30’’ recupero attivo slanci+aperture+ chiusure. 4° step: gioco su colore diverso e gli parto in sovrapposizione (interna o esterna), chi riceve gioca corto su altro colore diverso che chiude con passaggio sulla corsa del primo colore. Durata: 4° + recupero x bere.  Divisione del gruppo Dopo 30’ cambio gruppi  60’ - Partita contro nostra squadra Berretti Obiettivi: Tecnico-tattico: ricerca sviluppi di gioco offensivi e contrapposizioni tattiche difensive nella fase di non possesso secondo le indicazioni predeterminate ed in adattamento alle caratteristiche del prossimo avversario che affronteremo Domenica. La nostra squadra Berretti si dispone secondo il sistema di gioco avversario 4-3-3, cercando di riprodurre lo stesso atteggiamento tattico difensivo e sviluppi offensivi in fase di possesso. Spazio: campo intero Materiali: palloni, 10 pettorine. Giocatori: 2 gruppi da 10 giocatori di movimento cada, 1 gruppo gioca e l’altro va nel campo a 7 per lavoro tecnico individuale. Il portiere titolare gioca con la Berretti, il 12° gioca con noi. Terzo portiere + portieri Berretti lavorano col Prep.Portieri, entreranno nel 2° tempo. Staff Tecnico: Allenatore a bordo campo. Vice su corsia esterna per controllo fuorigioco + collaboratore Berertti su versante opposto. Note: Non voglio ancora dare riferimenti su chi giocherà Domenica pertanto mischio i due gruppi fra titolari e NON titolari dell’ultima gara di campionato.
  • 18. pag. 18  20’ – Proposta tecnica individuale Obiettivi: Tecnico-tattico: dominio palla, guida palla, finta e dribbling, passaggio, controllo. Spazio: 5 differenti stazioni con diverse abilità tecniche come in figura. Materiali: cinesini, 5 porticine, 1 sagoma, 10 palloni, 4 sponde Giocatori: 10 giocatori, 2 per stazione. Staff tecnico: Collaboratore e Preparatore Atletico Modalità d’esecuzione: Ogni giocatore col proprio pallone esegue i 5 percorsi in figura. Ogni percorso viene effettuato 6 volte da ogni giocatore secondo i seguenti vincoli: solo piede dx; solo piede sx, solo interno piede (2 volte), solo esterno piede (2 volte). In uscita da ogni stazione la palla deve essere trasmessa nella porticina secondo i vincoli del percorso. Curare la precisione dei gesti tecnici e la rapidità di esecuzione. Gara individuale, vince il giocatore che ha totalizzato più gol.  Scarico e posture  Termine della seduta ore 16.30
  • 19. pag. 19 Venerdì 27 aprile Pomeriggio – ore 15  Attività in Palestra Tutta la squadra esegue le seguenti attività:  5’ - Mobilità a terra e flessibilità muscolare (Vedi allegato) Sequenza:(Rotazioni simmetriche, Rotazioni asimmetriche, Alzata unilaterale - gamba estesa verticale + rotazione, Alzata unilaterale - Ginocchio al petto, Alzata bilaterale – Ginocchia al petto)  6’ - Core Stability (Plank, Right Side Plank, Bridge, Left Side Plank – lavoro 30’’ /recupero 15’’ x 2 volte)  Attività sul campo  20’ - Proposta tecnico-tattica in situazione di gioco ridotto 6v6 + 5 sponde per squadra. Obiettivi: Tecnico-tattico: fase offensiva in superiorità numerica e difensiva in inferiorità, conquista rapida della palla in avanti, ricerca di combinazioni e giocate veloci nello stretto. Spazio: 32x30 metri come in figura. Materiali: 1 porta mobile, 10 pettorine, 20 palloni divisi in 10 in cada porta, cinesini. Giocatori: 22 giocatori divisi in 2 squadre da 11 cada, ogni squadra ha 1 portiere (che resta sempre in campo) mentre i 10 di movimento si dividono in 2 squadre da 5 cada con almeno un giocatore per reparto e/o ruolo (1 terzino, 1 dif centr, 1 c.campista, 1 esterno, 1 attaccante). 2 squadre giocano, gli altri 2 gruppi fanno le sponde e si dispongono internamente sul perimetro della metà campo dove attacca la propria squadra con 2 giocatori sulla linea di fondo (1 per parte rispetto alla porta), gli altri 3 (2 + 1) sulle linee laterali. 1 portiere esegue un percorso di mobilità e coordinativo a parte, poi si alterna con gli altri due. Staff Tecnico: Allenatore si muove all’interno dello spazio, Vice e Collaboratore fuori dallo spazio sulle zone laterali (uno per metà campo), Prep Portieri e Prep. Atletico fuori dalle linee di fondo campo (uno per metà campo). Modalità d’esecuzione: 1° step: palla in mano, passaggio con i piedi, se la palla cade, passa all’avversario. Conquista palla solo su intercetto. Gol valido su passaggio delle sponde. Gol di testa 1 punto, di piede 2 punti. Durata: 6’ (2 x 3’) 2° step: palla solo rasoterra, tocco libero, gol di prima su passaggio dalla sponda. 6’ (2 x 3’) 3° step: palla valida anche alta, 3 tocchi, gol di prima valido su passaggio dalla sponda. 6’ (2 x 3’) Note: quando la palla esce si riparte dal portiere della squadra a cui spetta. La squadra in possesso quando perde palla deve attaccare in avanti per la riconquista rapida col giocatore più vicino in zona palla e gli altri compagni attaccano e marcano l’anticipo sugli appoggi avversari. Ogni mancato attacco in avanti senza palla è 1 “bonus” per la squadra che commette l’errore. Alla fine delle partitine la squadra con più “bonus” fa 25 piegamenti sulle braccia mentre l’altra squadra ne conta le esecuzioni. Nota: I portieri lasciano il gruppo e vanno col Preparatore dei portieri col quale svolgeranno lavoro specifico.
  • 20. pag. 20  15’ - Forza Esploiva Spazio: 5 punti di partenza, lunghezza 5 metri + spazio per decelerazione. Giocatori: 20 divisi in 4 batterie da 5 giocatori cada Staff Tecnico: Prep. Atletico + Collaboratore Modalità d’esecuzione: 5 giocatori partono contemporaneamente dalle 5 postazioni come in figura. Salto sul posto in verticale, appena atterrano esplosivi fino al cinesino posizionato ai 5 metri, poi decelerazione e ritorno di passo alla postazione di partenza. 2 serie, 6 ripetizioni cada Microrecupero: 60’’ -- Macrorecupero: 2’ Note: Il Prep.Atletico deve creare spirito di competizione fra i giocatori di cada batteria (Esempio: chi perde paga da bere o fa “n” piegamenti sulle braccia). Voglio che spingano sempre al massimo.  Divisione del gruppo di lavoro  20’ – Proposta tecnico-tattica a reparti contrapposti Obiettivi: Tecnico-tattico: sviluppi offensivi in superiorità numerica attraverso le risoluzione di duelli 1v1, situazioni di gioco in superiorità e parità numerica 2v1,2v2 e 3v2 in zone esterne e centrali. Spazio: 2 metà campo, ogni metà campo è divisa in 3 settori (1 centrale + 2 esterni) Materiali: 10 pettorine di cui 4 ai difensori in una metà campo e 6 a c.campisti ed attaccanti nell’altra, 6 aste per formare 3 porticine sulla linea di centrocampo (condivise da entrambi i settori), 20 palloni di cui 10 per metà campo. Giocatori: 22 giocatori divisi in due gruppi X e Y. Staff Tecnico: Allenatore e Collaboratore col gruppo X; Vice, Prep.Atletico e Prep Portieri con gruppo Y. Gruppo X: 4 difensori (non titolari) contro 4 centrocampisti (titolari) + 2 attaccanti (titolari). Modalità d’esecuzione: Si contrappongono 1 portiere + 1 linea difensiva di 4 giocatori contro 4 centrocampisti e 2 attaccanti avversari. Il gioco inizia sempre dai centrocampisti centrali; i due si passano palla fino al “via” dell’allenatore, quindi aprono il controllo ed indirizzano il gioco. Il passaggio del centrocampista centrale innesca le seguenti situazioni: -1v1 in zona esterna fra terzino ed esterno offensivo. -1v1 fra esterno in taglio dentro e difensore centrale di zona. -2v2 centrale fra 2 difensori centrali e 2 attaccanti. -2v1 in zona esterna fra esterno che riceve e centrocampista centrale che gli parte in sovrapposizione interna o esterna. -3v2 in zona centrale fra 1 centrocampista centrale in guida palla + 2 attaccanti contro 2 dif.centrali, oppure esterno in taglio dentro che porta palla + 2 attaccanti contro 2 dif.centrali.
  • 21. pag. 21 Negli sviluppi sopraccitati i giocatori che non sono coinvolti nella situazione di gioco si muovono come se fossero attivi ma senza intervenire. Chi difende deve segnare nella porticina del proprio settore quando conquista palla. Nel settore centrale se gli attaccanti perdono palla giocano 2v2 senza l’aiuto dei 2 c.campisti centrali in fase difensiva. Gruppo Y: 4 difensori (titolari) contro 3 centrocampisti (non titolari) + 3 attaccanti (non titolari). Uno dei 4 centrocampisti gioca da attaccante esterno. I 6 giocatori che attaccano i 4 difensori e la porta si dispongono secondo il sistema di gioco degli avversari che affronteremo domenica Questa situazione si sviluppa come la precedente, con dislocazione tattica offensiva differente. La circolazione palla viene fatta dal centrocampista centrale e dalle 2 mezzali. Al segnale dell’allenatore aprono la giocata e indirizzano il passaggio per le seguenti situazioni: -1v1 in zona esterna fra terzino ed esterno offensivo -1v1 fra esterno in taglio dentro e difensore centrale di zona. -2v2 centrale fra centravanti che riceve + mezzala che arriva contro i 2 dif.centrali -2v1 in zona esterna fra esterno che riceve e mezzala che gli parte in sovrapposizione interna o esterna. -3v2 in zona centrale fra esterno che viene dentro in taglio + centravanti e esterno opposto contro 2 difensori centrali. Negli sviluppi sopraccitati i giocatori che non sono coinvolti nella situazione di gioco si muovono come se fossero attivi ma senza intervenire. Chi difende deve segnare nella porticina del proprio settore quando conquista palla. Nel settore centrale se chi attacca perde palla, la fase difensiva la fa il centrocampista centrale + 1 giocatore (attaccante centrale o mezzala) per creare un 2v2.  15’ - Partita tattica 11v11 a sistemi di gioco contrapposti 4-4-2 contro 4-3-3 Obiettivi: Tecnico-tattico: uscite in possesso palla della nostra squadra titolare con sistema 4-4-2 contro la contrapposizione tattica avversaria 4-3-3. Gli avversari non dovrebbero venirci ad attaccare così alti nella gara di domenica, ma ci prepariamo nel caso lo facessero . Spazio: campo intero, area di gioco 75x60, tracciamo una linea orizzontale ai 75 metri entro la quale la difesa avversaria può difendere. Tracciamo anche una linea ai 30 metri dalla linea di fondo campo: rappresenta la linea al di sopra della quale i “nostri” difensori devono ricevere palla dal portiere. Materiali: 1 porta mobile, 10 pettorine, 20 palloni di cui 15 nella porta a fondo campo e 5 fuori dalla zona di gioco ai collaboratori. Giocatori: 22 divisi in 2 squadre da 11 cada disposti i sistemi di gioco 4-4-2 e 4-3-3. 1 portiere lavora a parte su consegne del Prep.Portieri. Staff tecnico: Allenatore si muove, Vice e Collaboratore controllano fuorigioco e linea ai 75 metri, Prep Portieri a fondo campo accanto al portiere titolare, Prep. Atletico a bordo campo Modalità esecuzione: Il gioco inizia dal portiere che passa ad uno dei 4 difensori che sviluppano un giro-palla orizzontale sul quale gli attaccanti avversari si muovono in accorciamento, ma senza intervenire. Al segnale dell’allenatore il gioco diventa attivo. La squadra in possesso deve sviluppare il gioco offensivo per “imbucare” su attaccanti ed esterni o attraverso giocate nello stretto per andare oltre la linea difensiva.
  • 22. pag. 22 Se gli attaccanti o gli esterni superano la linea difensiva o ricevono palla in profondità oltre la stessa (ma partendo da prima della linea), vanno ad attaccare la porta avversaria contro il solo portiere. La squadra avversaria esce in pressing alto, se conquista deve fare gol. Durata: 15’ 15’ – Proposta tecnico-tattica in situazione semplificata finalizzata al tiro in porta. Obiettivi: Tecnico-tattico: passaggio, controllo, smarcamento per finalizzazione e tiro in porta. Si lavora in situazione semplificata ovvero, si riproducono gesti tecnici e smarcamenti in spazi reali di gioco, tempi rapidi e finalizzando lo sviluppo contro l’opposizione attiva del portiere. Spazio: 3 stazioni, i due cinesini sono a 35 mt dalla porta, le ultime due sagome a 25 mt. Distanza fra le due sagome 10mt, distanza fra i due cinesini 15 mt, la sagome centrale è posizione al centro (5mt da entrambi cinesini e sagome) come in figura. Materiali: 10 palloni per stazione, 9 sagome, 1 porta mobile (le altre 2 sono quelle fisse di fondo campo), 6 cinesini (3 per cada colore). Giocatori: 23 giocatori divisi in 3 gruppi: 2 gruppi composti da 1 portiere + 6 giocatori, 1 gruppo con 1 portiere + 7 giocatori. Staff Tecnico: Collaboratore, Vice e Prep.Atletico fissi per cada stazione. Allenatore e Prep Portieri si muovono fra le stazioni. Modalità di esecuzione: Step 1: A passa a B (che si smarca con contro- movimento lungo-corto e lontano dalla sagoma), B controlla aprendo col sinistro e gioca un “filtrante” per C (che si smarca con contro-movimento corto-lungo), C tira in porta (può calciare dopo controllo o di prima, dipende da come arriva il passaggio e dal tempo di smarcamento). L’azione successiva si sviluppa sul settore opposto partendo dal cinesino blu e tirando in porta con E. Durata: 5’ Step 2: A passa a B (lungo-corto), B anticipa la sagoma e porta palla verso destra con il primo controllo quindi passa a C (lungo-corto) che scarica a B e si smarca alle spalle della sagoma per ricevere (lungo) un “filtrante” sulla corsa e tirare in porta (può calciare dopo controllo o di prima, dipende da come arriva il passaggio e dal tempo di smarcamento). L’azione successiva si sviluppa sul settore opposto partendo dal cinesino blu e tirando in porta con E. Durata: 5’
  • 23. pag. 23 Step 3: A passa a B (lungo-corto), B scarica ad A che gioca un “filtrante” su C (corto-lungo) sulla corsa, C tira in porta (può calciare dopo controllo o di prima, dipende da come arriva il passaggio e dal tempo di smarcamento). L’azione successiva si sviluppa sul settore opposto partendo dal cinesino blu e tirando in porta con E. Durata: 5’ Rotazione: si segue la palla, quindi A va in B, B va in C, C va in D (per calciare nel settore opposto). E va in A dopo aver calciato.  Scarico e posture  Termine della seduta – ore 17.00
  • 24. pag. 24 Sabato 28 aprile Pomeriggio – ore 15 Note: L’orario della seduta del sabato dipende dalla partita della domenica. Se giochiamo in casa alle 15 ci alleniamo il sabato alle 15. Se giochiamo fuori casa ci alleniamo alla mattina per partire nel pomeriggio e raggiungere il luogo del ritiro.  15’ - Riunione tecnica in sala video Proiettiamo 10 diversi video clip di circa 30’’ ciascuno con situazioni offensive e difensive degli avversari per evidenziare punti forti e deboli sui quali organizzare le nostre strategie. Alcune situazioni che mostriamo riportano a proposte specifiche di lavoro tecnico-tattico già svolte in settimana e per le quali consolidiamo i concetti sui quali abbiamo lavorato dando anche le eventuali spiegazioni a chi avesse ancora dubbi o correzioni a chi non avesse dimostrato una risposta efficiente sul campo. Proiettiamo anche 6 video clip di 30’’ ciascuno sulle palle inattive contro ed a favore degli avversari.  20’ – Proposta tecnico-tattica in situazione semplificata Obiettivi: Fisico: attivazione Tecnico-tattico: uscite in possesso palla a squadre contrapposte senza opposizione avversaria con sviluppo di gioco che inizia dal portiere e termina con la finalizzazione secondo i principi di gioco richiesti e transizione negativa per conquista palla (lettura traiettoria + attacco del rimbalzo) su rinvio del portiere avversario. Spazio: campo intero Materiali: 10 pettorine, 20 palloni di cui 10 per porta. Giocatori: 22 divisi in 2 gruppi da 11 a squadre contrapposte. Staff tecnico: L’allenatore da i tempi per le uscite, Vice e Collaboratore guardano un gruppo a testa, Prep. Atletico guarda tutti i giocatori. Prep Portieri si muove fra le 2 porte e segue entrambi i portieri (deve curare bene i passaggi con piedi e mani ai difensori per inizio gioco e rinvio rapido per transizione). Modalità d’esecuzione: Si parte sempre dal portiere che gioca sul difensore centrale. 1° uscita: Dif centrale su terzino, terzino su centrocampista di zona, centrocampista su attaccante che viene incontro, scarico su centrocampista e rifinitura su tagli di attaccante + 2 esterni. 2° uscita: Dif centrale su attaccante, attaccante scarica su centrocampista, centrocampista su terzino opposto che va o esterno che taglia. Chi dei due riceve o attacca il fondo per il cross (i 2 attaccanti dentro per attacco alla porta, esterno opposto arriva sul 2° palo, centro- campista fuori area) o viene dentro verso la porta e poi gioca o con gli attaccanti nell’uno-due/triangolo/sponde. 3° uscita: Dif. centrale su centrocampista opposto che arriva (sul movimento ad andare via dell’altro centrocampista, concetto di rotazione), centrocampista su settore opposto in cambio gioco su esterno che riceve coi piedi sulla riga; se viene dentro il terzino gli parte sopra, se attacca largo il terzino gli parte dentro. Rifinitura e finalizzazione libera. 4° uscita: Dif centrale su terzino, terzino può giocare rasoterra su smarcamento dentro in taglio dell’esterno o con palla lunga e alta sul taglio fuori dell’attaccante per attaccare la linea alle spalle. Rifiniture e finalizzazione libera. Durata: 5’ per sviluppo di gioco Esecuzioni bilaterali, una squadra esce in sviluppo, l’altra si muove leggermente (per dare la figura) ma senza intervenire. Dopo la finalizzazione il portiere difendente rinvia, la squadra che ha appena concluso deve intercettare e controllare palla entro 1 rimbalzo. Ogni palla conquistata senza rimbalzo 3 punti, 1 rimbalzo 1 punto, gara a squadre. Chi perde fa 25 piegamenti sulle braccia, gli altri contano le esecuzioni.
  • 25. pag. 25  10’ – Forza veloce Spazio: 2 Stazioni – 15x15 Materiali: 2 coni x punto di partenza, 2 cinesini blu + 2 rossi + 2 bianchi + 2 gialli, 2 sagome. Giocatori: 20 giocatori divisi in 2 gruppi da 10 per stazione. Ogni stazione è divisa in 2 squadre da 5. Gara a squadre Staff Tecnico: Allenatore e Prep.Atletico in cada stazione, il lavoro deve essere brillante, ma in forma di gara e divertente. Modalità d’esecuzione: Veloce il primo tratto dritto di 6m, alla sagoma si cambia direzione: 1° step: “corto”, se ad esempio Il Prep.Atletico chiama BLU, il giocatore Rosso attacca il cinesino BLU, il giocatore Blu attacca il GIALLO. Se chiama ROSSO, il Rosso va al ROSSO, il Blu va al BIANCO. 1 serie da 10 per coppia, alternare i lati di esecuzioni. 2° step: “Lungo”, se chiama BLU, il Rosso attacca il BLU, il Blu attacca il BIANCO. Se chiama ROSSO, il Rosso attacca il ROSSO, il Blu attacca il GIALLO. 1 serie da 10 per coppia, alternare i lati di esecuzioni Macrorecupero: 2’  20’ - Proposta tecnico-tattica in situazione di gioco su palle inattive Obiettivo: Tecnico-Tattico: difesa ed attacco su palle inattive (corner e punizioni laterali) in base alle nostre disposizioni e consegne in fase offensiva e difensiva e successive transizioni di gioco. Spazio: metà campo Materiali: 10 pettorine, 20 palloni di cui 3 nei 4 corner cada + 2 per punizioni esterne per 4 punti di battuta cada. Giocatori: 22 giocatori divisi in 2 squadre 11v11. Staff Tecnico: Allenatore dentro il campo, Vice + Collaboratore + Prep Atletico ai punti di battuta. Prep Portieri controlla i portieri in zona porta. Modalità d’esecuzione: 1° step: Punizioni Laterali. Come in figura, il gioco è attivo appena viene calciata la punizione laterale offensiva (si comincia sempre dalla fase offensiva) secondo le nostre disposizioni e consegne e contrapposizione difensiva avversaria. Il gioco è attivo per 30’’, se la palla esce o la squadra che attacca fa gol, l’Allenatore ne rigioca subito una dentro. 3 punizioni per lato in fase offensiva da 3 posizioni differenti, 3 per lato contro. Durata: 10’
  • 26. pag. 26 2° step: Calcio d’angolo Come sopra, ma 3 esecuzioni per corner. Durata: 10’ Note: stimolare la riconquista rapida quando perdiamo palla e la velocità nelle ripartenze offensive quando la conquistiamo.  Scarico e posture  Termine della seduta ore 16.15 Patrizio Bruzzo