Il pubblico social

141 views
82 views

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
141
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
6
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il pubblico social

  1. 1. QUOTIDIANO DEL MARKETING IN RETE DailyNet 26 Anno X - giovedì 14 giugno 2012 n.109 SOCIALTV < Dopo Notting Hill del- la settimana scorsa, un al- tro film datato scala la clas- sifica di Twitter e raggiunge il primo posto tra i trending topic con oltre 3.800 twe- ets. Il popolo di Twitter ha parlato della prima avven- tura del maghetto per tutta la sera del 9 giugno. < Gli MTV Movie Awards - trasmessi in Italia in re- plica sottotitolata il 5 giu- gno - sono entrati subito tra i trending topic su Twit- ter, tra la terza e seconda posizione. Trionfatore del- la serata è stato il film Hun- ger Games, uscito in Italia a maggio. < Il popolo di Twitter è impazzito per il debut- to della nazionale di cal- cio contro i campioni del mondo: oltre 12.000 twe- et in nemmeno 24 ore. An- che l’hashtag ufficiale de- gli Europei di Calcio 2012 #Euro2012 è già trending topic in tutto il mondo. #harrypotter elapietrafilosofale #MMA #forzaazzurri Il pubblico social E sistono prodotti televisivi che meglio si adattano a un’integrazione con i so- cial network? C’è un genere televisivo più social di un altro? È vero che per le serie tv le attività su Facebook funzionano meglio? Queste e altre sono le domande che spesso vengono poste prima di intraprendere un’ini- ziativa di social tv. Per dare delle risposte sen- sate e coerenti, è necessario fornire un fra- mework di riferimento. Partiamo dai dati. In Italia internet è un universo di circa 40 milioni di persone. Gli iscritti a Facebook sono oltre 21 milioni. Si tratta di grandezze comparabi- li - in linea di massima - con il bacino dell’au- dience televisiva. E in più si tratta di dati in crescita costante. È evidente come l’universo internet e la galassia televisiva abbiano una possibile sovrapposizione utenti-audience, probabilmente superiore di quanto si imma- gini. Quello che accade è che l’utente inter- net guarda anche la tv, così come moltissi- mi spettatori televisivi sono connessi, e fanno parte di quei 40 milioni di italiani. Anzi spes- so le due cose accadono in contemporanea: per esempio gli utenti commentano su Twit- ter il talk show che stanno guardando in tv, assieme alla propria rete di contatti. Il gior- no dopo consumano televisione su Youtube e magari s’informano sulle prossime punta- te della propria serie tv preferita sulla pagina Facebook ufficiale. Non esiste distinzione tra un pubblico social e un pubblico non-social come non esiste distinzione tra pubblico te- levisivo e pubblico non-televisivo. Le perso- ne scelgono liberamente quale media con- sumare. Quello che le ricerche dicono è che il consumo contemporaneo di internet e tv è un trend importante, affermato e in net- ta crescita anche nel nostro Paese. Da tutto questo deriva che non esistono programmi più social di altri. Così come la social tv non è nient’altro che una modalità che il pubblico adotta per consumare i prodotti televisivi. Il ruolo di editori, produttori e broadcaster non è tanto quello di abilitare la social tv, quanto piuttosto quello di gestire, moderare e indi- rizzare a finalità di marketing la conversazio- ne con il pubblico sempre ben propenso - è bene dirlo - a interagire direttamente con chi, la tv, la fa e la vive ogni giorno. diPasqualeBorriello-DigitalStrategistdiArtAttackAdv Poweredby valoresocial26,47 ServizioPubblico - servpubblico 31.103interazionifb #servizipubblico 5.723tweets valoresocial4,43 ArenadiVerona2012 RaiUno arenaverona 8.156interazionifb #arenadiverona 11.270tweets valoresocial11,05 IlTronodiSpade SkyCinema1 Sky.SkyCinema 3.259interazionifb #tronodispade 388tweets valoresocial0,29 PortaaPorta RaiUno RaiPortaaPorta 603interazionifb #portaaporta 199tweets

×