Tv Digitale Terrestre nel Veneto

1,304 views
1,253 views

Published on

Situazione della Tv Digitale Terrestre nel Veneto dopo il 2012

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,304
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Tv Digitale Terrestre nel Veneto

  1. 1. 18 GENNAIO 2013Studenti IPSIA e Prof Daniele Pauletto
  2. 2. 257 296 318 363 414 468 495 475 422 445 390 370 311 228 218 126 207 242 245 331 503 457 464 422 334 259 291 213 198 133 118 90 263 284 345 349 439 458 474 501 422 332 358 355 334 265 210 142 179 229 231 279 312 366 369 318 278 270 255 185 153 136 99 63 524 450 463 711 846 892 834 664 551 497 412 339 295 220 168 80 458 486 541 683 784 812 796 629 555 460 401 367 268 231 205 88 242 223 305 370 447 448 409 354 302 247 266 232 185 157 115 61 440 421 469 539 802 940 847 738 605 540 480 474 390 309 228 131 254 257 267 315 365 354 391 352 367 314 324 261 205 154 147 87 447 384 384 499 804 1.025 972 694 521 479 441 445 388 255 242 132 133 118 126 178 239 273 273 209 151 165 154 165 118 112 99 60 166 176 178 199 275 293 296 262 235 238 214 192 152 145 155 811.134 1.159 1.161 1.296 1.889 2.314 2.529 2.446 2.050 1.829 1.939 1.755 1.509 1.149 769 453 182 170 213 267 349 376 327 297 302 234 216 191 162 154 124 75 87 79 74 76 90 115 121 114 108 106 86 93 67 46 36 231.478 1.530 1.477 1.807 2.270 2.602 2.853 2.401 2.069 1.871 1.676 1.553 1.356 1.048 902 513 205 202 189 289 361 390 364 279 289 256 266 183 148 101 99 70 138 133 143 167 245 225 239 212 181 153 148 154 132 95 78 56 544 553 592 713 864 894 955 839 639 611 590 494 423 313 283 173 316 356 328 350 489 581 609 525 448 418 426 428 365 285 223 101 897 936 987 1.211 1.501 1.781 1.717 1.532 1.209 1.142 1.161 1.107 959 784 630 394 247 261 266 284 306 348 381 360 305 279 210 204 186 163 123 60 198 165 180 211 268 308 343 310 248 227 248 215 177 177 138 74 132 122 122 122 154 155 180 149 144 133 101 124 78 74 54 391.104 1.041 1.102 1.381 1.783 2.108 2.007 1.755 1.416 1.252 1.164 975 779 541 398 215 358 351 408 479 538 589 640 526 470 475 468 386 306 236 227 132 625 595 583 743 1.011 1.063 1.067 981 748 628 581 581 531 453 339 161 407 386 435 505 682 674 732 638 547 433 414 358 333 267 215 144
  3. 3. LCN canali TV Numerazione LCN LCN usati Diff 0-96 92 -14 100 60 -40 200 18 -82 300 36 -64 400 3 -97 500 4 -96 600 68 -32 700 12 -88 800 29 -71 900-1000 24 -76 -513 Totale
  4. 4. 50% LCN NON OCCUPATI 513 canali TV
  5. 5. La Vendita nel 2012 dei canali UHF dal 61 al 69 ( banda 800 Mhz) alle compagnie Telefoniche per lanciare servizi 4G ha comportato il riassetto del sistemaSmartphone: il traffico dati mobile è raddoppiato in un anno. Boom per i video I video trainano la crescita del traffico a sua volta abilitato dalla crescente diffusione degli smartphone, che rappresentano ormai il 40% del mercato globale dei cellulari.
  6. 6. Cisco di Visual Networking Index:Global Mobile Data Traffic ForecastUpdate, 2012-2017
  7. 7. TELELEFONIA 4G LTELte sta per Long Term Evolution e costituisce un’evoluzione deglistandard di telefonia mobile cellulare Gsm (2G ) ,Gprs ( 2,5 G o H),Umts 3G, Hdspa,Hsupa(3,5G) e Hspa+ (3G+) con 42,2Mbps.Le specifiche Lte descrivono soluzioni per la connettività mobile checonsentono di raggiungere velocità di picco pari a 299.6 Mbps indownload e a 75.4 Mbps in upload.La maggior parte dei chip Lte supporta la categoria 3 Lte, chepermette di raggiungere massimo i 102 Mbps in download e i 51Mbps in upload. Per gli utenti significa in ogni caso poter disporre diservizi di connettività mobile capaci di assicurare prestazioni ottimaliper la fruizione di contenuti multimediali in alta definizione trasmessiin streaming. Per quanto riguarda le bande di frequenza, nei Paesidell’Unione europea la tecnologia Lte può essere veicolataattraverso le frequenze 800MHz, 1800MHz, e 2600MHz. In Italia,l’implementazione della tecnologia Lte procede a rilento, anche acausa delle interferenze che la stessa può generare al segnale deldigitale terrestre.
  8. 8. GSM 9,6 kbps - GPRS download di circa 40 KbpsEDGE (2,75G) 200 Kbps in download – UMTS (3G)1,8 Mbps in downloadHDSPA (3,5G) download di 3,6 o 7,2 MbpsHSUPA (3,5G) 42,2 Mbps --- HSPA+ (3G+ )LTE (4G) ----- LTE+
  9. 9. Interferenze causate dal segnale LTE-800L ‘accensione delle reti mobili 4G sulle frequenze degli 800Mhz(appena liberate dalle Tv locali)crea "sovrapposizione" ( intermodulazioni per saturazione segnalesui 92 dB in) di segnali mobile ( degli smartphone )e il digitale terrestre con consueguente possibileaccecamento/canale adiacente delle trasmissioni TVLa soluzione possibile è quella di installare dei Filtri LTEpreferibilmente in classe Anegli impianti di Antenna , impianti che devono essere in buonostato. (filtaggio canali UHF 60-69, riduzione segnale LTE sotto 20-30 dB rispetto segnale DTT )Antenna con a bordo filtro LTEFiltro IN-LINE, dopo e vicino allantennaAmplificatore da palo con Filtro LTEAdeguata schermatura e qualità dei componenti passivialcuni filtri disponibili possono bufferizzare in qualche misura anche il segnale nei canali DVB-T superiorile antenne attive (con amplificatore installato) sono particolarmente sensibili alle interferenze LTE-800 e il filto LTEspesso non funziona
  10. 10. Interferenze causate dal segnale LTE-800
  11. 11. Interferenze causate dal segnale LTE-800La coesistenza tra sistemi di telecomunicazione di nuovagenerazione (Lte) nella banda a 800 MHz e sistemi di diffusionedella televisione digitale terrestre, in tecnologia Dvb-T(2), in bandaIV e V (canali 21-60) è complessa.Esistono possibili problemi :di saturazione di banda (decoder),di interferenza canali adiacenti,di amplificatori antenna (saturazione),di antenne condominiali e non condominiali,di distanza del segnale LTE dalle antenne televisivele potenze di trasmissione irradiate su tutta la banda Uhf dalle stazioni radio base ( BTS ) delletelecomunicazioni da parte di tutti gli operatori potrebbero avere un effetto di saturazione dei filtridelle antenne televisive riceventi che si trovano nelle vicinanze (150 metri), mandanto in tilt leantenne televisive che si trovano nei dintorni.
  12. 12. Si spengono i canali Mediaset PROVVISORISi27 novembre 2012 è stato definitivamente spentoil canale Italia 1 “PROVVISORIO” (LCN 106),e il 4 dicembre 2012spenti Canale 5 “PROVVISORIO” (LCN 105)e Rete 4 “PROVVISORIO” (LCN104)dal Mux Mediaset 2 canalel UHF 36 frequenza 594Mhzspostato sulMux Mediaset 4 canale UHF 49 frequenza 698 Mhz
  13. 13. Quasi un milione dicase del RegnoUnito sarànecessario avereinstallato i filtri perevitare interferenzeda segnali TVmobile 4G - ad uncosto di £ 108m.circa 10.000-30.000case sarànecessario passareal satellite in mododa evitare problemidi qualitàdellimmaginedegradata ( su unapopolazione di 53milioni di abitanti)
  14. 14. E da notare che con lintroduzione di nuovi standard televisivi DVB-T2 Mpeg-4 è nata una nuova classificazione e codificazione dei decoder per livelli di prestazione :Legge n. 44/2012 (art.3 quinquies, comma 5) del 26 aprile 2012 con la quale il Governo ha stabilito che a partire dal 1° gennaio 2015 gli apparecchi atti a ricevere servizi radiotelevisivi venduti dalle aziende produttriciai distributori di apparecchiature elettroniche al dettaglio sul territorio nazionale integrano un sintonizzatoredigitale per la ricezione di programmi in tecnologia DVB-T2 con codifica MPEG-4 e che a partiredal 1° luglio 2015 gli apparecchi atti a ricevere servizi radiotelevisivi venduti ai consumatori sul territorio nazionale integrano un sintonizzatore digitale per la ricezione di programmi in tale tecnologia.
  15. 15. Il DVB-T è una trasmissione tv digitale con compressioni audio/video Mpeg2 eH264.Mpeg4 per i canali HD, con modulazione delle frequenze OFDM.La tecnologia, comprimendo digitalmente il segnale tv utilizza più efficientementela banda dello spettro elettromagnetico, moltiplicando i canali tv ( fino a 6 adefinizione standard, fino a tre in HD) trasmessi all’interno di una normalefrequenza.Il DVB-T2 è ancora più efficiente, perchè sfruttando una miglioretecnica di modulazione dei segnali (CODFM), consentendo unnotevole risparmio di spazio nelle singole frequenze (multiplex),assicurando più quantità di emissione di canali trasmettendo inMpeg2 e H264.Mpeg4, più canali HD in alta definizione e in definizione normale
  16. 16. Web TV e IPTV ? chedifferenza cèe il DVB-T2 ? non è preso inconsiderazionemanca HEVC ? nuovoUltraHD
  17. 17. SOCIAL TVemerge, per l’Italia, un quadro così composto:• il 69% dei consumatori, utilizza i socialnetwork durante la visione delle trasmissionitelevisive (18% in più rispetto allo scorsoanno)prevalentemente Facebook e Twitter• il 30% dei consumatori utilizza i socialnetwork per discutere in real time quello cheviene trasmesso in televisione “Ericsson ConsumerLab Tv and Video Report 2012” (disponibile qui)
  18. 18. Le Web TV italiane godono di ottima salute, i numeri sono positivi ma non certo da capogiro;Ad oggi il consorzio AltraTv.Tv ha rilevato 642 Web TV in tutta Italia con un tasso di crescita dell11% rispetto al 2010. WEB TV
  19. 19. Denominato ufficiosamente H.265 eufficialmente High Efficiency Video Coding(HEVC), questo standard apre le porte alladefinizione ultra alta (UHD).Lutilizzo di HEVC permetterà infatti diinaugurare lera della UHDTV, ossia delletrasmissioni televisive in altissimadefinizione, con segnali 4K (8192x4320 8megapixel) o 8K (33 megapixel), i qualirichiederanno una banda pari rispettivamentea 25 Mbit/s e 90 Mbit/s.Ci sono però anche altri vantaggi. il codecH.265 permette di realizzare contenuti videoFull HD (1080p) che pesano la metà dei file diidentica qualità ma realizzati con il codecH.264.
  20. 20. BENVENUTI NELLATV DIGITALE
  21. 21. HELPTel. 0423 495283 Ipsia Galilei
  22. 22. GRAZIE dagli StudentiIpsia Galileo Galilei

×