LA CONTABILITA’ ANALITICA - I
CENTRI DI COSTO E LE COMMESSE
Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
Copyright
ATTENZIONE:
Tutti i diritti per queste slides sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di queste slides pu...
Far Parlare i dati e … velocementeFar Parlare i dati e … velocemente
•Nella contabilità analitica dobbiamo fare parlare i ...
Gli Oggetti di Osservazione
(Generatori di Costo)
Gli Oggetti di Osservazione
(Generatori di Costo)
Per i prodotti
Per i c...
Il Direct Costing Tradizionale ed Evoluto
In quello tipico si consideravano solo i costi variabili .
Nella forma più evolu...
Quale dei sistemi di imputazione è più
giusto?
A seconda dell’azienda o del settore di appartenenza è utile verificare se ...
Che prezzi fare???
Aumentare i prezzi di una percentuale di Costi fissi?
I clienti non sono più disposti a pagare i tuoi
e...
Una delle tecniche più usate è quella della
“direzione di marcia” o Steering Control.
Si fa una proiezione a finire dei ri...
Dunque … Abbiamo parlato di:Dunque … Abbiamo parlato di:
Contabilità analitica cosa è ,e a cosa serve
Il vantaggio competi...
2^ Parte: Il controllo degli sprechi e il
Miglioramento Continuo (Kaizen)
Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti rise...
Come si misurano?
• Per ottenere le misurazioni degli oneri della non qualità bisogna trovare tutti i
costi extra che nell...
Quali sono i vantaggi?
Sono uno strumento per aumentare la redditività perché:
Aiutano a capire dove, come e quando
invest...
Ci sono valori predefiniti?
• E’ necessario fotografare la situazione in un
determinato momento , poi, sulla base dei
dati...
Un aiuto alla Diminuzione degli sprechiUn aiuto alla Diminuzione degli sprechi
Un sistema che permette di andare verso una...
L’utilizzo delle “5 S “L’utilizzo delle “5 S “
“Un dirigente esperto in gemba può
determinare il livello di una società in...
Copyright © Patrizio Gatti -Tutti i diritti riservati
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Alcune Slide di Contabilità Analitica e controllo degli Sprechi - "Controllo di Gestione Turbo"

2,225 views
2,133 views

Published on

Alcune Slide del corso di formazione alla portata di tutti sul controllo di gestione semplice, efficace ,veloce ed essenziale.
Scopri i 7 segreti del Controllo di Gestione per ridurre gli sprechi e migliorare la gestione economica e finanziaria in azienda.
Il Videocorso " Controllo di Gestione Turbo " con quale puoi Scoprire anche i 7 segreti vincenti del Controllo di Gestione per ridurre gli sprechi e migliorare la gestione economica e finanziaria in azienda.
Il videocorso è adatto a chi vuole affrontare il controllo di gestione aziendale in un modo pratico, efficace ,veloce ed essenziale.

A CHI È RIVOLTO

Sia a chi è già pratico , sia a chi deve imparare quali sono le cose principali per chi fa impresa o per chi vuole controllare l’impresa.

• Agli imprenditori che vogliono vedere l’efficienza aziendale
• A chi vuole utilizzare le tecniche essenziali per controllare e guidare un’impresa
• Ai neo laureati che vogliono approfondire come mettere sul campo un sistema di controllo direzionale
• Ai dirigenti che vogliono verificare se il loro sistema di guida aziendale può essere integrato
• A chi stà cercando di trovare uno dei lavori più richiesti del momento nelle imprese ” il controller”
Ogni settimana troverai articoli ,spunti , idee e materiali vari che ti forniranno ispirazione per raggiungere il tuo successo nel controllo aziendale
==========================
http://www.controllodigestioneturbo.it/

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,225
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1,729
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Alcune Slide di Contabilità Analitica e controllo degli Sprechi - "Controllo di Gestione Turbo"

  1. 1. LA CONTABILITA’ ANALITICA - I CENTRI DI COSTO E LE COMMESSE Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  2. 2. Copyright ATTENZIONE: Tutti i diritti per queste slides sono riservati a norma di legge. Nessuna parte di queste slides può essere riprodotta con alcun mezzo senza l’autorizzazione scritta dell’Autore. È espressamente vietato trasmettere ad altri le presenti pagine , né in formato cartaceo né elettronico, né per denaro né a titolo gratuito. Le strategie riportate in queste slides sono frutto di anni di studi e specializzazioni, quindi non è garantito il raggiungimento dei medesimi risultati di crescita personale, professionale o economica e finanziaria . Il lettore si assume piena responsabilità delle proprie scelte, consapevole dei rischi connessi a qualsiasi forma di esercizio. L’Autore non si assume alcuna responsabilità riguardo a potenziali decisioni in materia commerciale e/o finanziaria da parte dei lettori di queste slides. Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  3. 3. Far Parlare i dati e … velocementeFar Parlare i dati e … velocemente •Nella contabilità analitica dobbiamo fare parlare i dati , ottenendo delle informazioni veloci in breve tempo •Questo per evitare i costi eccessivi che rendono i prodotti ed i servizi non competitivi . Nella contabilità analitica è richiesta la velocità dei Quindi per essere funzionali occorrono : “Dati affidabili purchè presentati alla direzione velocemente ” Nella contabilità analitica è richiesta la velocità dei dati e che non può essere compatibile con la precisione massima Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  4. 4. Gli Oggetti di Osservazione (Generatori di Costo) Gli Oggetti di Osservazione (Generatori di Costo) Per i prodotti Per i centri di costoPer i centri di costo Per le commesse Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  5. 5. Il Direct Costing Tradizionale ed Evoluto In quello tipico si consideravano solo i costi variabili . Nella forma più evoluta si sono presi anche in considerazione i costi fissi diretti imputando ai centri di costo anche questi costi non variabili. Con la tecnica del direct costing si determinavano i margini lordi. Nel modo più evoluto si individuano i margini semilordi di contribuzione o margini netti.margini netti. Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  6. 6. Quale dei sistemi di imputazione è più giusto? A seconda dell’azienda o del settore di appartenenza è utile verificare se conviene utilizzare un sistema di contabilità dei costi a full costing o a direct costing (costi diretti). Ha sempre padroneggiato le prassi aziendali, il sistema a full costing, ma negli ultimi anni, grazie anche alla competizione crescente dei mercati, c’è un aumento al ricorso del metodo a direct costing. Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  7. 7. Che prezzi fare??? Aumentare i prezzi di una percentuale di Costi fissi? I clienti non sono più disposti a pagare i tuoi extracosti.extracosti. Nel ribaltare una percentuale dei costi fissi sui lavori si rischia di perdere o non accettare degli appalti,delle vendite che invece potrebbero essere remunerativi. Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  8. 8. Una delle tecniche più usate è quella della “direzione di marcia” o Steering Control. Si fa una proiezione a finire dei risultati conseguiti rispetto a quelli Steering Control Si fa una proiezione a finire dei risultati conseguiti rispetto a quelli previsti ipotizzando che lo scostamento ottenuto sino a quel momento si ripeterà anche in futuro. Si prevede il risultato finale sulla base degli scostamenti avuti sino dalla verifica. Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  9. 9. Dunque … Abbiamo parlato di:Dunque … Abbiamo parlato di: Contabilità analitica cosa è ,e a cosa serve Il vantaggio competitivo e il pensare analitico Costi diretti e costi indiretti Il dilemma Full costing o Direct costing I centri di costo e l’’attribuzione dei costi indiretti I costi come dati per decidere Il controllo delle commesseIl controllo delle commesse Alcuni indici per il controllo commesse Il controllo dei cantieri o clienti Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  10. 10. 2^ Parte: Il controllo degli sprechi e il Miglioramento Continuo (Kaizen) Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  11. 11. Come si misurano? • Per ottenere le misurazioni degli oneri della non qualità bisogna trovare tutti i costi extra che nella normalità non dovrebbero esserci. “Analizza i fatti e parla con i dati” Kaoru Ishikawa costi extra che nella normalità non dovrebbero esserci. • Per calcolare la perdita subita serve constatare la non conformità (il fatto) • Attenzione al danno più pericoloso di tutti – che è effettivamente difficile da misurare Il danno di immagine!!! Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  12. 12. Quali sono i vantaggi? Sono uno strumento per aumentare la redditività perché: Aiutano a capire dove, come e quando investire nella prevenzioneinvestire nella prevenzione Diminuendo i costi rendono i prodotti/servizi più competitivi Se non misurati non sono noti alle aziende in quanto con i sistemi contabili tradizionali non si vedono. Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  13. 13. Ci sono valori predefiniti? • E’ necessario fotografare la situazione in un determinato momento , poi, sulla base dei dati storici porsi degli obiettivi per la riduzione e fare previsioni future cheriduzione e fare previsioni future che periodicamente dovrebbero essere confrontate Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  14. 14. Un aiuto alla Diminuzione degli sprechiUn aiuto alla Diminuzione degli sprechi Un sistema che permette di andare verso una produzione snella è il Miglioramento continuo passo passo (Kaizen ) Kaizen significa “risolvere i problemi attuali” soluzione dei problemi persistenti o imprevistisoluzione dei problemi persistenti o imprevisti che si verificano durante le attività lavorative soluzione immediata dei problemi dove si verificano e si scoprono da parte del personale addetto Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  15. 15. L’utilizzo delle “5 S “L’utilizzo delle “5 S “ “Un dirigente esperto in gemba può determinare il livello di una società in cinque minuti , ispezionando lo stabilimento e osservando attentamente l’eliminazione del muda e le 5S” Masaaki Imai Scarsità di 5S significa inefficienza Presenza di sprechi, indica insufficiente autodisciplina , morale basso, qualità scarsa, costi elevati incapacità di soddisfare i termini di consegna. I fornitori che non praticano le 5S non saranno presi seriamente in considerazione da potenziali clienti . Copyright © Patrizio Gatti- Tutti i diritti riservati
  16. 16. Copyright © Patrizio Gatti -Tutti i diritti riservati

×