Progetto borgo etico 11-05-12
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Progetto borgo etico 11-05-12

on

  • 2,671 views

Slides di presentazione del progetto Borgo Etico per i soci sovventori.

Slides di presentazione del progetto Borgo Etico per i soci sovventori.

Statistics

Views

Total Views
2,671
Views on SlideShare
1,197
Embed Views
1,474

Actions

Likes
1
Downloads
10
Comments
0

3 Embeds 1,474

https://jujo00obo2o234ungd3t8qjfcjrs3o6k-a-sites-opensocial.googleusercontent.com 1010
http://jujo00obo2o234ungd3t8qjfcjrs3o6k-a-sites-opensocial.googleusercontent.com 463
https://twitter.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment
  • Questa presentazione illustra le nuove capacità di PowerPoint ed è consigliabile visualizzarla nella modalità Presentazione. Queste diapositive sono progettate per illustrare alcune ottime idee per la creazione di presentazioni in PowerPoint 2010.Per visualizzare altri modelli di esempio, fare clic sulla scheda File e nella scheda Nuovo fare clic su Modelli di esempio.

Progetto borgo etico 11-05-12 Presentation Transcript

  • 1. “Vogliamo dimostrare che etica, rispetto dell’ambiente, economia possono finalmente andare d’accordo” Cesena, Venerdì 11 Maggio 2012 Presentazione del progetto Borgo EticoNegozio e servizi alla spina per una spesa responsabile a impatto zero
  • 2. Il progetto Borgo Etico Storia del Il suo Piano economico e progetto sviluppo sociale Negozio e servizi alla spina per una spesa responsabile a impatto zero
  • 3. Storia del progetto A cura di Paolo Marani del MIZ www.movimentoimpattozero.itDalla associazione di volontariato alla economia locale e solidale
  • 4. Dal MIZ alla Cooperativa di “lavoro”L’associazione di volontariato Movimento Impatto Zero Dal 2006 esperienze di volontariato nel settore ambientale Riduzione degli imballaggi e raccolta differenziata (Porta a Porta) Sostegno ai Gruppi di Acquisto Solidali (Dai Gas Malatesta) Organizzazione di eventi sulla sostenibilità ambientale (Decrescifest) Editoria indirizzata al Consumo Critico (Giornale A Tutto Gas)
  • 5. Prepararsi per tempo è sempre un ottima ideaCrisi significa pericolo ma anche opportunità Wei-Ji
  • 6. Come nasce l’idea di un negozio alla spinaRitorno ad una economia sostenibile più legata al territorio Filiera lunga Filiera corta
  • 7. Come nasce l’idea di un negozio alla spinaSostegno e promozione dei produttori locali (economia solidale) Filosofia dei Gruppi di acquisto solidale (GAS) Acquisti etici (Prodotti di libera terra, commercio equo solidale)
  • 8. Come nasce l’idea di un negozio alla spinaRecupero del senso della misura nei nostri acquisti (sobrietà) Non abbiamo davvero bisogno di acquistare più del necessario
  • 9. Come nasce l’idea di un negozio alla spinaIncremento della consapevolezza sul vero valore delle cose Un albero tagliato non vale solo il legno di cui è fatto (Prodotti FSC)
  • 10. Come nasce l’idea di un negozio alla spinaDiminuzione degli sprechi e degli acquisti compulsivi I bisogni indotti dalla grande distribuzione ci spingono ad acquisti irrazionali
  • 11. Come nasce l’idea di un negozio alla spinaRiduzione alla fonte dei rifiuti (impatto ambientale) Tutto ciò che viene buttato come imballaggio è un costo per la collettività
  • 12. Come nasce l’idea di un negozio alla spinaComprare alla spina fa risparmiare risorse e conviene a tutti !!!
  • 13. Comperare alla spina conviene a tutti! I principali vantaggi di acquistare i prodotti sfusi Compri solo la quantità che ti serve senza sprechi e rifiuti inutili In media il 20% della spesa (*) al supermercato non viene consumato Una famiglia media spende 68€/mese (*) in inutili imballaggi Risparmio sensibile specialmente su prodotti di altissima qualità(*) Fonte Federconsumatori 2010
  • 14. Altre esperienze presenti in ItaliaCogliere l’opportunità di un mercato che cresce nonostante la crisi Il biologico è un settore in netta crescita (+11% nel 2010) Ricerca di mercato su realtà simili già presenti in Italia
  • 15. Lo sviluppo del progetto A cura di Barbara Martini del MIZ www.movimentoimpattozero.itNegozio e servizi alla spina per una spesa responsabile a impatto zero
  • 16. Le caratteristiche principali del modello di impresaProdotti alimentari di base Pasta, riso, farine, vino, olio, uova, formaggi, carni, cibo per animali, …Prodotti non alimentari Saponi, detersivi, igiene per la casa, igiene per la persona, …Servizi professionali e di consulenza Sportello ambientale, Bioedilizia, Energie rinnovabili, Nutrizionista,Negozio giuridico, Turismo responsabile ….Spazio polivalente per Associazioni, Corsi/seminari, Gruppi di Acquisto Solidale, Incontri con iproduttori, laboratori di autoproduzione, attività sociali ….Possibili altre attività BioBar e piccola ristorazione, spesa online e a domicilio, altre idee ?
  • 17. Le caratteristiche principali del modello di impresaIl negozio “alla spina” Spinatori pneumatici per sostanze liquide (vino, olio, birra, detersivi) Distributori a caduta per sostanze solide (farine, pasta, spezie, cereali) Barattoli e contenitori per altri formati sfusi (sapone, spaghetti, uova) Bilance elettroniche per stornare la tara e riutilizzare i flaconi Banco del fresco per vendita sfusa (formaggi, carni, salumi) Scelta dove possibile di prodotti economici/alta qualità Produttori selezionati in base a un codice etico Prodotti biologici locali e a filiera corta Etichette parlanti e prezzi trasparenti Provenienza certificata dei prodotti Riconoscibilità dei produttori BioBar e spazio per aperitivi
  • 18. Le caratteristiche principali del modello di impresaLo sportello “alla spina” Spazi attrezzati dedicati con ingresso indipendente dal negozio Criterio di rotazione giornaliero delle attività presenti Promozione in vetrina delle iniziative e dei servizi Possibilità di prenotare i servizi su richiesta Alleggerimento delle spese per la sede Sottoscrizione di un codice etico Autogestione del professionista Internet e WiFi a disposizione Attenzione ai rapporti umani
  • 19. Diversamente Bio: Codice Etico e DisciplinareRapporto privilegiato con i produttori Accento non solo sul Biologico e sulle Certificazioni Il produttore è un nostro partner e va scelto con cura Desideriamo che i produttori scelti diventino soci Rispetto del Codice Etico e Disciplinare Devono credere nel progetto Condivisione di intenti
  • 20. La planimetria del negozio (Piano Terra)
  • 21. La planimetria del negozio (Primo Piano)
  • 22. La planimetria del negozio (Cantina e Magazzini)
  • 23. La planimetria del negozio (Rendering 3D preliminare)
  • 24. Progettazione tramite Concorso di IdeeModalità del Concorso Cinque studi di progettazione invitati Budget definito (30.000 euro) Visita guidata presso esercizi similiCriteri di valutazione del progetto Materiali a basso impatto ambientale Utilizzo creativo di materiali di recupero Flessibilità e praticità nella gestione logistica Disponibilità a seguire il progetto in ogni fase
  • 25. Patrocini, convenzioni, sponsorizzazioniComune di cesena Facilitazioni per le pratiche burocratiche Supporto alla promozione, campagna “Io Riduco”Confcooperative Affiancamento nella gestione economica e fiscaleSinergie con i Produttori Un buon modo per farsi conoscere sul territorio I produttori possono anche diventare sociSinergie con i GAS Sede e redazione del giornale “A tutto Gas… , Romagna e Dintorni” Punto di ritiro e di incontro per i gruppi Gas del territorio
  • 26. Piano economico e sociale A cura di Simone Ferri di CE.SE.CO. www.confcooperative.netL’etica non è tutto, il progetto deve anche sostenersi economicamente
  • 27. La cooperativa di lavoro e le sue forme di finanziamentoAmmontare del capitale iniziale per l’investimento 140.000 euro (dettagliato Business Plan in realizzazione)Struttura economica della cooperativa Borgo Etico Soci fondatori 50.000 euro Soci sovventori 50.000 euro Banche e fidi 40.000 euroQuota associativa minima 2.000 euro (in quote da 1000 euro) Remunerazione capitale al 2,5% Vincolo di tre anni di deposito
  • 28. La cooperativa di lavoro e le sue forme di finanziamentoSoci fondatori Costituiscono un organo direttivo con soci lavoratori al 60% Prevalenza femminile, organo composto da 5 o 7 membri Quota minima 5.000 euro per i non lavoratori Quota minima 10.000 euro per i lavoratoriSoci sovventori Hanno diritto a 1/3 dei voti nel direttivo Quota minima 2.000 euro Aperto ai produttori e fornitori di serviziFinanziamento bancario Scelta etica (Eticredito, CooperFidi, Banca Prossima,..)
  • 29. La cooperativa di lavoro e le sue forme di finanziamentoStruttura economica del negozio Dimensione minima richiesta di circa 250 mq (incluso magazzino) Affitto non superiore a 2500 euro / mese Possibilmente in zona residenziale e ad ampia visibilità Lavoro per 2 dipendenti a tempo pieno, 3 part time Turni di rotazione apertura 8:30  19:30Suddivisione logistica 60% spazio esposizione e vendita 20% spazio sportelli, uffici, zona polivalente 10% magazzino, tecnico, promozione, servizi igienici 10% area BioBar, banco del fresco, piccola ristorazione, tavolini
  • 30. La cooperativa di lavoro e le sue forme di finanziamentoBusiness Plan previsionale sul triennio Fatturato stimato di 400.000 € / anno
  • 31. La cooperativa di lavoro e le sue forme di finanziamentoStato di avanzamento attuale Registrazione cooperativa dal notaio Statuto e Regolamento soci Partita iva e registrazione Camera CC Conto corrente e capitale iniziale versato Ricerca del sito per il negozio Disciplinare fornitori e codice etico Affiancamento presso Confcooperative Ricerca di soci sovventori e altri finanziamenti Portafoglio dei fornitori, accordi logistici Business Plan completo, assunzioni personale Acquisti di materiale tecnico, bilance, registratori di cassa Allestimento del negozio e promozione Apertura esercizio spazio vendita (Stimato Novembre 2012)
  • 32. Per ulteriori informazioni e conoscere i prossimi incontri WWW.BORGOETICO.IT Indirizzo email: info@borgoetico.it e borgoetico@gmail.com Contatto: BARBARA MARTINI Cell. 331 3344352 Anche su Facebook
  • 33. Borgo Etico Negozio e servizi alla spina per una spesa responsabile a impatto zeroGrazie per L’attenzione