Innovazione tecnologica e informazione - Lezione 3

789 views

Published on

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
789
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
21
Actions
Shares
0
Downloads
21
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Innovazione tecnologica e informazione - Lezione 3

  1. 1. Innovazione
tecnologica
e
 informazione Blog
e
wiki P.
La9anzio
plaWanzio@unite.it Innovazione tecnologica e informazione Lezione 3 1
  2. 2. ArgomenV • Modalità
di
pubblicazione • Upload
di
materiali:
blog
e
wiki. • Blog:
installazione
e
via
web;
creazione
e
 gesVone • Wiki:
apertura,
inviV
e
costruzione Innovazione
tecnologica
e
informazione
 2 Lezione
3
  3. 3. Nuovo
consumo
delle
informazioni • Dall’opinione
pubblica
alle
 opinioni
pubbliche • Forme
di
intercasVng,
cioè
 comunicazione
fra
pari:
peer
 to
peer
communicaVon • Blog
e
giornalismo,
tre
Vpi:
 giornalismo
diffuso;
 giornalismo
residuale;
 approfondimento
 collaboraVvo
o
reportage
 condiviso Innovazione
tecnologica
e
informazione
 4 Lezione
3
  4. 4. Nel
futuro
tuX
saranno
famosi
x
15
 minuV
‐
a.warhol.
 I
blog Nel
futuro
tuX
saranno
famosi
per
15
 persone
‐
David
Weinberger • Un
blog
è
un
diario
di
rete • Da
“web
log”
ovvero
“traccia
sulla
rete” • Un
blog
è
un
sito
che
viene
aggiornato
spesso
 in
cui
sono
abilitaV
i
commenV
dei
leWori
e
in
 cui
viene
sVmolata
la
nascita
di
community • I
blog
spaziano
da
argomenV
personali
a

 generali,
gesVV
da
singole
persone
o
da
 organizzazioni Innovazione
tecnologica
e
informazione
 5 Lezione
3
  5. 5. - Dinamiche dei blog (by Cybersoc) - Partecipativo Conduttore/filtro Chiuso Innovazione
tecnologica
e
informazione
 Lezione
3
  6. 6. TentaVvo
di
censura • “Chiunque
abbia
un
blog
o
un
sito,
deve
registrarlo
al
 registro
delle
Autorità
delle
Comunicazioni
con
tanto
 di
bollo,
cer?fica?
e
altre
pra?che
burocra?che,
 specialità
della
nostra
repubblica
delle
banane.
Non
 solo:
vige
l’obbligo
di
avere
una
società
editrice
e
un
 dire@ore
responsabile
iscri@o
all’Albo
dell’Ordine”.
 Leggi
QUI Innovazione
tecnologica
e
informazione
 8 Lezione
3
  7. 7. - Gli indirizzi dei blog “hosted” - Il nome che ho dato al blog Nome della piattaforma che ho scelto Suffisso (.it – .com, .fr, ecc) http://nomedelblog.nomepiatttaforma.estensione http://webeconoscenza.blogspot.com/
  8. 8. - La blogosfera oggi - Si aprono 120.000 blog al giorno (un blog al secondo) La blogosfera raddoppia ogni 6/7 mesi La blogosfera è 100 volte più grande di tre anni fa Il 55% dei blog è attivo “Giacomo
Mason”
–
Novembre
 2007 

  9. 9. StruWura
dei
blog • Un
blog
è
gesVto
da
un
programma
 di
pubblicazione
guidata
che
 consente
di
creare
pagine
web • Non
necessita
della
conoscenza
di
 html • Consente
di
personalizzare
vesV
 grafiche
:
templates • Presenta
una
pagina
principale
con
 arVcoli
in
ordine
cronologico
+
 categorie,
archivio,
commenV,
 blogroll,
feeds. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 11 Lezione
3
  10. 10. - Come sono fatti i blog? - Testata/Titolo Parte centrale 11 luglio 2007 Sidebar Eco il post del blog formato da un Testo personale che può paralre di tutto E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale ro Post Plink Commenti 10 luglio 2007 Eco il post del blog formato da un Testo personale che può paralre di tutto E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale roEco il pos t del blog formato da un Testo personale che può paralre di tutto E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale ro Permalink Plink Commenti 09 luglio 2007 Eco il post del blog formato da un Testo personale che può paralre di tutto E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale ro Commenti Plink Commenti 08 luglio 2007 E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale ro Plink Commenti “Giacomo
Mason”
–
Novembre
 2007 

  11. 11. Il
contenuto
dei
blog • Il
contenuto
è
la
ragion
d’essere
di
ciascun
sito • E’
importante
l’aggiornamento
dei
siV • I
post
sono
commentabili
esplicitamente • Si
possono
lasciare
commenV
anche
senza
visitare
il
 blog
(Pingback,
Trackback) • QuesV
informano
i
blogger
se
un
loro
arVcolo
viene
 citato
in
un
altro
blog • Vengono
sVmolate
le
conversazioni
tra
siV
e
visitatori
 diversi Innovazione
tecnologica
e
informazione
 13 Lezione
3
  12. 12. Tipi
di
blog • Blog
di
informazione/aWualità • Blog
personali • Blog
temaVci • Blog
directory • Media
blog
(foto‐audio‐video) • Blog
vetrina
(per
i
propri
lavori) • K
–
blog
(intranet) • Corporate
blog
(aziendali) • 
blog
poliVco
 • urban
blog
 • watch
blog
 • m‐blog
 • vlog
 • Audio
Blog
e
podcasVng
 • nanopublishing “Giacomo
Mason”
–
Novembre
2007 

  13. 13. Cose
che
un
blogger
deve
sapere • I
Feeds:
un
feeds
è
una
funzione
(soFware)
che
permeWe
a
determinaV
programmi
 (deX
Feedsreader)
di
accedere
automaVcamente
ad
un
sito
per
controllare
se
ci
 sono
nuovi
arVcoli
e
di
pubblicare
su
un
altro
sito
le
informazioni
sui
nuovi
 contenuV.
Un
feed
è
un
sistema
di
pubblicazione
di
contenuV
che
può
essere
leWo
 da
un
programma
e
che
viene
aggiornato
periodicamente.
Quando
un
feedreader
 controlla
un
feed,
controlla
se
ci
sono
nuovi
elemenV.
I
nuovi
elemenV
vengono
 scaricaV
per
la
leWura.
Non
occorre
visitare
il
blog
di
interesse,
basta
indicare
al
 feedreader
gli
indirizzi
dei
feed
RSS
dei
blog
che
interessano.
 • Il
Blogroll:
è
una
lista
di
link
ai
siV
web
che
l’autore
del
blog
considera
validi
o
 interessanV.
Spesso
sono
visualizzaV
nella
barra
laterale
della
pagina. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 15 Lezione
3
  14. 14. Permalink • I
permalink
sono
gli
URL
 permanenV
ai
singoli
post
 del
blog,
alle
categorie
e
a
 post
pubblicaV
su
altri
blog. • Un
permalink
è
ciò
che
un
 altro
blogger
userà
per
fare
 riferimento
ad
un
arVcolo
 • E’
importante
che
l’indirizzo
 rimanga
sempre
lo
stesso Innovazione
tecnologica
e
informazione
 16 Lezione
3
  15. 15. Principi da seguire • Avere
uno
“taglio”.
Un
blog
che
si
rispeX
ha
un
caraWere
e
una
 personalità,
proprio
come
chi
lo
scrive. • Avere
un
tema.
Può
anche
essere
un
tema
vago,
e
possono
 esserci
ampie
digressioni,
ma
deve
mantenersi
un’area
centrale
 intorno
alla
quale
ruota. • Avere
cose
da
dire.
I
blog
più
riusciV
sono
quelli
molto
aggiornaV
 e
originali.
La
creazione
del
blog
è
quindi
legata
alla
ricchezza
di
 materiale
da
segnalare
o
da
comunicare. • Avere
interesse.
Un
blog
si
manVene
grazie
alla
generosità
e
 all’impegno
personale
del
suo
curatore.
 • Non
avere
interessi.
Almeno
non
immediaV “Giacomo
Mason”
–
Novembre
2007 

  16. 16. Giornalismo
tradizionale
VS
blog
 journalism • Indipendente
 • Personale • Neutrale
 • Parziale • Audience
passivo
 • Audience
aXvo • Storie
struWurate • Frammentazione • Risposta
a
5w
+
h • Non
struWurato • FonV
e
date
per
 • Hyperlinks
per
 credibilità credibilità



 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 18 Lezione
3
  17. 17. Non
solo
blog • Forum:
piazze
pubbliche;
blanda
interazione;
moderazione
 • PodcasVng:
Blogging
audio
 • Wiki:
sito
Web
aggiornato
dai
uVlizzatori
con
contenuV
 sviluppaV
in
collaborazione
da
utenV.
La
modifica
dei
 contenuV
è
aperta.
Ogni
modifica
è
registrata
in
una
 cronologia
che
permeWe
in
caso
di
necessità
di
riportare
il
 testo
alla
versione
precedente;
lo
scopo
è
quello
di
 condividere,
scambiare,
immagazzinare
e
oXmizzare
la
 conoscenza
in
modo
collaboraVvo.
 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 19 Lezione
3
  18. 18. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 20 Lezione
3
  19. 19. Wiki
web
pages Innovazione
tecnologica
e
informazione
 21 Lezione
3
  20. 20. Wiki • Wiki
wiki
è
un
termine
hawaiiano
che
significa
"rapido"
 oppure
"molto
veloce".
 • Ward
Cunningham
(il
padre
del
primo
wiki)
si
ispirò
al
nome
 wiki
wiki
usato
per
i
bus
naveWa
dell'aeroporto
di
Honolulu.
 "Ho
scelto
wiki‐wiki
come
sosVtuto
alliWeraVvo
di
veloce,
 evitando
quindi
di
chiamarlo
quick‐web."
 • Un
wiki
è
un
sito
web
che
permeWe
a
ciascuno
dei
suoi
 uVlizzatori
di
aggiungere
contenuV
e
di
modificare
i
contenuV
 esistenV
inseriV
da
altri
uVlizzatori.
 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 22 Lezione
3
  21. 21. Peculiarità • Un
wiki
permeWe
di
scrivere
colleXvamente
dei
documenV
in
 un
semplice
linguaggio
di
markup
usando
un
browser
web.
 • Una
caraWerisVca
disVnVva
dei
siV
di
Vpo
wiki
è
la
facilità
e
 rapidità
con
cui
le
pagine
possono
essere
create
e
aggiornate.
 • Generalmente,
non
esiste
una
verifica
prevenVva
sulle
 modifiche,la
maggior
parte
dei
wiki
è
aperta
a
tuX
gli
utenV
 che
abbiano
interesse
a
modificarlo,
o
almeno
a
tuX
quelli
 che
hanno
accesso
al
CMS
wiki.
 • La
registrazione
di
un
account
utente
non
è
sempre
un
 requisito
essenziale,
almeno
in
quei
casi
dove
proteggere
il
 contenuto
non
è
di
importanza
vitale. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 23 Lezione
3
  22. 22. Alcune
caraWerisVche Innovazione
tecnologica
e
informazione
 24 Lezione
3
  23. 23. Scrivere
sul
wiki Innovazione
tecnologica
e
informazione
 25 Lezione
3
  24. 24. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 26 Lezione
3
  25. 25. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 27 Lezione
3
  26. 26. Adesso
meXamoci
all’opera! • Spazio
web
(soWodomini
di
amater.it) labo1.amater.it,
labo2.amater.it,
 labo1 labo2 labo3.amater.it,
labo4.amater.it labo3 labo4 • Configurazione
spazio,
utenze
Fp • Creazione
database,
utenze
database • Installazione
e
configurazione
Wordpress • Pannello
di
controllo,
utenV
Wordpress Innovazione
tecnologica
e
informazione
 28 Lezione
3
  27. 27. AXvità
in
sequenza
(1) • Registrarsi
su
una
piaWaforma
di
blogging
 (wordpress) • Creare
proprio
blog
o
blog
del
master • Configurare
il
blog • Definire
il
template • Creare
categorie • Inserire
primo
arVcolo Innovazione
tecnologica
e
informazione
 29 Lezione
3
  28. 28. AXvità
in
sequenza
(2) • Registrarsi
servizi
di
wiki
online • Creare
un
proprio
wiki • ProgeWare
lo
spazio • Invitare • Inserire
contenuV
nella
prima
pagina • Editare Innovazione
tecnologica
e
informazione
 30 Lezione
3
  29. 29. AXvità
in
sequenza
(3) • Scaricare
Audacity • Registrare • Inserire
musica • Esportare • Fare
upload Innovazione
tecnologica
e
informazione
 31 Lezione
3
  30. 30. AXvità
in
sequenza
(3) • Creare
un
glossario
online Innovazione
tecnologica
e
informazione
 32 Lezione
3
  31. 31. Innovazione
tecnologica
e
 informazione Blog
e
wiki P.
La9anzio
plaWanzio@unite.it Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 Innovazione tecnologica e informazione Lezione 3 1 Lezione
3 Cosa
sono
quesV
due
strumenV.
Esempi.
A
cosa
servono
e
quali
caraWerisVche
hanno.
 Perché
hanno
a
che
fare
con
il
giornalismo.
Dinamica
di
apertura,
partecipazione,
 condivisione
e
riuso. Innovazione tecnologica e informazione Lezione 1 1
  32. 32. ArgomenV • Modalità
di
pubblicazione • Upload
di
materiali:
blog
e
wiki. • Blog:
installazione
e
via
web;
creazione
e
 gesVone • Wiki:
apertura,
inviV
e
costruzione Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 2 Lezione
3 Affrontata
la
quesVone
mulVmedialità
possiamo
passare
alla
fase
della
pubblicazione.
 Come
facciamo
a
condividere
i
materiali?
Che
strumenV
possiamo
usare
per
 raggiungere
grande
pubblico?
AspeX
preferenziali
sono
gratuità,
presenza
online
e
 accessibilità
via
web,
concentrazione
sui
contenuV,
immediata
pubblicabilità. 2
  33. 33. 17/02/10 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 3 Lezione
3
  34. 34. Nuovo
consumo
delle
informazioni • Dall’opinione
pubblica
alle
 opinioni
pubbliche • Forme
di
intercasVng,
cioè
 comunicazione
fra
pari:
peer
 to
peer
communicaVon • Blog
e
giornalismo,
tre
Vpi:
 giornalismo
diffuso;
 giornalismo
residuale;
 approfondimento
 collaboraVvo
o
reportage
 condiviso Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 4 Lezione
3 I
nuovi
mezzi
comportano
cambio
nella
gesVone
dell’informazione,
nel
suo
 traWamento
e
produzione.
Molteplicità
degli
emiWenV
e
dei
ricevenV.
Non
esiste
un
 solo
pubblico
e
quindi
non
esiste
una
sola
opinione
pubblica.
Non
più
solo
top‐down
 ma
peer
to
peer,
comunicazione
fra
pari.
Condivisione
e
riuso
di
contenuV
e
praVche 4
  35. 35. Nel
futuro
tuX
saranno
famosi
x
15
 minuV
‐
a.warhol.
 I
blog Nel
futuro
tuX
saranno
famosi
per
15
 persone
‐
David
Weinberger • Un
blog
è
un
diario
di
rete • Da
“web
log”
ovvero
“traccia
sulla
rete” • Un
blog
è
un
sito
che
viene
aggiornato
spesso
 in
cui
sono
abilitaV
i
commenV
dei
leWori
e
in
 cui
viene
sVmolata
la
nascita
di
community • I
blog
spaziano
da
argomenV
personali
a

 generali,
gesVV
da
singole
persone
o
da
 organizzazioni Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 5 Lezione
3 Strumento
nato
il
18
luglio
97
grazie
a
dave
winer,
primo
blog
pubblico
nel
dicembre
 stesso
anno
da
jorn
barger
sulla
caccia.
Emerge
subito:
interessi
perosnali,
vbetrina,
 semplciità
nella
pubblicazione,
immediatezza
nella
scriWura
anche
senza
capacità
 tecniche.
Con
media
tradizionali
non
c’era
certezza
dell’audience,
ora
si:
si
possono
 contare
e
nominare.
Importanza
di:
aggiornabilità
conVnua;
argomenV
temaVci;
 approfondimento. 5
  36. 36. 17/02/10 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 6 Lezione
3
  37. 37. - Dinamiche dei blog (by Cybersoc) - Partecipativo Conduttore/filtro Chiuso Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 7 Lezione
3 Blog
non
è
monolite
ma
aXva
diverse
forme
di
uso
e
di
fruizione.
Solitamente
fa
da
 filtro
fra
contenuV
e
utenV;
aXva
la
parteciapzionecon
ultenV,
ma
anche
con
altri
 blog:
creazione
della
blogosfera.
Il
rischio
tuWavia
è
di
chiudersi
entro
recinV
ristreX,
 elitarismo,
eccessiva
selezione.
Ciò
che
se
ne
guadagna
è
il
cotnrollo
conVnuo
Vpo
 watchdog
sui
contenuV
pubblicaV,
affidabilità.
 7
  38. 38. TentaVvo
di
censura • “Chiunque
abbia
un
blog
o
un
sito,
deve
registrarlo
al
 registro
delle
Autorità
delle
Comunicazioni
con
tanto
 di
bollo,
cer?fica?
e
altre
pra?che
burocra?che,
 specialità
della
nostra
repubblica
delle
banane.
Non
 solo:
vige
l’obbligo
di
avere
una
società
editrice
e
un
 dire@ore
responsabile
iscri@o
all’Albo
dell’Ordine”.
 Leggi
QUI Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 8 Lezione
3 Blog
sempre
nell’occhio
del
ciclone,
non
solo
dove
è
vietata
o
censurata
la
rete.
 Anche
in
italia
tentaVvo
di
unificarli
alle
testate
editoriali
registrate.
Rischio
censura
 forte:
a
favore
dei
soliV
poteri
forV,
ma
anche
inibizione
nell’accesso
alla
 pubblicazione
a
beneficio
di
chi
è
più
ricco
ed
ha
già
case
editrici.
La
rete
si
mobilita
 subito 8
  39. 39. - Gli indirizzi dei blog “hosted” - Il nome che ho dato al blog Nome della piattaforma che ho scelto Suffisso (.it – .com, .fr, ecc) http://nomedelblog.nomepiatttaforma.estensione http://webeconoscenza.blogspot.com/ Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 9 Lezione
3 StruWura
dell’indirizzo
di
un
blog.
Varie
piaWaforme.
Se
si
vuole
evitare
si
compra
 dominio
personale.
Chiaramente
blog
ha
senso
se
è
almeno
iun
po’
duraturo. 9
  40. 40. - La blogosfera oggi - Si aprono 120.000 blog al giorno (un blog al secondo) La blogosfera raddoppia ogni 6/7 mesi La blogosfera è 100 volte più grande di tre anni fa Il 55% dei blog è attivo “Giacomo
Mason”
–
Novembre
 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 2007 10 Lezione
3 
 Trend
di
crescita
costante,
che
ormai
tende
a
superare
anche
il
numero
di
siV
web
 esistenV.
Crescita
molto
più
veloce.
Ma
c’è
anche
alta
mortalità
e
rimane
da
capire
 cosa
succederà
adesso
con
la
diffusione
di
massa
dei
social
network 10
  41. 41. StruWura
dei
blog • Un
blog
è
gesVto
da
un
programma
 di
pubblicazione
guidata
che
 consente
di
creare
pagine
web • Non
necessita
della
conoscenza
di
 html • Consente
di
personalizzare
vesV
 grafiche
:
templates • Presenta
una
pagina
principale
con
 arVcoli
in
ordine
cronologico
+
 categorie,
archivio,
commenV,
 blogroll,
feeds. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 11 Lezione
3 Come
funziona:
piaWaforma,
gesVone
online,
header,
template
gratuiV,
eenco
arVcoli,
 creazioni
categorie
temaVche
e
periodiche 11
  42. 42. - Come sono fatti i blog? - Testata/Titolo Parte centrale 11 luglio 2007 Sidebar Eco il post del blog formato da un Testo personale che può paralre di tutto E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale ro Post Plink Commenti 10 luglio 2007 Eco il post del blog formato da un Testo personale che può paralre di tutto E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale roEco il pos t del blog formato da un Testo personale che può paralre di tutto E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale ro Permalink Plink Commenti 09 luglio 2007 Eco il post del blog formato da un Testo personale che può paralre di tutto E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale ro Commenti Plink Commenti 08 luglio 2007 E di niente e fornisce indirzzi e link Della mia navigazione personale ro Plink Commenti “Giacomo
Mason”
–
Novembre
 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 2007 12 Lezione
3 
 Aree
del
blog:
a
cosa
servono,
che
funzione
hanno 12
  43. 43. Il
contenuto
dei
blog • Il
contenuto
è
la
ragion
d’essere
di
ciascun
sito • E’
importante
l’aggiornamento
dei
siV • I
post
sono
commentabili
esplicitamente • Si
possono
lasciare
commenV
anche
senza
visitare
il
 blog
(Pingback,
Trackback) • QuesV
informano
i
blogger
se
un
loro
arVcolo
viene
 citato
in
un
altro
blog • Vengono
sVmolate
le
conversazioni
tra
siV
e
visitatori
 diversi Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 13 Lezione
3 Blog
disVngue
forma
e
contenuto.
La
prima
la
puoi
anche
ignorare
perché
non
 servono
competenze
tecniche.
Alla
fine
chiudi
il
contenuto
in
una
struWura,
in
una
 gabbia
preimpostata.
Forma
significa
che
anche
se
non
conosci
la
lingua
perché
i
 caraWeri
sono
in
cinese
o
cirillico
riconosci
che
si
traWa
di
un
blog.
Grazie
ad
 aggiornamento
conVnuo
tendono
a
creare
una
sfera,
un
circuito
che
interconneWe
siV
 di
interesse
comune
e
quindi
anche
persone
ed
opinioni. 13
  44. 44. 17/02/10 Tipi
di
blog • Blog
di
informazione/aWualità • Blog
personali • Blog
temaVci • Blog
directory • Media
blog
(foto‐audio‐video) • Blog
vetrina
(per
i
propri
lavori) • K
–
blog
(intranet) • Corporate
blog
(aziendali) • 
blog
poliVco
 • urban
blog
 • watch
blog
 • m‐blog
 • vlog
 • Audio
Blog
e
podcasVng
 • nanopublishing Innovazione
tecnologica
e
informazione
 “Giacomo
Mason”
–
Novembre
2007 17/02/10 14 Lezione
3 

  45. 45. Cose
che
un
blogger
deve
sapere • I
Feeds:
un
feeds
è
una
funzione
(soFware)
che
permeWe
a
determinaV
programmi
 (deX
Feedsreader)
di
accedere
automaVcamente
ad
un
sito
per
controllare
se
ci
 sono
nuovi
arVcoli
e
di
pubblicare
su
un
altro
sito
le
informazioni
sui
nuovi
 contenuV.
Un
feed
è
un
sistema
di
pubblicazione
di
contenuV
che
può
essere
leWo
 da
un
programma
e
che
viene
aggiornato
periodicamente.
Quando
un
feedreader
 controlla
un
feed,
controlla
se
ci
sono
nuovi
elemenV.
I
nuovi
elemenV
vengono
 scaricaV
per
la
leWura.
Non
occorre
visitare
il
blog
di
interesse,
basta
indicare
al
 feedreader
gli
indirizzi
dei
feed
RSS
dei
blog
che
interessano.
 • Il
Blogroll:
è
una
lista
di
link
ai
siV
web
che
l’autore
del
blog
considera
validi
o
 interessanV.
Spesso
sono
visualizzaV
nella
barra
laterale
della
pagina. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 15 Lezione
3 Possibilità
di
legare
un
visitatore
al
blog,
in
maniera
facile
e
gratuita,
poco
invasiva.
 Organizzazione
e
come
funzionano
i
feeds.
Possibilitare
di
usare
i
feeds
come
flussi
di
 noVzie
da
inserire
in
altri
siV.
Per
il
giornalismo
è
uVle
sia
perché
sul
blog
posso
far
 confluire
le
news
di
un
giornale
mantenendo
quindi
sempre
alto
il
tasso
di
 aggiornamento.
Ma
è
uVle
anche
per
raggiungere
in
maniera
stabile,
o
per
integrare
i
 propri
contenuV
con
fonV
affidabili 15
  46. 46. Permalink • I
permalink
sono
gli
URL
 permanenV
ai
singoli
post
 del
blog,
alle
categorie
e
a
 post
pubblicaV
su
altri
blog. • Un
permalink
è
ciò
che
un
 altro
blogger
userà
per
fare
 riferimento
ad
un
arVcolo
 • E’
importante
che
l’indirizzo
 rimanga
sempre
lo
stesso Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 16 Lezione
3 Necessità
di
reperire
sempre
e
comunque,
in
maniera
certa
ed
affidabile,
il
link
di
una
 risorsa
digitale.
Con
web
tradizionale,
prima
della
diffusione
die
blog,
ciò
non
era
 possibile.
Ora
ogni
post,
categoria,
archivio
o
tag
ha
un
indirizzo
fisso.
Repoeribilità.
 Favorire
la
ricerca
che
fanno
i
motori
di
ricerca.
Favorire
interconnessione
con
altri
siV
 e
quindi
aumento
delle
visite
 16
  47. 47. Principi da seguire • Avere
uno
“taglio”.
Un
blog
che
si
rispeX
ha
un
caraWere
e
una
 personalità,
proprio
come
chi
lo
scrive. • Avere
un
tema.
Può
anche
essere
un
tema
vago,
e
possono
 esserci
ampie
digressioni,
ma
deve
mantenersi
un’area
centrale
 intorno
alla
quale
ruota. • Avere
cose
da
dire.
I
blog
più
riusciV
sono
quelli
molto
aggiornaV
 e
originali.
La
creazione
del
blog
è
quindi
legata
alla
ricchezza
di
 materiale
da
segnalare
o
da
comunicare. • Avere
interesse.
Un
blog
si
manVene
grazie
alla
generosità
e
 all’impegno
personale
del
suo
curatore.
 • Non
avere
interessi.
Almeno
non
immediaV “Giacomo
Mason”
–
Novembre
2007 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 17 
 Lezione
3 Sono
strumento
che
si
sposa
bene
con
il
giornalismo.
Partecipazione
dal
basso.
 Informazione
e
aggiornamento
in
tempo
reale. 17
  48. 48. Giornalismo
tradizionale
VS
blog
 journalism • Indipendente
 • Personale • Neutrale
 • Parziale • Audience
passivo
 • Audience
aXvo • Storie
struWurate • Frammentazione • Risposta
a
5w
+
h • Non
struWurato • FonV
e
date
per
 • Hyperlinks
per
 credibilità credibilità



 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 18 Lezione
3 Ma
è
nuovo
Vpo
di
giornalismo
completamente
differente
da
quello
tradizionale 18
  49. 49. Non
solo
blog • Forum:
piazze
pubbliche;
blanda
interazione;
moderazione
 • PodcasVng:
Blogging
audio
 • Wiki:
sito
Web
aggiornato
dai
uVlizzatori
con
contenuV
 sviluppaV
in
collaborazione
da
utenV.
La
modifica
dei
 contenuV
è
aperta.
Ogni
modifica
è
registrata
in
una
 cronologia
che
permeWe
in
caso
di
necessità
di
riportare
il
 testo
alla
versione
precedente;
lo
scopo
è
quello
di
 condividere,
scambiare,
immagazzinare
e
oXmizzare
la
 conoscenza
in
modo
collaboraVvo.
 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 19 Lezione
3 PodcasVng
come
integrazione
con
contenuV
audio
di
un
blog.
Stessa
dinamica.
 Aggiornamento
costante.
Nuovi
contenuV. Cos’è
un
wiki.
Come
funziona.
Per
cosa
serve.
Esempio
di
wikipedia.
Semplicità
 nell’organizzazione
dei
contenuV.
Collaborazione.
È
la
base
del
nuovo
web. 19
  50. 50. 17/02/10 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 20 Lezione
3
  51. 51. 17/02/10 Wiki
web
pages Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 21 Lezione
3
  52. 52. Wiki • Wiki
wiki
è
un
termine
hawaiiano
che
significa
"rapido"
 oppure
"molto
veloce".
 • Ward
Cunningham
(il
padre
del
primo
wiki)
si
ispirò
al
nome
 wiki
wiki
usato
per
i
bus
naveWa
dell'aeroporto
di
Honolulu.
 "Ho
scelto
wiki‐wiki
come
sosVtuto
alliWeraVvo
di
veloce,
 evitando
quindi
di
chiamarlo
quick‐web."
 • Un
wiki
è
un
sito
web
che
permeWe
a
ciascuno
dei
suoi
 uVlizzatori
di
aggiungere
contenuV
e
di
modificare
i
contenuV
 esistenV
inseriV
da
altri
uVlizzatori.
 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 22 Lezione
3 Immediatezza
nella
modifica
e
aggiornamento
dei
contenuV.
ConVnua
reversibilità. 22
  53. 53. Peculiarità • Un
wiki
permeWe
di
scrivere
colleXvamente
dei
documenV
in
 un
semplice
linguaggio
di
markup
usando
un
browser
web.
 • Una
caraWerisVca
disVnVva
dei
siV
di
Vpo
wiki
è
la
facilità
e
 rapidità
con
cui
le
pagine
possono
essere
create
e
aggiornate.
 • Generalmente,
non
esiste
una
verifica
prevenVva
sulle
 modifiche,la
maggior
parte
dei
wiki
è
aperta
a
tuX
gli
utenV
 che
abbiano
interesse
a
modificarlo,
o
almeno
a
tuX
quelli
 che
hanno
accesso
al
CMS
wiki.
 • La
registrazione
di
un
account
utente
non
è
sempre
un
 requisito
essenziale,
almeno
in
quei
casi
dove
proteggere
il
 contenuto
non
è
di
importanza
vitale. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 23 Lezione
3 Obiezione
ad
uVlità
dei
wiki,
e
di
wikipedia:
non
sono
affidabili.
Chi
controlla.
 Controllo
della
comunità.
Acvcesso
globale
all’informazione.
Prima
pochi
potevano
 partecipare.
Possibilità
di
gesVone
online. 23
  54. 54. Alcune
caraWerisVche Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 24 Lezione
3 24
  55. 55. 17/02/10 Scrivere
sul
wiki Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 25 Lezione
3
  56. 56. Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 26 Lezione
3 Differenze
struWurali
da
forme
precedenV.
Differenza
con
blog
che
non
è
vera
 cooperazione,
non
è
vero
web
2.0.
web
1.5 26
  57. 57. 17/02/10 Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 27 Lezione
3
  58. 58. 17/02/10 Adesso
meXamoci
all’opera! • Spazio
web
(soWodomini
di
amater.it) labo1.amater.it,
labo2.amater.it,
 labo1 labo2 labo3.amater.it,
labo4.amater.it labo3 labo4 • Configurazione
spazio,
utenze
Fp • Creazione
database,
utenze
database • Installazione
e
configurazione
Wordpress • Pannello
di
controllo,
utenV
Wordpress Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 28 Lezione
3
  59. 59. 17/02/10 AXvità
in
sequenza
(1) • Registrarsi
su
una
piaWaforma
di
blogging
 (wordpress) • Creare
proprio
blog
o
blog
del
master • Configurare
il
blog • Definire
il
template • Creare
categorie • Inserire
primo
arVcolo Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 29 Lezione
3
  60. 60. 17/02/10 AXvità
in
sequenza
(2) • Registrarsi
servizi
di
wiki
online • Creare
un
proprio
wiki • ProgeWare
lo
spazio • Invitare • Inserire
contenuV
nella
prima
pagina • Editare Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 30 Lezione
3
  61. 61. 17/02/10 AXvità
in
sequenza
(3) • Scaricare
Audacity • Registrare • Inserire
musica • Esportare • Fare
upload Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 31 Lezione
3
  62. 62. 17/02/10 AXvità
in
sequenza
(3) • Creare
un
glossario
online Innovazione
tecnologica
e
informazione
 17/02/10 32 Lezione
3

×