Noi con la Liguria

274 views

Published on

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
274
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Noi con la Liguria

  1. 1. 1/122011 con laPERIODICO DEL GRUPPO CONSILIARE NOI CON CLAUDIO BURLANDO DIRETTORE RESPONSABILE MASSIMO LAGOMARSINO - REDAZIONE GRUPPO CONSILIARE NOI CON CLAUDIO BURLANDO VIA FIESCHI 15 – 16121 GENOVA • TEL. 010 5484709 • FAX 010 5702589 • STAMPA MECA RECCO (GE) REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI GENOVA N. 12/2011 DEL 30.05.2011 Rapallo: la passeggiata a mare DISTRIBUZIONE GRATUITAIN QUESTO NUMERO◆ Intervista doppia ai consiglieri Armando Ezio Capurro e Massimo Donzella◆ Costi della politica: ridurre il numero dei consiglieri regionali◆ Sanità: grazie a Capurro risparmiati 70 milioni di euro◆ La Regione Liguria deve difendere le fasce più deboli◆ Capurro: proposta di legge alle Camere per regolamentare i giochi d’azzardo◆ Tunnel Rapallo – Santa Margherita una storia infinita
  2. 2. intervistaIntervista ai Consiglieri RegionaliArmando Ezio Capurroe Massimo DonzellaEntrambi siete al primo mandato nella esaltante poiché le decisioni assunte spessonona legislatura del consiglio regionale, hanno conseguente immediate e tangibiliquale il bilancio dei primi 18 mesi di la- sui cittadini amministrati.voro?(C) Come mia consuetudine ho affrontato (D) La differenza è indubbiamente notevolequesto nuovo ruolo con determinazione in quanto la Regione è un ente legislativo ecercando anche all’interno della maggio- nel contempo svolge una indispensabile fun-ranza di non fare mai mancare il mio con- zione amministrativa.tributo, alcune volte in modo critico, ma co-struttivo, vedi il Piano casa e la stesura del Dall’estremo ponente, Sanremo, al Ti-Bilancio. gullio, Rapallo, città che hanno caratte- ristiche simili e sono votate al turismo; nel(D) Sicuramente positivo questa legi-sla- territorio, si avverte tangibile la presenzatura si è assunta il compito, tra l’altro, di e il lavoro della giunta regionale?revisionare numerosi leggi in materia ur-banistica e porre una particolare atten-zione all’ambiente, alla difesa del suolo e (C) Nel Tigullio l’impegno della giunta èalla tutela del territorio. stato notevole, purtroppo in alcuni casi, vedi il tunnel Rapallo – Santa MargheritaIn passato avete svolto mandato ammi- non è stato supportato nei suoi intenti da al-nistrativo negli enti locali, attualmente trettanta lungimiranza da parte dei sindacioltre il ruolo di consigliere regionale ri- interessati.coprite l’incarico di consigliere comu-nale in due delle città più importanti (D) La giunta è stata e continua ad esseredella Liguria, Rapallo e Sanremo; quali molto presente riponendo una particolarele principali differenze che avete ri- attenzione al territorio e al nostro entro-scontrato tra i due diversi enti? terra impegnandosi a realizzare interventi(C) Il ruolo di sindaco svolto a Rapallo è si- volti allo sviluppo logistico, econo-mico e tu-curamente molto diverso e forse anche più ristico.2 DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA
  3. 3. intervista ARMANDO EZIO CAPURRO MASSIMO DONZELLAQuale, a vostro avviso, il provvedimento zare le infrastrutture, vedi Aurelia Bis, epiù importante adottato dal consiglio re- migliorare la ricettività ligure.gionale nel primo anno di legislatura? Entrambi fate parte del gruppo consi-(C) Il Piano casa, ma non dobbiamo di- liare Noi con Claudio Burlando la listamenticare il grande lavoro svolto nel settore civica che durante l’ultima campagnadella Sanità dove i drastici tagli imposti dal elettorale ha contribuito in modo de-Governo hanno costretto la giunta e il con- terminante alla riconferma del presi-siglio regionale ad assumere delle decisioni dente Burlando, rimarrete nello stessoche possono apparire impopolari, ma pur- gruppo sino alla fine della coalizione?troppo necessarie (C) Non sono un mago per ipotizzare il fu-(D) Il lavoro è stato notevole, la revisione turo, a Rapallo e successivamente in Re-del Piano casa è un volano per il rilancio gione sono stato il promotore di liste ci-dell’economia, dell’edilizia e la riqualifica- viche che sino ad oggi bene interpretanozione del patrimonio urbanistico. il mio modo di fare politica, però ritengoQuali gli impegni di maggior rilievo che vi importante il ruolo dei partiti, in modovedranno protagonisti nei prossimi mesi? particolare nell’assemblea legislativa della Regione Liguria(C) Da sempre mi batto affinché una dellerisorse primarie della nostra Regione, il tu- (D) Le liste civiche hanno la funzione dirismo, sia valorizzato in modo particolare portare avanti le idee e le istanze della so-attraverso il rilancio dell’attività alber- cietà civile all’interno di un programma.ghiera indispensabile per creare ricchezza Se si ragiona non in chiave amministra-e posti di lavoro. tiva, ma politica, diventa determinante il ruolo dei partiti nell’adozione di scelte(D) Riorganizzare la sanità garantendo as- che coinvolgono la Regione in un ottica disistenza, proseguire gli sforzi per realiz- carattere generale e di sistema.DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA 3
  4. 4. politicaRidurre i costi della politicaLa proposta di legge regionalepresentata da CapurroIl consigliere regionale Armando dovrà tagliare solo un assessore e il proporzionale per la mino-Ezio Capurro non concorda con il nessun consigliere e il Piemonte, ranza e 6 consiglieri eletti nelricorso alla Corte Costituzionale con una popolazione molto più listino per la maggioranza conpresentato dalle Regioni avverso al ampia, dovrà tagliare lo stesso il listino. Totale 30”.Decreto Legge 138/2011 che pre- numero di consiglieri (10) e solo 4 Capurro, vista la scarsità di fondi avede la riduzione del numero dei assessori. disposizione, pensa che sarebbe daconsiglieri. esaminare la possibilità di antici-“Per questo ho presentato – “La proposta di legge da me presentata – prosegue Capurro - pare al 2012, parzialmente oafferma Capurro – una proposta totalmente, la sostituzione deglidi legge tesa a ridurre il inserisce una norma che non prevede assessori esterni e assessori esterni.numero dei consiglieri regionalida 40 a 30 e l’eliminazione mantiene un listino di 6 consi- “Per quanto concerne le altredegli assessori esterni con i glieri, nel quale i candidati alla riduzioni di costi – concludeconseguenti risparmi che que- Presidenza, se hanno delle per- Capurro - quali il taglio dellesto comporta”. sone tecnicamente meritevoli di auto blu e i compensi ai gruppi, fare gli assessori, li possono penso che sia necessaria unaAttualmente l’assemblea legislativa inserire: così facendo, ci sareb- discussione approfondita edella Liguria è composta da 40 con- bero 12 consiglieri eletti con il collegiale che esamini dettaglia-siglieri mentre la giunta è formata proporzionale per la maggio- tamente la situazione, senzada 12 assessori, di cui 6 di nomina ranza, 12 consiglieri eletti con pregiudizi e senza riserve”.esterna, per un totale di 46 stipendi.L’articolo 14 del decreto legge138/2011 prevede che le Regionientro 6 mesi debbono adeguare irispettivi ordinamenti ai nuoviparametri che stabiliscono ilnumero massimo dei consiglieriregionali e degli assessori a modi-fica della legge n°108 del 17febbraio 1968.Dall’esame della popolazione e dal-l’esame dei tagli, si vede che laLiguria è superdotata di consiglierie assessori: difatti, dovrà tagliare il25% dei consiglieri ( da 40 a 30) eil 50% degli assessori (da 12 a 6),mentre, ad esempio, la Lombardia Genova: via Fieschi l’aula del consiglio regionale4 DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA
  5. 5. politica CONSIGLIO REGIONALE ASSEMBLEA LEGISLATIVA DELLA LIGURIA Proposta di legge di iniziativa del Consigliere: Armando Ezio CAPURRO avente ad oggetto: Modifiche allo Statuto della Regione Liguria (legge statutaria 3 maggio 2005 n. 1). Presentata alla Presidenza del Consiglio regionale il RELAZIONE Premesso che un argomento così importante deve essere oggetto di una lunga riflessione e che, quindi, non si possa certamente esaurire in una discussione a mezzo stampa, inten- do intervenire nel dibattito con una Proposta di Legge. È opportuno iniziare dalla ratio della norma appena varata dal Governo con il decreto 138/2011 per ridurre i costi della politica. Si badi bene che il decreto non fa un taglio indistinto, ma lo fa matematicamente, cioè determina il numero dei consiglieri e degli assessori regionali in base alla popolazione. Dall’esame della popolazione e dall’esame dei tagli, si vede che la Liguria è superdotata di consiglieri e assessori: difatti, dovrà tagliare il 25% dei consiglieri (da 40 a 30) e il 50% degli assessori (da 12 a 6), mentre, ad esempio, la Lombardia dovrà tagliare solo un assessore e nessun consigliere e il Piemonte, con una popolazione molto più ampia, dovrà tagliare lo stesso numero di consiglieri (10) e solo 4 assessori. Nella prospettiva di tagliare i costi, bisogna passare, a mio avviso, da 46 persone che, attualmente, prendono lo stipendio dalla Regione (40 consiglieri e 6 assessori esterni) a soli 30, riducendo il numero di assessori e abrogando la disposizione statutaria all’art.41 che prevede la possibilità di nominare assessori esterni. Armando Ezio Capurro (consigliere regionale)DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA 5
  6. 6. sanitàLa Regione risparmierà 70 milioniAccolta dalla giunta regionalela proposta di Capurro “Il Consiglio rificare come le richieste danni ferma Capurro – ha accolto fa- Regionale sopra i 350 mila euro – conti- vorevolmente e non poteva ha deciso di nua Capurro – nell’ultimo quin- essere altrimenti visto gli inne- fare sua la quennio, hanno fatto registrare gabili vantaggi dimostrati”. proposta una media annuale di 2,4 mi- Scelta che finisce per essere coe- che permet- lioni a fronte di un premio as- rente con l’impegno assunto dalla terà all’ente sicurativo a base di gara di 15 giunta e dell’intero consiglio di un di piazza De milioni di euro”. maggior controllo delle spese.Ferrari di risparmiare nei pros- Capurro ha pertanto avanzato la “Spiace constatare come disimi cinque anni complessiva- proposta di “autoassicurare” in fronte ad una tematica cosìmente circa 70 milioni di proprio la Regione Liguria anche importante – conclude Capurro –euro”. per i sinistri sopra i 350 mila euro, da parte dei componenti dellaIl consigliere regionale Armando facendo così risparmiare circa 13 minoranza presenti in ben dueEzio Capurro è soddisfatto del milioni annui per un totale di circa sedute della Commissione sa-risultato ottenuto. 70 milioni nel quinquennio. nità, esperti del settore quali il“Le tre giornate trascorse a vicepresidente Bagnasco, nonstudiare attentamente la pro- “Decisione che la maggioranza sia arrivato al riguardo nessunposta formulata dalla giunta – dei Consiglieri Regionali – af- fattivo contributo”.afferma Capurro – che riguar-dava il programma assicura-tivo per i rischi di responsabi-lità civile delle diverse Asl ,hanno permesso di evidenziarecon estrema chiarezza che lasoluzione prospettata finiva peressere costosa per la RegioneLiguria”.Veniva infatti ipotizzata una “solu-zione mista” di copertura, che pre-vedeva da parte della Regione il pa-gamento dei rischi per eventualirichieste danni pervenute alle Aslsotto i 350 mila euro assicurandosolo i sinistri per gli importi supe-riori.“Conti alla mano ho potuto ve- Genova: piazza De Ferrari la sede della Regione6 DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA
  7. 7. socialeEliminare le barriere Garantire l’assunzionearchitettoniche dei disabili negli enti pubblici“La Regione usi tutti i metodi coercitivi possibili Gli enti pubblici devono garantire l’assunzione delleper obbligare i Comuni a riservare il 10% dei categorie protette.proventi annuali derivanti dalle concessioni edi- “Predisporre in tempi brevi un rapporto regio-lizie per l’eliminazione delle barriere nale complessivo che indichi le eventualiarchitettoniche”. scoperture da parte delle società controllateIl consigliere regionale Armando Ezio Capurro ha dalla Regione Liguria e dagli altri enti pubblicipresentato durante l’anno una interpellanza, insiemeal collega Massimo Donzella, relativa alla mancata – afferma il consigliere regionale Armando Ezioapplicazione da parte di molti Comuni della Liguria Capurro – per quanto riguarda l’assunzionedella normativa che, come previsto dalle legge finan- delle categorie protette, da inviare agli organiziaria 41/1986, prevede l’accantonamento del 10% dei di controllo preposti”.proventi annuali derivanti dalle concessioni edilizie Purtroppo si registra sovente la mancata applicazioneper l’eliminazione delle barriere architettoniche. della legislazione sul collocamento dei disabili negliNella risposta, in consiglio regionale, l’assessore alle enti pubblici; la legge di Stato obbligatoriamentePolitiche abitative Boitano ha confermato che molti riserva alle categorie protette nelle aziende pubbli-Comuni, nonostante l’emanazione di numerose circo- che e private con più di cinquanta dipendentilari da parte della Regione, continuano ad essere l’assunzione del 7% di personale proveniente dallerenitenti.“La legge prevede, tra l’altro, che la mancata categorie protette.applicazione delle norme previste – continua “L’inserimento lavorativo rappresenta per iCapurro – potrebbe determinate l’eventuale disabili non solo una fonte reddituale impor-commissariamento “ad acta” delle pubbliche tante – afferma Capurro – ma soprattutto, ilamministrazioni inadempienti. È giunto il riconoscimento della dignità personale ed ilmomento di fare rispettare tali norme”. senso della propria utilità sociale”.In tutti questi anni parecchi finanziamenti che i In momenti di crisi economica come gli attuali sonoComuni avrebbero dovuto investire per abbattere le proprio le categorie protette, se non vengono adegua-barriere architettoniche sono invece stati impiegati per tamente tutelate, a pagarne maggiormente lo scotto.eseguire altri interventi che non hanno nulla a che L’assessore regionale Cascino, in risposta all’inter-vedere con il miglioramento dell’accesso alle strutturealle persone diversamente abili. rogazione presentata da Capurro ha ricordato come il programma quadriennale 2010/2014 prevede da parte della Regione l’assunzione di sedici persone iscritte nelle liste speciali che consentono così all’ente di assolvere agli obblighi di legge. Il consigliere Capurro ha anche lamentato come le interrogazioni presentate dai vari consiglieri arrivano alla discussione in aula dopo molti mesi: “Conti- nuando di questo passo si rischia che i “residui passivi” delle interrogazioni arriveranno alla prossima legislature”.DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA 7
  8. 8. sicurezzaCAPURRO: “PROPOSTA DI LEGGE ALLE CAMERE PER REGOLAMENTARE I GIOCHI D’AZZARDO”Legge alle Cameredella sala giochiIl consigliere regionale Armando Ezio Capurro Abruzzo’ che aveva scopi ben precisi”.ha presentato al Consiglio Regionale una propostadi legge affinché, dopo essere stata approvata, sia I rischi sono notevoli ed altamente diseducativi per-inoltrata ai due rami del Parlamento al fine di rego- tanto è divenuto indilazionabile intervenire con unalamentare il gioco d’azzardo. proposta di legge come del resto hanno già fatto altre Regioni..“Si sente l’esigenza di disciplinare una mate-ria ormai sempre più complessa e articolata “I giochi che prevedono la corresponsione di– afferma Capurro - dovuta alla quantità e alla premi in denaro creano dipendenza e hannoqualità di offerta di giochi; obiettivo: arginare effetti devastanti sulle fasce più deboli – con-il problema del gioco d’azzardo, che semprepiù riveste un carattere di allarme sociale”. tinua Capurro – tali da determinare crisi familiari e forti indebitamenti che favorisconoIl fenomeno del gioco con corresponsione di premi il ricorso all’usura”.in denaro ha avuto negli ultimi anni in Italia unacrescita esponenziale con un’offerta indistinta alla La proposta di legge al Parlamento introduce ilgeneralità dei cittadini. divieto di installazione dei sistemi di gioco d’az- zardo elettronico (c.d. slot - machines o videopoker)“L’immissione continua di nuovi giochi con in luoghi pubblici, o aperti al pubblico e nei circolicorresponsione di premi in denaro non trova ed associazioni, nell’intento di rispondere a una plu-eguali in Europa – continua Capurro - e può ralità di esigenze.essere tollerata solo in caso di eventi contin-genti e straordinari attraverso una “La proposta prevede l’introduzione dellegislazione di emergenza quale il ‘decreto divieto di installazione e di utilizzo di slot - machines e videopoker - continua Capurro - all’interno dei locali pubblici, ma soprattutto finisce per considerare giochi d’azzardo, e pertanto vietati dallo Stato, tutti gli apparec- chi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici che hanno insita la scommessa e che consentono vincite puramente aleatorie di un qualsiasi premio in denaro”. Capurro ritiene tale proposta un punto di partenza che successivamente sarà integrato con una propo- sta di legge regionale.8 DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA
  9. 9. sicurezzaSale giochi Rapallo“Stop all’istruttoria delle pratiche delle cinquesale scommesse già presentate, se non conformialle nuove norme urbanistiche”Il consigliere regionale Armando Ezio Capurroha presentato una proposta di legge alle Camere perregolamentare il fenomeno delle sale giochi, invitagli enti preposti a dare attuazione alla delibera adot-tata dal Comune di Rapallo.“La variante urbanistica, immediatamenteesecutiva, approvata dal Comune di Rapallo– continua Capurro – pone delle limitazioni allapossibilità di apertura delle sale giochi e dellesale scommesse ex artt. 86 e 88 Testo Unicopubblica sicurezza del 1931”.Purtroppo, la delibera è vincolante solo per la fascia carsi, a mio avviso, è quella vigente alentro la cinta ferroviaria, mentre, oltre tale limite, momento del rilascio della autorizzazione epone solo il vincolo di avere parcheggi, pertinenziali non quella alla data della domanda: se cosìall’attività, di superficie non inferiore a mq. 50 e non fosse, il Comune sarebbe interdetto dalpari al 50% della superficie dell’attività commer- porre norme urbanistiche vincolanti a prati-ciale. che che neppure ha visto, al momento attuale”.“Misura largamente insufficiente - affermaCapurro - per la quale avevo presentato unemendamento (respinto) per elevarla ad un Capurro ha inoltre invitato il sindaco di Rapallo adminimo di mq. 100 e pari al doppio della inviare, senza ulteriori indugi, al Questore e al com-superficie del negozio; avevo, inoltre, pre- missariato di Rapallo la notifica della variantesentato un emendamento (respinto) per approvata, unitamente all’invito a fermare l’istrutto-estendere l’area di divieto fino alla zona del ria delle pratiche già presentate, se non conformicasello autostradale”. alle nuove norme urbanistiche.Capurro chiede pertanto al questore di Genova e al “Provvedimento doveroso – conclude Capurro -vice questore di Rapallo di voler fermare le prati- visto il grave problema sociale e di ordineche di autorizzazione, ex art. 88, anche già pubblico che deriverebbe dall’apertura di cin-presentate, visto il divieto comunale all’apertura. que sale scommesse”.“Ritengo un inutile dispendio di energie con-tinuare nell’istruzione di pratiche che sono Capurro ha chiesto infine al Questore di valutareincompatibili con la normativa urbanistica con cortese urgenza la richiesta e auspica una con-del Comune – incalza Capurro - né varrebbe vocazione a Palazzo Doria Spinola, onde poterriferirsi alla data di presentazione della esporre anche la proposta di legge presentata aldomanda, visto che la normativa da appli- consiglio regionale in data 28 novembre 2011.DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA 9
  10. 10. turismoLiguria: una palestra a cielo apertoBisogna destagionalizzare e favorire il turismocongressuale, sportivo e universitarioI consiglieri regionali Massimo “Da sempre il turismo – continua urbanistico di destinazione d’uso adDonzella e Armando Ezio Capurro – rappresenta un volano “albergo” e sancisce l’obbligo diCapurro nei mesi scorsi hanno pre- trainante dell’economia della ogni Comune di effettuare un censi-sentato una interrogazione per nostra Regione, deve essere aiu- mento delle sopramenzionatesollecitare la giunta ad assumere tato attraverso la strutture sulle quali è scattato opeimpegni al fine di valorizzare le predisposizione di appositi legis il ridetto vincolo e di adottare,realtà alberghiere presenti, attra- incentivi e previsioni di benefici conseguentemente, apposita delibe-verso una normativa che agevoli e anche di natura fiscale a favore razione consiliare.favorisca la realizzazione di nuove del settore”.strutture. Importante prevedere “Indispensabile pertanto incen- La legge regionale n. 1 del 7 feb- tivare la destagionalizzazione –anche incentivi dal punto di vista braio 2008 ad oggetto Misure per laqualitativo per la ristrutturazione di conclude Capurro – per favorire il salvaguardia e la valorizzazione turismo congressuale, sportivo,quelle esistenti mantenendo in ogni degli alberghi e disposizioni relativecaso i vincoli di destinazione previ- e di qualità durante tutto l’arco alla disciplina e alla programma- dell’anno”.sti dalla legge regionale. zione dell’offerta turistico-ricettiva“Sono preoccupanti i dati rela- negli strumenti urbanistici comu- Impietosa la lettura dei dati relativitivi agli alberghi degli ultimi nali, è stata promulgata per evitare al numero degli alberghi e posti lettotrent’anni della Liguria. Salvo il fenomeno della dismissione degli che evidenziano quanto accadutoisole felici quali le Cinque Terre alberghi, lasciando pur tuttavia negli ultimi trent’anni:e la città di Genova – spiega degli spazi ai Comuni. i posti letti sono diminuiti passandoCapurro - i risultati non sono L’articolo 2, comma 1, prevede l’as- dagli 88.076 del 1983 agli attualiconfortanti. In confronto soggettamento a specifico vincolo 73.989 (-16,00 %);abbiamo altre regioni italianiche hanno un trend nettamentemigliore come le statistiche evi-denziate indicano chiaramente”Bisogna mettere mano alla leggeregionale del 2008 apportando dellemodifiche al fine di promuovere leattività alberghiereCompito della Regione, difendere epromuovere la ricettività e nel con-tempo procedere con le associazionidi categoria per individuare i puntidi debolezza dell’attuale normativaapportando quelle modifiche indi-spensabili per incentivare il settorealberghiero e non certo incoraggiarela dismissione Rapallo: Hotel Excelsior10 DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA
  11. 11. turismoQuanto è accaduto negli ultimi 30 anniImpietose le statistiche che riguardano la Liguria Rapallo: ex Hotel Savoia chiuso da decennila PROVINCIA DI GENOVA la PROVINCIA DI IMPERIA la PROVINCIA DI LA SPEZIAdal 1983 ad oggi ha visto ridurre la dal 1983 ad oggi ha visto in virtù di una politica diconsistenza degli esercizi drasticamente ridurre il numero marketing turistico, che staalberghieri del 41.12 % (passando degli alberghi del 52.50%dai 676 alberghi del 1983 agli premiando il territorio, dal 1983 ad (passando dai 621 del 1983 agliattuali 398) mentre i posti letto attuali 295), mentre i posti letto oggi ha visto aumentare il numerosono diminuiti del -13.64% (da sono diminuiti del 21.81% (da dei posti letto dai 7.106 agli attuali21.801 agli attuali 18.828); 7.833 (+ 10.23%) riducendo, 19.104 agli attuali 14.937);il dato della Provincia di Genova invece, il numero degli alberghirisulterebbe maggiormente nega- la PROVINCIA DI SAVONA dal 1983 ad oggi ha visto ridurre il solo del 4.89% (da 225 nel 1983tivo se non ci fosse stato negli numero degli alberghi del 29.16% agli attuali 214).ultimi anni un forte incrementodelle strutture alberghiere nel (passando dai 950 del 1983 aglicapoluogo dopo gli eventi delle attuali 673), mentre i posti lettoColombiadi, G8 e Genova Capitale sono diminuiti del 19.15% (daEuropea della Cultura; 40.065 agli attuali 32.391);DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA 11
  12. 12. infrastruttureTunnelRapallo – Santa Margherita:una storia infinitaDa Capurro le uniche proposte per realizzare l’operaDurante il quinquennio il sindaco questa ipotesi? Perche non chiede sono espressi a favore del tunnelCampodonico ha fatto di tutto per alla città se tale progetto è gradito? “corto” (uscita via Piaggio Hotelnon realizzare l’importante infra- La risposta è decisamente sempli- Imperiale) sempre osteggiata, instruttura. Caso più unico che raro ce: la maggior parte dei cittadini passato, da Campodonico; forseil primo cittadino è stato protago- vede con favore il tracciato Rapallo nei prossimi anni arriveranno anista di un grave strappo istituzio- – Rapallo che, nonostante risulti condividere anche il tracciatonale con la Regione Liguria e in meno vantaggioso del Rapallo – “cortissimo” (uscita sulla Pagana).modo particolare con l’assessore Santa Margherita, risolve ugualmen- Purtroppo sarà troppo tardi.alle Infrastrutture Paita. Durante te i problemi del traffico e dell’in-un incontro tra l’assessore e i rap- quinamento atmosferico della città. Per questo è giunto il momento dipresentati dei Comuni di Rapallo e smetterla di giocare con gli inte- In un momento di gravi difficoltà ressi della città, la parola deveSanta Margherita sono emerse in economiche, con poche risorse amodo palese le contraddizioni di passare ai cittadini gli unici che disposizione, Campodonico è l’u- possono esprimersi sulla validitàCampodonico. nico sindaco al mondo che butta al del tracciato Rapallo – Rapallo,Ora è arrivato il momento di dire vento milioni di euro solo per Campodonico ha dimostrato neibasta e fare chiarezza. Persino un appagare un suo capriccio. cinque anni in cui ha amministratobambino ha ormai compreso che, Recentemente il sindaco e alcuni di non essere in grado di prenderedopo il diniego del sindaco De esponenti della maggioranza si decisioni a favore dei rapallesi.Marchi, il tracciato Rapallo – San-ta Margherita non sarà mai realiz-zato. Un fatto purtroppo assodatodel quale diventa inutile parlare.Campodonico non è da meno e conlo stesso ostracismo perpetrato daDe Marchi dice no al traforo Rapal-lo – Rapallo, una delle soluzionipercorribili come è ben evidenziatonello studio di fattibilità dellasocietà TPS incaricata dalla Provin-cia e redatto nel 2007 in seguito alprotocollo d’intesa siglato quandoCapurro era sindaco. Santa Margherita: via Piaggio una delle soluzioni prospettate per l’uscita del traforo da CapurroPerchè Campodonico non vuole quando era sindaco di Rapallo12 DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA
  13. 13. infrastruttureLa raccolta di firmeChe fine hanno fatto le 3.000 firme di quantivogliono il tunnel, consegnate a Campodonico?È passata l’estate ed ora giunge anche il Natale,ma i cittadini di Rapallo sono certi di non trovaresotto l’albero, da parte dell’amministrazionecomunale, nessun regalo riguardante i problemidel traffico.Anzi l’arrivo delle festività e la conseguentepresenza di turisti rischia di aggravare due delleprincipali criticità della nostra città: traffico einquinamento.Evidentemente le 3.000 firme raccolte traresidenti e turisti per sollecitare la realizzazionedel tunnel Rapallo - Rapallo, consegnatenell’agosto scorso da Maurizio Vetrugno, GiorgioCosta, Walter Di Caro e Paolo Iantorno inrappresentanza del Circolo via della Libertà 61, Rapallo: piazza Cavour gazebo per la raccolta firmeal sindaco di Campodonico e al vicesindaco DiAntonio, non hanno sortito nessun effetto.Il Circolo via della Libertà 61, ma soprattutto i Campodonico, invece, non ha mai voluto prenderecittadini di Rapallo, aspettano ancora una in seria considerazione la proposta, condivisasoluzione e delle risposte concrete da parte di dalla maggior parte della cittadinanza, del “tunnelCampodonico. breve” tutto in galleria che dovrebbe collegare laLa realizzazione del tunnel Rapallo - Rapallo è SP. 227 (innesto località Pagana) con il caselloun’opera infrastrutturale determinante al fine di autostradale A12 (piazzale degli Alpini).alleggerire il centro città da un traffico sempre più Soluzione, va ricordato, apprezzata ancheinvadente e nel contempo necessaria per ridurre dall’assessore regionale alle Infrastrutturein modo drastico l’inquinamento atmosferico. Raffaella Paita.In tutti questi mesi Campodonico è stato capace Insomma sotto l’albero di Natale in piazza delladi scaricare su altri responsabilità che sono stazione, la città non troverà oltre ai parcheggi,soltanto le sue. nessun regalo; evidentemente Campodonico al ruolo di Babbo Natale preferisce quello dellaFacile attribuire la colpa al sindaco di Santa Befana ed è pronto, il 6 gennaio prossimo, aMargherita De Marchi che non vuole il tunnel portare quel carbone annerito ulteriormente dalloRapallo - Santa. smog del traffico cittadino.DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA 13
  14. 14. viabilitàMigliorare la viabilitàal casello di RapalloCapurro: la Regione intervenga per risolvere le criticitàIl consigliere regionale ArmandoEzio Capurro è stato costretto apresentare un’interrogazione alpresidente Burlando e all’asses-sore alle Infrastrutture Paita perconoscere quali provvedimentiintendano assumere al fine dirisolvere i problemi del nodo via-rio all’uscita del casello diRapallo.“Sono sempre più frequenti lelunghe code che avvengonosull’autostrada A12 – affermaCapurro - nei pressi dell’uscitadel casello di Rapallo a causadella difficoltà che i veicoli Rapallo: piazzale Genova svincolo casello autostradaleincontrano nell’immettersisulla viabilità ordinaria”. petenti uffici della Regione assumere provvedimenti perTale situazione finisce per arrecare Liguria”. salvaguardare l’immagine e ilgravi disagi a quanti sono costretti Il perdurare di tale circostanza futuro della città”.a utilizzare il casello per motivi di rischia di avere delle conseguenzelavoro con conseguenti perdite di gravissime per quanto attiene al In questi mesi l’atteggiamento del-tempo, ma crea soprattutto un tessuto economico della città e l’amministrazione comunale didanno di immagine per la città di finisce per aggravare un momento fronte a un problema reale e avver-Rapallo che deve, invece, incenti- congiunturale oltremodo difficile, tito dagli automobilisti, è semprevare in tutti i modi la sua naturale con il concreto pericolo che i turi- stato di netta chiusura di fronte avocazione turistica. sti scelgano altre località del quelle soluzioni di buon senso che Tigullio. arrivano non solo dalla Regione“Purtroppo dobbiamo consta-tare – continua Capurro – come “Dopo che l’assessore Paita ha Liguria, ma soprattutto dai citta-l’amministrazione comunale, più volte evidenziato la situa- dini di Rapallo.nonostante le pressanti richie- zione di pericolo che si creaste dei cittadini, ma anche la all’uscita del casello di In occasione delle imminentiSocietà Autostrade non sem- Rapallo, recandosi sul posto e vacante natalizie con conseguentebrano intenzionati a prendere chiedendo interventi urgenti maggior afflusso di veicoli il traf-in considerazione una serie di alla Società Autostrade - con- fico è destinato ad aumentare e,soluzioni prospettate dai com- clude Capurro - bisogna con esso, anche le code.14 DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA
  15. 15. territorioCAPURRO: GARANTIRE LA REALIZZAZIONE DELLA STRUTTURA IN TEMPI CERTIL’ospedale di Reccodiventa Casa della salute“Impiegare i proventi deri- ampia disponibilità,vanti dalla vendita della accogliendo glipalazzina ex Sideco per emendamenti alpotenziare la casa della salute Piano di riordinoprevista nell’ex nosocomio presentati dal sotto-S. Antonio di Recco”. scritto che indicano per la città di Rec-Il consigliere regionale Armando co: piastra ambula-Ezio Capurro ha presentato, al toriale completa,riguardo, una interrogazione a realizzazione di unrisposta immediata al presidente “country hospital”,della giunta regionale Burlando. potenziamento del servizio 118; non-Il Piano di riordino sanitario ché lassicurazioneapprovato nell’agosto 2010 dal che lalienazione Recco: l’ingresso dell’ormai ex ospedale Sant’Antonioconsiglio regionale ha previsto la degli immobili dichiusura dellospedale Sant’Anto- proprietà regiona-nio di Recco e la trasformazione le, tra questi lain polo riabilitativo ortopedico di palazzina ex Sideco, destinati L’ex Sideco era stata acquistataparte dell’immobile. a servizi ambulatoriali pre- dalla giunta Biasotti nel 2002 per senti in città consentirà lim- una cifra di circa 2 milioni di“Lassessore regionale alla piego futuro delle risorse euro con l’intento di realizzarviSalute Montaldo – afferma conseguite per potenziare gli ambulatori dellAsl 3, soluzio-Capurro - ha manifestato la più lattività sanitaria a Recco”. ne poi tramontata a causa dei tagli apportati alle risorse previ- ste per la sanità ligure. “Appresa la volontà da parte di un noto gruppo imprendi- toriale di acquisire, all’inter- no dell’operazione IML, anche la palazzina ex Sideco – conclude Capurro - sembra pertanto opportuno accelera- re i tempi dell’alienazione daGenova: incontro in Regione dei sindaci del Golfo Paradiso con i rappresentanti dei gruppi consiliari parte della Regione”.DICEMBRE 2011 n.1 NOI con la LIGURIA 15

×