Progetto Bambino Autore

10,921 views
10,808 views

Published on

Published in: Education, Technology
1 Comment
0 Likes
Statistics
Notes
  • Professore: sì, afortunadamente, ’los niños tienen la mala costumbre de no pedir permiso para aprender’.
       Reply 
    Are you sure you want to  Yes  No
    Your message goes here
  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
10,921
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9,064
Actions
Shares
0
Downloads
15
Comments
1
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Progetto Bambino Autore

  1. 1. ?! www.bambinoautore.it RA CO N A Clifford Stoll Credo che una buona scuola non Confessioni di un eretico high-tech abbia bisogno dei computer … … che una scuola mediocre rimanga tale nonostante il più veloce dei collegamenti Internet
  2. 2. Perché allora l’informatica dalle 1a elementare?
  3. 3. Cos’è cambiato? pedagogico culturale sociale
  4. 4. Il bambino e il gioco
  5. 5. Evoluzione sociale IO GENITORI BAMBINO
  6. 6. E LA SCUOLA? Mentre la società si evolve a questa velocità…
  7. 7. Ora l’informatica si fa dalla prima elementare! Sì, ma con quale idea di bambino? … i principali componenti del computer, pulsante di accensione, monitor, tastiera, mouse… … accendere e spegnere la macchina Attivare il collagamento internet Accedere ad alcuni siti internet, ad esempio quello della scuola…
  8. 8. E i nuovi libri di testo? L’idea di Bambino: Piccoli impiegati che devono fare “a st una mini patente e” europea del de computer l l’i nf or m at ic a
  9. 9. Conoscenza delle nuove tecniche comunicative un e gi lor to ag va Da affiancare alla Il comunicazione in presenza
  10. 10. Comunicazione Piccola, grande rivoluzione importante tanto (forse)
  11. 11. Il mito di Theuth (Fedro, Platone) …una volta che viene messo per iscritto, il discorso rotola dappertutto. Nelle mani di chi se ne intende come pure in quelle di coloro a cui non importa nulla… (Socrate)
  12. 12. Blog – chat - SMS Impoveriscono la proprietà del linguaggio? Scrittura più immediata Più simile ad una conversazione Oralità che si trasforma in scrittura? Comunicare con… e non comunicare a… Immediatezza, … pensare in linea Infante
  13. 13. Nel futuro R. Simone – La terza fase Lo scritto e il parlato tendono sempre di più a coincidere ….. …. non sappiamo se servirà per trasmettere conoscenze … E’ certo che non potremo più trattarlo con sufficienza
  14. 14. Il bambino autore Lavoro cooperativo in Internet Nuove modalità comunicative
  15. 15. Collegamento asincrono: un computer accede alle informazioni tramite un nodo della rete. E-MAIL alunni – insegnanti alunni-alunni insegnanti - insegnanti FORUM
  16. 16. Condotte da osservare Messaggio: il testo dell’ e-mail Prodotto narrativo: disegno, testo,… allegato all’ e-mail
  17. 17. Modalità di osservazione Osservazione diretta del comportamento Lettura dei messaggi Lettura del testo narrativo prodotto
  18. 18. Su cosa lavorare? dell’emittente Comportamenti del destinatario
  19. 19. Emittente Risulta individuabile chi Pensiero scrive socializzato Capacità di …tiene conto dell’altro decentramento Il messaggio risponde alla scopo
  20. 20. Connotazione del messaggio Nella comunicazione in presenza è affidata al non verbale Nella comunicazione via internet bisogna affidarsi alle opportunità offerte dal computer… sottolineato colore Emoticon 
  21. 21. Destinatario Comprensione del messaggio Comprensione della consegna Comprensione della connotazione
  22. 22. Attività didattiche Comunicazione e cooperazione: Il web come piazza
  23. 23. Ma per fortuna! LOS NINOS TIENEN LA MALA COSTRUMBRE DE NON PER IR PERMIZO (a noi adulti) PAR EMPARAR

×