Come Cambia la Scuola del web 2.0

60,168 views
71,982 views

Published on

Presentazione al Convegno dell'Agenzia Scuola di Montecatini, 11 maggio 2009

Published in: Education, Technology

Come Cambia la Scuola del web 2.0

  1. 1. 1. COME CAMBIANO L’EDUCAZIONE E LA FORMAZIONE NELL’ERA DIGITALE? <ul><li>La didattica digitale oltre l’aula </li></ul>
  2. 2. E-learning -Tel nel mondo <ul><li>La mappa della diffusione dell'e-learning nel mondo vede - sia in termini di utenti che di fatturato del settore - in posizione dominante gli Stati Uniti seguiti da vicino dal Regno Unito e dai paesi del nord-europa ( Svezia , Finlandia , Norvegia ); la tendenza di crescita è stata stimata in valori a 2 cifre decimali da vari osservatori. </li></ul><ul><li>Per il mercato USA sono state fatte previsioni di crescita da </li></ul><ul><li>- 10,3 Mld$ di mercato nel 2001 </li></ul><ul><li>80,5 Mld$ nel 2006 </li></ul><ul><li>212Mld$ nel 2011 </li></ul><ul><li>Anche gli utenti del continente asiatico utilizzano in proporzione rapidamente crescente tecnologie di e-learning. (Forrester Research). </li></ul>
  3. 3. Le direttive OCDE Innovazione, tecnologia e qualità al servizio della didattica L’innovazione nel campo delle tecnologie didattiche e delle metodologie di erogazione on-line e in forma blended della didattica rappresenta anche secondo l’OCSE uno dei punti cardine della competitività e la sostenibilità economica delle singole istituzioni universitarie, così come per i sistemi universitari dei paesi avanzati (OCDE 2005).
  4. 4. Immigranti e nativi digitali: Capacità comunicative e stili di ammprendimento quote Veen, W. & Vrakking, B. (2006). Homo Zappiens, Growing up in a Digital Age . London, Network Continuum Ed <ul><li>Digital immigrants </li></ul><ul><ul><li>Codice alfabetico </li></ul></ul><ul><ul><li>Apprendimento lineare </li></ul></ul><ul><ul><li>Stile comunicativo uno a molti </li></ul></ul><ul><ul><li>Apprendimento per assorbimento </li></ul></ul><ul><ul><li>Internalizzazione riflessione </li></ul></ul><ul><ul><li>Autorità del testo </li></ul></ul><ul><ul><li>Primo leggere </li></ul></ul><ul><li>Digital native </li></ul><ul><li>Codice digitale </li></ul><ul><li>Apprendimento Multitasking </li></ul><ul><li>Condividere e creare la conoscenza (Mp3 Wikipedia) </li></ul><ul><li>Apprendere ricercando giocando esplorando </li></ul><ul><li>Esternalizzazionie dell’apprendimento </li></ul><ul><li>Comunicazione versus riflessione </li></ul><ul><li>No autorità del testo multicodicalità </li></ul><ul><li>Connettersi navigare ed esplorare </li></ul>
  5. 5. 2. COME CAMBIA IL MODO DI APPRENDERE? <ul><li>La didattica digitale oltre l’aula </li></ul>
  6. 6. Dall’apprendimenti alfabetico per accumulazione Possibilità escluse Sintesi memoriale 4 P Possilità aperte f s1 s2 s3
  7. 7. Dal book all’eBook
  8. 8. Sony: la concorrenza
  9. 9. All’apprendimento multitasking per navigazione/cooperazione 1 Testualità lineare ∞ infinito Lessìe
  10. 10. The machine is Us/ing Us
  11. 11. Web 1.0 -> Web 2.0
  12. 12. 3. COS’È IL WEB 2.0? <ul><li>La didattica digitale oltre l’aula </li></ul>
  13. 13. Web 2.0 = Web is You!
  14. 14. Web 2.0 <ul><ul><li>Termine coniato da Tim O'Reilly nel 2004 per definire una serie di fenomeni che denotano una trasformazione del WWW, a livello tecnologico (feed RSS, Ajax, openApi, WebServices … ) e sociale (Blog, Wiki … ) </li></ul></ul><ul><ul><li>“ Web 2.0 refers to a perceived second generation of web-based communities and hosted services — such as social-networking sites, wikis, and folksonomies — which aim to facilitate creativity, collaboration, and sharing between users.” </li></ul></ul><ul><ul><li>Fonte: http://wikipedia.org / </li></ul></ul>
  15. 15. Perché nasce l’esigenza di parlare di web 2.0? NUOVE TECNOLOGIE NUOVE IMPRESE NUOVI MODELLI DI BUSINESS NUOVI COMPORTAMENTI WEB 2.0
  16. 16. Cosa cambia nel web 2.0 <ul><li>Creare contenuti  Es. Blog </li></ul><ul><li>Connettere persone  Social networking </li></ul><ul><li>Collaborare on-line  Google docs </li></ul><ul><li>Connettere servizi/basi dati  flickr maps </li></ul>PERSONE CONTENUTI SERVIZI
  17. 17. 4. SU COSA SI BASA LO SVILUPPO DEL WEB 2.0? <ul><li>La didattica digitale oltre l’aula </li></ul>
  18. 19. La Banda Larga: la tecnologia abilitante <ul><li>La didattica digitale oltre l’aula </li></ul>
  19. 20. La banda larga
  20. 23. Cosa possiamo fare con la banda larga?
  21. 24. Il web come piattaforma <ul><li>Creare contenuti </li></ul><ul><li>Connettere persone </li></ul><ul><li>Connettere servizi/basi dati </li></ul><ul><li>Collaborare on-line </li></ul>PERSONE CONTENUTI SERVIZI
  22. 25. IL WEB COME PIATTAFORMA PER: CREARE E CONDIVIDERE CONTENUTI <ul><li>La didattica digitale oltre l’aula </li></ul>
  23. 26. Dal sito statito al blog
  24. 27. IL WEB COME PIATTAFORMA PER: COLLABORARE IN RETE <ul><li>La didattica digitale oltre l’aula </li></ul>
  25. 28. GOOGLE SUITE <ul><li>L’idea di voler offrire una serie di servizi per il lavoro quotidiano . La convergenza in un account di tutto ciò che può servire a chi utilizza un personal computer. </li></ul>
  26. 29. Stand alone  Network computing  social computing <ul><li>Il software si trasferisce dai nostri hard disk al web </li></ul><ul><ul><li>Sistema operativo es.: zoho </li></ul></ul><ul><ul><li>Applicativi </li></ul></ul><ul><ul><ul><li>Google docs </li></ul></ul></ul><ul><ul><ul><li>Software di editing audio/video/foto </li></ul></ul></ul><ul><li>In ottica di sistema </li></ul><ul><ul><li>Il web diventa il sistema operativo della rete </li></ul></ul><ul><ul><li>I servizi web 2.0 diventano i programmi applicativi per l’intera internet </li></ul></ul>
  27. 30. IL WEB 2.0 COME PIATTAFORMA PER CONNETTERE PERSONE <ul><li>La didattica digitale oltre l’aula </li></ul>
  28. 31. Gradi di separazione I miei amici (1° grado) gli amici dei miei amici (2° grado) gli amici degli amici dei miei amici (3°grado) A D A e D si possono conoscere attraverso 2 persone (B e C) che possono metterli in contatto (si dice che hanno 3 gradi di separazione ) B C R.Polillo – Corso Web 2.0 (nov 2008)
  29. 32. Connessioni in Facebook
  30. 33. <ul><li>160.000.000 di utenti </li></ul><ul><li>Legami basati sulla fiducia (o quasi) </li></ul><ul><li>Elevata interazione </li></ul><ul><li>Il “Pubblico” </li></ul><ul><ul><li>Selezionato (gli amici) </li></ul></ul><ul><ul><li>potenziale </li></ul></ul><ul><li>Integrazione di più forme di comunicazione </li></ul><ul><ul><li>Possibilità di creare gruppi </li></ul></ul><ul><ul><li>Microblogging </li></ul></ul><ul><ul><li>Photo/video Sharing </li></ul></ul><ul><ul><li>Instant messaging </li></ul></ul><ul><ul><li>Posta interna </li></ul></ul> caratteristiche
  31. 34. 5. LA DIDATTICA DIGITALE DENTRO L’AULA <ul><li>Spazi della didattica e strumenti digitali in aula </li></ul>
  32. 35. <ul><li>2. La didattica digitale digitale dentro l’aula </li></ul><ul><li>Spazi della didattica e strumenti digitali in aula </li></ul>
  33. 36. Dalla lavagna tradizionale…
  34. 37. … Alla LIM: Lavagna Interattiva Multimediale
  35. 42. I vantaggi della LIM
  36. 46. I NETBOOK <ul><li>La didattica digitale oltre l’aula </li></ul>
  37. 51. Thailand
  38. 52. Scuola di Galadima

×