• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Corso Tecnologie Mobile - Lezione laboratorio 2
 

Corso Tecnologie Mobile - Lezione laboratorio 2

on

  • 822 views

Slide della seconda attività di laboratorio del corso ENAIP in Tecnologie di Rete Mobile. Realizziamo insieme un semplice progetto per monitorare la posizione della nostra automobile

Slide della seconda attività di laboratorio del corso ENAIP in Tecnologie di Rete Mobile. Realizziamo insieme un semplice progetto per monitorare la posizione della nostra automobile

Statistics

Views

Total Views
822
Views on SlideShare
744
Embed Views
78

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

5 Embeds 78

http://caspaolo.blogspot.it 39
http://caspaolo.blogspot.com 33
http://www.mybestcv.co.il 4
http://caspaolo.blogspot.sk 1
http://caspaolo.blogspot.ro 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Corso Tecnologie Mobile - Lezione laboratorio 2 Corso Tecnologie Mobile - Lezione laboratorio 2 Presentation Transcript

    • Tecnologie Mobili - Lezione Laboratorio 2 Ritroviamo l’automobile
    • Requisiti
      • Sviluppare una applicazione che consente di definire dove si trova un veicolo utente e di recuperare la posizione in un secondo momento
        • Visualizzazione sulla cartina
        • Identificazione del percorso per raggiungere l’auto
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011 http://www.flickr.com/photos/vimages/2474339271/ Vogliamo evitare questo…
    • Passo 1 - Creazione del progetto
      • Creiamo un progetto come abbiamo già fatto la scorsa settimana, per iPhone, senza abilitare alcuna opzione
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Passo 2 – Importiamo le librerie necessarie
      • Prima di avviare la realizzazione del progetto dobbiamo importare 2 librerie necessarie al nostro progetto
        • MAPKIT : libreria per la gestione delle mappe e dell’interazione con le mappe
        • CORELOCATION : libreria per la gestione del segnale GPS e per l’identificazione della posizione dell’utente.
      • Importeremo le due librerie all’interno dei file ViewController.h e ViewController.m
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Passo 2 – Importiamo le librerie necessarie Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011 Qui >>
    • Passo 3 – Inseriamo le componenti grafiche
      • Di cosa abbiamo bisogno ?
        • Un pulsante per la memorizzazione della posizione
        • Un pulsante per visualizzare il percorso dalla posizione attuale alla posizione dell’auto
        • Un pulsante per eliminare la posizione memorizzata
        • Una etichetta per visualizzare l’indirizzo dove è posizionato l’utente
        • Una etichetta per visualizzare l’indirizzo dove è posizionata l’auto
        • Ed infine…la mappa
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Passo 3 – Inseriamo le componenti grafiche Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Passo 4 – Aggiungiamo i riferimenti all’interno del codice
      • All’interno del codice dobbiamo aggiungere i riferimenti ad alcuni elementi o attività della nostra interfaccia grafica.
      • Quali ?
        • Le due etichette…poiché dobbiamo scriverci all’interno.
        • La mappa…poiché dobbiamo collocarci all’interno la posizione dell’utente e dell’auto
        • Le azioni da collegare ai pulsanti
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Passo 4 – Aggiungiamo i riferimenti all’interno del codice Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Passo 5 - Introduciamo i metodi per la gestione della mappa
      • All’interno del metodo viewDidLoad indichiamo che la nostra mappa dovrà visualizzare automaticamente la posizione dell’utente.
        • self.map.showsUserLocation = YES;
      • Nel file xib devo collegare il delegato della mappa alla File ’ s Owner, per indicare che è il controller stesso a controllare alcuni dei comportamenti della mappa
      • In particolare andremo a ridefinire il metodo - (void) mapView:(MKMapView *)mapView didUpdateUserLocation:(MKUserLocation *)userLocation per garantire l ’ aggiornamento della posizione dell ’ utente
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Passo 5 - Introduciamo i metodi per la gestione della mappa Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011 << Localizzazione dell’utente << Centro la mappa
    • Passo 5 - Introduciamo i metodi per la gestione della mappa
      • Il metodo
        • (void)setCenterCoordinate:(CLLocationCoordinate2D)coordinate animated:(BOOL)animated;
        • centra la mappa attorno alla posizione dell’utente
      • Il metodo
        • - (void)setRegion:(MKCoordinateRegion)region animated:(BOOL)animated;
        • utilizza la posizione dell’utente e dell’autoveicolo per definire una opportuna area per la visualizzazione all’interno della mappa che consenta di visualizzare tutte le informazioni necessarie.
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Passo 6 - Il geocoding
      • Dobbiamo identificare l’indirizzo delle posizioni GPS dove si trova l’utente e dove si trova l’automobile.
      • Nello specifico dobbiamo fare la cosiddetta attività di GEOCODING (dalle coordinate all’indirizzo)
        • Il contrario prende il nome di Reverse Geocoding
      • Dalla versione 5.0 il geocoding è realizzato mediante i metodi della classe CLGeocoder e, in particolare, il metodo geocoder reverseGeocodeLocation:location completionHandler
        • completitionHandler è un puntatore a funzione, che l ’ utente può definire sul momento per consentire la gestione del risultato della funzione di geocoding.
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011 http://www.flickr.com/photos/irisheyes/7282155
    • Passo 6 - Il geocoding
      • Quando attivare il processo di geocoding ?
        • All’avvio del sistema per la posizione utente e della eventuale posizione dell’auto già registrata
        • Alla modifica della posizione utente
        • Alla registrazione di una nuova posizione per l’auto
      • Cosa fare all’arrivo dei dati ?
        • I dati del processo di geolocalizzazione sono memorizzati all’interno di un oggetto CLPlacemark.
        • I campi dell’oggetto, opportunamente formattati, devono essere assegnati all’interno delle stringhe che descrivono i due indirizzi
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Passo 6 - Il geocoding Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011 << Formattazione dei dati << Funzione di callback
    • Passo 7: salvataggio dei dati
      • Per la memorizzazione dei dati ed il loro recupero al riavvio della applicazione utilizziamo il meccanismo di persistenza più semplice fra quelli offerti da iOS: NSUserDefaults
        • Hashtable chiave-valore di oggetti persistenti, che l ’ utente può utilizzare per memorizzare informazioni
        • E ’ consigliabile solo per insiemi limitati di informazioni.
        • Il metodo synchronize ne consente la memorizzazione.
      Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011
    • Domande ??? Grazie a tutti per l’attenzione Dr. Paolo Casoto, Ph.D - 2011