Your SlideShare is downloading. ×
Presentazione Last Minute Market | Giugno 2013
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Presentazione Last Minute Market | Giugno 2013

2,003

Published on

Last Minute Market è una società spin-off dell'Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi alimentari (e non) e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni. Opera su …

Last Minute Market è una società spin-off dell'Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi alimentari (e non) e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni. Opera su tutto il territorio nazionale, a favore di imprese e della pubblica amministrazione per l’ideazione, implementazione e monitoraggio di progetti di recupero dei beni invenduti (o non commercializzabili) a favore di enti caritativi. LMM è anche ricerca, formazione e analisi dei dati sugli sprechi; promuove inoltre una vasta gamma di iniziative di comunicazione volte a sensibilizzare l’opinione pubblica, le imprese e le istituzioni italiane ed europee sul problema degli sprechi e sulla necessità e l’urgenza di prevenirli, ridurli, eliminarli

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,003
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
7
Actions
Shares
0
Downloads
30
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. LAST MINUTE MARKETSOCIETÀ SPIN-OFF DELL’ UNIVERSITÀ DI BOLOGNA
  • 2. CHI SIAMOLast Minute Market è una società spin-off dellUniversità di Bolognaimpegnata sul fronte della riduzione degli sprechi alimentari (e non) e dellaprevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni. Opera su tutto il territorio nazionale,a favore di imprese e della pubblica amministrazione per l’ideazione,implementazione e monitoraggio di progetti di recupero dei beniinvenduti (o non commercializzabili) a favore di enti caritativi. LMM è anchericerca, formazione e analisi dei dati sugli sprechi; promuove inoltre una vastagamma di iniziative di comunicazione volte a sensibilizzare l’opinione pubblica,le imprese e le istituzioni italiane ed europee sul problema degli sprechi esulla necessità e l’urgenza di prevenirli, ridurli, eliminarli.Obiettivo1998 Progetto di ricerca2001 Associazione2003 Società Cooperativa2008 Spin-off accademico
  • 3. COSA FACCIAMO & PER CHIEnti locali ImpreseTerzo settore CittadiniProgetti di recuperoRicercaAnalisi dei datiFormazioneComunicazione
  • 4. LMM si avvale di un team operativo affiancato da docentie ricercatori dellUniversità di Bologna. Con oltre 10 annidi esperienza sul campo LMM ha consolidato un metododi lavoro efficace ed efficiente che permette di attivare inmaniera progressiva il sistema donazioni/ritiri tenendosotto controllo gli aspetti nutrizionali, igienico-sanitari,logistici e fiscali.Nella fase di sviluppo dei progetti, oltre al coinvolgimentodei soggetti donatori e beneficiari, lavoriamo a strettocontatto con gli assessorati alle attività produttive, allepolitiche sociali e culturali degli enti locali, con prefetturee ASL in modo tale da garantire la perfetta conformitàcon le normative vigenti, la trasparenza delle procedure, ilmonitoraggio e la quantificazione dei risultati ottenuti.Progetti con alto contenuto innovativo, studiati su misuradi interlocutori, sia pubblici che privati si realizzano cosìgrazie allo stretto contatto tra il mondo universitariodella Facoltà d’Agraria dell’Alma Mater Studiorum -Università di Bologna e attori imprenditoriali eistituzionali.I PROGETTI DI RECUPEROUN MODELLO CONSOLIDATO10 anni diesperienzaun modelloconsolidatoconformitànormativatrasparenzadelleproceduremonitoraggiodei risultatiprogettistudiati sumisura
  • 5. LMMCoordinamentotecnicoAMMINISTRAZIONE LOCALECoordinamento generaleIMPRESEdonatoriONLUSbeneficiariRapportoDirettoModelloWin-Win+ benefici - costi per tuttiKM 0 dello sprecoStakeholdersASLPrefettureMuliutilitiesAssociazioni di categoriaCittadiniIL MODELLO LAST MINUTE MARKETI PROGETTI DI RECUPERO
  • 6. • Recupero dei prodottialimentari invendutida attività produttivee commerciali, inparticolare dallaGDO.Food• Recupero eccedenzedalla ristorazionecollettiva pubblica eprivata (es. scuole,ospedali, menseaziendali etc...).Catering• Recupero invenduti dafarmacie.• Recupero farmaci nonutilizzati dai cittadini.Pharmacy• Recupero di prodotti«non alimentari» daproduzione ecommercio.No-Food• Recupero libriinvenduti dalle caseeditrici.Book• Recupero eccedenzeagricole nell’ambitodella PAC (PoliticaAgricolaComunitaria).HarvestI PROGETTI DI RECUPERO6 AREE DI ATTIVITA’3 principali
  • 7. Aspetti fiscali-amministrativiAspetti igienico-sanitariAspettilogistico-organizzativiComunicazioneMonitoraggio e valutazione degli impattiNon gestisce i prodottiNon ha un interesse direttoNon prende provvigioniIL RUOLO DI LAST MINUTE MARKETI PROGETTI DI RECUPERO
  • 8. AmbientaliEconomiciSocialiNutrizionaliCulturaliIMPATTI POSITIVII PROGETTI DI RECUPERO
  • 9. ImpreseRiduzione costi dismaltimento +benefici fiscaliOttimizzazionedella logisticaMaggiore visibilità+ resp. sociale diImpresa (CSR)3°SettoreCibo gratuito dielevata qualitàRe-investimentosoldi risparmiatiMiglioramentoservizi allapersonaPub.AmministrazioneRiduzione deirifiuti in discaricaMiglioramentoservizi assistenzialiOttimizzazionedelle risorseeconomicheSocietàRiduzione delleesternalitànegativeEducazione -Awareness raisingReciprocità erelazionalitàBENEFICI PER I SOGGETTI COINVOLTII PROGETTI DI RECUPERO
  • 10. ALCUNI ESEMPI1 ipermercato (A) 150 ton/anno1 ipermercato (B) 65 ton / anno1 ipermercato (C) 35 ton / anno1 supermercato 10 ton / anno15 negozi piccolo e medio dettaglio 60 ton /anno1 mercato ortofrutticolo 30 ton /anno11 farmacie 11.300 €/anno8 mense scolastiche 15.000 pasti/anno6 punti vendita della GDO (non alimentari) 100.000 € /anno1 ospedale 15.000 pasti/anno12 case editrici 47.000 libri/annoScontiTIA per 15 punti vendita 15.000 €/annoI PROGETTI DI RECUPERO
  • 11. LA RICERCALast Minute Market mette a frutto le conoscenze sviluppate nell’ambitodelle attività di ricerca coordinate dal Prof. Andrea Segrè, Direttore delDipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-alimentari dell’Università diBologna. Fin dalla sua nascita nel 1998 come progetto di ricerca, leattività di LMM sono accompagnate da una intensa attività di studio cheindaga sulle cause e sugli impatti ambientali, nutrizionali economici esociali degli sprechi. Progetti con alto contenuto innovativo, studiati sumisura di interlocutori, sia pubblici che privati si realizzano così grazieallo stretto contatto tra il mondo universitario e attori imprenditoriali eistituzionali.I numeri Le cause Gli impatti Le soluzioni
  • 12. Last Minute Market è partner delprogetto europeo di ricercaFUSIONS. Il progetto intendecontribuire all’armonizzazione delleprocedure adottate negli stati membridell’Unione per la contabilità, ilmonitoraggio e la rendicontazione del“food waste” lungo la filieraagroalimentare, verso lo sviluppo diuna nuova politica comune europeaper il contrasto agli sprechi di cibo.Finanziato nell’ambito del settimoprogramma quadro di ricerca esviluppo della Commissione Europea, èpromosso da 21 partners provenientida 13 paesi. Iniziato nell’agosto del2012, il Progetto terminerà nellostesso mese del 2016.LA RICERCAIL PROGETTO FUSIONSwww.eu-fusions.org
  • 13. ANALISI DEI DATIEVALUTAZIONE DEGLI IMPATTIL’analisi dei dati sugli sprechi e la valutazione degli impatti ambientali,nutrizionali, economici e sociali associati è parte integrante dei progetti direcupero attivati da Last Minute Market. La metodologia di analisi e divalutazione adottata frutto dell’attività di ricerca svolta in seno aldipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università diBologna viene proposta come servizio alle imprese che hanno attivatopropri sistemi di recupero delle eccedenze e dei prodotti invenduti.
  • 14. • 65 tonsQuantiprodottirecuperatiin un anno ?• Pane e prodotti da forno: 2%• Latticini: 5%• Generi vari: 10%• Carne: 18%• Frutta & verdura: 65%Qualiprodotti ?• Ambientali• Nutrizionali• Sociali• EconomiciQualiimpattipositivi ?ANALISI DEI DATI SUI RECUPERIes. IL CASO DI UN IPERMERCATO DA 6/7000 m2
  • 15. Un osservatorio per indagare le cause degli sprechi, quantificare ilfenomeno, promuovere policy di comportamento e favorire la riduzioneconcreta dello spreco.L’osservatorio è stato lanciato da Last Minute Market in collaborazione conSWG nel corso della campagna «Un anno contro lo spreco 2013». In questaoccasione sono stati presentati i dati dell’indagine sullo spreco domestico inItalia, realizzata in collaborazione con: Dipartimento di Scienze e TecnologieAgro-alimentari dell’Università di Bologna; Dipartimento di ScienzeStatistiche dell’Università di Bologna; Commissione Europea (DG JCR,Istituto per la Tutela della Salute dei Consumatori) e Karlsruher Institut fürTechnologie (KIT).WASTE WATCHERL’OSSERVATORIO SUGLI SPRECHI
  • 16. LA FORMAZIONELMM realizza di percorsi formativi rivolti alleimprese e al terzo settore sugli aspetti normativi,logistici e igienico-sanitari per una correttagestione e conservazione degli alimenti. I corsisono rivolti in particolare alle persone che, avario titolo, partecipano a progetti di raccolta eredistribuzione alimentare.aspetti normativi aspetti logistici aspetti igienico-sanitariGestione e conservazione degli alimenti
  • 17. LA COMUNICAZIONEUN ANNO CONTRO LO SPRECO
  • 18. LA COMUNICAZIONELast Minute Market, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze e Teconologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna promuove e organizza ogni anno la campagna disensibilizzazione europea «Un anno contro lo spreco». La campagna, lanciata nel 2010 instretta partnership con il Parlamento europeo-Commissione Agricoltura e Sviluppo rurale èstata dedicata nel 2010 agli sprechi alimentari, nel 2011 agli sprechi idrici e nel 2012 agli sprechienergetici. Il 2013 è l’anno di «Spreco Zero» che affronta in maniera trasversale il problemadello spreco di risorse naturali e quello dell’efficienza nel loro uso. La risoluzione delparlamento europeo del 12 gennaio 2012 sugli sprechi alimentari e la firma della «carta per unarete di enti territoriali a spreco zero» da parte di centinaia di enti locali tra comuni, provincie eregioni, sono tra i principali traguardi raggiunti dall’iniziativa.«UN ANNO CONTRO LO SPRECO»2010Cibo2011Acqua2012Energia2013SprecoZero
  • 19. PRIMO NON SPRECAREAllinterno della campagna “Un anno contro lo spreco” Last Minute Market, incollaborazione con «Caterpillar - RADIO 2» propone «Primo non sprecare»:un format di pranzi e cene rivolti a centinaia di commensali, realizzati anche concibo «di recupero» e declinati in sfiziosi menu grazie all’estro e al talento culinariodi noti chef italiani. Sensibilizzare l’opinione pubblica sullo scandalo degli sprechialimentari e creare un momento di convivialità che abbia al centro cibo buono,salutare e donato sono gli obiettivi e al tempo stesso gli ‘ingredienti’ principali di“Primo non sprecare”.PRANZI E CENE CONTRO LO SPRECOBolognaTorinoBruxellesSenigalliaRoma Fano
  • 20. Primo non sprecare - Alcune immagini delle iniziative realizzate
  • 21. INIZIATIVE ISTITUZIONALI28 ottobre 2010Nell’ambito della campagna“Un anno contro lo spreco2010” si tiene presso ilParlamento Europeo aBruxelles la conferenza daltitolo «Transforming FoodWaste into a Resource».LMM presenta ladichiarazione Congiuntacontro lo SprecoAlimentare che sarà allabase della Risoluzionecontro lo spreco di cibodel gennaio 201219 gennaio 2012Il Parlamento europeo,sulla base delleDichiarazione presentatada LMM nel 2010,approva la Risoluzione«Come evitare lo spreco dialimenti: strategie permigliorare lefficienza dellacatena alimentare nellUE»e chiede allaCommissione diproclamare il 2014«Anno Europeo conto loSpreco Alimentare»29 settembre 2012Nell’ambito dellacampagna “Un annocontro lo spreco 2012”, a«Trieste Next», LastMinute Market lancia la«carta spreco zero» conl’obiettivo di coinvolgerele amministrazioni localiitaliane ed europee nellalotta contro gli sprechialimentari. I primi 100sindaci firmano la carta.20 maggio 2013Nell’ambito dellacampagna “Un annocontro lo spreco 2013”, siè tenuta a Padoval’iniziativa “MILLESINDACI A SPRECOZERO”, evento diportata internazionale,volto ad estendere ilcoivolgimento delleamministrazioni localiitaliane ed europeeverso gli obiettivi indicatinella «carta sprecozero». Ad oggi (1 Giugno2013) sono circa 500 leamministrazionifirmatarie.
  • 22. 30 settembre 2012,TRIESTE NEXT - Salone europeo sullinnovazione e la ricerca scientifica: lancio della carta «spreco zero»
  • 23. 7 dicembre 2012, Sasso Marconi, Cerimonia di firma della carta «spreco zero» dei Sindaci della Regione Emilia Romagna - foto Marchioni
  • 24. Venerdì 10 maggio 2013: Tolentino, cerimonia di firma della carta «spreco zero» dei sindaci della provincia di Macerata (MC)
  • 25. 20 Maggio 2013 - Padova: 1000 Sindaci a Spreco Zero | Evento inaugurale della GreenWeek delleVenezie
  • 26. Enti localiAltri enti istituzionionaliFondazioniGDORistorazione collettivaProduzione e distribuzioneMercati ortofrutticoliMultiutilityOspedaliFarmacieCase editriciAltro
  • 27. ENTI LOCALIComuni• Basiliano• Bologna• Budrio• Carpi• Cesena• Cesenatico• Codroipo• Daverio• Faenza• Ferrara• Fiorenzuola DArda• Ivrea• Latina• Lecco• Manfredonia• Martignacco• Mercato Saraceno• Modena• OcchiobelloComuni• Ozzano nellEmilia• Pagnacco• Pavia di Udine• Povoletto• Pozzuolo del Friuli• Ragusa• Ravenna• Reana del Rojale• San Lazzaro diSavena• Sesto Calende• Sesto S. Giovanni• Settimo T.• Spilimbergo• Tavagnacco• Travedona Monate• Trieste• Udine• Varano Borghi• Vignola• ViterboProvincie• Ancona• Bologna• Ferrara• Mantova• Parma• Pesaro e Urbino• Verona• Viterbo• TorinoRegioni• FriuliVenezia Giulia• Emilia-Romagna• Puglia• Sardegna• Sicilia• Veneto
  • 28. Agenzie• Agenzia Regionaledel Lavoro - RegioneSardegna• Agenzia per loSviluppo EmpoleseValdelsaATO• Ato Forlì- Cesena(Provincia di Forlì-Cesena e i suoi 30Comuni)Distretti• Distretto diCasalecchio di Reno• Distretto di SestoCalendeUniversità• Università degliStudi dellaTuscia diViterbo• Università diBologna• Università di BuenosAires (Argentina)• Università di Ferrara• Università di SanPaolo (Brasile)ALTRI ENTI ISTITUZIONALI
  • 29. Fond.Agnelli Fond. CariveronaFond. Cassa diRisparmio di CentoFond. Collegio SanCarlo di ModenaFond. Del Monte diBologna e RavennaFond. Provincia diLeccoFONDAZIONI
  • 30. Coop Adriatica Unicoop Firenze Nordiconad Leclerc PanoramaCarrefour FinIper Despar Interspar BennetGruppo GS Sma E.Leclerc-Conad Il Gigante Plenty MarketGDO - GRANDE DISTRIBUZIONELMM-FOOD & NO FOOD
  • 31. SupermercatoPalmarketSupermercatiPellicanoIper SIGMA LD MarketGruppo CRAI Gruppo Rossetto Gruppo Orsatti Cadoro Conad AdriaticoCoop Reno Mercatone UnoGDO - GRANDE DISTRIBUZIONELMM-FOOD & NO FOOD
  • 32. Camst Cir Food Concerta CopraGams SerenissimaMatildaRistorazioneCNHRISTORAZIONE COLLETTIVA e MENSEAZIENDALI LMM-CATERING
  • 33. Bonomelli (Filtrofiore, PizzaCatarì, Polenta Valsugana,Thé Infré, Cannamela)Gruppo MontenegroCooperativa Ghanacoop diModenaSalus BevandeFa.Pi Distribuzione Alcenero & MieliziaPRODUZIONE E DISTRIBUZIONE ALIMENTARE
  • 34. MERCATI ORTOFRUTTICOLICAABMercato Ortofrutticolodi CesenaVeronamercato
  • 35. MULTIUTILITIESGeovestGruppo Hera(Hera Bologna, Hera Imola,Hera Modena)Marche Multiservizi
  • 36. Ospedale MaggioreBolognaOspedaleTorretted’AnconaOspedali diVeronaPoliclinico SantOrsolaMalpighi BolognaOSPEDALILMM-CATERING
  • 37. Farmacie Comunali diFerraraFarmacie ComunaliSesto san Giovanni (MI)Federfarma BolognaForlifarma - FarmacieComunali di ForlìFARMACIE e LORO ASSOCIAZIONILMM-PHARMACY
  • 38. Alberto PerdisaEditoreArianna EditriceCasa editriceDehonianaCoconino Press Ed AgricoleEdizioni Arka Edizioni CalderiniFranco PaniniEditoreEdizioniPendragonEdizioni EMIGiunti Editore Longo Editore Il Mulino EditoreCASE EDITRICILMM-BOOK
  • 39. CONTATTILast Minute Market srlViale G. Fanin 50 - 40127 Bologna - ItalyPhone: +39 051.2096150Fax: +39 051.2096162e-mail: info@lastminutemarket.itWWW.LASTMINUTEMARKET.ITWWW.UNANNOCONTROLOSPRECO.ORGWWW.ANDREASEGRE.ITWWW.FACEBOOK.COM/AZZERALOSPRECOIdeazione & realizzazione a cura di:Ing. Paolo Azzurroe-mail: p.azzurro@gmail.comData: 24 giugno 2013Versione 1.0

×