• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
De Rai
 

De Rai

on

  • 833 views

Quando operare un paziente?

Quando operare un paziente?

Statistics

Views

Total Views
833
Views on SlideShare
816
Embed Views
17

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 17

http://www.communicationtoday.org 17

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    De Rai De Rai Presentation Transcript

    • Quando operare un paziente? P. De Rai
    • Intervento chirurgico: indicazioni
      • Precoce
      • Diagnosi differenziale
      • MOF intrattabile (rara)
      • MA
      • Diagnosi differenziale dovrebbe essere preoperatoria
      • Necrosectomia impossibile o incompleta
      • Rischio di infezione della necrosi
      • Cosa Fare?
    • Intervento chirurgico: tecnica
      • Precoce per diagnosi differenziale
      • Non eseguire la necrosectomia
      • Colecistectomia solo se è “Agevole”
      • In casi selezionati Colecistostomia
      • Digiunostomia sempre
      • Drenaggi? Solo peritoneali (Pro e contro)
    • Intervento chirurgico: tecnica
      • Pro
      • Rimozione essudato
      • Riduzione pressione intraddominale (Prevenzione sindrome compartimentale)
      • Contro
      • Aumentato richio di infezione della necrosi
    • Intervento chirurgico: indicazioni
      • Tardivo (in genere dopo la terza settimana dal ricovero)
      • Necrosi infetta
        • (esame batterioscopico/colturale di AGOASPIRATO eco o TC-guidato)
      • MOF
      • Segni di sepsi non conclamata
      • Necrosi sterile sintomatica (non prima di 30 giorni)
    • Intervento chirurgico: tecnica
      • Sempre TC con MDC preoperatoria per definizione sede ed estensione necrosi
      • Necrosectomia estesa
      • Drenaggi di grosso calibro (es. Saratoga) retroperitoneali e peritoneali
      • Lavaggio
      • Colecistectomia
      • Digiunostomia
      • Laparostomia
    • Intervento chirurgico: tecnica
      • Importante: basi anatomo-patologiche dell’ evoluzione della necrosi
      • Drenaggio percutaneo
        • Rimuove componente fluida
        • Guida eventuali procedure chirurgiche
      • Approccio chirurgico posteriore retroperitoneale
      • Laparoscopia retroperitoneale
    •