Your SlideShare is downloading. ×
Terremoti ( maristella bevilacqua)
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Terremoti ( maristella bevilacqua)

2,200
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
2,200
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide
  • Mancanza cappello introduttivo-mancanza indice
  • Transcript

    • 1. I terremoti
    • 2. I terremoti I terremoti sono movimenti bruschi e improvvisi della superficie terrestre e lo stesso lo sono le forze interne rompono gli strati rocciosi e l' energia accumulata viene liberata con il terremoto.
    • 3. Punti in cui si manifesta il terremoto Ci sono diversi punti in cui si manifesta il terremoto,tra cui l' ipocentro dal quale si propagano le onde sismiche. Il punto in cui arrivano prima le onde sismiche e dove si manifestano le scosse più forti è detto epicentro .
    • 4. Le onde sismiche Le onde sismiche possono essere registrate attraverso sismografi . Il sismografo traccia un grafico sismogramma , che permette di conoscere ogni tipo di terremoto. Da questi valori si può risalire alla posizione dell ' epicentro e alla profondità dell ' ipocentro.
    • 5. Diversi tipi di onde sismiche
      • Il sismogramma è la rappresentazione grafica delle vibrazioni provocate dal terremoto; esistono 3 tipi di onde sismiche :
      • Onde primarie
      • Onde secondarie
      • Onde lunghe
    • 6. Onde primarie
      • Le onde primarie (P)sono le prime ad essere percepite dal sismografo perché sono le più veloci; esse fanno vibrare le particelle della roccia nella stessa direzione di propagazione dell' onda.
    • 7. Onde secondarie
      • Le onde secondarie(S) sono registrate seconde nel sismografo perché hanno una velocità inferiore a quelle primarie;esse fanno vibrare le particelle della roccia in direzione perpendicolare a quella di propagazione dell' onda.
    • 8. Onde lunghe
      • Quando le onde P e S arrivano in superficie, generano le onde lunghe (L);esse sono responsabili delle scosse più violente.
    • 9. La “misura” di un terremoto
      • La forza di un terremoto viene valutata con 2 metodi diversi:
      • Intensità
      • magnitudo
    • 10. L' intensità L' intensità si può basare sugli effetti che il sisma provoca. A questo scopo è usata la scala Mercalli che venne ideata dal sismologo Giuseppe Mercalli ed è suddivisa in 12 gradi d' intensità diversi a secondo del luogo in cui avvengono.
    • 11. La magnitudo La magnitudo è la forza del sisma, ossia la reale energia misurata dai sismografi;è l' unità di misura usata nella scala Richter . La scala Richter è suddivisa in 10 gradi ed è “aperta” cioè non prevede un valore massimo.