Concorso Nazionale       L’Italia delle FiabeIn viaggio con “Le Fiabe italiane”         di Italo Calvino
Scuola Secondaria di I grado       “Nicola Festa“          Matera       CLASSE I BAnno Scolastico 2010 – 2011
La classe I B  della Scuola Secondaria di I grado         “N. Festa” di Matera    partecipa al Concorso Nazionale         ...
Fiaba prescelta è “Liombruno”,contenuta nella sezione lucana della raccolta    “Le Fiabe italiane” di Italo Calvino.   Gra...
Le due storie, pur così lontane      geograficamente e culturalmente,      presentano diverse somiglianze,       sottoline...
Incontro di pura affabulazione,     per emozionare i ragazzi e sollecitare              la loro immaginazione,            ...
Attività di brain-storming                 per far emergere,   nella riflessione e nel confronto reciproco,le somiglianze ...
Attività di scrittura creativa         con la docente di Lettereper dar vita ad una nuova ed originale fiaba,           na...
Il passo iniziale della fiaba lucana     “Liombruno” apre la nuova storia,            che vede protagonisti   gli stessi p...
Attività di illustrazione   con la docente di Arte   per dar forma e corpo    ai diversi personaggi.I disegni e i bozzetti...
I ragazzi hanno, infatti,       dato vita ad un complesso ed          articolato lavoro finale,caratterizzato da momenti d...
PERSONAGGI PONTEFIABA LUCANA“ Liombruno ”                FIABA SENEGALESE        “ La moglie di Buur Téngéen ”
I Pescatori    In entrambe le fiabe sonoi genitori dei due protagonisti,      Liombruno e Mbeex.
Le Famiglie        Nel caso della fiaba lucana   si tratta di una famiglia povera :             per sopravvivere,insieme a...
Nella fiaba senegalese, invece,proprio grazie alla pesca abbondante        e al lavoro produttivo,    il pescatore ha la p...
Probabilmente in questo        le due fiabe rispecchiano     la realtà sociale ed economica             di appartenenza :i...
Le Entità Superiori        Nella fiaba lucana compare       il personaggio del Nemico,         un’entità superiore dalle  ...
Nella fiaba senegalese compare,      sin dal titolo, il personaggio  del Genio del Mare, Buur Téngéen :egli ascolta le pre...
I Patti        In entrambe le fiabe     viene stipulato un pattotra un padre e un’entità superiore,     che concede un fig...
Liombruno giunge, però, inaspettato, solo per      assecondare il desiderio del Nemico e non del pescatore.Mbeex, invece, ...
I ProtagonistiLiombruno e Mbeex vengono al mondo      solo grazie all’intervento    delle due entità superiori :   sono en...
“ La moglie di Buur Téngéen ”          Fiaba Senegalese   ( tratta da “ Ti racconto una storia? ”-       Edizione La Bibli...
“ C’era una volta un bravo pescatore dinome Mamadou. Viveva sulla spiaggia e  con il suo lavoro, in pochi anni, fu incondi...
Per questo Mamadou, quando si riposava    sull’isoletta in mezzo alla laguna,   nel sonno si lamentava per i figli        ...
Buur Téngéen ascoltò molte volte       il lamento di Mamadou. Un giorno, intenerito dal dolore di quel padre mancato, comp...
Mamadou, fuori di sé dalla gioia, non ci        pensò due volte e giurò, senza esitazione, che avrebbe fatto   tutto ciò c...
Mano a mano che cresceva, Mbeex diventata sempre più bella e radiosa,   a tal punto che nessun ragazzodel villaggio osava ...
Lo stesso giorno la bella Mbeex siammalò, tanto che fu sul punto di morire.  Allora Mamadou capì che ciò avveniva perché a...
Da quel giorno, ogni sera, al calare del sole, la bella Mbeex  si vestiva dei suoi abiti più belli,si acconciava i suoi be...
Scuola Secondaria di I grado     “ N. Festa ” - Matera“ LA MOGLIE DI…LIOMBRUNO ”         Classe I B       a. s. 2010-2011
Una sera, davanti ad una grande  scrivania sommersa da numerosi         fogli sparpagliati,   sedeva un illustre scrittore...
In quella tranquilla sera d’estate      un cielo ricamato di stelle    ipnotizzava la sua attenzione,   facendo capolino d...
Alcuni caddero a terra,altri volarono via dalla finestra ;    altri ancora si bagnarono,      poiché, nel trambusto, si ve...
Italo provò in tutti i modia raccogliere i fogli sparsi ovunque,a recuperare ciò che vi era scritto,ma il danno ormai era ...
“ C’era una volta un pescatore     disgraziato ( di nome Lucanio ) : da tre anni non riusciva a pescare   neanche un’acciu...
Una volta, appunto, stava imprecando       dopo aver tirato su la rete,        quando in mezzo al mare       gli si presen...
Il Nemico sorrise e rispose : «Sono qui      per aiutarti ! Sei un brav’uomo, un      marito e un padre esemplare : un   a...
Lucanio accettò senza esitazione.     Amava i bambini, sarebbe stata    una grande gioia crescere un nuovo      pargoletto...
«In realtà ho ben altri piani : la mia nonè stupida generosità ! – esclamò tra sé e   sé il Nemico – Mio figlio Liombruno ...
E il Fuoco ?       Povero Genio del Mare,           ignora l’esistenza    dell’Elemento più importante ! Comunque, meglio ...
Il Nemico sperava, in tal modo,         di annientare per sempreil suo grande avversario, Buur Téngéen.         Dall’altro...
Ognuno dei due aveva così il suoregno, governato secondo valori opposti :       due realtà molto distanti,    ma nel profo...
«Mio caro e fidato amico, sono qui per        chiedere il tuo aiuto : allevare   mia figlia Mbeex come se fosse tua,  finc...
Mamadou offrì, senza esitare,    i suoi servigi a Buur Téngéen.   “Quale onore crescere la figliadel Genio del Mare, il Be...
Gli anni trascorsero serenamente :      i due giovani crescevano belli e        forti, seguiti amorevolmente, senza mai so...
Lucanio avrebbe dovuto accompagnareLiombruno sull’isola abitata dal Nemico,    abbandonandolo al suo destino.      In lui,...
L’amore per quel ragazzo, ritenuto un vero   figlio, era così forte che Lucanio decise     di nascondere Liombruno in un l...
Il Destino era nuovamente in agguato …   e fu così che Lucanio e Liombruno      si trovarono faccia a faccia        con Ma...
Il Destino pose ancora una volta    la sua mano su quella storia …e fu così che tra Liombruno e Mbeex      scoccò il colpo...
Erano giovanissimi, splendidi nella   loro bellezza e nella loro purezza !Mbeex era una vera dea : acqua di mare   i suoi ...
Buur Téngéen seppe leggere, nei cuori  dei due giovani, l’Amore Vero e Puro     che stava nascendo tra di loro.Si rivolse ...
Buur guardò intensamente     i due giovani ; poi continuò :    « In te vedo purezza d’animo          e grande coraggio : s...
Nel frattempo, il Nemico        aveva scoperto l’inganno         ordito alle sue spalle : convocò i Venti, suoi alleati, m...
Quale padre vorrebbe maila morte del proprio figlio ?  Che essere spregevole …        ma in fondo  il Male è Male …!
Buur non si fece intimorire :    invocò la Fata Aquilina,      rivelandole la verità,      di cui era all’oscuro.Sentendos...
Liombruno fu posto di fronte        alla prima prova :recuperare il Medaglione Sacro,scendendo negli abissi più profondi  ...
Liombruno scoprì senza problemi il  nascondiglio segreto del Medaglione,    ma nell’istante in cui stava perafferrarlo, i ...
Il Medaglione custodiva        i semi del Baobab Sacro :la seconda prova consisteva nel cogliere  la Foglia d’Oro dalla ci...
I Venti, spirando forte, scossero  a tal punto l’albero da far cadere             tutte le foglie.Solo la Foglia d’Oro riu...
La terza ed ultima impresa era la più difficile : Liombruno doveva immergere    la Foglia d’Oro nella Goccia Sacra,       ...
Ancora una volta l’interventodella Fata Aquilina si rivelò provvidenziale.      « Ragazzo mio, ricorda le parole          ...
Poi la Fata fu avvolta da una luce       abbagliante e si trasformò   in un’enorme splendida Aquila !   Dolcemente, raccol...
Liombruno si rifugiò agilmente     nel folto piumaggio dell’Aquila,         per proteggersi finchénon fossero giunti dinan...
Un’energia positiva e un’armonia      sovrumana si sprigionarono          grazie alla fusione  dei Quattro Elementi della ...
La Luce annientò l’Oscurità …e il Male svanì per sempre dal creato … I Venti, strumenti del Male, furono dominati dalla po...
Oddio, che cosa succederà ancora ?    Sarà il colpo di scena finale …     Il Nemico, infatti, approfittando della distrazi...
Buur Téngéen esclamò con solennità :« Solo io posso riportare in vita mia figlia:      chi può amarla più della persona   ...
Liombruno e Mbeex sisposarono, celebrando il loro Vero                Amore   dinanzi all’intero universo …   che, da quel...
“ Da quel giorno, ogni sera,   al calar del sole la bella Mbeex  si vestiva dei suoi abiti più belli,si acconciava i suoi ...
… e vissero tuttifelici e contenti !
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Presentazione progetto in concorso
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Presentazione progetto in concorso

458

Published on

CONCORSO NAZIONALE L'ITALIA DELLE FIABE

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
458
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
5
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione progetto in concorso

  1. 1. Concorso Nazionale L’Italia delle FiabeIn viaggio con “Le Fiabe italiane” di Italo Calvino
  2. 2. Scuola Secondaria di I grado “Nicola Festa“ Matera CLASSE I BAnno Scolastico 2010 – 2011
  3. 3. La classe I B della Scuola Secondaria di I grado “N. Festa” di Matera partecipa al Concorso Nazionale “L’Italia delle Fiabe” proponendo un originale percorsodi scrittura creativa e di illustrazione.
  4. 4. Fiaba prescelta è “Liombruno”,contenuta nella sezione lucana della raccolta “Le Fiabe italiane” di Italo Calvino. Grazie alla stimolante collaborazione con l’Associazione Tolbà di Matera, la fiaba lucana è stata messa a confronto con una fiaba senegalese, intitolata “La moglie di Buur Téngéen”.
  5. 5. Le due storie, pur così lontane geograficamente e culturalmente, presentano diverse somiglianze, sottolineate successivamentenell’analisi testuale dei personaggi ponte. Il percorso compiuto ha previsto varie tappe :
  6. 6. Incontro di pura affabulazione, per emozionare i ragazzi e sollecitare la loro immaginazione, grazie alla collaborazione con l’Associazione Teatro dei Sassi ( come voce narrante della fiaba lucana ) e l’Associazione Tolbà ( per la presenza di una giovane senegaleseche, alternando l’italiano alla sua lingua madre, ha raccontato la seconda fiaba ).
  7. 7. Attività di brain-storming per far emergere, nella riflessione e nel confronto reciproco,le somiglianze e le differenze tra le due fiabe ; il tutto naturalmente è stato inserito in un discorso più ampio sulla naturale mescolanza delle storie, pur lontane nel tempo e nello spazio.
  8. 8. Attività di scrittura creativa con la docente di Lettereper dar vita ad una nuova ed originale fiaba, nata dalla mescolanza delle due storie analizzate. Nel prologo compare il personaggio di uno scrittore intento al suo lavoro ( Italo Calvino ??? ) … una folata di vento che confonde i fogli …
  9. 9. Il passo iniziale della fiaba lucana “Liombruno” apre la nuova storia, che vede protagonisti gli stessi personaggi delle due fiabe,ma spesso con ruoli completamente diversi, sino alla conclusione della vicenda, che si riaggancia perfettamente al finale della fiaba senegalese “La moglie di Buur Téngéen”. La stessa fusione avviene nel titolo della Fiaba presentata in Concorso, “La moglie di…Liombruno”.
  10. 10. Attività di illustrazione con la docente di Arte per dar forma e corpo ai diversi personaggi.I disegni e i bozzetti iniziali hanno creato la base perla successiva realizzazione di sagome da animare.
  11. 11. I ragazzi hanno, infatti, dato vita ad un complesso ed articolato lavoro finale,caratterizzato da momenti di recitazione, di animazione delle differenti sagome e di creazione degli effetti sonori.
  12. 12. PERSONAGGI PONTEFIABA LUCANA“ Liombruno ” FIABA SENEGALESE “ La moglie di Buur Téngéen ”
  13. 13. I Pescatori In entrambe le fiabe sonoi genitori dei due protagonisti, Liombruno e Mbeex.
  14. 14. Le Famiglie Nel caso della fiaba lucana si tratta di una famiglia povera : per sopravvivere,insieme a sua moglie e ai suoi quattro figli, il pescatore è costretto a vendere ogni cosa, poiché da tre anni non riesce a pescare neanche un’acciuga.
  15. 15. Nella fiaba senegalese, invece,proprio grazie alla pesca abbondante e al lavoro produttivo, il pescatore ha la possibilità di metter su famiglia, sposando una brava donna.
  16. 16. Probabilmente in questo le due fiabe rispecchiano la realtà sociale ed economica di appartenenza :in Basilicata la pesca non ha la stessa rilevanza economica dell’agricoltura, mentre il Senegal può contare sulla produttiva pescosità dell’Oceano Atlantico.
  17. 17. Le Entità Superiori Nella fiaba lucana compare il personaggio del Nemico, un’entità superiore dalle caratteristiche un po’ malefiche ( simile ad un Diavolo, vedi l’episodio delle croci ), che stipula il patto con il pescatoresoltanto per avere l’anima di Liombruno.
  18. 18. Nella fiaba senegalese compare, sin dal titolo, il personaggio del Genio del Mare, Buur Téngéen :egli ascolta le preghiere del pescatore, intenerito dal suo dolore, per cui compie un gesto d’amore, anche se condizionato dal suo volere.
  19. 19. I Patti In entrambe le fiabe viene stipulato un pattotra un padre e un’entità superiore, che concede un figlio/a.
  20. 20. Liombruno giunge, però, inaspettato, solo per assecondare il desiderio del Nemico e non del pescatore.Mbeex, invece, è desiderata dal padre per dare valore alla famiglia ; al tempo stesso è desiderata da Buur, quale sua sposa ideale.
  21. 21. I ProtagonistiLiombruno e Mbeex vengono al mondo solo grazie all’intervento delle due entità superiori : sono entrambi figli del patto. Diversa è la natura del contratto, che influisce di conseguenza sul sesso dei due protagonisti.
  22. 22. “ La moglie di Buur Téngéen ” Fiaba Senegalese ( tratta da “ Ti racconto una storia? ”- Edizione La Biblioteca di Tolbà )“ Ti ho mai raccontato questa storia ? ” “ Quale storia ? ” “ Questa che ti sto per raccontare. ” “ Raccontamela e lo saprò. ”
  23. 23. “ C’era una volta un bravo pescatore dinome Mamadou. Viveva sulla spiaggia e con il suo lavoro, in pochi anni, fu incondizione di sposare una brava donna. Passava il tempo, ma dalla loro unione non nascevano figli : marito e moglie erano molto tristi, perché, si sa, chi non ha figli non conta niente.
  24. 24. Per questo Mamadou, quando si riposava sull’isoletta in mezzo alla laguna, nel sonno si lamentava per i figli che non erano mai nati. Su quell’isoletta viveva Buur Téngéen,il potente Genio del Mare che decideva, secondo il suo umore, di far fare buona pesca o di scatenare tempeste terribili, che costringevano i pescatori a tornare a riva per non annegare.
  25. 25. Buur Téngéen ascoltò molte volte il lamento di Mamadou. Un giorno, intenerito dal dolore di quel padre mancato, comparve a Mamadou :gli disse che lo avrebbe fatto diventare padre, a condizione che la figlia che sarebbe nata non avrebbe dovuto mai sposarsi ed essere per sempre fedele a lui, il vecchio Buur Téngéen.
  26. 26. Mamadou, fuori di sé dalla gioia, non ci pensò due volte e giurò, senza esitazione, che avrebbe fatto tutto ciò che il Genio del Mare chiedeva, pur di avere la gioia di diventare padre. Passò un anno e la moglie di Mamadou mise al mondo una bambina : era bella e radiosa da non dirsi.Le fu dato nome Mbeex, acqua di mare.
  27. 27. Mano a mano che cresceva, Mbeex diventata sempre più bella e radiosa, a tal punto che nessun ragazzodel villaggio osava chiederla in sposa. Un giorno giunse nel villaggio, da un paese lontano, un ricchissimomercante, che vide Mbeex e chiese di sposarla :il padre, non si sa perché, dimenticòil giuramento fatto a Buur Téngéen e acconsentì alle nozze.
  28. 28. Lo stesso giorno la bella Mbeex siammalò, tanto che fu sul punto di morire. Allora Mamadou capì che ciò avveniva perché aveva tradito la promessa fattatanti anni fa a Buur Téngéen, il Genio del Mare : andò da lui e gli chiese perdono. Il Genio perdonò a patto che la bella Mbeex non sposasse il forestiero né fosse data in moglie ad alcuno. Mbeex guarì immediatamente.
  29. 29. Da quel giorno, ogni sera, al calare del sole, la bella Mbeex si vestiva dei suoi abiti più belli,si acconciava i suoi bellissimi capelli e si recava sulla spiaggia. Restava lì per tutta la notte a guardare l’isola di Buur Téngéen e non prese mai marito. E così finisce la storia. ”
  30. 30. Scuola Secondaria di I grado “ N. Festa ” - Matera“ LA MOGLIE DI…LIOMBRUNO ” Classe I B a. s. 2010-2011
  31. 31. Una sera, davanti ad una grande scrivania sommersa da numerosi fogli sparpagliati, sedeva un illustre scrittore, intento al suo lavoro. Si chiamava Italo. Nel profondo del suo cuore ardeva un grande sogno :raccogliere tutte le fiabe del mondo e creare la Fiaba delle Fiabe !
  32. 32. In quella tranquilla sera d’estate un cielo ricamato di stelle ipnotizzava la sua attenzione, facendo capolino dalla finestra aperta proprio sopra la scrivania,quando … un’improvvisa folata di vento fece volare tutti i fogli !
  33. 33. Alcuni caddero a terra,altri volarono via dalla finestra ; altri ancora si bagnarono, poiché, nel trambusto, si versò un po’ della bibita chelo scrittore stava sorseggiando.
  34. 34. Italo provò in tutti i modia raccogliere i fogli sparsi ovunque,a recuperare ciò che vi era scritto,ma il danno ormai era irreparabile : fogli confusi = storie confuse …ma si sa, le Fiabe amano viaggiare … nel tempo e nello spazio … e amano mescolarsi …
  35. 35. “ C’era una volta un pescatore disgraziato ( di nome Lucanio ) : da tre anni non riusciva a pescare neanche un’acciuga. Per campare, lui con sua moglie e i suoi quattrofigli, s’era venduto ogni cosa e adesso era all’elemosina. Ma ogni giorno metteva la barca in mare eandava al largo, a tirare su le reti. Le ritirava senza neanche un granchio o un’arsella,e scoppiava in imprecazioni terribili.
  36. 36. Una volta, appunto, stava imprecando dopo aver tirato su la rete, quando in mezzo al mare gli si presentò il Nemico. - Che hai che ti fa arrabbiare, marinaio ? ” «Sono disperato ! Guarda queste reti : da anni sono vuote ! La mia famigliaè distrutta ! I miei figli muoiono di fame !» Lucanio fece una pausa, cercando di calmarsi ; poi aggiunse : «Chi sei ? Perché ti interessi a me ?»
  37. 37. Il Nemico sorrise e rispose : «Sono qui per aiutarti ! Sei un brav’uomo, un marito e un padre esemplare : un altro, al tuo posto, avrebbe mollato da un pezzo, ma tu non l’hai fatto per il bene della tua famiglia !Sono qui per proporti un patto ! Crescerai mio figlio Liombruno sino all’età di tredici anni : lo crescerai sano, secondo principi morali saldi ed ineccepibili, proprio come hai fatto con i tuoi figli. In segno di riconoscenza, avrai pesce in abbondanza e ogni ricchezza per te e per la tua famiglia !»
  38. 38. Lucanio accettò senza esitazione. Amava i bambini, sarebbe stata una grande gioia crescere un nuovo pargoletto : avrebbe dato anchela sua vita, pur di salvare la sua famiglia ! Tutto ciò che il Nemico aveva promesso si realizzò immediatamente, tra lo stupore e l’immensa felicità del povero pescatore.
  39. 39. «In realtà ho ben altri piani : la mia nonè stupida generosità ! – esclamò tra sé e sé il Nemico – Mio figlio Liombruno sposerà la Fata Aquilina, saggia epotente Fata dell’Aria ; dalla loro unione nascerà l’unico ed incontrastato Signore dei Mari !In questo Essere perfetto troveranno armonia ed equilibrio i Tre Elementi della Vita : Acqua, in quanto miodiscendente, Malefico Genio del Mare ; Aria, grazie alla Fata Aquilina ; Terra, perché allattato e cresciuto da umani !»
  40. 40. E il Fuoco ? Povero Genio del Mare, ignora l’esistenza dell’Elemento più importante ! Comunque, meglio non intervenire :nelle Fiabe nulla capita per caso … !
  41. 41. Il Nemico sperava, in tal modo, di annientare per sempreil suo grande avversario, Buur Téngéen. Dall’altro lato del mondo esisteva, infatti, un secondo Genio del Mare : egli era il Bene Supremoe aveva dato vita ad una realtà parallela, lontana dal Male.
  42. 42. Ognuno dei due aveva così il suoregno, governato secondo valori opposti : due realtà molto distanti, ma nel profondo inseparabili …Il Destino volle che nello stesso istante in cui il Nemico siglava il patto con Lucanio, dall’altro lato del mondoBuur Téngéen proponeva una richiestasimile ad un altro pescatore, Mamadou.
  43. 43. «Mio caro e fidato amico, sono qui per chiedere il tuo aiuto : allevare mia figlia Mbeex come se fosse tua, finché non avrà compiuto tredici anni ; la educherai secondo principi morali saldi ed ineccepibili.Così un giorno potrà sposare chi meriterà il suo cuore, ma chi le sarà accanto dovrà dimostrare un valore degno della sua purezza ! Solo così potrà nascereun Erede dalle qualità morali elevatissime, frutto di un Amore Vero e Puro !»
  44. 44. Mamadou offrì, senza esitare, i suoi servigi a Buur Téngéen. “Quale onore crescere la figliadel Genio del Mare, il Bene Supremo ! Quale immensa felicità per me e per mia moglie, che mai fummo allietati dalla nascita di un figlio ! Si sa, chi non ha figli non conta niente … ma non sarà più così !”
  45. 45. Gli anni trascorsero serenamente : i due giovani crescevano belli e forti, seguiti amorevolmente, senza mai sospettare la verità nascosta.Giunse così il loro tredicesimo compleanno: Liombruno e Mbeex sarebbero stati consegnati ai rispettivi padri, secondo i patti stabiliti.
  46. 46. Lucanio avrebbe dovuto accompagnareLiombruno sull’isola abitata dal Nemico, abbandonandolo al suo destino. In lui, però, si combatteva una feroce guerra : onorare il patto con il Nemico o sfidare la sua terribile ira, tenendo con sé Liombruno ?
  47. 47. L’amore per quel ragazzo, ritenuto un vero figlio, era così forte che Lucanio decise di nascondere Liombruno in un luogo segreto : avrebbe guadagnato tempo, sperando nella clemenza del Nemico … Cambiarono così rotta, navigando per diverse ore, finché giunsero su un’isola a loro sconosciuta.
  48. 48. Il Destino era nuovamente in agguato … e fu così che Lucanio e Liombruno si trovarono faccia a faccia con Mamadou e Mbeex ! In quello stesso istante giunse Buur Téngéen … Ai suoi occhi fu subito lampante la verità, per cui decise di rivelare ai presenti ogni particolare di quella vicenda.
  49. 49. Il Destino pose ancora una volta la sua mano su quella storia …e fu così che tra Liombruno e Mbeex scoccò il colpo di fulmine ! In ogni Fiaba che si rispettinon manca mai una storia d’amore ! Ah, l’Amore … l’unico antidoto contro il Male !
  50. 50. Erano giovanissimi, splendidi nella loro bellezza e nella loro purezza !Mbeex era una vera dea : acqua di mare i suoi occhi, prezioso ebano la sua pelle, lunghi capelli scuri ed ondulati, racchiusi in treccine decorate con corallini rossi, rendevano il suo portamento regale. Liombruno sembrava un piccologrande uomo : folti capelli scuri e ricci, occhi neri come l’oscurità più
  51. 51. Buur Téngéen seppe leggere, nei cuori dei due giovani, l’Amore Vero e Puro che stava nascendo tra di loro.Si rivolse così a Liombruno : « Ragazzomio, voglio confidarti una grande verità : quando ti sentirai in trappola, sconfitto e senza via d’uscita, rimani in silenzioe ascolta il tuo cuore ! E’ lì che troverai la risposta ai tuoi perché, è lì che scoprirai la forza interiore per riconquistare la tua libertà ! »
  52. 52. Buur guardò intensamente i due giovani ; poi continuò : « In te vedo purezza d’animo e grande coraggio : solo tu puoi sconfiggere il Nemico !Dovrai, però, dimostrare il tuo valore superando tre difficili prove : l’Amore per Mbeex, se Vero e Puro, ti guiderà e ti sosterrà ! »
  53. 53. Nel frattempo, il Nemico aveva scoperto l’inganno ordito alle sue spalle : convocò i Venti, suoi alleati, mentrela sua ira esplodeva contro i colpevoli.« Tramontana, Libeccio, Maestrale, Scirocco, Grecale !!! O miei fidati compagni, invoco il vostro aiuto ! Vi ordino di catturare chi ha osatosfidare il mio volere … vivo o morto ! Il suo nome è Liombruno ! »
  54. 54. Quale padre vorrebbe maila morte del proprio figlio ? Che essere spregevole … ma in fondo il Male è Male …!
  55. 55. Buur non si fece intimorire : invocò la Fata Aquilina, rivelandole la verità, di cui era all’oscuro.Sentendosi tradita dalle malvagie intenzioni del Nemico,la potente e saggia Fata dell’Aria decise di proteggere Liombruno durante le tre prove.
  56. 56. Liombruno fu posto di fronte alla prima prova :recuperare il Medaglione Sacro,scendendo negli abissi più profondi ed oscuri dell’oceano. Gli sembrò un gioco da ragazzi, perché era un abile nuotatore.
  57. 57. Liombruno scoprì senza problemi il nascondiglio segreto del Medaglione, ma nell’istante in cui stava perafferrarlo, i Venti, soffiando dal freddo Nord, gelarono l’acqua dell’oceano ! La Fata Aquilina avvolse il giovane in una bolla d’acqua incandescente :il ghiaccio si sciolse e Liombruno riuscì a recuperare l’oggetto magico !
  58. 58. Il Medaglione custodiva i semi del Baobab Sacro :la seconda prova consisteva nel cogliere la Foglia d’Oro dalla cima dell’albero. I semi generavano immediatamente una pianta enorme, dal tronco largo e nodoso, con i caratteristici rami intricati simili a radici.
  59. 59. I Venti, spirando forte, scossero a tal punto l’albero da far cadere tutte le foglie.Solo la Foglia d’Oro riuscì a resistere ! La Fata Aquilina rimpicciolì Liombruno, permettendogli di scalare il tronco dall’interno. Nel momento in cui il giovane prese la Foglia, la tempesta si placò : seconda prova superata !
  60. 60. La terza ed ultima impresa era la più difficile : Liombruno doveva immergere la Foglia d’Oro nella Goccia Sacra, sorgente dell’Arcobaleno.Come fare ? Il coraggio dimostrato sino a quel momento cominciò a vacillare : Liombruno fu colto da mille dubbi e paure…Come poteva pretendere di sconfiggere il Nemico, lui, un ragazzino di tredici anni ?
  61. 61. Ancora una volta l’interventodella Fata Aquilina si rivelò provvidenziale. « Ragazzo mio, ricorda le parole di Buur Téngéen : ascolta la voce del tuo cuore e riaccendi la tua forza interiore al Fuoco di quell’Amore Vero e Puro che ti unisce a Mbeex ! »
  62. 62. Poi la Fata fu avvolta da una luce abbagliante e si trasformò in un’enorme splendida Aquila ! Dolcemente, raccolse Liombruno e volò via verso l’Arcobaleno. I Venti non si diedero per vinti : provocarono un violentissimo vortice per travolgere l’Aquila,ma ogni loro tentativo si rivelò vano !
  63. 63. Liombruno si rifugiò agilmente nel folto piumaggio dell’Aquila, per proteggersi finchénon fossero giunti dinanzi all’Arcobaleno. Nell’istante in cui Liombruno immerse la Foglia d’Oro nella Goccia Sacra, una luce accecante inondò l’intero universo, in un’atmosfera irreale !
  64. 64. Un’energia positiva e un’armonia sovrumana si sprigionarono grazie alla fusione dei Quattro Elementi della Vita :Acqua, Aria, Terra e Fuoco, l’elemento mancante nel malefico piano delNemico, l’Amore Vero e Puro dimostrato da un piccolo grande uomo … un amore così forte da sconfiggere le avversità del Male !
  65. 65. La Luce annientò l’Oscurità …e il Male svanì per sempre dal creato … I Venti, strumenti del Male, furono dominati dalla potenza della Natura … Un’immensa felicità esplose nei cuori di tutti i protagonisti di quella straordinaria avventura … ma durò poco …
  66. 66. Oddio, che cosa succederà ancora ? Sarà il colpo di scena finale … Il Nemico, infatti, approfittando della distrazione generale, aveva colpitola bella Mbeex con un terribile maleficio : la ragazza giaceva in fin di vita !
  67. 67. Buur Téngéen esclamò con solennità :« Solo io posso riportare in vita mia figlia: chi può amarla più della persona che l’ha generata ? »Così si compì il più grande dono d’amore : Buur abbracciò sua figlia, dissolvendosi nell’Acqua della Vita … Il maleficio svanì … proprio come erano svaniti i due Geni del Mare … simboli del Bene e del Male …
  68. 68. Liombruno e Mbeex sisposarono, celebrando il loro Vero Amore dinanzi all’intero universo … che, da quel momento in poi, sarebbe esistito solo in virtù di un Essere Superiore, frutto di quell’Amore Puro !L’unico Signore dei Mari avrebbe racchiuso in sé il Bene e il Male,le due opposte realtà della vita : due elementi inscindibili come
  69. 69. “ Da quel giorno, ogni sera, al calar del sole la bella Mbeex si vestiva dei suoi abiti più belli,si acconciava i suoi bellissimi capelli e si recava sulla spiaggia. Restava lì per tutta la nottea guardare l’isola di Buur Téngéen … E così finisce la storia. ”
  70. 70. … e vissero tuttifelici e contenti !
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×