Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
Il Museo Regionale Di Scienze Naturali
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Il Museo Regionale Di Scienze Naturali

  • 648 views
Published

 

Published in Education , Technology
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
648
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
1
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. IL MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI in collaborazione con la S.M.S. PEYRON-FERMI presenta
  • 2. Anfibi e Rettili minacciati in Piemonte A cura di: Stefano Bovero Museo Regionale di Scienze Naturali di Torino
  • 3. Fauna Eteroterma Pesci Anfibi Rettili Per fauna eteroterma si intendono gli animali la cui temperatura corporea non è costante ma dipende da quella dell’ambiente e varia con essa.
  • 4. Gli Anfibi 1
    • La Classe degli Anfibi viene suddivisa in tre Ordini
      • Urodeli : dotati di coda anche dopo la metamorfosi s
      • A nuri : perdono la coda dopo la metamorfosi
      • Apod i: piccolo gruppo di anfibi sotterranei privi di arti e simili a lombrichi, presenti esclusivamente in aree tropicali.
  • 5. Gli Anfibi 2 Gli anfibi si sono adattati a quasi tutti gli ecosistemi del nostro pianeta eccetto le acque marine e le zone polari . Rospo del genere Scaphiopus, adattato a vivere nei deserti dell’ america settentrionale
  • 6. Gli Anfibi 3 Forme e dimensioni varie e sorprendenti…. Ecco alcune rarissime immagini della salamandra gigante della Cina Andrias davidianus , l’anfibio più grande del mondo
  • 7. Lo sviluppo degli Anuri Strategia di tipo R. Molte uova e nessuna cura parentale
  • 8. Lo sviluppo degli Urodeli 1 Strategia di tipo K. Poche uova e cure parentali
  • 9. Lo sviluppo degli Urodeli 2
  • 10. Il ciclo vitale degli anfibi Ambiente acquatico Ambiente terrestre
  • 11. Maschi e femmine -1
  • 12. Maschi e femmine -2 Tritone alpino Tritone crestato
  • 13. Metodi di difesa negli anfibi - 1 Mimetismo
  • 14. Metodi di difesa negli anfibi - 2 Aposematismo: Fenomeno per cui un organismo esibisce livree sgargianti in aree della cute provviste di sostanze velenose per scoraggiare possibili predatori
  • 15. Metodi di difesa negli anfibi - 3 Ghiandole velenose : ghiandole parotoidi
  • 16. William Seabrook (1884 – 1945) W.B. Seabrook fu un occultista, esploratore e giornalista americano. Inizia la sua carriera giornalistica come reporter per l'Augusta Chronicle, trasferendosi poi ad Atlanta. Nel 1915 si arruola nell'esercito francese, serve nella Prima Guerra mondiale, partecipando alla battaglia di Verdun, dove subisce una intossicazione dovuta ai gas, che gli varrà la Croix de guerre. Rimpatriato, proseguirà la carriera giornalistica al New York Times, scrivendo anche su numerose riviste, come Cosmopolitan e Vanity Fair. L'amicizia con Aleister Crowley si concretizzerà nel 1920 in un periodo di frequentazione e di convivenza presso la fattoria di Seabrook. Sarà descritto venti anni dopo nel libro Witchcraft: Its Power in the World Today. L'interesse per l'occulto e per l'esplorazione si tradurrà nelle opere più significative di Seabrook, Adventures in Arabia, storia del viaggio tra beduini, yezidi, drusi e dervisci rotanti, e Magic Island, in cui vengono descritti i dettagli delle pratiche Voodoo dell'isola di Haiti .  
  • 17. Zombies
  • 18. Il mistero risolto Pesce palla Rospo marino La tetraodotossina (TTX), un inibitore potentissimo del reticolo del calcio nei muscoli. Questa può portare alla morte, e in quantità minime, alla morte apparente, che può essere "guarita" tramite opportuni antidoti. Siccome la TTX si trova nei tetraodontidi (pesci palla e simili) e nei Bufonidi (rospi) è una sostanza facilmente reperibile per gli "stregoni" haitiani
  • 19. Il Voodoo Lo stregone, Houngan, prepara una polvere a base di ttx e la fa inalare alla vittima predestinata.
  • 20. Morte apparente La vittima cade in uno stato di morte apparente con conseguente calo dell’attività cardiaca e respiratoria. In queste condizione può essere seppellita e sopravvivere sotto terra per circa 15 giorni. L’houngan , con altre droghe, è in grado riportare lo sventurato in grado di camminare e di essere presentato alla comunità come Zombie .
  • 21. L’età negli anfibi
  • 22. Lo sviluppo della salamandra pezzata 20 giorni 60 giorni 4 anni maturità sessuale 8 anni
  • 23. Gli anfibi sono in grave pericolo Vivendo in acqua la prima parte del loro ciclo vitale ,e sulla terra dopo , la metamorfosi, gli anfibi sono minacciati dalle alterazioni sia degli ambienti acquatici che di quelli terrestri. La classe degli anfibi è quella che ha registrato il maggior numero di estinzioni negli ultimi anni.
  • 24. Le minacce principali
    • Alterazione degli habitat acquatici
    • Alterazioni degli habitat terrestri
    • strade che intercettano le rotte migratorie
    • Predatori introdotti
    • Malattie
  • 25. Alterazioni ambiente acquatico Prima delle opere idrauliche qui si riproducevano il tritone crestato e la raganella
  • 26. Alterazioni degli habitat terrestri
  • 27. Strade che intercettano le rotte migratorie
  • 28. Problema anche per i rettili
  • 29. Tunnel per anfibi
  • 30. Predatori introdotti Pesce gatto Black bass Persico sole
  • 31. ULTIME DRAMMATICHE NOVITÀ Estinzione di rane e rospi Il surriscaldamento del pianeta sarebbe alla base della moria di centinaia di specie di rane e di rospi, in quanto alimenterebbe il diffondersi di una malattia della pelle che provoca la morte degli animali. Il declino drammatico delle 6.000 specie di anfibi era stato identificato nel 1990 e spiegato con la teoria della diffusione di un'infezione devastante della pelle causata da un fungo, chiamato Batrachochytrium dendrobatidis. Gli scienziati ritengono che le temperature medie di molte regioni tropicali, che sono ricche di specie endemica di rane e di rospi, siano diventate perfette per lo sviluppo del fungo.
  • 32. Anfibi e Rettili delle Alpi Occidentali L’ambiente alpino è da considerarsi un ambiente estremo, caratterizzato da forte escursione termica, sia quotidiana che stagionale, e da umidità e presenza di acqua discontinua. Tali condizioni hanno portato la fauna eteroterma ad evolvere particolari adattamenti per la sopravvivenza.
  • 33. Rana temporaria Rana temporaria Caratteri distintivi: Corpo robusto e massiccio, con muso relativamente arrotondato. Colorazione dorsale bruno-giallastra, grigiastra o rossastra, spesso con macchie scure; macchia temporale scura evidente; parti ventrali bianco-giallastre, spesso con marmorizzazioni più scure. Maschi con arti anteriori più robusti e provvisti, sul lato interno del primo dito, di una grossa callosità , utilizzata per trattenere la femmine durante l’amplesso.
  • 34. Rana temporaria Rana temporaria E' specie terricola, che si riproduce spesso in pozze temporanee dovute al disgelo: le uova sono disposte in masse rotondeggianti che in superficie assumono forma discoidale: ognuna può contenere fino a 4000 uova. Le larve completano la metamorfosi in due mesi e mezzo o più, a seconda delle condizioni climatiche: talora possono svernare e metamorfosare l'anno successivo.
  • 35. FINE 1° PARTE