Your SlideShare is downloading. ×
  • Like
La resistenza italiana
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Now you can save presentations on your phone or tablet

Available for both IPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

La resistenza italiana

  • 118 views
Published

Le immagini sono tratte da Internet esclusivamente per scopi didattici e non di lucro

Le immagini sono tratte da Internet esclusivamente per scopi didattici e non di lucro

Published in Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
118
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3

Actions

Shares
Downloads
3
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. LA RESISTENZA ITALIANA a cura di Selene Classe S3/b Italiano Scuola Europea di Bruxelles
  • 2. LA RESISTENZA – I° FASE: DELL’ESERCITO  La Resistenza italiana comincia l’8 settembre del 1943 (il giorno dell’armistizio) quando l’esercito si oppone con le armi al disarmo imposto dai tedeschi.
  • 3. CONSEGUENZE  La maggior parte dei reparti si arrende ai tedeschi;  Una minima parte li combatte. Italiani che combattono i tedeschi a Roma (Porta San Paolo, 10/09/’43)
  • 4. • In Sardegna e Corsica gli Italiani battono i Tedeschi e mantengono quelle terre libere; • Nel resto d’Italia e negli altri territori occupati dall’esercito, i Tedeschi sopraffanno i reparti italiani che resistono. Notevole la resistenza di Cefalonia e dell’Isola di Lero (che si arrende circa un mese dopo la prima) LA RESISTENZA – DEI MILITARI ITALIANI Soldati italiani durante la battaglia di Cefalonia
  • 5. LA RESISTENZA – DEI CIVILI  Il 23 settembre inizia la rivolta civile con le Quattro giornate di Napoli, che fu la prima città italiana a liberarsi da sola combattendo contro i germanici;  da quel momento inizia anche la resistenza del popolo italiano;  gli obiettivi che tenevano insieme le forze della Resistenza, diverse per ideologia politica ed origini, era quello di cacciare i Tedeschi e di sconfiggere definitivamente il Fascismo.
  • 6. Iscrizione commemorativa presso la masseria Pagliarone a via Belvedere, Napoli.
  • 7. ORGANIZZAZIONE (COMITATO LIBERAZIONE NAZIONALE)  Era un’organizzazione superiore dove erano rappresentate tutte le forze antifasciste presenti in Italia (i vecchi partiti sciolti dal fascismo e i monarchici);  Organizzava e coordinava le azioni dei Partigiani;  Teneva i rapporti con gli Alleati. Stemma della C.L.N. di Genova
  • 8. LA VITA  La vita dei Partigiani differiva a seconda degli incarichi che svolgevano (ad esempio le staffette ed i porta ordini, i combattenti in armi…)  La vita più dura la svolgevano i combattenti in montagna che dormivano all’aperto anche d’inverno.  Si procuravano il cibo pagandolo, o rubandolo, ma veniva anche regalato loro. Partigiani in montagna
  • 9. LE IMMAGINI SCARICATE DA INTERNET SONO UTILIZZATE A SOLO SCOPO DIDATTICO