Your SlideShare is downloading. ×
Claudia Marinelli - Segretario generale FISAR
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Claudia Marinelli - Segretario generale FISAR

85

Published on

Il Sommelier n.5/2013 - articolo scritto da Claudia Marinelli Segretario generale FISAR

Il Sommelier n.5/2013 - articolo scritto da Claudia Marinelli Segretario generale FISAR

Published in: Food
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
85
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Il Sommelier Settembre-Ottobre 2013 • n. 5 T utto è nato al Vinitaly 2013, quando si dice l’empatia fra le persone. Olivia Faggi, responsabile della produzione e del co- ordinamento comunicazione del Festival Melodia del Vino, ci contatta e ci chiede se fosse possibile un nostro coinvolgimento in questo evento, l’oc- casione è giusta e nasce subito un rapporto dove si trovano dei fili conduttori comuni, uguaglianza d’intenti come la dinamicità, voglia di fare e pia- cevolezza nel fare le cose. Quindi ufficialmente la Fisar diventa Partner di Melodia del Vino. Questo Festival è al suo terzo anno di vita in Italia, ma la sua tradizione è lunga più di un decennio, nascendo in Francia nel 2003 per opera di due grandi amici: Michel Gotlib, l'attuale Presidente di Melodia del Vino ed il pianista Marc Laforet, il Direttore Artistico, danno vita al Festival Francese Grands Crus Musicaux, una iniziativa culturale che si svolge nelle più belle cantine della Regione di Bordeaux, come Chateau d’Yquem e Chateau Cheval Blanc riscuotendo tantissimo successo. Melodia del Vino rappresenta uno scambio cul- turale fra Francia ed Italia, che ha radici molto profonde che risalgono fin dai tempi dei Medici e dei Lorena, famiglie che hanno sviluppato legami d’amicizia uniti ai valori di cultura, arte del vivere e convivialità, fra l’altro elementi predominanti in questa manifestazione. Questo Festival viene portato in Toscana nel 2011 ed ha potuto contare fin da subito sul sostegno della Regione Toscana attraverso il supporto di Toscana Promozione e Fondazione Sistema Toscana, ed ha saputo fondere varie specificità, comunicando in modo egregio le proprie inten- zioni, arrivando così a registrare il tutto esaurito in ogni data proposta. Melodia del Vino 2013 Cinque cantine d’autore, cinque concerti di musica classica, cinque incontri dove la Fisar con i suoi sommelier è stata protagonista. “ ” di Claudia Marinelli - Segretario Nazionale FISAR 16
  • 2. 17 La chiave del successo è nella formula che lega musica, vino, design e prodotti di filiera corta. Sono tre i gemellaggi enogastronomici che la manifestazione ha stretto questo anno, oltre che con FISAR, con il Consorzio Pane Toscano e la Comunità del Cibo a Energie Rinnovabili della Toscana. Melodia del Vino, come dichiara il Presidente Fisar Mario Del Debbio, rappresenta un qualcosa di unico nel suo genere che riesce a coniugare aspetti culturali diversi: la musica classica, l’arte e la storia delle prestigiose location prescelte. Il tutto, accompagnato dai sapori del luogo, è un modo per nutrire insieme con grande suggestione anima e corpo. Come FISAR, che ha come scopo principale la promozione della cultura enogastro- nomica, avere la possibilità di collaborare a questo importante evento è vero motivo di orgoglio sicuri come siamo che queste serate toscane saranno enormemente emozionanti per i numerosi ospiti partecipanti ai quali i nostri sommelier saranno lie- ti di presentare i vini proposti dalle aziende. Di queste cantine non possiamo rimanere indif- ferenti alla particolarità e alla bellezza dei luo- ghi dove sono state costruite, attraverso l’arte espressa dai loro architetti possiamo percepire lo stile di ognuno di loro, dalle linee pure di Renzo Piano nella cantina di Rocca di Frassinelllo al bas- so impatto ambientale di Marco Casamonti per la nuova cantina Antinori a Bargino per esempio. Quindi l’arte e la bellezza che entrano nel quoti- diano, perché in una cantina si lavora ogni giorno, per produrre vino, bevanda che fa parte della no- stra vita, se si pensa che gli Etruschi producevano vino già 3000 anni fa. Queste sono le nostre radici più profonde, e pen- sare che già a quel tempo il vino era visto come la bevanda che più delle altre unisce popoli e civiltà, oggi come allora è ancora considerato, il vettore culturale per eccellenza. La possibilità di ascoltare musica in queste can- tine credo sia un’occasione unica, irripetibile e di Il Sommelier Settembre-Ottobre 2013 • n. 5
  • 3. grande suggestione, parliamo poi di musica clas- sica, che è l’espressione assoluta della perfezio- ne, che veniva ricercata dai compositori dell’epo- ca attraverso le forme delle loro composizioni. I concerti si sono svolti rispettivamente con que- sto programma: • 27 giugno presso la Cantina Antinori nel Chianti Classico a Bargino (FI), dove si è esi- bito al Pianoforte, A. Romanovsky, musicista Ucraino che vive in Italia • 29 il concerto si è svolto presso la Cantina Petra, della Famiglia Moretti, a Suvereto (LI), con i musicisti: M. Laforet e F.R. Duchable al Pianoforte • 2 luglio al Castello Banfi a Montalcino (SI), M. Laforet al pianoforte e H. Demarquette al Violoncello • 4 alla Tenuta Rocca di Montemassi, del- la Famiglia Zonin, a Roccastrada (GR), al Pianoforte la giovanissima e talentuosa B. Rana • 6 luglio ultima data, a Rocca di Frassinello a Gavorrano, nella cantina della Famiglia Panerai disegnata dal grande Renzo Piano, con l’artista G. Bellucci al Pianoforte 18 Il Sommelier Settembre-Ottobre 2013 • n. 5
  • 4. Si ringraziano tutti i sommelier che hanno pre- stato servizio, delle delegazioni di Firenze, Valdichiana, Costa Etrusca e Pistoia; tutto lo staff di Melodia del Vino, a partire dal Presidente Michel Gotlib, per lo splendido lavoro di equipe svolto e tutte le cantine ospitanti per lo splendi- do rapporto di collaborazione. Si sono vissuti davvero momenti toccanti ascoltan- do questi artisti di grande valore, riconosciuti a livel- lo internazionale, credo che i luoghi abbiano con- ferito quell’atmosfera magica ed in alcuni momenti surreale, che solo avendo partecipato si possono davvero percepire. Ancora una volta, ascoltando i commenti di alcuni turisti stranieri, il nostro territorio, quello italiano, inteso come patrimonio culturale, è riuscito a trasmettere grandissime emozioni. I nostri sommelier come sempre hanno svolto il servizio riuscendo ad entrare nello spirito di que- sta iniziativa che ci ha coinvolto fattivamente ma anche emozionalmente.

×